26433–26448 di 62912 risultati

Gerusalemme, Gerusalemme

Nel cinquantenario della nascita dello Stato ebraico questo romanzo ne ricorda la genesi tormentata. Nel maggio del 1948, mentre gli ebrei festeggiavano la nascita di Israele, gli arabi già si preparavano alla lotta. Questo romanzo racconta gli uomini, i drammi, i fatti di quella tragica stagione terminata con la nascita del nuovo stato.

Gerusalemme perduta

“Una follia. Un peccato di superbia. Una fatica improba. Non so definire altrimenti un viaggio come questo, col taccuino a raccogliere briciole di Dio, ripercorrendo a ritroso la strada dei primi cristiani dall’Italia a Gerusalemme e incontrando a ogni passo del cammino le fedi sorelle, islam e giudaismo. L’argomento, troppo grande, produce inevitabili turbolenze, dubbi, inquietudini, depistaggi. Siamo entrati in questo terreno nuovo senza guide, da viaggiatori fai-da-te, rifiutando il tranello di un approccio solo archeologico. Cercavamo banalmente racconti e immagini dei cristiani di oggi. Monika Bulaj non ha solo osservato e fotografato. Ha trasformato questa ricerca in una straordinaria avventura.”
**

La Gerusalemme liberata

Ideale rappresentante dell’autunno del Rinascimento, la “Gerusalemme liberata” divenne ben presto uno tra i libri più letti e amati in tutta Europa. Tasso seppe descrivere con il suo poema un mondo umano e narrativo chiaroscurale, ricco di una tensione mai completamente risolta tra etica e desiderio, tra doveri nei confronti di una giustizia superiore e umanissimi cedimenti alle debolezze. Nel contrasto allargato alle grandi forze del Cielo e dell’Inferno, la “Liberata” comunica un profondo senso di crisi attraverso tutto il racconto, lasciando sempre al lettore un indefinibile sentimento di incertezza. Franco Tomasi nella sua introduzione analizza l’orizzonte ideologico e la genesi del poema. Il ricco commento scioglie ogni difficoltà testuale e mette in luce il fìtto dialogo poetico con la tradizione epica e lirica di cui è tramato il poema.
**

La gente per bene

Chi poteva abitare nel Bel Paese se non la Bella Gente? Anzi, La Gente per bene, come proclamava il titolo del libretto pubblicato a Torino nel 1877 dalla Marchesa Colombi per i tipi del Giornale delle Donne e destinato a conoscere 27 edizioni prima del nuovo secolo. Offerto come un manuale di galateo – di quelli allora in voga che miravano a insegnare alla borghesia italiana, alta o piccola che fosse, le buone maniere, almeno quanto bastasse per avere a che fare con i ceti aristocratici che calcavano da primattori la scena pubblica – il libro non era affatto tale. Era molto di più. Rivolto, tranne uno striminzito capitolo finale, essenzialmente alle donne, era un manuale per sopravvivere nel mondo degli uomini. Dietro il paravento delle buone maniere la Marchesa Colombi suggeriva come mettere al loro posto maschietti prepotenti e autocentrati fin da piccoli. Insegnava alle ragazze di ogni età come non essere messe all’angolo da schermaglie amorose e da trappole di ammiratori, amanti e fidanzati. Quelli che finivano col chiuderle dentro i legami soffocanti e i legacci felpati di gabbie famigliari di cui, alla fine, solo il marito- padrone pareva disporre delle chiavi. Pur non volendo scandalizzare, con pagine ironiche e disincantate sulla vita di famiglia e sulle relazioni tra uomo e donna, *La gente per bene*, che non a caso aveva come iniziale sottotitolo «Leggi di convenienza sociale», insegnava l’arte di contare su se stesse. Fissava i paletti affinché ogni donna non vedesse soccombere la propria autonomia in un mondo segnato dal prevalere degli uomini.**

Gente del Wyoming

Un romanzo breve che si concentra nella descrizione psicologica dei due personaggi principali, e dei numerosissimi che girano loro attorno, e nella messa in scena degli spazi aperti e spopolati del Wyoming, così come degli atteggiamenti, i pregiudizi e i valori della sua gente.

