30625–30640 di 65579 risultati

Alla Conquista Di Un Impero

Sandokan e Yanez, aiutati dai loro amici Tremal-naik e Kammamuri, eccoli ora pronti a conquistare nientemeno che un regno. Si tratta del sultanato dell’Assam, in India. Durante la loro prima visita nel Paese, quando avevano soccorso di Tremal-Naik, i due pirati avevano infatti conosciuto ed aiutato una bella fanciulla, Surama. Lei, pur essendo di sangue nobile, era stata venduta ai Thugs da uno zio per diventare bajadera, una ballerina, solo perch con la sua presenza avrebbe potuto costituire un pericolo per il trono dell’Assam usurpato appunto dallo zio. Ma tra Yanez e la fanciulla sbocciato l’amore e Sandokan corre in aiuto per restituire il regno a Surama, la sposa dell’amico… Edizione in eBook realizzata in occasione del Centenario dalla morte di Emilio Salgari, certamente il pi popolare scrittore italiano di romanzi d’avventura nato a Verona il 21 agosto 1862 e scomparso a Torino il 25 aprile 1911. – Sandokan and Yanez together with their frinds Tremal-naik and Kammamuri conquer the sultanate of Assam…

Alla conquista del primo amore

Il primo amore non si scorda mai.In occasione di un ricevimento di nozze, Willow Marsden viene avvicinata da un bel ragazzo che la invita a ballare. Lei, temporaneamente senza memoria a seguito di un incidente, non sa – e nemmeno immagina – che quel ragazzo dolce e affascinante altri non è che Cal Chandler, il suo primo amore. L’attrazione è inevitabile e, dopo un ballo e uno scambio di baci appassionato, Willow accetta di uscire anche la sera seguente. I dubbi, però, cominciano a tormentarla e questo la porta a decidere di interrompere ogni contatto con il ragazzo che la turba tanto. Non sarà molto semplice, e le cose si complicano quando i due si ritrovano a confrontarsi nel ranch dove entrambi lavorano.

All’ultima goccia

La violenza è quasi casareccia, ma non per questo meno micidiale. Son Martin è infatti un risoluto ragazzone di campagna, e nessuno a Marlett, nel Kentucky, è tanto stupido da tentare di imbrogliarlo. Non è che Son sia cattivo tanto per esserlo. Il fatto è che in America è in atto qualcosa che si chiama Proibizionismo, e Son ha qualcosa che non permetterà a nessuno di rubargli: 125.000 dollari del miglior whisky kentuckiano distillato clandestinamente. Son ha ereditato questo tesoro dal padre, e aspetta il momento opportuno per venderlo al miglior offerente. Ma tanto oro liquido fa gola a molti, e molti sono disposti a scatenare una sorta di guerra, pur di impossessarsene. Senza sborsare un centesimo. Ma in quanto a sparare, a superare in astuzia i pezzi da novanta del contrabbando d’alcol e perfino a menare le mani, Son Martin non è solamente bravo… è cattivo, pericoloso, micidiale.

All’ombra di Tycho (Urania)

Sulla Luna c’è un cratere maledetto, in cui molti si sono avventurati e da cui nessuno è mai tornato. È Tycho, e ancora una volta qualcuno proverà a sfidarlo non perché particolarmente temerario, ma per sopravvivere su un mondo sempre più dominato dallo sfruttamento e dagli affari. Così, Chris Jackson e Amelia Thompson si avviano verso la loro missione: una ragazza che vuole finire il lavoro cominciato da suo fratello, ma che non sembra avere molto successo, e un giovane all’ultima occasione per sfondare. ”Urania” festeggia il ritorno di Simak sulle sue pagine con un avvincente romanzo di esplorazione e un contorno di racconti tra cui spiccano ”Onorevole avversario”, ”Copia a carbone” e ”Padre fondatore”, tutti concepiti in un’aurea stagione della science fiction americana.
(source: Bol.com)

All’inferno fumano tutti

Paris Scott è sceneggiatore, attore e musicista. Ma è un perdente nato: per sopravvivere fa il cassiere di notte in un supermercato. Per uno strano caso si ritrova tra le mani una preziosissima registrazione – il testamento musicale di una rock star suicida – e un piccolo tesoro – una borsa piena di droga rubata. È l’occasione della vita o una condanna a morte? Spacciatori, agenti di Hollywood, criminali da due soldi, camerieri, psicopatici, musicisti strafatti, spogliarelliste e buzzurri di campagna, una killer professionista bionda dal fisico strepitoso: nessuno esce pulito dal racconto di Ridley, rauco come una canzone di Tom Waits, brutale, oltraggioso, divertente.

