30545–30560 di 72802 risultati

Un vulcano chiamato Manila

PALTIK: questa sigla nasconde un’organizzazione segreta filippina che vuole dopo aver ucciso il presidente Magsaysay, vuole ora uccidere il nuovo con lo scopo di rovesciare il governo “amico” dell’America. Dell’organizzazione fanno parte due americani importanti. Hubert Bonisseur de la Bath viene incaricato di sventare il complotto con il suo collega Segurro. Naturalmente dove c’è Hubert non mancano le belle donne, anche se possono essere molto, molto pericolose.

Il volto della paura

Sinossi

Nessuno conosce l’identità del serial killer, detto “il macellaio”, che terrorizza New York: solo un uomo, un sensitivo, dichiara in una trasmissione televisiva di essere sulle tracce del mostro. E’ l’inizio di un incubo.

Il vento dell’oceano

###
Un uomo cammina su una scogliera e guarda l’oceano cercando di ritrovare la serenità di quando, da piccolo, passeggiava in quel magico luogo accompagnato dalla mamma. Improvvisamente si imbatte in un libriccino abbandonato su un sasso: è il diario scritto da un accanito surfista come lui… Ecco l’inizio di una storia che sa di mare, di ore passate tra il surf e una lettura ricca d’incontri ed esperienze interiori. Dodici giorni e dodici notti passati da solo a “sentire” e “capire” aiuteranno il protagonista a rintracciare il linguaggio scomparso della Verità, i cui riflessi iridescenti sono visibili in un tramonto sul mare, nel ricordo vivissimo della propria madre o nel primo amore.

Vele e cannoni

Che cosa ha reso possibile nel Cinquecento la supremazia mondiale dell’Europa? Fu grazie a nuovi tipi di veliero che i paesi europei poterono varcare i mari e scoprire nuove terre; e fu con i cannoni che si assicurarono un incontrastato e secolare dominio sugli oceani, e poi sulla terra. L’Europa riuscì così ad aprirsi la strada delle lontane isole delle spezie, a ottenere il controllo delle più importanti rotte, a fondare imperi coloniali, trasformandosi in una civiltà audace e aggressiva. Ancora una volta Cipolla illumina il rapporto fra progresso tecnologico e fattori economici, sociali, politici.
**

L’uomo liquido

Come l’Homo di Faber discende dal Pitecantropo e questo a sua volta dalla Scimmia, così l'”Uomo liquido” di C. B. Gilford indubbiamente discende dall'”Uomo invisibile” di H. G. Wells, che deriva a sua volta dal “Dottor Jekyll” di R. L. Stevenson. Ma il romanzo di Gilford – ambientato in una tipica cittadina americana d’oggi, tra personaggi familiari come la figlia del signor Stanley (che gira volentieri in bikini), il ragazzo Billy Pearson (che scopre la vecchia auto presso il lago), il capo della polizia locale, il proprietario del drug-store, ecc. – ha un suo specifico “horror” e una sua particolare solidità di costruzione drammatica, che ne fanno ben di più di una semplice variazione sul tema dell’incauto scienziato che sperimenta su se stesso una scoperta pericolosa.

L’ Uomo Con L’Ascia

###
Nel giugno 1964 l’intera famiglia di Shannon è stata massacrata da unopsicopatico che si aggira per gli Stati Uniti. Shannon è sopravvissuta permiracolo, ma non ricorda. La sua mente confusa si rifiuta di vedere il voltodell’assassino. Vent’anni ino. Vent’anni dopo a New York Shannon si trova chiusa con lui inun ascensore bloccato fra due piani di un vecchio palazzo; l’uomo con l’asciala interroga, la sottopone a una sottile tortura psicologica per costringerlaa rivivere il passato.

