273–288 di 72034 risultati

Cibo

**Non riesco a sopportare quelli che non prendono seriamente il cibo, diceva Oscar Wilde.** Oggi è diventato una delle principali occupazioni, ossessioni, manie; la cucina insieme all’ordalia igienista di ciò che fa bene o fa male sono le ronzanti colonne sonore delle nostre giornate. Prendere sul serio il cibo, però, è altra questione. Di certo, senza tanto proporselo, lo fanno Elena, la donna che si racconta in questo libro, e Daniela, la massaggiatrice alla quale si rivolge per impegnarsi a fondo in una dieta dimagrante e rimodellare il proprio corpo. Perché quello che condividono durante le loro sedute è qualcosa di profondo. A ogni piatto che nominano, a ogni ricetta o tradizione rievocata, riaffiorano un ricordo, un’amicizia, un amore, un rito di famiglia, una ferita. Le creme di piselli e i krapfen delle feste di Ulrike, anoressica per desiderio di perfezione, nella Monaco dell’infanzia e dell’adolescenza di Elena; i praghesi gnocchi di pane alla prugna di Ružena, obesa per allontanare l’incubo dei carri armati sovietici e il dolore dell’esilio; i *gattò* di Teresa, che rivendica cucinando la sua identità; i pranzi domenicali della nonna veneta e contadina di Daniela; fino alle aringhe salate che risvegliano in Elena la memoria dei *kiddush* del sabato nella sua famiglia ebraica, e soprattutto del padre scomparso troppo presto. Alla fine di un romanzo che mescola e unisce, come fa il cibo, individui e culture, **Helena Janeczek** si riserva ancora lo spazio di una riflessione su una tragedia dei nostri anni, il crollo delle Twin Towers, attraverso le storie dei cuochi che nelle torri lavoravano.

Chiodo fisso: Le indagini del commissario Berté

**NOME** : Gigi
**COGNOME** : Berté
**CAPIGLIATURA** : già brizzolata
**TAGLIA** : (troppo) large
**PENSIERO** : sottile
**INTELLIGENZA** : spessa
**PIANTA PREFERITA** : paulonia
**PUNTUALITÀ** : lombarda
**GELOSIA** : calabra
**VIZIO CHE NON HA PIÙ** : fumo
**VIZIO CHE HA SEMPRE** : mangiare molto
**INSOFFERENZA 1** : locali affollati
**INSOFFERENZA 2** : andare per negozi
**STILE** (secondo la Patty): antiquato
**STILE** (secondo la Marzia): classico C’è chi durante le vacanze di Natale va in montagna (la maggioranza), chi va al mare (pochi) e chi emigra verso paradisi esotici (i fortunati). Il vicequestore aggiunto Gigi Berté, invece, non sembra volersi identificare con nessuno di questi. Trasferito per ragioni disciplinari da Milano a Lungariva, in Liguria, ha deciso di tornare nella sua metropoli per capire se gli manca davvero. E se si aspettava una sorta di felliniano Amarcord, non immaginava certo di trovarsi catapultato nella Milano della sua giovinezza a causa di un omicidio. Appena arrivato, infatti, Berté incappa nel cadavere di un vecchio amico, uno dei ragazzi delle panchine di piazza Stuparich, con i quali aveva condiviso anni di scuola, di amori, di chiacchierate, di sogni…
E benché ufficialmente in vacanza, il commissario non può restare con le mani in mano. Contatta i suoi amici di un tempo e, indagando, si accorge di quante cose possono cambiare in un quarto di secolo. E di quante, invece, resistono inalterate: passioni, ossessioni, proprio quelle da cui Berté prende spunto per i suoi racconti. Perché fanno parte dell’animo umano. Di quello delle vittime e di quello dei colpevoli. Nei libri come nella realtà. **
### Sinossi
**NOME** : Gigi
**COGNOME** : Berté
**CAPIGLIATURA** : già brizzolata
**TAGLIA** : (troppo) large
**PENSIERO** : sottile
**INTELLIGENZA** : spessa
**PIANTA PREFERITA** : paulonia
**PUNTUALITÀ** : lombarda
**GELOSIA** : calabra
**VIZIO CHE NON HA PIÙ** : fumo
**VIZIO CHE HA SEMPRE** : mangiare molto
**INSOFFERENZA 1** : locali affollati
**INSOFFERENZA 2** : andare per negozi
**STILE** (secondo la Patty): antiquato
**STILE** (secondo la Marzia): classico C’è chi durante le vacanze di Natale va in montagna (la maggioranza), chi va al mare (pochi) e chi emigra verso paradisi esotici (i fortunati). Il vicequestore aggiunto Gigi Berté, invece, non sembra volersi identificare con nessuno di questi. Trasferito per ragioni disciplinari da Milano a Lungariva, in Liguria, ha deciso di tornare nella sua metropoli per capire se gli manca davvero. E se si aspettava una sorta di felliniano Amarcord, non immaginava certo di trovarsi catapultato nella Milano della sua giovinezza a causa di un omicidio. Appena arrivato, infatti, Berté incappa nel cadavere di un vecchio amico, uno dei ragazzi delle panchine di piazza Stuparich, con i quali aveva condiviso anni di scuola, di amori, di chiacchierate, di sogni…
E benché ufficialmente in vacanza, il commissario non può restare con le mani in mano. Contatta i suoi amici di un tempo e, indagando, si accorge di quante cose possono cambiare in un quarto di secolo. E di quante, invece, resistono inalterate: passioni, ossessioni, proprio quelle da cui Berté prende spunto per i suoi racconti. Perché fanno parte dell’animo umano. Di quello delle vittime e di quello dei colpevoli. Nei libri come nella realtà.

