2689–2704 di 68366 risultati

L’aggiustacuori: Storia del Piccolo Poeta e delle sue cento poesie che cambiano la vita

C’è un ragazzo speciale che di giorno aggiusta telefonini e la sera scrive poesie mentre parla con le stelle. Per ascoltarle meglio ha montato un’altalena sul tetto di casa sua. Loro lo chiamano “Piccolo Poeta” e ormai questo è diventato il suo nome. Il Piccolo Poeta ha un segreto: nel suo negozio lui non aggiusta solo i cellulari. Ad alcuni clienti, quelli più tristi e ammaccati, aggiusta anche la vita. Per compiere questa magia gli bastano cento poesie: non una di più, non una di meno. Una al giorno per cento giorni. Le invia sul cellulare di chi ne ha bisogno per aiutarlo a riflettere, per riordinare le sue priorità o riconquistare la fiducia smarrita; per fargli ritrovare l’amore, che sia per qualcuno, per se stesso o per la vita. Il Piccolo Poeta si accorge subito quando un cliente ha bisogno di essere salvato, dopotutto sono centinaia di anni che dal suo palazzo scrive poesie e aggiusta cuori. Lo capisce sbirciando dentro i loro cellulari, che come scrigni custodiscono pensieri, desideri, insomma le emozioni più intime e nascoste. Sceglie tutte persone che hanno bisogno di qualcosa ma non sanno precisamente cosa, persone che possono fare delle sue poesie l’uso migliore. Usarle per vivere, amare, curarsi, innamorarsi, chiedere scusa. Eppure, anche lui ha bisogno di essere salvato. L’ha capito grazie a tre storie, tre vite che ha aggiustato e che, alla fine, incredibilmente, hanno aggiustato lui. Ha capito che deve partire per ritrovare la sua Anna, senza la quale non può più vivere. Prima di iniziare il suo viaggio, però, ci lascia queste cento poesie, che sono come una mappa, o delle istruzioni per ricostruirsi. Affinché anche noi possiamo usarle per aggiustarci, per capirci, per uscire dal bozzolo e diventare farfalle. E diventare la migliore versione di noi stessi. **
### Sinossi
C’è un ragazzo speciale che di giorno aggiusta telefonini e la sera scrive poesie mentre parla con le stelle. Per ascoltarle meglio ha montato un’altalena sul tetto di casa sua. Loro lo chiamano “Piccolo Poeta” e ormai questo è diventato il suo nome. Il Piccolo Poeta ha un segreto: nel suo negozio lui non aggiusta solo i cellulari. Ad alcuni clienti, quelli più tristi e ammaccati, aggiusta anche la vita. Per compiere questa magia gli bastano cento poesie: non una di più, non una di meno. Una al giorno per cento giorni. Le invia sul cellulare di chi ne ha bisogno per aiutarlo a riflettere, per riordinare le sue priorità o riconquistare la fiducia smarrita; per fargli ritrovare l’amore, che sia per qualcuno, per se stesso o per la vita. Il Piccolo Poeta si accorge subito quando un cliente ha bisogno di essere salvato, dopotutto sono centinaia di anni che dal suo palazzo scrive poesie e aggiusta cuori. Lo capisce sbirciando dentro i loro cellulari, che come scrigni custodiscono pensieri, desideri, insomma le emozioni più intime e nascoste. Sceglie tutte persone che hanno bisogno di qualcosa ma non sanno precisamente cosa, persone che possono fare delle sue poesie l’uso migliore. Usarle per vivere, amare, curarsi, innamorarsi, chiedere scusa. Eppure, anche lui ha bisogno di essere salvato. L’ha capito grazie a tre storie, tre vite che ha aggiustato e che, alla fine, incredibilmente, hanno aggiustato lui. Ha capito che deve partire per ritrovare la sua Anna, senza la quale non può più vivere. Prima di iniziare il suo viaggio, però, ci lascia queste cento poesie, che sono come una mappa, o delle istruzioni per ricostruirsi. Affinché anche noi possiamo usarle per aggiustarci, per capirci, per uscire dal bozzolo e diventare farfalle. E diventare la migliore versione di noi stessi.

