30625–30640 di 62912 risultati

Imprenditorialità

Perché sbagliando s’imprende? Pixel, la risposta a ogni esigenza di sapere.

(source: Bol.com)

L’importanza di chiamarti amore

Giada sa bene di essere una ragazza dal carattere piuttosto difficile, quindi non si stupisce affatto di trovarsi in una fase della propria vita nella quale non va d’accordo quasi con nessuno: con il suo ragazzo storico la situazione è appesa a un filo e del rapporto con i suoi genitori… meglio non parlare. Ma Giada ha un obiettivo ben preciso: laurearsi con il massimo dei voti e il prima possibile. Il resto dei problemi può passare in secondo piano. Così credeva, almeno finché lo stage presso una prestigiosa società di consulenza di Milano non la mette di fronte a quello che per lei è sempre stato il prototipo dei ragazzi da evitare come la peste: Ariberto Castelli, fiero rappresentante del partito delle camicie su misura e dei pullover firmati. E tra loro c’è un precedente molto imbarazzante che potrebbe crearle qualche complicazione che non aveva assolutamente messo in conto…

L’importanza di chiamarsi Ernesto

Oscar Wilde’s madcap farce about mistaken identities, secret engagements, and lovers entanglements still delights readers more than a century after its 1895 publication and premiere performance. The rapid-fire wit and eccentric characters of The Importance of Being Earnest have made it a mainstay of the high school curriculum for decades.
Cecily Cardew and Gwendolen Fairfax are both in love with the same mythical suitor. Jack Worthing has wooed Gwendolen as Ernest while Algernon has also posed as Ernest to win the heart of Jack’s ward, Cecily. When all four arrive at Jack’s country home on the same weekend the “rivals” to fight for Ernest’s undivided attention and the “Ernests” to claim their beloveds pandemonium breaks loose. Only a senile nursemaid and an old, discarded hand-bag can save the day!
This Prestwick House Literary Touchstone Edition includes a glossary and reader’s notes to help the modern reader appreciate Wilde’s wry wit and elaborate plot twists.

Implosion

Non è affatto un giorno come un altro. Il destino ha premuto il tasto on. Le loro vite stanno per cambiare in modo definitivo. Quando Katherine Evans incontra Armand non sa che dietro quelle sembianze da bello e dannato si cela uno dei più potenti Generali dell’Antica Stirpe. Non può immaginare che sarà proprio lui la sua salvezza… o la sua rovina, né può conoscere il suo vero piano: crudele, spietato, oscuro come le tenebre. Un paranormal venato di fantasy in cui gli eventi si susseguono con i ritmi del thriller. Una verità agghiacciante sta per essere svelata. Nessuno è più al sicuro, i protagonisti stanno per essere soffocati dalle loro stesse esistenze. Ognuno di loro nasconde un segreto, nessuno può permettersi di fallire. Una sola certezza: quando supera se stesso, l’amore può uccidere. Se nulla è come sembra, come fai a prendere la strada giusta? Tu chi sceglieresti tra chi ti ha dato la vita e chi potrebbe togliertela? La risposta potrebbe non essere così ovvia.

Implementazione di una Web Application in Java in un giorno: dalla creazione del DB in MySQL, allo sviluppo con Eclipse MARS, alla messa in esercizio con Tomcat (Java Web Programming Vol. 1)

