26961–26976 di 63547 risultati

Grado di colpevolezza

Un famoso scrittore americano viene trovato morto, seminudo sul pavimento della suite di un albergo di San Francisco. La giornalista televisiva Mary Carelli confessa di averlo ucciso perché tentava di violentarla, ma…
**

Graceling

Tutti i Graceling hanno gli occhi di due colori diversi. Tutti i Graceling hanno un Dono. Difficile è però sapere quale Dono possiedono: a volte anche per loro stessi è duro capirlo e controllarlo. Ci sono Doni quasi inutili, come la capacità di ripetere le parole al contrario o di ricordare certi dettagli. Katje ha diciotto anni e il suo Dono è un’arma terribile nelle mani di suo zio, re Rand. Il futuro le può riservare un posto sicuro al fianco di quest’uomo vendicativo o infinite sorprese, come l’incontro con un Graceling dallo sguardo intenso che sembra conoscerla fin troppo bene. Età di lettura: da 12 anni.

Governante del dr. Jekyll

Nella soffitta di una casa vittoriana, una giovane cameriera scrive a lume di candela il suo diario. E inconsueto ma non strano che sappia scrivere: Mary Reilly è sfuggita alla brutalità di un’infanzia miserabile e alle sevizie di un padre alcolizzato coltivando il piacere dell’onesto lavoro e approfittando dei rudimentali insegnamenti di una scuola per poveri. Quello che rende strano il suo caso è che sia stata assunta, senza saperlo, proprio dal filantropo che aveva fondato quella scuola, un certo dottor Jekyll. Mary si trova bene in questa casa tranquilla dove può esercitare al meglio il suo talento per la pulizia e l’ordine, e oltretutto il padrone l’ha presa a benvolere e parla volentieri con lei, confidando nella sua intelligenza e discrezione. Sembra quasi che il gentiluomo abbia per la piccola serva una specie di affetto che Mary non ha mai conosciuto: quello di un padre buono, anche se un po’ distante perché è sempre chiuso nel suo laboratorio dove svolge misteriosi esperimenti. Lei lo ricambia con una trepidante devozione, pronta a servirlo nel bene e nel male, anche a costo di andare per lui nelle sordide strade di Soho, che la riportano ai terrori infantili, a consegnare oscuri messaggi che riguardano il nuovo assistente del dottor Jekyll, il sinistro signor Hyde. Ripercorsa così, da un punto di vista molto insolito, la celebre vicenda creata da Stevenson acquista sfumature insospettate. Come in un vivacissimo romanzo storico, Valerie Martin ci conduce a esplorare i sotterranei di servizio ottocenteschi e le strade di una Londra terribile; come in un dramma raffinatamente intimista, ci presenta il ritratto di una giovane mente femminile ricca di luci e di ombre. Combattuta fra la rigidità del formalismo sociale che la protegge dai dolori della vita e un morbido fluire di sensazioni e di emozioni che include la paura, la gelosia, la tenerezza, Mary Reilly diventa in questo libro la protagonista di una vicenda speculare e contrapposta a quella del suo datore di lavoro. Se Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde è la più classica parabola della duplice natura che è in ogni uomo, il delicato caso del dottor Jekyll e di Mary Reilly è la più moderna allegoria della scissione che ogni donna prova dentro di sé quando ama.

Gotico rurale: 2000-2012

“Ma che è successo a Eraldo Baldini? Prima faceva soltanto paura, ora fa anche ridere. In effetti tra i registri dell’horror, del noir e del giallo – tutti riassunti assieme ad altro in quella geniale intuizione del “gotico rurale” c’è sempre stata una vena di umorismo, nero, sulfureo e grottesco. Eraldo ci aveva già dato esempi di ironia e anche comicità, ed è un maestro nel suonare e fondere assieme tutti i registri narrativi, per cui in questi racconti, assieme a punte di malinconia e vette di orrore, c’è un umorismo a cui brividi di tensione e di sgomento non impediscono di diventare sfrenato. Ma non lasciatevi ingannare. Anche se adesso fa anche ridere, Eraldo Baldini continua a fare paura.” (Carlo Lucarelli)

Gormenghast

Il reame di Gormenghast ha il suo centro in un agglomerato tirannico con le sembianze di un castello. Qui ogni antica bellezza si è corrotta in cupa fatiscenza: le mura sono sinistre “come banchine di moli”, e le costruzioni si tengono tra loro “come carcasse di navi sfasciate”. E qui, intorno al piccolo Tito, settantasettesimo conte, si muovono la gigantesca contessa Gertrude, la madre, dalle spalle affollate di uccelli e dallo spumoso strascico di gatti bianchi; l’amata sorella Fucsia dai capelli corvini, che col suo abito cremisi infiamma i corridoi grigi; il fanatico custode delle leggi, Barbacane, nano storpio che raggela il sangue con lo schiocco della sua gruccia… Secondo episodio della trilogia iniziata con “Tito di Gormenghast” (Adelphi, 1981).

