2801–2816 di 82931 risultati

Insieme

**IL SEGUITO DEL BESTSELLER PLURIPREMIATO IO+TE**
Vincitore Rita Awards
Semifinalista ai Goodreads Choice Award
A cinque mesi dal suo trasferi
mento a Toronto, Ryan Wesley adesso è diventato un giocatore di hockey professionista e vive una stagione d’esordio da record. Il suo sogno di giocare nella NHL è realizzato, come anche quello di tornare a casa ogni sera dall’uomo che ha sempre amato, il suo amico di lunga data Jamie Canning.
C’è solo un unico neo: il legame più importante della sua vita è proprio quello che deve mantenere segreto, altrimenti dovrà affrontare una tempesta mediatica in grado di eclissare il suo successo sul ghiaccio.
Jamie ama Wes, con tutto il cuore. Ma una vita passata a nascondersi non era ciò che si immaginava per il suo futuro, e il peso dei segreti ha il suo prezzo.
Eppure Jamie è certo di poter superare ogni ostacolo, finché Wes sarà accanto a lui e il loro nuovo appartamento sarà un rifugio dal mondo. Ma quando il più impiccione dei compagni di squadra di Wes si trasferisce nel loro stesso palazzo, la trama di bugie che la coppia ha intrecciato attorno a sé comincia inevitabilmente a disfarsi.
Il mondo sembra determinato a sorprendere questi due giocatori con un tiro ad affetto, ma Jamie e Wes sono abilissimi sulle lame dei pattini. Chi vincerà?
*Un romanzo al primo posto delle classifiche.
Tradotto in nove paesi.*

Inheritance

Sembrano appartenere a un’altra vita i giorni in cui Eragon era solo un ragazzo nella fattoria dello zio, e Saphira una pietra azzurra in una radura della foresta. Da allora, Cavaliere e dragonessa hanno festeggiato insperate vittorie nel Farthen Dûr, assistito ad antiche cerimonie a Ellesméra, pianto terribili perdite a Feinster. Una sola cosa è rimasta identica: il legame indissolubile che li unisce, e la speranza di deporre Galbatorix. Non sono gli unici a essere cambiati, però: Roran ha perso il villaggio in cui è cresciuto, ma in battaglia si è guadagnato rispetto e un soprannome, Fortemartello; Nasuada ha assunto il ruolo di un padre morto troppo presto, e porta sulle braccia i segni dell’autorità che ha saputo conquistare; il destino ha donato a Murtagh un drago, ma gli ha strappato la libertà. E ora, per la prima volta nella storia, umani, elfi, nani e Urgali marciano uniti verso Urû’baen, la fortezza del traditore Galbatorix. Nell’ultima, terribile battaglia che li attende rischiano di perdere ciò che hanno di più caro, ma poco importa: in gioco c’è una nuova Alagaësia, e l’occasione di lasciare in eredità al suo popolo un futuro in cui la tirannia del re nero sembrerà soltanto un orribile sogno.

Inganno Al Duca

*Inghilterra, 1893*
Orfana e priva di denaro, l’americana Rosie Smith conduce una vita agiata solo grazie alla generosità della famiglia van Haven e al profondo affetto che la lega alla loro figlia Arabella. E come meglio esprimere la propria riconoscenza se non salvando l’amica da un matrimonio di convenienza con un ottuso gentiluomo inglese, fingendo di essere lei e comportandosi male al punto da far passare al Duca di Knightsbrook la voglia di chiederla in sposa? Peccato che la vittima dell’inganno non sia affatto il freddo aristocratico in cerca di un’ereditiera che Rosie si aspettava, bensì un giovane dall’animo nobile e con il cuore ferito, di cui presto si innamora. Ma la menzogna sulla sua vera identità è un muro invalicabile che la separerà da lui.