Charlotte

Baxter era l'uomo più interessante che avesse mai conosciuto. E il più pericoloso.

Per qualcuno è un professione scandalosa, per Charlotte è una missione: proteggere donne ricche e sole dalla malafede dei loro pretendenti, svolgendo discrete indagini prematrimoniali.
Ma Charlotte non è l'unica a investigare. Qualcuno si interessa a lei, e non solo per motivi professionali…

Cerco Te

L’ispettore Nardi riceve una lettera misteriosa, firmata «Nessuno», che dà inizio a un gioco perverso: quattro donne verranno sequestrate in successione e rilasciate dopo sette giorni. Spetterà a Nardi, con l’aiuto dell’ispettore Gambuti, scoprire cosa lega tutte le vittime, per anticipare le mosse di Nessuno, capirne gli intenti e impedire che compia l’annunciato omicidio finale. **

CASA MIA: Casa non è un tetto sopra la testa, casa è un tetto sopra al cuore.

Che succede se un giorno, durante uno dei vostri scherzi, ti rendi conto che ti piace il tuo migliore amico? Certo, Andreas è una stella del rugby, nonché un figo spaziale, quindi sarebbe pure possibile prendersi una sbandata, ma come la metti con Lorenzo, il tuo fidanzato? Quello storico, con cui stai da quattro anni, che è “un filino” geloso, per non dire ossessivo. Quello che, se tu lo lasciassi, potrebbe fare una pazzia. Letteralmente. Ti dichiareresti ad Andreas, rischiando di compromettere la vostra amicizia e provocando la terza guerra mondiale, o cercheresti di soffocare i tuoi sentimenti? È il dilemma di fronte al quale si trova Ludovica, la diciassettenne protagonista di “Casa mia”.
Con la sua vita si intreccia quella dei suoi compagni:
Niky, sua migliore amica, ribelle e anticonformista. Porta i capelli viola ed ama i Guns N’ Roses in un mondo dove tutti i coetanei ascoltano la trap e il reggaeton. Odia i tipi con i risvoltini, ad eccezione del suo fidanzato Matteo, appena rientrato dall’Erasmus in Inghilterra.
Ci sono poi le due compagne di banco di Ludovica: Samira, tunisina di origine, nata e cresciuta a Parma, che indossa il velo e conosce l’arabo, ma parla benissimo il dialetto parmigiano. Ha una grande voglia di innamorarsi e un’innata, immotivata, insicurezza. E Chiara, migliore amica di Samira e suo esatto opposto: lei è la bionda sicura di sé, è quella che, quando passa, tutta la popolazione scolastica maschile si gira a guardarle il culo. All’apparenza è superficiale, ma in pochi sanno che segue delle rigide regole. La più importante è la numero uno: “Mai col tipo della tua amica”.
Poi c’è Fumo, della quinta D. Lui è un artista: ha una passione smisurata per i murales e il corpo pieno di tatuaggi. Ѐ esattamente il tipo che piacerebbe a Chiara.
E infine c’è Riccardo, romano trapiantato a Parma da dieci anni, che non gli sono bastati a perdere il caratteristico accento natìo. Ci prova con tutte, ma alla fine non conclude mai con nessuna.
Ognuno a modo suo ricercano, più o meno consapevolmente, quella persona con cui sentirsi a casa in ogni luogo, quell’anima gemella in cui trovare sempre riparo, il proprio tetto sopra al cuore.
