26529–26544 di 63547 risultati

La leggenda di Otori

In un lontano Giappone feudale, splendido e al tempo stesso crudele, teatro di guerre tra clan, Tomasu vive in un villaggio abitato da una setta religiosa perseguitata dal cattivo Lord Iida, signore dei Tohan. Un giorno, tornando a casa dopo una passeggiata, Tomasu scopre di essere l’unico sopravvissuto di un massacro perpetrato da Iida. Miracolosamente salvo, viene adottato da Lord Shigeru del clan di Otori. D’ora in poi si chiamerà Takeo e la sua vita cambierà per sempre. Diventato muto in seguito alla tragedia, egli scopre di colpo di avere un udito straordinario e degli insospettati poteri magici che gli permetteranno di salvare da un brutale assassinio il suo benefattore.
**

La leggenda di Nift

Nifft è un ladro di professione in un paese in cui la vita e la morte contano poco: ma quando, insieme all’amico Haldar, vede una donna morta da sette anni salvarlo da un branco di lupi giganti e chiedergli, in cambio, di trovare a tutti i costi l’uomo che ha tradito il suo amore, capisce che sta per cominciare un’avventura molto più grossa di quella alla quale si era preparato. Nifft visiterà quattro regni nelle quattro parti di questo sorprendente romanzo, da ognuno riporterà un insegnamento e una vittoria: regni d’incubo, terre al confine con l’inferno, ma anche luoghi di sortilegio e di magia. E andrà perfino a pesca in un mare di demoni, pur di non cacciarsi in un mare di guai. Paragonato a Cugel l’Astuto, il protagonista del ciclo della Terra Morente di Jack Vance, Nifft è in realtà un uomo come tutti noi alle prese con l’avventura e l’ignoto, e alla fine del suo viaggio sarà diventato più maturo e più coraggioso grazie alle prove che avrà saputo affrontare.

La leggenda di Magda Searus

LA LEGGENDA DI MAGDA SEARUS È IL FONDAMENTO DELLA SERIE LA SPADA DELLA VERITÀ. QUESTO È L’INIZIO DELLA GRANDE AVVENTURA.
In un tempo antico e in un mondo oscuro e pericoloso in cui il tradimento e i traditori sono all’ordine del giorno, una donna coraggiosa, Magda Searus, ha appena perso il marito e smarrito la sua rotta nella vita. Alric Rahl, sovrano del D’Hara, è l’unica persona in grado di aiutarla, ma a quale prezzo?
Mentre una guerra violenta e sanguinosa oppone il Vecchio al Nuovo Mondo, i maghi di Aydindril, nelle Terre Centrali, lavorano febbrilmente per escogitare contromisure alle armi dell’imperatore Sulachan e per inventarne di nuove. Proprio allora il Primo Mago Baraccus si toglie la vita senza alcuna spiegazione apparente. Sua moglie, Magda Searus, non riesce a capire le motivazioni del suo gesto. Dopo aver trovato un messaggio lasciatole dal marito, dà inizio a una difficile e pericolosa ricerca della verità, che la condurrà a confrontarsi con traditori e minacce del Vecchio Mondo, tra cui i temibili tiranni dei sogni, capaci di insinuarsi come spie nelle menti delle persone e assumerne il controllo. Ma sarà l’incontro con il mago Merritt, un artefice dotato di notevoli conoscenze e straordinari poteri, che cambierà la sua vita per sempre, facendola diventare la prima Depositaria.

La leggenda di Bobby Z.

Tim Kearney è un criminale di piccolo calibro che la legge californiana vorrebbe condannato all’ergastolo se la DEA – l’agenzia americana per la lotta alla droga – non gli proponesse un patto: assumere l’identità di Bobby Z (un leggendario, potentissimo trafficante di marijuana morto recentemente per infarto) ed espatriare in Messico dove verrà scambiato con un agente della stessa DEA prigioniero di un delinquente messicano. Tim accetta e iniziano le sue peripezie…

