30049–30064 di 62912 risultati

Mobili di famiglia (1995-2014)

Cosa accade quando una donna decide di assecondare la sua passione e seguire l’uomo che ama, ma dimentica le sue figlie? Oppure quando sceglie di inseguire il sogno di giorni più felici aggrappandosi alle lettere scritte a uno sconosciuto? Quanto resta dei tanti anni di gioia passati insieme alla propria moglie, se lei ne sta perdendo lentamente il ricordo? Le domande a cui rispondono le storie di Alice Munro lasciano sempre pieni di dubbi. E più passa il tempo più si fanno semplici, come se avesse ormai capito la formula per distillare in purezza l’esistenza senza complicarla. Perché le sue domande sono quelle che ciascuno si pone nel corso di una vita. All’apparenza facilissime, rivelano invece tutta la grazia di cui sono capaci gli esseri umani, le scelte fatte e non fatte, le cose prime e quelle ultime con cui ognuno di noi deve fare i conti.

Mobili di famiglia

Cosa accade quando una donna decide di assecondare la sua passione e seguire l’uomo che ama, ma dimentica le sue figlie? Oppure quando sceglie di inseguire il sogno di giorni piú felici aggrappandosi alle lettere scritte a uno sconosciuto? Quanto resta dei tanti anni di gioia passati insieme alla propria moglie, se lei ne sta perdendo lentamente il ricordo? Le domande a cui rispondono le storie di Alice Munro lasciano sempre pieni di dubbi. E piú passa il tempo piú si fanno semplici, come se avesse ormai capito la formula per distillare in purezza l’esistenza senza complicarla. Perché le sue domande sono quelle che ciascuno si pone nel corso di una vita. All’apparenza facilissime, rivelano invece tutta la grazia di cui sono capaci gli esseri umani, le scelte fatte e non fatte, le cose prime e quelle ultime con cui ognuno di noi deve fare i conti.

I miti del nostro tempo

Culto della giovinezza, idolatria dell’intelligenza, ossessione della crescita economica, tirannia della moda: sono alcuni dei miti di oggi che Umberto Galimberti passa in rassegna per smontarli e denunciarne la natura ingannevole, mostrando come i falsi miti siano in realtà “idee malate”, non avvertite come tali, e quindi tanto più capaci di diffondere i loro effetti nefasti senza trovare la minima resistenza. Sono i miti del nostro tempo, le idee che più di altre ci pervadono e ci plasmano come individui e come società. Quelle che la pubblicità e i mezzi di comunicazione di massa propongono come valori e impongono come pratiche sociali, fornendo loro un linguaggio che le rende appetibili e desiderabili. I miti sono idee che ci possiedono e ci governano con mezzi non logici, ma psicologici, e quindi radicati nel profondo della nostra anima. Sono idee che abbiamo mitizzato perché non danno problemi, facilitano il giudizio, in una parola rassicurano. Eppure molte sofferenze, molti disturbi, molti malesseri nascono proprio dalle idee che, comodamente accovacciate nella pigrizia del nostro pensiero, non ci consentono più di comprendere il mondo in cui viviamo. Per recuperare la nostra presenza al mondo dobbiamo allora rivisitare i nostri miti, sia quelli individuali sia quelli collettivi, dobbiamo sottoporli al vaglio della critica perché i nostri problemi sono dentro la nostra vita, e la nostra vita vuole che si curino le idee con cui la interpretiamo.

Mistero nel deserto

Un principe ribelle.Dov’è finito Tahir Al’Ramiz? Ormai i suoi familiari non sanno più cosa pensare: dopo essere stato visto in un casinò di Montecarlo, di lui si sono perse le tracce. Si sa che è partito alla volta del Qusay per assistere all’incoronazione del fratello, ma la carcassa del suo elicottero è stata ritrovata fra le dune senza alcuna traccia del suo occupante. Tahir, però, riappare all’improvviso: come abbia fatto a scampare al disastro è un vero mistero, e quando una bruna bellezza arriva alla reggia i pettegolezzi si sprecano.

