2657–2672 di 68366 risultati

La Ragazza Sconosciuta

La solitudine di personaggi che si muovono tra il desiderio della vita e il senso ineluttabile di una fine è il filo rosso che lega questi **ultimi dieci racconti di William Trevor** : una maestra di pianoforte, che vive sola nel suo appartamento, finge di non vedere i furti dell’allievo per continuare ad ascoltare la sua musica; due amiche separate dall’amore per lo stesso uomo si incontrano, dopo tanto tempo, alla morte di lui; due immigrati dell’Est Europa restano in silenzio di fronte alla misteriosa scomparsa dell’uomo per cui lavorano; una ragazza scopre che la madre che credeva morta è ancora viva; una donna delle pulizie di cui nessuno conosce altro che il nome muore in un incidente stradale. Con delicatezza, la scrittura di Trevor entra nella vita di persone ordinarie, mostrando come singole esperienze apparentemente insignificanti siano in realtà straordinarie, se osservate sotto la giusta luce. La sua penna trasforma ogni più piccola storia in un universo in miniatura capace di rivelare, nell’attimo di un fugace bagliore, la verità della condizione umana nella sua finitudine, senza mai fissarla, per lasciare in eredità al lettore ancora un nuovo dubbio, ancora un’altra domanda.

La Promessa

Dopo aver accettato un incarico strettamente riservato, Elvis Cole si mette sulle tracce di una madre sconvolta dal dolore e misteriosamente scomparsa. In una notte di pioggia incessante, la sua ricerca lo conduce nei pressi di una casa come tante a Echo Park, Los Angeles, dove le sue indagini incroceranno quelle dell’agente del Dipartimento di Polizia Scott James e del suo cane poliziotto, Maggie. A farli incontrare e metterli in scacco entrambi, loro malgrado, è Rollins, un feroce malvivente che ha lasciato dietro di sé un corpo senza vita ed esplosivi sufficienti a far saltare in aria tutto il vicinato. In fuga dalla polizia, l’uomo sembra essere collegato anche alla donna scomparsa che Cole sta cercando. L’agente Scott è l’unica persona in grado di identificare Rollins, che ha una regola ben precisa: non lasciare mai vivo un testimone. Costretto al silenzio dalla segretezza del suo incarico, Elvis Cole viene preso di mira dalla polizia stessa, mentre Scott e Maggie diventano bersagli di Rollins. I due casi ben presto si intrecciano e così Elvis e il fido Joe Pike decidono di unire le forze con Scott e Maggie e insieme si ritrovano a combattere contro l’ombra del terrorismo, trafficanti di armi, funzionari corrotti e bande criminali, in una storia dove nessuno è chi afferma di essere, forse neanche la donna che tutti hanno promesso di salvare. Con *La promessa* , il maestro del thriller Robert Crais ci regala un capolavoro di suspense che vede come protagonisti tutti i suoi personaggi più amati: Elvis Cole e Joe Pike stavolta faranno squadra con gli eroi de *Il sospetto* , Scott e Maggie, in una storia che terrà il lettore con il fiato sospeso dalla prima all’ultima pagina e che conferma, una volta di più, il talento di uno dei più grandi autori del genere. **
### Recensione
“What a perfect book: It has layered, appealing characters, a riveting plot, a most satisfying ending—and a German shepherd! Investigator Elvis Cole thinks he’s finding a missing woman, but what unfolds is a case involving explosives, terrorists, betrayals, and broken hearts. Grade: A.”— *Cleveland Plain Dealer*
“Robert Crais takes the most popular characters from previous novels and shakes them up in an intense and thrilling mystery. Crais delivers a master class in writing with this latest novel.”—Associated Press
“After 20 novels, Crais remains one of crime fiction’s smartest and most effortless plotters. The story unfolds with supreme ease.”— *Kirkus Reviews*
* *
“Master crime fiction writer Crais delivers another winner….For readers who long for character crossovers and unambiguous resolutions, this excellent thriller should fit the bill. A skillfully convoluted plot evolves ever so slowly and culminates in a satisfying finish that also successfully ties up multiple story lines.”—* Library Journal
* “MWA Grandmaster Crais is at the top of his game.”— *Publishers Weekly*  (starred review)

### Descrizione del libro
The gripping new novel from the master of the intelligent action thriller and author of SUSPECT, Robert Crais.

La pretesa: quale rapporto tra Vangelo e ordine sociale?