La leggenda del morto contento

È il 25 luglio 1843, una mattina d’estate senza una nube e con una luce che ammazza tutti i colori. Due giovani in cerca d’avventura salpano su una barchetta con tre vele latine. Dal molo di Bellano, li segue lo sguardo preoccupato del sarto Lepido: non è giornata, sta per alzarsi il vento. L’imbarcazione è presto al largo, in un attimo lo scafo si rovescia. Un’imprudenza. Una disgrazia. Ma la tragedia crea un problema. A riva viene riportato il corpo dell’irrequieto Francesco, figlio di Giangenesio Gorgia, ricco e potente mercante del paese. Il disperso è Emilio Spanzen, figlio di un ingegnere che sta progettando la ferrovia che congiungerà Milano alla Valtellina. Due famiglie importanti. Bisogna a tutti i costi trovare un colpevole. Per la prima volta, Andrea Vitali risale il corso del tempo verso l’Ottocento, per raccontare un altro squarcio della sua Bellano. Ritroviamo così l’eco della dominazione austriaca, con i notabili e i poveracci, gli scapestrati e le bisbetiche, le autorità e gli ubriaconi… Tra lacrime e sorrisi, “La leggenda del morto contento” racconta una storia di padri e di figli, di colpevoli e di innocenti, di giustizia e di malagiustizia: ottocentesca, ma solo in apparenza.
**

La leggenda dei robot

«In uno dei racconti un uomo ascolta della “musica”. “Uomo”, questo è il nome di quella strana razza di cui parlano gli appunti. Quel pazzo che ha scritto il manoscritto afferma che siamo stati creati da “uomini”.»Un manoscritto trovato da un robot, una storia ormai mitica in cui dall’abisso del passato spunta il nome ormai dimenticato dell’uomo. Un racconto poetico e avvincente scritto da un autore considerato uno dei migliori specialisti di racconti robotici, Voltz: un autore nuovo per l’Italia, che ha scritto un classico di domani.

La leggenda dei monti naviganti

È un viaggio di ottomila chilometri che cavalca la lunga gobba montuosa della Balena-Italia lungo Alpi e Appennini, dal golfo del Quarnaro (Fiume) a Capo Sud (punto più meridionale della Penisola). Esso parte dal mare, arriva sul mare, naviga come un transatlantico con due murate affacciate sul mare, e lungo tutto il percorso evoca metafore marine, come di chi veleggiando forse vola – in un immenso arcipelago emerso. Trovi valli dove non esiste elettricità, grandi vecchi come Bonatti o Rigoni Stern, ferrovie abitate da mufloni, case cantoniere e paracarri da leggenda, bivacchi sotto la pioggia in fondo a caverne, santuari dove divinità pre-romane sbucano continuamente dietro ai santi del calendario. E poi parroci bracconieri, custodi di rifugi leggendari, musicanti in cerca di radici come Francesco Guccini o Vinicio Capossela. Un’Italia di quota, poco visibile e poco raccontata, dove la tv sembra raccontare storie di un altro pianeta. Le due parti – o forse i due ‟libri”, alla maniera latina – del racconto, Alpi e Appennini, hanno andatura e metrica diversa. Le Alpi sono pilastri visibili, famosi; sono fatte di monoliti bene illuminati e sono transitate da grandi strade. Gli Appennini no: sono arcani, spopolati, dimenticati, nonostante in essi si annidi l’identità profonda della Nazione. L’altra differenza è che sulle Alpi non c’è mezzo di trasporto unitario e si fotografa una serie di luoghi monografici (per esempio: il lago del Vajont che non c’è più, il tunnel del Gottardo durante lo scavo), spesso senza dire del viaggio che collega i fuochi della narrazione. Sugli Appennini, invece, il mezzo di trasporto è unitario e la strada assume un ruolo preponderante, assieme alle persone incontrate secondo una trama casuale.

