26385–26400 di 62912 risultati

Un gioco di luce

Siamo a San Francisco. Maddy Yamada, la vecchia maestra di fotografia di Kay Farrow, muore investita da una motocicletta pirata. Non è un incidente: Kay, aiutata dall’amico giornalista Joel Gluckman e dal suo amante indiano Sasha, decide di indagare. Ben presto si scopre che l’omicidio è legato al traffico clandestini di immigrati, controllato dalla mafia cinese. I consigli di una donna di origine messicana e di Rusty, un poliziotto ex collega del padre le permettono di procedere nell’indagine.

Gioco di inganni

Roe e suo marito Martin, ricevono una sorpresa quando Regina, la nipote di Martin, si presenta a casa loro con un bambino, senza che nessuno sapesse che lei era incinta. Parecchie ore più tardi, di ritorno da una cena, Roe e Martin scoprono che il marito di Regina, Craig, è stato assassinato nel loro cortile e che Regina è scomparsa dopo aver nascosto il piccolo Hayden sotto il letto.
Roe, che non può avere figli, si ritrova a doversi prendere cura del piccolo mentre lei e Martin cercano di ritrovare Regina, dopo aver scoperto una grossa somma di denaro nascosta nella borsa dei pannolini del bambino. Insieme a loro c’é Rory Brown, un amico di Craig e di Regina che mostra un interesse sospetto nei confronti del bambino. La storia ha un ritmo incalzante, ed è popolata di personaggi tragicamente frustrati. Roe, che capisce fino a che punto alcune persone potrebbero spingersi pur di avere un bambino, è inorridita da ciò che scopre.Fino a che punto la gente è disposta a spingersi per ottenere quello che vuole?

Il gioco delle tre carte

Dopo il fortunato esordio de ‘La briscola in cinque’, ritorna la squadra investigativa del BarLume di Pineta. Nel corso di un congresso, si trova ucciso un vecchio professore giapponese. La chiave pare sia in un computer che non contiene niente di significativo. Una indagine corale condotta con maestria e allegria.

Il gioco della vita

Per Michael e i suoi amici è il momento della resa dei conti all’interno del VirtNet. Il gioco a cui stava giocando è oramai diventato più reale di qualsiasi realtà. Solo poche settimane prima, percorrere il Sentiero ha significato per loro vivere un’esperienza virtuale, indotta, per alcuni aspetti addirittura divertente. Il VirtNet, con la sua combinazione di tecnologia avveniristica e sofisticati programmi di gaming, li ha però avviluppati in un’oppressiva e ineludibile riproduzione del reale, e ora Michael sa che è la sua stessa vita a essere a rischio: il VirtNet si è manifestato come il mondo delle estreme conseguenze, e il gioco sta per finire. Kaine e i Tangenti, i programmi di intelligenza artificiale che professano la Dottrina della Mortalità, il piano visionario che ne guida le azioni, stanno per realizzare il loro disegno. Se ciò dovesse succedere, il mondo cadrebbe sotto una spietata ciberdominazione. Solo Michael è in grado di scongiurare questo pericolo, ma a patto di conoscere veramente gli scopi di chi gli sta attorno.
Il terzo e ultimo capitolo di una trilogia indimenticabile, che getta una luce torva e allo stesso tempo rivelatrice sull’ingerenza del digitale nelle nostre esistenze.

Il gioco della vita (e come giocarlo)

