27825–27840 di 65579 risultati

Nell’ora del bisogno

L’omicidio dell’avvocato Lee Barrett e della moglie Kate insanguina l’incantata cittadina di Scarlet Falls. Il maggiore Grant, fratello di Lee, è costretto a rientrare subito dall’Afghanistan per prendersi cura dei nipotini rimasti orfani. Solo grazie all’aiuto di Ellie Ross, l’affascinante vicina di casa e amica dei Barrett, Grant riesce a mantenere il controllo su una situazione difficile da gestire per un uomo di guerra, costretto ad accudire due bambini.
Quando la cittadina viene sconvolta da nuovi episodi di violenza, l’istinto militare gli suggerisce che dietro all’omicidio del fratello si nasconda del marcio. Nessuno è più al sicuro. L’assassino è a piede libero e la lentezza della polizia costringe Grant ed Ellie a indagare da soli, insieme. E quanto più i due si avvicinano, tanto più si confrontano con le proprie emozioni e i propri sentimenti. Nel gelo del dramma, avvampa il fuoco della passione e il desiderio diventa irresistibile…
Tra l’attrazione reciproca, il dovere del maggiore di tornare in guerra e la disillusione della donna nei confronti dell’amore, riusciranno Grant ed Ellie a fermare l’assassino prima che la neve di Scarlet Falls sia macchiata da altro sangue?
**

Nell’interesse della legge

Ana Grey è un’agente dell’FBI di Los Angeles, ambiziosa, spregiudicata, sempre in attesa di una promozione. A lei viene affidato un caso delicato: una grande ex diva del cinema che accusa un celebre medico di averne fatto una tossicodipendente. Tutto si complica quando Ana scopre che, alle dipendenze del dottore, ha lavorato una sua lontana cugina di cui lei ignorava l’esistenza e che ora è stata assassinata. I confini tra vita privata e professionale di Ana si confondono, in un’indagine che invade il suo passato, i suoi sentimenti, il suo mondo.
**

Nel segreto dei codici

Abbazia di Mont Saint-Michel, 1449. È mezzanotte, Alessandra d’Ascoli viene bruscamente svegliata da un monaco. Uno dei confratelli è stato assassinato. Alessandra è figlia illegittima di un inquisitore, grande erudita e contessa del Patrimonium Petri. Confidente e fiduciaria del papa, è stata inviata da lui al monastero con il compito di trovare il testamento di Satana, una reliquia che i monaci stanno cercando in ogni modo di nascondere. Eppure acume, cultura e coraggio non le impediscono di diventare un capro espiatorio perfetto per la violenza che si sta scatenando tra quelle mura. Ma gli omicidi non si fermano, e intorno ai corpi ogni volta si scorgono misteriosi segni tracciati con il sangue. Sono vittime di una maledizione del passato? Non appena l’abbazia viene separata dal resto del mondo da una violenta tempesta, comincia una lotta drammatica che sembra obbedire a un’unica legge: chiunque cerchi il testamento di Satana deve morire.

(source: Bol.com)

Nel segno della pecora

Murakami Haruki in uniform edition Super ET, con le copertine di Noma Bar. *** Un giovane agente pubblicitario, abbandonato dalla moglie che lo trova «noioso», vede sconvolta la sua rassicurante monotonia da un compito bizzarro e quasi impossibile che gli viene affidato da un losco individuo: deve ritrovare una pecora. Ha poco tempo e non può rifiutare. Unico indizio: la pecora ha una macchia a forma di stella sulla schiena. Inizia cosí un’avventura lungo un Giappone fiabesco, grottesco e surreale, accompagnato da una ragazza con le orecchie bellissime e dotata di poteri sovrannaturali. Nel segno della pecora è il romanzo che definisce la poetica di Murakami: uno scenario onirico in cui il quotidiano diventa surreale, scandito da una playlist di capolavori della musica, alla ricerca di un ovino ma in realtà di un senso della vita. C’è un posto per la pecora di Murakami in una ipotetica «arca letteraria», insieme allo scarafaggio di Kafka, i maiali di Orwell, l’elefante di Saramago e Moby Dick.