Infine, L’Amore

**DALL’AUTRICE NEW YORK TIMES BEST SELLER, CLAUDIA CONNOR,**
Con le parole del suo ex-fidanzato, “sono innamorato di qualcun’altra” che le risuonano ancora nelle orecchie, Clare Franklin parte da sola per quella che sarebbe stata la sua luna di miele. Rassegnata al fatto che non tutti riescano ad avere un “e vissero per sempre felici e contenti”, ha giurato di rinunciare agli uomini. Fino a quando non si ritrova aggrovigliata, letteralmente, a un veterinario molto sexy.
L’unica cosa che il dottor Deacon Montgomery sta cercando di condividere è la sua esperienza chirurgica, ma la sua immediata attrazione per Clare lo porta a chiedersi se potrebbe essere più di un semplice medico e un papà per le sue figlie gemelle di due anni.
Giornate piene di sole e notti calde e sensuali non fanno altro che approfondire il loro legame, facendo sperare in qualcosa di più. Finché una sola telefonata da casa non cambia tutto. Ma un amore come il loro è difficile da trovare e decisamente troppo difficile da dimenticare.

In verità

Cernedo, profondo Nord. I Trovato, titolari della Stella, leggendaria azienda di alta orologeria, devono fare i conti con un buco finanziario che li sprofonda in una crisi ingovernabile e porta a galla tensioni familiari irrisolte, nevrosi, segreti. Il capofamiglia Ruggero scompare misteriosamente; il primogenito Pietro si affanna a cercare soluzioni; il più giovane, Nicola, si nutre di ossessioni scientifiche (essere tra i primi a mettere piede su Marte); la madre Lucia ha un *corrispondente immateriale* con il quale cerca di sottrarsi ai vuoti della propria esistenza. La LiebenKraft Company, multinazionale del lusso, si fa avanti per acquisire la Stella; ma il meccanismo innescato da due dirigenti, Tom e Amelia, avvoltoi professionisti nonché amanti segreti, si rivela meno oliato del previsto, mentre la pugnace giovanissima Cloe, analista finanziaria del gruppo, scopre alcune magagne di bilancio che, se svelate, potrebbero diventare imbarazzanti. Le torbide spire familiari dei Trovato, la compromessa trasparenza della LiebenKraft, la rivolta dei migranti di Cernedo contro Pietro Trovato – il quale in un accesso di rabbia ha malmenato una delle loro bambine – sono tutti chiari sintomi di un malessere di cui soffrono dal primo all’ultimo i personaggi in scena. Ivi compreso HP, calciatore italo-camerunese che avrebbe dovuto essere il grande investimento della multinazionale, e invece si danna in una condotta di vita senza governo. Dove portano tutto questo caos, questa tensione, queste menzogne?
Dario Buzzolan scrive un grande romanzo corale, una storia familiare che progressivamente si fa viluppo e mistero, e ci getta nel mezzo di un accadere che ci tocca: scrive di noi, di come non vorremmo essere ma rischiamo di diventare – e forse di come già siamo.

In fondo al fiume

«Questo libro canterà sul vostro scaffale. È troppo soffocato d’amore per suscitare invidia, troppo umile per gli encomi, e tuttavia è così impressionante da non poter eludere lo stupore». Così Derek Walcott salutò *In fondo al fiume* – primo libro di Jamaica Kincaid –, che radunava i racconti poetici già accolti dai lettori del «New Yorker» come rari gioielli letterari: a scorci di una natura lussureggiante che suscita inquietudini profonde si alternano i ricordi di un’infanzia caribica fatta di scoperte minute e preziose, di dolenti rapporti familiari dominati da una madre che tutto dona e poi tutto nega – «Mi cinse con le braccia, stringendomi sempre più la testa al petto, finché non soffocai» –, e che verrà magistralmente celebrata nella torrida e furente *Autobiografia di mia madre*. Nulla è come sembra, in questo libro breve ma inesauribile: e quando i paesaggi si accendono di colori violenti è per meglio accogliere nell’ombra i sentimenti più riposti di una creatura ancora «primitiva e senza ali». La voce della giovane Kincaid («il mio nome mi riempie la bocca») è schietta, capricciosa e ingannevolmente semplice, e vi risuonano i ritmi laceranti di quella prosa visionaria e incantatoria che sarà soltanto sua.

