26897–26912 di 65579 risultati

Satori

È l’autunno del 1951 e la Guerra di Corea è in pieno svolgimento. Nikolaj Hel, ventiseienne, ha trascorso gli ultimi tre anni della sua vita in una cella di isolamento nelle mani dei soldati americani. Hel è un maestro di hoda korosu, uno stile di combattimento che permette di uccidere l’avversario a mani nude, parla sei lingue e ha affinato uno straordinario “sesto senso”, una sorta di acuta percezione di pericolo imminente. Ha insomma tutte le carte in regola per diventare il più inarrestabile assassino del mondo, e la CIA ha bisogno di lui. Gli americani offrono a Hel la libertà in cambio di un semplice lavoro: andare a Pechino e uccidere l’Alto Commissario sovietico di stanza in Cina. Quasi certamente sarà una missione suicida, ma Hel accetta. Ad addestrarlo per questa missione mortale è la bellissima Solange, una ex prostituta francese che, però, finisce con l’innamorarsi di Hel. Insieme, Hel e Solange si troveranno ad affrontare caos, violenza, sospetti e tradimenti, fino all’ultima fatale e inevitabile decisione.

Il sarto di Panama

Il Novecento sta per chiudersi e Panama è in subbuglio: il 31 dicembre 1999, infatti, il Canale è destinato a tornare sotto la completa sovranità panamense. Questo è l’unico dato certo. Per il resto, nessuno sa cosa succederà: qualcuno vuole fare di Panama la Disneyland dell’America Latina; qualcuno progetta di costruirvi lo zoo più grande del mondo; qualcun altro pensa che anche i Paesi vicini scaveranno i loro canali e per Panama sarà la crisi… Gli interessi in gioco, insomma, sono molti, e non tutti puliti. In questo scenario torbido e complicato si muove Harry Pendel, sarto dalla bravura leggendaria ricercato dagli uomini più potenti del Paese per i quali cuce su misura abiti perfetti. Narcotrafficanti, capi dell’esecutivo, ministri e presidenti: tutti passano dal suo atelier. E mentre prende le misure o prova i capi, Harry finisce per essere il loro confidente. Ecco perché Andrew Osnard, spia inglese, un giorno entra nel suo negozio e lo lega a sé con un ricatto sottile…
Dal maestro delle spy-stories, un romanzo incalzante dal quale è stato tratto l’omonimo film con Pierce Brosnan e Jamie Lee Curtis.
**
### Sinossi
Il Novecento sta per chiudersi e Panama è in subbuglio: il 31 dicembre 1999, infatti, il Canale è destinato a tornare sotto la completa sovranità panamense. Questo è l’unico dato certo. Per il resto, nessuno sa cosa succederà: qualcuno vuole fare di Panama la Disneyland dell’America Latina; qualcuno progetta di costruirvi lo zoo più grande del mondo; qualcun altro pensa che anche i Paesi vicini scaveranno i loro canali e per Panama sarà la crisi… Gli interessi in gioco, insomma, sono molti, e non tutti puliti. In questo scenario torbido e complicato si muove Harry Pendel, sarto dalla bravura leggendaria ricercato dagli uomini più potenti del Paese per i quali cuce su misura abiti perfetti. Narcotrafficanti, capi dell’esecutivo, ministri e presidenti: tutti passano dal suo atelier. E mentre prende le misure o prova i capi, Harry finisce per essere il loro confidente. Ecco perché Andrew Osnard, spia inglese, un giorno entra nel suo negozio e lo lega a sé con un ricatto sottile…
Dal maestro delle spy-stories, un romanzo incalzante dal quale è stato tratto l’omonimo film con Pierce Brosnan e Jamie Lee Curtis.

Sarti Antonio: un diavolo per capello

Raimondi Cesare, ispettore capo, è convinto che a organizzare un colpo in banca sia stato lo stesso direttore dell’istituto, cosí manda Sarti Antonio, sergente, in vacanza a Loiano, «la Cortina dei poveri», il paese dove è stato perpetrato il misfatto: dovrà pedinare il direttore, controllarlo a vista per provarne la colpevolezza e recuperare la refurtiva, che è sparita nel nulla. Ma Sarti Antonio sembra essere interessato alla bella e intrigante moglie del direttore piú che alla soluzione dell’enigma. E che fare se tutti gli indizi portano a ritenere responsabile proprio la gentile signora? Poi Sarti Antonio rifiuta un caffè. E se è arrivato questo punto, allora per lui si mette male sul serio… Un romanzo pervaso da un’ironia corrosiva, zeppo di personaggi fortissimi e umani che si muovono nella solita routine fatta di pattugliamenti sull’auto ventotto, di bocconi amari da ingoiare e di grigia burocrazia.