Il culto cristiano non è un atto privato, ma possiede un carattere pubblico che impegna le relazioni sociali, tra gli altri così la pensava Max Weber. L’analisi sociale può mettere in luce alcuni elementi di questa pretesa. Essa si manifesta in un atteggiamento non passivo dei credenti nei confronti delle istituzioni sociali. Ogni pretesa di neutralità viene smascherata e combattuta, al paradigma della laicità viene opposto quello della libertà religiosa. Il cristianesimo resta Chiesa, ovvero qualcosa la cui misura di riferimento è l’intera città e non una sua dimensione o una sua componente, siano essa la religione, la famiglia, il piccolo gruppo, la vita emotiva dell’individuo o altro. È il vangelo che irrompe nel tempo della storia e lo trasforma in saeculum. Alla pretesa laica si oppone una pretesa secolare. E il cristiano, anticipato dal vangelo, interpreta un ruolo dinamico all’interno della vita pubblica e dunque anche politica che lo “smarca” da una visione clericale che ridurrebbe il suo agire ai confini della pastorale. **
### Sinossi
Il culto cristiano non è un atto privato, ma possiede un carattere pubblico che impegna le relazioni sociali, tra gli altri così la pensava Max Weber. L’analisi sociale può mettere in luce alcuni elementi di questa pretesa. Essa si manifesta in un atteggiamento non passivo dei credenti nei confronti delle istituzioni sociali. Ogni pretesa di neutralità viene smascherata e combattuta, al paradigma della laicità viene opposto quello della libertà religiosa. Il cristianesimo resta Chiesa, ovvero qualcosa la cui misura di riferimento è l’intera città e non una sua dimensione o una sua componente, siano essa la religione, la famiglia, il piccolo gruppo, la vita emotiva dell’individuo o altro. È il vangelo che irrompe nel tempo della storia e lo trasforma in saeculum. Alla pretesa laica si oppone una pretesa secolare. E il cristiano, anticipato dal vangelo, interpreta un ruolo dinamico all’interno della vita pubblica e dunque anche politica che lo “smarca” da una visione clericale che ridurrebbe il suo agire ai confini della pastorale.

La Pelle Del Tamburo

Un hacker si infiltra nella rete informatica del Vaticano e lascia un oscuro messaggio nel computer personale del papa: a Siviglia una chiesa abbandonata dal potere ecclesiastico e da quello secolare è costretta a lottare e uccidere per sopravvivere a chi vuole distruggerla. La Santa Sede affida le indagini a uno dei suoi uomini più fidati: il giovane sacerdote e agente dei servizi segreti vaticani Lorenzo Quart. Giunto in Spagna, padre Quart affronterà due personaggi agli antipodi: don Ferro, l’anziano parroco di Nostra Signora delle Lacrime, dalla fede solida e incrollabile, e Pencho Gavira, speculatore edilizio e vicepresidente della banca che otterrebbe notevoli vantaggi economici dalla demolizione della chiesa. Accanto a loro un ex avvocato, un’ex cantante di flamenco e un ex pugile: tre derelitti assoldati da Pencho Gavira per sbarazzarsi di padre Quart. Il sacerdote dovrà fare ricorso a tutta la sua intelligenza per sopravvivere in una città dove tutti sembrano custodire un segreto.

LA PASSIONE DEL DR. CHRISTIAN

L'indimenticabile ritratto di un medico americano che, divenuto nelle mani di una donna senza scrupoli il profeta di una nuova religione, trova la forza di ribellarsi.

La papessa Giovanna

Secondo una leggenda, diffusa dalla Chronica universalis Mettensis, e ripresa sul piano storico dalle Vite dei papi di Platina, nel nono secolo d.C. una donna riuscì, per mezzo di arti magiche, a salire sulla cattedra di Pietro con il nome di Giovanni VIII. Dopo un pontificato di due anni, un mese e quattro giorni, mentre si recava alla basilica del Laterano, morì di parto. Rielaborando un famoso testo greco del diciannovesimo secolo di E. Royidis, Lawrence Durrell ha costruito, su questo enigma storico, un affascinante romanzo che è, ad un tempo, quadro d'epoca, dissacrazione di un rituale secolare, documento storiografico e smascheramento del nesso esistente tra potere ecclesiastico e demonizzazione del femminile.

Lawrence Durrell, nato nel 1912, è considerato uno dei più brillanti romanzieri di lingua inglese. Amico intimo di Henry Miller ha scritto libri famosi tra cui Il libro nero e la tetralogia nota con il nome di «quartetto di Alessandria»: Justine, Balthazar, Mountolive, Clea.

Emmanuel Royidis, nato in Siria nel 1836 e morto ad Atene nel 1904, fu uno degli scrittori più interessanti della letteratura detta neo-greca. Il suo Papissa Joanna, uscito nel 1886 con enorme successo, gli costò la scomunica della chiesa ortodossa

La materia del nulla

Eterogeneo florilegio tratto da eterogenei libri, fatti di brindisi, lettere, racconti, aforismi e capitoli sconnessi, questo luna-park dell’assurdo presenta per la prima volta al pubblico italiano uno scrittore che è un mito letterario. Come tale, lo si è conosciuto in pagine e interviste di Borges. Conoscenza ansiosa e incerta, perché si sospettava la mistificazione e l’apocrifo. A torto: Macedonio è Macedonio, persona diseguale e distinta nella splendida costellazione argentina; questa antologia, presentata da Borges, ne dimostra la originalità e maestria.