Nel momento: romanzo

Una mattina di marzo Luca esce a cavallo. E’ nella campagna a nord di Roma, dove da anni vive e gestisce un centro di equitazione insieme alla sua donna. C’è vento e il cavallo è nervoso e scarta. Luca cade rovinosamente e quando si rialza, insieme alle ammaccature ha ricavato un’illuminazione: si rende conto di essere “perfettamente infelice”. E’ come se all’improvviso realizzasse l’insoddisfazione della sua intera esistenza. Ma non ha tempo di rifletterci a lungo perché si imbatte in Alberta, una donna che, come lui, attraversa un momento di crisi. Alberta lo coinvolge nella sua vita con spontaneità e irruenza e, attraverso di lei Luca conosce Maria Chiara, la donna che ha sempre sognato…

Nel mare ci sono i coccodrilli: storia vera di Enaiatollah Akbari

Se nasci in Afghanistan, nel posto sbagliato e nel momento sbagliato, può capitare che, anche se sei un bambino alto come una capra, e uno dei migliori a giocare a Buzul-bazi, qualcuno reclami la tua vita. Tuo padre è morto lavorando per un ricco signore, il carico del camion che guidava è andato perduto e tu dovresti esserne il risarcimento. Ecco perché quando bussano alla porta corri a nasconderti. Ma ora stai diventando troppo grande per la buca che tua madre ha scavato vicino alle patate. Così, un giorno, lei ti dice che dovete fare un viaggio. Ti accompagna in Pakistan, ti accarezza i capelli, ti fa promettere che diventerai un uomo per bene e ti lascia solo. Da questo tragico atto di amore hanno inizio la prematura vita adulta di Enaiatollah Akbari e l’incredibile viaggio che lo porterà in Italia passando per l’Iran, la Turchia e la Grecia. Un’odissea che lo ha messo in contatto con la miseria e la nobiltà degli uomini, e che, nonostante tutto, non è riuscita a fargli perdere l’ironia né a cancellargli dal volto il suo formidabile sorriso. Enaiatollah ha infine trovato un posto dove fermarsi e avere la sua età. Questa è la sua storia.

Nel mare ci sono i coccodrilli

Se nasci in Afghanistan, nel posto sbagliato e nel momento sbagliato, può capitare che, anche se sei un bambino alto come una capra, e uno dei migliori a giocare a Buzul-bazi, qualcuno reclami la tua vita. Tuo padre è morto lavorando per un ricco signore, il carico del camion che guidava è andato perduto e tu dovresti esserne il risarcimento. Ecco perché quando bussano alla porta corri a nasconderti. Ma ora stai diventando troppo grande per la buca che tua madre ha scavato vicino alle patate. Così, un giorno, lei ti dice che dovete fare un viaggio. Ti accompagna in Pakistan, ti accarezza i capelli, ti fa promettere che diventerai un uomo per bene e ti lascia solo. Da questo tragico atto di amore hanno inizio la prematura vita adulta di Enaiatollah Akbari e l’incredibile viaggio che lo porterà in Italia passando per l’Iran, la Turchia e la Grecia. Un’odissea che lo ha messo in contatto con la miseria e la nobiltà degli uomini, e che, nonostante tutto, non è riuscita a fargli perdere l’ironia né a cancellargli dal volto il suo formidabile sorriso. Enaiatollah ha infine trovato un posto dove fermarsi e avere la sua età.Questa è la sua storia.
**
### Sinossi
Se nasci in Afghanistan, nel posto sbagliato e nel momento sbagliato, può capitare che, anche se sei un bambino alto come una capra, e uno dei migliori a giocare a Buzul-bazi, qualcuno reclami la tua vita. Tuo padre è morto lavorando per un ricco signore, il carico del camion che guidava è andato perduto e tu dovresti esserne il risarcimento. Ecco perché quando bussano alla porta corri a nasconderti. Ma ora stai diventando troppo grande per la buca che tua madre ha scavato vicino alle patate. Così, un giorno, lei ti dice che dovete fare un viaggio. Ti accompagna in Pakistan, ti accarezza i capelli, ti fa promettere che diventerai un uomo per bene e ti lascia solo. Da questo tragico atto di amore hanno inizio la prematura vita adulta di Enaiatollah Akbari e l’incredibile viaggio che lo porterà in Italia passando per l’Iran, la Turchia e la Grecia. Un’odissea che lo ha messo in contatto con la miseria e la nobiltà degli uomini, e che, nonostante tutto, non è riuscita a fargli perdere l’ironia né a cancellargli dal volto il suo formidabile sorriso. Enaiatollah ha infine trovato un posto dove fermarsi e avere la sua età.Questa è la sua storia.
### Dalla seconda/terza di copertina
Se nasci in Afghanistan, nel posto sbagliato e nel momento sbagliato, può capitare che, anche se sei un bambino alto come una capra, e uno dei migliori a giocare a Buzul-bazi, qualcuno reclami la tua vita. Tuo padre è morto lavorando per un ricco signore, il carico del camion che guidava è andato perduto e tu dovresti esserne il risarcimento. Ecco perché quando bussano alla porta corri a nasconderti. Ma ora stai diventando troppo grande per la buca che tua madre ha scavato vicino alle patate. Così, un giorno, lei ti dice che dovete fare un viaggio. Ti accompagna in Pakistan, ti accarezza i capelli, ti fa promettere che diventerai un uomo per bene e ti lascia solo. Da questo tragico atto di amore hanno inizio la prematura vita adulta di Enaiatollah Akbari e l’incredibile viaggio che lo porterà in Italia passando per l’Iran, la Turchia e la Grecia. Un’odissea che lo ha messo in contatto con la miseria e la nobiltà degli uomini, e che, nonostante tutto, non è riuscita a fargli perdere l’ironia né a cancellargli dal volto il suo formidabile sorriso. Enaiatollah ha infine trovato un posto dove fermarsi e avere la sua età.Questa è la sua storia.