Gorilla blues

È la notte più calda degli ultimi cento anni. Sandrone, detto il Gorilla, decide di partire da Milano, lasciandosi dietro le spalle i lavori pericolosi e mal pagati, i debiti, la casa distrutta, la fidanzata che non vuole più saperne di lui. Trascorrerà una sorta di vacanza in una graziosa quanto deprimente località sul Lago Maggiore. Tutto quello che deve fare è sorvegliare un misero luna park di provincia, fingendo di tenere alla larga borsaioli e inesistenti molestatori di bambini. Purtroppo, il suo arrivo nel paesino coincide con una serie di avvenimenti non troppo gradevoli. Prima una banda di motociclisti dà l’assalto al luna park, poi qualcuno incendia il baraccone adiacente, provocando una strage. Assunto dal padre di una ragazza scampata per miracolo alle fiamme, Sandrone dovrà dire addio al riposo e mettersi in caccia di un pericoloso maniaco, apparentemente il responsabile dell’attentato, ritrovandosi, tra naziskin violenti, fascisti da operetta e poliziotti buddisti troppo invadenti, a fare i conti anche con l’anniversario della manifestazione di Genova contro il G8. Per fortuna, il Gorilla può confidare nel suo Socio, l’energico alleato che lo affianca nelle indagini emergendo, di tanto in tanto, dalle pieghe della sua schizofrenia. Tra motociclisti e piromani, ragazze molestate e ricconi di turno, la nuova impresa dell’inimitabile detective no global.

God breaker

Gli dèi esistono. Camminano in mezzo a noi, vivono dentro e fuori la realtà di tutti i giorni, hanno macchine, uffici, soldi… Ma non tutti. Alcuni stanno morendo, travolti dalla perdita di tutti i loro seguaci; altri combattono una lotta spietata per tenersi il proprio posto nel mondo, usando tutti i loro poteri per conquistarsi l’agiatezza e agire in incognito. Ma un giorno uno di loro si ritrova coinvolto in una sfida grottesca: un ragazzo, giovane e apparentemente potentissimo, è sulle sue tracce, e non si fermerà finché non sarà riuscito ad annientarlo. Chi è questo giovane? Liàthan, antichissimo dio celta dalla morale ambigua e dalle ambizioni limitate non prende sul serio la minaccia. Ma dovrà ricredersi ben presto, quando Edwin – questo è il nome del ragazzo – mostrerà di essere un nemico estremamente pericoloso, in cerca di una vendetta i cui motivi Liàthan ignora del tutto. Un anno esatto durerà la sfida, e se al termine Liàthan non sarà riuscito a fermare il suo avversario morirà, inesorabilmente e senza che niente possa impedirlo. Quest, urban fantasy, distopian: Godbreaker è molto più di questo. Luca Tarenzi è un costruttore di mondi che si svelano con potenza e ironia, raccontati con il ritmo rapido e martellante dei videogame; nelle sue metropoli (Amsterdam, Londra, Milano) si celano, sotto la sottile superficie del quotidiano, architetture cosmiche sconosciute agli umani, ma senza le quali l’intero universo crollerebbe miseramente, sbriciolandosi come una duna di sabbia. Un romanzo epico, pieno di colpi di scena e di personaggi memorabili a metà tra le atmosfere cupe e sognanti di American Gods e quelle crude e drammatiche di Hunger Games… ma con molto umorismo in più.