Il presente testo è estrapolato dal libro universitario dell’autore. Il testo rappresenta il punto di partenza per studenti, neofiti e professionisti che vogliano approfondire lo studio delle applicazioni per il web in Java e si basa su una quindicennale esperienza lavorativa sui sistemi informativi e su esperienze di docenza in corsi universitari. Esso si rivolge sia al pubblico degli studenti che a quello dei professionisti, in quanto fornisce un quadro esaustivo sui moderni aspetti tecnologici ed informativi che un’azienda o una Pubblica Amministrazione deve tenere sotto controllo in un’ottica di costante aggiornamento al fine di migliorare i processi ed ottimizzare le modalità di lavoro non solo per garantire l’automazione esistente, ma anche per sperimentare nuovi modi di operare e dirigere.
La seguente dissertazione rappresenta il punto di partenza per chi si addentra nell’ambito dello studio delle Web Application in Java per la prima volta e desidera ottenere rapidi e concreti risultati. Ha quindi lo scopo di accompagnare il lettore nello sviluppo step by step di una Web Application, dalla raccolta e dall’installazione delle componenti base (MySQL, Eclipse, Tomcat, JDK), dalla creazione del Data Base, allo sviluppo dell’applicazione web in Java con JSP e Servlet, alla connessione e all’aggiornamento del Data Base, infine, alla messa in esercizio con Tomcat. Proviamo a farlo in un giorno!
**
### Sinossi
Il presente testo è estrapolato dal libro universitario dell’autore. Il testo rappresenta il punto di partenza per studenti, neofiti e professionisti che vogliano approfondire lo studio delle applicazioni per il web in Java e si basa su una quindicennale esperienza lavorativa sui sistemi informativi e su esperienze di docenza in corsi universitari. Esso si rivolge sia al pubblico degli studenti che a quello dei professionisti, in quanto fornisce un quadro esaustivo sui moderni aspetti tecnologici ed informativi che un’azienda o una Pubblica Amministrazione deve tenere sotto controllo in un’ottica di costante aggiornamento al fine di migliorare i processi ed ottimizzare le modalità di lavoro non solo per garantire l’automazione esistente, ma anche per sperimentare nuovi modi di operare e dirigere.
La seguente dissertazione rappresenta il punto di partenza per chi si addentra nell’ambito dello studio delle Web Application in Java per la prima volta e desidera ottenere rapidi e concreti risultati. Ha quindi lo scopo di accompagnare il lettore nello sviluppo step by step di una Web Application, dalla raccolta e dall’installazione delle componenti base (MySQL, Eclipse, Tomcat, JDK), dalla creazione del Data Base, allo sviluppo dell’applicazione web in Java con JSP e Servlet, alla connessione e all’aggiornamento del Data Base, infine, alla messa in esercizio con Tomcat. Proviamo a farlo in un giorno!
### L’autore
Luciano Manelli è nato nel 1975 a Taranto. Si è laureato in Ingegneria Elettronica al Politecnico di Bari ed ha prestato servizio quale Ufficiale di Complemento presso la Marina Militare. Ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Informatica presso il Dipartimento di Informatica dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro ed è stato docente a contratto presso il Politecnico di Bari – Dipartimento di Ingegneria Gestionale per il corso di Fondamenti di Informatica e presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro – Dipartimento di Economia per il corso di Informatica. Tuttora docente a contratto da due anni presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro – Dipartimento di Informatica per il corso di Programmazione per il Web. Durante il dottorato ha approfondito lo studio sul Grid Computing redigendo pubblicazioni internazionali. Professionista certificato e autore di due testi testi (“Fondamenti di Informatica Moderna” del 2014, “Programmazione per il Web” del 2015, “ASM e CoreASM per l’analisi di Sistemi Complessi” del 2016 – ARACNE Editore), e di varie pubblicazioni Amazon-Kindle, dopo aver lavorato 13 anni per InfoCamere S.C.p.A., dal 2014 è impiegato presso l’Autorità Portuale di Taranto. Contatti dell’autore: [email protected] it.linkedin.com/in/lucianomanelli 