All’alba del terzo giorno. Mary Lester e lo strano caso del rapimento in anteprima. Le inchieste di Mary Lester

“Dove andremo a finire se i teppisti si mettono ad annunciare le loro malefatte nei libri, prima di commetterli?” È la domanda che si pone Mary Lester leggendo “All’alba del terzo giorno”, un libro strano che racconta come un celebre cantante viene rapito durante il festival dei Vieilles Charrues a Carhaix. Il prefetto è preoccupato, il sindaco è preoccupato, il presidente del festival è preoccupato. Solo il commissario, di umore molto arzillo in assenza della moglie, vuol credere allo scherzo. Tuttavia manda Mary a indagare sul posto, eccola quindi immersa nel cuore del festival a scoprire un mondo nuovo, per lei sconosciuto, in cui gravitano personaggi molto inquietanti.

Alkymia. Septimus Heap

Spesso in buona fede vengono commessi catastrofici errori. Silas Heap lo ha appena fatto: senza volerlo ha liberato dalla sua prigione il terribile spirito della Regina Etheldredda, spaventosa da viva quanto da morta. La perfida Regina non ha abbandonato il suo diabolico piano: conquistare la vita eterna, grazie a una pozione che può essere preparata solo tornando indietro nel tempo e solo attraverso una profonda conoscenza dell’arte dell’Alkymia. E questo costringerà Septimus a viaggiare nel tempo e a studiare l’Alkymia e la Medycina, e a cercare disperatamente di impedire che Etheldredda raggiunga il suo scopo. Un altro capitolo delle straordinarie avventure di Septimus Heap e della strampalata e fiabesca comunità di maghi a cui appartiene: un mondo in cui niente è come sembra e dove la vita quotidiana ha il fascino dei fuochi d’artificio, imprevedibili, colorati, inaspettati e… pericolosi. Età di lettura: da 8 anni.

Alice nel paese della vaporità

«Magnifico, pensò, davvero magnifico. Devo raggiungere un gruppo di guerriglieri attraverso una terra di tossici, portandomi dietro un mutante ritardato. E c’è un gigantesco coniglio psicopatico che mi dà la caccia». Ben è un giovane londinese che soffre di allucinazioni. Per lavoro legge manoscritti. Una notte gli arriva un libro che si chiama Alice nel Paese della Vaporità. Noi con lui seguiamo la storia di Alice, un’antropologa che vive in una Londra Vittoriana che non c’è mai stata. Alice viaggia nella Steamland, una terra invasa da un gas che provoca allucinazioni e mutazioni. Una terra in cui la realtà cambia a ogni istante, in cui ‘giusto’ e ‘sbagliato’ sono soltanto parole, e in cui le parole stesse si trasformano in odori e sensazioni. Quella di Alice parte come una ricerca, ma si trasforma subito in una lotta per la vita e per la morte. Alice dovrà sopravvivere in una terra oscura, in cui non c’è differenza tra orrore e meraviglia. Ben legge la sua storia. E qualcosa succede anche a lui.

Alice è in pericolo

Alice, di recente rimasta vedova e madre di due figli, cerca di rimettere faticosamente insieme i pezzi di un’esistenza incerta e segnata da difficoltà familiari ed economiche. Quando finalmente arriva il premio assicurativo per la morte del marito, la vita sembra prendere una piega più serena, fino a quando entrambi i bambini non vengono rapiti. La richiesta di riscatto ammonta esattamente alla somma ricevuta dall’assicurazione. Nonostante la minaccia perpetrata dai rapinatori di uccidere i due piccoli, Alice si rivolge alle autorità, e capisce subito una cosa: è lei l’unica che può cercare di riprendere in mano il proprio destino e ritrovare i suoi figli.

Alice all’inferno

Per la piccola Dani Sinclair la vita non è mai stata facile. La fredda notte d’inverno in cui è venuta al mondo, sua madre, un’adolescente dal passato doloroso, è scomparsa senza neppure curarsi di lasciare un nome alla bambina. Dodici anni dopo, la mancanza di amore ha trasformato Dani in una ragazzina timida e solitaria. A seguito delle violenze subite dalla madre adottiva, Dani viene portata in un istituto, dove continua a soffrire finché, spaventata e tormentata dagli altri bambini, decide di fuggire lasciandosi alle spalle tutto l’odio che la circonda. Davanti a lei, soltanto le strade di Londra. E la necessità di chiedere l’elemosina per sopravvivere. Quando tutto sembra perduto, all’improvviso, un estraneo le offre una via d’uscita. Dani accetta ma non ci vorrà molto perché l’uomo le mostri il suo volto brutale. Così una ragazzina di dodici anni sprofonda nel mondo sordido e maledetto della prostituzione minorile: un inferno di abusi e droga pronto a punire nel più crudele dei modi chiunque osi solo pensare di ribellarsi alle sue leggi mostruose. Una storia toccante e dolorosa scritta da un’autrice che, nella vita reale, ha subito le stesse violenze a cui è costretta Dani ma che, malgrado tutto, non ha mai avuto paura di fare i conti con il lato perverso della realtà.