Questo è un libro meraviglioso. Ricchissimo di esempi pratici e di testimonianze vere, ti fa comprendere con semplicità e delicatezza come funziona il linguaggio della mente e come utilizzarlo per ottenere salute, felicità e piena realizzazione di sé. L’autrice, coniugando la propria straordinaria esperienza e competenza con la magica semplicità delle sue parole, ci spiega come vivere al meglio e partecipare con consapevolezza e felicità al Gioco della Vita. La vita è il gioco tra noi e la legge universale che tutto regola: l’Amore. Ciascuno di noi è unico e ha un posto ben definito nel mondo, ed esiste una sola regola nel gioco: amarsi reciprocamente. La felicità può essere raggiunta solo abbandonando le credenze errate che nascono dalla paura: solo in questo modo ogni attimo della vità potrà essere vissuto con gioia, ricchezza, felicità, gratitudine e perfetta realizzazione di sé. “È importante ribadire che ogni malattia e infelicità provengono da una violazione della legge dellamore. Vi do un nuovo comandamento: amatevi l’un laltro. Amore e benevolenza sono il segreto del Gioco della Vita. “Il vero amore è disinteressato e libero dalla paura. Esso si riversa sull’oggetto d’amore senza chiedere niente indietro. L’Amore è Dio in manifestazione, ed è la più potente forza magnetica dell’universo. Il puro, disinteressato amore attira a sé ciò che gli è proprio.” “Ogni evento nella nostra vita, ogni persona che incontriamo, sono un messaggio divino per noi. Non odiamo, malediciamo o condanniamo il messaggero, benediciamolo e ringraziamolo. E ogni bene verrà a noi.” (L’autrice) L’autrice Florence Scovel Shinn nacque nel 1871 nel New Jersey, in gioventù si trasferì a Philadelphia per studiare all’accademia di belle arti dove conobbe il marito, l’artista Everett Shinn. Florence Scovel Shinn è tra gli esponenti più importanti della corrente del Nuovo Pensiero e le sue opere, in particolare “Il Gioco della Vita”, hanno influenzato il pensiero di illustri studiosi. Louise Hay, la famosa autrice di testi sul pensiero positivo, ha più volte citato l’opera di Florence Scovel Shinn come punto di partenza del proprio pensiero.
(source: Bol.com)

Il gioco della Donnola: Un caso di Alex Cross

Geoffrey Shafer, funzionario dell’ambasciata inglese a Washington: un mostro in abito scuro, camicia firmata e cravatta. Un individuo spietato, che si nasconde sotto una maschera di rettitudine e rispettabilità. Un serial killer che ha deciso di giocare la partita più folle di tutte. Perché in palio vuole mettere la sua stessa vita. Alex Cross, detective della squadra omicidi di Washington: un tenace poliziotto disposto a qualsiasi cosa pur di fermare la «Donnola», un assassino che si è macchiato di una serie di spaventosi delitti senza movente e senza legami tra loro. Rischiando di perdere il lavoro, la reputazione, e soprattutto la donna che ama, Cross deve affrontare il caso più agghiacciante e anomalo della sua carriera. Il gioco della Donnola: un thriller di enorme impatto, vibrante di suspense in ogni pagina, inquietante, tesissimo. Un nuovo, imperdibile caso del detective Alex Cross, una riconferma della eccezionale abilità narrativa di James Patterson.James Patterson è autore della serie “Alex Cross”1 – Ricorda Maggie Rose2 – Il collezionista 3 – Jack & Jill 4 – Gatto & topo5 – Il gioco della Donnola6 – Mastermind 7 – Ultima mossa8 – Il caso Bluelady9 – La tana del lupo10 – Ultimo avvertimento11 – Sulle tracce di Mary12 – La memoria del killer13 – Il regista degli inganni14 – L’istinto del predatore15 – Il segno del male16 – Il ritorno del killer17 – Uccidete Alex Cross18 – Buone feste, Alex Cross

Il gioco dell’angelo

Nella tumultuosa Barcellona degli anni Venti, il giovane David Martín cova un sogno, inconfessabile quanto universale: diventare uno scrittore. Quando la sorte inaspettatamente gli offre l’occasione di pubblicare un suo racconto, il successo comincia infine ad arridergli. È proprio da quel momento tuttavia che la sua vita inizierà a porgli interrogativi ai quali non ha immediata risposta, esponendolo come mai prima di allora a imprevedibili azzardi e travolgenti passioni, crimini efferati e sentimenti assoluti, lungo le strade di una Barcellona ora familiare, più spesso sconosciuta e inquietante, dai cui angoli fanno capolino luoghi e personaggi che i lettori de “L’ombra del vento” hanno già imparato ad amare. Quando David si deciderà infine ad accettare la proposta di un misterioso editore – scrivere un’opera immane e rivoluzionaria, destinata a cambiare le sorti dell’umanità -, non si renderà conto che, al compimento di una simile impresa, ad attenderlo non ci saranno soltanto onore e gloria.
**