L’impeto dei Drenai

Insieme alla rappresentativa sportiva del Drenai, Druss, in veste di pugile, si reca nel Gothir per partecipare ai Giochi dell’Amicizia. Durante tali giochi conosce il campione di pugilato del Gothir, Klay, e malgrado si debbano affrontare nella finale diventano immediatamente amici. Purtroppo, durante una rissa Klay subisce una grave ferita e Druss decide di recarsi nel santuario di Oshikai – Flagello del Demone, il grande guerriero Nadir, che questi ultimi ritengono il loro unico eroe nazionale, al fine di ritrovare gli Occhi di Alchazar, due gioielli magici in grado di curare qualsiasi tipo di malattia o ferita. Ma altre forze hanno intenzione di procurarsi quei gioielli. Il ministro Garen-Tsen, consigliere del Dio-re, il pazzo monarca che regna sul Gothir, se ne vuole impossessare al fine di sfruttarne il potere per i suoi scopi. Per questo motivo manda Lord Gargan, con duemila soldati della Guardia Imperiale, nel territorio Nadir, per distruggere e saccheggiare il santuario. Druss, la Leggenda, dovrà schierarsi insieme al manipolo di coraggiosi Nadir per cercare di non far cadere i gioielli in mano al Gothir. Ad aiutarlo in questa impresa c’è Talismano, un giovane addestrato nell’arte della guerra dai Gothir. Ma oltre ad essere un abile stratega, Talismano è anche colui che dovrà trovare l’Unificatore: il Nadir dagli occhi viola che, come Oshikai – Flagello del demone, dovrà riunire tutte le tribù Nadir.

L’impero. Un eroe per Roma

**«È una lettura fulminante»
Conn Iggulden, autore di *Il soldato di Roma*
Un grande romanzo storico**
Freschi di vittoria in Germania, Marco Valerio Aquila e i soldati della Cohors Tungrorum sono stati inviati in Dacia, al confine nord-orientale dell’impero romano, con la missione di salvaguardare una delle principali fonti del potere imperiale: le miniere di Alburnus Maior. Quelle rocce contengono abbastanza oro per pavimentare la strada fino a Roma. Un bottino che fa gola ai sarmati, la tribù di predoni che preme ai confini, insidiando la sicurezza della provincia e minacciando una vera e propria invasione barbarica. Assediati sia dall’orda dei sarmati sia da minacce più sottili da parte di uomini che dovrebbero essere i loro compagni, i legionari di Marco Valerio Aquila devono anche fare i conti con un nuovo e inaspettato nemico. Ancora una volta, si troveranno a combattere senza risparmiarsi, per salvare l’onore dell’impero. 
**Un grande successo in tutto il mondo**
«Un romanzo ricco di suspense e pieno di intrighi e conflitti violenti che non potranno non affascinare il lettore di romanzi storici.»
**Independent Weekly**
«È una lettura fulminante, ti costringe ad andare avanti fino alla fine, con personaggi meravigliosi e una spruzzata di humour nero. Anthony Riches è un eccellente storico e un eccellente scrittore.»
**Conn Iggulden, autore di *Il soldato di Roma***
«Da esperto di questioni militari, Riches è in grado di portare nelle sue storie elementi drammatici di prima qualità, una narrazione vivida e un realismo storico molto efficace. Terrificanti scene di battaglia, pericolose strategie imperiali, loschi intrighi dei capi delle tribù: un resoconto brutale degli uomini in guerra.»
**Burnley Express**
**Anthony Riches**
È laureato in Studi militari. Ha tenuto nel cassetto per dieci anni il primo romanzo della serie L’impero, rielaborandolo fino alla versione che è stata pubblicata con successo e che ha scalato le classifiche in breve tempo. La Newton Compton ha pubblicato *La spada e l’onore*, *La battaglia dell’Aquila perduta*,* Lunga vita all’imperatore*,* L’impero. Sotto un’unica spada *e *L’impero. Un eroe per Roma*.
**
### Sinossi
**«È una lettura fulminante»
Conn Iggulden, autore di *Il soldato di Roma*
Un grande romanzo storico**
Freschi di vittoria in Germania, Marco Valerio Aquila e i soldati della Cohors Tungrorum sono stati inviati in Dacia, al confine nord-orientale dell’impero romano, con la missione di salvaguardare una delle principali fonti del potere imperiale: le miniere di Alburnus Maior. Quelle rocce contengono abbastanza oro per pavimentare la strada fino a Roma. Un bottino che fa gola ai sarmati, la tribù di predoni che preme ai confini, insidiando la sicurezza della provincia e minacciando una vera e propria invasione barbarica. Assediati sia dall’orda dei sarmati sia da minacce più sottili da parte di uomini che dovrebbero essere i loro compagni, i legionari di Marco Valerio Aquila devono anche fare i conti con un nuovo e inaspettato nemico. Ancora una volta, si troveranno a combattere senza risparmiarsi, per salvare l’onore dell’impero. 
**Un grande successo in tutto il mondo**
«Un romanzo ricco di suspense e pieno di intrighi e conflitti violenti che non potranno non affascinare il lettore di romanzi storici.»
**Independent Weekly**
«È una lettura fulminante, ti costringe ad andare avanti fino alla fine, con personaggi meravigliosi e una spruzzata di humour nero. Anthony Riches è un eccellente storico e un eccellente scrittore.»
**Conn Iggulden, autore di *Il soldato di Roma***
«Da esperto di questioni militari, Riches è in grado di portare nelle sue storie elementi drammatici di prima qualità, una narrazione vivida e un realismo storico molto efficace. Terrificanti scene di battaglia, pericolose strategie imperiali, loschi intrighi dei capi delle tribù: un resoconto brutale degli uomini in guerra.»
**Burnley Express**
**Anthony Riches**
È laureato in Studi militari. Ha tenuto nel cassetto per dieci anni il primo romanzo della serie L’impero, rielaborandolo fino alla versione che è stata pubblicata con successo e che ha scalato le classifiche in breve tempo. La Newton Compton ha pubblicato *La spada e l’onore*, *La battaglia dell’Aquila perduta*,* Lunga vita all’imperatore*,* L’impero. Sotto un’unica spada *e *L’impero. Un eroe per Roma*.