Nel letto del capitano

La sfortuna di lei.Chloe Winton non avrebbe mai pensato di cominciare la sua luna di miele tra i conti da pagare invece che tra i confetti. E da sola per di più! Ma il suo viscido ex l’ha lasciata all’altare e, visto che oltretutto era anche il suo capo, insieme all’amore ha perso pure il lavoro. Unica nota positiva, la crociera su uno yacht di lusso che doveva rappresentare l’inizio della sua vita coniugale e invece le servirà per sbollire la rabbia al sole della California.La fortuna di lui.Il capitano Jack McCullough non ama mescolare affari e piacere, ma come può lasciare la sensuale Chloe tutta sola? Lei è decisa a godersi la settimana sull’oceano e lui potrà offrirle qualche stuzzicante diversivo per passare il tempo… sotto coperta.

Nel labirinto delle ombre

I morti di Pico Mundo, città impolverata dal deserto del Mojave, non hanno smesso di andare a trovare Odd Thomas per chiedergli giustizia. E Odd lo “Strano”, ventunenne senza età, cuoco di tavola calda nel “Luogo delle ombre”, il romanzo che l’ha immortalato, e occulto braccio destro del capo della polizia Wyatt Porter, non ha smesso di avvertire il “vivo” tepore e il tetro sgomento di chi fu vittima di un crimine. Sarà la compassione – o la certezza che la vita ha un significato, come lo ha la morte -, a condurlo sul luogo di un agghiacciante delitto: il cadavere del dottor Wilbur Jessup giace nella sua dimora, ai piedi del letto, selvaggiamente brutalizzato. Ma qualcun altro potrebbe essere in pericolo: Danny Jessup, figlio adottivo di Wilbur e amico d’infanzia di Odd, soprannominato “ossa di vetro” perché affetto fin da bambino da una rara malattia genetica che lo rende fragile come un grissino. Di lui non v’è traccia. Il filo della verità si dipana nel labirinto delle ombre, sopra e sotto terra, verso un diroccato casinò indiano, dove qualcuno, con la fissa dei riti ancestrali, ha uno strano hobby…
**