Innamorarsi

Quando cadi, devi accettarlo.
Thomas.
Lavorare duramente è una cosa che sempre fatto, ma non ha mai dovuto sforzarsi così tanto per farsi notare da qualcuno. Clay non è interessato, o forse sì?
Il viaggio sulla sua barca è un test, ma finirà in suo favore? La tentazione infiamma Thomas, ma Clay se ne andrà dalla Florida prima che lui possa provarci? Deve correre il rischio o non potrà mai perdonarselo.
Clay.
C’è qualcosa in Thomas che lo fa sentire accaldato sotto i vestiti. Non è solo il calore della Florida; è l’uomo sexy al suo fianco che lo fa sudare. Clay vorrebbe provarci, ma come potrebbe sollevare la questione? Farsi coinvolgere potrebbe far finire la loro amicizia, e quella è l’ultima cosa che desidera.
Solo un bacio cambierà tutto. Sarà coraggioso quando si presenterà l’opportunità, o ignorerà l’attrazione e lascerà la Florida, senza nemmeno correre il rischio? **
### Sinossi
Quando cadi, devi accettarlo.
Thomas.
Lavorare duramente è una cosa che sempre fatto, ma non ha mai dovuto sforzarsi così tanto per farsi notare da qualcuno. Clay non è interessato, o forse sì?
Il viaggio sulla sua barca è un test, ma finirà in suo favore? La tentazione infiamma Thomas, ma Clay se ne andrà dalla Florida prima che lui possa provarci? Deve correre il rischio o non potrà mai perdonarselo.
Clay.
C’è qualcosa in Thomas che lo fa sentire accaldato sotto i vestiti. Non è solo il calore della Florida; è l’uomo sexy al suo fianco che lo fa sudare. Clay vorrebbe provarci, ma come potrebbe sollevare la questione? Farsi coinvolgere potrebbe far finire la loro amicizia, e quella è l’ultima cosa che desidera.
Solo un bacio cambierà tutto. Sarà coraggioso quando si presenterà l’opportunità, o ignorerà l’attrazione e lascerà la Florida, senza nemmeno correre il rischio?

Incontrollabile seduzione

Per volere del re, Graeme Montgomery è costretto a prendere in moglie Eveline Armstrong, figlia del capoclan rivale, e a siglare un patto di non belligeranza tra i due clan, riportando così la pace nelle terre di Scozia. Misteriosa e bella come un angelo, Eveline non parla da quando tre anni prima è caduta da cavallo e viene accolta inizialmente con ostilità nel nuovo castello. Ma ben presto riesce a conquistare l’amore di Graeme, accendendo in lui una passione che travolge l’anima e i sensi. C’è qualcosa però che nessuno sospetta: Eveline in realtà non è diventata muta dopo il grave incidente… **
### Sinossi
Per volere del re, Graeme Montgomery è costretto a prendere in moglie Eveline Armstrong, figlia del capoclan rivale, e a siglare un patto di non belligeranza tra i due clan, riportando così la pace nelle terre di Scozia. Misteriosa e bella come un angelo, Eveline non parla da quando tre anni prima è caduta da cavallo e viene accolta inizialmente con ostilità nel nuovo castello. Ma ben presto riesce a conquistare l’amore di Graeme, accendendo in lui una passione che travolge l’anima e i sensi. C’è qualcosa però che nessuno sospetta: Eveline in realtà non è diventata muta dopo il grave incidente…

Inconscio Segreto – I Segreti Della Mente Inconscia, Come Utilizzare Al Meglio Il Cervello Per Il Benessere Psico-Fisico (Italian Edition)