La leggenda dei cinque ardenti

Sono trascorsi duecentoventidue anni dalla nascita di Elsinor, elfa di Boscargento: ora, finalmente, il dono di Pirus sarà suo. Ma che cosa aveva previsto il vecchio saggio tanti anni prima? Già intuiva che il ghiaccio e il fuoco si sarebbero mossi nello stesso momento per impadronirsi del Regno? “Questo è il tempo in cui le profezie si avverano e il mito torna a camminare sulla terra”, proclama Eldaren il ghidra. Quando dal profondo nord discende un gelo innaturale e dal deserto avanza un popolo antico a reclamare la terra che gli fu tolta, agli abitanti del Regno, presi tra i Gelidi e i Tarraska, non resta che tentare un arcana e pericolosa evocazione: cinque eroi saranno chiamati a trasformare se stessi per virtù d’una Pietra che conferirà loro un potere ancora più grande e terribile al prezzo di…

La leggenda degli Albi: La saga degli Albi 1

Per secoli, gli uomini, gli elfi e i nani hanno prosperato nella Terra Nascosta, una regione circondata da una catena montuosa pressoché impenetrabile, le cui uniche vie d’accesso sono sbarrate da un potente incantesimo e difese da cinque stirpi di nani. E, per secoli, i loro nemici, gli albi, creature simili agli elfi, ma d’indole malvagia e dagli occhi completamente neri, hanno atteso. Ma ora la loro pazienza sta per essere premiata. Gli Eterni, i sovrani degli albi, hanno infatti scoperto che il Demone di Nebbia, un essere in grado di spezzare qualsiasi sortilegio, si è nascosto nella remota regione di nord-ovest, e hanno quindi deciso di inviare laggiù due guerrieri per convincerlo a combattere al loro fianco. Tuttavia i due albi – Caphalor e Sinthoras – non potrebbero essere più diversi. Il primo, mite e idealista, è contrario alla guerra contro i nani, perché lo terrebbe lontano dalla sua adorata famiglia; il secondo, temerario e borioso, vorrebbe invece iniziare al più presto una sanguinaria invasione, per ridurre in schiavitù tutti gli abitanti della Terra Nascosta. Se vorranno sopravvivere alla pericolosa missione, i due albi dovranno imparare a mettere da parte le loro divergenze e ad aiutarsi a vicenda, anche se la smodata ambizione di Sinthoras sta già prendendo forma in un piano inteso a volgere l’immenso potere del demone a proprio vantaggio…

La legge della notte

DA QUESTO LIBRO IL FILM OMONIMO ***LA LEGGE DELLA NOTTE*** DIRETTO DA **BEN AFFLECK**
Boston, 1926. Mentre il liquore scorre a fiumi e volano le pallottole, un uomo sta per lasciare il suo segno nel mondo. **Joe Coughlin** è figlio di un capitano della polizia di Boston – uno importante, in città – ma ha da tempo voltato le spalle alla Legge. È l’America senza freni dei ruggenti anni Venti, e un’intricata rete di distillerie illegali, case da gioco e speakeasy clandestini si anima nelle notti tenendo in pugno la città: il momento buono per poliziotti corrotti, femmes fatales e aspiranti gangster.
Passato dai piccoli furti alla malavita organizzata, Joe è uno di quelli che si muovono nel buio, e di legge se ne sono creata un’altra: quella della strada, dell’ambizione e del crimine. L’unica legge cui valga la pena obbedire. Ma la vita dalla parte della notte ha un prezzo: e in un mondo in cui uomini senza pietà si sfidano per il controllo, non esistono amici, e non ci si può fidare di nessuno. Neanche della donna che ami.
Il viaggio di Joe Coughlin – dalla Boston dell’età del jazz alle roventi strade di Cuba, passando per il malfamato quartiere latino di Tampa – è un’incalzante saga di vendetta e una travolgente storia d’amore. Ma è anche, e soprattutto, un viaggio dentro l’America del proibizionismo, l’epopea di un’intera nazione per molti versi ancora innocente, in cui ognuno è pronto a tutto pur di garantirsi la sua fetta di sogno americano.
**
### Sinossi
DA QUESTO LIBRO IL FILM OMONIMO ***LA LEGGE DELLA NOTTE*** DIRETTO DA **BEN AFFLECK**
Boston, 1926. Mentre il liquore scorre a fiumi e volano le pallottole, un uomo sta per lasciare il suo segno nel mondo. **Joe Coughlin** è figlio di un capitano della polizia di Boston – uno importante, in città – ma ha da tempo voltato le spalle alla Legge. È l’America senza freni dei ruggenti anni Venti, e un’intricata rete di distillerie illegali, case da gioco e speakeasy clandestini si anima nelle notti tenendo in pugno la città: il momento buono per poliziotti corrotti, femmes fatales e aspiranti gangster.
Passato dai piccoli furti alla malavita organizzata, Joe è uno di quelli che si muovono nel buio, e di legge se ne sono creata un’altra: quella della strada, dell’ambizione e del crimine. L’unica legge cui valga la pena obbedire. Ma la vita dalla parte della notte ha un prezzo: e in un mondo in cui uomini senza pietà si sfidano per il controllo, non esistono amici, e non ci si può fidare di nessuno. Neanche della donna che ami.
Il viaggio di Joe Coughlin – dalla Boston dell’età del jazz alle roventi strade di Cuba, passando per il malfamato quartiere latino di Tampa – è un’incalzante saga di vendetta e una travolgente storia d’amore. Ma è anche, e soprattutto, un viaggio dentro l’America del proibizionismo, l’epopea di un’intera nazione per molti versi ancora innocente, in cui ognuno è pronto a tutto pur di garantirsi la sua fetta di sogno americano.
### Dalla seconda/terza di copertina
Prima di diventare uno scrittore a tempo pieno, ha lavorato come educatore per bambini affetti da handicap e vittime di abuso, come cameriere, parcheggiatore, autista di limousine, libraio, scaricatore di camion. Il suo unico rimpianto è di non aver mai fatto il barista. Ha scritto dieci romanzi, tutti bestseller, tradotti in oltre trenta lingue. Molti di questi hanno ispirato alcuni dei maggiori