Il mistero di Villa Saturn

Le indagini dei detective di Gower St. Londra, 1883. Sidney Grice, il più famoso detective della città, ha accettato un caso nello Yorkshire e ha lasciato la sua pupilla March Middleton a occuparsi della casa in Gower Street. Ma la tranquillità della vita domestica non esercita un particolare fascino su March, che aspira a diventare la più famosa (nonché unica) detective donna di Londra. Così, quando riceve una strana lettera da un facoltoso parente che non sapeva di avere, March, incuriosita, decide di accettare l’invito a trascorrere la notte nella splendida villa Saturn per conoscere il misterioso zio Tolly. Non può certo immaginare che la mattina dopo si ritroverà sulla scena di un crimine. E questa volta la priorità di March non è indagare sul caso, ma difendersi da un’accusa di omicidio… Intricati enigmi e humour: il detective inglese più eccentrico e affascinante dai tempi di Sherlock Holmes! Una nuova indagine per i due detective irriverenti e scaltri più famosi di Londra: March Middleton e Sidney Grice non hanno rivali. «Il brillante romanzo di Kasasian ci presenta un’indimenticabile nuova coppia di detective.» Publishers Weekly «Grice e Middleton promettono bene, conviene intercettarli adesso.» Daily Mail «Il libro di Kasasian offre uno sguardo deciso sul lato oscuro della Londra vittoriana, tratteggiando il ritratto di un’eroina abbastanza forte da resistere a un detective scontroso. Storia avvincente, humour sottile e personaggi vivaci: una bella sorpresa.» Kirkus Reviews M.R.C. KasasianCresciuto nel Lancashire, prima di diventare uno scrittore, ha fatto molti lavori diversi. Vive con la moglie nel Suffolk durante l’estate e a Malta d’inverno.Il mistero di villa Saturn è il terzo libro della serie investigativa dedicata al detective Sidney Grice e alla sua assistente March Middleton, di cui la Newton Compton ha pubblicato anche i primi due episodi: I delitti di Mangle Street e La maledizione di casa Foskett.

Il mistero di Torino. Due ipotesi su una capitale incompresa

C’è un “mistero di Torino”? E quale? Che cosa nasconde la città della Sindone e dell’autoritratto di Leonardo, dei tecnici della Fiat e dei satanisti, di san Giuseppe Benedetto Cottolengo e del re lussurioso e scomunicato? Che cosa aleggia sotto Superga, tanto da provocare l’eccitazione delirante di Nietzsche e la folgorazione di de Chirico, che gli ispirò la pittura metafisica? Perché nessuna città è citata quanto questa da Nostradamus, che volle soggiornarvi? Perché è qui la maggiore raccolta di mummie e di libri egizi dei morti? Dove la condurrà un destino che, in pochi anni, l’ha portata sino a un milione e duecentomila abitanti e l’ha poi svuotata fin sotto i novecentomila? L’enigma di una “strana metropoli” è indagato da Vittorio Messori e Aldo Cazzullo.
**

Il mistero della tomba proibita

Imhotep, vissuto in Egitto nel terzo millennio a.
C., fu sacerdote, medico, sapiente, architetto, ed è ritenuto l’inventore delle piramidi. Secondo un’antichissima tradizione, la sua tomba nasconde il più grande tesoro del mondo e nei geroglifici delle pareti sono scolpite le conoscenze scientifiche da lui raggiunte e andate perdute, tali che chiunque ne venisse in possesso acquisterebbe un potere negato agli altri uomini. Eppure, della tomba di questo affascinante personaggio non esiste, a memoria d’uomo, alcuna traccia. Nei primi decenni del secolo gli europei, già altrimenti trafugatori del glorioso passato egizio, scatenano i loro servizi segreti alla sua ricerca. Un archeologo potrebbe metterli sulla strada giusta, ma anche di lui sono andate perdute le tracce.
Edward Hartfield, l’archeologo, è penetrato nella tomba di Imhotep. Lo scopre Omar Moussa, un giovane patriota egiziano che attraverso un groviglio di vicende ha infine rintracciato lo studioso inglese. Hartfield ha riconosciuto i passaggi che portano alla tomba: ha varcato la «porta della pace» e la «porta del desiderio», e dopo la terza è stato sfiorato dall’aura di Imhotep. Avrà dunque Hartfield un destino di potenza? L’ultimo passaggio, in realtà, lo ha consegnato ad arcane «ombre della morte», poiché era la «porta della follia» suicida, follia dalla quale Imhotep era stato indotto a darsi la morte in un momento di ottenebramento spirituale. Ed è in tale stato che Omar incontra l’archeologo e gli eremiti che lo tengono prigioniero in uno sperduto monastero del delta del Nilo. È la maledizione di Imhotep, che colpisce chiunque si avvicini alla sua tomba. Omar Moussa, che ne ha conosciuto il segreto, si avventurerà a sfidarla?