Stai per scoprire i 15 segreti che la maggior parte delle persone non saprà mai su come realizzare te stesso attraverso il potere della mente inconscia.
Scarica subito “Inconscio Segreto” per capire:
✓ Come evitare di mettere a rischio il tuo benessere
✓ Come raggiungere la perfezione in qualsiasi cosa fai
✓ Come godersi la vita tenendo a bada emozioni e istinti
✓ Il modo migliore per evitare stress
✓ Perchè l’inconscio vince sempre
✓ Come far collaborare l’inconscio
✓ Come eliminare le cattive abitudini
✓ Come l’inconscio condiziona la tua realtà
✓ Come ottenere qualsiasi cosa con la tua mente
✓ Come liberarti dai blocchi emozionali
✓ Come attrarre eventi favorevoli nella tua vita
✓ Come essere in pace con te stesso
Conoscere i segreti della mente e soprattutti i modi con cui applicarli alla tua vita quotidiana, ti permetterà di fare quei piccoli cambiamenti che portano a grandi risultati.
★★★★★ Leggi i commenti di chi ha letto l’ebook, che trovi anche sul mio sito ★★★★★
“COMPLIMENTI… il tuo sito, il tuo e-book gratuito (GRAZIE) e sicuramente anche per il tuo lavoro che uscirà presto, un bellissimo lavoro.
Ti faccio i complimenti perché sono molto, molto appassionato di comunicazione, soprattutto quella a livello dell’inconscio. Il tuo campo.
Ho fatto molti corsi in questi anni.
Quello che più ha colpito il mio interesse dopo che la PNL ha aperto la porta è quello relativo all’ipnosi.”
Alex
“Complimenti, ottimo il tuo e-book: l’Inconscio è la chiave d’accesso al Tutto (insieme all’Anima)… :-)”
Roberto
“e’ stato interessante scoprire che l’immaginazione e i sogni hanno un enorme potere e si realizzano se li si vuole intensamente…”
Cosimo
“fatto molto bene sei una persona che merita attenzione ti auguro ogni bene. GRAZIE.”
Valerio
“sintetico, fantastico, mi sono intrippato e in parte agisco gia come il tuo manuale”
Massimo
“un ebook meraviglioso anche l’altro ebook è meraviglioso. sono in attesa del terzo ebook e grazie a lei ho capito tante cose. dopo aver letto tanti libri che mi confondevano le idee invece con questi ebook scritti in modo semplice istruttivi e gratuiti per aiutare le persone ad uscire dalla prigione della mente.
Lei forse non si rende conto il bene che fa alle persone prigioniere dei loro pensieri grazie di cuore le auguro una serena serata”
Pasquale
★★★★★ Versione Aggiornata ★★★★★
I contenuti sono stati revisionati e corretti. Vai sul mio profilo facebook “InconsciaMente” per leggere i commenti alle recensioni ricevute.

Impara a Cucinare 4

Questo quarto eBook della serie dedicata ai neofiti della cucina tratta l’importante argomento delle patate e dei numerosissimi e gustosi modi di cucinarle.
Per molti sarà una sorpresa lo scoprire come da questo semplice tubero sia possibile ricavare incredibili piatti degni di cuochi esperti …. basta solo conoscerne i trucchi e le modalità d’impiego.
Le 77 ricette riportano le più importanti combinazioni sul come preparare piatti superbi con i dettagli degli ingredienti e di come utilizzarli al meglio.
Inoltre le 77 figure dei piatti cucinati forniscono una immagine in cui il lettore può vedere in modo chiaro e semplice il risultato.
Con queste ricette potrete accontentare la famiglia, gli amici ed inoltre, siatene certi, fare un grande figurone anche nella preparazione di pranzi ufficiali.

