30161–30176 di 72802 risultati

Sangue nell’abisso

Un motoscafo con un carico di platino affonda e sparisce. Giorni dopo è una cassa di denaro e gioielli a essere inghiottita dal mare. Ginko ha una certezza: Diabolik! Ma come può il criminale sfuggire ai sommozzatori che gli stanno dando la caccia?

Sacrificio finale

Breve collana della durata di solo otto numeri contenente storie del mondo mutante Marvel.

Il ritorno del Teschio Rosso

Steve Rogers, tornato a indossare il costume di Capitan America, penetra nel magazzino che il Teschio Rosso usava come nascondiglio attivando un video messaggio registrato in cui il criminale nazista, in occasione del trentesimo anniversario della morte di Adolf Hitler, minaccia di distruggere gli Stati Uniti. Lasciato l’edificio, Cap raggiunge l’amico Falcon ancora convalescente dopo l’aggressione del Teschio. Nonostante Leila si opponga, Falcon insiste a tornare in azione accompagnando l’eroe a stelle e strisce a Washington. Nel corso di una conferenza stampa in cui Capitan America spiega le ragioni del suo ritorno, un senatore che si apprestava a entrare in campidoglio viene ucciso dal Teschio Rosso con una polvere rossa che gli scarnifica la faccia. Capitan America e Falcon si gettano al suo inseguimento ma il Teschio Rosso, dopo aver annunciato la sua prossima vittima, riesce a fuggire utilizzando dei jet che gli permettono di volare. Il giorno seguente Cap e Falcon raggiungono il faro in cui si trova Lawton Sargent, l’uomo che il Teschio Rosso ha indicato di voler uccidere. Insieme a loro ci sono anche gli agenti dello SHIELD, Peggy Carter e Gabriel Jones, accorsi per difendere il vecchio ufficiale in pensione. In questa occasione Capitan America e Peggy Carter hanno il modo di parlare privatamente e anche la donna giunge alla conclusione che i tempi sono cambiati ed é ora di andare avanti con la sua vita. Poco più tardi, mentre Peggy si trova a pattugliare l’esterno, la donna viene aggredita dal Teschio Rosso. Peggy rientra e, avvertito della presenza del criminale, si barrica insieme agli altri all’interno nel faro. Improvvisamente si spengono le luci. Quando Cap accende una candela trova il vecchio ufficiale morto, vittima della polvere rossa del Teschio Rosso.

Le ricordanze di Cap!

Steve Rogers è stata rapito da Muldoon e i suoi colleghi convinti che il nostro eroe sia il Comandante Incappucciato, il misterioso personaggio responsabile della recente ondata criminale. Riuscito a liberarsi utilizzando la straordinaria forza da poco acquisita, Steve, nei panni di Capitan America, si ritrova ad affrontare l’Uomo Pianta, l’Anguilla, il Porcospino e lo Spaventapasseri, in procinto di rapinare una gioielleria. Allo scontro si unisce anche Falcon che arriva sulla scena portandosi dietro lo sconfitto Viper. Nel corso della battaglia i nostri eroi vengono intralciati dall’arrivo di una pattuglia della polizia e i criminali riescono a fuggire. Senza perdersi d’animo, Cap e Falcon trovano il nascondiglio dei cinque criminali, sgominano definitivamente la banda di malavitosi e affrontano finalmente il Comandante Incappucciato, la mente dietro l’ondata criminale riuscita a rapire Sharon Carter, Leila Taylor e un agente della polizia in borghese. Capitan America scopre così che il Comandante Incappucciato non è altri che il sergente Brian Muldoom che nella sua follia ha organizzata la nuova ondata criminale per fare in modo che la polizia assumi una posizione più dura contro la criminalità cercando contemporaneamente di far ricadere tutti i sospetti su Steve Rogers che, a causa della sua ambiguità, considerava il perfetto capro espiatorio. Brian Muldoom e i criminali in costume vengono arrestati e i nostri eroi si ricongiungono con i loro cari.

Resurrezione, pt 1

Thanos invia il Caduto fra le rovine delle lune di Klyn per accertarsi se Kosmos, una entità cosmica detenuta nelle prigioni del Crunch, sia sopravissuta e così assicurarsi un potente alleato. Kosmos è morta ma due membri degli Antichi Preamboli, Aegis e Tenebroso, si sono liberati e ora vogliono vendicarsi di Galactus, colui che li sconfisse in una guerra fratricida agli albori dell’universo. Intanto tra le rovine di Tercera Minore, mentre Silver Surfer, Red Shift e Firelord stanno proteggendo la fuga dei sopravissuti, giunge sulla scena Stardust, l’attuale araldo di Galactus che comunica a Surfer di raggiungere immediatamente il suo padrone. Il surfista d’argento si precipita dal divoratore di mondi mentre i tre araldi si ritrovano ad affrontare l’armata di Annihilus. Ad una galassia di distanza Galactus ha percepito che Tenebroso e Aegis sono liberi e temendo una alleanza con Annihilus ha convocato Silver Surfer, il suo araldo preferito, per conferirgli la volontà di distruggere e farlo diventare nuovamente il suo araldo. Silver Surfer accetta, viene potenziato ma su sua richiesta mantiene quel rimorso che gli consente di rimanere consapevole delle sue azioni. Quando Famelico e gli altri Cercatori intercettano Galactus trovano ad attenderli Silver Surfer che, con una nuova determinazione, si scaglia contro le astronavi nemiche.

La regina dei licantropi!