Goccie d’inchiostro

L’opera di Dossi si configura, notoriamente, come un fittissimo susseguirsi di dettagli deliziosi, di pagine autosufficienti, di miniature capaci di coinvolgere i lettori fino alla suggestione. Di simile arte del frammento, le Goccie d’inchiostro, snodo cruciale tra la stagione “lombarda” e quella “romana” e l’avvio della carriera diplomatica a fianco di Francesco Crispi, rappresentano il nucleo originario. Riproporne insieme ad alcune lettere a tutt’oggi inedite dell’incompiuta Vita di Carlo Dossi scritta da Alberto Pisani la versione definitiva, consente di approfondire la duplice natura dello stile dossiano, animato da un interscambio continuo tra la dimensione narrativa e quella epistolare, essendo l’umoralità il solo contenuto di quanto viene scritto, la cifra di un’esistenza che non può fare a meno di un dettato autobiografico nel quale l’io scrivente è l’unica matrice ispirativa.

Lo gnosticismo

Lo gnosticismo si diffuse in Oriente e in Occidente dopo la venuta di Cristo e fu il primo tentativo di costituire un sistema filosofico del cristianesimo.

Glass Magic. La donna di sabbia

Dopo aver affrontato la prova del fuoco per salvare Yelena e tutta Sitia, per Opale Cowan è giunto l’ora di mettere alla prova il proprio coraggio. Qualcuno ha sabotato i globi di vetro dei Danzatempesta, seminando morte e distruzione, e lei, con il suo talento unico, è la sola a poterli aiutare. Al suo fianco in questa missione disperata ci sono il cupo Kade e l’allegro, solare Ulrick. I due sembrano contendersi il cuore di Opale, ma proprio colui che sembra più vicino a conquistarlo si rivela in combutta con un misterioso e crudele personaggio che torna dal più tragico passato di Opale.

Glass magic – La donna di sabbia (eLit)

GLASS SERIES – Dopo aver affrontato la prova del fuoco per salvare Yelena e tutta Sitia, per Opale è giunta l’ora di mettere alla prova il proprio coraggio. Qualcuno ha sabotato i globi di vetro dei Danzatempesta, seminando morte e distruzione, e lei, con il suo talento unico, è la sola a poterli aiutare. Al suo fianco in questa missione disperata ci sono il cupo Kade e l’allegro, solare Ulrick. I due sembrano contendersi il cuore di Opale, ma proprio colui che sembra più vicino a conquistarlo si rivela in combutta con un misterioso e crudele personaggio che torna dal tragico passato di Opale.
Titoli collegati:
1)Glass magic – La donna di sabbia – Glass series vol. 1
2)Sea glass – Cuore di diamante – Glass series vol. 2
3)Spy glass – Magia di sangue – Glass series vol. 3
**
### Sinossi
GLASS SERIES – Dopo aver affrontato la prova del fuoco per salvare Yelena e tutta Sitia, per Opale è giunta l’ora di mettere alla prova il proprio coraggio. Qualcuno ha sabotato i globi di vetro dei Danzatempesta, seminando morte e distruzione, e lei, con il suo talento unico, è la sola a poterli aiutare. Al suo fianco in questa missione disperata ci sono il cupo Kade e l’allegro, solare Ulrick. I due sembrano contendersi il cuore di Opale, ma proprio colui che sembra più vicino a conquistarlo si rivela in combutta con un misterioso e crudele personaggio che torna dal tragico passato di Opale.
Titoli collegati:
1)Glass magic – La donna di sabbia – Glass series vol. 1
2)Sea glass – Cuore di diamante – Glass series vol. 2
3)Spy glass – Magia di sangue – Glass series vol. 3