Il mistero della gazza ladra. Le indagini del commissario Berté

Esiliato dalla sua amata Milano per motivi disciplinari, Berté ha cercato di adattarsi a Lungariva, un “ridente” paese del golfo del Tigullio, dove il vicequestore con la coda ha dovuto affrontare una serie di brutali omicidi. E ora si trova tra le mani un altro delitto scomodo. In un ventoso inverno marino, la commercialista Luciana Saturno viene uccisa nel proprio appartamento. La domestica la trova con la testa spaccata da un piede di porco, la bocca piena di monete e tre tarocchi appoggiati sul petto… Una messinscena grottesca, un modo per indirizzare le indagini oppure un tentativo di sviarle? Le frequentazioni della vittima, tra clienti ingannati, un ex convivente, un’amica cartomante, una cameriera reticente e un autista innamorato, lasciano aperta ogni possibilità. E rappresentano uno spaccato umano interessante per Berté, poliziotto con la passione per la scrittura che, dopo l’umiliante giudizio espresso da un editore sul suo talento, si è lanciato nella stesura di un racconto noir ambientato proprio nel mondo dei libri. A causa di questa delusione editoriale Berte ha un diverbio con la Marzia, sposatissima proprietaria della pensione in cui vive, di cui è innamorato. E che rischia di distrarlo proprio quando ha bisogno di tutta la sua concentrazione per scoprire un feroce assassino…

Il Mistero della Cassa Mongola (Collana Remake – I Classici del Giallo e del Poliziesco)

Alla Salle des Douanes di Ajaccio, durante un controllo dei bagagli, in una cassa mongola viene ritrovato il corpo di una vecchia signora vestita di nero. Per Sproni, agente dell’Ufficio di Polizia Privata Scerbanenco, inizia una indagine serrata e affascinante che si svolgerà tra la Corsica e la Sardegna e che, con l’aiuto della Polizia Francese, sarà portata a termine brillantemente.
Storia appartenente al genere di giallo deduttivo. Il giallo deduttivo, definito anche giallo classico, giallo ad enigma o più raramente whodunit, contrazione dell’inglese Who has done it? (Chi l’ha fatto?), rappresenta il tipo più tradizionale del giallo: un investigatore scopre l’autore di un delitto in base a indizi più o meno nascosti e fuorvianti, generalmente all’interno di una ristretta cerchia di personaggi.
eBook di 336 pagine di cui 137 dedicate al romanzo Il Mistero della Cassa Mongola. Le rimanenti pagine servono ad illustrare opere del Self-Publish, di cui si forniscono trame e primo capitolo per una attenta valutazione di acquisto. Il prezzo dell’eBook si riferisce solo ed esclusivamente alle 137 pagine del romanzo.
**
### Sinossi
Alla Salle des Douanes di Ajaccio, durante un controllo dei bagagli, in una cassa mongola viene ritrovato il corpo di una vecchia signora vestita di nero. Per Sproni, agente dell’Ufficio di Polizia Privata Scerbanenco, inizia una indagine serrata e affascinante che si svolgerà tra la Corsica e la Sardegna e che, con l’aiuto della Polizia Francese, sarà portata a termine brillantemente.
Storia appartenente al genere di giallo deduttivo. Il giallo deduttivo, definito anche giallo classico, giallo ad enigma o più raramente whodunit, contrazione dell’inglese Who has done it? (Chi l’ha fatto?), rappresenta il tipo più tradizionale del giallo: un investigatore scopre l’autore di un delitto in base a indizi più o meno nascosti e fuorvianti, generalmente all’interno di una ristretta cerchia di personaggi.
eBook di 336 pagine di cui 137 dedicate al romanzo Il Mistero della Cassa Mongola. Le rimanenti pagine servono ad illustrare opere del Self-Publish, di cui si forniscono trame e primo capitolo per una attenta valutazione di acquisto. Il prezzo dell’eBook si riferisce solo ed esclusivamente alle 137 pagine del romanzo.