Gente che uccide

Sono parecchi mesi che Charlie “Bird” Parker non tocca un’arma. Per allontanare il dolore del recente passato ha deciso di occuparsi solo di truffe e frodi aziendali. Ma quando l’ex senatore Jack Mercier gli chiede di indagare sulla morte di Grace Peltier, la figlia del suo vecchio socio d’affari trovata morta nella propria auto, Bird sa di non poter rifiutare l’incarico. La polizia sostiene si tratti di suicidio, ma quando nella zona viene scoperta una fossa comune con i resti dei membri di una setta religiosa scomparsa nel nulla quarant’anni prima, Parker intuisce che le due tragiche vicende sono collegate. Ombre oscure si allungano sulle indagini: ossessionato dal fantasma di un bambino e tormentato da un satanico assassino, Parker si trova nuovamente a confrontarsi con il soprannaturale e dovrà iniziare ad accettare una volta per tutte il suo “dono”, quell’inevitabile capacità che gli permette di vedere e ascoltare i morti. Ma la strada verso la verità è insidiosa, e Parker dovrà percorrerla con coraggio se vorrà salvare le vite di coloro che più gli sono cari e… la propria anima.Un thriller d’atmosfera originale e intrigante, una nuova indagine per il detective Charlie Parker.

La gente che sta bene

IL ROMANZO DA CUI È TRATTO IL NUOVO FILM CON CLAUDIO BISIO, DIEGO ABATANTUONO E MARGHERITA BUY. NELLE SALE DAL 30 GENNAIO 2014 In una Milano canicolare, popolata da un’umanità alla ricerca disperata di un modo per stare a galla o quantomeno di un parcheggio vicino al ristorante, Federico Baccomo (Duchesne) allestisce una commedia caustica e brillante, per raccontare con spietata ironia il ghigno di un uomo che, pagina dopo pagina, ha sempre meno motivi per ridere. Chiedete a un uomo qualunque il segreto del suo successo. Molto probabilmente vi risponderà: quale successo? Non l’avvocato Giuseppe Ilario Sobreroni. Nessuna crisi per lui, nessuna precarietà, Giuseppe ce l’ha fatta: ha una famiglia ideale, un solido conto in banca, una carriera in ascesa, degli amici a cui farlo sapere. Ma, proprio quando un’intervista in uscita sulla principale rivista di settore e l’invito al più esclusivo dei ricevimenti sono lì a decretare il suo personale trionfo, quel mondo così perfetto mostra tutte le sue crepe e, pezzo dopo pezzo, comincia a franare. Sprezzante e narcisista, Giuseppe non ha intenzione di cedere e rinunciare alla sua fetta di paradiso. A volte, però, tenersi stretto il proprio posto sulla vetta può richiedere molto più di un po’ di ambizione e qualche riga sul curriculum.

Gente che bussa alla porta

Protagonisti dei romanzi di Patricia Highsmith sono spesso quei fatti della quotidianeità che si mutano in “un’allucinante vicenda”, quelle pagine di cronaca in cui un’intera vita si riduce a un “trafiletto sormontato da una fotografia”. Ma il sipario appena sollevato subito cala, e regna nuovamente il silenzio. Ed è proprio in questa pausa quasi infinita che la scrittrice tesse la trama di “Gente che bussa alla porta”, aprendo al lettore l’uscio di casa Alderman e descrivendo il tranquillo ménage di una famiglia borghese investita all’improvviso da una folgorazione religiosa che stravolge ogni equilibrio fino a compromettere irrimediabilmente il rapporto tra il padre e il primogenito. Così, in una sonnolenta cittadina del Midwest il delicato legame sentimentale di Maggie e Arthur innesca una serie di ripicche, ostilità e ricatti esasperati dall’intransigenza religiosa: celato dentro un falso ideale di giustizia, cresce quel germe della violenza che trasforma una lite famigliare in tragedia.