Imprimatur. Si stampi Manzoni

È un’opera incentrata sul percorso compiuto da Alessandro Manzoni attraverso la stesura delle due tragedie Il conte di Carmagnola e Adelchi, con al centro l’importante episodio della composizione e diffusione dell’ode funebre Il Cinque Maggio. Parte integrante della vicenda è inevitabilmente il contesto storico in cui essa si sviluppa: la severa censura imposta dalla dominazione austriaca alle opere di Manzoni è frutto del sistema repressivo che porterà alla condanna per tradimento o alla fuga preventiva di tanti suoi compagni. Il libro tratta, insomma, del Manzoni e della sua epoca, attingendo a piene mani dai documenti storici, e mira alla ricostruzione dei rapporti di amicizia, collaborazione o semplice stima reciproca intrattenuti dall’autore con gli intellettuali europei del suo tempo. Il quadro storico e biografico è arricchito da descrizioni di vita famigliare, che fotografano il grande scrittore anche nella sua dimensione privata, alle prese con i problemi pratici della gestione del suo patrimonio e dei numerosi figli. Affiancano il côté più intimo del protagonista la personalità dominante della madre Giulia Beccaria e quella più remissiva della giovane sposa, alleate nell’accudire quell’uomo tanto strano, il cui genio proteggono con grande impegno. Completa, infine, il ritratto a tutto tondo il complesso rapporto col direttore spirituale Luigi Tosi, la cui invadente presenza sembra infastidire l’amore congenito del Manzoni per la sua libertà interiore. L’obiettivo principale del saggio, proposto in una forma narrativa che faciliti il lettore non specialista, è quello di approfondire e far conoscere il coinvolgimento del Manzoni nel Risorgimento, le sue frequentazioni, le radici profonde della sua opera di maggiore successo: ne risulta un’immagine ben diversa da quella fino a oggi diffusa specialmente nel mondo della scuola.

Impercettibili Nientità

In questo volume è raccolta per la prima volta l’intera opera poetica di Carlo Invernizzi. Dall’inizio degli anni ’60 sino alla sua scomparsa nel 2018, la sua ricerca s’è fatta sempre più radicale, sino a trasformarsi in un vero e proprio “corpo a corpo” con l’impossibile. Le sue parole non descrivono, e neppure hanno mai voluto farsi mera testimonianza di uno stato d’animo; esse indicano piuttosto la lucida consapevolezza del fatto che ogni sforzo sarà vano, ma nello stesso tempo assolutamente necessario. Sì, perché la realtà è per lui tutta espressione di quella Natura Naturans che sta prima di ogni distinzione concettuale; prima, cioè, della divisione tra essere e nulla, ma anche di quella tra buono e cattivo, tra bello e brutto. Ed è appunto a tale Natura Naturans, ossia all’infondo senza fondo” di ogni esistenza singolare, che Invernizzi si decide a prestare la propria parola; mostrandosi perfettamente consapevole del fatto che, a prender forma, non può che essere un linguaggio risolutamente indifferente a qualsiasi esigenza comunicativa. Un linguaggio inaudito, fatto di parole destinate a diventare esse medesime “impercettibili nientità”, generate dall’inedita consapevolezza che proprio di quel che non si può dire si deve continuare, indefessi, a parlare. Perciò il suo è un linguaggio che finisce per farsi rigorosa “metafisica”; non lontana, forse, da quella che Hugo von Hofmannsthal avrebbe voluto consegnare ad una ancora inedita “lingua delle cose mute”.

Il Volto Nuovo Di Dio

A differenza della favola, che fa parlare alberi o animali, la parabola è un racconto che mette in scena personaggi e fatti della vita quotidiana e immagini della natura. Gesù se ne serve per annunciare la vicinanza del Regno di Dio, l’appello alla conversione e l’importanza di comprendere il presente come tempo che esige una decisione esistenziale.Molte delle parabole evangeliche esaminate in questo libro sono dedicate al volto di Dio, che offre il suo amore a tutti senza eccezione, e all’inevitabile reazione negativa da parte degli zelanti della Legge. Due parabole sull’amore del prossimo, stile di comportamento del discepolo nel tempo nuovo, concludono l’insieme.L’analisi del testo permette di ritrovare l’insegnamento originale delle parabole narrate da Gesù e di comprendere le riletture compiute dalle comunità cristiane dei primi tempi.

