27137–27152 di 63547 risultati

Fruscio di streghe

Joseph Binks avrebbe preferito passare il Natale con il papà, ma si trova su un treno che lo porterà a trascorrere le vacanze natalizie con la nuova famiglia della madre. Già nello scompartimento, popolato da personaggi strani, cominciano a intrecciarsi i fili dell’intrigo in cui rimarrà impigliato. Trascinato da un triciclo magico in un improbabile covo di streghe, Joe farà amicizia con la lentigginosa apprendista Twiggy e scoprirà di essere stato coinvolto in un complotto che ruota attorno alla pagina mancante di un antico libro… Età di lettura: da 11 anni.

Frontiere di rete. Internet 2001: cosa c’è di nuovo

Portali e servizi al cittadino, banche e trading on-line, collegamenti mobili a banda larga, presente e futuro dei libri elettronici: gli sviluppi più recenti, i settori emergenti e le principali novità nel mondo del Web, illustrati dagli autori di “Internet 2000”, ossia Marco Calvo, Fabio Ciotti, Gino Roncaglia, Marco A. Zela. Completa il volume un divertente e curioso esercizio di anticipazione sull’Internet che ci aspetta fra una decina di anni: un capitolo di ‘Internet 2010’, smarritosi in qualche piega temporale e finito chissà come all’interno di questo libro.

La frontiera scomparsa

I due anni trascorsi da Sepúlveda nelle prigioni del regime cileno e l’espulsione dal suo paese natale; il ricordo di un detenuto a bordo di un treno che attraversa il Cile da sud a nord; la permanenza a Montevideo con due amici e militanti della sinistra rivoluzionaria che si trasforma in un’avventura quasi comica; un incontro memorabile sul confine boliviano e ancora molti altri episodi.

Freddo Sud

A Marbella, l’intera famiglia di Sebastian Sòderstrom, idolo svedese di hockey sul ghiaccio, viene sterminata da un attacco con il gas a opera di una banda di rapinatori. Una tragedia che sconvolge la comunità straniera di ricconi e celebrità, che si godono le meraviglie della Costa del Sol protetti da alte mura e sofisticati sistemi d’allarme. Annika Bengtzon raggiunge la Spagna come inviata della Stampa della sera, lasciandosi per qualche giorno alle spalle a Stoccolma la sua faticosa routine di casa-lavoro-bambini, complicata dall’imminente divorzio da Thomas e da un nuovo superiore che la perseguita in redazione. Mentre la polizia spagnola è pronta ad archiviare il caso, lei si convince che i Sòderstrom non siano morti per l’errore di qualche ladro anonimo: qualcuno ha progettato di ucciderli. Vulnerabile e testarda, Annika cerca la verità in un ambiente dove i segreti vengono custoditi per generazioni: al di là delle sontuose facciate, trova un mondo parallelo di corruzione e droga, che un filo di sangue lega a uno sperduto podere della Svezia. Liza Marklund costruisce la nuova inchiesta della sua reporter Annika Bengtzon basandosi su fatti reali, e dà vita a un thriller che fa emergere gli abissi della cosiddetta società bene.

Freddo

Michigan, durante un inverno glaciale. Nel corso di una fitta nevicata, un uomo raggiunge una piccola, sonnacchiosa cittadina rurale. Di lui, a parte il nome, non si sa praticamente nulla. Eppure, a poco a poco, in maniera quasi subliminale, la sua presenza mette in allarme gli abitanti del luogo. Perché l’uomo è depositario di un segreto terribile e, forse, è in cerca di vendetta.

Fredda è la notte

Blaine è ricca e bella, e in paese tutti la invidiano e un po' la detestano. Ma per Blaine, negli ultimi mesi la vita si è fatta davvero difficile. Suo marito Martin è morto in circostanze poco chiare. C'è chi è convinto che si sia suicidato, altri che sia stato assassinato. E c'è chi insinua che a ucciderlo sia stata lei, per mettere le mani su un ingente patrimonio. Anche Robin, la figliastra cui vuole molto bene, la tratta con distacco e sospetto. Ma c'è di peggio. Una mattina, il cane di Blaine, Ashley, trova il corpo di Rose, la migliore amica di Robin sulla riva di un torrente, nel bosco vicino a casa. Il terrore si diffonde per il paese, mentre un muro di gelo si erge attorno a Blaine, che non dispone di alibi accettabili, e si trova immancabilmente a pochi passi da ogni delitto, nel momento esatto in cui accade.

Fredda determinazione

Una sera la ex detective Lorraine Page viene aggredita da un uomo armato di martello. Riesce a metterlo in fuga a morsi, per poi scoprire che il suo aggressore è sospettato di aver ucciso con la stessa arma alcune prostitute. Lei è l’unica testimone e così si trova coinvolta suo malgrado nella caccia a un terribile serial killer, tra le strade e le ville di Los Angeles. La traccia è labile, porta al mondo della prostituzione e della pedofilia. Solo Lorraine è in grado di muoversi in quegli ambienti sordidi. Solo lei può intuire le motivazioni e le mosse di una mente omicida. Solo lei può rischiare la vita in una partita efferata e disseminata di false piste.