L’uomo che rubava la morte (Piemme pocket)

###
Durante la visita in un museo di Hong Kong, Jordan Glass sente troppi sguardi fissi su di lei. Il disagio diventa paura quando scopre il motivo di tanta curiosità. Nella collezione conosciuta come ”Donne addormentate”, vede ritratta se stessa o, meglio, la sua gemella Jane, scomparsa un anno prima…
**
### Sinossi
Durante la visita in un museo di Hong Kong, Jordan Glass sente troppi sguardi fissi su di lei. Il disagio diventa paura quando scopre il motivo di tanta curiosità. Nella collezione conosciuta come ”Donne addormentate”, vede ritratta se stessa o, meglio, la sua gemella Jane, scomparsa un anno prima…

L’uomo che correva

Un uomo che arriva senza fiato in casa vostra e vi racconta una storia che non sta né in cielo né in terra può essere o pazzo o ubriaco. E l’incidente in cui perde la vita può essere assolutamente casuale, la macchina che fugge dopo l’investimento può essere guidata da uno sciacallo della strada. Tutto “può essere” frutto di coincidenze. Ma se cominciate a dubitare e collegare fatti che in apparenza sembrano sconnessi, diventate un uomo che sa troppo, un uomo segnato.

L’ultimo cavaliere

###
Sono passati cinquecento anni dalle Grandi Guerre, fomentate dai demoni, che avevano lasciato solo morte e rovina, sterminando quasi completamente il genere umano. I superstiti, un piccolo gruppo di Uomini e di Elfi, fuggiti sotto la guida del giovane Falco – una creatura magica dalle sembianze umane –, avevano trovato rifugio in una valle remota e inaccessibile che lo stesso Falco era riuscito a isolare dai pericoli esterni con la magia, esaurendo tutto il suo potere. Uomini, Elfi e mutanti avevano trovato un luogo che credevano sarebbe stato la loro patria per sempre. Ma si sbagliavano. Avviene infatti ciò che non era immaginabile: dopo cinque secoli, la barriera della nebbia magica che protegge la valle comincia ad affievolirsi e quando Sider Ament, l’unico discendente sopravvissuto dei Cavalieri del Verbo, sorprende alcune creature ostili provenienti dall’esterno che aggrediscono due cercatori di piste, teme il peggio. Il rifugio un tempo sicuro è ora diventato vulnerabile e lui solo è in grado di fronteggiare e sconfiggere i misteriosi nemici che stanno penetrando nel loro mondo. Ben pochi tra gli abitanti, però, sembrano credere al pericolo. Insieme ai due giovani cercatori di piste e a una coraggiosa principessa degli Elfi, Sider guida la difesa della patria, impresa decisamente complicata, aggravata dal tradimento di chi vuole impadronirsi del potere, mentre all’esterno un esercito di Troll si prepara all’invasione. Sider e i suoi compagni scoprono che i nemici sono molto più forti del previsto e che per avere qualche possibilità di salvezza dovranno di nuovo imparare a servirsi delle Pietre Magiche.

L’ultima voce

Sinossi

La bambina giocava con la bambola preferita, nella sua stanza, mentre la madre, nella camera adiacente, veniva colpita a morte dalla furia dell’assassino. Perchè Tinka Sachs, l’indossatrice più richiesta, la meglio pagata, la più riservata, era stata uccisa? E perchè all’87° Distretto nessuno sapeva dove fosse finito Steve Carella? Il mistero era davvero fitto, soprattutto perchè l’indomani la Polizia avrebbe ritrovato un’automobile semidistrutta dal fuoco, con un cadavere carbonizzato

Twenty Fragments of a Ravenous Youth

From the author of the 2007 Orange Prize finalist *A Concise Chinese-English Dictionary for Lovers *comes a wholly original and thoroughly captivating coming-of-age story that follows a bright, impassioned young woman as she rushes headlong into the maelstrom of a rapidly changing Beijing to chase her dreams.
Twenty-one year old Fenfang Wang has traveled one thousand eight hundred miles to seek her fortune in contemporary urban Beijing, and has no desire to return to the drudgery of the sweet potato fields back home. However, Fenfang is ill-prepared for what greets her: a Communist regime that has outworn its welcome, a city under rampant destruction and slap-dash development, and a sexist attitude seemingly more in keeping with her peasant upbringing than the country’s progressive capital. Yet Fenfang is determined to live a modern life. With courage and purpose, she forges ahead, and soon lands a job as a film extra. While playing roles like *woman-walking-over-the bridge* and *waitress-wiping-a-table* help her eke out a meager living, Fenfang comes under the spell of two unsuitable young men, keeps her cupboard stocked with UFO noodles, and after mastering the fever and tumult of the city, ultimately finds her true independence in the one place she never expected.
At once wry and moving, *Twenty Fragments of a Ravenous Youth *gives us a clear-eyed glimpse into the precarious and fragile state of China’s new identity and asserts Xiaolu Guo as her generation’s voice of modern China.
**

