29681–29696 di 62912 risultati

Orrore su Manhattan

Il nostro focolare è minacciato. Non lo ignoriamo, seppure ci piacerebbe ignorarlo. Sullo sfondo del formidabile evento, i personaggi del racconto si stagliano con evidenza scultorea: vivi, semplici, umani, avvincenti; i minuti incidenti e gli episodi drammatici si susseguono con ritmo incalzante, così da farci penetrare nel cuore della vicenda come in un fatto reale e tangibile. Il motivo dominante: la lontananza del capo famiglia bloccato nella città contagiata, trae la sua stessa efficacia dalla scarna brevità della frase che lo riassume; frase che ricorre in seno alla famiglia come un ritornello monotono, che si ripercuote, lancinante e concisa, con la tragica continuità di un’ossessione: “Jon, torna a casa!” Tutta l’intensità dell’affetto familiare vibra in quell’invocazione, che sembra agire quale irresistibile forza di attrazione sull’uomo sperduto, ferito e sconvolto. Libro poderoso, che aggiunge una nota singolarmente eloquente nella sua schietta semplicità, al coro di implorazioni che proprio oggi si eleva verso coloro che tuttora detengono il potere di scongiurare la catastrofe, e illustra mirabilmente il valore di questo inestimabile e insostituibile bene: il focolare, la CASA.

Orrore a Helsinki: thriller finlandese

Una Helsinki prenatalizia, imbiancata di neve e sfavillante di luminarie, risonante di canti e festeggiamenti per la celebrazione di Santa Lucia, il simbolo della luce.
Nella città del Natale comincia l’orrore.
L’assassino colpisce dovunque, anche durante la processione.
Le sue vittime hanno precise caratteristiche fisiche e vengono uccise sempre con lo stesso osceno e umiliante rituale.
Dove condurranno le indagini del commissario Laine e del suo aiutante Kalle?
**
### Sinossi
Una Helsinki prenatalizia, imbiancata di neve e sfavillante di luminarie, risonante di canti e festeggiamenti per la celebrazione di Santa Lucia, il simbolo della luce.
Nella città del Natale comincia l’orrore.
L’assassino colpisce dovunque, anche durante la processione.
Le sue vittime hanno precise caratteristiche fisiche e vengono uccise sempre con lo stesso osceno e umiliante rituale.
Dove condurranno le indagini del commissario Laine e del suo aiutante Kalle?

L’orribile karma della formica

Kim Lange sa benissimo di essere un’arrivista disposta, per la carriera, a sacrificare tutto, marito e figlia compresi. D’altra parte, così facendo, è arrivata a condurre il più noto talk-show televisivo di Berlino ed è all’apice del successo. Ma il destino è sempre in agguato, ed ecco che un assurdo incidente pone fine alla sua vita. O no? Kim non si sta divertendo per niente: ha preso una gran botta in testa e le sembra di sprofondare in un immenso buco nero. Quando riemerge dal blackout, si sente strana, il suo corpo non è quello di sempre, ha una testa gigantesca… un addome assurdo… sei gambe… Orrore! È diventata una formica! La sua vita mal spesa deve essere espiata, e questa è la punizione. Per di più, con i suoi nuovi occhietti da insetto, finisce nel giardino della sua ex casa, dove assiste impotente alle manovre della ex migliore amica che gira attorno, smorfiosa, al suo ex marito. Ora, per la ex Kim, c’è un solo modo per correre ai ripari: rimontare al più presto nella scala delle reincarnazioni per tentare la difficile risalita da insetto a essere umano. Ma la strada purtroppo è lunga, e non c’è più molto tempo. Attraverso quante altre orribili forme animali dovrà passare? Molte: da porcellino d’India a verme, da scoiattolo a vitello, fino a rinascere in una docile cagnetta, e in ciascuna di queste reincarnazioni verrà messa alla prova per dimostrare che il suo sciagurato cattivo carattere è cambiato.

