28305–28320 di 69633 risultati

Leggere è un rischio

Leggere un libro è sempre un rischio. Che il lettore lo sappia o no, verrà portato dove non immaginava di poter andare. I libri tengono in vita un enorme patrimonio di esperienze, saperi, sogni e memorie, ma se non viene letto, un testo scritto è “lettera morta”. In questa raccolta di saggi, Alfonso Berardinelli illumina anche l’altra faccia del rischio – non solo quello che corre il lettore, ma perfino l’autore, perché i lettori lo giudicheranno.
**
### Sinossi
Leggere un libro è sempre un rischio. Che il lettore lo sappia o no, verrà portato dove non immaginava di poter andare. I libri tengono in vita un enorme patrimonio di esperienze, saperi, sogni e memorie, ma se non viene letto, un testo scritto è “lettera morta”. In questa raccolta di saggi, Alfonso Berardinelli illumina anche l’altra faccia del rischio – non solo quello che corre il lettore, ma perfino l’autore, perché i lettori lo giudicheranno.

Leggenda Eterna

Leggenda Eterna Dall’incipit del libro: Mamma Cara, Tu hai vinto tutte le mie antiche e vivissime ripugnanze con tre parole: Fallo per me. – Eccoti dunque il volume delle mie liriche. Chi seppe dei miei pertinaci rifiuti agli stimoli dei ma e- stri e degli amici, e ai cortesi inviti degli editori, dira ora co n un sogghignetto beffardo: – Oh f inalmente, ecco dunque il famoso topo della leggendaria montagna! – Ma io col pensiero vedo il mio volumetto nelle tue mani – la mia anima nelle tue mani – ti vedo sorridere … e mi basta

La leggenda del mostro di Limehouse

Alla fine dell’Ottocento una serie di raccapriccianti omicidi sconvolge l’East End londinese, in particolare il quartiere povero e malfamato di Limehouse, dove abitano ladri ed emarginati. Le vittime sono due prostitute, un erudito ebreo e un’intera famiglia di commercianti. Si mormora che l’assassino sia un Golem, un essere fantastico e mostruoso che si nutre di sangue umano. Intanto, in un altro punto della città, una giovane donna viene accusata di aver avvelenato il marito…
**

Legata a Te

Quando la coinquilina di Kate scarica Jules Rodriguez perché le ha chiesto di fare con lui qualcosa di stravagante, Kate è curiosa di sapere di che cosa si tratti. Jules le è sempre sembrato il tipo giusto con cui poter condividere le sue fantasie fantasie di dominio e di sottomissione di cui nessun altro era a conoscenza. Come potrà fargli capire che sarebbero due compagni di letto perfetti?

Le Olimpiadi Della Follia

L’idea è stata naturalmente di Asimov, che comparando le Olimpiadi antiche con le moderne ha visto come la “nobile tradizione” presenti oggi vistose crepe, pericolose incrinature, attraverso le quali si va introducendo un futuro di follia. Con i suoi collaboratori Greenberg & Waugh, Asimov ha quindi passato in rassegna la fantascienza “olimpionica” degli ultimi 20 anni ed ha articolato questa inquietante raccolta premettendovi una sua introduzione. Tra le firme riunite nel volume figurano quelle di Bob Shaw, Jack Vance, Robert Sheckley, Mike Resnick, Arthur C. Clarke e Alan Dean Foster.

INDICE
Introduzione
ISAAC ASIMOV
PSICOGIOCO
Dream Fighter (1976) 
BOB SHAW
I GUERRIERI DI KOKOD
JACK VANCE
TELEGIOCO
CHARLES NUETZEL
CORSA A OSTACOLI
ROBERT SHECKLEY
SICUREZZA PRIMA DI TUTTO
ALAN DEAN FOSTER
GLI OLIMPICI
MIKE RESNICK
VENTO DAL SOLE
ARTHUR C. CLARKE
CAMPIONATO DI PROSA
Prose Bowl 
BILL PRONZINI / BARRY N. MALZBERG
PRO VIDEO MORI
The Man who Saved the Sun 
WALTER F. MOUDY

Il Lato Selvatico Del Tempo

Il lato selvatico del tempo by Marco Aime
In quel tempo quasi fiabesco che comincia sempre con «una volta», gli abitanti della Chalancho consumavano le sere nelle veglie, spegnendo le fatiche contadine nella narrazione di storie fantastiche. Stretti dentro una stalla, i montanari della piccola borgata della Val Grana esorcizzavano il buio raccontando vicende di masche, le streghe, crudeli femmine vendicatrici o più probabilmente donne che osavano fuggire dalle strette maglie del controllo sociale sfidando la notte, il lato selvatico del tempo. È stato proprio questo, nel 1987, l’argomento della tesi di dottorato di Marco Aime.Ora, a distanza di anni, l’antropologo rende omaggio a un mondo ormai scomparso riproponendo il racconto di quei giorni sulle montagne, e facendo così i conti con un’altra selvatichezza, prepotente come l’ortica che invade i sentieri dell’amata borgata, indifferente come l’asfalto che ne cancella i vecchi tracciati: quella dell’ineluttabilità di certe perdite, dello sprofondare di luoghi e persone in un niente al quale si può solo opporre l’ostinata volontà della memoria, la forza poetica della narrazione. L’assoluta verità del tempo vissuto.