Gens Arcana

Firenze, 1478. Valiano de’ Nieri discende da una delle più antiche e autorevoli famiglie di Arcani, dotati della facoltà di invocare la quinta essentia, il quinto elemento della natura, capace di combinarsi con gli altri quattro – aria, acqua, terra e fuoco — e di controllarne la forza. In pochi al mondo conoscono l’esistenza di tali dinastie millenarie. Il potere arcano è immenso: la stessa Inquisizione ne protegge il segreto nel più spietato dei modi. Valiano è nato per essere un capo tra gli Arcani, ma ha rifiutato il suo dono e la primogenitura per inseguire il sogno di una vita normale, lavorando come apprendista liutaio. Quando però suo padre Bonconte muore in circostanze misteriose e l’amato fratello Angelo viene preso in ostaggio da chi avrebbe dovuto proteggerlo, Valiano capisce di non potersi più sottrarre al proprio destino.

Genio in 21 giorni

Come posso imparare una lingua straniera senza sforzi? Come memorizzare tutte le informazioni che mi servono in meno tempo? Come aumentare il mio tempo libero? Come posso leggere più rapidamente? Questo libro offre un kit completo e aggiornato di strategie di apprendimento avanzato basate sugli studi più recenti e affinate dall’esperienza. Gli esperti di formazione Giacomo Navone e Massimo De Donno guidano il lettore in un percorso pratico e completo, ricco di suggerimenti, trucchi e prove, per riuscire a padroneggiare questo approccio in soli 21 giorni. Lettura veloce, mappe mentali, mnemotecniche sono alcuni degli strumenti con i quali puoi, per esempio, affrontare qualunque testo – dal Codice civile al corso di lingue, alla relazione tecnica – senza sforzi, frustrazioni e sprechi di tempo. Prefazione di Luca Lorenzoni.
**

Il genio criminale: storie di spie, ladri e truffatori

Quando parliamo di crimine, pensiamo immediatamente a storie efferate, intessute di crudeltà e di sangue. Ma il crimine non è fatto solo di violenza e paura, spesso le imprese dei suoi protagonisti stupiscono per intelligenza, talento creativo e, talvolta, guizzi di vera e propria genialità. Dopo aver indagato la mente degli assassini seriali nei suoi aspetti più perversi e spaventosi e dopo aver svelato i metodi e le tecniche scientifiche con cui le polizie di tutto il mondo hanno saputo gettare luce sui più efferati omicidi della storia, Carlo Lucarelli e Massimo Picozzi ripercorrono le incredibili vicende di quanti della propria attività criminale sono riusciti a fare “un’arte”. Da Amleto Vespa, finito a far la spia in Manciuria tra la prima e la seconda guerra mondiale, a Vincenzo Peruggia, che un giorno del 1911 si mise sotto il braccio la Gioconda di Leonardo e se ne andò indisturbato dall’uscita di servizio del Louvre. Da Ted Kaczinski, più noto come Unabomber, che ha tenuto in scacco l’FBI per quasi vent’anni, a Graziano Mesina, passando per figure decisamente ambigue, come Wanna Marchi o Felice Maniero. Da Han van Meegeren, capace di dipingere e vendere falsi Vermeer persino a Hermann Göring, agli uomini che misero a segno il vero colpo del secolo, la rapina alla Brink’s Bank di Boston. Storie di genialità in cui c’è sempre qualcosa di straordinario, qualcosa che fa dimenticare che, in fondo, stiamo parlando di criminali.

Gengis Khan: l’epopea del lupo della steppa

L’epopea del condottiero mongolo che passerà alla storia come Gengis Khan narrata dall’amico più fedele, il fratello di sangue che gli sarà sempre al fianco sin da quando, bandito dal proprio clan, vaga, povero e perseguitato, nelle steppe della Mongolia. Gengis Khan impiegherà vent’anni a riunire le tribù mongole sotto la sua bandiera e con i suoi cavalieri impetuosi si annetterà imperi come la Cina e la Persia, schiaccerà intere armate, annienterà cittadelle inaccessibili.

