25905–25920 di 62912 risultati

La legge del sospetto

Adam Chase è sempre stato un violento. Glielo rinfacciavano tutti a Salisbury, la piccola cittadina del North Carolina in cui è cresciuto. Per questo nessuno si stupisce quando viene accusato e processato per omicidio. Nonostante le testimonianze contro di lui, tuttavia, inclusa persine quella della sua matrigna, Adam è riconosciuto innocente e dev’essere rilasciato. Vivere a Salisbury non è più possibile, però, e per questo Adam lascia il North Carolina e si immerge per cinque lunghi anni nella frenetica anonimità di New York City. Sarà solo l’invocazione di aiuto di un vecchio e caro amico, uno dei pochi rimastigli, a convincerlo ad attraversare nuovamente il confine del North Carolina. E quando nuovi cadaveri verranno rinvenuti per le strade della contea di Rowan e la cittadinanza sarà pronta a rivoltarsi nuovamente contro di lui, la pecora nera, quello sarà il momento per Adam di cercare di capire che cosa è successo veramente, cinque anni prima. E sarà il momento di lottare, per la sua innocenza e per la sua vita.
**

La legge del silenzio (eLit)

A volte ciò che non si conosce fa paura. Una terra straniera, in cui i colori sono vividi, il cibo speziato, i profumi sensuali, lontano dal rumore e dalla frenesia del mondo moderno. La prospettiva di partire attira Gretchen e nello stesso tempo la spaventa: non è una vacanza quella che sta per vivere, ma una nuova esperienza professionale che potrebbe cambiare radicalmente il suo futuro. La trama della sua vita, che ora assomiglia allo scorrere placido di un fiume di pianura, potrebbe trasformarsi nell’intreccio misterioso e colorato di un tappeto orientale.

La legge del dolore

Un sacerdote torturato e ucciso nella propria chiesa, il corpo legato accanto all’altare e il numero 3 tracciato col sangue sul suo petto: è questa la scena raccapricciante che, una fredda mattina di dicembre, si presenta ai detective Hunter e Garcia. Dalle prove rinvenute, sembrerebbe un omicidio a sfondo religioso, forse opera di una setta. Tuttavia, quando pochi giorni dopo vengono trovati altri due cadaveri, contrassegnati coi numeri 4 e 5, Garcia si convince che il responsabile sia un serial killer sadico e perverso: una donna infatti è stata arsa viva in una villa di Malibu, mentre l’altro uomo è stato lentamente dissanguato usando centinaia di siringhe. Per Hunter, invece, le azioni dell’assassino sono state dettate da un movente ben più complesso: trasformare in realtà gli incubi peggiori delle vittime, le loro fobie, le loro paure più profonde. Ma come poteva conoscere fin nei minimi dettagli ciò che spaventava a morte quelle persone? E cosa avevano in comune un prete, un’agente immobiliare e un venditore d’auto? Per scoprire la verità, Hunter dovrà farsi strada tra le ombre del loro passato, avanzando a fatica lungo un sentiero

La legge dei Vardda

Un grande biologo, Orthis, ha trovato il modo di operare una mutazione nella struttura molecolare del corpo umano, perchè possa resistere all’accellerazione di velocità necessaria per i viaggi interstellari. I discendenti di questi primi mutanti, i Vardda, si sono stabiliti su un pianeta di Aldebaran e di là dominano i cieli e i popoli degli altri pianeti, arricchendosi con gli scambi dei prodotti dei vari mondi, prodotti che essi soltanto, che possono sopportare la velocità dei viaggi interstellari, possono trasportare, con le loro potenti astronavi che superano la velocità della luce. C’è un uomo sulla Terra, Trehearne, che è nato da una terrestre e da un Vardda e in cui la mutazione è perfetta. Quest’uomo si innamora di una bellissima Vardda e con il suo aiuto raggiunge Llirdys, il meraviglioso pianeta della sua razza. Ma la legge dei Vardda è terribile: nessuno di sangue misto può far parte della loro comunità. Il divulgare il segreto della mutazione, metterebbe altri popoli in grado di fare viaggi interstellari e significherebbe la fine dell’imperialismo commerciale dei Vardda. Con l’aiuto della ragazza vardda, Trehearne riesce a farsi accettare, ma si associa ai discepoli di Orthis, il quale voleva divulgare il segreto della mutazione e farne partecipi i popoli degli altri pianeti abitati, Terra compresa. Il romanzo è la storia della pericolosa ricerca del segreto di Orthis e delle estreme lotte dei Vardda contro i pochi uomini che si battono per il progresso universale. Una storia appassionante, logica, serrata e piena di umanità e poesia.
Copertina di Curt Caesar.

