3025–3040 di 65579 risultati

Il Futuro È Il Mio Mestiere

Filippo è un sedicenne come tanti, non ha mai dato problemi. Sveglio, simpatico, intelligente: eppure, in seconda superiore smette di studiare. Si disperde, si ferma, resta imbambolato mentre la sua vita gli scorre accanto. Nessuno, neppure lui, sa il perché. Intorno alla sua indolenza cominciano ad agitarsi mamma, papà, compagni, insegnanti. Lui li guarda apatico e indifferente, fingendo una spavalderia dietro la quale si cela il desiderio universale di essere ascoltato, preso sul serio. È la sua professoressa a presentarcelo alla fine di quest’anno difficile, davanti ai tabelloni. Al fischio finale, Filippo scopre di essersi salvato per il rotto della cuffia: non è stato bocciato, ma ha due materie a settembre, i tempi supplementari tutti da giocare. Come siamo arrivati fin qui? Dove stiamo andando? Elena Inzaghi, che nella scuola lavora da trent’anni, ripercorre sotto forma di lettera il primo e il secondo tempo di questa lunga partita, con le sue cadute ed epiche rimonte. Sono pagine lievi e appassionate, ironiche e profonde, che raccontano la nostra scuola dal di dentro e parlano al cuore dei ragazzi, dei docenti, dei genitori. La scuola che descrive è piena di contraddizioni, sempre in mezzo a mille fuochi. Ma è anche dotata di energie e risorse incredibili, che vanno riscoperte.

Il fiume al centro del mondo

Vi sono fiumi che racchiudono simbolicamente la storia del paese che attraversano: uno di questi è certamente lo Yangtze, che scorre per tutta la sua lunghezza in territorio cinese. Il «Lungo Fiume» – così lo chiamano i cinesi – nasce tra le montagne ai margini del Tibet e percorre circa 6300 chilometri in terra aspra prima di sfociare nelle acque del Mar Cinese Orientale. Lungo il suo corso, incontra i paesaggi più disparati – incomparabili bellezze naturali insieme con spettrali reperti industriali – e accoglie le etnie più varie. Collegando il cuore interno della terra cinese a Shanghai, la metropoli della costa, lo Yangtze è la porta aperta della Cina sul mondo.
Seguendo il sogno del suo autore (risalire la corrente dello Yangtze – da Shanghai su per le pianure centrali fino alle pendici della catena himalayana – e ripercorrere a ritroso la millenaria storia cinese), questo libro ci conduce nell’anima stessa del Regno di Mezzo. Di volta in volta reportage, cronaca di costume, narrazione storica e racconto d’avventura, nelle sue pagine riviviamo, per esempio, gli anni dei difficili rapporti tra le compagnie commerciali europee e i mandarini manchu, l’atmosfera peccaminosa della Shanghai dominata dai gangster, lo stupro di Nanchino (il massacro perpetrato dagli invasori giapponesi nel ’37), e le feroci lotte all’interno del Partito Comunista durante la Rivoluzione Culturale.
Accanto a ritratti d’ambiente e racconti d’epica quotidiana (come la straordinaria caccia ai baiji, i delfini del fiume, la lotta immane per arginare le grandi piene estive, il tentativo di dominare lo Yangtze erigendo una nuova Grande Muraglia sulle sue acque, la grandiosa e contestatissima Diga delle Tre Gole) s’incontrano personaggi tragici o buffi ma sempre «veri», e luoghi di «culto» come il guado di Jiaopingdu, una delle tappe fondamentali della Lunga Marcia di Mao. Sempre, il racconto scorre tranquillo o turbinoso come il grande fiumeche lo ispira, creando a sua volta un paesaggio di uomini, eventi e leggende che compongono il ritratto vivo e palpitante di un «pianeta» la cui Storia si specchia nelle acque del «suo» grande fiume.

