29777–29792 di 65289 risultati

La città degli uomini. Cinque riflessioni in un mondo che cambia

Fausto Bertinotti affronta in questo libro i temi cruciali del mondo contemporaneo: la crisi della democrazia, la globalizzazione e la mobilità sociale, la guerra e il terrorismo, le relazioni fra l’Europa e gli Stati Uniti, la funzione della politica nella nostra società e il suo rapporto con l’etica. Le sue posizioni sono chiare e spesso controcorrente, e la sua critica a molti dei luoghi comuni che si sono imposti negli ultimi anni è radicale. A differenza di quanto spesso si sostiene, da qualche decennio a questa parte il tasso di democrazia si è ridotto in modo significativo. Se negli anni Sessanta e Settanta la partecipazione popolare al potere pubblico ha ricevuto la massima spinta propulsiva, oggi si sono affermate – e vanno affermandosi sempre di più – nuove istituzioni, dalla natura sovranazionale e sottratte al controllo dei cittadini, che influenzano pesantemente la vita di ognuno di noi e che, dietro la maschera di una pretesa neutralità tecnica, sono in realtà controllate da poteri forti.
**

La città degli incubi

Stati Uniti, anni Venti. Un uomo completamente ubriaco giunge in una piccola città fantasma; tra imprenditori criminali e poliziotti corrotti, vede negli occhi di una donna quel lampo di innocenza che gli darà la forza di trovare, per lei e per sé, una via di fuga da quella città-prigione. È il protagonista del primo dei dieci racconti riuniti in questo volume, ambientati in California, dalle strade di San Francisco ai deserti. Dieci spaccati che compongono un quadro preciso della società americana durante gli anni del proibizionismo: un mondo cinico, ostile, corrotto, nel quale spiccano pochi individui disillusi, privi di facili moralismi, ma strenuamente impegnati a lottare contro un male dilagante, capaci, come il Continental Op che proprio in queste pagine muove i primi passi da investigatore, di guardare negli occhi la realtà per quello che è, senza per questo smettere di amarla.
**

Città degli angeli caduti. Shadowhunters

La guerra è conclusa e Clary è tornata a New York, intenzionata a diventare una Cacciatrice di demoni a tutti gli effetti. E finalmente può dire al mondo che Jace è il suo ragazzo. Ma ogni cosa ha un prezzo. C’è qualcuno che si diverte a uccidere gli Shadowhunters, e ciò causa fra Nascosti e Cacciatori tensioni che potrebbero portare a una seconda, sanguinosa guerra. Simon, il migliore amico di Clary, non può aiutarla. Sua madre ha scoperto che è un vampiro e lui non ha più una casa. E come se non bastasse, esce con due ragazze bellissime e pericolose, nessuna delle quali sa dell’altra. Quando anche Jace si allontana senza darle spiegazioni, Clary si trova costretta a penetrare nel cuore di un mistero che teme di svelare fino in fondo: forse è stata lei a mettere in moto la terribile catena di eventi che potrebbe farle perdere tutto ciò che ama. Jace compreso. Amore. Sangue. Tradimento. Vendetta. La posta in gioco non è mai stata così alta per gli Shadowhunters…

Citazioni pericolose

Perché il serial televisivo Millennium si apre con una lezione sulla poesia di Yeats? Che cosa ci fanno Dante, Chaucer e Tommaso d’Aquino in un thriller cinematografico come Seven? E come mai, al contrario, la letteratura è la grande assente in Titanic, il film-simbolo di fine millennio? Sono alcune delle domande alle quali risponde questo saggio insolito e provocatorio, che invita a considerare il cinema e le altre forme di narrativa popolare (compresi, per esempio, i romanzi di Stephen King) come una prosecuzione della critica letteraria con mezzi diversi – ma non per questo meno efficaci – di quelli che siamo abituati a considerare. Nel complesso, la “critica” proposta dal cinema trasforma la letteratura in un sapere arcano o, meglio, in una scienza occulta priva di contatti con la quotidianità, ma sorprendentemente utile nel momento in cui occorre dare la caccia a serial killer e maniaci vari. Nel suo ridurre i classici a qualcosa di lontano, inaccessibile e minaccioso, il cinema è però in buona compagnia, come dimostra il consolidarsi di una critica letteraria sempre più intenzionata all’esaltazione del sublime, del remoto, dell’ineffabile.