Ambientato a Parma, “Casa mia” è la loro storia, la storia di nove ragazzi tra l’ultimo anno delle superiori e l’inizio dell’Università. Ѐ il racconto della loro vita lungo un anno, durante il quale tutto, per tutti, cambierà per sempre.
Ogni capitolo prende il nome da una canzone, di cui all’inizio viene ripresa una strofa che lo rappresenta, una “colonna sonora” per ogni momento del racconto. **
### Sinossi
Che succede se un giorno, durante uno dei vostri scherzi, ti rendi conto che ti piace il tuo migliore amico? Certo, Andreas è una stella del rugby, nonché un figo spaziale, quindi sarebbe pure possibile prendersi una sbandata, ma come la metti con Lorenzo, il tuo fidanzato? Quello storico, con cui stai da quattro anni, che è “un filino” geloso, per non dire ossessivo. Quello che, se tu lo lasciassi, potrebbe fare una pazzia. Letteralmente. Ti dichiareresti ad Andreas, rischiando di compromettere la vostra amicizia e provocando la terza guerra mondiale, o cercheresti di soffocare i tuoi sentimenti? È il dilemma di fronte al quale si trova Ludovica, la diciassettenne protagonista di “Casa mia”.
Con la sua vita si intreccia quella dei suoi compagni:
Niky, sua migliore amica, ribelle e anticonformista. Porta i capelli viola ed ama i Guns N’ Roses in un mondo dove tutti i coetanei ascoltano la trap e il reggaeton. Odia i tipi con i risvoltini, ad eccezione del suo fidanzato Matteo, appena rientrato dall’Erasmus in Inghilterra.
Ci sono poi le due compagne di banco di Ludovica: Samira, tunisina di origine, nata e cresciuta a Parma, che indossa il velo e conosce l’arabo, ma parla benissimo il dialetto parmigiano. Ha una grande voglia di innamorarsi e un’innata, immotivata, insicurezza. E Chiara, migliore amica di Samira e suo esatto opposto: lei è la bionda sicura di sé, è quella che, quando passa, tutta la popolazione scolastica maschile si gira a guardarle il culo. All’apparenza è superficiale, ma in pochi sanno che segue delle rigide regole. La più importante è la numero uno: “Mai col tipo della tua amica”.
Poi c’è Fumo, della quinta D. Lui è un artista: ha una passione smisurata per i murales e il corpo pieno di tatuaggi. Ѐ esattamente il tipo che piacerebbe a Chiara.
E infine c’è Riccardo, romano trapiantato a Parma da dieci anni, che non gli sono bastati a perdere il caratteristico accento natìo. Ci prova con tutte, ma alla fine non conclude mai con nessuna.
Ognuno a modo suo ricercano, più o meno consapevolmente, quella persona con cui sentirsi a casa in ogni luogo, quell’anima gemella in cui trovare sempre riparo, il proprio tetto sopra al cuore.
Ambientato a Parma, “Casa mia” è la loro storia, la storia di nove ragazzi tra l’ultimo anno delle superiori e l’inizio dell’Università. Ѐ il racconto della loro vita lungo un anno, durante il quale tutto, per tutti, cambierà per sempre.
Ogni capitolo prende il nome da una canzone, di cui all’inizio viene ripresa una strofa che lo rappresenta, una “colonna sonora” per ogni momento del racconto.