Il fiume

Tutto ha inizio da una scena che è come un pugno: padre e figlio camminano sugli argini di un fiume, il bambino cade in acqua, il padre resta paralizzato a guardarlo sparire. È uno sconosciuto a buttarsi per salvarlo, poi si dilegua nel nulla. Quell’uomo va ritrovato, dice il bambino. Il padre vorrebbe solo dimenticare quanto è successo, ma è in gioco il senso di tutto… Occorre affrontare una notte che finirà soltanto all’alba, sul fiume, là dove ogni cosa ha avuto inizio.
Damiano ha dieci anni e vede suo padre una volta alla settimana: una partita a tennis, una camminata lungo il Tevere. Ma un giorno si sporge per osservare le anatre e cade nel fiume, ed è uno sconosciuto – e non suo padre – a tuffarsi nell’acqua e riportarlo in superficie. Tu sei mio padre e hai avuto paura, ecco quello che Damiano non dice ma Alessandro sente. Morivo e tu guardavi come si guarda un tramonto, un film, un minuto che passa e scompare. Solo ritrovando quello sconosciuto potranno, forse, ritrovare un appiglio per il pensiero che annaspa nel vuoto. Comincia cosí un peregrinare trasognato nella notte, con il figlio che si addormenta sul sedile della macchina e il padre che attraversa la città da un punto all¿altro, sulla scia degli indizi che gli vengono forniti da una galleria di personaggi stralunati: medici clandestini, diseredati, e un piccolo circo che porta in scena uno spettacolo immaginario per un bambino cieco. L’identità della persona che Alessandro sta cercando cambierà ogni volta, come spesso accade quando inseguiamo qualcosa o qualcuno. Perché non si può restare immobili e in disparte a osservare la vita mentre scorre via da noi. Perché la vita è tutta qui, tra la pena e l’amore.

Il ferro da stiro: I casi di Petri e Miceli

Ormai in odor di pensione, il commissario Miceli, che, tra una cena di commiato e le ultime consegne alla Bruni, chiamata a succedergli, sarebbe felice di chiudere la carriera in tutta calma e serenità, lâultima cosa che si aspetta a due settimane dal meritato riposo è che proprio il suo più caro amico, lâex giudice Petri, gli piombi in ufficio con una rogna. Ma Petri, al contrario di Miceli, non perde occasione per inseguire il colpevole di turno, e questa volta il pretesto gli giunge davvero per caso: un ferro da stiro preso in prestito presso un elettricista, in sostituzione di quello guasto di Anna, sul quale spiccano alcune piccole macchioline rosse. Ruggine o sangue? Attraverso una rapida analisi della Scientifica, non è difficile avere la risposta: con quel ferro da stiro è stato colpito qualcuno, forse ucciso. Da qui prende lâavvio una complicata indagine per ricostruire a ritroso la strana storia di quel ferro da stiro e, soprattutto, dei suoi proprietari. Ã un caso di omicidio? Riusciranno i due a chiarire tutti gli aspetti di una vicenda intricata e dolorosa, prima che Miceli debba passare il testimone?