Il vecchio

Al capezzale di un vecchio cantore funebre si ricompone tessera dopo tessera il mosaico della Storia e delle leggende della Cina rurale; la memoria del morente, che per tutta la vita ha cantato per i defunti, si riaccende così sulle bizzarre vicende dei vivi. Il vecchio ha assistito all’alba e al tramonto del XX secolo dai monti remoti del Qinling, del microcosmo contadino dei villaggi, tra la rivoluzione comunista, quella culturale di Mao, la riforma agraria e il convulso sviluppo economico. Nel racconto le trasformazioni della società si mescolano al sapere antico del Libro dei monti e dei mari, un classico di quattromila anni fa, popolato di creature fantastiche, divinità mitologiche, piante e pietre straordinarie. Attraverso la voce del cantore disilluso, uno dei massimi scrittori cinesi contemporanei narra la mutevole e ambigua natura dell’uomo – che ciclicamente, una volta al potere, finisce per opprimere gli altri –, e l’inconsistenza di ogni promessa di cambiamento. Un romanzo che vibra come un’eterna, infinita melodia dell’esistenza.

Il tempo umano

**Un gioiello letterario sull’amore, la passione, la memoria.**
Tommaso è un giovane professore universitario di una città dell’Italia centrale. Si innamora di una sua ex-studentessa, la figlia di Alfredo Del Nord, una leggenda della città in cui vive, un imprenditore nato dal nulla che, a partire dalla sua ossessione per il tempo, ha fondato la Dea Nigra, la più importante azienda italiana di orologi di lusso. Tommaso è affascinato dal mondo di Beatrice, dalla figura carismatica del padre di lei, dalla grande villa Del Nord. Ed è proprio alla villa che Tommaso conosce Maria, la sorella di Beatrice, a lei antitetica. Quanto Beatrice, come il suo nome sembra promettere, è dolce e angelica, tanto Maria è sfrontata e irriverente. Tommaso se ne innamora, un amore che attraversa Tommaso in tutte le sue tappe: il desiderio, la conquista, il tradimento, la trasgressione, la separazione, ma anche l’ambiguità di un rapporto che lascerà entrambi pieni di cicatrici. Al centro di tutto un vecchio orologio che sembra nascondere un mistero: saranno i suoi ingranaggi a dare un senso al microcosmo in cui si trovano catapultati?

Il tempio dell’uomo

Quest’opera si propone di mostrare le modalità d’espressione degli antichi per trasmettere la “conoscenza” attraverso il tempio di Luxor, il cui studio conferma anche la teoria che pone l’uomo al centro del cosmo, secondo la dottrina degli antichi saggi. Il volume presenta una panoramica del pensiero dell’antico Egitto, della sua matematica, dei metodi di calcolo, delle applicazioni della scienza sacra del numero in architettura, arte figurative, scienze umane, confrontata con altre tradizioni. **

Il Silenzio Della Pioggia D’Estate – Il Segreto Del Mercante Di Zaffiri – La Sorella Perduta

