26161–26176 di 66978 risultati

Viaggiare in giallo

«Senza movente, senza indiziati, senza una logica apparente». Questo commento dell’ispettrice Petra Delicado, nel racconto di Alicia Giménez-Bartlett, potrebbe funzionare da presentazione generale di questa antologia.
Il delitto di viaggio è un classico della letteratura poliziesca, che ha sempre sfidato l’inventiva degli scrittori. Senza un luogo stabile e ripetute abitudini, fuori da strade e case conosciute, lontano da vicini invadenti, l’investigatore deve sfoderare tutta la sua astratta capacità razionale e la più pura intuizione per trovare il filo della matassa.
Però, la novità è che oggi viaggiano tutti, il viaggio è di massa e quotidiano, non ci sono solo Orient Express e giri alle Piramidi in cui annidare degli eleganti misteri. Gli enigmi dell’indagine sono complicati, movimentati, resi anche più ironici, dall’estrema varietà capricciosa delle nostre offerte turistiche. E questa raccolta ne copre le più diverse tipologie.
Ci sono crociere a prezzo stracciato, come quella in cui sono implicati i vecchietti del BarLume di Marco Malvaldi. Pullman di studenti pendolari in cui ritrovare cadaveri a pezzi, com’è il caso raccontato da Alicia Giménez-Bartlett. Gite in una Brianza sorprendentemente appartata, dove si avventurano i detective per caso di Alessandro Robecchi. Per seguire l’ultimo mistero della Casa di Ringhiera, Francesco Recami destina il piccolo Enrico al più avventuroso dei viaggi. Gaetano Savatteri trasferisce il suo «disoccupato di successo» da San Vito Lo Capo alla Praga d’oro, dentro un intrigo internazionale post Cary Grant. L’inspiegabile rapina da camera chiusa nel Frecciarossa su cui sale il Rocco Schiavone di Antonio Manzini, forse è quello che più si avvicina al classico.
Così il viaggio, in questa nuova antologia di racconti, non è più la cornice che adorna di esotismo gli intrecci ma diventa la nuova situazione, quotidiana e caotica, in cui impegnare i detective contemporanei creati da alcune delle più originali e apprezzate penne del poliziesco.

Verso un mondo multipolare

Quello in cui viviamo è un mondo sempre più complesso; in poco più di un secolo la popolazione è passata da 1,5 miliardi a più di 7 e secondo le stime demografiche entro il 2050 arriverà a 10. Anche gli Stati nel giro di cinquant’anni sono quadruplicati, passando da 50 a oltre 200. Il nostro establishment politico, economico e finanziario, come nella Francia di Maria Antonietta, pare avulso dalla realtà dei popoli e inadeguato ad affrontare i profondi cambiamenti che stanno investendo il pianeta. All’aumentare della complessità del mondo corrisponde una progressiva perdita di credibilità dei piloti, quell’élite occidentale a cui nessuno riconosce più il suo ruolo di guida. Allo stesso tempo, con la crisi della globalizzazione acquisiscono nuova importanza gli Stati, le unioni, gli accordi bilaterali, il giusto mix di hard e soft power, l’equilibrio tra i diversi attori. Verso un mondo multipolare esamina lo scacchiere internazionale attingendo alle forme di pensiero della cultura della complessità e dei sistemi. Il risultato è un’analisi condotta su diversi livelli dei punti di forza e debolezza sia degli attori tradizionali (USA, Cina, Russia ed Europa), sia dei nuovi centri emergenti, tutti impegnati nel grande gioco di tutti i giochi: assicurarsi le migliori condizioni di possibilità per accedere a un futuro in cui cambieranno molte cose. Un mondo in cui se l’Europa non troverà in fretta una sua chiara collocazione finirà per essere una pedina all’interno di un gioco a tre: Cina, Russia e America. Un mondo nuovo per il quale sono necessari un agire e un pensare inediti.