L’Orologio

Un orologio che si rompe dà l’avvio alla storia di tre giorni e tre notti nel dicembre del ’45, che cambia il destino dell’Italia. La fine del governo resistenziale di Ferruccio Parri, l’inizio della crisi dei partiti liberale e azionista, l’avvento al potere di Alcide De Gasperi e della Democrazia cristiana, e soprattutto Roma e l’Italia di allora: un complesso intreccio di avvenimenti politici e di condizioni umane raccontano con una tensione e un pathos che coinvolgono il lettore e rivelano la temperatura di una stagione traboccante di vitalità e nello stesso tempo vulnerabile di fronte a tutte le illusioni.
**

Gli orologi del diavolo. Infilato tra i narcos, tradito dallo Stato

Gennaio 2005. Gianfranco Franciosi, per tutti Gianni, ha venticinque anni e un talento innato come meccanico navale. A Bocca di Magra lo conoscono tutti, le sue giornate trascorrono tra casa, cantiere e il ristorante di famiglia dove passa per litigare con il padre. Un giorno riceve una strana visita: due clienti offrono un anticipo da cinquantamila euro in contanti per un gommone velocissimo, con doppio fondo ed equipaggiato con radar e GPS. Gianni si insospettisce, va alla polizia e accetta di aiutare gli investigatori a capirci di più. Sembra una cosa destinata a risolversi in fretta, invece Gianni scivola in un gioco più grande di lui e, con il passare dei mesi, diventa un agente infiltrato a tutti gli effetti. Inizia così la sua seconda vita: quattro anni di viaggi in Sudamerica per trasportare enormi quantità di cocaina, quattro anni di festini con i narcos e di riunioni di emergenza con la polizia, quattro anni di paura. Diventa fratello acquisito del boss spagnolo Aurelio e guadagna una collezione di Rolex (“uno per ogni affare che faremo insieme”) ma al tempo stesso perde tutto: l’amore della sua donna, la famiglia, il lavoro. Quando finalmente la polizia conclude il più grande sequestro di droga mai avvenuto in Europa, Gianni è pronto a riprendersi la sua vita, ma Aurelio sfugge all’arresto e vuole vendetta. È l’inizio di un incubo che continua ancora oggi: Gianni deve rinunciare alla sua identità e sparire nel nulla.

Oro veneziano (Veneziano Series Vol. 2)