L’impero. Sotto un’unica spada

**«Un eccellente storico e un eccellente scrittore.»
Conn Iggulden, autore di* Il soldato di Roma*
Un valoroso guerriero
Un esercito di barbari
L’impero ha bisogno dei suoi eroi
La Britannia è stata finalmente conquistata.**
Ora può iniziare un nuovo capitolo nella vita del tribuno Marco Valerio Aquila. Gli agenti inviati dall’imperatore non sono riusciti a uccidere né lui, né i suoi compagni. Ora è arrivato il momento di lasciare la provincia in cui ha trovato la gloria e guidare i suoi uomini fino alla Germania Inferiore, nella patria dei Tungri. È un altro mondo ma anche qui si annidano delle insidie: il capo tribù Obduro non è un semplice bandito, il suo obiettivo finale è lanciare una sfida a Roma e destabilizzare i fragili equilibri di tutto l’impero. Combattere il ribelle e il suo esercito di banditi sarà per Marco e i suoi amici una delle sfide più difficili della loro esistenza.
**Dall’autore di *L’impero Trilogy*
Una saga da 30.000 copie in Italia**
«Un romanzo ricco di suspense e pieno di intrighi e conflitti violenti che non potranno non affascinare il lettore di romanzi storici.»
**Independent Weekly**
«È una lettura fulminante, ti costringe ad andare avanti fino alla fine, con personaggi meravigliosi e una spruzzata di humour nero. Anthony Riches è un eccellente storico e un eccellente scrittore.»
**Conn Iggulden, autore di *****Il soldato di Roma***
«Da esperto di questioni militari, Riches è in grado di portare nelle sue storie elementi drammatici di prima qualità, una narrazione vivida e un realismo storico molto efficace. Terrificanti scene di battaglia, pericolose strategie imperiali, loschi intrighi dei capi delle tribù: un resoconto brutale degli uomini in guerra.»
**Burnley Express**
**Anthony Riches**
è laureato in Studi militari. Ha tenuto nel cassetto per dieci anni il primo romanzo della serie *L’impero*, rielaborandolo fino alla versione che è stata pubblicata con successo e che ha scalato le classifiche in breve tempo. La Newton Compton ha pubblicato *La spada e l’onore*, *La battaglia dell’aquila perduta*, *Lunga vita all’imperatore*, *Sotto un’unica spada* e il volume unico *L’impero *che raccoglie i primi tre romanzi della serie.
**
### Sinossi
**«Un eccellente storico e un eccellente scrittore.»
Conn Iggulden, autore di* Il soldato di Roma*
Un valoroso guerriero
Un esercito di barbari
L’impero ha bisogno dei suoi eroi
La Britannia è stata finalmente conquistata.**
Ora può iniziare un nuovo capitolo nella vita del tribuno Marco Valerio Aquila. Gli agenti inviati dall’imperatore non sono riusciti a uccidere né lui, né i suoi compagni. Ora è arrivato il momento di lasciare la provincia in cui ha trovato la gloria e guidare i suoi uomini fino alla Germania Inferiore, nella patria dei Tungri. È un altro mondo ma anche qui si annidano delle insidie: il capo tribù Obduro non è un semplice bandito, il suo obiettivo finale è lanciare una sfida a Roma e destabilizzare i fragili equilibri di tutto l’impero. Combattere il ribelle e il suo esercito di banditi sarà per Marco e i suoi amici una delle sfide più difficili della loro esistenza.
**Dall’autore di *L’impero Trilogy*
Una saga da 30.000 copie in Italia**