Il mistero dell’inquisitore Eymerich

1354: Nicolas Eymerich, il sinistro inquisitore, è in Sardegna con re Pietro IV d’Aragona per soffocare la rivolta di Mariano, giudice d’Arborea. Mariano però ha un alleato potente e misterioso: lo chiamano Sardus Pater, una divinità sconosciuta e terribile… 1942, New York: lo psicologo austriaco Wilhelm Reich si è rifugiato in America per sfuggire ai nazisti e ha fatto una scoperta rivoluzionaria. Tanto da costringere le autorità a rinchiuderlo in prigione, dove una serie di inspiegabili allucinazioni sembra metterlo in collegamento proprio con Eymerich. Pubblicato per la prima volta nel 1996 nella storica collana “Urania”, un romanzo che segna una delle tappe fondamentali nella saga dell’inquisitore Eymerich, protagonista di libri ormai diventati di culto, a metà tra fantascienza e il noir

Il mistero del cane

Commovente racconto autobiografico del maestro Mario Lodi, ambientato in un passato rurale in cui i bambini portavano i calzoni corti, racconta l’intesa fra bambini e animali, che travalica a volte le norme imposte dalla logica degli adulti.
La notte di Natale due fratellini trovano in un fosso un cane ferito: è stato investito e respira appena. L’amico Paolino offre al cane un riparo nella stalla di casa, ma lo zio veterinario della piccola Rossella scuote la testa: l’animale è conciato male, probabilmente non passerà la notte. I bambini sperano in un miracolo…
**
### Sinossi
Commovente racconto autobiografico del maestro Mario Lodi, ambientato in un passato rurale in cui i bambini portavano i calzoni corti, racconta l’intesa fra bambini e animali, che travalica a volte le norme imposte dalla logica degli adulti.
La notte di Natale due fratellini trovano in un fosso un cane ferito: è stato investito e respira appena. L’amico Paolino offre al cane un riparo nella stalla di casa, ma lo zio veterinario della piccola Rossella scuote la testa: l’animale è conciato male, probabilmente non passerà la notte. I bambini sperano in un miracolo…

Il mistero degli Studi Kellerman

Mick Williams, giovane investigatore in erba, è molto interessato alle imprese di una banda di audaci quanto inafferrabili rapinatori di banche. Quello che certo non immagina è che ben presto la sua strada si incrocerà con la loro. Il suo amico Izzy, infatti, gli insegna come entrare di nascosto negli studi cinematografici Kellerman, da tempo in disuso e in attesa di venir demoliti per far posto a un grande albergo. È un luogo che custodisce troppi segreti, e tra i tanti misteri ce n’è uno che riguarda proprio la banda di rapinatori, che sembra capace di far perdere le proprie tracce come per magia. Quando però i due ragazzi se ne rendono conto, è troppo tardi: ormai sono nei guai fino al collo.