Tutto regolare, mamma

Sinossi

Un ragazzino di due metri, cresciuto troppo in fretta, vaga sotto la neve in una fredda giornata di febbraio senza decidersi a fare l’unica cosa giusta che ci si aspetti. Un colpevole che è anche una vittima ci si rivela pagina dopo pagina.

Tutto è fatidico: 14 storie nere

Chi fa l’autostop di notte e sale sulla macchina sbagliata; chi, al ristorante, trova che il piatto del giorno sia un po’ troppo al sangue… Stephen King ci propone un giro nell’ignoto in quattordici tappe dove paura e angoscia, macabro sarcasmo e assorta melanconia pervadono le vicende di questi racconti. Non regalate animali, non comprate nulla alle svendite da cortile, non inimicatevi l’adolescente ombroso della casa accanto e, soprattutto, sappiate che tutto è fatidico.

Tutte le poesie e tutto il teatro

###
Questa edizione raccoglie in ordine cronologico tutte le poesie e le opere teatrali pubblicate dal poeta e quelle postume. Le poesie compongono un itinerario creativo che, partendo dall’elaborazione romantico-simbolista degli elementi costitutivi del mondo infantile – il canto della ninna nanna, il mito della favola – e traendo successivamente ispirazione dal folclore gitano-andaluso, approda – arricchito dall’esperienza newyorkese – a un linguaggio surreale e barocco, fortemente immaginifico. La poesia di Lorca non è mai paga di sé e trae vita dal costante contatto con la realtà, dai contrasti più violenti – primo fra tutti quello tra amore e morte – e dal bisogno di conciliare la tradizione con l’avanguardia, perché «la luce del poeta è la contraddizione». Il teatro di García Lorca, con i drammi, le tragedie, le farse, le commedie, i semplici divertimenti, testimonia una parabola creativa che, nell’ambito scenico, si presenta tanto rapida e breve quanto densa di motivazioni, di istanze, di confluenze tra eredità colta e tradizione orale popolare, linfa, questa, di un’arte intimamente rivoluzionaria. Fa da sfondo l’ambiente andaluso, il quale, peraltro, non è ridotto mai a pura evocazione regionalistica, ma agisce da protagonista nel dramma che di volta in volta racchiude.
POESIE
(TESTO SPAGNOLO A FRONTE)
• Libro de poemas
• Suites
• Poema del Cante jondo
• Canzoni
• Romancero gitano
• Odi
• Poeta a New York
• Lamento per Ignacio Sánchez Mejías
• Sei poesie galiziane
• Diván del Tamarit
• Sonetti
• Poesie sparse
• Canti popolari
TEATRO
• Il maleficio della farfalla
• La fanciulla e il principe
• Lola
• Le marionette
• Mariana Pineda
• Dialoghi
• La calzolaia prodigiosa
• Amore di don Perlimplín con Belisa
• Di qui a cinque anni
• Il pubblico
• “Retablillo” di don Cristóbal
• Nozze di sangue
• Yerma
• Donna Rosita nubile
• La casa di Bernarda Alba
• Commedia senza titolo
• I sogni di mia cugina Aurelia