Il Dilemma Dell’estraneo

Cosa significa dedicare la propria vita interamente agli altri? Larissa MacFarquhar è una giornalista del «New Yorker» e in *Il dilemma dell’estraneo* racconta le storie di chi ha deciso di mettere la propria vita a disposizione delle persone in difficoltà, analizzando i limiti morali e filosofici della loro scelta: la loro totale dedizione, le decisioni spesso drammatiche e dolorose, le questioni etiche che hanno dovuto affrontare nel momento in cui si sono trovati a scegliere tra i propri affetti e una vita trascorsa a occuparsi di estranei bisognosi. Storie come quella di una coppia che adotta due bambini in difficoltà e poi pensa: se possiamo cambiare la vita di due, perché non di quattro? O di dieci? Ne adottano venti. Ma come equilibrare i bisogni di bambini sconosciuti e quelli dei loro figli naturali? O come quella di un’altra coppia che fonda un lebbrosario in una provincia remota dell’India, vivendo in una capanna priva di muri e ben sapendo che i due figli piccoli potrebbero contrarre la lebbra o essere divorati dalle pantere. I bambini sopravvivono. Ma cosa sarebbe successo in caso contrario? Se fosse accaduto qualcosa di grave, come sarebbero stati giudicati i genitori? La nostra società dà valore e importanza alla generosità e ai nobili ideali, ma nei confronti di queste persone c’è spesso scetticismo, a volte addirittura ostilità. Alle storie raccontate, MacFarquhar alterna, in un intreccio appassionante, esempi di opere letterarie e filosofiche che hanno contribuito a costruire una profonda diffidenza nei confronti dei benefattori. Attraverso una narrazione vivida e coinvolgente, l’autrice ci pone di fronte a domande fondamentali su ciò che significa essere umani. In un mondo di estranei che annegano nel bisogno, quanto dovremmo aiutare, e quanto possiamo aiutare? È giusto prendersi cura di estranei anche a scapito di coloro che ci sono più vicini? Commovente e provocatorio, un saggio che ci sfida a riconsiderare i nostri valori attraverso le storie di persone che vivono scelte di impegno etico estremo, analizzandone l’integrità testarda e i compromessi, il coraggio, la temerarietà, i dilemmi laceranti.

Il Cucciolo Del Cowboy: Un Romanzo Paranormale

**La sua vita è una canzone country: nessun lavoro, un ragazzo che la tradisce, una gravidanza frutto della storia di una notte. Che altro potrebbe andare storto?**
Elizabeth ha rinunciato a tutto per seguire il suo ragazzo dall’altra parte del paese, nella speranza di consolidare la loro storia, però lo scopre tra le braccia di un’altra donna.
Alex trova bizzarro il testamento del padre: il primo dei suoi figli che avrà un erede, sarà a capo del fruttuoso ranch di famiglia. Ma lui preferisce divertirsi invece che pensare a quello.
Quando Alex ed Elizabeth si conoscono, finiscono per condividere una notte di passione rovente della quale conserveranno solo ricordi… finché Elizabeth non scoprirà di aspettare un bambino.
ATTENZIONE: LETTURA DESTINATA A UN PUBBLICO ADULTO.

Il Caso dello Scarabeo Meccanico

Dall’autrice della Saga dei Gardella, Colleen Gleason, una nuova, appassionante serie tra giallo e fantasy sullo sfondo di una Londra steam-punk che non ti aspetti.
Evaline Stoker e Mina Holmes non credevano avrebbero mai seguito le orme dei loro parenti famosi. Ma se sei la sorella di Bram Stoker e tuo zio è Sherlock Holmes be’, dare la caccia ai vampiri e risolvere misteri ti viene… naturale.
E quando una ragazza viene trovata morta e di un’altra non si hanno più notizie, nessuno è più qualificato di loro per lanciarsi nelle indagini!
La coraggiosa Evaline e la razionalissima Mina dovranno dunque superare la loro rivalità, destreggiarsi tra le avances di tre misteriosi gentiluomini e risolvere il caso, avendo a disposizione un solo indizio: uno bizzarro scarabeo egizio.
La tensione è alle stelle, i paletti affilati e le armi pronte: se Stoker e Holmes non riusciranno a scoprire quale minaccia incombe sulle più belle fanciulle dell’alta società londinese… le prossime vittime potrebbero essere loro!