(source: Bol.com)

Il circolo della fortuna e della felicità

“Mio padre mi ha chiesto di essere il quarto angolo al Joy Luck Club. Devo sostituire mia madre il cui posto al tavolo del mah-jong è rimasto vuoto da quando è morta, due mesi fa.” Inizia così il racconto di Jing-mei Woo, una delle quattro giovani cinesi nate in California, figlie di quattro madri emigrate negli Stati Uniti negli anni quaranta e divenute compagne di mah-jong a San Francisco. La storia corale delle otto donne, tutte impegnate nella difficile costruzione di un’identità in equilibrio tra passato e presente, si svolge tra ricordi e flashback. Emergono le contraddizioni tra l’appartenenza a una famiglia cinese e la vita americana; i rapporti conflittuali ma fatti anche di profondo amore tra madri e figlie; le motivazioni dei sacrifici compiuti dalle madri per trasmettere la propria esperienza e la propria forza alle figlie, e le ribellioni delle figlie ai desideri delle madri, i loro diversi ideali, le nuove speranze. E se prima dominavano incomprensione e disinteresse per i rispettivi sentimenti, con il tempo Jing-mei comprenderà l’amore della madre Suyuan che la spronava sempre alla perseveranza, all’ottimismo, a dare il massimo per avere il meglio, proprio per evitare alla figlia le tragedie che a lei erano toccate in passato, quando si trovava ancora in Cina..

Il circo delle anime

Ad Anacostia, il quartiere più malfamato di Washington D.C., Derek Strange e la sua agenzia investigativa sono l’unica risorsa per chi si sforza di credere ancora nel valore della verità. Quando un noto spacciatore della zona, Granville Oliver, viene incarcerato con l’accusa di omicidio e rischia di finire sulla sedia elettrica, Strange accetta di scandagliare la rete intricata di ricatti e omertà che sta dietro al delitto. Ma nessuno sembra disposto a collaborare con lui e con il suo partner Terry Quinn, tranne una giovane donna, ex fidanzata del vice di Oliver, l’unica che accetta di parlare a rischio della vita.

Il circo dei dannati

Il secondo episodio delle avventure della sterminatrice di vampiri, Anita Blake. A St. Louis vengono commessi due omicidi, i morsi sui corpi delle vittime fanno immediatamente pensare all’opera di una banda di vampiri e al coinvolgimento di un Master, un vampiro molto potente e pericoloso, con una forte capacità d’attrazione. Le indagini richiedono l’intervento di Anita Blake che decide di rivolgersi a Jean Claude, il Master della città. Egli nega però ogni coinvolgimento nei recenti fatti di sangue e avanza l’ipotesi della presenza in città di un altro efferato e sanguinario Master…
**

Cioccolato amaro

Haiti, 1985. A diciassette anni, tutto ciò che Laure St Lazâre desidera è fuggire lontano dall’atmosfera soffocante della casa di famiglia. Per fortuna c’è Améline, servetta e confidente, l’unica vera amica di Laure, anche lei desiderosa di una vita differente. Ben presto le due ragazze saranno costrette a separarsi e a lasciare Haiti. Dall’altra parte del mondo, Melanie sembra condurre una vita molto diversa. Viziatissima figlia di una celebre rockstar londinese, possiede tutto ciò che i soldi possono comprare, ma l’unica cosa che desidera profondamente è essere amata. La sua estrema fragilità la spingerà in un vortice di relazioni sbagliate e pericolose fino a quando il suo destino si intreccerà fatalmente con quello delle due ragazze haitiane.
Dal caldo asfissiante dell’estate di Haiti, alle contraddizioni profonde della società americana, fino al caos vitale dell’East End londinese, Cioccolato amaro ci trasporta in un mondo fatto di passioni sensuali e segreti inconfessabili, abitato da donne pronte a rivoluzionare la propria esistenza pur di conquistare l’amore e la felicità che meritano.
(source: Bol.com)