La legge dell’attrazione – Chiedi e ti sarà dato

Quando cambiate il vostro modo di guardare le cose, le cose che guardate cambiano. State per vedere e conoscere un mondo completamente nuovo che si trasformerà davanti ai vostri occhi. Comprenderete il vostro rapporto con il passato e il futuro, ma soprattutto sarete più consapevoli del valore inestimabile e del potere intrinseco del momento presente. Imparerete di essere gli artefici della vostra esperienza grazie a una serie di processi che vi aiuteranno a ritrovare il legame con la parte ‘Non-Fisica’ di voi stessi, processi che contribuiranno a farvi ottenere tutto ciò che desiderate. E quando metterete in pratica questi esercizi, e la vostra memoria si ridesterà prendendo coscienza delle potenti Leggi dell’Universo, tra cui la Legge dell’Attrazione, ritornerà anche la vostra naturale gioia di vivere. ‘Uno degli aspetti più significativi di Chiedi e ti sarà dato è che Abraham ci offre 22 processi molto potenti da mettere in pratica per raggiungere i nostro obbiettivi. Indipendentemente da dove ci troviamo nella nostra vita, esiste un processo in grado di migliorare la situazione.’ Louise L. Hay ‘Queste voci dello Spirito usano un linguaggio comprensibile che potrete immediatamente tradurre in azione. Vi offrono addirittura un modello per capire e realizzare il vostro destino.’ Dr. Wayne W. Dyer
(source: Bol.com)

La legge del sospetto

Adam Chase è sempre stato un violento. Glielo rinfacciavano tutti a Salisbury, la piccola cittadina del North Carolina in cui è cresciuto. Per questo nessuno si stupisce quando viene accusato e processato per omicidio. Nonostante le testimonianze contro di lui, tuttavia, inclusa persine quella della sua matrigna, Adam è riconosciuto innocente e dev’essere rilasciato. Vivere a Salisbury non è più possibile, però, e per questo Adam lascia il North Carolina e si immerge per cinque lunghi anni nella frenetica anonimità di New York City. Sarà solo l’invocazione di aiuto di un vecchio e caro amico, uno dei pochi rimastigli, a convincerlo ad attraversare nuovamente il confine del North Carolina. E quando nuovi cadaveri verranno rinvenuti per le strade della contea di Rowan e la cittadinanza sarà pronta a rivoltarsi nuovamente contro di lui, la pecora nera, quello sarà il momento per Adam di cercare di capire che cosa è successo veramente, cinque anni prima. E sarà il momento di lottare, per la sua innocenza e per la sua vita.
**

La legge del silenzio (eLit)

A volte ciò che non si conosce fa paura. Una terra straniera, in cui i colori sono vividi, il cibo speziato, i profumi sensuali, lontano dal rumore e dalla frenesia del mondo moderno. La prospettiva di partire attira Gretchen e nello stesso tempo la spaventa: non è una vacanza quella che sta per vivere, ma una nuova esperienza professionale che potrebbe cambiare radicalmente il suo futuro. La trama della sua vita, che ora assomiglia allo scorrere placido di un fiume di pianura, potrebbe trasformarsi nell’intreccio misterioso e colorato di un tappeto orientale.

