29521–29536 di 68366 risultati

Il senso di Smilla per la neve

Per la polizia non ci sono dubbi: è stato un incidente. Il piccolo Esajas correva sul tetto innevato quando è caduto, precipitando nel vuoto. Ma Smilla non è convinta: lei viene dalla Groenlandia, la neve la conosce bene, e ora quelle impronte le dicono chiaramente che non si è trattato di un incidente… Mentre Copenaghen si prepara a celebrare il Natale, Smilla inizia a indagare, trovandosi pericolosamente a confronto con una serie di inquietanti personaggi, coinvolta in un’indagine destinata a portarla lontano, in viaggio su una nave la cui meta misteriosa è un punto deserto della calotta polare. Perché là, fra quei ghiacci che conosce, teme e rispetta, è nascosta la verità che Smilla cerca. La verità che forse, inconsciamente, ha sempre saputo…

Il senso della frase

Nel romanzo il protagonista si occupa esclusivamente delle sue ossessioni, delle fobie degli amici/alter ego che gli fanno da coro tragico (o comico). Nell’occasione il problema è quello di ritrovare una donna scomparsa. Il giovane si mette sulle sue tracce, spostandosi a caso in una Milano labirintica in cui si riflettono i miti e gli incubi degli anni ottanta. Lazzaro continua a imbattersi in se stesso e nei suoi fantasmi: perditempo assortiti, consulenti psichiatriche, ninfomani, bugiarde patologiche, squadre di assassini su pattini a rotelle, babbi natali omicidi, specchi deformanti di un’unica realtà: la sua.

Senso

“Forte, bello, perverso, vile, mi piacque”. Con queste parole la contessa Livia Serpieri qualifica la natura della sua morbosa passione per il tenente Ruz. Ha inizio una travolgente vicenda sentimentale, che farà vivere alla protagonista di questo racconto l’adulterio, ma anche una cocentissima delusione e la più spietata delle vendette. Con Senso, Boito ci offre la chiave d’accesso a una stanza tormentata dal desiderio bruciante e da un’appassionata torbidezza. Un cuore femminile ricco di frenetici entusiasmi e splendida abiezione, disegnato attraverso una prosa, che, per converso, spicca per la sua limpida eleganza. A questo racconto Luchino Visconti si ispirò per l’omonimo film del 1954 con Alida Valli nella parte della contessa Serpieri.

La sensitiva

Immaginate di essere il testimone segreto di un sadico assassinio: soltanto la vittima si è accorta della vostra presenza sulla scena e voi siete troppo spaventati per rispondere alle sue mute implorazioni d’aiuto. È questo il dilemma di Kasey Riteman. Kasey ha lasciato l’impiego per sfuggire alle molestie sessuali del suo odioso principale e, per sfogare la rabbia, guida senza meta nella campagna notturna, ripetendosi che è ora di mettere ordine nella sua vita. Ma la sua vecchia Honda si ferma improvvisamente in una strada campestre. Vagando in cerca di aiuto, Kasey si trova casualmente ad assistere al barbaro assassinio di una donna che fa parte del bel mondo di Nashville.

I sensi incantati

Caduto in una profonda fase di depressione, l’autore viene miracolosamente risvegliato alla vita dall’influenza di Miriam, una sensitiva in grado di incantare i sensi dell’uomo, restituendogli la voglia di vivere grazie agli slanci di una potente sensualità. Una vicenda “magica”, realmente vissuta in prima persona dallo scrittore, narrata in un libro di grande suggestione.

Sempre caro

Nuoro, fine Ottocento. Bustianu Satta, al secolo Sebastiano Satta (1867-1914), un giovane avvocato e poeta, accetta di difendere Zenobi Sanna, un pastore accusato di furto di bestiame. Il giovane, inspiegabilmente, non solo si è dato alla latitanza ma pare voglia distruggere le possibili prove a suo favore complicando la vicenda che inizialmente appare di facile soluzione. In una narrazione a tre voci, “con una sapiente, calcolatissima commistione tra lingua e dialetto”, come scrive Andrea Camilleri nella sua Prefazione, Fois immerge il lettore in una oscura e delittuosa storia che costringerà l’avvocato, tra reticenze, patrimoni contesi, lettere e fotografie misteriose, a improvvisarsi investigatore per risolvere il caso. “Dice che l’avevano visto pensieroso, come sempre quando aveva una causa difficile. Che tutto si poteva dire di lui, ma non che non prendesse sul serio il suo lavoro”.