Carissimo Signor Padre

Vero e proprio “romanzo familiare”, complesso e delicato, ma anche storia di un’avventura intellettuale che racconta il desiderio di emulazione del padre da parte del figlio e il progressivo capovolgimento dei ruoli, fino alla decisa distinzione dei loro destini e delle loro identità.

Caleidoscopio

In “Caleidoscopio” Cronin ci offre lo spaccato di un giorno in una clinica, caleidoscopio di destini diversi che il caso ha temporaneamente e casualmente avvicinato. Su questa quinta vibrano come motivi dominanti due storie: la prima, la vicenda dell’infermiera caposala Fany, rigida nell’adempimento del suo dovere, chiusa nella corazza inamidata della sua uniforme, ma innamorata di un giovane medico che presta la sua opera nel sanatorio. La seconda ha per protagonisti un anziano primario e il suo giovane assistente che si trovano l’uno accanto all’altro nel corso di una delicatissima operazione in cui la gioventù e l’ambizione del giovane prevarranno. Romanzo tra i più famosi di Cronin, “Caleidoscopio” ha ispirato più di una riduzione teatrale e televisiva per la capacità di raccontare le persone scandagliandone i moti più intimi dell’anima: l’amore, il dolore, l’ambizione, la tensione verso il raggiungimento dei propri scopi.

Caldi brividi

2 ROMANZI IN 1 – CALDI BRIVIDI di Jo Leigh.Benvenuta a Crider Inn, uno dei luoghi più misteriosi di tutto il Colorado, in cui si tiene l’annuale convegno spettrale. Mescolati ai fan e preparati a un weekend fatto di incontri inaspettati e brividi lungo la schiena.La disegnatrice di fumetti Carrie Sawyer non crede in certe cose, si è tuffata in quella pazza avventura solo per far compagnia a un’amica. Non si aspetta certo un incontro da vero brivido con il sexy proprietario dell’hotel Sam Crider. È un tipo che sa far tremare una donna, ma di sicuro non per la paura.LA NOTTE DEL PECCATO di Crystal Green.Finora la proprietaria terriera Nicki Wade ha zittito la conturbante tentazione che la vorrebbe spingere tra le forti braccia del suo vicino, Shane Carter. Ma ora non ne può più. Le serve un cambiamento e la festa di Hal-loween è in momento giusto per passare da osservatrice a predatrice, soprattutto quando trova Shane ad-dormentato nel suo letto alla fine del party. È pronta a rischiare, a giocare la partita fino in fondo. Ma che cosa succederà quando si ritroveranno nella vita reale?

Calde Notti D’Oriente

Il nuovo romanzo di Mercy Molinari, “Calde notti d’oriente” è in uscita per l’estate 2016.
Un’appassionante storia d’amore che vi lascerà il sapore della sabbia sulla pelle.

Calda Sorpresa Di Natale

L’erede del milionario…
A pochi giorni da Natale, Elia Vanaldi scopre all’improvviso che la sua vita subirà un drastico cambiamento: da quel momento, infatti, dovrà prendersi cura del suo nipotino.
… e la giovane babysitter.
Ainslie Farrell ha appena perso il suo lavoro di ragazza alla pari. Quando Elia, conosciuto per caso nella Tube, le offre il posto di tata e governante, lo prende come un segno del destino. Anche se vivere sotto lo stesso tetto dell’affascinante milionario non può che riservarle più di qualche sorpresa.

Caccia a Quinn

Quinn è il principe dei ladri, un mito inafferrabile, una leggenda.
E dalla notte in cui si sono incontrati, Morgan West combatte una battaglia persa contro il buon senso.
Come può fidarsi di lui, quando le mente con il sorriso sulle labbra?
Come può resistergli, quando le accende il fuoco nelle vene?
Sullo sfondo della mostra della favolosa collezione Bannister, Quinn muove le fila di un pericolosissimo gioco d’inganni… fino al colpo di scena finale!

