29873–29888 di 72034 risultati

Il paese del maleficio

Sinossi

Ellery Queen si trasferisce nella tranquilla cittadina di Wrightsville per scrivere il suo nuovo romanzo. Intanto si appassiona ai pettegolezzi della comunità locale, incentrati sul matrimonio improvviso tra la ricca Nora Wright e Jim, il giovane che anni prima l’aveva abbandonata. Ma quando la donna comincia a soffrire di un male misterioso, tutta Wrightsville è pronta a puntare il dito contro il marito. Ma è davvero possibile che Jim abbia sposato Nora solo per avvelenarla?

Il paese dei Mezarat

“Tutto dipende da dove sei nato, diceva un grande saggio. E, per quanto mi riguarda forse il saggio ci ha proprio azzeccato” dice Dario Fo, e infatti, di quella grande avventura umana, artistica e politica che è stata la sua vita leggiamo solo una parte, la prima: l’infanzia e la giovinezza, a sostegno della convinzione di Bettelheim, ampiamente condivisa dall’autore, secondo la quale i primi sette anni sono decisivi per la formazione di un uomo. Fo prende le mosse dai luoghi natii – la riva lombarda del lago Maggiore – e si avventura nel turbine della memoria restituendoci le imprese del padre ferroviere, Felice Fo, i tetti di cioccolata di una Svizzera immaginaria, le visite estive in Lomellina al nonno Bristìn, ortolano contastorie, la scoperta dell’arte – del tratto e del colore – che incrocia quella dei fabulatori della Valtravaglia – il paese dei mezaràt – e delle loro storie beffarde e pungenti -, il mito degli Argonauti reinterpretato dal bizzarro professor Civolla. Fo indugia su episodi di volta in volta teneri e drammatici: la prima pudica storia d’amore con una ragazza salvata dalle acque del lago in tempesta, la torrida passione della bella Nofret, legata al capo della malavita, per un giovane squinternato, le sfide tra i piccoli balordi della valle e il figlio del ferroviere, capace di arrivare con intelligenza e furbizia là dove il suo fisico sembra non potere. La storia continua con l’apprendistato all’Accademia di Brera di Milano, gli stratagemmi per campare, la guerra, i bombardamenti, il reclutamento forzato e, per finire, con un salto temporale in avanti, i funerali di Pa’ Fo, figura centrale di questo straordinario “romanzo di formazione”, di questa mitica evocazione di storie, nomi, personaggi leggendari in cui fluiscono, come un fiume in piena, le ragioni del cuore, le illuminazioni della memoria, le emozioni della coscienza civile.

Orestea

###
L'”Orestea” è, scrive Savino nella sua Nota, “un indimenticabile pezzo di maestria teatrale”. II fasto architettonico della scena e la sua ricchezza di suggestioni; il saggio impiego dell’ambiguità, in un dramma di nascosti rancori e di sospirate vendette; la lingua poetica che non parla, ma scolpisce e dipinge, evoca spazi e solitudini immense, addensa emozioni e sentimenti contrastanti; il variare sapiente del ritmo e l’uso della ‘suspense’, che inceppa l’azione sospesa sull’orlo del gesto, quadro plastico d’orrore teso: ecco gli elementi di questa ‘maestria’. La volontà degli eroi di Eschilo è un rovello interiore, non più un dio che dall’esterno guida e sospinge. Il dovere di scegliere è il polo tragico del suo teatro: colpire o ritrarsi? Soffocare o sciogliere la guerra interiore che ci strazia? Nota storica e note di Ezio Savino.

Ogni giorno della mia vita (Super bestseller)

###
Jeremy si ritrova a cercare casa nella minuscola Boone Creek, lui che non avrebbe mai lasciato New York! Ma è stata Lexie, il suo grande amore, a far compiere al suo cuore questo e altri inaspettati cambiamenti. In più, c’è una bimba in arrivo. Tutto andrebbe per il meglio se Jeremy non vedesse Lexie incontrare di nascosto un vecchio spasimante. E chi ha cominciato a rivelargli per e-mail fatti del passato di Lexie che la donna gli aveva tenuto segreti? Forse ha ragione il suo amico Alvin: poche settimane non sono sufficienti per conoscersi davvero e rivoluzionare tutta la propria esistenza. Per fortuna, la vita a due si rivela tenera, eccitante, comica, romantica, piena di progetti e desideri. Finché un evento imprevedibile rivoluziona di nuovo tutto.
**
### Sinossi
Jeremy si ritrova a cercare casa nella minuscola Boone Creek, lui che non avrebbe mai lasciato New York! Ma è stata Lexie, il suo grande amore, a far compiere al suo cuore questo e altri inaspettati cambiamenti. In più, c’è una bimba in arrivo. Tutto andrebbe per il meglio se Jeremy non vedesse Lexie incontrare di nascosto un vecchio spasimante. E chi ha cominciato a rivelargli per e-mail fatti del passato di Lexie che la donna gli aveva tenuto segreti? Forse ha ragione il suo amico Alvin: poche settimane non sono sufficienti per conoscersi davvero e rivoluzionare tutta la propria esistenza. Per fortuna, la vita a due si rivela tenera, eccitante, comica, romantica, piena di progetti e desideri. Finché un evento imprevedibile rivoluziona di nuovo tutto.