La legge dei nove

Il ventisettesimo compleanno è per il giovane Alexander Rahl, un artista emergente che vive nel Nebraska, un momento cruciale: a quella stessa età, sua madre era stata colta dalla follia. E qualcosa collegato al suo nome, al giorno del suo compleanno e a Jax, la bellissima donna che ha appena salvato rischia di esporlo a una violenza estrema e senza compromessi. Jax gli svela infatti di provenire da una realtà parallela, in cui alcuni malvagi stanno tentando di prendere il controllo, e che lui è l’unico in grado di salvare la sua gente. Laggiù si usa la magia al posto della tecnologia, ma sulla Terra lei è priva dei suoi poteri e può lottare solo affidandosi al suo pugnale, dal quale non si separa mai.
**

Legend (versione italiana)

Los Angeles, Stati Uniti. Il Nord America è spaccato in due parti, la Repubblica e le Colonie, e la guerra sembra destinata a non finire mai. A quindici anni, June è già una promessa della Repubblica. Nata in una famiglia ricca e prestigiosa, oltre a una bella casa, un mucchio di soldi e la possibilità di frequentare le scuole migliori, possiede anche un vero talento nel cacciarsi nei guai e senza l’intervento di Metias, il fratello maggiore, probabilmente qualcuna delle sue bravate all’accademia militare sarebbe già finita male. Dalla morte dei genitori, Metias è l’unico su cui può contare, almeno fino al giorno in cui viene ucciso in circostanze misteriose. Il primo sospettato è Day, un ragazzo della stessa età di June, ma nato e cresciuto nei bassifondi della Repubblica. Ed è anche il criminale più ricercato del paese. Da quel giorno, June ha un unico desiderio: vendicare Metias. Ma per lei e Day il destino ha altri piani.

Legami pericolosi

Sono trascorsi sette lunghi anni e Beth non ha mai dimenticato. E ora una telefonata nel cuore della notte le fa capire che il peggio deve ancora arrivare. Quel respiro lo riconoscerebbe fra mille, è il più terribile dei suoi demoni, e lei farà di tutto per tenerlo lontano dalla piccola Abby. Sarà Neil Sheridan, ex agente dell’FBI, a occuparsi del caso e a proteggere Beth prima che sia troppo tardi. Sarà lui, che non ha niente da perdere e tutto da salvare, a decifrare un segreto che, se reso pubblico, potrebbe far affiorare atroci verità, in grado di rovinarla per sempre. Per riuscirci dovrà immergersi nelle ombre di una notte di sette anni prima e ripercorrere a sua volta il proprio passato, aprendosi a qualcosa di ancora più pericoloso di un serial killer: il cuore di una donna terrorizzata, che per la prima volta dopo tanto tempo si abbandona all’amore.Un romanzo indimenticabile, in cui le paure e i tabù più inviolabili diventano realtà oltre la pagina scritta, trascinandoci in una danza incessante e vertiginosa, colma di emozioni e colpi di scena.VINCITORE DEL PRESTIGIOSO RITA AWARD 2010

(source: Bol.com)

Legami di sangue

Un thriller sulla corruzione che sta dietro a molte grandi fortune. Protagonista è Kate Blanchard, ex poliziotto travolta da una crisi professionale e familiare, ora detective privato a Santa Barbara in California. E’ in questa veste che viene assunta da Laura Sparks, figlia di una delle più ricche e potenti famiglie dello stato, dopo che il suo fidanzato, accusato di contrabbando di droga, viene trovato impiccato in prigione. In quella famiglia ci sono donne determinate e ambiziose, pronte a uccidere per salvare la propria ricchezza e il proprio status. E’ dunque in un fitto intreccio di ambizioni e ricatti che Kate deve indagare fino a smantellare uno scandalo di proporzioni colossali.
**