Lasciati sfiorare

Benvenuti al Den, l’esclusivo club dove non esistono tabù. Siete pronte a giocare?
Quinn Andrews è una famosa attrice di Hollywood che ha costruito la sua fortuna sul personaggio di una fanciulla acqua e sapone. Ma per dare una svolta alla propria carriera accetta un ruolo di succube in una nuova serie televisiva decisamente trasgressiva. E quale posto migliore del Den, il famigerato club sadomaso di Minneapolis, per imparare a calarsi in un personaggio che non è nelle sue corde? Ma al Den, si sa, può succedere di tutto…
Quinn viene assegnata al carismatico e sensuale Marcus, un dominatore abituato a tenere saldamente le redini del piacere di chi gli si sottomette. Tuttavia lui trova difficile resistere al fascino enigmatico di quella donna, che rappresenta una sfida a cui non può sottrarsi. Lei è una brava attrice, ma la naturalezza con cui obbedisce alle sue richieste sempre più torbide e provocatorie lo induce a pensare che, nel profondo di sé, Quinn non stia interpretando un ruolo, ma che sia veramente una schiava perfetta… la sua schiava.
**
### Sinossi
Benvenuti al Den, l’esclusivo club dove non esistono tabù. Siete pronte a giocare?
Quinn Andrews è una famosa attrice di Hollywood che ha costruito la sua fortuna sul personaggio di una fanciulla acqua e sapone. Ma per dare una svolta alla propria carriera accetta un ruolo di succube in una nuova serie televisiva decisamente trasgressiva. E quale posto migliore del Den, il famigerato club sadomaso di Minneapolis, per imparare a calarsi in un personaggio che non è nelle sue corde? Ma al Den, si sa, può succedere di tutto…
Quinn viene assegnata al carismatico e sensuale Marcus, un dominatore abituato a tenere saldamente le redini del piacere di chi gli si sottomette. Tuttavia lui trova difficile resistere al fascino enigmatico di quella donna, che rappresenta una sfida a cui non può sottrarsi. Lei è una brava attrice, ma la naturalezza con cui obbedisce alle sue richieste sempre più torbide e provocatorie lo induce a pensare che, nel profondo di sé, Quinn non stia interpretando un ruolo, ma che sia veramente una schiava perfetta… la sua schiava.

La lampada dell’amore

James Solent, riservato e pacifico cittadino, è tra i primi a sperimentare la nuova scandalosa invenzione: un segnalatore del desiderio applicato alla fronte. Ma i dispositivi ER, registratori emotivi, si rivelano un’arma a doppio taglio e una continua fonte di micidiali, imbarazzanti avventure. Il romanzo che fa sembrare la società permissiva un collegio per educande!
Copertina di Olivia De Berardinis

L’uomo che non poteva morire e altri misteri

L’UOMO CHE NON POTEVA MORIRE di L. Ron Hubbard. Rischiare la vita è un inferno, rischiare di non poter morire è l’inferno di Clayton McLean, prigioniero di una trappola diabolica. L’UOMO LIQUIDO di G.B. Gilford. Aveva puntato tutto sull’esperimento di smaterializzazione: ma le conseguenze furono allucinanti… L’UOMO STOCASTICO di Robert Silverberg. Prevedere il futuro, per chi lavora in un’agenzia statistica, è cosa di tutti i giorni. Ma prevedere veramente il futuro può diventare una maledizione senza scampo. TRE CLASSICI DEL MISTERO SENZA TEMPO

L’inconfondibile tristezza della torta al limone

Alla vigilia del suo nono compleanno, la timida Rose Edelstein scopre improvvisamente di avere uno strano dono: ogni volta che mangia qualcosa, il sapore che sente è quello delle emozioni provate da chi l’ha preparato, mentre lo preparava. I dolci della pasticceria dietro casa hanno un retrogusto di rabbia, il cibo della mensa scolastica sa di noia e frustrazione; ma il peggio è che le torte preparate da sua madre, una donna allegra ed energica, acquistano prima un terrificante sapore di angoscia e disperazione, e poi di senso di colpa. Rose si troverà così costretta a confrontarsi con la vita segreta della sua famiglia apparentemente normale, e con il passare degli anni scoprirà che anche il padre e il fratello – e forse, in fondo, ciascuno di noi – hanno doni misteriosi con cui affrontare il mondo. Mescolando il realismo psicologico e la fiaba, la scrittura sensuale di Aimee Bender torna a regalarci una storia appassionante sulle sfide che ogni giorno ci pone il rapporto con le persone che amiamo.
**
### Sinossi
Alla vigilia del suo nono compleanno, la timida Rose Edelstein scopre improvvisamente di avere uno strano dono: ogni volta che mangia qualcosa, il sapore che sente è quello delle emozioni provate da chi l’ha preparato, mentre lo preparava. I dolci della pasticceria dietro casa hanno un retrogusto di rabbia, il cibo della mensa scolastica sa di noia e frustrazione; ma il peggio è che le torte preparate da sua madre, una donna allegra ed energica, acquistano prima un terrificante sapore di angoscia e disperazione, e poi di senso di colpa. Rose si troverà così costretta a confrontarsi con la vita segreta della sua famiglia apparentemente normale, e con il passare degli anni scoprirà che anche il padre e il fratello – e forse, in fondo, ciascuno di noi – hanno doni misteriosi con cui affrontare il mondo. Mescolando il realismo psicologico e la fiaba, la scrittura sensuale di Aimee Bender torna a regalarci una storia appassionante sulle sfide che ogni giorno ci pone il rapporto con le persone che amiamo.