Una nuova indagine per Marco Pisani, avogadore a Venezia.
1. È uno degli ultimi giorni di Carnevale quando suor Maria Angelica, monaca di clausura a Murano, viene trovata barbaramente uccisa nel suo appartamento segreto di Venezia. Mentre la città è in festa, tra balli in maschera nei palazzi e per i campi, spettacoli nei teatri e cortei notturni, l’avogadore Marco Pisani non tarda molto a scoprire che la religiosa aveva una doppia vita. Coadiuvato dall’amico avvocato Daniele Zen, dal segretario Jacopo Tiralli e dal medico e patologo Guido Valentini, Pisani pensa di aver individuato il colpevole. Tuttavia, invece della soluzione, dovrà fare i conti con altri due delitti efferati. Nulla sembra accomunare i tre crimini se non la sparizione di denaro e gioielli e la presenza di un medaglione d’oro contrassegnato da strani simboli. Come se ciò non bastasse, la fidanzata Chiara Renier, donna d’affari con doti di veggente, ha perso il suo Dono: nelle sue visioni le appaiono solo grottesche maschere di Pulcinella e un muro nero…
In una città che vive ormai sull’orlo della rovina, sfruttando la propria bellezza come una cortigiana, Pisani sembra avere imboccato un vicolo cieco. Saranno il caso e l’attenzione ai dettagli sua e del medico Valentini a metterlo infine sulla buona strada e a svelargli l’imprevedibile, complessa soluzione. Portandolo però a un passo dalla morte.
**
### Sinossi
Una nuova indagine per Marco Pisani, avogadore a Venezia.
1. È uno degli ultimi giorni di Carnevale quando suor Maria Angelica, monaca di clausura a Murano, viene trovata barbaramente uccisa nel suo appartamento segreto di Venezia. Mentre la città è in festa, tra balli in maschera nei palazzi e per i campi, spettacoli nei teatri e cortei notturni, l’avogadore Marco Pisani non tarda molto a scoprire che la religiosa aveva una doppia vita. Coadiuvato dall’amico avvocato Daniele Zen, dal segretario Jacopo Tiralli e dal medico e patologo Guido Valentini, Pisani pensa di aver individuato il colpevole. Tuttavia, invece della soluzione, dovrà fare i conti con altri due delitti efferati. Nulla sembra accomunare i tre crimini se non la sparizione di denaro e gioielli e la presenza di un medaglione d’oro contrassegnato da strani simboli. Come se ciò non bastasse, la fidanzata Chiara Renier, donna d’affari con doti di veggente, ha perso il suo Dono: nelle sue visioni le appaiono solo grottesche maschere di Pulcinella e un muro nero…
In una città che vive ormai sull’orlo della rovina, sfruttando la propria bellezza come una cortigiana, Pisani sembra avere imboccato un vicolo cieco. Saranno il caso e l’attenzione ai dettagli sua e del medico Valentini a metterlo infine sulla buona strada e a svelargli l’imprevedibile, complessa soluzione. Portandolo però a un passo dalla morte.
### L’autore
Giornalista e scrittrice, Maria Luisa Minarelli è nata a Bologna dove si è laureata in Storia. Ha collaborato con periodici come *Storia illustrata* e *Historia* e si è occupata di salute, bellezza e turismo. Nel 1989 ha scritto *Donne di denari* (Olivares), un saggio sull’imprenditorialità femminile attraverso i secoli, anche tradotto in Germania. Nel 1992 ha pubblicato *A tavola con la storia* (Sansoni), che mette a confronto la civiltà di vari tempi e paesi con le tradizioni gastronomiche. Nel 2008 è uscito il thriller *La donna dal quadrifoglio*.
Vive a Milano con il marito e spesso soggiorna a Venezia, città di cui è sempre stata innamorata e dove ha una casa. Le piace viaggiare e le sue passioni sono l’arte e l’antiquariato. È una divoratrice di libri che legge soprattutto di notte e non può vivere se non ha intorno i suoi gatti e molte piante, che coltiva personalmente.
Dopo *Scarlatto Veneziano* (Amazon Publishing, 2015), *Oro Veneziano* è il secondo romanzo della fortunata serie con protagonista l’avogadore Marco Pisani.

L’oro dell’Inca

1532: l’ultimo grande re degli Inca, Huascar, nasconde il suo favoloso tesoro nelle viscere della terra per sottrarlo alla furia dei conquistadores spagnoli. 1578: Sir Francis Drake scopre un misterioso oggetto fatto di cordicelle intrecciate, un quipu, che racchiude il segreto per raggiungere il tesoro di Huascar. Un terribile maremoto inghiotte la nave che trasporta il prezioso reperto. 1998: durante un’operazione di salvataggio nella foresta amazzonica, Dirk Pitt ritrova per caso il quipu. Ma sulla sua strada verso il tesoro incontra una spietata organizzazione criminale e un inquietante demone di pietra.
**

Oro blu

La NUMA, l’organizzazione che indaga su misteri e complotti riguardanti il mondo marino, non può ignorare le preoccupanti notizie su una multinazionale che sta cercando di impadronirsi delle riserve idriche del mondo intero. L’oro blu, appunto, un bene il cui esaurimento rischia di pregiudicare la sopravvivenza del pianeta. Per ottenerne il controllo c’è chi è pronto a corrompere, minacciare e uccidere. L’indagine, nella quale vengono coinvolti Kurt Austin e il suo braccio destro Joe Zavala, segue una doppia pista che affianca sparatorie e inseguimenti urbani al recupero nella giungla del Venezuela di una misteriosa “dea bianca”, l’unica che conosce il segreto per dominare l’oro blu.
**

