25921–25936 di 67387 risultati

Una notte da ricordare

Lui è un ex marine, lei una giornalista, in una California di strane sorprese. Irene Stenson è una giornalista, volitiva e indipendente. Dopo la morte violenta dei genitori ha lasciato la cittadina di Dunsley, in California, per non tornarci più. Tuttavia non può ignorare la misteriosa richiesta di Pamela Webb, una vecchia amica, e si ritrova di nuovo a Dunsley, dove alloggia in un malandato motel. Qui conosce il proprietario Luke Danner, un ex marine, e fra i due è subito attrazione. Ma gli eventi precipitano quando Irene si reca all’appuntamento con l’amica e la trova morta. Gli interrogativi si accavallano allora angosciosi, a cominciare dalla ragione che ha portato Irene in quel posto per lei culla di ricordi dolorosi. E poi circa i trascorsi di Luke, al suo fianco nelle successive indagini dai risvolti sorprendenti e inquietanti. Con un passato che rischia di compromettere una passione appena nata…

Note per la letteratura

“Nelle Note per la letteratura” Adorno raccolse scritti spesso di origine occasionale, ma in cui è sempre insita la forma del saggio cosi come è magistralmente definita nel testo che apre il volume. Il saggio è la forma prediletta da Adorno, accanto all’aforisma, poiché rientra nel pensiero asistematico, che non sussume il particolare alla totalità, ma lo spreme in quanto frammento, la realtà stessa essendo frammentaria e trovando “la propria unità attraverso le fratture, non attraverso il loro appianamento”, sicché il saggio “deve far risplendere la totalità senza peraltro asserirne la presenza”. E molte di queste “note” sono veri e propri saggi da allineare ai più famosi dell’autore. Accanto a contributi teorici fondamentali come “La posizione del narratore” nel romanzo contemporaneo o quello sull'”Impegno”, in cui Adorno motiva in polemica con Sartre e con Brecht il rifiuto di questa abusata categoria, si troveranno qui analisi impreviste e quanto mai illuminanti della poesia di Hölderlin, Heine e George, di Balzac, Proust e Valéry, della scena finale del “Faust” e di “Finale di partita” di Beckett. Per questa nuova edizione, Sergio Givone ha selezionato i saggi letterari più rappresentativi di “Note per la letteratura”, oltre a ripescare il fondamentale saggio su Kafka, originariamente in “Prismi”.
**

I nostri dissimili

L’amore che tutti nutriamo (almeno in linea di principio) per i “nostri simili”, non deve farci dimenticare che anche tra i mostri e gli extraterrestri più diversi da noi possono esserci delle ottime persone. E’ uno degli insegnamenti fondamentali della FS, e la presente antologia ne costituisce una luminosa conferma. Incontrate un Orco sull’autostrada? Niente paura, anzi affidatevi a lui; vi farà vincere alle corse. Per la schedina del totocalcio consultate invece l’extraterrestre Ir; e quanto agli abitanti di Lyssar-IV a ai misteriosi “uomini X”, anche loro, tutto sta a saperli prendere. Ma attenzione anche a non cadere in un eccesso di fiducia. Tra “I nostri dissimili” ce n’è uno – o meglio, ce n’è una – che potrà farvi fare una fine spaventosa.

Non so chi sei ma io sono qui

Simon ha diciassette anni e un amore segreto per Blu, un ragazzo conosciuto on line con cui intrattiene un’intensa, tenera corrispondenza. Il loro rapporto è al sicuro finché un’email non finisce nelle mani sbagliate: quelle di Martin, il bullo della scuola, che ora minaccia di rivelare a tutti lo scoop dell’anno… a meno che Simon non l’aiuti a conquistare Abby, la ragazza di cui è innamorato ma che non lo degna di uno sguardo. Per proteggere il suo amore, Simon dovrà affrontare per la prima volta la paura di uscire dal guscio che ha costruito intorno a sé, trovando il coraggio di rinunciare alle proprie sicurezze per fare spazio alla bellezza e alla libertà di essere se stessi. Email dopo email, il sentimento per Blu cresce, e così la voglia di conoscersi e di far conoscere agli altri chi è davvero. Età di lettura: da 12 anni.
**