Il gioco del serial killer

EDIZIONE SPECIALE: CONTIENE UN ESTRATTO DEL NUOVO ROMANZO Una grande autrice di gialli italiani Un caso da risolvere In una Napoli semideserta a causa delle vacanze, uno spietato serial killer ha preso di mira giovani donne. Le violenta, le tortura, le uccide e poi le abbandona in zone poco trafficate. La Polizia brancola nel buio e Andrea, che indaga sugli omicidi, è a corto di indizi. L’unica possibilità per risolvere il caso sembra essere quella di esporsi in prima persona, di fare da esca sperando che l’assassino abbocchi…Diana LamaVive a Napoli, è medico specialista in Chirurgia del cuore e grossi vasi e lavora come ricercatrice universitaria. I suoi romanzi (Rossi come lei, Premio Alberto Tedeschi; Solo tra ragazze; La sirena sotto le alghe; Il circo delle meraviglie) sono tradotti in Francia, Germania, Russia e Canada. Ha pubblicato molti racconti, alcuni dei quali sono stati tradotti in USA e Gran Bretagna. Di recente una sua short story è stata pubblicata sul prestigioso «Ellery Queen Mystery Magazine». È fondatrice e presidente di Napolinoir, l’associazione dei giallisti napoletani, e creatrice del Premio letterario per ragazzi ParoleinGiallo.

Il gioco degli specchi

“Il commissario Montalbano si tiene costantemente d’occhio. È frastornato dai trasognamenti. Qualcuno gioca ingegnosamente con lui. Misura i passi del commissario. Li indirizza. Li spinge là dove è inutile che vadano: lungo piste che, se sono giuste, si rendono irriconoscibili, si cancellano, o si labirintizzano. Montalbano ha una sua cultura cinematografica. E gli viene in mente il vecchio film ‘La signora di Shanghai’ di Orson Welles: il torbido noir, con tutti i suoi scombussolamenti, e tutti i suoi illusionismi barocchi. Montalbano entra nel film. E vede se stesso disorientato, dentro la scena finale, nella sala degli specchi di un padiglione del Luna Park. Il prodigio degli specchi altera lo spazio visibile. Si spara. Ma non si capisce se i bersagli sono reali o esito di un gioco di specchi. Un villino, un giro di macchine, una storia d’amore un po’ scespiriana, due esplosioni apparentemente insensate, un proiettile senza tracciabile direzione, una coppia di cadaveri, bruciato uno, bestialmente violentato l’altro, entrano nella trama del romanzo. La narrazione si concede focali corte, inquadrature insolite, avanzamenti lentissimi alternati a piani-sequenza vertiginosi. Scorre come un film. Turba e sconvolge, ma non si nega qualche respiro ludico, utile anch’esso alla soluzione del giallo. Persino Catarella ha il suo momento di gloria, alla fine.” Salvatore Silvano Nigro

Gioco crudele

Port Arbello, una tranquilla cittadina dell’America d’oggi, dove il delitto e la violenza sono sconosciuti. Ma a Port Arbello, cento anni fa, una bambina è stata violentata e assassinata, e un uomo, suo padre, si è gettato in mare. I Conger e la loro casa, la grande casa sul promontorio che si affaccia sull’oceano. La leggenda di una caverna maledetta, inutilmente cercata per intere generazioni, dove il destino ha deciso che succederanno cose orribili. Due bambine, la dolce Elizabeth e la povera Sarah persa nel mondo della schizofrenia, che giocano con la tavoletta oui-ja e vengono raggiunte dallo spirito di Beth. E il terrore che si scatena, i bambini di Port Arbello che cominciano a scomparire, a vivere l’allucinante esperienza di una tragedia vecchia di un secolo ma sempre uguale nel tempo… Perché l’innocenza muore subito, mentre il male vive ancora, e ancora, e ancora. Un capolavoro di orrore sovrannaturale.

Il gioco (Romanzi Hot Secrets)

I gusti sessuali di Sophie sono sempre stati, come dire… selvaggi, è questa la parola giusta. Ed è una delle cose che il suo fidanzato ama di lei. Adora quel suo essere così priva di inibizioni, quel suo donarsi in ogni centimetro di pelle. Solo una parte del suo corpo non appartiene del tutto a Lloyd: il cuore. Per conquistarlo, Lloyd le propone un gioco: ogni settimana metterà a punto diverse sfide ad alto tasso erotico. Se Sophie non riuscirà a superarle, o si tirerà indietro, dovrà finalmente decidersi ad andare a vivere con lui. In un vortice sempre più intenso di sensazioni ed emozioni, Sophie cerca di capire cosa la soddisfa. Cosa vuole. E se Lloyd fa davvero parte dei suoi desideri. Il gioco si fa forse troppo pericoloso per lui… Visti i contenuti espliciti se ne consiglia la lettura a un pubblico adulto.