Il Viaggiatore

Germania, autostrada A4 tra Bad Hersfeld ed Eisenbach: una tempesta di neve sconvolge il traffico e le automobili si ritrovano bloccate per due ore. Un uomo esce dalla propria vettura e, coperto dalla bufera e da una notte senza luna, penetra in ventisei macchine uccidendo altrettante persone. Dopo la strage, l’uomo torna alla sua vita di sempre, al doppio ruolo di padre e di ex marito; ma alcuni anni dopo il viaggiatore riprende a uccidere in angoli diversi della Germania, raggiungendo ovunque le sue vittime – sempre numerose – per poi, di nuovo, scomparire. A Berlino cinque amiche, ragazze adolescenti, hanno stretto un patto e sui polsi hanno tatuato la parola “finita”. È la loro scommessa per la vita, da cui chiedono molto di più di quello che hanno e sono smaliziate e incoscienti quanto basta per andare dritte incontro a un grosso guaio. A casa di Taja, una di loro, e in circostanze piuttosto inquietanti, viene ritrovata un’ingente quantità di eroina, di fronte alla quale le ragazze non si tirano indietro, vedono solo il guadagno che può venirne e il rischio che lo accompagna non le spaventa. Ma se la via di fuga è rappresentata da un’autostrada che taglia la Germania fino alla sua estremità nord, e il punto d’arrivo è una vecchia casa sulla costa norvegese, allora è lungo quella direttrice che si consumerà un inseguimento mozzafiato, dove le parti in gioco sono più di due e dove malviventi e assassini daranno vita a un’escalation di tensione e terrore. Dopo il successo internazionale di Sorry, Il Viaggiatore conferma Zoran Drvenkar come grande maestro dell’intreccio, architetto di trame debordanti, con una voce che svela segreti, traumi e paure di tutti i suoi personaggi.

Il Silenzio Dei Larici

**Un nuovo caso per la coppia di investigatori più improbabile: il bolzanino Grauner e il napoletano Saltapepe**
Il remoto paesino di Santa Gertrude in val d’Ultimo viene sconvolto, in una bella giornata primaverile, da una scoperta raccapricciante. Proprio vicino ai famosissimi larici millenari, monumento naturale che ha assistito allo sviluppo della civiltà e che attrae da sempre frotte di turisti, viene trovato il cadavere di una ragazza. Reo confesso del delitto è l’architetto Haller, che abita in valle non da molto, anche se tutti credono che il vero colpevole sia il figlio Michl, un ragazzo particolarmente strano. Starà al commissario Grauner e al suo vice Saltapepe condurre le indagini in questo luogo silenzioso quanto i suoi abitanti – come può constatare il napoletano Saltapepe, ancora poco avvezzo alla flora e alla fauna locali – che sono taciturni fino a sembrare reticenti. Soprattutto quando, nei pressi del luogo del delitto, vengono trovate delle pagine appartenenti al diario di un celebre ospite della valle, in cui si rievoca un delitto avvenuto molto tempo prima, quasi un secolo prima, e di cui gli abitanti del paese forse sanno più di quanto non si sia mai detto.

Il secolo breve

Quello che ci siamo appena lasciati alle spalle è stato un secolo di straordinario progresso scientifico e i guerre totali, di crisi economiche e di grandi periodi di rilancio e di benessere, di rivoluzioni nella società e nella cultura. Un ‘secolo breve’ anche per l’accelerazione sempre più esasperata impressa agli eventi della storia e alle trasformazioni nella vita degli uomini. Eric Hobsbawm, nato nel 1917, affronta qui un compito arduo e affascinante anche per uno storico di fama mondiale e di sperimentate capacità scientifiche: delineare un panorama esauriente di un periodo che ha non solo studiato come ricercatore ma manche vissuto come uomo. Un libro fontamentale che ormai è universalmente riconosciuto come uno dei grandi classici della storiografia contemporanea.

Il quinto cavaliere

Un piccolo gruppo di terroristi libici sotto il comando del colonnello Kadhafi piazzano una bomba all’idrogeno a New York minacciando di farla esplodere, e causare così decine di milioni di morti, se il presidente degli Stati Uniti non intimi alle colonie sioniste di abbandonare la Cisgiordania. Il capo di Stato americano dovrà quindi barcamenarsi tra difficili rapporti politici con i leader intransigenti e religiosamente invasati di Israele e della Libia mentre sullo sfondo si profila una guerra nucleare senza precedenti nella storia dell’umanità.