Semplicemente Perfetta

Thomas Bailey aveva tutto: soldi, macchine, donne e potere. Oggi ha solo sé stesso. Solo la sua voglia di ricominciare e dimostrare al mondo e soprattutto a suo padre, quello che vale. Il suo unico scopo nella vita è ormai quello di riconquistare la sua fiducia. Ma un giorno qualunque la sua buia, desolata e inutile esistenza, viene sconvolta dall’arrivo di Martina, una ragazza che prima d’ora non avrebbe destato in lui il minimo interesse, ma che mai come adesso scopre essere l’unica in grado di salvarlo.

Seminario sulla gioventù

Tutto è diverso da quello che sembra. E se l’amore negato, l’ingiustizia che accende una rabbia cocente, “tutto il dolore che abbiamo creduto di soffrire da giovani” diventano i semi di una storia da far fiorire a fuoco nella mente degli altri, l’esistenza può perfino rivelarsi un inaudito viaggio dentro e fuori dal labirinto in cui scalpita, smascherato, il minotauro dei falsi sentimenti. Qual è la verità che Arlette, Suzanne e Geneviève cercano di nascondere al giovane protagonista di questo Seminario? Quale ruolo sociale potrà ingabbiarlo mai, se fino dall’infanzia Barbino si ribella a ogni convenzione e tradisce soltanto per garantire una sincerità profonda? Luminoso e ustorio, questo è stato il primo romanzo di Aldo Busi ed è già diventato un punto di riferimento per i giovani dei molti paesi in cui è stato tradotto: un classico della letteratura più elegante, quella che sa parlare con il ritmo e il respiro della vita.

Il seme della colpa

Il dottor Laurent Scheller credeva nel suo lavoro, aveva a cuore i suoi pazienti e amava profondamente sua moglie. Una vita fa. Ora è uno scrittore di best seller e un’acclamata star televisiva. La vita di tredici anni prima è un ricordo che il successo ha soffiato via. Finché una notte, al telefono, una donna, la voce rotta dal pianto, chiede il suo aiuto. Il suo vecchio amico Thierry Salvaing è finito in prigione con l’accusa di aver ucciso una paziente. Ma il Thierry che ricorda lui è un puro, forse anche troppo ingenuo, che del mondo ha ritagliato solo lo spazio di un piccolo nido per sé e la sua famiglia. L’uomo che lo accusa è invece un arrogante barone della medicina, un intoccabile ipocrita le cui molestie sui pazienti e sui sottoposti sembrano essere al di sopra della legge. Per un divo della tv sembra così facile commuovere il pubblico, lottare per Thierry, ribaltare l’esito scontato di un processo in un trionfo che vada contro ogni previsione e aspettativa possibili. Ma la ricerca della verità, il faccia a faccia con gli affetti a cui ha rinunciato, porterà Laurent sotto i riflettori di un’intera nazione, dove la troppa luce non risparmia in nessuno i germi del male. E ciò che emergerà non farà piacere a molte persone, a cominciare da Laurent.

Il seme del male

Cimitero di Grantchester, Cambridge. La tomba, diversa da tutte le altre ricoperte di fiori, è avvolta dall’edera e dalle erbacce e a stento si legge il nome sulla lastra. E quello di una donna: Rosemary Virginia Ashley. Alice Farrell, giovane pittrice in cerca di ispirazione, non sa perché è finita davanti a questa lapide. Non conosce quella donna, sa solo che la lapide la mette profondamente a disagio. Una sensazione strana, simile a quella che prova quando conosce Ginny, la nuova fidanzata del suo ex, Joe. Forse si tratta solo di gelosia. Eppure c’è qualcosa di oscuro in quella ragazza dalla bellezza eterea, con i capelli rossi e una passione per i quadri preraffaelliti che ritraggono donne uguali a lei. Cosa si nasconde dietro quegli occhi enigmatici e inquieti? E perché Ginny ogni notte fa visita alla tomba di Rosemary, seppellita cinquant’anni prima, ma lungi dall’essere dimenticata? La risposta forse è in un vecchio diario. Ma ormai passato e presente sono una cosa sola e Alice deve riuscire a distinguere tra sogno e follia, bugia e finzione. Perché ora quella che era solo una sensazione sta per trasformarsi in un’orribile realtà. Una realtà di orrore e morte, passioni oscure, sangue e vendetta.