Giochi pericolosi (eLit)

L’ex agente Stacy Killian si è trasferita a New Orleans nella speranza di dimenticare gli orrori di cui è stata testimone nel suo passato. Ma quando scopre Cassie, la sua vicina di casa, freddata da due pallottole nella schiena, il suo istinto di poliziotto riprende il sopravvento. Determinata a vendicare l’amica, non tiene in considerazione i consigli della polizia e indaga lei stessa nel mondo dei giochi di ruolo di cui la vittima era seguace. Molto presto la pista si rivela quella giusta. Un’altra persona viene trovata morta. Poi un’altra ancora. Le morti, sempre più vicine, riguardano uomini e donne che sono entrati in contatto con Leo Noble, inventore fortunato di un gioco di ruolo molto apprezzato tra i nuovi adepti. Un gioco nero e violento in cui i partecipanti si affrontano l’uno dopo l’altro fino a quando ne resta uno solo. Stacy comprende allora che l’assassino ha ingaggiato una partita reale con la polizia. Nello spirito malato di quest’individuo dimora una sola regola: uccidere. Uccidere fino all’ultimo avversario per restare l’unico, incontrastato, padrone del gioco.
**
### Sinossi
L’ex agente Stacy Killian si è trasferita a New Orleans nella speranza di dimenticare gli orrori di cui è stata testimone nel suo passato. Ma quando scopre Cassie, la sua vicina di casa, freddata da due pallottole nella schiena, il suo istinto di poliziotto riprende il sopravvento. Determinata a vendicare l’amica, non tiene in considerazione i consigli della polizia e indaga lei stessa nel mondo dei giochi di ruolo di cui la vittima era seguace. Molto presto la pista si rivela quella giusta. Un’altra persona viene trovata morta. Poi un’altra ancora. Le morti, sempre più vicine, riguardano uomini e donne che sono entrati in contatto con Leo Noble, inventore fortunato di un gioco di ruolo molto apprezzato tra i nuovi adepti. Un gioco nero e violento in cui i partecipanti si affrontano l’uno dopo l’altro fino a quando ne resta uno solo. Stacy comprende allora che l’assassino ha ingaggiato una partita reale con la polizia. Nello spirito malato di quest’individuo dimora una sola regola: uccidere. Uccidere fino all’ultimo avversario per restare l’unico, incontrastato, padrone del gioco.

I giochi della morte

Una serie di racconti incentrati sul tema delle dicerie riguardanti la morte, scritti in forma di poesia da Mario Corticelli e illustrati da Michele Petrucci. Al libro, stampato in tiratura limitata, è allegata una serigrafia a due colori realizzata in 999 esemplari numerati e firmata da Michele Petrucci.

Giochi al buio

Toni Morrison, Premio Nobel per la Letteratura 1993, “legge” alcuni scrittori americani di razza bianca da Willa Cather a Edgard Allan Poe a Hawthorne, da Hermann Melville a Mark Twain a Ernest Hemingway. Con argomentazioni affascinanti mette in luce come le caratteristiche tipiche della letteratura americana (l’individualismo, la virilità, lo scontro tra il candore e l’innocenza e le rappresentazioni del male) siano dovuti a una costante “influenza” africana.
**

La giocatrice di scacchi

A quarantadue anni, con due figli già grandi e un matrimonio ormai annegato nella noia del quotidiano, Eleni non ha più grandi ambizioni. Lavorare come cameriera in un albergo di Naxos, l’isola greca da cui non si è mai allontanata, le sembra un buon modo per concedersi un po’ d’evasione: uno svolazzo di profumo sconosciuto o una frase rubata in qualche lingua straniera le bastano per sognare altre vite, altri luoghi, e per sentirsi dopotutto soddisfatta. Poi, un giorno, l’imprevisto: rassettando in una stanza, si imbatte in una scacchiera su cui è in corso una partita, e per magia il gioco degli scacchi, che non aveva mai imparato, la cattura. Sarà l’inizio di una passione clandestina che la porterà fuori dai binari della quotidianità, donandole una voglia di vivere del tutto nuova e inappropriata in una piccola isola di provincia: ma lei, contro tutto e tutti, resisterà.