La legge del dolore

Un sacerdote torturato e ucciso nella propria chiesa, il corpo legato accanto all’altare e il numero 3 tracciato col sangue sul suo petto: è questa la scena raccapricciante che, una fredda mattina di dicembre, si presenta ai detective Hunter e Garcia. Dalle prove rinvenute, sembrerebbe un omicidio a sfondo religioso, forse opera di una setta. Tuttavia, quando pochi giorni dopo vengono trovati altri due cadaveri, contrassegnati coi numeri 4 e 5, Garcia si convince che il responsabile sia un serial killer sadico e perverso: una donna infatti è stata arsa viva in una villa di Malibu, mentre l’altro uomo è stato lentamente dissanguato usando centinaia di siringhe. Per Hunter, invece, le azioni dell’assassino sono state dettate da un movente ben più complesso: trasformare in realtà gli incubi peggiori delle vittime, le loro fobie, le loro paure più profonde. Ma come poteva conoscere fin nei minimi dettagli ciò che spaventava a morte quelle persone? E cosa avevano in comune un prete, un’agente immobiliare e un venditore d’auto? Per scoprire la verità, Hunter dovrà farsi strada tra le ombre del loro passato, avanzando a fatica lungo un sentiero

La legge dei Vardda

Un grande biologo, Orthis, ha trovato il modo di operare una mutazione nella struttura molecolare del corpo umano, perchè possa resistere all’accellerazione di velocità necessaria per i viaggi interstellari. I discendenti di questi primi mutanti, i Vardda, si sono stabiliti su un pianeta di Aldebaran e di là dominano i cieli e i popoli degli altri pianeti, arricchendosi con gli scambi dei prodotti dei vari mondi, prodotti che essi soltanto, che possono sopportare la velocità dei viaggi interstellari, possono trasportare, con le loro potenti astronavi che superano la velocità della luce. C’è un uomo sulla Terra, Trehearne, che è nato da una terrestre e da un Vardda e in cui la mutazione è perfetta. Quest’uomo si innamora di una bellissima Vardda e con il suo aiuto raggiunge Llirdys, il meraviglioso pianeta della sua razza. Ma la legge dei Vardda è terribile: nessuno di sangue misto può far parte della loro comunità. Il divulgare il segreto della mutazione, metterebbe altri popoli in grado di fare viaggi interstellari e significherebbe la fine dell’imperialismo commerciale dei Vardda. Con l’aiuto della ragazza vardda, Trehearne riesce a farsi accettare, ma si associa ai discepoli di Orthis, il quale voleva divulgare il segreto della mutazione e farne partecipi i popoli degli altri pianeti abitati, Terra compresa. Il romanzo è la storia della pericolosa ricerca del segreto di Orthis e delle estreme lotte dei Vardda contro i pochi uomini che si battono per il progresso universale. Una storia appassionante, logica, serrata e piena di umanità e poesia.
Copertina di Curt Caesar.

La legge dei nove

Il ventisettesimo compleanno è per il giovane Alexander Rahl, un artista emergente che vive nel Nebraska, un momento cruciale: a quella stessa età, sua madre era stata colta dalla follia. E qualcosa collegato al suo nome, al giorno del suo compleanno e a Jax, la bellissima donna che ha appena salvato rischia di esporlo a una violenza estrema e senza compromessi. Jax gli svela infatti di provenire da una realtà parallela, in cui alcuni malvagi stanno tentando di prendere il controllo, e che lui è l’unico in grado di salvare la sua gente. Laggiù si usa la magia al posto della tecnologia, ma sulla Terra lei è priva dei suoi poteri e può lottare solo affidandosi al suo pugnale, dal quale non si separa mai.
**