«Un romanzo ricco di suspense e pieno di intrighi e conflitti violenti che non potranno non affascinare il lettore di romanzi storici.»
**Independent Weekly**
«È una lettura fulminante, ti costringe ad andare avanti fino alla fine, con personaggi meravigliosi e una spruzzata di humour nero. Anthony Riches è un eccellente storico e un eccellente scrittore.»
**Conn Iggulden, autore di *****Il soldato di Roma***
«Da esperto di questioni militari, Riches è in grado di portare nelle sue storie elementi drammatici di prima qualità, una narrazione vivida e un realismo storico molto efficace. Terrificanti scene di battaglia, pericolose strategie imperiali, loschi intrighi dei capi delle tribù: un resoconto brutale degli uomini in guerra.»
**Burnley Express**
**Anthony Riches**
è laureato in Studi militari. Ha tenuto nel cassetto per dieci anni il primo romanzo della serie *L’impero*, rielaborandolo fino alla versione che è stata pubblicata con successo e che ha scalato le classifiche in breve tempo. La Newton Compton ha pubblicato *La spada e l’onore*, *La battaglia dell’aquila perduta*, *Lunga vita all’imperatore*, *Sotto un’unica spada* e il volume unico *L’impero *che raccoglie i primi tre romanzi della serie.

L’impero del faraone

Leggendario! Un grande romanzo storico Quale segreto si nasconde dietro il ritrovamento del tesoro delle mummie reali? Egitto, fine Ottocento. Émile Brugsch, egittologo tedesco, cerca di scoprire la provenienza di alcuni oggetti di valore che sono apparsi nei negozi di antiquariato di Luxor. Il suo istinto gli dice che dietro quei manufatti, venduti come souvenir ai turisti, potrebbe nascondersi qualcosa di losco. Brugsch si mette allora a indagare e scopre un complesso traffico internazionale di opere d’arte che agisce con la compiacenza delle corrotte istituzioni locali. Eppure chi ha trafugato quei reperti non sa che nelle tombe reali si nascondeva un terribile segreto risalente a migliaia di anni fa, fino all’epoca dei faraoni: un enigma fatto di violenze, tradimenti, sanguinose vendette e tragiche maledizioni… E se una maledizione degli antichi Egizi fosse giunta fino a noi? Nessuno deve profanare il sonno dei faraoni… Hanno scritto di Nacho Ares: ‘L’autore ci porta nei meandri più oscuri di un’antica cultura. Morte, maledizioni ed enigmi in un romanzo nel quale rivivono i fasti dei faraoni e degli uomini che hanno scoperto i segreti più profondi dell’Antico Egitto.’ Benito Garrido, culturamas.es ‘Parte del divertimento del romanzo, che è ben scritto e si legge con grande interesse, è che Ares, autore ben noto per i suoi studi egittologici, utilizza molte informazioni reali per comporre un ottimo pastiche.’ El País Nacho AresNasce a Leon (Spagna) nel 1970. Dopo essersi laureato in Storia antica all’Università di Valladolid, decide di specializzarsi nella storia dell’antico Egitto. Ha collaborato con le maggiori reti spagnole come Antena 3 e Tele 5 e ha tradotto vari libri. Attualmente è direttore della ‘Revista de arqueología’. È, inoltre, conduttore del programma radiofonico SER Historia e di quello televisivo Cuarto Milenio. Ha pubblicato una dozzina di libri divulgativi sull’antico Egitto, tra cui La piramide perduta, uscito per Newton Compton, cui ha fatto seguito L’impero del faraone.
(source: Bol.com)