Verso La Scelta Vegetariana

Oggi l’alimentazione vegetariana è una scelta che tutti dovrebbero considerare, un cambiamento in primo luogo per la propria salute, ma anche per la difesa del nostro pianeta e per evitare le sofferenze cui vengono sottoposti molti animali. Partendo dalla sua esperienza di vita e dalle sue ricerche di oncologo di grandissima fama, Umberto Veronesi espone in questo libro le ragioni legate all’etica, alla sostenibilità e alla salute per cui dovremmo diventare vegetariani. Mario Pappagallo spiega le basi scientifiche secondo le quali una buona alimentazione è fondamentale per vivere in salute, al punto che il cibo diventa un elemento essenziale per la prevenzione di numerose malattie, tra cui anche molti tipi di tumore. Nella seconda parte del libro Carla Marchetti propone oltre 200 ricette, originali e facili da realizzare, per chi è già vegetariano e per chi vuole avvicinarsi alla scelta vegetariana senza rinunciare al piacere del gusto. I proventi del professor Veronesi derivanti dalla vendita di questo libro verranno devoluti ai progetti di sostegno dei giovani ricercatori della Fondazione Umberto Veronesi, il cui intento è quello di sostenere la ricerca scientifica e promuoverne la divulgazione affinché i risultati della scienza diventino patrimonio di tutti.

(source: Bol.com)

Una verità delicata

Un’operazione antiterrorismo, nome in codice Wildlife, viene messa in atto nella più preziosa colonia britannica, Gibilterra. L’obiettivo è catturare e sequestrare un potente trafficante d’armi islamico. Gli ideatori sono un ambizioso ministro degli Esteri del Regno Unito e un contractor della Difesa che è anche suo amico. L’operazione è talmente segreta che neppure Toby Bell, il segretario personale del ministro, ne è al corrente.
Sospettando un complotto dagli esiti disastrosi, Toby fa il possibile per bloccarlo, ma viene prontamente trasferito all’estero per un altro incarico. Tre anni dopo, convocato nel suo fatiscente castello in Cornovaglia da Sir Christopher Probyn, un diplomatico in pensione, e tenuto sotto l’occhio vigile di sua figlia Emily, Toby dovrà scegliere tra ciò che gli detta la sua coscienza e gli obblighi nei confronti delle istituzioni per le quali lavora.
Se l’unica condizione necessaria perché il male trionfi è che le persone oneste non facciano nulla, come si può rimanere in silenzio?

I veri padroni del calcio

“Se il governo del calcio è sempre più nevralgico per i proventi miliardari che gestisce, è diventato altrettanto cruciale sul piano politico.” Un’inchiesta che svela tutta la verità su chi governa davvero il calcio globale, dietro le quinte dello sport più popolare. Perché i veri padroni del calcio sono anche i veri padroni del mondo.

(source: Bol.com)

La vera storia di Jonathan Wild

Che cosa differenzia la razionalità imprenditoriale per cui si istituiscono la Compagnia dei Mari del Sud (1711) e quella dei Lloyds (1727) dalla impresa in cui Wild (impiccato nel 1725) tenta di organizzare la malavita londinese? In Wild, Defoe scopre che la legittimazione si può raggiungere attraverso la trasgressione… Il personaggio reale Wild diventa figura letteraria nelle pagine di Fielding, Gay e, attraverso quest’ultimo, di Brecht, assumendo dimensione metaforica, eroica e eroicomica. È un’ambizione da cui Defoe si ritrae e, mosso da altre curiosità ricostruisce e attesta i *fatti*. Fatti che si possono assomigliare ad altri, a noi vicini.