Novelle per un anno. Vol. 1: Lo scialle nero – La vita nuda – La rallegrata

###
Queste tre raccolte pubblicate nel 1922 comprendono novelle risalenti agli anni tra il 1894 e il 1920: la spietata radiografia di un’umanità dominata dal demone del caso, che si aggira sul ristretto, soffocante palcoscenico della realtà.
Il primo volume della raccolta completa della narrativa breve è arricchito da un’introduzione che mette in luce temi e peculiarità di ciascuna raccolta, da una dettagliata cronologia, un’aggiornata bibliografia e infine uno studio della variantistica che ricostruisce il multiplo e accidentato itinerario dei testi.

Novecento (Universale economica)

Il Virginian era un piroscafo. Negli anni tra le due guerre faceva la spola tra Europa e America, con il suo carico di miliardari, di emigranti e di gente qualsiasi. Dicono che sul Virginian si esibisse ogni sera un pianista straordinario, dalla tecnica strabiliante, capace di suonare una musica mai sentita prima, meravigliosa. Dicono che la sua storia fosse pazzesca, che fosse nato su quella nave e da lì non fosse mai sceso. Dicono che nessuno sapesse il perché.Il libro è uscito per la prima volta nel 1994. Nel 1998 Giuseppe Tornatore ne ha tratto il film La leggenda del pianista sull’oceano.
**
### Recensione
**Novecento, magia e paura della vita**
*Gaia Berruto*, Tuttolibri – La Stampa
«Un testo che sta in bilico tra una vera messa in scena e un racconto da leggere ad alta voce». Così **Baricco** descrive il suo primo testo teatrale. Un monologo di sessanta pagine che ci porta a solcare l’oceano centinaia di volte per seguire le rotte del Virginian, piroscafo che fra le due guerre fa da spola tra Vecchio e Nuovo Mondo.
Il Virginian è un’imbarcazione come tante altre, con marinai, camerieri, banda e folle di ogni genere a bordo. Ma sopra di lei si consuma una storia fuori dal comune, la storia di Novecento: il pianista nato, cresciuto e morto senza mai toccare con piede la terraferma. Il pianista sull’Oceano. La storia di Danny Boodmann T.D. Lemon Novecento è la storia di un uomo legato al suo destino. Osservandola con gli occhi di un passeggero, la sua vita appare romantica: un uomo e la sua barca, un uomo e il suo pianoforte, un uomo e la sua vita, che si arricchisce a ogni viaggio con nuovi incontri ma che è, in fin dei conti, sempre uguale. Prevedibile. Finita.
Novecento diviene presto una leggenda: per i marinai, per i passeggeri, per il mondo della terraferma lui è il più grande. Ma cosa c’è dentro Novecento? Nel suo modo di suonare, che è poi il suo modo di vivere, Novecento non ha eguali. Ma cosa c’è dentro Novecento? Dietro la leggenda, dietro la magia, dietro l’Oceano, cosa resta? Resta la paura. La paura di un uomo davanti all’immensità della vita, alla molteplicità della strade, alla sterminatezza dei paesaggi. In fondo questa è la vita di ognuno: altalena fra «la voglia di scendere/la paura di farlo» (pag. 58). Novecento arriva al terzo gradino della scaletta, osserva la terraferma che si allunga davanti ai suoi occhi e poi risale a bordo. Paura. Segreta paura trasformata in pubblica magia. Ecco la genialità di Novecento: «Io, che non ero stato capace di scendere da questa nave, per salvarmi sono sceso dalla mia vita. (…) i desideri stavano strappandomi l’anima. Potevo viverli, ma non ci sono riuscito. Allora li ho incantati». (p. 58) 
### Sinossi
Il Virginian era un piroscafo. Negli anni tra le due guerre faceva la spola tra Europa e America, con il suo carico di miliardari, di emigranti e di gente qualsiasi. Dicono che sul Virginian si esibisse ogni sera un pianista straordinario, dalla tecnica strabiliante, capace di suonare una musica mai sentita prima, meravigliosa. Dicono che la sua storia fosse pazzesca, che fosse nato su quella nave e da lì non fosse mai sceso. Dicono che nessuno sapesse il perché.Il libro è uscito per la prima volta nel 1994. Nel 1998 Giuseppe Tornatore ne ha tratto il film La leggenda del pianista sull’oceano.