Bugie

Una donna che va e torna dal lavoro in bicicletta, ogni giorno facendo la stessa strada, avverte tutta la ferocia del mondo nel ringhiare di un cane che puntuale la minaccia. Provata da questa quotidiana, ingiustificata esplosione di violenza decide di bussare alla porta dei padroni del cane: ma negli esseri umani troverà una violenza ancora piú profonda e impenetrabile di quella animale. Una madre e nonna, in cui i lettori di Coetzee riconosceranno Elizabeth Costello, decide nel giorno del suo sessantacinquesimo compleanno di accogliere figli e nipoti con un taglio alla moda e i capelli tinti di un biondo sgargiante. Poi ancora Elizabeth, qualche anno piú avanti, che vive ritirata in una casa nella campagna spagnola. Sola con i suoi gatti e l’amara consapevolezza che a regolare la vita non sia tanto l’amore quanto il dovere. E infine suo figlio, che la va a trovare per cercare di farle accettare la verità ultima, quella da cui, a un certo punto, non potrà piú nascondersi… In sette storie esemplari, che hanno l’asciuttezza della parabola e l’intensità della rivelazione, J. M. Coetzee affronta tutti i temi della sua letteratura: il rapporto tra l’umano e l’animale, l’ipocrisia che cela l’ingiustizia, l’universale bisogno di perdono. Sono «racconti morali» perché non sono mai moralisti, e alla consolazione di una «morale della favola» oppongono sempre il turbamento del dubbio.

Brucia con Me

I lettori di Amazon e Goodreads adorano la serie Brucia con Me: più di 1.000 recensioni da 5 stelle e più di un milione di libri venduti in tutto il mondo, tradotti in sei lingue diverse!
Gli affari d’amore sono pericolosi.
Per Jennifer Kent, che ha da poco ottenuto il suo MBA e sta cercando lavoro a Manhattan da quattro lunghi mesi, tempo e denaro stanno giungendo al termine. Se non trova un’occupazione al più presto sarà costretta a tornare al paese natale, il Maine, dove la situazione lavorativa è ancora peggiore.
E dove i genitori sregolati attendono la sua disfatta.
Quando le viene fatta una proposta di lavoro poco ortodossa, Jennifer decide di accettare. Sarà la “fidanzata” di Alexander Wenn, il riluttante miliardario a capo della Wenn Enterprises, così straordinariamente attraente da aver bisogno di una bella donna come Jennifer al suo fianco per “tenere a bada i lupi”.
In questo caso, i lupi sono altre donne, così smaniose di attirare l’attenzione di Alex da impedirgli di concentrarsi sugli affari agli eventi esclusivi ai quali deve partecipare. In queste occasioni lui ha bisogno di concludere accordi di lavoro, mentre le donne intendono circuirlo per i suoi soldi e il suo potere. Ancora scosso da un evento successo tempo prima, tutto quello che Alex desidera è di potersi concentrare sul lavoro. E dimenticare il passato.
Ma Jennifer riuscirà a controllare la reazione incandescente tra loro? Mentre si inserisce in questo scintillante mondo fatto di alta società e grandi affari, la ragazza si trova a lottare con se stessa per non innamorarsi di Alex, un compito praticamente impossibile al quale però si deve attenere.
Forte del suo MBA, Jennifer Kent è ben preparata sull’economia degli affari. Quello che non sa è ciò che potrebbe distruggerla: l’affare di proteggere il proprio cuore. E forse anche la sua vita.
**
### Sinossi
I lettori di Amazon e Goodreads adorano la serie Brucia con Me: più di 1.000 recensioni da 5 stelle e più di un milione di libri venduti in tutto il mondo, tradotti in sei lingue diverse!
Gli affari d’amore sono pericolosi.
Per Jennifer Kent, che ha da poco ottenuto il suo MBA e sta cercando lavoro a Manhattan da quattro lunghi mesi, tempo e denaro stanno giungendo al termine. Se non trova un’occupazione al più presto sarà costretta a tornare al paese natale, il Maine, dove la situazione lavorativa è ancora peggiore.
E dove i genitori sregolati attendono la sua disfatta.
Quando le viene fatta una proposta di lavoro poco ortodossa, Jennifer decide di accettare. Sarà la “fidanzata” di Alexander Wenn, il riluttante miliardario a capo della Wenn Enterprises, così straordinariamente attraente da aver bisogno di una bella donna come Jennifer al suo fianco per “tenere a bada i lupi”.
In questo caso, i lupi sono altre donne, così smaniose di attirare l’attenzione di Alex da impedirgli di concentrarsi sugli affari agli eventi esclusivi ai quali deve partecipare. In queste occasioni lui ha bisogno di concludere accordi di lavoro, mentre le donne intendono circuirlo per i suoi soldi e il suo potere. Ancora scosso da un evento successo tempo prima, tutto quello che Alex desidera è di potersi concentrare sul lavoro. E dimenticare il passato.
Ma Jennifer riuscirà a controllare la reazione incandescente tra loro? Mentre si inserisce in questo scintillante mondo fatto di alta società e grandi affari, la ragazza si trova a lottare con se stessa per non innamorarsi di Alex, un compito praticamente impossibile al quale però si deve attenere.
Forte del suo MBA, Jennifer Kent è ben preparata sull’economia degli affari. Quello che non sa è ciò che potrebbe distruggerla: l’affare di proteggere il proprio cuore. E forse anche la sua vita.