Legami D’Amore

Barbara è tornata a Firenze, la città che l’ha vista crescere e che, insieme alla famiglia, è stata costretta a lasciare dopo l’alluvione del 1966. Barbara è alla ricerca di suo fratello Vito, scomparso dopo che ha visto ciò che non doveva vedere e dopo che si è saputo qualcosa di compromettente sulla sua vita privata. Si trovavano da alcuni anni a Napoli, vicini agli zii e alle loro famiglie, coinvolti in qualcosa che era più grande di loro ma che non sapevano potesse esistere. Già, perché Barbara e Vito, fratelli di sangue, non sono persone comuni: sono figli di un boss della camorra, costretti a vivere secondo regole non scritte, in un ambiente che appare come qualsiasi altro ma che in realtà nasconde una verità scomoda e criminale. Nella disperata ricerca di Vito e rivivendo il suo passato, Barbara capirà l’amore che riempie il suo cuore e il dolore che prova nel vedere la propria famiglia stretta nella morsa di una scelta che porta alla galera o alla morte. Legami d’amore è il primo romanzo di Maria Rosa Nuvoletta; è un grido di dolore e di rabbia per una vita sospesa tra l’amore verso la propria famiglia e il rifiuto per la scelta che ha fatto; è un libro che narra del labile confine tra la vita e la morte, tra il bene e il male, in un susseguirsi di eventi che portano il lettore a comprendere quanto è forte e minacciato l’amore che lega chi ha lo stesso sangue.

Legacy

Occhi neri come l’ebano e l’animo inquieto di chi guarda al futuro con trepidazione: è la giovane Alera, principessa di Hytanica. Il suo diciottesimo compleanno si avvicina, e con esso il momento in cui dovrà annunciare al popolo il nome del suo futuro sposo. Alera non è felice, perché sa di essere destinata fin dalla nascita all’uomo che suo padre il re ha già scelto per lei, il nobile e coraggioso Steldor. Un giorno, a palazzo arriva Narian, un ragazzo dal passato oscuro e dal sorriso dolcissimo. Quando Alera lo incontra, le basta uno sguardo per innamorarsi perdutamente e accantonare gli obblighi di corte. Narian le racconta di essere cresciuto in una terra governata da leggi molto diverse da quelle di Hytanica, una terra in cui le donne sono libere di scegliere il proprio destino senza sottomettersi al volere degli uomini, e le mostra un modo nuovo di affrontare la vita. Tanto che la principessa ora è pronta a tenere testa al padre per convincerlo a farle sposare il ragazzo che le ha rubato il cuore. Ma presto Alera deve fare i conti con un’amara verità: scopre infatti che Narian proviene dall’odiato regno di Cokyri e che il suo nome è legato a una terribile maledizione, capace di distruggere il futuro di Hytanica. Soltanto lei potrà salvare il suo mondo. E per farlo dovrà affrontare una dura battaglia interiore. Primo volume di una trilogia, “Legacy” è lo straordinario debutto letterario di una scrittrice giovanissima che ha già conquistato schiere di lettori in tutto il mondo.

La lega dei mondi ribelli

L’impero della Terra si estende attraverso una miriade di mondi, mondi antichi ma anche giovani e freschi e ribelli, disseminati nella sconfinata immensità degli spazi galattici. Un impero richiede forza e controllo: un impero diffuso attraverso gli anni luce è un impero destinato a sfaldarsi sotto la spinta di innumerevoli forze disgregatrici. Le colonie stellari più remote sono ansiose di affrancarsi dal gioco pesante del pianeta madre… che ha creato un’avida compagnia interstellare, la Multiplanetaria del Sole, per privare di ogni ricchezza i mondi dei pionieri. Ma la Lega delle Grandi Stelle decide di opporsi a queste spinte contraddittorie… e il nodo cruciale della situazione diventa una titanica stazione siderale situata nel sistema nel Sole di Pell, una colossale base cosmica nota nella Galassia umana come “la Porta dell’Infinito”. E in questa complessa partita a scacchi tra la Terra e la Confederazione dei Grandi Abissi, s’inserisce il fattore vitale della Lega dei Mondi Ribelli…