N. P.

Sarao Takase, scrittore giapponese che ha vissuto a lungo in America, muore suicida lasciando due figli gemelli, il maschio Otohiko e la femmina Saki, e il manoscritto di un libro incompiuto dal titolo N.P. (che sta per ‘North Point’, il titolo di una vecchia canzone). Pubblicato con solo 97 dei 100 racconti previsti, il libro diventa un bestseller negli Stati Uniti. Una giovane giapponese, Kazami, viene in possesso del novantottesimo racconto, inedito, alla cui traduzione stava lavorando il suo amante, Shooji, anche lui morto suicida, e che narra la storia di una passione erotica tra padre e figlia. Kazami incontra i due gemelli e trova Otohiko coinvolto in una tormentata storia d’amore con Sui, che scoprirà essere non solo figlia illegittima dello scrittore suicida ma anche sua amante. Kazami viene risucchiata completamente nel loro mondo, il mondo di ‘N.P.’, per tutta un’estate, che è il tempo reale in cui si svolge la storia. Dopo alterne vicende, Kazami scopre anche l’esistenza del racconto n°99 in cui Takase rappresenta l’altra faccia della sua realtà, l’aspirazione verso la normalità e l’eterodossia. Ormai manca solo il racconto n°100. Ed è soltanto quando tutti i destini si sono compiuti e il cerchio si chiude che il libro apparirà scritto fino in fondo: N.P. di Banana Yoshimoto è il racconto n°100 che Takase non aveva fatto in tempo a scrivere…
**

I musulmani

Maomettani, mori, saraceni, turchi, islamici : storia, religione, riti, cultura di una realtà diversificata che ci sfida al confronto e al dialogo. La religione musulmana è profondamente radicata in una vastissima area che va dal Marocco all’Indonesia, dall’Africa all’Europa, e anche in Italia è diventata la seconda confessione per numero di fedeli. Ma chi sono oggi i musulmani? In che cosa consiste la «diversità»dell’islam rispetto alla tradizione cristiana? Si tratta di una ciivltà molto diversificata a seconda delle aree geografiche e questo libro ne ripercorre la storia, i prinicipi del credo, i precetti del culto, sino alle forme e alle correnti del pensiero religioso.

La Música del viento

Alberto, un periodista de Barcelona, tieneen sus manos un papel que estaba en una alfombra. Es un mensaje de Iqbal, un nino o nina indio, que pide ayuda. Alberto decide ir a buscarle y comienza una aventura que ya nunca olvidará….

Čítaj viac

Mostri del Cielo e della Terra

URANIA è lieta di offrire ai suoi lettori un concentrato di *aliens* e *creatures* , BEM e minacce assortite degne di figurare in un’ideale Enciclopedia Galattica sotto la voce “Orrori”. In questo volume incontrerete quanto di più pericoloso la galassia sia stata capace di inventare in fatto di obbrobri ed esseri nocivi; conoscerete le ragazze che i mostri amano rapire e i coraggiosi che hanno l’ardire di andarle a salvare; gli scienziati che giocano col fuoco e gli esperimenti che scatenano le più svariate calamità biologiche. Insomma, le cento sorprese che un bestiario del genere promette a tutti i lettori stanchi di *E.T.* (ossia Extraterrestri Teneri) e ansiosi di provare di nuovo un brivido cosmico. Perchè, almeno in questo numero, le Creature sono tutte rapaci, irresistibili e bellicose. Arrivano i mostri…
**INDICE**

**LA PELLE DIPINTA**
The Painted Skin (1895) |
P’U SUNG LING
**IL MOSTRO E LA VERGINE**
The Monster and the Maiden (1971) |
ROGER ZELAZNY
**NON NOMINIAMO MAI ZIA NORA**
|
FREDERIK POHL
**SACRIFICABILE**
Expensable (1988) |
PHILIP K. DICK
**L’ORSACCHIOTTO DEL PROFESSORE**
The Professor’s Teddy Bear (1988) |
THEODORE STURGEON
**MORDONO**
They Bite (1943) |
ANTHONY BOUCHER
**DOPO LA CADUTA DI KING KONG**
After King Kong Fell (1973) |
PHILIP JOSE’ FARMER
**AL LARGO DI PHILLISPORT**
The Thing on Outer Shoal (1949) |
P. SHUYLER MILLER
**LA SIRENA**
The Fog Horn (1988) |
RAY BRADBURY
**IL DOTTOR ZOMBIE E I SUOI PICCOLI AMICI PELOSI**
Can You Feel Anything When I do This? (1988) |
ROBERT SHECKLEY
**PERDERE LA FACCIA**
Mujina (1988) |
LAFCADIO HEARN
**Y COME YETI**
Island of Fear (1963) |
WILLIAM SAMBROT
**IL SEGRETO DELL’UNIVERSO – Paradossi, serie convergenti…ma di cosa si tratta? Una visione ampia e illuminante di cosa è, e cosa non è, l’universo… – La scienza**
The Secret of the Universe (1990) |
ISAAC ASIMOV
**UNO SCONOSCIUTO ALLA PORTA**
Unnatural Strangers (1990) |
WAYNE WIGHTMAN