Genesis

Dopo lo strepitoso successo della scoperta di Atlantide, nel corso di una nuova missione al largo dell’isola di Giava Nina Wilde, l’archeologa dai capelli rosso fuoco, e il suo fidanzato ed ex SAS Eddie Chase trovano delle misteriose tavolette che, in base a una prima ricostruzione, sembrano risalire a una civiltŕ antichissima, vissuta piů di centomila anni prima di qualsiasi popolazione conosciuta. Una scoperta incredibile, che scardinerebbe le certezze di secoli di storia. e che a qualcuno potrebbe non piacere. Infatti, poco dopo aver spedito le immagini dei manufatti a New York, la loro nave da ricerca viene attaccata da un gruppo di spietati mercenari al soldo di una misteriosa e temibile organizzazione. Che cosa rappresentano i segni sulle tavolette che Nina ha scoperto? E perché l’archeologa viene addirittura sospesa dal suo incarico alle Nazioni Unite? Per lei e per Eddie inizia una drammatica corsa contro il tempo, nel disperato tentativo di trovare altre testimonianze di quel misterioso popolo, e soprattutto per scoprire lo scomodo segreto che fa tremare gli uomini piů potenti del pianeta, compreso il presidente degli Stati Uniti. Un’odissea senza esclusione di colpi, dai ghiacci dell’Antartide al cuore del Vaticano, dal bush australiano al deserto sudanese, perché il mondo sappia quello che deve sapere. (source: Bol.com)

La genesi. Il diario del vampiro

Un quaderno dalle pagine ingiallite giace in un cassetto. Elena lo trova e comincia a leggerlo. È il diario di Stefan, il suo amore. Tutto ebbe inizio alla fine del diciannovesimo secolo a Mystic Falls, Virginia. La vita dei fratelli Stefan e Damon Salvatore scorreva tranquilla tra splendide proprietà terriere e incredibili ricchezze. Un grande affetto li univa e i due fratelli erano inseparabili. Fino al giorno in cui nella loro vita comparve Katherine, una donna incredibilmente bella e dal fascino magnetico. Da quel momento tutto cambiò tra loro. Stefan e Damon iniziarono a lottare per conquistarla e inevitabilmente divennero rivali. Ma presto scoprirono l’atroce verità: gli splendidi vestiti e i luccicanti diamanti di questa misteriosa donna nascondevano un terribile segreto.
**

La genesi della specie

Durante un esperimento di calcolo quantistico Ponter Boddit, uno scienziato Neandertal, supera accidentalmente le barriere che separano il suo mondo da quello della specie umana e si ritrova in un universo parallelo, che gli appare carico di contraddizioni e di ambiguità. Messo in isolamento, l’alieno diviene un oggetto di studio per un gruppo di ricercatori ed esperti, e un’attrazione irresistibile per i media e per i politici delle varie nazioni, che ne reclamano l’ideale proprietà. Nello stesso tempo, nella dimensione dei Neandertal, il compagno di Ponter, Adikor Huld, viene accusato del suo omicidio. Riuscirà a provare la propria innocenza, pur non potendo neppure immaginare quanto gli è accaduto?

Genesi

Qualcuno ha passato del tempo insieme a lei. Qualcuno specializzato nell’arte d’infliggere il dolore…Un incidente di macchina. Una giovane donna è stata investita. E tuttavia ai medici appare subito chiaro come le ferite che offendono quella carne non siano dovute semplicemente all’impatto contro il veicolo. Qualcuno, prima dell’incidente, deve averle inflitto delle sofferenze atroci: una mente malata che forse, in quello stesso istante, sta scegliendo un nuovo terreno di caccia, un nuovo corpo da seviziare. Starà al coroner Sara Linton, al detective del Georgia Bureau of Investigation Will Trent e alla sua partner Faith Mitchell scoprire l’atroce verità, celata in una camera degli orrori incuneata nel buio dei sotterranei della città, una caverna in cui sono nascosti strumenti di tortura ‘così complicati, così orrendi, che la mente di Will non riusciva ad immaginare come l’assassino li facesse funzionare’. In quella caverna, c’è il corpo di una seconda vittima. E mentre le indagini stentano a trovare una direzione, il tempo sembra essersi alleato con il male e scorre, inesorabile, mentre un’altra vittima viene scelta, catturata, ed è ormai pronta per essere straziata…Genesi consacra definitivamente Karin Slaughter come una delle penne più brillanti e acuminate della narrativa crime mondiale.