Non Pronunciare Il Mio Nome (Lui + Lui)

Cosa è successo a Goran Modrić, affascinante divo della televisione, che si è **ritirato improvvisamente** dalle scene? Nessuno lo sa, ed è diventato un mistero di cui si parla molto.
Un giorno il **giovane chef** Manuel viene assunto proprio da Goran, con il compito di cucinare e poi uscire immediatamente dalla casa. Manuel, per contratto, non dovrà **mai rivelare** per chi lavora, e neanche potrà mai incontrare Goran, che vive segregato in una stanza. Goran e Manuel si parlano solo attraverso la **porta chiusa**, ma un giorno accade qualcosa che fa nascere una travolgente **passione erotica** fra i due. Ma ciò che è accaduto a Goran rischia di far precipitare tutto…
**Questo libro è disponibile anche nella variante lesbica, con protagoniste Madalina e Isabella (qui: [https://www.amazon.it/dp/B07MTSXHKW](https://www.amazon.it/dp/B07MTSXHKW))**

Non Posso Perderti

Un cuore distrutto dal dolore può tornare ad amare, ma può far male lo stesso, forse più di prima. Matteo si è lasciato andare con Anisha, ma lo scotto da pagare per quel momento d’amore vissuto insieme è troppo alto per lui. L’ha persa.
“Se provare qualcosa per qualcuno significa rischiare di perderla, non voglio più lasciarmi andare. Non voglio più metterla in pericolo.”
Abbassare quel muro che l’ha diviso per anni dall’amore, significa perdere chi ama davvero? Se lo domanda spesso Matteo, soprattutto dopo il rapimento di Anisha. Per trovarla farà di tutto, anche mettersi contro tutta la sua squadra, e cercare l’appoggio del suo fidato amico Fabio agendo di nascosto, ma soprattutto rischiare di perdere Anisha mettendo da parte quel battito di cuore che per un secondo l’ha fatto sentire ancora vivo dopo la morte di Sofia, fingendo di non provare nulla per lei. Ma riuscirà a tenere ancora la sicuro il suo cuore? Riuscirà a reprimere il suo amore per lei?
Riuscirà a portare in salvo l’unica donna in grado di farlo sentire davvero felice?

DELLA STESSA SERIE
Parte 1
Fabio e Nicole
Non posso amarti #1
Non posso non amarti #2
Non posso non amarti ancora #3
Parte 2
Matteo e Anisha
Non voglio perderti #4
Non posso perderti #5

Non Posso Amarti: La Serie Completa

IN QUESTO ROMANZO SONO RACCHIUSI I TRE VOLUMI DELLA SERIE NON POSSO AMARTI, CON CAPITOLI INEDITI.
Cosa accade quando due cuori calpestati dall’amore si incontrano? Le cicatrici del cuore restano, ma la voglia di amarsi ancora, più di prima, le ha anestetizzate dal dolore. Fabio e Nicole sono costretti a lavorare insieme per risolvere un caso di omicidio, indagando sull’uomo più pericoloso e potente della città. I due pur odiandosi, finiscono per desiderarsi più di ogni altra cosa al mondo, anche se cercheranno di scappare l’uno dall’altra. Durante un’operazione sotto copertura, le cose per Nicole si mettono male. Insieme alla sua squadra, Fabio cercherà di salvarle la vita. Fra litigi, azione, erotismo, Fabio e Nicole si ritroveranno a combattere contro la paura di perdersi, soprattutto quando lui si renderà conto che dovrà fare di tutto per proteggerla dal loro peggiore incubo. Fra l’odio e l’attrazione fisica, quale sentimento avrà la meglio?
**
### Sinossi
IN QUESTO ROMANZO SONO RACCHIUSI I TRE VOLUMI DELLA SERIE NON POSSO AMARTI, CON CAPITOLI INEDITI.
Cosa accade quando due cuori calpestati dall’amore si incontrano? Le cicatrici del cuore restano, ma la voglia di amarsi ancora, più di prima, le ha anestetizzate dal dolore. Fabio e Nicole sono costretti a lavorare insieme per risolvere un caso di omicidio, indagando sull’uomo più pericoloso e potente della città. I due pur odiandosi, finiscono per desiderarsi più di ogni altra cosa al mondo, anche se cercheranno di scappare l’uno dall’altra. Durante un’operazione sotto copertura, le cose per Nicole si mettono male. Insieme alla sua squadra, Fabio cercherà di salvarle la vita. Fra litigi, azione, erotismo, Fabio e Nicole si ritroveranno a combattere contro la paura di perdersi, soprattutto quando lui si renderà conto che dovrà fare di tutto per proteggerla dal loro peggiore incubo. Fra l’odio e l’attrazione fisica, quale sentimento avrà la meglio?