Il buon Gesù e il cattivo Cristo

Ci sono storie destinate a scolpirsi nella memoria di chi le legge o le ascolta, a durare in eterno, e che, nonostante lo scorrere dei secoli, mantengono intatto il mistero dei loro protagonisti, che a loro volta diventano linfa per altre storie. È così per il Vangelo, forse la storia più universalmente conosciuta, senz’altro la più controversa e dibattuta, perché controversa e dibattuta è la figura su cui è incentrata: Gesù Cristo. A distanza di anni dal grande successo e dalle accese polemiche della sua grandiosa trilogia Queste oscure materie, Philip Pullman torna a confrontarsi con la visione religiosa e la critica alla teocrazia, e lo fa partendo proprio dal suo fulcro vitale: la figura di Gesù. Con un linguaggio semplice e immediato, proprio come quello evangelico, l’autore ci restituisce un’affascinante rivisitazione della vita del Cristo, regalandoci una nuova storia, che spalanca le porte a nuove letture e interpretazioni, destinate a risuonare ben oltre la pagina finale. A pochi mesi dall’uscita, il libro ha già scalato le classifiche di vendita e ha scatenato un fervido dibattito, trasformando l’autore nel bersaglio di violenti attacchi personali.

Il brevetto del geco

Si fanno chiamare Cristiani Sovversivi. C’è chi li considera dei terroristi, e chi invece pensa che siano un toccasana per il nostro spompato Occidente. Agiscono sullo sfondo, mentre in primo piano si alternano le avventure di due personaggi che hanno molto in comune, anche se non lo sanno ancora. Il primo è Federico Morpio: artista a Milano, ex giovane, si ritrova solo e senza soldi. Ha un dubbio che lo angoscia più dei debiti: è stato escluso dall’ambiente dell’arte perché non aveva gli agganci giusti o non, piuttosto, per la sua mancanza di talento? Lo scoprirà unendosi a un gruppo di ambiziosi sognatori. La seconda è Adele, una giovane donna malinconica. Ha un lavoro da impiegata, vive sola. Una notte incontra un essere domestico e prodigioso: la sua vita ha una svolta, comincia a frequentare persone speciali. Insieme a loro concepisce un piano inaudito. Come i suoi protagonisti, questo romanzo si getta nella mischia della nostra epoca. Colpi di scena e accelerazioni improvvise si mescolano a incursioni nella natura e nell’arte: il brulicare di creature nelle periferie urbane, le chiese, i musei, le mostre di arte contemporanea. Ma intanto, su ogni dettaglio della vita e della morte vigila un’entità umbratile, che dice misteriosamente di essere «l’Interrotto». Con una forza narrativa mai prima d’ora cosí dirompente, Tiziano Scarpa racconta la vocazione come tensione verso l’assoluto, sempre in bilico tra il disastro e la perfezione. Il risultato è un romanzo che prova a immaginare la deriva del nostro mondo e insieme – grazie alla potenza delle parole – ne ridisegna continuamente i confini.

If Tomorrow Comes

**Nancy Kress returns with *If Tomorrow Comes* , the sequel of *Tomorrow’s Kin* , part of an all-new hard science fiction trilogy based on a Nebula Award-winning novella** ***Locus* 2018 Recommended Reading List** ***iO9* \–28 New SFF Books Worth Checking out in March** **2018**
***Kirkus* \–18 Science Fiction & Fantasy Books to Read in March** **2018**
***Unbound Worlds* \–Best SFF Books of March 2018**
***The Verge* \– 15 new science fiction and fantasy books to read this March** **2018** Ten years after the Aliens left Earth, humanity succeeds in building a ship, *Friendship* , to follow them home to Kindred. Aboard are a crew of scientists, diplomats, and a squad of Rangers to protect them. But when the *Friendship* arrives, they find nothing they expected. No interplanetary culture, no industrial base—and no cure for the spore disease. A timeslip in the apparently instantaneous travel between worlds has occurred and far more than ten years have passed. Once again scientists find themselves in a race against time to save humanity and their kind from a deadly virus while a clock of a different sort runs down on a military solution no less deadly to all. Amid devastation and plague come stories of heroism and sacrifice and of genetic destiny and free choice, with its implicit promise of conscious change. The Yesterday’s Kin Trilogy
*Tomorrow’s Kin*
*If Tomorrow Comes* At the Publisher’s request, this title is being sold without Digital Rights Management Software (DRM) applied.