Cioccolata per due

Sophie ha trentasei anni e in pochi mesi ha perso tutto: il marito, la felicità e il peso forma, cancellato da interi barattoli di gelato ingurgitati nel cuore della notte. Quando poi si presenta in ufficio in accappatoio, con ai piedi un paio di pantofole a forma di coniglietto rosa, anche il lavoro e la stabilità economica la abbandonano. Così, sola e con un disperato desiderio di ricominciare a vivere, decide di accettare l’invito di un’amica a trasferirsi nell’Oregon e trova lavoro come cameriera in un bistrò. Potrebbe essere il modo giusto per ripartire. Ma una volta smessi i panni della vedova affranta, anche adottare quelli della neo-single in lotta con uomini inetti e clienti incontentabili non è proprio una passeggiata. Solo l’amicizia con Crystal, una tredicenne un po’ psicotica, e per giunta piromane, la relazione con Drew, un attore dolce e affascinante, e la scoperta che l’amore per il cibo – oltre a far ingrassare – può anche diventare una fonte di reddito, riusciranno a restituirle la felicità. Amore, lacrime, dolcezza e una giusta dose di ironia: gli ingredienti essenziali per un romanzo indimenticabile.

Cinquecentodelitti

Oreste del Buono ha chiamato questa raccolta Il cinquecento delitti perché “per Scerbanenco anche un amore unilaterale poteva essere un delitto, come anche un delitto poteva essere testimonianza della sincerità di una passione”. Dichiara che mettere ordine nella sterminata produzione di racconti dell’autore, gli dà “la soddisfazione e l’orgoglio di ricostruire un’opera di straordinaria varietà e irresistibile suggetione, di provare a stabilire i confini di una creatività interrotta solo dalla morte del creatore, di far conoscenza con un popolo di personaggi di cui Giorgio Scerbanenco stesso fa parte come protagonista a pieno diritto”.

Le Cinque Stirpi: La saga dei nani 1

La Terra Nascosta è circondata da una catena montuosa pressoché impenetrabile, nella quale si aprono soltanto cinque passaggi, difesi dalle cinque stirpi di nani. All’interno, uomini, elfi e nani vivono in armonia, governati e protetti dai sei maghi che, grazie alla potenza congiunta della loro energia, controllano le porte d’accesso, sbarrando così la strada al male. Improvvisamente, però, la porta che chiude il Passo Settentrionale viene aperta e un esercito di orchi e albi – creature simile agli elfi, ma votate al male – comincia a infiltrarsi e a soggiogare parte dei territori. Tuttavia le forze oscure sanno che, per conquistare il dominio assoluto della Terra Nascosta, devono spezzare l’unione dei maghi e individuano colui che può tradire gli altri: Nudin, uno stregone ambizioso e assetato di conoscenza, che cede alle lusinghe dell’ombra. Adesso le orde degli invasori possono dilagare e ai popoli della Terra Nascosta non rimane che un’unica speranza: secondo un’antica leggenda, infatti, la sola arma che può uccidere un mago posseduto dallo spirito del male è la Lama di Fuoco, un’ascia costituita dai metalli più preziosi, che deve essere forgiata col fuoco del drago e battuta in una fucina sotterranea. Spetterà a Tungdil, un nano educato dal potente mago Lot-Ionan, affrontare un viaggio ricco di insidie e pericoli per compiere quella missione estrema.