Non Cremate Il Presidente

Questo numero di Urania è dedicato, se si vuol essere severi, all’inganno, alla menzogna e alla simulazione. Ma con un minimo di indulgenza, è possibile vedere i tre racconti qui riuniti come una antologia dell’astuzia, dove l’arte antichissima dello stratagemma viene ingegnosamente applicata in chiave fantascientifica. Così, il misterioso vecchio di Sturgeon, presidente di un immenso impero industriale, è “manovrato” da un umile uomo dei boschi, di cui solo alla fine conosceremo la vera professione. Così, l’astronauta-cecchino di Shaw viene indotto a giocare la propria vita da un cervello elettronico che conosce la psicologia umana forse meglio del calcolo della probabilità. Così, i tre abitanti del pianeta Marconi scoprono tutto a un tratto di essere stati “duplicati”, di essere in sei, e di non avere alcun mezzo per distinguere il compagno vero da quello falso.

Nome in codice: Ares

Roma, Altare della Patria, 4 novembre 2014. Le bandiere che palpitano al vento. L’applauso della folla. Le strette di mano delle autorità. Una medaglia d’oro al valor militare appuntata sul petto. «Fulgido esempio…», «ferito a una gamba…», «sprezzo del pericolo…», «non esitava a frapporsi….». Le parole, solenni, scivolano via tra gli squilli di tromba, mentre il nastro della memoria si riavvolge e riaffiorano immagini, rumori, voci e sensazioni confuse, come il sapore del sangue che impasta la bocca o gli schiocchi dei colpi dei kalashnikov che frustano il terreno. E in un istante tutto sembra tornare a un mattino di quattro anni prima, nell’assolata valle del Murghab, nell’Afghanistan settentrionale…Se fosse un film, probabilmente inizierebbe così. Ed è proprio così che comincia questa storia, la storia di Andrea Adorno, caporale maggiore capo del 4o reggimento «Monte Cervino» dell’esercito italiano. La differenza, però, è che quella di Andrea è una storia vera, culminata nella battaglia del 16 luglio 2010, quando, durante un’operazione di rastrellamento nel villaggio di Bozbai situato sulla riva destra del fiume Murghab, Adorno e i suoi compagni delle truppe speciali vennero sorpresi dalla violenta reazione degli insurgents afghani. Nello scontro a fuoco Andrea rimase gravemente ferito, e tuttavia continuò a combattere per proteggere i militari del suo plotone, fino a quando non furono tutti al sicuro.Una storia di eroismo, quindi. Ma non solo. Quella dell’alpino-paracadutista Andrea Adorno, infatti, è una vicenda per altri versi esemplare, fatta di rinunce e duro addestramento, di sogni e speranze, di sacrifici e dedizione assoluta ai propri compagni, alla patria e al proprio ruolo di militare di un paese democratico impegnato ogni giorno – in Iraq come in Bosnia o in Afghanistan – a costruire un futuro di pace.