Sarti Antonio e il malato immaginario

Bologna. C’è qualcosa che non torna nei conti dell’Azienda Sanitaria Locale: ammanchi, soldi che finiscono nelle tasche sbagliate. Uno scandalo che qualcuno vorrebbe soffocare. Sarti Antonio, più collerico che mai, annaspa in un’indagine difficile, dagli esiti tutt’altro che chiari. Con lui, i partner di sempre, Felice Cantoni e l’infaticabile auto 28. Ma a indagare questa volta c’è anche un altro poliziotto, uno che ci vede benissimo, anche perché sa esattamente dove cercare: è Poli Ugo, l’archivista zoppo della Questura. L’indagine è un continuo capovolgimento di prospettive, Bologna si svela più lercia che mai, fino alla conclusione che inchioda i colpevoli alle loro responsabilità. Anche se nessuno s’illude che sia per sempre.

Sarti Antonio e il diamante insanguinato

Negli spogliatoi del campo di baseball viene ritrovato il corpo senza vita di Rocco Logiudice, il miglior tiratore della squadra. I primi sospetti si appuntano sul suo antagonista, Carlo Seghedoni, ma come in tutte le inchieste che si rispettano, la prima pista non è mai quella giusta…

Il sapore del sangue

Una mattina, di ritorno a Città del Capo da un viaggio di lavoro, Wilna trova ad attenderla una scoperta agghiacciante: il cadavere orribilmente ustionato del suo compagno, Jan Smith, antiquario, legato ad una sedia e poi freddato con un colpo alla nuca, come in un’esecuzione. Il movente sembra chiaro: la camera blindata della villa è stata ripulita fino all’ultima banconota. Ma a mancare non sono solo i soldi. Nella camera, infatti, era custodito anche il testamento del facoltoso antiquario.

La sapienza di Avalon

Dalle foreste dell’alto medioevo una sapienza per il mondo di oggi.
Molti occidentali, insoddisfatti dell’arido sapere razionalistico e scientifico, hanno a lungo cercato una via di fuga nella saggezza orientale. Eppure proprio nelle foreste d’Europa, almeno fino a mille anni fa, è fiorita una sapienza singolarmente affine alla visione del mondo del Tao e del Tantra dell’Estremo Oriente così come a quella degli indiani d’America. E’ la saggezza dello sciamanesimo celtico, anglosassone e scandinavo, che dopo anni di ricerche Brian Bates ha rivelato nel romanzo *La via del Wyrd*, salutato da un imprevedibile successo internazionale. In questo nuovo libro l’autore approfondisce in una chiara e accurata forma saggistica i temi del romanzo. Grazie alla vivida descrizione di Bates torna alla luce un mondo animato da forze creative e vitali, al centro del quale stanno gli sciamani, potenti mediatori fra gli uomini, gli spiriti e la segreta pulsazione delle Terra. E’ un mondo perduto (come la terra di Avalon dove viene condotto il morente Artù), ma appartiene anche’esso a pieno titolo alla tradizione dell’Occidente. Riscoprirlo oggi non significa solo tornare in possesso di un’eredità legittima, ma anche guardare con occhi insieme antichi e nuovi le questioni decisive del nostro tempo, e trovare una risposta fertile e produttiva alle eterne inquietudini dell’uomo.
**Brian Bates** lavora presso l’Università del Sussex a Brighton, dove, dopo aver insegnato psicologia, è direttore del Programma di ricerche sciamaniche. Oltre che del romanzo *La via del Wyrd* (120.000 copie nell’edizione tascabile inglese e cinque ristampe in pochi mesi nell’edizione italiana), è autore di numerose pubblicazioni scientifiche.

Le sante dello scandalo

Cinque donne stanno nell’elenco maschile delle generazioni tra Abramo e Ieshu/Gesù.
Cinque casi unici forzano la legge, confondono gli uomini e impongono eccezioni.
Le donne qui fanno saltare il banco, riempite di grazia che in loro diventa forza di combattimento.

La santa Rossa

*La Santa Rossa* è il primo romanzo di John Steinbeck ed è un romanzo storico. Narra, infatti, la vita di Henry Morgan, un pirata inglese del XVII secolo che nel 1670 conquistò Panama e fu nominato baronetto da Sua Maestà Britannica. Storico, dunque, è il protagonista e storicamente ricostruiti nei loro particolari sono i tempi e i luoghi in cui la vicenda è ambientata: l’Inghilterra del 1600, le lotte tra gli inglesi e gli spagnoli per il controllo dei mari, l’espansione coloniale delle grandi potenze europee, la tratta dei negri e, soprattutto, il grandioso fenomeno della pirateria. È appunto sullo sfondo di questo vasto affresco storico che Henry Morgan vive la sua avventurosa esistenza. Il romanzo ne segue le fasi per tutto l’arco della sua durata. Descrive l’infanzia di Henry nel Galles. Analizza il suo ardente desiderio di diventare marinaio e di compiere grandi imprese.
Racconta la sua fuga da casa e le sue peripezie prima didiventare ricco e potente.