Il primo marito

Annie Adams pensa di avere tutto ciò che si può desiderare. A trentadue anni, ha un bel lavoro come giornalista di viaggi, alcuni amici fidati e una vita serena, ma soprattutto è convinta che l’amatissimo fidanzato Nick, con cui convive da tempo, sia l’uomo giusto per lei. Fino al giorno in cui, all’improvviso, lui la lascia. Ma com’è possibile? Non era forse l’uomo della sua vita, quello destinato a diventare suo marito?
Profondamente disorientata da questo abbandono così inatteso, Annie si trova costretta a vedere la sua vita con occhi diversi e quando, dopo poco, conosce del tutto casualmente Griffin, uno chef molto carino che lavora in un locale sulla spiaggia vicino a casa sua, senza pensarci troppo accetta di sposarlo, dopo soli tre mesi. Sarà davvero la persona giusta? Presto la loro vita in comune si rivela più complicata del previsto, e il sospetto di aver agito impulsivamente facendo la scelta sbagliata inizia a tormentarla. È Nick o Griffin l’uomo che Annie ama? Ma soprattutto, che cosa vuole davvero dalla sua vita? Acuta osservatrice dell’universo dei sentimenti, Laura Dave esplora con sguardo ironico e mai banale le scelte che si fanno in nome dell’amore. Il primo marito è una commedia romantica, scritta con stile e intelligenza, sulla capacità di ripartire da zero alla ricerca di se stessi e del lieto fine che tutti vorrebbero trovare, riscrivendo il proprio destino. **
### Sinossi
Annie Adams pensa di avere tutto ciò che si può desiderare. A trentadue anni, ha un bel lavoro come giornalista di viaggi, alcuni amici fidati e una vita serena, ma soprattutto è convinta che l’amatissimo fidanzato Nick, con cui convive da tempo, sia l’uomo giusto per lei. Fino al giorno in cui, all’improvviso, lui la lascia. Ma com’è possibile? Non era forse l’uomo della sua vita, quello destinato a diventare suo marito?
Profondamente disorientata da questo abbandono così inatteso, Annie si trova costretta a vedere la sua vita con occhi diversi e quando, dopo poco, conosce del tutto casualmente Griffin, uno chef molto carino che lavora in un locale sulla spiaggia vicino a casa sua, senza pensarci troppo accetta di sposarlo, dopo soli tre mesi. Sarà davvero la persona giusta? Presto la loro vita in comune si rivela più complicata del previsto, e il sospetto di aver agito impulsivamente facendo la scelta sbagliata inizia a tormentarla. È Nick o Griffin l’uomo che Annie ama? Ma soprattutto, che cosa vuole davvero dalla sua vita? Acuta osservatrice dell’universo dei sentimenti, Laura Dave esplora con sguardo ironico e mai banale le scelte che si fanno in nome dell’amore. Il primo marito è una commedia romantica, scritta con stile e intelligenza, sulla capacità di ripartire da zero alla ricerca di se stessi e del lieto fine che tutti vorrebbero trovare, riscrivendo il proprio destino.

Il Potere È Nella Mente

È questo il mentalismo di Francesco Tesei: non è magia, ma un ponte tra arte e psicologia, con richiami alla Programmazione Neuro Linguistica e una profonda conoscenza di tecniche di comunicazione. È conoscere se stessi, capire gli altri, intuirne i pensieri, condizionarli, superare gli ostacoli e i conflitti, assumendosi il diritto e la responsabilità di dare un significato a tutto quello che accade, diventando osservatori attivi,artefici e protagonisti del proprio destino. Nello spettacolo che porta nei teatri di tutta Italia,Tesei esplora le potenzialità della mente in maniera artistica e finalmente in queste pagine svela i suoi segreti: come si è avvicinato prima all’illusionismo e poi al mentalismo, i retroscena dello show e l’incredibile bagaglio di conoscenza che si nasconde dietro i trucchi che mette in scena sul palcoscenico. Oltre a idee e strategie applicabili nella vita quotidiana, propone ampie riflessioni sui misteri del pensiero e dell’inconscio, mediante continui richiami alle menti più brillanti di ogni epoca e a esempi tratti dalle sue esperienze personali.Con un linguaggio semplice e suggestivo Francesco Tesei rende accessibili e utili nella pratica le abilità della mente umana in un libro che è contemporaneamente sintesi, analisi, provocazione e ispirazione.