Mel Lansing, un amico d’infanzia di Sam Wilson detenuto in una prigione del Maryland, prima di venir sbranato da un branco di lupi mannari, è riuscito a inviare una richiesta di aiuto all’amico Falcon. Ricevuto il messaggio, l’eroe nero, insieme a Capitan America, si precipita nel penitenziario di Grimrock trovando l’edificio stranamente abbandonato. All’interno dei corridoi bui dell’istituto i nostri eroi vengono aggrediti da un orda di lupi mannari agli ordini di Nightshade, una succinta giovane afroamericana riuscita, attraverso un siero particolare, a trasformare i prigionieri in obbedienti e famelici licantropi. Rinchiuso in una cella insieme a Falcon, Capitan America si ritrova costretto a difendersi dall’attacco dell’amico, trasformato dal siero di Nightshade in un feroce lupo mannaro. Mentre il nostro eroe riesce in qualche modo a liberarsi dalla cella, Nightshade viene raggiunta dall’Artiglio Giallo, un malvagio scienziato cinese impegnato da anni in cospirazioni criminose. L’Artiglio Giallo, indisposto dal comportamento della donna, dopo averla redarguita, gli sottrae il siero che aveva aiutato a sviluppare, allontanandosi poco prima dell’arrivo di Nick Fury, il capo dello SHIELD che segue le traccie del criminale cinese. Nightshade, piuttosto che affrontare la sconfitta, insieme al suo branco di lupi mannari si getta dal tetto dell’edifico suicidandosi apparentemente. Alle prime luci dell’alba l’effetto del siero svanisce e Falcon torna alla normalità.

La Regina degli Gnomi

È la notte in cui Lei tornerà tra i suoi sudditi, che la eleggeranno Regina degli Gnomi. Intanto Mystère e Java, seguendo le tracce di una bambina scomparsa, entrano in contatto proprio con il Popolo Fatato: le fate, gli elfi e gli hobbit delle tradizioni irlandesi.

Il ragazzo prodigio

Il dottor Phybes, scienziato geniale e privo di scrupoli, conduce da anni un terribile esperimento: procuratosi un neonato, Jaspar, lo ha allevato in un laboratorio, riuscendo a fargli assorbire praticamente tutto lo scibile umano, fino a farne una specie di mostro. Un assistente di Phybes si è ribellato a questa crudeltà, tentando di sottrarre Jaspar al suo destino. Martin Mystère, indagando sulla faccenda, si troverà faccia a faccia con il folle scienziato.

Qui stà la follia!

Osservati da lontano dal Dottor Faustus, Capitan America e Falcon, dopo aver recuperato Sharon Carter in una clinica del Connecticut, sono stati attaccati da un gruppo di uomini vestiti da soldati nazisti. Il malvagio psichiatra, oltre a confondere il nostro eroe a stelle e strisce con questa messa in scena, in questo modo cerca di stimolare i ricordi di una misteriosa donna dal volto coperto che si trova al suo fianco. Affrontato una serie di trappole allucinogene ed illusioni artificiali, i nostri tre protagonisti finiscono per ritrovarsi in una stanza insieme ai genitori di Sharon, i quali rivelano a Cap che la loro figlia Peggy, sorella dell’Agente X ma sopratutto primo amore del nostro eroe durante la Seconda Guerra Mondiale, si trova ricoverata nella clinica gestita dal pericoloso Dottor Faustus. Sorpreso dalla rivelazione e scoperto i motivi dello strano comportamento di Sharon, la quale era a conoscenza della notizia, Capitan America cerca di raggiungere Peggy, tenuta prigioniera in un ala dell’istituto. Il Dottor Faustus, che sperava di venire a conoscenza delle debolezze della nostra leggenda vivente recuperando i ricordi della donna andati persi a causa di un trauma subito durante la Seconda Guerra Mondiale, viene raggiunto da Capitan America che utilizzando la sua nuova forza non ha problemi a sconfiggerlo insieme a tutti suoi uomini. A questo punto Capitan America libera Peggy che alla vista dell’eroe riacquista la memoria e torna ad abbracciare la sua famiglia.

Quarta dimensione

Martin Mystère scrive tre storie fantastiche che ruotano attorno ad altrettante invenzioni «impossibili»: il teletrasporto, l’antigravità e la macchina del tempo.

Quando muore una leggenda!

Passeggiando nelle buie strade di Harlem, Falcon viene aggredito da alcuni teppisti al soldo di Morgan. L’intervento di Capitan America mette in fuga i delinquenti ma demoralizza Falcon che si rende conto di non avere le qualità necessarie per fare da spalla al suo partner. Per fargli riacquistare fiducia, Cap gli organizza un incontro con T’Chala, la Pantera Nera, il quale invita Falcon in Wakanda dimostrandosi disponibile nel fornirgli un costume più adatto alle sue esigenze. Rimasto da solo, Capitan America, stanco di essere nel mirino di un agenzia pubblicitaria che ha lanciato una vera e propria campagna denigratoria nei suoi confronti, si precipita negli uffici di Quentin Harderman, il responsabile dell’attacco mediatico nonchè leader del Comitato di Riconquista dei Principi Americani. Harderman, subdolamente, si rivela disponibile a cambiare la sua opinione riuscendo a convincere Capitan America a partecipare a un incontro di beneficenza. Quando il nostro eroe, qualche giorno più tardi, si presenta all’appuntamento, in mezzo a giornalisti e una folla di curiosi, si ritrova Quentin Harderman in compagnia di John Keane, il criminale conosciuto come l’Acrobata che il giorno prima era riuscito a sfuggirgli dopo aver compiuto una rapina. Istintivamente Cap si getta contro Keane il quale inspiegabilmente si accascia a terra perdendo la vita. La gente presente all’avvenimento è convinta che sia stato Capitan America a ucciderlo ignorando che l’uomo è stato colpito da un raggio invisibile sparato da un misterioso personaggio.