Nolan McFarley. The Barman

Nolan McFarley, giovane irlandese, si trasferisce da Galway a New York, per tentare di diventare un broker a Wall Street. Quando si rende conto che entrare in quel mondo è quasi impossibile, si rassegna a ritornare in Irlanda, ma un incontro casuale con un barman che lo persuade a lavorare insieme, cambierà i suoi programmi. Nolan si ritrova in un mondo pieno di inganni e bugie, di donne ricche e senza sentimenti e che vogliono usare il loro potere in cambio di serate a luci rosse. Nolan sta quasi per abbandonare tutto, ma quando conosce Kimberly, una ragazza che gli piace davvero, l’idea di lasciare New York diventa inconcepibile e quell’incontro lo porterà a compiere scelte che mai avrebbe pensato di fare in vita sua…
**
### Sinossi
Nolan McFarley, giovane irlandese, si trasferisce da Galway a New York, per tentare di diventare un broker a Wall Street. Quando si rende conto che entrare in quel mondo è quasi impossibile, si rassegna a ritornare in Irlanda, ma un incontro casuale con un barman che lo persuade a lavorare insieme, cambierà i suoi programmi. Nolan si ritrova in un mondo pieno di inganni e bugie, di donne ricche e senza sentimenti e che vogliono usare il loro potere in cambio di serate a luci rosse. Nolan sta quasi per abbandonare tutto, ma quando conosce Kimberly, una ragazza che gli piace davvero, l’idea di lasciare New York diventa inconcepibile e quell’incontro lo porterà a compiere scelte che mai avrebbe pensato di fare in vita sua…

Noi Siamo Eclissi

Quando perdi una parte di te, la vita non ha più lo stesso sapore. Per William, la vita aveva il sapore fresco della pelle di Sofia. Ma da quando lei se n’è andata, niente sembra avere senso: né le giornate alla clinica né le serate in quella casa dove tutto gli ricorda lei, bellissima e irresistibile sul divano del salotto. Non fa che ripensare alle cose che ha sbagliato nella loro relazione, al perché a un certo punto l’ha voluta allontanare, facendo male proprio a lei, che è la sua mezza luna. È deciso a riprendersela, e per ritrovarla non gli resta che seguire le tracce che Sofia gli ha lasciato sparendo nel nulla, in un viaggio che lo porterà lontano da sé e sempre più vicino a lei. Perché per l’amore, quello vero, bisogna saper lottare: e cosí William si fa guidare dai piccoli indizi che solo una persona innamorata è in grado di riconoscere, disseminati da Sofia in alcune lettere. Saranno le mani fidate delle donne che per lei sono state importanti a consegnarle al dottor William, e a insegnargli che non siamo niente senza l’amore, anche se è la cosa più incasinata che ci può capitare nella vita.

(source: Bol.com)

No Exit

*Era bloccata a tremila metri d’altitudine, con i tergicristalli rotti, il cellulare morto e le parole dell’ultimo sms che le ronzavano in testa: “La mamma è okay, per il momento”.* È la sera del 23 dicembre, e sulle alture del Colorado la bufera di neve del secolo infuria da ore quando Darby è costretta a cercare riparo nella stazione di servizio di Wanapa, dove un vecchio cartello promette caffè bollente. Tutto ciò che si augura è di riuscire a raggiungere il capezzale della madre prima che sia troppo tardi. Ma in quel luogo isolato dal mondo, nel retro di un furgone dai vetri semioscurati, Darby vede qualcosa che non avrebbe dovuto vedere. Qualcosa di tanto incongruo da farle pensare a una specie di allucinazione: una paffuta mano infantile affacciata tra le sbarre di una grossa gabbia per cani. Inizia così, con un fotogramma fuori posto in una notte travagliata e bianchissima, l’avventura destinata a trasformare Darby nella più tosta e determinata delle eroine e il suo viaggio in una lotta per la sopravvivenza costellata di vertiginosi rovesciamenti. Pubblicato per la prima volta da una piccola casa editrice inglese, *No Exit* ha conquistato i lettori grazie al ritmo forsennato e all’astuzia dei continui colpi di scena. Divenuto un clamoroso successo del passaparola, ha scatenato aste agguerrite fra gli editori e le major hollywoodiane. «Questo thriller senza freni, oscuro e travolgente, compete con Agatha Christie per l’ingegnosità del racconto e con James Patterson per il ritmo forsennato della storia.» –  A. J. Finn, autore del bestseller *La donna alla finestra* «In *No Exit* c’è tutto quello che cerco in un thriller. Una storia magistralmente congegnata, ritmo incalzante, e una tensione senza tregua. I colpi di scena si susseguono come una serie di detonazioni diabolicamente sincronizzate. Sono rimasto senza fiato.» – Joe Hill, autore del bestseller *The Fireman. L’uomo del fuoco* 
 «*No Exit* apre con un attacco sconvolgente e poi ti trascina in una crudele prova di resistenza psicologica. Taylor Adams è un maestro della suspense. Già non vedo l’ora di poter leggere il suo prossimo romanzo.» – Michael Koryta, autore del bestseller of *How It Happened*