La Freccia Nera

Il romanzo è ambientato nell’Inghilterra del XV secolo (durante la Guerra delle Due Rose e sotto il regno di Enrico VI). Il giovane eroe, Richard Shelton (detto Dick), scopre che il responsabile della morte di suo padre è il suo tutore, Sir Daniel Brackley dopo averlo incontrato vestito da appestato. Si unisce pertanto alla banda di fuorilegge, abitanti della Foresta di Tunstall, detta della Freccia Nera, guidata da Ellis Duckworth; questo gruppo ha l’obiettivo di fare giustizia sui tiranni che per anni hanno usurpato gli abitanti di Tunstall e dintorni. Dick vive cercando vendetta e al contempo cercando di salvare Joanna Sedley, rapita da sir Daniel per darla in sposa a un altro uomo. Al termine delle sue peripezie, Dick sarà nominato cavaliere dal futuro re d’Inghilterra Riccardo III; e subito prima di sposare finalmente Joanna, vedrà l’assassino di suo padre: Sir Daniel, ucciso da una freccia nera.
**
### Sinossi
Il romanzo è ambientato nell’Inghilterra del XV secolo (durante la Guerra delle Due Rose e sotto il regno di Enrico VI). Il giovane eroe, Richard Shelton (detto Dick), scopre che il responsabile della morte di suo padre è il suo tutore, Sir Daniel Brackley dopo averlo incontrato vestito da appestato. Si unisce pertanto alla banda di fuorilegge, abitanti della Foresta di Tunstall, detta della Freccia Nera, guidata da Ellis Duckworth; questo gruppo ha l’obiettivo di fare giustizia sui tiranni che per anni hanno usurpato gli abitanti di Tunstall e dintorni. Dick vive cercando vendetta e al contempo cercando di salvare Joanna Sedley, rapita da sir Daniel per darla in sposa a un altro uomo. Al termine delle sue peripezie, Dick sarà nominato cavaliere dal futuro re d’Inghilterra Riccardo III; e subito prima di sposare finalmente Joanna, vedrà l’assassino di suo padre: Sir Daniel, ucciso da una freccia nera.

La freccia di Poseidone: Avventure di Dirk Pitt

Manca soltanto un ultimo collaudo. Ed è proprio in quel momento che un attentato sanguinario mette fine alla vita del progettista e distrugge il prototipo segreto del Sea Arrow, un nuovo modello di sottomarino, il più veloce, il più silenzioso e il più potente mezzo subacqueo che abbia mai solcato le acque. Se le cose fossero andate secondo i piani e il Sea Arrow fosse stato realizzato, l’America non avrebbe avuto rivali nel dominio dei mari. Ma l’innocente «gita di pesca» di copertura, che avrebbe permesso di mettere a punto le ultime mosse, si è misteriosamente conclusa in tragedia. Solo la Numa può intervenire per recuperare i resti del cabinato da pesca sul quale viaggiava il progettista, ma nemmeno Dirk Pitt e Al Giordino sono consapevoli dell’importanza dell’impresa che stanno per affrontare. Non tarderanno però a rendersene conto, costretti da subito a difendersi dall’attacco di uno spietato commando, pronto a tutto pur di recuperare quello che c’era a bordo. Ma qual era il segreto che si celava in quel cabinato? E come si collega il progetto del Sea Arrow alla scomparsa del sommergibile italiano Barbarigo avvenuta nel 1943 al largo dell’oceano Indiano? Affiancato da un’affascinante agente del NCIS, Pitt indaga, mentre i pericoli per lui e per i suoi uomini si moltiplicano e la soluzione del mistero sembra sempre più lontana…

Freaky Deaky

Chris Mankowski, ex veterano del Vietnam, si è appena trasferito alla Sex Crimes. Qui conosce Greta, che denuncia per stupro Woody Ricks, un grassone appassionato di film di Schwarzenegger. Woody e suo fratello Mark, ricchi e potenti impresari teatrali, vengono ricattati da Skip e Robin, due ex hippy con tre anni di galera alle spalle per aver piazzato delle cariche nel Federal Building all’inizio degli anni Settanta. I due sono convinti che siano stati i fratelli Ricks a denunciarli all’epoca e ora chiedono un risarcimento.