La vera cura sei tu

“Se i rami secchi ingombrano il nostro mondo interiore ci ammaliamo di ansia, insonnia, depressione. Nessun sapere convenzionale ci può aiutare quando stiamo male. Proprio perché siamo unici, c’è qualcosa dentro di noi che sa come curarci: sì, siamo abitati dal nostro psicoterapeuta nascosto e non lo sappiamo.” In questo libro straordinario Raffaele Morelli ci insegna a prenderci cura di noi stessi. A trovare da soli la via della guarigione dai nostri problemi psicologici.
Oggi tutti vanno dallo psicoterapeuta per parlare della loro vita sfortunata, del loro passato, dei rapporti difficili con la madre o il padre. Niente di più sbagliato, dice Morelli. Bisogna smettere di cercare risposte, smettere di giudicarsi: bisogna invece affidarsi a se stessi, lasciar fluire l’energia antica nascosta nella propria anima.
Perché “dalla notte dei tempi, qualcosa di interiore conduce spontaneamente ogni essere vivente verso la propria meta… ho scelto tredici semplici mosse che raccolgono i codici della saggezza antica, di quel sapere con cui l’uomo si è sempre preso cura di sé”.
Cerca il vuoto, non la spiegazione dei tuoi disagi. Aspetta senza aspettative. Vivi la trasformazione silenziosa. Diventa più insicuro. Smetti di rimuginare sui problemi. Dimentica la tua storia. Osservati per ciò che sei, e non giudicarti…
Tredici semplici regole, tredici mosse per cambiare il proprio sguardo su se stessi e sul mondo, e avviarsi verso la guarigione.
**
### Sinossi
“Se i rami secchi ingombrano il nostro mondo interiore ci ammaliamo di ansia, insonnia, depressione. Nessun sapere convenzionale ci può aiutare quando stiamo male. Proprio perché siamo unici, c’è qualcosa dentro di noi che sa come curarci: sì, siamo abitati dal nostro psicoterapeuta nascosto e non lo sappiamo.” In questo libro straordinario Raffaele Morelli ci insegna a prenderci cura di noi stessi. A trovare da soli la via della guarigione dai nostri problemi psicologici.
Oggi tutti vanno dallo psicoterapeuta per parlare della loro vita sfortunata, del loro passato, dei rapporti difficili con la madre o il padre. Niente di più sbagliato, dice Morelli. Bisogna smettere di cercare risposte, smettere di giudicarsi: bisogna invece affidarsi a se stessi, lasciar fluire l’energia antica nascosta nella propria anima.
Perché “dalla notte dei tempi, qualcosa di interiore conduce spontaneamente ogni essere vivente verso la propria meta… ho scelto tredici semplici mosse che raccolgono i codici della saggezza antica, di quel sapere con cui l’uomo si è sempre preso cura di sé”.
Cerca il vuoto, non la spiegazione dei tuoi disagi. Aspetta senza aspettative. Vivi la trasformazione silenziosa. Diventa più insicuro. Smetti di rimuginare sui problemi. Dimentica la tua storia. Osservati per ciò che sei, e non giudicarti…
Tredici semplici regole, tredici mosse per cambiare il proprio sguardo su se stessi e sul mondo, e avviarsi verso la guarigione.

I veicoli pensanti. Saggio di psicologia sintetica

Con un linguaggio di estrema semplicità, che non è mai banale, ma invece fitto di osservazioni argute, spesso irriverenti, Braitenberg ci conduce per i meandri del cervello, attraverso sentimenti e passioni, in un saggio che si legge come un romanzo d’avventura o un racconto fantastico. Un libro leggero e un po’ surreale, ma pieno di saggezza e, soprattutto di scientificità: una lettura per tutti, divertente, ma che fa pensare. I lettori più esigenti troveranno nell’appendice e nella bibliografia le ricerche compiute su esseri viventi (dalla mosca all’uomo) che forniscono la giustificazione scientifica di ciascun modello.
**

Una vedova per Marè: delitti in art nouveau

Una vedova giovane e bella, è risaputo, è sempre pericolosa. Quando poi è la vedova di un Principe dell’aristocrazia bianca nera di Roma, divenuto uno dei più potenti finanzieri del mercato globale, e uno che sapeva tutto dei misteri d’Italia degli ultimi cinquant’anni, allora sono guai. Anche per Marè, che si trova coinvolto in un nuovo intrigo familiare amoroso e politico, in una ridda di malefatte che le squisitezze dello stile Art Nouveau degli ambienti e dei protagonisti non riesce a velare. Una storia di trame di delitti e morti, di inganni e di complotti; una storia che sarebbe, senza tali piccoli accidenti, una specie di commedia all’italiana, o una pochade sgangherata, o uno sberleffo. E invece è un caso tra i più difficili e rischiosi che Marè, tra riso e sofferenza, come d’uso *piagnenno e magnanno*, si sia trovato (contro tutti, perfino contro i suoi) ad affrontare e risolvere.