Alibi di una notte

Lute Pettijohn, uno degli uomini più in vista di Charleston, viene trovato ferito a morte in una delle suite del magnifico albergo che possiede. Hammond Cross, giovane e scrupoloso procuratore, indaga avvalendosi della collaborazione del detective Rory Smilow, un duro, e di Steffi Mundell, che di Rory è collaboratrice ed ex amante. La sera dell’omicidio Hammond ha conosciuto una donna con cui ha passato la notte e che lo ha letteralmente “stregato”. Indagando su di lei il poliziotto scopre una serie sospetta di coincidenze e di intrighi.

Le ali notturne

Con questo libro si concludono le avventure di Solomon Kane, lo spadaccino puritano che già vi abbiamo presentato in altri due volumi di questa collana: La Luna dei Teschi e I Figli di Asshur. Gli ingredienti che danno vita e spessore a questa saga, sono quelli caratteristici di Howard, ossia combattimenti contro creature diaboliche, scoperte di civiltà perdute, lotte contro mostri d’ogni genere: in sostanza, l’eterna lotta tra il Male e il Bene, quest’ultimo impersonato appunto dal suo paladino, Solomon Kane. Una lettura avvincente che, tra un duello e una magia, non vi darà respiro sino all’ultima pagina.Robert E. Howardnacque nel 1906 in Texas e concluse la sua brevissima vita a Cross Plains, nel 1936. Dotato di una vena creativa inesauribile, scrisse non solo racconti fantasy, ma anche commedie, gialli, racconti storici e d’avventura. Accanto al ciclo di Conan, della sua vasta produzione va ricordato almeno quello di Solomon Kane (già pubblicato dalla Newton Compton).
(source: Bol.com)

Ali della notte

In una Terra del lontano futuro una spaventosa catastrofe ecologica ha provocato lo sprofondamento delle Americhe e la decadenza della potenza terrestre nello spazio.
La società del Terzo Ciclo si è strutturata in corporazioni feudali ed attende l’arrivo degli invasori, gli alieni che hanno salvato l’umanità dall’estinzione e che verranno a reclamare il
possesso del pianeta.
Quando l’invasione arriva le misere forze della Terra vengono sconfitte, e gli invasori occupano con facilità quello che considerano un loro dominio.
L’affascinante vicenda si svolge in tre città, Roum (Roma), Perris (Parigi) e Jorslem (Gerusalemme), seguendo le avventure e gli incontri di Tomis, una Vedetta il cui lavoro, proiettare la mente negli spazi per avvertire dell’arrivo degli invasori, diventerà senza senso dopo l’invasione.
La rottura dell’equilibrio della società feudale porterà gli uomini a stabilire nuovi rapporti umani e ad incrementare i loro poteri mentali, sino ad arrivare a dominare gli invasori, che
non verranno combattuti con le armi ma con l’amore e la fratellanza, contribuendo a formare una società di impensabile ricchezza.
Un romanzo leggibile su più livelli e pieno di idee, un premio Hugo più che meritato.

Le ali del tempo

“Ti mancherà il suono dei quattro cilindri e di un’elica di legno, il canto del vento tra i tiranti d’acciaio mentre voli. E ti mancheranno le persone di qui, che conoscono quella musica, che la creano.”
**

Alì dagli occhi azzurri

Scritti tra il 1950 e il 1965, questi racconti documentano l’evoluzione e la ricerca di Pasolini durante un periodo particolarmente intenso e significativo della nostra storia culturale: dalle prime prove realistiche, accompagnate dal rifiuto dell’italiano colto e dall’adozione di una mimesi stilistica dialettale, alle sceneggiature per i film (Accattone, La ricotta…), alle prove più sperimentali del «racconto che non si farà», dove un’estrema raffinatezza letteraria scalza le precedenti ipotesi di lavoro realistiche (per esempio, proprio il dialetto come lingua arcaica e preborghese), ormai scadute, agli occhi di Pasolini, a formule passive e irritanti.

L’alfabeto dei corpi

Un serial killer che, dopo aver violentato e ucciso giovani donne, ne abbandona i corpi in pose grottesche. Alexandra Collins, fotografa della polizia di Miami, con troppi problemi familiari alle spalle. Un macabro messaggio scritto con la morte. Un sanguinoso colpo di scena finale.