Tu Sei Il Mio Desiderio

**Dopo il successo di Tu sei mia, che ha conquistato i lettori italiani che aspettavano con ansia un suo nuovo romanzo, Elizabeth Anthony torna a Balfiled Hall. Ai suoi intrighi di palazzo e alle sue passioni proibite. Alle sue regole che vengono infrante in nome di un valore più alto che è quello dell’amore quando diventa tentazione irresistibile.**
Oxfordshire, 1921. Le antiche sale della dimora di Belfield Hall sono troppo ampie e solitarie per Madeline. A diciassette anni, sola al mondo, è stata costretta a lasciare il suo paese, la Francia, per andare a vivere in Inghilterra, la patria del suo tutore. In questa terra lontana la ragazza non conosce nessuno, tutto le sembra ostile.
Eppure un giorno tutto cambia. Passeggiando per i boschi, quasi per caso, si imbatte nel guardacaccia della tenuta: Nathan Mallory. I modi bruschi e arroganti di quell’uomo non riescono a celare l’interesse che prova per lei. Madeline rimane senza fiato e cerca di resistere. Vengono da mondi diversi e cedere alla tentazione è sbagliato. È proibito. Ma anche inevitabile. Perché i loro cuori parlano la stessa lingua. Quella della passione, del desiderio, della fusione l’una nell’altro senza timori; alla scoperta di una sensualità senza freni, di un erotismo senza paure.
Fino al momento in cui il fuoco della notte si spegne e i segreti che Nathan le ha nascosto vengono a galla. Segreti che parlano di Mr Maldon, duca di Belfield, l’uomo che l’ha accolta e protetta. L’uomo che ora più che mai ha bisogno di lei, per difendere la sua relazione con Sophie che ancora una volta è in pericolo. Madeline è davanti a un bivio. Credere a Nathan è difficile, anche se è impossibile dimenticare quegli attimi in cui nulla aveva più senso: solo i loro battiti all’unisono, solo i loro respiri in un unico respiro.
**
### Sinossi
**Dopo il successo di Tu sei mia, che ha conquistato i lettori italiani che aspettavano con ansia un suo nuovo romanzo, Elizabeth Anthony torna a Balfiled Hall. Ai suoi intrighi di palazzo e alle sue passioni proibite. Alle sue regole che vengono infrante in nome di un valore più alto che è quello dell’amore quando diventa tentazione irresistibile.**
Oxfordshire, 1921. Le antiche sale della dimora di Belfield Hall sono troppo ampie e solitarie per Madeline. A diciassette anni, sola al mondo, è stata costretta a lasciare il suo paese, la Francia, per andare a vivere in Inghilterra, la patria del suo tutore. In questa terra lontana la ragazza non conosce nessuno, tutto le sembra ostile.
Eppure un giorno tutto cambia. Passeggiando per i boschi, quasi per caso, si imbatte nel guardacaccia della tenuta: Nathan Mallory. I modi bruschi e arroganti di quell’uomo non riescono a celare l’interesse che prova per lei. Madeline rimane senza fiato e cerca di resistere. Vengono da mondi diversi e cedere alla tentazione è sbagliato. È proibito. Ma anche inevitabile. Perché i loro cuori parlano la stessa lingua. Quella della passione, del desiderio, della fusione l’una nell’altro senza timori; alla scoperta di una sensualità senza freni, di un erotismo senza paure.
Fino al momento in cui il fuoco della notte si spegne e i segreti che Nathan le ha nascosto vengono a galla. Segreti che parlano di Mr Maldon, duca di Belfield, l’uomo che l’ha accolta e protetta. L’uomo che ora più che mai ha bisogno di lei, per difendere la sua relazione con Sophie che ancora una volta è in pericolo. Madeline è davanti a un bivio. Credere a Nathan è difficile, anche se è impossibile dimenticare quegli attimi in cui nulla aveva più senso: solo i loro battiti all’unisono, solo i loro respiri in un unico respiro.

Il trono di spade: 1

In una terra fuori dal mondo, dove le estati e gli inverni possono durare intere generazioni, sta per esplodere un immane conflitto. Sul Trono di Spade, nel Sud caldo e opulento, siede Robert Baratheon. L’ha conquistato dopo una guerra sanguinosa, togliendolo all’ultimo, folle re della dinastia Targaryen, i signori dei draghi. Ma il suo potere è ora minacciato: all’estremo Nord la Barriera – una muraglia eretta per difendere il regno da animali primordiali e, soprattutto, dagli Estranei – sembra vacillare. Si dice che gli Estranei siano scomparsi da secoli. Ma se è vero, chi sono quegli esseri con gli occhi così innaturalmente azzurri e gelidi, nascosti tra le ombre delle foreste, che rubano la vita o il sonno a chi ha la mala di incontrarli?
**