I territori del lupo

I Taeger vivono a Pittsburgh, Pennsylvania, e sono una famiglia molto in vista: una volta al mese la loro ampia magione accoglie la migliore società. Ciascuno nel suo ambito, i quattro figli sembrano avviati verso brillanti carriere. Nel novembre del 1922, tuttavia, zia Mansfield, sorella della signora Taeger, durante un ricevimento, all’improvviso e per cause inspiegabili muore. E con la sua morte ha inizio anche la disgregazione della famiglia: Elaine, la figlia, si suicida per un amore infelice, nonno Rudolph commette un omicidio, la signora Taeger scappa con un altro uomo e Davison, il marito, si trasferisce a Saint Louis. Solo di Milton, Edward e Arthur, i tre figli maschi, a Pittsburgh si sentirà ancora parlare, perché tutti loro, in un modo o nell’altro, godranno ben presto di grande notorietà.
La fulminea disgregazione della famiglia Taeger, dà il via a un vero e proprio fuoco d’artificio di avventure che dagli anni Venti e Trenta ci conducono alla seconda metà del XX secolo e poi di nuovo indietro verso la Guerra di Secessione, con set sempre nuovi – Chicago, Los Angeles, New York, la provincia americana – con personaggi e trame che fanno una loro prima comparsa, poi svaniscono e infine riemergono. Fra questi, spiccano i tre fratelli, gangster l’uno, disperato uxoricida l’altro, divo hollywoodiano il terzo: ciascuno di loro ha raggiunto la fama, ma nessuno riuscirà a sfuggire alla maledizione che la scandalosa dipartita di zia Mansfield ha attirato sui Taeger.
Opera prima di un autore diciassettenne, *I territori del lupo* , è un romanzo che attraversa una grande varietà di generi letterari e che non fa nulla per nascondere i propri debiti verso culture che all’epoca, in piena era franchista, erano ancora considerate minori, in primo luogo quella cinematografica e della musica di intrattenimento.