L’orma del califfo

Peter Stride, comandante operativo dell’Atlas, un’organizzazione antiterroristica anglo-americana, riesce a penetrare nel Jumbo dirottato su Johannesburg da quattro giovani terroristi. Essi hanno chiesto al governo sudafricano la liberazione dei prigionieri politici e un’ingente quantità di denaro, e per ottenerli hanno già ucciso alcuni passeggeri. Quando Stride li affronta, sente pronunciare per la prima volta un nome che, al momento, non comprende neppure, ma che di lì a poco comincerà a condizionare tutta la sua esistenza. Anche quando Magda Altmann, la bellissima donna dal misterioso passato, incontra i rapitori del marito per consegnare la cifra richiesta per il riscatto, capta quello stesso nome udito da Stride. Ma per il barone Altmann non vi è già più nulla da fare. Magda e Peter uniscono allora le loro forze per iniziare una caccia senza tregua al misterioso personaggio che sembra reggere le fila del terrorismo internazionale. L’incontro dei due segna l’inizio di un’appassionata storia d’amore e di un susseguirsi di colpi di scena che porteranno di volta in volta Magda e Peter alla convinzione di aver scoperto l’identità del «Califfo» e alla conseguente, immediata, disillusione. Chi si cela dietro quel nome? Una singola persona, un gruppo di uomini, un governo? Quale mente umana può concepire piani così diabolici, seminare morte e terrore per raggiungere effetti che vanno apparentemente a beneficio dell’intera unamità? Dalle Seychelles al Sudafrica, dalla Francia all’Inghilterra e all’Irlanda, dai mari della Polinesia alla valle del Giordano, sempre e dovunque l’ombra della mano tentacolare del «Califfo» incombe sui personaggi, li arma l’uno contro l’altro, li fa dubitare di tutto e di tutti, anche di loro stessi. Una narrazione mantenuta magistralmente a un livello eccezionale di tensione emotiva: una «lettura» avvincente dei complessi intrighi di certa attualità i cui incredibili risvolti vengono resi, in questo libro, paradossalmente meno fantascientifici.ENTRA A FAR PARTE DEL CLUB DEI LETTORI DI WILBUR SMITH SU: WWW.WILBURSMITH.ITCURIOSITÀ, ANTEPRIME, GADGET E CONTENUTI GRATUITI IN ESCLUSIVA

L’orlo del baratro

Atlanta, 1974. Kate Murphy ricorderà a lungo il suo primo giorno di lavoro al dipartimento di polizia. Un efferato serial killer che sta mietendo vittime tra gli uomini delle forze dell’ordine ha commesso l’ennesimo omicidio. La polizia è assetata di vendetta, la città è sull’orlo della guerriglia urbana. Kate, intenzionata a lasciarsi alle spalle un passato difficile e tormentato, sa che non sarà facile guadagnarsi la fiducia dell’ambiente maschilista e conservatore del dipartimento. Né può aspettarsi che la sua partner, l’agente Maggie Lawson, si dimostri ben disposta nei suoi confronti. Come lei, Maggie è una donna indurita dalla vita, che vede il proprio lavoro come un’occasione di riscatto. Ma quando entrambe vengono escluse dalle indagini sul serial killer, il desiderio di rivalsa che le accomuna le spinge ad avventurarsi nel cuore oscuro della città sulle tracce dell’assassino. La rabbia, il dolore e l’orgoglio daranno loro la forza di andare avanti, e saranno disposte a giocarsi il tutto per tutto pur di assicurare il killer alla giustizia.Acuto, audace, a tratti doloroso, L’orlo del baratro è il romanzo più potente di Karin Slaughter.“Il primo thriller stand-alone di Karin Slaughter è un capolavoro.” RT Book Reviews“Una mirabile descrizione del razzismo, dell’omofobia e della misoginia della cultura poliziesca anni Settanta. Uno dei migliori romanzi di Karin Slaughter.” Booklist “Con L’orlo del baratro Karin Slaughter si conferma tra i migliori autori americani.” The Huffington Post “Intenso, avvincente, suggestivo.” Associated Press“Personaggi femminili indimenticabili e una sorprendente ricostruzione storica dell’Atlanta degli anni Settanta. L’orlo del baratro è una delle letture più intense degli ultimi tempi.” Kathryn Stockett