Il Mondo di Hercule Poirot

Un nipote scapestrato accusato di aver assassinato il ricchissimo zio, una sfortunata ereditiera pugnalata su un treno, un bambino minacciato da una mortale maledizione di famiglia… Hercule Poirot, l’infallibile investigatore belga, non è solo il protagonista di alcuni indimenticabili romanzi ma anche di diversi straordinari racconti brevi nei quali, in poche pagine, Agatha Christie è riuscita a condensare tutta la tensione e la suspense delle sue opere maggiori. Questo volume comprende nove tra le più belle storie realizzate dalla regina del brivido, nove intricatissimi casi, apparsi su varie riviste tra il 1923 e il 1926, nei quali il buffo ometto dalle preziose e attivissime piccole cellule grigie riesce ad assicurare alla giustizia alcuni tra i più perfidi e insospettabili criminali di tutta la sua carriera. Una antologia imprendibile per tutti gli appassionati del giallo e una affascinante gara di intelligenza nella quale Agatha Christie dimostra una volta per tutte che, nel mondo di Hercule Poirot, il delitto non paga.

Il mondo del ghiaccio e del fuoco

###
Se il passato è il prologo, allora l’opera primaria di George R.R. Martin necessita di una introduzione ugualmente formidabile. E alla fine, eccola: “Il Mondo del Ghiaccio e del Fuoco”. Questo volume illustrato da oltre centosettanta tavole originali a colori, è la storia completa dei Sette Regni, incentrata sulla vivida ricostruzione delle epiche battaglie, delle brutali rivalità e delle temerarie ribellioni che hanno condotto agli eventi narrati ne “Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco” e nella serie HBO “Game of Thrones”. In una collaborazione durata interi anni, George R.R. Martin ha coniugato il proprio lavoro con quello di Elio M. Garcìa Jr. e Linda Antonssen, fondatori del sito web westeros.org, forse le uniche due persone che di questo mondo fantastico hanno una conoscenza tanto approfondita quanto quella del suo stesso creatore. Racchiuse in questo testo si sovrappongono conoscenze accumulate, speculazioni accademiche e leggende popolari tramandate da maestri e septon, negromanti e cantastorie. È una cronaca che si dipana dal Tempo dell’Alba all’Età degli Eroi, dalla venuta dei primi uomini all’arrivo di Aegon il Conquistatore, dall’ascesa di Aegon stesso al Trono di Spade fino alla Ribellione di Robert e alla susseguente caduta di Aerys II Targaryen, il Re Folle, l’evento che ha messo in movimento le lotte “di oggi” tra Stark, Lannister, Baratheon e Targaryen.
**

I Mondi Del Mandala

Da secoli, ormai, gli uomini conoscono la grande energia che si irradia da un punto dell’universo e che può essere usata per i viaggi interstellari. Così è nata la civiltà del Mandala, con i suoi numerosi mondi colonizzati lungo i raggi che si dipanano dal misterioso oggetto situato al centro di questa cosmica figura. Ma la pace fra i mondi del Mandala non sembra destinata a durare in eterno. Tornando da una meritata vacanza, Lou Colleran si scontra con qualcosa di inatteso: a bordo della sua astronave compare senza troppi complimenti un mostro del Mesozoico deciso a distruggere l’intera nave con i suoi passeggeri, e questo è solo il preambolo di una situazione destinata a precipitare verso abissi senza fondo.

Missione su Jaimec

Lanciato, da solo, su Jaimec, pianeta ostile e denso di pericoli, James Mowry si trova nella scomoda posizione di unico combattente alle prese con una missione suicida: sfiancare il nemico con una serie di calcolate, durissime azioni di disturbo. Non solo: lo stato maggiore avversario deve credere di trovarsi di fronte non a un invasore isolato, ma a una forza d’attacco in piena regola, efficiente e mimetizzata. Comincia così l’odissea di James Mowry su Jaimec, una corsa contro il tempo e la morte che tiene il lettore con il fiato sospeso, trasportandolo in una galleria di sistuazioni tanto estreme quanto ingegnose. “Urania” è lieta di riproporre questo classico della fantascienza inglese a una nuova generazione di lettori, un una traduzione completamente rinnovata.