L’impero d’avorio. Temeraire

Una tragedia si è abbattuta sulle forze aeree di Sua Maestà, la straordinaria flotta di draghi da guerra guidati da uomini valorosi contro le armate di Napoleone Bonaparte. Un’epidemia di origine sconosciuta sta decimando i nobili ranghi inglesi, costringendo i pochi rimasti a disperate quarantene. Soltanto Temeraire e alcuni draghi appena reclutati e risparmiati dalla malattia si ergono a estremo baluardo contro le sortite sempre più ardimentose dei francesi. Resta una sola speranza: Temeraire e il suo capitano Laurence devono raggiungere l’Africa, sulle cui spiagge sarà forse possibile trovare un rimedio per debellare la misteriosa malattia mortale.
**

L’Imperio

Due uomini a confronto nella Roma post-risorgimentale: il principe Consalvo Uzeda di Francalanza, già protagonista dei Vicerè, e Federico Ranaldi. Consalvo è un uomo di grandi ambizioni politiche, che crede di possedere per nascita il diritto di divenire qualcuno. E pur di raggiungere lo scopo non esita a cambiare casacca: conservatore coi conservatori, moderato coi moderati. Per assecondare i socialisti, che teme, arriva persino ad accarezzare l’idea del socialismo per poi finire col combatterlo pubblicamente. Federico al contrario è un puro di cuore, che solo sentendosi tradito da una società opportunista e vuota, diviene cinico e si disinnamora della vita. Ideale seguito dei Vicerè, L’Imperio è molto di più. E’ una puntuale e spietata analisi dei sentimenti umani e delle azioni politiche, che lascia però intravedere uno spiraglio di speranza. La vita, il matrimonio e l’amore sembrano avere la meglio.

L’imperfetta

UN ESORDIO ITALIANO, UNA STORIA POTENTE,FINALISTA AL PRESTIGIOSO PREMIO CALVINONotte e giorno dicevo nella testa le parole dei libri di mio padre. Le avevo tutte nella memoria, nessuno può rubare i pensieri senza peso, sottrarli nel sonno a chi li tiene stretti. Per Catena la notte è sempre stata un rifugio speciale. Un rifugio tra le braccia di suo padre, per disegnare insieme le costellazioni incastonate nel cielo, imparare i nomi delle stelle più lontane e delle erbe curative, leggere libri colmi di storie fantastiche. Ma da quando suo padre non c’è più, Catena ha imparato che la notte può anche fare paura e può nascondere ombre oscure. L’ombra delle mani della madre che la obbligano al duro lavoro nei campi e le impediscono di leggere, quella degli occhi gelidi e inquieti dello zio che la inseguono negli angoli più remoti della casa. Le sue sorelle sembrano non vederla più, ormai è la figlia imperfetta e il ricordo del calore dell’amore di suo padre non basta a riscaldare il gelo nelle ossa. Catena ha solo quindici anni quando decide che non vuole più avere paura. E l’ultima notte nella sua vecchia casa si colora del rosso della vendetta. Poi, la fuga nel bosco, dove cerca riparo con la sola compagnia dei suoi amati libri. È grazie a loro e agli insegnamenti del padre che Catena riesce a sopravvivere nella foresta. Ma nel suo rifugio, fatto di un cielo di foglie e di rami intrecciati, la ragazza non è ancora al sicuro. La stanno cercando e per salvarsi Catena deve ridisegnare la sua vita, la vita di una bambina che è dovuta crescere troppo in fretta, ma che può ancora amare di un amore forse imperfetto, ma forte come il vento. Con questo romanzo potente, finalista al prestigioso premio Calvino, Carmela Scotti ci guida al cuore di una storia antica e insieme attualissima, illuminata da un’intensa e affilata voce femminile. La storia di una ragazza coraggiosa e troppo sola. Della sua voglia di vivere contro tutto e tutti. Di una stella che continua a brillare anche in un cielo coperto di nuvole.