L’amico Della Morte

Gil Gil, povero e sfortunato discendente dei migliori ciabattini della corte, proprio sul punto di togliersi la vita diviene amico della Morte, tremenda divinità che oltre a salvarlo, gli dona ricchezza, fortuna e il tanto agognato amore. Salvo poi fargli scoprire di essere in realtà già morto. Ma l’immenso amore per Elena, che aveva trionfato sulla vita, trionfa anche sulla morte.

L’uomo modulare

I lettori che non si sono lasciati sfuggire L’anello di Caronte – il poderoso romanzo che la nostra Casa editrice ha pubblicato recentemente con l’etichetta Interno Giallo – conoscono bene doti e qualità di Roger MacBride Allen, un giovane autore americano degno di essere scoperto oggi dal più vasto pubblico di URANIA. In L’uomo modulare l’ipotesi di fondo è tra le più affascinanti che la fantascienza abbia immaginato negli ultimi anni: il trasferimento della coscienza umana in macchine sofisticatissime, prodotto di una civiltà cibernetica così avanzata da far impallidire ogni artificiosa distinzione tra esseri umani e robot. Un romanzo ricco, complesso e “scientifico” per un autore che è già una scoperta.

L’ultima porta

12.500 anni fa la fine di un sogno irraggiungibile sconvolse Sefira e il mondo degli uomini. Solo quattro creature erano a conoscenza di quel segreto. Una di loro fu investita dalla catastrofe. Altre due lasciarono che il rancore le dividesse per sempre. L’ultima si sacrificò per salvare il futuro ed evitare che l’odio travolgesse ogni cosa. Dopo millenni, uno di quegli spiriti decide di ripercorrere il passato per dare un corso diverso alla storia. Con estrema scaltrezza e desiderio di vendetta riporta alla luce tre passaggi segreti, le Porte che col legavano Sefira alla Terra. Il piano è perfetto, ma un imprevisto innesca un sistema di distruzione irreversibile che catapulta tutti allo stesso pericolo di millenni prima. Per bloccare il meccanismo è necessario recuperare tre chiavi nascoste in luoghi lontanissimi e impervi. In quarantotto ore. Alcuni angeli e pochissimi umani possono cambiare il destino ed evitare l’estinzione degli uomini. È corsa contro il tempo, in un crescendo di emozioni e colpi di scena, tra il Monte Kailash in Tibet, la Piramide di Giza in Egitto, l’Isola di Pasqua nell’Oceano Pacifico. E quando uomini e angeli perderanno ogni speranza di fronte al cataclisma di dimensioni bibliche che sta per spazzare via il mondo, ancora una volta la verità prenderà il sopravvento e farà luce sull’ultimo mistero.

Killzone

Nella galleria di personaggi di Alan D. Altieri, in questa schiera di donne e uomini perduti che calcano una terra corrotta e malata, un posto di primo piano spetta al tenente colonnello Russell Brendan Kane. E proprio alla figura mitica del master-sniper, del tiratore scelto dello Special Air Service è dedicata questo nuovo volume che raccoglie sei racconti:Dry Thunder (l’inedito che Altieri ha scritto apposta per l’occasione), Monsone, Joshua Tree, Il giorno dell’artiglio, Family Day e Zona Zero. Eroe solitario e tormentato, fermo sull’orlo dell’abisso futuro e inseguito dai cani del passato, Kane ha attraversato tutti i campi di fuoco per scoprire che nell’istante della distruzione ogni distinzione, ogni ragione si annulla. Ma non è soltanto un gelido ‘terminatore’ di individui e situazioni, anzi. Perché, come ci ricorda il suo creatore, ‘Russell Kane è medico. Giuramento di Ippocrate da un lato, proiettili ad alta velocità dall’altro, preservazione della vita a destra, apoteosi della morte a sinistra. Questo cuore di tenebra, che più inestricabile non potrebbe essere, costringe Russell Kane nella ugualmente inestricabile contraddizione di “eroe bruciato”‘. L’eroe nero che è sceso all’inferno e ne è tornato…
(source: Bol.com)