Frazione di secondo

È nel momento del pericolo estremo che si gioca la lotta tra il bene e il male. È in questo preciso istante che si manifesta la nostra vera natura, la nostra identità più nascosta e profonda. Ed è in questa frazione di secondo che si decide la partita di ognuno con il proprio destino. A Maggie O’Dell, tra le migliori profiler dell’Fbi, non mancano determinazione, intelligenza, coraggio, armi che le hanno consentito di neutralizzare Albert Stucky, un malvagio serial killer. Il prezzo che Maggie ha dovuto pagare è stato altissimo: assistere impotente alla sadica performance del suo nemico, vedere la propria vita interiore andare in frantumi, forse per sempre. Ora Stucky è fuggito di prigione e sembra deciso ad annientare qualunque donna incroci la strada di Maggie, l’unica in grado di leggergli nella mente. E il sospetto che il male si sia insinuato anche dentro di lei, comincia a terrorizzarla più del suo nemico di sempre.Miniserie “Meggie O’Dell” – Vol. 2

I fratelli oscuri

Un uomo viene ucciso nella sede del Grande Oriente di Francia, a Parigi, il giorno stesso in cui doveva tenersi la sua iniziazione alla massoneria. Un altro, discendente del marchese Lafayette, subisce la stessa sorte. Antoine Marcas, commissario di polizia massone, deve far luce sui due omicidi compiuti con un’antica spada da un “fratello di sangue”, come lui si è definito. Le indagini conducono Marcas a New York, nei sotterranei della Statua della Libertà, dove si celano indizi importanti, e poi ancora a Parigi, sulla Torre Eiffel. Ci sono legami che uniscono i due monumenti, simboli massonici, significati esoterici, che risalgono lontano nel tempo, al Medioevo, all’anno 1355, quando un copista di nome Nicolas Flamel entra in possesso del misterioso “Libro di Abramo”, custode di molti segreti, tra cui la formula per creare l’oro perfetto. Di Flamel, che passerà alla storia come l’alchimista che ha ottenuto la pietra filosofale, si sono perse le tracce, così come del prezioso libro. Ma il fratello di sangue sa, e così pure i membri dell’organizzazione Aurora, che vogliono a tutti i costi la formula. Marcas rischierà la vita per fermare quella sanguinaria e folle corsa all’uomo, che si concluderà sulla Torre Eiffel, monumento per eccellenza alla superiorità della Ragione.

I fratelli Karamazov

Introduzione di Eraldo AffinatiEdizione integraleUnanimemente considerata tra le opere più alte della letteratura russa e di tutto l’Ottocento europeo, I fratelli Karamazov è l’ultima fatica di Dostoevskij. Pubblicato in parte, tra il 1879 e il 1880, sul «Messaggero Russo», vide la luce nella sua forma integrale nel 1880. Al centro della narrazione le vicende della famiglia Karamazov, padre e quattro figli, di cui uno illegittimo e tre nati da madri diverse, tutte precocemente scomparse. Aleksej, Dmitrij, Ivan e Smerdjakov si muovono circondati da un teatro di personaggi altrettanto cruciali e determinanti, non solo ai fini della narrazione ma anche ai fini del perfetto equilibrio su cui l’architettura del romanzo è costruita. È la storia di un parricidio, è la storia di una schiera di anime alla ricerca della verità e di una salvezza possibile, tutta spirituale, che l’autore cuce addosso al suo Aleksej, illuminandolo sin dalle primissime pagine di una luce forte e ostinata, che è propria solo degli “eroi”. Fëdor M. DostoevskijFëdor Michajlovic Dostoevskij nacque a Mosca nel 1821. Da ragazzo, alla notizia della morte del padre, subì il primo attacco di epilessia, malattia che lo tormentò per tutta la vita. Nel 1849 lo scrittore, a causa delle sue convinzioni socialiste, venne condannato a morte. La pena fu poi commutata in quattro anni di lavori forzati in Siberia e nell’esilio fino al 1859. Morì a San Pietroburgo nel 1881. È forse il più grande narratore russo e uno dei classici di tutti i tempi. Le sue opere e i suoi personaggi, intensi, drammatici, affascinanti, sono attuali e modernissimi. La Newton Compton ha pubblicato L’adolescente, Delitto e castigo, I demoni, I fratelli Karamazov, Il giocatore, L’idiota, Memorie dal sottosuolo, Le notti bianche – La mite – Il sogno di un uomo ridicolo anche in volumi singoli.

La fratellanza del sepolcro

Un prete irlandese rimane vittima di un omicidio davanti all’altare della sua chiesa. Un agente dei servizi segreti russi viene rinvenuto soffocato con il numero 666 riprodotto sul cranio rasato. Patrick Canavan, ex agente della CIA, viene trascinato in una ridda di tradimenti e di omicidi che imperversa su tre continenti e la cui origine è avvolta dalle nebbie del passato: ai segreti che circondano la morte e la resurrezione di Gesù. Braccato dagli assassini che impiegano armi modernissime, ma agiscono con lo zelo fanatico di un antico ordine monastico, e assistito da un religioso etiope, un integro uomo di fede, Canavan scopre che il suo duello mortale con la Fratellanza del Sepolcro richiede abilità che vanno ben oltre le capacità di un qualunque agente segreto. Egli dovrà infatti imparare a seguire piste misteriose che lo conducono a investigare sulle eresie medioevali e sulla politica vaticana ai giorni nostri, oltre che su un singolare quanto efferato complotto per assassinare il sommo pontefice. Canavan sembra perdere il contatto con la realtà, quando sopre che la Fratellanza oltre che uccidere, può anche risorgere…