Imperdonabile (I Romanzi Extra Passion)

Cresciuto da una madre single, Adam Collins ha capito che non potrà mai dividere la sua vita con una donna. Per quanto difficile, ha sempre resistito alla violenta passione nei confronti di Marissa Brooks. La morte di un compagno di liceo, inoltre, ha segnato irrimediabilmente la vita dei due giovani. Adam si è arruolato nei marine, e per dodici anni ha viaggiato in missione in giro per il mondo. Ma ora è giunto il momento di tornare. Testimone al matrimonio del suo migliore amico, Adam riscopre l’attrazione verso Marissa, a sua volta preda di una difficile situazione familiare. Insieme Marissa e Adam accetteranno di affrontare i fantasmi e le incognite della loro vita, cercando una strada per chiudere definitivamente i conti con il passato.

L’imperatrice Cixi

Pechino, marzo 1852: durante la selezione delle consorti imperiali, lo sguardo dell’imperatore Xianfeng si posa su una sedicenne dai tratti non belli, forse, ma senza dubbio affascinanti. Di lì a poco, il cenno di approvazione del Figlio del Cielo schiuderà le porte della Città Proibita alla donna che, ammessa a corte come semplice concubina, si ritroverà in breve a reggere le redini dell’ormai morente dinastia Qing con il titolo di Imperatrice vedova Cixi. Considerata in Cina una despota dalle scarse capacità e dalle vedute ristrette, Cixi intraprese invece una coraggiosa politica di modernizzazione che, ispirandosi ai metodi e alle tecniche occidentali, scosse il Paese dal suo immobilismo millenario: a lei si devono infatti l’introduzione del telegrafo e della ferrovia, la costruzione di una flotta moderna e l’avvio della pratica di estrazione mineraria, la riforma del sistema legale (con l’abolizione di pratiche quali la fasciatura dei piedi) e l’istituzione di scuole e università di livello. Il tutto mentre, con decisione e accortezza, affrontava le rivolte dei Taiping prima e dei Boxer dopo, le «guerre dell’oppio» e le mire espansionistiche di russi e giapponesi, sventando i complotti orditi alle sue spalle. Dall’autrice di Cigni selvatici, una biografia documentata e avvincente che, avvalendosi di materiali fino a poco tempo fa inaccessibili, ribalta gli stereotipi per tracciare il ritratto di una figura ancora poco nota agli storiografi occidentali: quella di una donna energica e lungimirante che, in un contesto tutt’altro che favorevole, governò per quarant’anni le sconfinate terre del Celeste Impero da dietro un paravento di seta gialla.