L’orizzonte non ha limiti

Le storie d’amore più belle sono quelle che arrivano inaspettate. Mi sono innamorata della mia guardia del corpo. La verità raggiunge la principessa Chantal Marie come un lampo improvviso, piacevole e doloroso allo stesso tempo. Perché la sua “sban¬data” per Demetrius, uomo di raro fascino e profonda umanità, non potrà mai approdare da nessuna parte. O almeno, così Chantal crede. Costretta da sempre a vivere in una gabbia dorata a causa della sua posizione sociale, quando Demetrius la “rapisce” e la porta sulla sua isola privata, prova una serenità mai sperimentata prima; seguita da una gioia smisurata, appena si accorge che l’uomo incaricato di proteggerla molto presto diventerà…
**
### Sinossi
Le storie d’amore più belle sono quelle che arrivano inaspettate. Mi sono innamorata della mia guardia del corpo. La verità raggiunge la principessa Chantal Marie come un lampo improvviso, piacevole e doloroso allo stesso tempo. Perché la sua “sban¬data” per Demetrius, uomo di raro fascino e profonda umanità, non potrà mai approdare da nessuna parte. O almeno, così Chantal crede. Costretta da sempre a vivere in una gabbia dorata a causa della sua posizione sociale, quando Demetrius la “rapisce” e la porta sulla sua isola privata, prova una serenità mai sperimentata prima; seguita da una gioia smisurata, appena si accorge che l’uomo incaricato di proteggerla molto presto diventerà…

Orizzonte Giappone. Viaggio fra cultura, cucina e natura di un paese all’apparenza incomprensibile

Dalla folla di Tokyo agli orsi dell’estremo nord, dalle giungle delle isole tropicali ai ciliegi in fiore di Kyoto, per arrivare fino al grande vuoto lasciato dal devastante tsunami del 2011 e dal disastro nucleare di Fukushima. Patrick Colgan, giornalista e viaggiatore, si immerge nella cultura, nella natura e nella gastronomia giapponesi per raccontare la scoperta di un mondo all’apparenza incomprensibile. Un Paese, il Giappone, dove sentirsi un po’ persi può essere emozionante e nessun viaggio può mai dirsi davvero finito.
**

Orizzonte Giappone: Viaggio fra cultura, cucina e natura di un paese all’apparenza incomprensibile (Guide d’autore)