Il vangelo del boia

**Un grande thriller
Nelle stanze del Vaticano si nasconde un inquietante segreto
Roma, 1864**. Mastro Titta, il boia del papa, esegue due condanne a morte per omicidio. Ma quando sta per esporre al pubblico, accorso come al solito in massa, le due teste mozzate, intravede un volto che sperava di aver dimenticato. Quell’incertezza gli costerà cara, costringendolo a dire addio alla sua gloriosa carriera. Che cosa è successo al famoso boia romano? Tutto ha inizio nel 1861, con l’uccisione di un gendarme, e, poi, un paio di mesi dopo, con il ritrovamento, sulle sponde del Tevere, di due cadaveri, uno dei quali senza testa. Fatti all’apparenza non legati fra loro, ma che danno il via a una catena di eventi che scuotono la Città Eterna. A occuparsi dei processi per quelle morti è il giudice della Sacra Consulta Eucherio Collemassi, oscuro personaggio legato a delle sette sataniche, che si serve delle false rivelazioni di Costanza Diotallevi, una fotografa dai facili costumi, per colpire il segretario di Stato, il cardinale Antonelli. E proprio Costanza ha trascinato Mastro Titta in una torbida vicenda dai contorni misteriosi, che a distanza di tre anni riemerge e tormenta il boia sul palco di un’esecuzione…
**Chi si nasconde dietro atroci delitti e riti satanici?
Nelle stanze del Vaticano scorre il sangue di innocenti?
Mastro Titta, il boia del papa, è a caccia di una tremenda e sconvolgente verità
Hanno scritto dell’autore:**
«Aspettatevi di tutto.»
**Marcello Fois**
«Un giallista raffinato e consapevole. Un romanzo affascinante pieno di contraddizioni, di luci e di ombre, di delitti e misteri…»
**Il Mattino**
**Nicola Verde**
È nato a Succivo (CE) nel 1951 e vive a Roma. Ha scritto *Sa morte secada*, semifinalista al premio Scerbanenco; *Un’altra verità*, vincitore del premio Qualità editori indipendenti; *Le segrete vie del maestrale*, finalista al Festival Mediterraneo del giallo e del noir, e *La sconosciuta del lago*, vincitore della sezione romanzi storici dello stesso premio.* Il vangelo del boia *è stato finalista nel 2016 al premio Alberto Tedeschi.
**
### Sinossi
**Un grande thriller
Nelle stanze del Vaticano si nasconde un inquietante segreto
Roma, 1864**. Mastro Titta, il boia del papa, esegue due condanne a morte per omicidio. Ma quando sta per esporre al pubblico, accorso come al solito in massa, le due teste mozzate, intravede un volto che sperava di aver dimenticato. Quell’incertezza gli costerà cara, costringendolo a dire addio alla sua gloriosa carriera. Che cosa è successo al famoso boia romano? Tutto ha inizio nel 1861, con l’uccisione di un gendarme, e, poi, un paio di mesi dopo, con il ritrovamento, sulle sponde del Tevere, di due cadaveri, uno dei quali senza testa. Fatti all’apparenza non legati fra loro, ma che danno il via a una catena di eventi che scuotono la Città Eterna. A occuparsi dei processi per quelle morti è il giudice della Sacra Consulta Eucherio Collemassi, oscuro personaggio legato a delle sette sataniche, che si serve delle false rivelazioni di Costanza Diotallevi, una fotografa dai facili costumi, per colpire il segretario di Stato, il cardinale Antonelli. E proprio Costanza ha trascinato Mastro Titta in una torbida vicenda dai contorni misteriosi, che a distanza di tre anni riemerge e tormenta il boia sul palco di un’esecuzione…
**Chi si nasconde dietro atroci delitti e riti satanici?
Nelle stanze del Vaticano scorre il sangue di innocenti?
Mastro Titta, il boia del papa, è a caccia di una tremenda e sconvolgente verità
Hanno scritto dell’autore:**
«Aspettatevi di tutto.»
**Marcello Fois**
«Un giallista raffinato e consapevole. Un romanzo affascinante pieno di contraddizioni, di luci e di ombre, di delitti e misteri…»
**Il Mattino**
**Nicola Verde**
È nato a Succivo (CE) nel 1951 e vive a Roma. Ha scritto *Sa morte secada*, semifinalista al premio Scerbanenco; *Un’altra verità*, vincitore del premio Qualità editori indipendenti; *Le segrete vie del maestrale*, finalista al Festival Mediterraneo del giallo e del noir, e *La sconosciuta del lago*, vincitore della sezione romanzi storici dello stesso premio.* Il vangelo del boia *è stato finalista nel 2016 al premio Alberto Tedeschi.