La lettera d’oro

**Un gioiello d’oro a forma di lettera segna le vite di due famiglie da sempre contrapposte e i destini di tre grandi amori impossibili. Il nuovo atteso romanzo dell’autrice bestseller greca.**
Crisafenia ha gli occhi color dell’oro, proprio come quelli della nonna di cui porta il nome e che non ha mai conosciuto. Cresciuta in Germania ma vissuta in molti luoghi diversi, approda ad Atene quando eredita un cospicuo patrimonio e una vecchia casa in rovina. Durante i lavori di ristrutturazione, nascosta sotto al pavimento della camera dei nonni, Fenia trova una scatola di latta per biscotti, arrugginita e tutta coperta di polvere, che contiene un mucchio di lettere e un paio di eleganti orecchini. Una vera e propria corrispondenza d’amore, che appartiene, però, a mittenti ed epoche diverse; un mistero che si infittisce lettera dopo lettera. L’unico modo che Fenia ha per scoprire la verità è convincere qualcuno dei suoi “nuovi” parenti a raccontarle tutta la storia. Per fortuna, Melpo, la cugina di sua madre, si rivela una donna gioviale e molto loquace e così il racconto comincia… **
### Sinossi
**Un gioiello d’oro a forma di lettera segna le vite di due famiglie da sempre contrapposte e i destini di tre grandi amori impossibili. Il nuovo atteso romanzo dell’autrice bestseller greca.**
Crisafenia ha gli occhi color dell’oro, proprio come quelli della nonna di cui porta il nome e che non ha mai conosciuto. Cresciuta in Germania ma vissuta in molti luoghi diversi, approda ad Atene quando eredita un cospicuo patrimonio e una vecchia casa in rovina. Durante i lavori di ristrutturazione, nascosta sotto al pavimento della camera dei nonni, Fenia trova una scatola di latta per biscotti, arrugginita e tutta coperta di polvere, che contiene un mucchio di lettere e un paio di eleganti orecchini. Una vera e propria corrispondenza d’amore, che appartiene, però, a mittenti ed epoche diverse; un mistero che si infittisce lettera dopo lettera. L’unico modo che Fenia ha per scoprire la verità è convincere qualcuno dei suoi “nuovi” parenti a raccontarle tutta la storia. Per fortuna, Melpo, la cugina di sua madre, si rivela una donna gioviale e molto loquace e così il racconto comincia…

La legge dei Soal

LEGGE DEI SOAL:
1\. Dopo i 170 mesi di età, nessun membro della Specie Umana, indigeno del Pianeta Terra, potrà avere contatti con altri membri della stessa specie, se non nell’esercizio della funzione di accoppiamento.
2\. Prima dei 170 mesi di età, nessun membro della Specie Umana, indigeno del Pianeta Terra, potrà avere contatti con altri maschi della stessa specie.
3\. Ai trasgressori della presente legge sarà applicata la pena di morte.
Copertina di Karel Thole

La Guerra Giugurtina

In quest’opera, scritta due anni dopo La congiura di Catilina, l’autore impiega una tecnica narrativa più raffinata, che rivela, nell’infittirsi delle peripezie e delle vicende romanzesche, la sua attenzione per le forti passioni dell’ingenium umano. I ritratti dei personaggi di rilievo qui non vengono “scolpiti” in medaglioni posti all’inizio del racconto, ma sono delineati gradualmente, attraverso i mutamenti psicologici legati allo svolgersi degli eventi. Vivo e incalzante, il racconto mostra vigore polemico nel denunciare l’incompetenza della nobilitas nella conduzione della guerra ed evidenzia, nonostante l’ampiezza del periodo analizzato, una non comune capacità di chiare e dense sintesi storiche.