I Segreti Nazisti: Una Breccia Occulta Nel Tessuto Della Storia

I segreti dell’era nazista sono abbastanza misteriosi. Non è quindi necessario aggiungere fantasie illusorie agli autentici fatti storici riguardanti l’occultismo nazista, soprattutto quando si tratta delle spedizioni e delle ricerche “scientifiche”.
Gli appassionati di storie curiose e sensazionali possono ritenersi soddisfatti dal progetto di documentazione delle streghe di Himmler, o dalla Teoria della Terra Cava.
Sotto molti aspetti, l’era nazista fu come una breccia spazio-temporale. Ciò che accadde in dodici anni di dittatura, nel cuore dell’Europa, in uno dei paesi più civilizzati e industrialmente avanzati, non coincide con i valori morali, filosofici e religiosi che prevalevano a quell’epoca in tutto il mondo. Per questo motivo, vi è la necessità di verificare tutti i fatti storici correlati alle “stranezze” del nazismo, trovabili raramente nei libri degli storici convenzionali.
Questo libro mira a separare i fatti storici, per quanto possano risultare esoterici e strani, dalle invenzioni e dalle montature commerciali postbelliche. Gli appassionati di misteri e segreti oscuri non ne rimarranno delusi, poiché in questa ricerca la realtà è spesso più strana della finzione.
INDICE (includendo foto rare)
-CURIOSITÀ STORICHE-
Soldati ebrei e “non bianchi” nell’armata tedesca
Sorgente di vita e rapimenti infantili
Il Lago Töplitz: l’abisso nazista
I lupi mannari
Il Reich sotterraneo
Le Armi Miracolose
-L’OCCULTISMO NAZISTA-
La Teoria della Terra Cava
La Teoria del Ghiaccio Cosmico
Neuschwabenland
La Ahnenerbe
Il Castello di Wewelsburg
Il progetto Hexen
Hitler e la magia
Odino e l’archetipo ariano
-I MITI DEL DOPOGUERRA-
Il mattino dei maghi
Il tesoro mistico delle SS
Le Armi Miracolose di fantasia
Il genocidio
Il nazismo diventa un movimento semi-religioso
Il Sole Nero
Il Vril **
### Sinossi
I segreti dell’era nazista sono abbastanza misteriosi. Non è quindi necessario aggiungere fantasie illusorie agli autentici fatti storici riguardanti l’occultismo nazista, soprattutto quando si tratta delle spedizioni e delle ricerche “scientifiche”.
Gli appassionati di storie curiose e sensazionali possono ritenersi soddisfatti dal progetto di documentazione delle streghe di Himmler, o dalla Teoria della Terra Cava.
Sotto molti aspetti, l’era nazista fu come una breccia spazio-temporale. Ciò che accadde in dodici anni di dittatura, nel cuore dell’Europa, in uno dei paesi più civilizzati e industrialmente avanzati, non coincide con i valori morali, filosofici e religiosi che prevalevano a quell’epoca in tutto il mondo. Per questo motivo, vi è la necessità di verificare tutti i fatti storici correlati alle “stranezze” del nazismo, trovabili raramente nei libri degli storici convenzionali.
Questo libro mira a separare i fatti storici, per quanto possano risultare esoterici e strani, dalle invenzioni e dalle montature commerciali postbelliche. Gli appassionati di misteri e segreti oscuri non ne rimarranno delusi, poiché in questa ricerca la realtà è spesso più strana della finzione.
INDICE (includendo foto rare)
-CURIOSITÀ STORICHE-
Soldati ebrei e “non bianchi” nell’armata tedesca
Sorgente di vita e rapimenti infantili
Il Lago Töplitz: l’abisso nazista
I lupi mannari
Il Reich sotterraneo
Le Armi Miracolose
-L’OCCULTISMO NAZISTA-
La Teoria della Terra Cava
La Teoria del Ghiaccio Cosmico
Neuschwabenland
La Ahnenerbe
Il Castello di Wewelsburg
Il progetto Hexen
Hitler e la magia
Odino e l’archetipo ariano
-I MITI DEL DOPOGUERRA-
Il mattino dei maghi
Il tesoro mistico delle SS
Le Armi Miracolose di fantasia
Il genocidio
Il nazismo diventa un movimento semi-religioso
Il Sole Nero
Il Vril

I giorni dell’arcobaleno

Capita che una mattina nella tua classe entrano due tizi e portano via il professore di filosofia. E se sei nel Cile di Pinochet questo vuol dire solo una cosa: che il professore rischia di diventare un *desaparecido*. È il pericolo che si corre quando si riempie la testa dei ragazzi con le minacciose idee di rivoluzionari come Socrate o Platone, quando si fa leggere l’Etica di Aristotele, quando si insegna che «il bene è il bene. La giustizia è la giustizia». Ma il professor Santos è anche il padre di Nico, che, seduto in un banco di quella classe, assiste impotente all’arresto (al rapimento) del genitore.
Il padre della sua fidanzata è incastrato in una situazione solo leggermente migliore. Adrián Bettini è il piú bravo pubblicitario del paese… o, meglio, lo era prima che il regime lo costringesse a una specie di sofferto esilio. Quando (siamo nel 1988) Pinochet decide di indire un referendum su se stesso per dare una patina di democrazia e legittimità popolare alla sua dittatura, Bettini riceve dal famigerato ministro degli Interni una proposta che lo lascia a dir poco spiazzato: dirigere la campagna per il Sí. Pochi avrebbero il coraggio di rifiutare: ancora meno quelli che accetterebbero di guidare la campagna del No, quella del fronte delle opposizioni. Chi potrebbe essere tanto pazzo da rischiare la vita per lanciarsi in una missione cosí disperata come convincere un paese rassegnato, a cui hanno rubato la speranza, piegato da decenni di un regime cieco e violento, a dire No!, a urlare Basta!, a tornare a sorridere, a immaginare il futuro?
Già, chi?
Mescolando con la sua penna delicata e sensibile realtà storica e invenzione romanzesca, Skármeta regala ai suoi lettori un apologo sulla libertà e la speranza. Uno di quelli che non si dimenticano.