La santa casta della Chiesa

Duemila anni di intrighi, delitti, lussuria, inganni e mercimonio tra papi, vescovi, sacerdoti e cardinaliLa storia della Chiesa cattolica è costellata di episodi che hanno ben poco a vedere con la fede e con l’ammaestramento delle anime. Dalla vera e propria guerriglia urbana per l’elezione del vescovo di Roma al traffico delle reliquie, dalla gestione delle catacombe alla definizione di tariffari per la visita ai luoghi santi e per la remissione dei peccati, sin da quando alle faccende di spirito si è affiancata l’attività commerciale e finanziaria un’ombra di peccato e di colpa ha oscurato le gerarchie ecclesiastiche. La “donazione di Costantino” che fondava su un falso storico l’ambizione secolare della Chiesa è solo uno degli scandali succedutisi, forse il più noto. Dalla “vendita delle indulgenze”, in vari modi durata fino a oggi, alla creazione di attività commerciali, dal riciclaggio di denaro “sporco” con la costituzione di istituti bancari, alla compravendita di immobili, istituti e case di cura “senza fine di lucro”, in questo libro Claudio Rendina ricostruisce duemila anni di malaffare, di delitti e crimini, di privilegi acquisiti o venduti a caro prezzo. Perché proprio alla corte del papa, in quella che dovrebbe essere la ”Santa Sede”, troppo spesso si nascondono attività diaboliche e peccaminose.’La scrittura di Rendina è chiara e vivace, capace di alternare sintesi storica, aneddoti e curiosità.’Gian Antonio Stella, autore di La casta’La storia vergognosa e nascosta dello Stato vaticano.’Corrado Augias, il Venerdì di Repubblica’Il libro scritto da Claudio Rendina fa sembrare Dan Brown un principiante.’Filippo Ceccarelli, la Repubblica’Lo scrittore ed esperto di romanità Claudio Rendina pubblica un ‘libro nero’ delle gerarchie della Chiesa cattolica. Dall’invenzione della ‘donazione di Costantino’ all’alleanza con le dittature di destra, sino ai nostri giorni, una documentata rassegna di come il potere e il malaffare abbiano spesso preso il sopravvento.’Massimiliano Panarari, il Venerdì di RepubblicaClaudio Rendinascrittore, poeta, storiografo e romanista, ha legato il suo nome a opere storiche di successo, tra le quali, per la Newton Compton, La grande guida dei monumenti di Roma, I papi. Storia e segreti; Il Vaticano. Storia e segreti; Guida insolita ai misteri, ai segreti, alle leggende e alle curiosità di Roma; Storia insolita di Roma; Le grandi famiglie di Roma; Storie della città di Roma; Alla scoperta di Roma; Gli ordini cavallereschi; Le chiese di Roma; Roma giorno per giorno; La vita segreta dei papi, La santa casta della Chiesa, I peccati del Vaticano, Cardinali e cortigiane e L’oro del Vaticano. Ha diretto la rivista ‘Roma ieri, oggi, domani’ e ha curato La grande enciclopedia di Roma. Ha scritto il libro storico-fotografico Gerusalemme città della pace, pubblicato in quattro lingue. Attualmente firma per ‘la Repubblica’ articoli di storia, arte e folclore e collabora a diverse riviste di carattere storico.
(source: Bol.com)

Il sangue non sbaglia

Il bravo poliziotto non è senza paura, è un uomo che la paura ha imparato a conoscerla, a dominarla, ne ha fatto un’arma di difesa e contrattacco. Lo sa bene l’ispettore Giovanni Galasso, che in trent’anni di carriera ha combattuto la criminalità di strada e quella organizzata, imparando sulla propria pelle che l’unico modo per restare vivi è non abbassare mai la guardia. A Palermo ha subìto il più ignobile degli attacchi, ha dovuto accettare il trasferimento, e adesso alla Squadra Mobile di Roma ha trovato una seconda casa, un gruppo di amici leali, una famiglia. Ma nella vita di uno sbirro la pace non può durare troppo a lungo: succede così che l’omicidio di Anna De Caprariis, un’affascinante nobildonna nota nella capitale come organizzatrice di iniziative benefiche, diventa per Galasso l’inizio di un’indagine piena di insidie e interrogativi, destinata a riportare alla luce antichi misteri personali. Come quello del suicidio di Laura, sua fiamma giovanile, che scopre collegata alla De Caprariis attraverso discutibili amicizie. Per venirne a capo servirà intuito, cattiveria e quel pizzico di imprevedibilità che appartiene soltanto ai numeri uno. Tagliente, intenso, spietatamente vero, questo romanzo di Antonio Manganelli è un atto di amore verso un mestiere, un modo di vivere, ed è una macchina narrativa che unisce all’invenzione una miriade di autentiche storie criminali, intuizioni investigative ed emozioni strappate a una formidabile esperienza sul campo. Il confine tra realtà e finzione non è mai stato così sottile.