 «Un intenso e spietato thriller traboccante adrenalina. Una toccante storia di coraggio e sacrificio, con una protagonista di cui non ci si dimentica. Non iniziatelo nemmeno se non siete pronti ad andare dritti fino alla fine, perché, ve lo garantisco, non riuscirete a smettere di leggerlo.» – Karen Dionne, vincitrice del Barry Award con il bestseller *La casa del padre*

 «Perfetto per tutte le lettrici che cercano una storia con al centro una vera eroina, nella vena di *Uomini che odiano le donne*.» – *Booklist*
 «La complessa psicologia dei personaggi di Agatha Christie incontra il terrore puro delle storie di Stephen King.»  – *Entertainment Weekly* 
«Un thriller scritto con grande maestria, tra le cui pagine si annidano talmente tanti colpi di scena che anche i più consumati lettori del genere rimarranno stupefatti.» – *Library Journal*

Nikolaj Nikolaevich, il donatore di sperma

Scritto con linguaggio duro e diretto, questo romanzo si offre come un viaggio illuminato all’interno dell’oscuro letamaio della biologia sovietica. Il protagonista, Nikolaj Nikolaevic, dopo anni di ” rischioso lavoro da borseggiatore” sugli autobus, riesce a dare un nuovo positivo indirizzo alla sua vita quando trova lavoro come “donatore di sperma” in un Istituto di Ricerca. La nuova occupazione mette in risalto le sue qualità di instancabile “produttore di seme” che gli consentiranno di uscire fuori da una esistenza di stenti e di dimenticare la lunga permanenza nei lager staliniani. Il libro è pieno zeppo di dissacrante ironia, che evidenzia i lati più grotteschi e disarmanti di un sistema totalitario propriamente detto.

New Thing

Brooklyn, primavera 1967. Dopo le morti violente di alcuni musicisti dell’avanguardia jazz, la vox populi afroamericana diffonde la leggenda (o la storia vera?) dell’assassino noto con il nomignolo di “Figlio di Whiteman”. Esiste davvero? E se si, è un agente dell’FBI o di qualche altro settore dell’establishment? Quasi quarant’anni dopo, una pletora di personaggi, intervistati non si sa bene da chi, racconta tra mille divagazioni la storia del “Figlio di Whiteman”, di una giovane cronista scomparsa nel nulla, del Black Power, nonché del nuovo jazz di Ayler, Shepp e del loro nume tutelare, John Coltrane. Roberto Bui (Wu Ming 1) fa parte fin dall’inizio del collettivo Luther Blisset e poi di Wu Ming. Questo è il suo primo romanzo “solista”.
**