Nel fuoco

Durante gli scavi per una nuova costruzione vicino al vecchio cimitero di Roaring Fork, nel cuore delle Montagne Rocciose, affiorano i corpi di un gruppo di minatori uccisi e divorati da un grizzly un secolo e mezzo prima, Corrie Swanson, aspirante detective e protetta dell’agente dell’FBI Aloysius Pendergast, è la prima ad arrivare sul posto per analizzare gli scheletri. Parrebbe un sopralluogo di routine, ma ben presto viene alla luce una verità scomoda sul passato della città che mette la ragazza nei guai con le autorità locali. In suo aiuto accorre l’agente speciale Pendergast, che si ritrova invischiato in un’indagine parallela: poco dopo il suo arrivo, Roaring Fork si trasforma nel teatro degli attacchi di un piromane che appicca incendi senza una logica apparente. Indagando più a fondo e sfruttando tecniche non sempre ortodosse. Pendergast scoprirà collegamenti inaspettati tra la storia di Roaring Fork e quella della letteratura, ritrovandosi sulle tracce di un manoscritto inedito di Sir Arthur Conan Doyle: un’avventura di Sherlock Holmes che potrebbe aiutare a far luce sulle indagini…
**

Nel deserto, i Tuareg

In un primo momento, la scomparsa di Paul Billson non preoccupa nessuno, e tantomeno Max Stafford, capo del servizio di sicurezza della ditta in cui Paul lavorava. Ma poi, qualcuno commette l’errore di aggredire Staf-ford, il quale, ostinato com’è, scatta al contrattacco. Fin dagli inizi delle indagini scopre che l’impulsivo Paul è partito per il Sahara, dove molti anni prima è caduto l’aereo pilotato da suo padre. Ora, qualcuno butta là pesanti insinuazioni su quell’incidente, e Paul intende dimostrare che sono false. Per fortuna c’è Stafford, il quale, con l’aiuto di un enigmatico americano che ha fatto del deserto la sua casa, tenterà in tutti i modi di raggiungere Paul Billson e di salvarlo da insidie e pericoli.

Nel cuore della cometa

Ogni 76 anni ritorna uno dei più affascinanti e misteriosi visitatori che l’umanità ricordi: la Cometa di Halley. Il suo passaggio più recente è ancora fresco nella memoria, ma questo straordinario romanzo ci parla del prossimo appuntamento, e della spedizione di un gruppo di scienziati su Halley, non solo per scoprirne i misteri, ma per trasformarla in un luogo adatto alla vita. Tra meraviglie tecnologiche e sforzi sovrumani di adattamento, i segreti sepolti nel cuore della cometa (tutt’altro che priva di forme di vita) trasformano un immane progetto di colonizzazione in una spietata lotta per la sopravvivenza. Tuttavia, le minacce non vengono solo da un ambiente irriducibile, ma anche dagli stessi membri della spedizione, un complesso microcosmo che riproduce tensioni, conflitti e pregiudizi che hanno portato la Terra sull’orlo della catastrofe; ma soprattutto c’è il drammatico confronto tra due “forme” umane, quella naturale degli Orthos, e quella manipolata geneticamente dei Perceli. Uno sfondo da cui emergono tre grandi protagonisti, dai quali dipende il futuro della missione: Carl Osborn, Saul Lintz e, soprattutto, Virginia Kaninamanu Herbert, impegnata ad esplorare le frontiere fra l’intelligenza umana e quella artificiale.

Nel bosco

Fin dove possiamo vedere la nostra felicità? Fino a che punto possiamo conoscerla? Nel bosco (The Woodlanders, 1887), è forse il più struggente tra i romanzi di Hardy per intensità espressiva e sentimentale. Hardy contrappone con maestria due modelli di vita: lesistenza semplice e dignitosa dei boscaioli e dei contadini e quella raffinata e artificiosa dei personaggi di alto lignaggio. Il contrasto è inevitabile ma profondo: e la giovane Grace, la protagonista, è il punto di luce e di improvviso ardore tra gli uni e gli altri, tra la felicità e la disperazione. L’opera non si risolve comunque in una parabola morale intorno ai limiti delle nostre scelte. Possiede il fascino della maggiore letteratura dell’Ottocento: la grazia di uno stile acuto e piacevole, la forza di un’eccezionale tensione narrativa.

Nei boschi eterni

Il fantasma di una monaca del Settecento che sgozzava le sue vittime non fa paura al commissario Adamsberg, ma tutto il resto sí. Da un momento all’altro sprofonda in un mondo che sembra tornato dal Medioevo, dove si straziano cervi nei boschi normanni, si profanano cadaveri di vergini, e pozioni magiche assicurano la vita eterna, a costo di orrendi delitti. Un puzzle inestricabile, fatto apposta per confondere chiunque.