Le Cinque Stirpi

La Terra Nascosta è circondata da una catena montuosa pressoché impenetrabile, nella quale si aprono soltanto cinque passaggi, difesi dalle cinque stirpi di nani. All’interno, uomini, elfi e nani vivono in armonia, governati e protetti dai sei maghi che, grazie alla potenza congiunta della loro energia, controllano le porte d’accesso, sbarrando così la strada al male. Improvvisamente, però, la porta che chiude il Passo Settentrionale viene aperta e un esercito di orchi e albi – creature simile agli elfi, ma votate al male – comincia a infiltrarsi e a soggiogare parte dei territori. Tuttavia le forze oscure sanno che, per conquistare il dominio assoluto della Terra Nascosta, devono spezzare l’unione dei maghi e individuano colui che può tradire gli altri: Nudin, uno stregone ambizioso e assetato di conoscenza, che cede alle lusinghe dell’ombra. Adesso le orde degli invasori possono dilagare e ai popoli della Terra Nascosta non rimane che un’unica speranza: secondo un’antica leggenda, infatti, la sola arma che può uccidere un mago posseduto dallo spirito del male è la Lama di Fuoco, un’ascia costituita dai metalli più preziosi, che deve essere forgiata col fuoco del drago e battuta in una fucina sotterranea. Spetterà a Tungdil, un nano educato dal potente mago Lot-Ionan, affrontare un viaggio ricco di insidie e pericoli per compiere quella missione estrema.

(source: Bol.com)

Cinque stagioni

Al termine di una lunga malattia la moglie di Molcho muore, lasciando al marito un immenso vuoto, una vita da reinventare. Negli ultimi sette anni Molcho è vissuto come un perfetto infermiere. Ora sembra che tutti vogliano trovargli un’altra moglie. Ma Molcho è talmente attaccato al ricordo della moglie da tornare a Berlino, città natale di lei, due volte l’anno. E lì si sente accusare d’aver fatto morire la moglie proprio con le sue cure amorevoli e assidue. Attraverso cinque, intense stagioni, l’autore racconta lo spaesamento, le ansie, il senso di inadeguatezza del suo personaggio, ma anche la sua lenta rinascita.
**

Cinque quarti d’arancia

A volte, se lo decide il destino, il passato e il presente s’intrecciano e riaccendono sentimenti e paure che sembravano cancellati per sempre. Framboise Dartigen aveva solo nove anni quando gli occupanti nazisti arrivarono a Les Laveuses, il paesino sulle rive della Loira dove viveva con la mamma e i fratelli maggiori Cassis e Reinette. In quei giorni sospesi tra la fiaba crudele dell’infanzia e la tragedia della storia accadde qualcosa di terribile. Ora Framboise, che è ormai una donna matura, è tornata a vivere nella vecchia fattoria, ma in incognito. Il segreto di quegli anni lontani non deve assolutamente tornare alla luce.

I cinque guerrieri

È sfuggito alla morte per un soffio, tuttavia Jack West Jr. non può certo concedersi un periodo di riposo. Quattro Pilastri, infatti, devono ancora essere trovati. Se quei leggendari diamanti non verranno purificati e incastonati nei rispettivi Vertici, seguendo un ordine prestabilito e nell’arco di nove giorni, la Grande Macchina non verrà attivata e i raggi del Sole Nero investiranno la Terra, generando una successione inarrestabile di catastrofi naturali che porteranno la razza umana all’estinzione. Dopo essersi ricongiunto col suo gruppo, Jack riesce però a scoprire un tassello fondamentale per risolvere l’enigma. Secondo un’antica iscrizione egizia, il segreto dei Pilastri è stato affidato ai Cinque Guerrieri che hanno segnato la storia dell’umanità: svelando la loro identità, sarà possibile individuare sia i Pilastri sia l’ubicazione dei Vertici. Per fermare il conto alla rovescia, giunto ormai alle battute finali, Jack dovrà quindi interpretare profezie millenarie e neutralizzare trappole mortali ma, soprattutto, confrontarsi con un avversario implacabile che lo conosce meglio di chiunque altro: Jack West Sr., suo padre…