***Il silenzio della pioggia d’estate
Il segreto del mercante di zaffiri
La sorella perduta***
**Dinah Jefferies racconta epoche e Paesi lontani nei suoi romanzi dal fascino inconfondibile: una fuga perfetta dalla realtà.**
India, 1930. Dopo la morte del marito, Eliza si sente persa. A tenerle compagnia c’è soltanto la sua macchina fotografica. La solitudine viene un giorno interrotta da una chiamata e da un incarico inaspettato: il Governo britannico ha deciso di inviarla in un ricchissimo stato indiano per fotografare la famiglia reale.
Ceylon, 1935. Louisa Reeve, figlia di un agiato mercante di gemme, ha tutto quello che una donna potrebbe desiderare. Ma non riesce a dare un erede al marito. Quel figlio che non arriva diventa un’ossessione e inizia a gettare ombre sul suo matrimonio, in cui niente è come sembra.
Birmania, 1930. Belle Hatton si è imbarcata verso una nuova eccitante avventura lontano da casa. Si esibirà con la sua splendida voce in un hotel dove la attendono notti scintillanti e sofisticati ammiratori. La sua vita sarebbe perfetta, se l’ossessione per un mistero del passato non continuasse a tormentarla…
**Ai vertici delle classifiche in Italia e Inghilterra
Un’autrice tradotta in 25 lingue
Bestseller del Sunday Times**
«Dinah Jefferies si conferma una maestra nella narrativa romantica al femminile.»
**la Repubblica**
«Dinah Jefferies racconta epoche e Paesi lontani attraverso appassionate eroine. Una narrativa tutta al femminile.»
**Corriere della Sera**
«Seducente e romantico, capace di rendere l’autentica atmosfera di luoghi e periodi lontani: la Jefferies ha fatto centro.»
**Sunday Mirror**
**Dinah Jefferies**
è nata in Malesia e si è trasferita in Inghilterra all’età di otto anni. La Newton Compton ha pubblicato il suo romanzo di esordio *La separazione* , il bestseller *Il profumo delle foglie di tè* , che è stato l’ebook più venduto nel 2016, e *La figlia del mercante di seta* , entrato nella classifica della narrativa straniera subito dopo l’uscita. Dopo il successo di *Il silenzio della pioggia d’estate* e *Il segreto del mercante di zaffiri* , torna in Italia con *La sorella perduta*.

Il signor Cardinaud

«Lui non aveva ancora quindici anni e già l’amava. Non come si ama una donna ma come si ama un essere inaccessibile. Come, al tempo della prima comunione, aveva amato la Madonna». Alla fine Hubert Cardinaud è riuscito a sposarla, quella Marthe «di cui tutti dicevano che si dava delle arie». Così com’è riuscito, lui, il figlio del cestaio, a diventare un distinto impiegato: uno che la domenica, all’uscita della messa, scambia saluti compunti e soddisfatti con i conoscenti e poi, dopo essersi fermato in pasticceria a comprare un dolce, torna a casa dove la moglie sta cuocendo l’arrosto con le patate. Una domenica, però, trova l’arrosto bruciato e la casa vuota – e gli crolla il mondo addosso. Non gli ci vorrà molto per scoprire che Marthe se n’è andata con un poco di buono, e che tutti in città lo sanno, e lo compatiscono, e pensano che sia un uomo «finito, annientato». E invece no. Hubert decide di ritrovare Marthe, a ogni costo, di bere «il calice fino alla feccia». Simile a «una formica ostinata che segue ostinatamente la sua strada, il suo destino, e che, ogni volta che il carico le sfugge, lo afferra di nuovo, pur essendo quel carico più grosso di lei», andrà a cercare Marthe, perché il suo posto è lì, «accanto a lui e ai bambini», e perché confida «nel trionfo del bene sul male, nella supremazia dell’ordine sul disordine» – «nell’inevitabile, fatale armonia». Con la consueta acutezza psicologica, e una sorta di ammirata partecipazione, Simenon ci racconta di un amore eroico, capace di non indietreggiare di fronte al tradimento e alla vergogna.

Il sentiero della distruzione. Star Wars. Darth Bane

Primo romanzo della Trilogia di Darth Bane, saga incentrata sulle vicende e sulla vita di uno dei più importanti Signori Oscuri dei Sith. Un tempo, l’ordine Sith pullulava di seguaci. Ma la loro rivalità li divise in interminabili lotte per la supremazia. Questo finché un Signore Oscuro non unì finalmente i Sith nella missione di assoggettare la galassia… e sterminare i Jedi. Sarebbe però toccato a un altro, ben più potente dell’intera Confraternita dell’Oscurità, concretizzare appieno il potenziale dei Sith e adoperare l’incredibile potere del Lato Oscuro come mai accaduto prima.