Il sangue di san Gennaro

“A Pasqualino, perché aveva sei anni e ogni mattina portava giù l’immondizia, al pescatore monco, perché ammansiva il mare, a santo Strato, perché proteggeva il palazzo e i malati”: a loro Màrai dedica il suo “romanzo napoletano”, ambientato nella città dove visse dal ’48 al ’52, prima di partire per gli Stati Uniti. A formare il vasto coro, lacero e sgargiante, che commenta la vicenda intorno a cui è costruito il libro sono gli uomini, le donne e i bambini della città, con la loro miseria, il loro lerciume, la loro fatica di vivere e il loro orgoglio ancestrale di aristocratici; e le interminabili chiacchiere, le liti che scoppiano furibonde, teatrali, ritualizzate, da una finestra all’altra, i lutti non meno teatrali e urlati, i santi arcigni e polverosi dentro le teche di vetro – con la loro umanità piagata e ghignante. Un intero popolo che, fra tutte le possibilità, crede che “la più verosimile” sia il miracolo. Un giorno, dalle parti di Capo Posillipo, vanno ad abitare due stranieri, un uomo e una donna (inglesi? polacchi?): displaced persons, così li definiscono le autorità, profughi. Anche loro, almeno per un po’, crederanno che lì possa avvenire il miracolo. Ma durante una violenta tromba d’aria si verificherà un evento che avrà il senso di una delusione assoluta, di una sconfitta inappellabile, poiché sancirà l’impossibilità di credere che ci sia un futuro per chi, in quanto esule, ha perso la propria identità.

Sangue dal cielo

Barbagia, fine Ottocento. Un ragazzo, accusato d’omicidio, si toglie la vita in carcere. Ma si è veramente ucciso Filippo Tanchis? Oppure qualcuno ha ritenuto più utile farlo tacere per sempre? Di questi e di tanti altri misteri si deve occupare Bustianu. Tempi duri per l’avvocato-poeta: un caso difficile da risolvere che lo porterà a confrontarsi soprattutto con se stesso, con le sue debolezze e le sue certezze. E non gli dà tregua una pioggia insistente e testarda che cesserà solo quando l’indagine verrà conclusa. La seconda avventura di Bustianu ha il colore torbido del sangue, la consistenza della pioggia desertica che si rovescia su una natura e su un paesaggio sfiniti. Ha il pulsare di un cuore turbato. Per paura e per amore.

Sangue color ruggine

EDIZIONE SPECIALE: CONTIENE UN ESTRATTO DI OSSESSIONE PROIBITAUn grande autore di gialli italianiUn caso da risolvereRuggine non è che un ragazzino, ma vive in un mondo in cui l’infanzia non è un privilegio. Con la sua banda, composta da Falco, Muffa, Lucertola, Bozo, Cacciatore e Piaga, è costretto a procacciarsi il cibo e a difendersi da predatori e altre bande. Ma quando il gruppo riesce a catturare Pesca, una delle rare femmine rimaste, la rivalità rischia di esplodere e aprire la porta al tradimento.Massimo Lugli(Roma 1955) è inviato speciale di «la Repubblica» per la cronaca nera da quasi 40 anni. Ha scritto Roma Maledetta e con la Newton Compton La legge di Lupo solitario, L’Istinto del Lupo (terzo classificato al Premio Strega 2009 e vincitore del “Controstregati”), Il Carezzevole, L’adepto, Il guardiano, Gioco perverso e La lama del rasoio. Cintura nera di karate e istruttore di tai ki kung pratica fin da bambino le arti marziali che compaiono in tutti i suoi romanzi.

Sandali rossi, pensieri proibiti

Meghan Foster ha sempre sperato di vivere un’avventura come quelle che ha sognato e descritto nel suo diario, ma adesso è stanca di aspettare. Così decide di concedersi una vacanza tropicale e di trasformare in realtà le sue fantasie più scatenate. L’agente della DEA Alex Worth si trova nel complesso alberghiero per compiere una missione sotto copertura e non si aspetta di finire sotto le coperte così in fretta. Ma quando scopre nella propria camera la biancheria intima di Meghan, i suoi sandali rossi e il suo diario pieno di frasi erotiche, perde il controllo…
(source: Bol.com)