Dalla folla di Tokyo agli orsi dell’estremo nord, dalle giungle delle isole tropicali ai ciliegi in fiore di Kyoto, per arrivare fino al grande vuoto lasciato dal devastante tsunami del 2011 e dal disastro nucleare di Fukushima. Patrick Colgan, giornalista e viaggiatore, si immerge nella cultura, nella natura e nella gastronomia giapponesi per raccontare la scoperta di un mondo all’apparenza incomprensibile.
Un Paese, il Giappone, dove sentirsi un po’ persi può essere emozionante e nessun viaggio può mai dirsi davvero finito.
* * *
«Non capita spesso di trovare qualcuno in grado di illustrare un mondo così diverso dal nostro in maniera così semplice e vivida. Patrick ci è riuscito.» – Trippando
«Patrick trasmette ai lettori del suo libro la leggerezza dell’andare e di quanto possa essere coinvolgente “smarrirsi” in una terra straniera per poi farsi accogliere» – Moroboshi Japan style blog
«È il risultato di 6 viaggi, tra avventure e disavventure, ma soprattutto è il prodotto di un vero e grande amore per quella terra.» – Libri di viaggio
«È un libro onesto e sincero» – Trip or Treat?
**
### Sinossi
Dalla folla di Tokyo agli orsi dell’estremo nord, dalle giungle delle isole tropicali ai ciliegi in fiore di Kyoto, per arrivare fino al grande vuoto lasciato dal devastante tsunami del 2011 e dal disastro nucleare di Fukushima. Patrick Colgan, giornalista e viaggiatore, si immerge nella cultura, nella natura e nella gastronomia giapponesi per raccontare la scoperta di un mondo all’apparenza incomprensibile.
Un Paese, il Giappone, dove sentirsi un po’ persi può essere emozionante e nessun viaggio può mai dirsi davvero finito.
* * *
«Non capita spesso di trovare qualcuno in grado di illustrare un mondo così diverso dal nostro in maniera così semplice e vivida. Patrick ci è riuscito.» – Trippando
«Patrick trasmette ai lettori del suo libro la leggerezza dell’andare e di quanto possa essere coinvolgente “smarrirsi” in una terra straniera per poi farsi accogliere» – Moroboshi Japan style blog
«È il risultato di 6 viaggi, tra avventure e disavventure, ma soprattutto è il prodotto di un vero e grande amore per quella terra.» – Libri di viaggio
«È un libro onesto e sincero» – Trip or Treat?
### L’autore
Patrick Colgan è nato nel 1978 a Bologna, da padre inglese e madre italiana. Ha cominciato a viaggiare una quindicina di anni fa con un biglietto interrail e da allora non si è più fermato. È stato in più di trenta Paesi e in quattro continenti ma ama tornare sui suoi passi, in particolare in Giappone. Quando non è in giro per il mondo fa il giornalista al “Resto del Carlino”. Il suo blog è Orizzonti.

Origine dell’ibrido

Mary Vaughan e Ponter Boddit, due scienziati che vogliono avere un figlio. C’è un ostacolo, però: lei appartiene alla specie Homo sapiens ed è nata nel nostro universo, lui è un Neanderthal evoluto e rappresenta la specie dominante di un mondo parallelo. La tecnologia per superare il gap biologico esiste: è nelle mani di uno scienziato Neanderthal che vive nelle solitudini del suo mondo. Il problema, tuttavia, non è come raggiungerlo, ma come superare la violenza e il razzismo di un pianeta pieno d’odio. Il nostro. In appendice al volume il racconto Korolev di Paolo Aresi Copertina di Franco Brambilla