Bitterblue

Sono passati 8 anni da quando la principessa Bitterblue e il suo popolo sono stati salvati dai piani diabolici di suo padre Leck. Ora il regno è in pace, anche se il ricordo dell’ex sovrano, psicopatico e violento, è ancora vivo. Curiosa di conoscere cosa accade oltre le mura del castello, Bitterblue scappa, scoprendo ben presto che il solo modo di superare 35 anni di vessazioni è quello di rivangare e rielaborare il passato. Due ladri, che hanno giurato di rubare solo ai malfattori, cambieranno per sempre la sua vita, perché possiedono la chiave per svelare la verità sul regno di Leck. E uno di loro, un Graceling, potrebbe avere anche la chiave per il suo cuore. Età di lettura: da 12 anni. **

Bentornati in Casa Esposito

Prendete un camorrista sfortunato e imbranato. Uno di quelli che più disgraziati non si può. Inseritelo in un contesto familiare allargato: una moglie procace e autoritaria, una figlia ribelle e coraggiosa, un figlio che ama solo i cibi ipercalorici, un suocero guascone, una suocera stizzosa, una vedova d’animo nobile, una nerboruta cameriera ucraina, una coppia di iguane meditans e un coniglietto nano. Sistemate tutti questi personaggi in una palazzina napoletana del rione Sanità. Quello dove è nato il principe della risata Totò, per intenderci. Aggiungete un boss spietato e i suoi scagnozzi, un giovane sacerdote antimafia, una violenta faida di camorra, una campagna elettorale ai limiti dell’assurdo e tanti altri avvincenti episodi. Mescolate con cura, cuocete a fuoco vivo e condite con abbondanti spruzzate di comicità e commozione. Otterrete Bentornati in casa Esposito, secondo scoppiettante capitolo della saga che ha deliziato migliaia di lettori, mostrando gli aspetti più cafoni e ridicoli della malavita. Un romanzo che, rispolverando la grande tradizione umoristica italiana, fa ridere e riflettere. Un modo nuovo di raccontare e denunciare la criminalità. Gli Esposito sono di nuovo tra noi. Bentornati.

Bella e altera

Galles, XI secolo. Liliana, bella e altera figlia di lord Trevelyan, un barone normanno proprietario di una marca nel Galles, accetta inaspettatamente di sposare Hu Morgan, prode e aitante guerriero gallese di umili origini. Nonostante la forte attrazione, che presto si trasforma in vero amore, l’unione tra i due giovani si dimostra subito difficile a causa dei caratteri forti di entrambi e della diversa educazione ricevuta. A complicare le cose si aggiungono le deplorevoli condizioni del castello nel quale vanno ad abitare e la presenza nei dintorni di una banda di pericolosi fuorilegge gallesi…