La Grande Frattura

Alla fine del 1918, a guerra appena conclusa, non tutti avrebbero scommesso che l’Europa sarebbe stata capace di rialzarsi. Lo scontro più sanguinoso della storia aveva cancellato dalla cartina imperi, religioni e culture secolari, lasciandosi alle spalle milioni di morti. Ma proprio quando i valori del passato sembravano seppelliti tra gli orrori delle trincee, in Occidente si assistette a un’ondata di edonismo e a un desiderio di riscatto mai visti. Se infatti nel 1914 lo scoppio del primo conflitto mondiale aveva accelerato una serie di cambiamenti già in atto, quattro anni più tardi i traumi della guerra e il vuoto lasciato dalle istituzioni del vecchio regime agirono piuttosto da catalizzatori della modernità, facendo spazio all’avanzata di ideologie e modalità espressive prima impensabili. Per Philipp Blom, ben attento a non ridurre il proprio oggetto di indagine alla somma di economia e politica, dal 1918 al 1938 il conflitto non si estinse, ma la sua energia venne impiegata in altri ambiti, dando vita a un periodo storico eccezionale, in cui disillusione, brama di rivincita e completa fiducia in un futuro rivoluzionario convivevano, dove apparivano i primi racconti di Hemingway, le opere dei Surrealisti e Il tramonto dell’Occidente di Oswald Spengler, e al cinema si proiettava Metropolis di Fritz Lang, mentre per le piazze risuonavano marce e slogan che di lì a poco avrebbero condotto al potere nuovi, terrificanti regimi. In questa storia culturale Blom, concentrandosi su alcuni eventi chiave, racconta un’epoca piena di contraddizioni, dove si passò senza soluzione di continuità dal dopoguerra alla preparazione di un secondo scontro mondiale, e in cui il lettore non potrà fare a meno di ritrovare alcune somiglianze con i tempi presenti.

La Famiglia Del Texas

Jack e Riley Campbell-Hayes iniziano un viaggio che cambierà le loro vite per sempre.
Sullo sfondo del Double D, il cast della serie Texas affronta cambiamenti tali da non lasciare nessuno indenne.
Jack e Riley vogliono allargare la loro famigliola di tre persone. Per prima cosa, scelgono la gravidanza surrogata, con Jack come padre. Quando tutto comincia ad andare per il verso giusto, i coniugi non possono fare a meno di pensare a quando le cose andranno storte. In fin dei conti, le loro vite sono tutto fuorché normali, e niente va mai liscio.
Aggiungete alla miscela un bambino di quattro anni in affido, e di colpo le cose cominciano a diventare molto più complicate.
**
### Sinossi
Jack e Riley Campbell-Hayes iniziano un viaggio che cambierà le loro vite per sempre.
Sullo sfondo del Double D, il cast della serie Texas affronta cambiamenti tali da non lasciare nessuno indenne.
Jack e Riley vogliono allargare la loro famigliola di tre persone. Per prima cosa, scelgono la gravidanza surrogata, con Jack come padre. Quando tutto comincia ad andare per il verso giusto, i coniugi non possono fare a meno di pensare a quando le cose andranno storte. In fin dei conti, le loro vite sono tutto fuorché normali, e niente va mai liscio.
Aggiungete alla miscela un bambino di quattro anni in affido, e di colpo le cose cominciano a diventare molto più complicate.

La Corte Di Nebbia E Furia

*”Una piccola parte di me bisbigliava che potevo sopravvivere ad Amarantha; potevo sopravvivere alla transizione in quel nuovo corpo estraneo… Ma non ero sicura di poter sopravvivere a quella cavità vuota e fredda nel mio petto. Persino durante i periodi più bui, quella parte di me era stata piena di colore, di luce. Forse diventare una Fae l’aveva distrutta. Forse Amarantha l’aveva distrutta. O forse l’avevo distrutta io, quando avevo ficcato i pugnali nei cuori di due innocenti e il loro sangue mi aveva scaldato le mani.”*
Dopo essersi sottratta al giogo di Amarantha e averla sconfitta, Feyre può finalmente ritornare alla Corte di Primavera. Per riuscirci, però, ha dovuto pagare un prezzo altissimo. Il dolore, il senso di colpa e la rabbia per le azioni terribili che è stata costretta a commettere per liberare se stessa e Tamlin, e salvare il suo popolo, infatti, la stanno mangiando viva, pezzetto dopo pezzetto. E forse nemmeno l’eternità appena conquistata sarà lunga a sufficienza per ricomporla. Qualcosa in lei si è incrinato in modo irreversibile, tanto che ormai non si riconosce più. Non si sente più la stessa Feyre che, un anno prima, aveva fatto il suo ingresso nella Corte di Primavera. E forse non è nemmeno più la stessa Feyre di cui si è innamorato Tamlin. Tanto che l’arrivo improvviso e molto teatrale di Rhysand alla corte per reclamare la soddisfazione del loro patto – secondo il quale Feyre dovrà passare con lui una settimana al mese nella misteriosa Corte della Notte, luogo di montagne e oscurità, stelle e morte – è per lei quasi un sollievo.
Ma mentre Feyre cerca di barcamenarsi nel fitto intrico di strategie politiche, potere e passioni contrastanti, un male ancora più pericoloso di quello appena sconfitto incombe su Prythian. E forse la chiave per fermarlo potrebbe essere proprio lei, a patto che riesca a sfruttare a pieno i poteri che ha ricevuto in dono quando è stata trasformata in una creatura immortale, a guarire la sua anima ferita e a decidere così che direzione dare al proprio futuro e a quello di un mondo spaccato in due.