L’orecchio di Malco

Una donna in stato confusionale viene trovata nuda in un parco. La signora per fortuna sta bene, ma non ricorda assolutamente nulla di cosa sia successo la sera prima, né ha idea del perché si trovi lì, per di più senza vestiti. È solo il primo di una serie di episodi bizzarri. Incaricati subito di seguire le indagini, nel giro di poco Van In e il suo inseparabile braccio destro Versavel si ritrovano sulle tracce di una setta di fanatici cattolici. Ben introdotti negli ambienti della finanza e della politica, hanno un piano ambizioso: sopprimere le tentazioni sessuali, azzerare le disuguaglianze economiche, eliminare la corruzione nel mondo e instaurare una teocrazia basata sul sacrificio. Costi quel che costi. Quando, molto presto, gli episodi bizzarri si trasformano in una serie di avvenimenti sempre più drammatici e cruenti, comincia un’escalation di terrore e violenza che si propaga da Bruges in tutto il paese con un’ampia eco mediatica. La situazione sembra senza via d’uscita quando la stessa Hannelore, sua moglie, giudice istruttore, viene rapita dai membri della setta. L’equilibrio e le capacità dell’ispettore Van In e dell’amico Versavel questa volta verranno messi davvero a dura prova.
Tra richiami biblici, rituali inquietanti, atmosfere cupe e ricordi dolorosi, il commissario più amato del Belgio ritorna in questa nuova indagine mozzafiato, appassionante e tristemente attuale.
«Con le avventure del suo commissario, Aspe si è da tempo conquistato una meritata fama internazionale. Era ora che lo si scoprisse anche in Italia».
«la Repubblica»
«È un po’ Maigret, un po’ Poirot e ha più di qualcosa in comune col tenente Colombo».
«Il Messaggero»
«La capacità di osservazione di Van In, insieme al suo sguardo profondo sulla vecchia e suggestiva Bruges, non hanno prezzo».
«New York Times»
«Il Simenon fiammingo».
«Le Figaro»
**
### Sinossi
Una donna in stato confusionale viene trovata nuda in un parco. La signora per fortuna sta bene, ma non ricorda assolutamente nulla di cosa sia successo la sera prima, né ha idea del perché si trovi lì, per di più senza vestiti. È solo il primo di una serie di episodi bizzarri. Incaricati subito di seguire le indagini, nel giro di poco Van In e il suo inseparabile braccio destro Versavel si ritrovano sulle tracce di una setta di fanatici cattolici. Ben introdotti negli ambienti della finanza e della politica, hanno un piano ambizioso: sopprimere le tentazioni sessuali, azzerare le disuguaglianze economiche, eliminare la corruzione nel mondo e instaurare una teocrazia basata sul sacrificio. Costi quel che costi. Quando, molto presto, gli episodi bizzarri si trasformano in una serie di avvenimenti sempre più drammatici e cruenti, comincia un’escalation di terrore e violenza che si propaga da Bruges in tutto il paese con un’ampia eco mediatica. La situazione sembra senza via d’uscita quando la stessa Hannelore, sua moglie, giudice istruttore, viene rapita dai membri della setta. L’equilibrio e le capacità dell’ispettore Van In e dell’amico Versavel questa volta verranno messi davvero a dura prova.
Tra richiami biblici, rituali inquietanti, atmosfere cupe e ricordi dolorosi, il commissario più amato del Belgio ritorna in questa nuova indagine mozzafiato, appassionante e tristemente attuale.
«Con le avventure del suo commissario, Aspe si è da tempo conquistato una meritata fama internazionale. Era ora che lo si scoprisse anche in Italia».
«la Repubblica»
«È un po’ Maigret, un po’ Poirot e ha più di qualcosa in comune col tenente Colombo».
«Il Messaggero»
«La capacità di osservazione di Van In, insieme al suo sguardo profondo sulla vecchia e suggestiva Bruges, non hanno prezzo».
«New York Times»
«Il Simenon fiammingo».
«Le Figaro»

Le ore invisibili

Il viaggio di Holly Sykes comincia a Gravesend nel 1984, in pieno thatcherismo, quando lei ha quindici anni, strane visioni notturne, una madre insopportabile e un ragazzo che pochissimi definirebbero bravo. E finisce, più o meno, sessant’anni dopo, quando Holly si trova sulla costa atlantica dell’Irlanda, insieme alla nipotina, sull’orlo della catastrofe climatica, ancora una volta messa di fronte a un decisione epocale contro forze ultraterrene. Nel frattempo, la vita di Holly si dipana tra i luoghi più diversi e i personaggi più inaspettati, attraversando un conflitto invisibile nel quale potrebbe essere l’arma decisiva. Nell’arco di sei decenni e fino all’ultimo respiro Holly dovrà trovare la forza di sopravvivere e salvare chi ama, muovendosi sempre in quel precario, misterioso, fuggevole e struggente equilibrio tra volontà e caos, tra devozione e disperazione, tra amore e distruzione, che è la vita umana.
**