Selvaggio

“Non hai idea di cosa tu abbia realmente bisogno, fino a quando non sbatti la faccia contro quel qualcosa…”
Isabelle, medico di pronto soccorso, viene improvvisamente catapultata in Australia alla ricerca del padre rapito da un’organizzazione misteriosa. Nella selvaggia foresta di Daintree incontra Alec, un uomo che vive ai margini della civiltà, con le proprie personali regole e che ha scelto la solitudine come compagna di vita.
Alec instaurerà con Isabelle un rapporto conflittuale e turbolento ma pieno di tensione sessuale, la proteggerà dalle insidie dei rapitori e fra i due finirà per nascere una tormentata e urgente passione.
” … Ingollai l’acqua avida mentre pensavo a come approcciare. Stavo subendo il suo controllo, il dominio del suo corpo, l’influenza di tutto il testosterone che quell’uomo così poco civilizzato emanava. C’era qualcosa di primitivo in lui, di primordiale e affascinante. I suoi occhi mi squadravano senza alcuna pietà o alcun filtro. Stava vagliando la merce. Di nuovo. Vidi lo sguardo soffermarsi sui miei seni e poi sui fianchi, all’altezza delle pelvi. Anche se coperta dagli indumenti, mi sembrava che mi stesse guardando come se fossi completamente nuda. Ciò che io poco prima avevo fatto con lui, adesso lui lo stava facendo con me…”
Lettura riservata a un pubblico adulto.
Della stessa autrice:
Rock Miller (2014)
Vincent Mills (2015)
Leo Morris (2015)
Il Re dei Lupi (2015)
Un uomo pericoloso (2015)
Un’offerta che non potrai rifiutare (2016)
Andrew (2016)
Vincent Mills – Missione recupero (2016)
My Obsession (2017)
Solo Mia (2017)
Mandala Bay (2017)
Sun (2017)
Lex (2017)
**
### Sinossi
“Non hai idea di cosa tu abbia realmente bisogno, fino a quando non sbatti la faccia contro quel qualcosa…”
Isabelle, medico di pronto soccorso, viene improvvisamente catapultata in Australia alla ricerca del padre rapito da un’organizzazione misteriosa. Nella selvaggia foresta di Daintree incontra Alec, un uomo che vive ai margini della civiltà, con le proprie personali regole e che ha scelto la solitudine come compagna di vita.
Alec instaurerà con Isabelle un rapporto conflittuale e turbolento ma pieno di tensione sessuale, la proteggerà dalle insidie dei rapitori e fra i due finirà per nascere una tormentata e urgente passione.
” … Ingollai l’acqua avida mentre pensavo a come approcciare. Stavo subendo il suo controllo, il dominio del suo corpo, l’influenza di tutto il testosterone che quell’uomo così poco civilizzato emanava. C’era qualcosa di primitivo in lui, di primordiale e affascinante. I suoi occhi mi squadravano senza alcuna pietà o alcun filtro. Stava vagliando la merce. Di nuovo. Vidi lo sguardo soffermarsi sui miei seni e poi sui fianchi, all’altezza delle pelvi. Anche se coperta dagli indumenti, mi sembrava che mi stesse guardando come se fossi completamente nuda. Ciò che io poco prima avevo fatto con lui, adesso lui lo stava facendo con me…”
Lettura riservata a un pubblico adulto.
Della stessa autrice:
Rock Miller (2014)
Vincent Mills (2015)
Leo Morris (2015)
Il Re dei Lupi (2015)
Un uomo pericoloso (2015)
Un’offerta che non potrai rifiutare (2016)
Andrew (2016)
Vincent Mills – Missione recupero (2016)
My Obsession (2017)
Solo Mia (2017)
Mandala Bay (2017)
Sun (2017)
Lex (2017)