Il Mistero degli Asteroidi

Bert Schaun è un abilissimo pilota, esperto astronauta, appassionato del suo mestiere, e avido di quattrini quel tanto che basta per spronarlo alle imprese rischiose. Emma Klein è una donna coraggiosa, e decisa a scoprire in che modo esattamente è morto suo marito, dato per disperso nella zona degli asteroidi. Mc Allister vuole a tutti i costì far giustizia dell’uomo che ritiene responsabile della morte di suo fìglio. Steve Babcock, biondo, allegro, cordiale, ha l’incarico di far rispettare la legge fra i terrestri che lavorano su Marte come cercatori d’uranio o come operai alle raffinerie. Osborne deve combattere continuamente contro l’ostilità degli uomini a lavorare per le varie Compagnie minerarie, che hanno il torto di pagare salari da fame. E su tutti i personaggi di questa fantascienza ad «alta tensione» incombe il miraggio delle ricchezze racchiuse nella fascia degli asteroidi, preziose miniere di uranio gelose del loro tesoro. L’autore, Jerry Sohl, regge le fila degli uomini e degli avvenimenti con eccezionale abilità, e con un magistrale colpo di scena risolve il mistero che si è andato addensando, pagina dopo pagina, attorno a coloro che la follia di un uomo solo condanna a una vita da inferno fra le sabbie del pianeta rosso.
Copertina di Curt Caesar

I misteri di Pittsburgh

Art Bechstein si è appena laureato e trascorre l’estate che lo separa dalla vita adulta insieme a un piccolo gruppo di nuovi amici: Arthur, gay dichiarato, Phlox, ex punk stravagante e romantica, e Cleveland, un giovane che ha avuto tutto dalla vita e che è diventato un grumo di rabbia, alcolizzato, crudele. Fra tutti, Art sarebbe il più convenzionale, se non fosse il figlio del più pericoloso gangster di Pittsburgh. Per lui sarà una lunga, calda estate alla scoperta di se stesso, mentre oscilla tra l’amore di Arthur e quello per Phlox, mentre subisce inevitabilmente il fascino disperato di Cleveland. Il primo romanzo del premio Pulitzer Michael Chabon è una struggente storia di formazione e autodistruzione che scorre seguendo il ritmo incalzante di un thriller.

I misteri di Londra

Londra, 1819 – Per esorcizzare l’ombra del padre, dissoluto libertino, sir Neville Fortescue conduce un’esistenza talmente onesta e priva d’emozioni che persino i suoi migliori amici lo considerano un uomo noioso. L’incontro con la bella lady Diana, giovane, intelligente e ribelle ereditiera, gli dà però la possibilità d’imprimere una svolta decisiva alla propria vita. Infrangendo ogni convenzione, i due instaurano un forte legame e, nel tentativo di far luce sul mistero che si cela dietro alla sparizione di alcune giovani cameriere, finiranno con lo scoprire vizi e giochi di potere di quella città, Londra, apparentemente perfetta. E questa sarà, per il gentiluomo, anche l’occasione di mostrare la propria vera indole, consentendo al proprio cuore di battere liberamente per la giovane duchessa.

I misteri di Chalk Hill

**Un romanzo storico pieno di mistero e romanticismo. Atmosfere vittoriane per una storia ambientata nella campagna inglese che unisce brivido e sentimento in un crescndo di suspense e colpi di scena.**
Con I misteri di Chalk Hill Susanne Goga riesce a fondere due generi letterari, il thriller e il romanzo storico collocando l’intera vicenda sulle colline del Surrey alla fine dell’Ottocento. Quando Charlotte vi approda per la prima volta e si trova davanti alla splendida tenuta di Chalk Hill rimane senza fiato: l’imponente villa, sormontata da una torretta e circondata da alberi secolari, è il luogo più affascinante che abbia mai visto. Qui potrà finalmente iniziare una nuova vita, dopo aver lasciato Berlino a causa di uno scandalo che ha compromesso la sua reputazione di istitutrice. Chiamata a occuparsi della piccola Emily, Charlotte si rende subito conto che una strana atmosfera di mistero aleggia sulla casa: la quiete è quasi irreale, il papà di Emily è gelido e altezzoso, la bambina è tormentata ogni notte da terribili incubi e dice di vedere la madre, scomparsa un anno prima in circostanze misteriose. L’affetto per Emily spinge Charlotte a voler capire cosa stia succedendo a Chalk Hill, ma nessuno dei domestici osa rompere il silenzio imposto dal vedovo sulla morte di Lady Ellen. Solo con l’aiuto dell’affascinante giornalista Thomas Ashdown, Charlotte si avvicina alla verità, una verità sconvolgente, ben sepolta tra il mistero e il romanticismo di quelle antiche mura.