I due Hotel Francfort

Julia e Pete Winters sono americani molto per bene e a Parigi hanno cercato una fuga dalla loro ordinaria vita matrimoniale, Edward e Iris Freleng sono eleganti, ricchi con noncuranza, due bohémien che hanno girato la costa francese sperando fino all’ultimo di non doverla lasciare. Invece il giugno del 1940 li sorprende tutti e quattro bloccati nell’atmosfera precaria, al tempo stesso seducente e trasandata, del neutrale porto di Lisbona.
Dai confini di molte nazioni ormai risuonano i colpi di mortaio, ma loro aspettano senza troppa ansia l’arrivo della nave SS Manhattan che li porterà in salvo a New York, non del tutto convinti di voler rimpatriare. Si conoscono al Café Suiça ed è subito evidente una tensione tra loro: entrambe le coppie nascondono un segreto che senza essere esibito le lega insieme fin dal primo istante, entrambe le coppie sono tormentate dalle convenzioni sociali e sessuali dell’epoca.
Come l’Europa fatica a tenere in vita gli ultimi equilibri e affonda inesorabilmente nella guerra, così anche la stabilità dei Winters e dei Freleng comincia a cedere…
Dopo sei anni di silenzio, David Leavitt torna con un romanzo esplosivo e lirico: una storia sul potere della manipolazione, sui modi in cui le persone possono cambiare in circostanze eccezionali e non essere più le stesse. La fotografia di un continente alla vigilia del disastro. Una Lisbona affollata di espatriati in attesa di essere portati in salvo, preoccupati di quello che stanno per perdere eppure abbandonati alla languida sospensione della città. Il ritratto politicamente carico di quattro destini che devono fare i conti con il violento contrasto tra le convenzioni del loro mondo e i personalissimi, scandalosi desideri di felicità.

I conquistatori 4. L’erede al trono

**Il quarto episodio della nuova serie *I conquistatori* , pubblicata solo in ebook. Dall’autore bestseller del Sunday Times Simon Scarrow** Nell’inverno dell’Anno Domini 44, il piano di Roma di insediare un monarca alleato nell’area più ostile della Britannia si trova di fronte una nuova minaccia. Ci sono voci di un traditore vicino al re, e un nuovo nemico sta raccogliendo le forze oltre le paludi. Mentre il re continua con il suo piano per romanizzare i sudditi, Orazio Figulo, l’optio della Seconda Legione, è incaricato di addestrare la nuova guardia reale. Ma quando l’esercito romano viene preso in trappola, una setta segreta di druidi sale al potere e prende in ostaggio il sovrano. Ora Figulo deve infiltrarsi tra le file nemiche, liberare il re e scovare lo sfuggente capo dei druidi, prima che l’intera Britannia precipiti in un sanguinoso caos… **Simon Scarrow** Vive in Inghilterra. È un grande esperto di storia romana. *Il centurione* , il primo dei suoi romanzi storici pubblicati in Italia, è stato per mesi ai primi posti nelle classifiche inglesi e internazionali. Macrone e Catone sono i protagonisti di: *Sotto l’aquila di Roma* , *Il gladiatore* , *Roma alla conquista del mondo* , *La spada di Roma* , *La legione* , *Roma o morte* , *Il pretoriano* , *La battaglia finale* , *L’aquila dell’impero,*   *Il sangue dell’impero* e *La profezia dell’aquila* , tutti pubblicati dalla Newton Compton. In ebook sono disponibili i volumi della serie “ *Roma Arena Saga* ”: *La conquista* , *La sfida* , *La spada del gladiatore* , *La rivincita* e *Il campione*.