Nessun giorno della settimana

**Un caso editoriale partito dalla Spagna**
Sofía ha 42 anni, è una madre single e vive a Madrid con i due figli adottivi. Durante un viaggio a New York, città di cui è innamoratissima, comincia a riflettere su se stessa e sulla propria vita. È felice? No. Deve ricominciare da zero, reinventarsi, eliminare gli aspetti negativi della sua esistenza e, soprattutto, circondarsi di persone positive. Dopo un inizio folgorante, la relazione con Pedro procede a stento tra alti e bassi. Gli sbalzi d’umore sono all’ordine del giorno. I bambini, poi, assorbono gran parte della sua attenzione e del suo tempo. L’unica cosa che la fa sentire davvero realizzata è la scrittura. Ed è per questo che Sofía comincia a tenere un blog tutto al femminile, “Las Claves de Sol”, un posto sicuro dove essere semplicemente se stessa, senza filtri. Comincia così un viaggio nella sua personalità, tra i suoi reali desideri, nel corso del quale, anche grazie a una buona dose di brillante autocritica, Sofía scoprirà che non è mai troppo tardi per la felicità.
**La nuova Bridget Jones arriva dalla Spagna
Un esordio travolgente**
*«Mi chiamo Sofía Miranda e non mi pettino, ho una calligrafia orribile, dico un sacco di parolacce, odio cucinare, guardo film spazzatura e ho le braccia flaccide. Mi capita di dimenticarmi di fare la ceretta e a volte mi mangio le unghie. Ah, accumulo un sacco di piatti sporchi perché detesto svuotare la lavastoviglie.» *
«Sofía sono io, sei tu, è qualunque persona che a un certo punto della vita abbia deciso di provare a essere più felice, mettersi in discussione, reinventarsi. Chiunque, per un qualunque motivo, abbia preso una nuova strada.»
**Sol Aguirre**
**Sol Aguirre**
È nata a Barcellona. Dopo essersi laureata in Diritto ha lavorato come responsabile nel settore marketing per quasi vent’anni. È la creatrice di “Las Claves de Sol”, il blog umoristico femminile più letto in Spagna, con oltre 80.000 contatti al mese. Ha scritto opere teatrali e testi di canzoni. Vive a Madrid con i due figli. Quando non scrive, gira per la città in monopattino o vola verso la sua amata New York.
**
### Sinossi
**Un caso editoriale partito dalla Spagna**
Sofía ha 42 anni, è una madre single e vive a Madrid con i due figli adottivi. Durante un viaggio a New York, città di cui è innamoratissima, comincia a riflettere su se stessa e sulla propria vita. È felice? No. Deve ricominciare da zero, reinventarsi, eliminare gli aspetti negativi della sua esistenza e, soprattutto, circondarsi di persone positive. Dopo un inizio folgorante, la relazione con Pedro procede a stento tra alti e bassi. Gli sbalzi d’umore sono all’ordine del giorno. I bambini, poi, assorbono gran parte della sua attenzione e del suo tempo. L’unica cosa che la fa sentire davvero realizzata è la scrittura. Ed è per questo che Sofía comincia a tenere un blog tutto al femminile, “Las Claves de Sol”, un posto sicuro dove essere semplicemente se stessa, senza filtri. Comincia così un viaggio nella sua personalità, tra i suoi reali desideri, nel corso del quale, anche grazie a una buona dose di brillante autocritica, Sofía scoprirà che non è mai troppo tardi per la felicità.
**La nuova Bridget Jones arriva dalla Spagna
Un esordio travolgente**
*«Mi chiamo Sofía Miranda e non mi pettino, ho una calligrafia orribile, dico un sacco di parolacce, odio cucinare, guardo film spazzatura e ho le braccia flaccide. Mi capita di dimenticarmi di fare la ceretta e a volte mi mangio le unghie. Ah, accumulo un sacco di piatti sporchi perché detesto svuotare la lavastoviglie.» *
«Sofía sono io, sei tu, è qualunque persona che a un certo punto della vita abbia deciso di provare a essere più felice, mettersi in discussione, reinventarsi. Chiunque, per un qualunque motivo, abbia preso una nuova strada.»
**Sol Aguirre**
**Sol Aguirre**
È nata a Barcellona. Dopo essersi laureata in Diritto ha lavorato come responsabile nel settore marketing per quasi vent’anni. È la creatrice di “Las Claves de Sol”, il blog umoristico femminile più letto in Spagna, con oltre 80.000 contatti al mese. Ha scritto opere teatrali e testi di canzoni. Vive a Madrid con i due figli. Quando non scrive, gira per la città in monopattino o vola verso la sua amata New York.

I Nemici Di Gree E Altri Racconti

I NEMICI DI GREE No friend of Gree (1965) C. C. MACAPP
L’ASSASSINO SETTIMANALE Pariah Planet (1965) LLOYD BIGGLE jr.
LA GOLA DEL DINOSAURO Scarfe’s world (1965) BRIAN W. ALDISS
LA VISITA Guesting Time (1965) R. A. LAFFERTY
IL PRIGIONIERO DEL PIANETA MARTE – Futuro di ieri – 1° puntata (1906) GUSTAVE LE ROUGE
IL CRONOMETRO The stop watch (1955) ROGER LEE VERNON