La vampa del Texas

Riley e Jack Campbell-Hayes se la passano bene: Jack sta espandendo il Double D, Riley è sul punto di concludere il suo primo contratto etico e Hayley ha quasi dieci anni ed è felice come non lo è mai stata.

Jack assume Robbie, che si sta riprendendo da un lutto, come suo braccio destro, mentre l’amico fotografo di Riley, Eli, decide che il Double D è il luogo ideale per un servizio a tema cowboy e perde la testa proprio per Robbie. Ben presto, tutti si rendono conto di quanto Eli sia perfetto per lui. Tutti eccetto Robbie.

Con venti modelli seminudi a fare da sfondo al Double D, La Vampa del Texas narra la storia di un’estate di fuoco, completa di un rodeo gay, una rissa al Rusty Nail e l’amore tra due uomini che si fa sempre più forte ogni giorno che passa.

(source: Bol.com)

Vali ogni rischio

La notte in cui il Comandante dell’esercito è entrato in teatro, io ero su quel palco.
La più giovane tra le ballerine classiche, la più testarda tra le ragazze che lui avesse mai incontrato. La famiglia per la quale versava sangue era la finanziatrice della Compagnia, la stessa che decideva il nostro futuro. Ho fatto di tutto per coronare il mio sogno, spingendomi persino a stringere un accordo con quel vizioso di Stefàn Nazir.
Sono stata ingenua, lo ammetto. Avrei dovuto prestare più attenzione alla sua arroganza e meno all’oceano degli occhi. Ben presto il suo nome ha provocato un nodo allo stomaco e i colibrì in petto. Ora è impossibile prevedere le conseguenze.
Mi aveva avvertita di non conoscere sconfitta e io gli ho giurato battaglia. Nascondo più di quanto crede, e non mi fermerò finché non avrò raggiunto lo scopo.
Un accordo violato.
Una prigionia cospirata.
Una guerra imminente.
Quale sarà la sua prossima mossa?
**
### Sinossi
La notte in cui il Comandante dell’esercito è entrato in teatro, io ero su quel palco.
La più giovane tra le ballerine classiche, la più testarda tra le ragazze che lui avesse mai incontrato. La famiglia per la quale versava sangue era la finanziatrice della Compagnia, la stessa che decideva il nostro futuro. Ho fatto di tutto per coronare il mio sogno, spingendomi persino a stringere un accordo con quel vizioso di Stefàn Nazir.
Sono stata ingenua, lo ammetto. Avrei dovuto prestare più attenzione alla sua arroganza e meno all’oceano degli occhi. Ben presto il suo nome ha provocato un nodo allo stomaco e i colibrì in petto. Ora è impossibile prevedere le conseguenze.
Mi aveva avvertita di non conoscere sconfitta e io gli ho giurato battaglia. Nascondo più di quanto crede, e non mi fermerò finché non avrò raggiunto lo scopo.
Un accordo violato.
Una prigionia cospirata.
Una guerra imminente.
Quale sarà la sua prossima mossa?