Imparerò il tuo nome

**«Novantenne, elegante e ancora bella. Femminista, amica di artisti e letterati, prima presentatrice della TV: perfetta eroina di un romanzo, Elda Lanza ne è invece l’autrice».**
*ttl – La Stampa*
**«Elda Lanza mostra la stoffa di un’appassionata narratrice».**
*Il Giornale*
**«Un’ardita novantenne, dalla personalità versatile e con un formidabile vigore. Complimenti, signora Elda».**
*la Repubblica*
Non sa e non capisce dell’amore, la protagonista di questo romanzo. Perduta la madre e abbandonata adolescente dal padre, sola nel suo deserto affettivo, cresce forte e determinata. Alla sua casa silenziosa di ricordi, fa da contrappunto l’acida frivolezza dell’ambiente di lavoro, una prestigiosa e patinata rivista milanese. La incontriamo nel momento in cui ha inizio la sua prima vera educazione sentimentale: un viaggio senza pregiudizi attraverso gli altri alla scoperta di se stessa, dei misteri del desiderio e dei legami tra le persone. Un viaggio travolgente che sembra aprire in lei – questa volta davvero – lo spazio per l’amore e per una vita nuova. **Con una scrittura asciutta, lucida e appassionata Elda Lanza racconta una storia in cui perdersi e riconoscersi. Scandalosa e esemplare allo stesso tempo**. Sino all’ultima scelta che conclude il romanzo, quando le aride certezze sono spazzate via dalla pienezza delle emozioni.

Impara a vincere

È la mente, non la racchetta, lo strumento principale del tennis. E il talento da solo non basta a fare un giocatore. Senza determinazione, volontà, sacrificio, impegno e concentrazione anche il miglior tennista soccombe. Lo sa bene Serena Williams, che nel 2012, a trent’anni suonati, sembra finita, senza più futuro. È allora che si affida a lui, Mouratoglou, soprannominato il “Mentalista” sia per la sua capacità di concentrazione sia per l’attenzione alla psiche del suo atleta. E con la sua guida non torna solo a vincere. Entra nella leggenda del tennis, arrivando al n° 1 del ranking WTA.
“*La volontà è un muscolo che va tenuto in allenamento perché non ci abbandoni quando dobbiamo prendere le decisioni importanti. Io ero destinato a essere un mediocre, ma mi sono battuto per cambiare il mio destino. Ero malato e ho ritrovato la salute. Ero indeciso e ho imparato a condurre la mia vita come volevo. Ero pauroso e sono diventato temerario. Tutto è possibile, niente è fissato per sempre.*” Questo è il suo credo, quello che trasmette ai suoi atleti. Chi si affida a lui, vince.
Raccontando i suoi successi, e i suoi sbagli, Mouratoglou svela le basi del suo metodo per consentire a tutti di sfruttare al massimo il proprio potenziale e vincere la guerra del tennis.** Prefazione di Serena Williams.**
**
### Sinossi
È la mente, non la racchetta, lo strumento principale del tennis. E il talento da solo non basta a fare un giocatore. Senza determinazione, volontà, sacrificio, impegno e concentrazione anche il miglior tennista soccombe. Lo sa bene Serena Williams, che nel 2012, a trent’anni suonati, sembra finita, senza più futuro. È allora che si affida a lui, Mouratoglou, soprannominato il “Mentalista” sia per la sua capacità di concentrazione sia per l’attenzione alla psiche del suo atleta. E con la sua guida non torna solo a vincere. Entra nella leggenda del tennis, arrivando al n° 1 del ranking WTA.
“*La volontà è un muscolo che va tenuto in allenamento perché non ci abbandoni quando dobbiamo prendere le decisioni importanti. Io ero destinato a essere un mediocre, ma mi sono battuto per cambiare il mio destino. Ero malato e ho ritrovato la salute. Ero indeciso e ho imparato a condurre la mia vita come volevo. Ero pauroso e sono diventato temerario. Tutto è possibile, niente è fissato per sempre.*” Questo è il suo credo, quello che trasmette ai suoi atleti. Chi si affida a lui, vince.
Raccontando i suoi successi, e i suoi sbagli, Mouratoglou svela le basi del suo metodo per consentire a tutti di sfruttare al massimo il proprio potenziale e vincere la guerra del tennis.** Prefazione di Serena Williams.**