Sei una bestia, Viskovitz

Una lumaca con due sessi, un pappagallo che parla d’amore, un ghiro che fa sogni erotici, un cane antidroga buddista, un microbo con un complesso d’inferiorità, un leone innamorato di una gazzella, un camaleonte alla ricerca di se stesso, uno squalo, un verme, uno scarafaggio… Viskovitz è ognuna di queste bestie e molte altre ancora, alle prese con le loro bizzarrie, nevrosi, vanità. Ma è la condizione umana, in tutta la sua dignità e scostumatezza, a essere rappresentata attraverso queste favole ironiche che spaziano dalla gag comica al western, dall’apologo al thriller.
**

Le sei pietre sacre

**THE END OF THE WORLD IS HERE** Unlocking the secret of the Seven Ancient Wonders was only the beginning… After their thrilling exploits in Matthew Reilly’s rampaging New York Times bestseller, *7 Deadly Wonders*, supersoldier Jack West Jr. and his loyal team of adventurers are back, and now they face an all-but-impossible challenge. A mysterious ceremony in an unknown location has unraveled their work and triggered a catastrophic countdown that will climax in no less than the end of all life on Earth. But there is one last hope. If Jack and his team can find and rebuild a legendary ancient device known only as the “Machine,” they might be able to ward off the coming armageddon. The only clues to locating this Machine, however, are held within the fabled Six Sacred Stones, long lost in the fog of history. And so the hunt begins for the Six Sacred Stones and the all-important knowledge they possess, but in the course of this wild adventure Jack and his team will discover that they are not the only ones seeking the Stones and that there might just be other players out there who don’t want to see the world saved at all. From Stonehenge in England to the deserts of Egypt to the spectacular Three Gorges region of China, *The 6 Sacred Stones* will take you on a nonstop roller-coaster ride through ancient history, modern military hardware, and some of the fastest and most mind-blowing action you will ever read.

Sei pezzi facili

Queste sono le prime lezioni di Feynman – saranno seguite da “Sei pezzi meno facili” – e partono da zero. Si dice di cos’è fatta la materia, atomi in moto, che sotto la materia c’è dell’altro, il mondo quantistico e i suoi paradossi. L’autore riesce a dare il senso dell’evolversi della fisica nel secolo appena trascorso, mettendone in luce il legame con le altre scienze. Ad ogni lettura cade una buccia della magica cipolla e si apre un nuovo affascinante scenario.

Sei pezzi da mille

“Sei pezzi da mille” inizia dove “American tabloid” finisce: dall’attentato a Kennedy e dal complotto per insabbiarlo. James Ellroy allaccia così il suo racconto ai grandi eventi di quegli anni, e i suoi personaggi, sbirri, assassini, malviventi e provocatori, si mescolano ai protagonisti e alle vicende di quegli anni: da Martin Luther King ai fratelli Kennedy, dalle tensioni con Cuba al Vietnam, i fili della storia vera e inventata si intersecano in un solo “incubo americano”.
**

Sei passeggiate nei boschi narrativi: Harvard University, Norton Lectures, 1992-1993

I sei interventi tenuti da Eco nel 1992-93 in occasione delle Norton Lectures – che si svolgono ogni anno alla Harvard University – hanno una leggerezza affabulatoria insolita alla teoria. Questo dipende senza dubbio dal fatto che Eco sapeva di rivolgersi a un pubblico vasto e vario, ma in questa particolare scelta espressiva possiamo forse cogliere anche la sua volontà di affrontare la riflessione sulla narratività partendo proprio dall’esperienza del lettore. Svariando da Omero a Spillane, da Cappuccetto Rosso a Nerval, Eco indaga aspettative e modalità con cui leggiamo i romanzi, procedendo in modo errabondo, come una serie di passeggiate appunto. Ma passeggiare per i boschi romanzeschi espone a sconcertanti scoperte: c’è davvero qualcosa in comune tra Manzoni e Agatha Christie, tra Molly Bloom e Milady? Soprattutto ciò che Eco ci mostra è quanto il romanzo – non a caso definito “il fratello carnale della Storia” – si intrecci con la vita e la vita con il romanzo.