Il giustiziere

Roma. Da due settimane la città eterna sembra sprofondata nel terrore. Colpa degli omicidi del “killer del Carnevale”, come lo hanno soprannominato i media, perché traveste le sue vittime con i costumi della festa. Una belva di crudeltà inaudita, che attacca le prede più indifese, le rapisce, le tortura, le uccide e poi torna a mimetizzarsi nella folla, pronta a colpire di nuovo. Per scovare un assassino così serve qualcuno che sappia muoversi nell’ombra, fuori dai protocolli di polizia. E, nell’ombra, due uomini e una donna si mettono sulle tracce del mostro: solitari, determinati, spinti da motivazioni che affondano le radici in un difficile passato. Nathan Treves, ex segugio della Omicidi, ritiratosi dal servizio dopo che una tragedia ha sconvolto la sua vita. Andrea Turindano, noto giornalista, pieno di debiti e disposto a seguire fino alle estreme conseguenze la via tortuosa verso la personale rinascita, o la definitiva disfatta. E poi Jasmine D’Amato, giovane, affascinante, che lavora per un settimanale di gossip ma aspetta la grande occasione per affermarsi e, insieme, colmare un vuoto profondo nella propria esistenza. A ciascuno di loro, la sfida al killer richiederà un prezzo altissimo. Max Orfei ha scritto un romanzo implacabile, che ha i tempi dei film d’azione e la profondità dei migliori thriller americani. Un libro sul Male che pulsa intorno a noi, non distingue tra vittime e carnefici, si infila sotto la nostra pelle e non ci abbandona più.
**
### Sinossi
Roma. Da due settimane la città eterna sembra sprofondata nel terrore. Colpa degli omicidi del “killer del Carnevale”, come lo hanno soprannominato i media, perché traveste le sue vittime con i costumi della festa. Una belva di crudeltà inaudita, che attacca le prede più indifese, le rapisce, le tortura, le uccide e poi torna a mimetizzarsi nella folla, pronta a colpire di nuovo. Per scovare un assassino così serve qualcuno che sappia muoversi nell’ombra, fuori dai protocolli di polizia. E, nell’ombra, due uomini e una donna si mettono sulle tracce del mostro: solitari, determinati, spinti da motivazioni che affondano le radici in un difficile passato. Nathan Treves, ex segugio della Omicidi, ritiratosi dal servizio dopo che una tragedia ha sconvolto la sua vita. Andrea Turindano, noto giornalista, pieno di debiti e disposto a seguire fino alle estreme conseguenze la via tortuosa verso la personale rinascita, o la definitiva disfatta. E poi Jasmine D’Amato, giovane, affascinante, che lavora per un settimanale di gossip ma aspetta la grande occasione per affermarsi e, insieme, colmare un vuoto profondo nella propria esistenza. A ciascuno di loro, la sfida al killer richiederà un prezzo altissimo. Max Orfei ha scritto un romanzo implacabile, che ha i tempi dei film d’azione e la profondità dei migliori thriller americani. Un libro sul Male che pulsa intorno a noi, non distingue tra vittime e carnefici, si infila sotto la nostra pelle e non ci abbandona più.

Giustizia sommaria

Thad Reich è un rispettabile ragazzo americano di buona famiglia, studente modello in uno dei più prestigiosi college degli Stati Uniti, candidato ad una brillante carriera di manager. O così sembra. Finché Thad Reich muore, misteriosamente soffocato, nel suo appartamento al secondo piano di un edificio di Manhattan. Per John Wells, reporter del New York Star, non c’è tempo da predere. Deve trovare la causa di quella morte improvvisa e inspiegabile. E deve trovarla in fretta. Perché tutti gli indizi portano a pensare che l’assassino di Thad Reich sia proprio lui.

Giustizia negata

Il vicesceriffo Annie Broussard è decisa a scoprire l’assassino di Pam Bichon e a evitare che il brutale omicidio diventi l’ennesimo caso di giustizia negata alle donne. La pista ufficiale conduce a un corteggiatore troppo aggressivo, ma Annie non ne è persuasa. Siamo in Lousiana, e il suo celebre Carnevale è imminente: muovendosi ai limiti della legalità in un ambiente infido e ambiguo, la poliziotta si addentra in un labirinto di passioni e ossessioni arrivando a scoprire la verità.
**

La giustizia del sangue

1793. Una lettera disperata giunge dalla Francia, dove la Rivoluzione impazza. Intercettata da Venanzio, ora duca Rues de Martin, scatta il piano per salvare un innocente dall’inferno del Terrore. Eufrasia e Venanzio tramano nel buio, feroci e decisi a riscattare se stessi e il sangue offeso, irriducibili sfidano Dio, si confondono con le ombre di un tempo spietato e rischiano la vita al fianco di foschi personaggi in un mondo senza piu regole, la giustizia a ergersi distruttiva con la liberta che scioglie cani randagi. Nella cupa atmosfera di una Parigi allo sbando, nell’aria fetida di una locanda malfamata, davanti alla ghigliottina, mentre Maria Antonietta guarda il popolo assetato di sangue, l’amore muove i due amanti e dal fango risorge con un inganno perfetto, con un gioco delle parti che trascinera nella loro vita chi era destinato alla morte. Introduzione di Stefania Auci (autrice Harlequin Mondadori)”
(source: Bol.com)