Il vaccino non è un’opinione

“La terra è tonda, la benzina è infiammabile, i vaccini non provocano l’autismo. La scienza ci dice che i vaccini sono sicuri e affidabili e che proteggono i bambini e l’intera società da pericolosissime malattie. Però se vi collegate a Internet trovate un gran numero di medici e personaggi vari che vi dicono l’esatto contrario e che vi vogliono fregare. I praticoni che affollano la rete non solo mettono in pericolo il vostro conto corrente, ma anche la salute vostra, dei vostri figli e dei figli degli altri.” Roberto Burioni, professore di microbiologia e virologia all’università Vita-Salute San Raffaele di Milano, spiega le inoppugnabili ragioni scientifiche che rendono vitale vaccinare i bambini. Lo fa con l’autorevolezza di un professore in camice bianco e con quella forza comunicativa che lo ha fatto conoscere sui social network, in televisione e sui giornali come il medico che “cura” le paure dei genitori di oggi sui presunti effetti collaterali dei vaccini. Alcuni di questi genitori, disorientati, tendono a non vaccinare i propri figli con la conseguenza che la popolazione infantile non coperta dalle vaccinazioni è in repentina crescita e sta raggiungendo il livello di guardia oltre il quale si rischiano concretamente focolai di epidemie. Il professor Burioni riporta la discussione sui vaccini su un piano oggettivo: la sua esperienza clinica e scientifica. Racconta chi ha compiuto questa scoperta medica, cosa accade al “lupo virus” quando sbatte contro un “gregge immune”.
**

Va’, metti una sentinella

Uno storico evento letterario: la pubblicazione del primo romanzo di Harper Lee, l’amata autrice del romanzo premio Pulitzer, ”Il buio oltre la siepe”. ”Va’, metti una sentinella” è ambientato a metà degli anni cinquanta e presenta molti personaggi de ”Il buio oltre la siepe” vent’anni dopo. Scout (Jean Louise Finch) torna a Maycomb da New York per andare a trovare Atticus. Cercando di comprendere l’atteggiamento del padre nei confronti della società e i suoi stessi sentimenti verso il posto dove è nata e dove ha passato l’infanzia, Scout è costretta ad affrontare difficili questioni personali e politiche. Esaminando come i personaggi de ”Il buio oltre la siepe” cambiano di fronte agli eventi turbolenti che caratterizzano l’America in trasformazione della metà degli anni cinquanta, ”Va’, metti una sentinella” getta una nuova affascinante luce sul classico di Harper Lee. Commovente, divertente e appassionante, ”Va’, metti una sentinella” è sì sequel del precedente, ma soprattutto è un magnifico romanzo a se stante.
(source: Bol.com)

Use of force (Italian Edition)

Mar Mediterraneo. Mentre i lampi accendono il mare in tempesta e i tuoni si abbattono fragorosi, il Comando generale della guardia costiera italiana risponde a una disperata richiesta di aiuto. Ma la comunicazione è disturbata e l’imbarcazione non si trova. Qualche giorno dopo, la Marina rinviene un corpo al largo di Lampedusa: è un terrorista sparito dai radar delle agenzie di intelligence tre anni prima. L’uomo potrebbe essere collegato a un laptop ritrovato dagli americani che contiene file e progetti per una serie di attentati. Non c’è tempo da perdere e la CIA mette in campo il suo uomo migliore, Scot Harvath, ex Navy SEAL dell’unità d’élite antiterrorismo, che però non riesce a impedire lo scoppio della prima bomba a un grande raduno in Nevada. Quando altri feroci attacchi, tutti collegati tra loro, devastano Santiago de Compostela e Parigi, inizia una serrata caccia all’uomo tra Libia, Malta e Italia. In una folle lotta contro il tempo, Harvath e i suoi dovranno ricorrere a ogni possibile espediente per sventare i piani efferati del Califfato e capire quali ambigui rapporti intercorrano tra lo Stato Islamico, i trafficanti di uomini nordafricani, le milizie libiche filoislamiche e le più temibili organizzazioni criminali italiane. Adrenalinico, diabolico, perfetto come una macchina da guerra, Use of force è un thriller magistralmente costruito, firmato da una nuova e brillante voce del techno-thriller, sempre ai primi posti delle classifiche dei libri più venduti d’America.
**