Il piccolo popolo decolla

Sono alti non più di dieci centimetri; si muovono e parlano a grande velocità; credono che gli uomini siano degli esseri lenti, goffi e stupidi; tra di loro ci sono sapienti, sacerdoti e guerrieri; hanno una lunga tradizione di storie fantastiche e leggi misteriose. Sono gli Gnomi di Città, o, più esattamente, i Niomi dell’Emporio. Un tempo pacifici abitatori notturni del grande Magazzino F.lli Arnold, poi scacciati e perseguitati, gli gnomi vogliono ora tornare a casa, nel luogo dove, nella notte dei tempi, i loro antenati mossero i primi passi. Ma per far ciò ci vuole un piano, e uno di loro – guarda caso – un piano ce l’ha. E il piano comincia con una cosa che si chiama ‘Concorde’, una cosa che, come recita l’Enciclopedia scientifica del Giovane Niomo, “va al doppio della velocità di un proiettile e ti danno del salmone affumicato da mangiare”…

Il piccione

Quando gli accadde il fatto del piccione, che sconvolse la sua esistenza da ungiorno all’altro, Jonathan Noel aveva già più di cinquant’anni, dietro di séun intervallo di tempo di vent’anni circa totalmente privo di eventi, e maiavrebbe prima pensato che potesse ancora accadergli qualcosa di fondamentalese non, un giorno, dopo la morte. E così gli andava benissimo. Infatti nonamava gli eventi, e odiava addirittura quelli che turbavano l’equilibriointerno e sovvertivano l’ordine esterno del quotidiano. 

Il paese delle nevi

Nel conferirgli il premio Nobel per il 1968, l’Accademia di Svezia ha riconosciuto a Yasunari Kawabata “magistrali doti di narratore che esprimono con grande sensibilità l’essenza dell’anima giapponese”. Il libro che qui presentiamo – e che è stato anche il suo primo ad esser tradotto in italiano – è considerato un capolavoro di finezza psicologica e stilistica. Scritto nel 1934, ma completato solo nel 1947, mostra al suo meglio l’arte sottile di Kawabata, poeta dei sentimenti che innesta sulla linea classica dei poemi seicenteschi del suo paese le suggestioni che gli vengono da una appassionata frequentazione della cultura occidentale.
Il “paese delle nevi” è il paradiso terrestre sulla costa occidentale della maggior isola del Giappone, dove la neve è alta quindici piedi, e sorgono terme squisite, e delicati luoghi di villeggiatura. In questa scena si dipana la storia di Shimamura, ricco e raffinato esteta, e di Komako, geisha delle terme. Komako fa parte di una categoria di geishe assai diverssa da quella che abita la città: le cortigiane del paese delle nevi non potranno mai diventare famose musiciste o danzatrici, penetrere tra le quinte della politica o degli affari: il loro destino è quello di maturare tra gli incanti e la corruzione del “paradiso”, perpetuamente dedite ai signori che, secondo la tradizione, salgono alle terme per trovarvi il riposo perfetto. L’incontro di Shimamura e Komako è dunque un incontro d’amore, ma da esso non nascerà che un gioco di trasporti continuamente trattenuti, rinfocolati, destinati a svanire, in un paesaggio di sogno, dove le chiacchiere discrete degli alberghi e la ricerca della bellezza costituiscono un ricamo ripetuto, sempre fascinosamente elusivo.