Lavoro a mano armata

Alain Delambre ha cinquantasette anni, una moglie e due figlie ormai adulte. Una vita passata a lavorare come responsabile delle risorse umane. Poi la crisi, il licenziamento, la disoccupazione. Un lavoretto per tentare, con scarso successo, di far quadrare i conti. E all’orizzonte la seconda chance, quella che può ridare un senso a tutto: un nuovo lavoro, che sembra ritagliato sul suo percorso professionale. Da non crederci, alla sua età. Alain però ci crede, vuole crederci. Per via della speranza, «quella canaglia», come direbbe Charles, l’unico vero amico che gli è rimasto, un barbone che vive dentro una Renault 25. Ed è grazie a questo ritrovato ottimismo che Alain inizia a scivolare in una serie di situazioni poco chiare che dapprima sottovaluta. L’uomo è pronto a tutto pur di ritrovare la vita che ha perso, pur di riuscire a tirare su la testa e a guardare di nuovo le figlie negli occhi. È pronto anche ad allontanarsi dall’amata moglie Nicole, quando lei inizia a porre troppe domande. Che Alain, come test da superare per essere assunto, partecipi a un gioco di ruolo, organizzato per mettere alla prova i quadri di una grande azienda, per lei non è accettabile. Ma il signor Delambre è un uomo che non vuole diventare l’ennesima vittima della crisi, vuole lavorare, e il lavoro è pronto a prenderselo, se necessario, anche a mano armata.
Pierre Lemaitre, maestro del noir e vincitore del Premio Goncourt 2013, trae spunto da un fatto di cronaca per scrivere un romanzo di scottante attualità in cui la realtà della disoccupazione diventa una storia di violenza, psicologica e fisica. Forte di un attentissimo scavo sociale, Lavoro a mano armata è una storia del nostro tempo, come nessuno l’ha mai raccontata.
«Pierre Lemaitre è un maestro».
Antonio D’Orrico, «Corriere della Sera»
«Grande narratore con un formidabile senso del ritmo e della suspense».
Fabio Gambaro, «D – la Repubblica»
«Lemaitre è soprattutto un autore contemporaneo, che sa architettare storie senza fronzoli».
Sergio Pent, «L’unità»
«L’abilità di Lemaitre è eccezionale».
«Panorama»
**
### Sinossi
Alain Delambre ha cinquantasette anni, una moglie e due figlie ormai adulte. Una vita passata a lavorare come responsabile delle risorse umane. Poi la crisi, il licenziamento, la disoccupazione. Un lavoretto per tentare, con scarso successo, di far quadrare i conti. E all’orizzonte la seconda chance, quella che può ridare un senso a tutto: un nuovo lavoro, che sembra ritagliato sul suo percorso professionale. Da non crederci, alla sua età. Alain però ci crede, vuole crederci. Per via della speranza, «quella canaglia», come direbbe Charles, l’unico vero amico che gli è rimasto, un barbone che vive dentro una Renault 25. Ed è grazie a questo ritrovato ottimismo che Alain inizia a scivolare in una serie di situazioni poco chiare che dapprima sottovaluta. L’uomo è pronto a tutto pur di ritrovare la vita che ha perso, pur di riuscire a tirare su la testa e a guardare di nuovo le figlie negli occhi. È pronto anche ad allontanarsi dall’amata moglie Nicole, quando lei inizia a porre troppe domande. Che Alain, come test da superare per essere assunto, partecipi a un gioco di ruolo, organizzato per mettere alla prova i quadri di una grande azienda, per lei non è accettabile. Ma il signor Delambre è un uomo che non vuole diventare l’ennesima vittima della crisi, vuole lavorare, e il lavoro è pronto a prenderselo, se necessario, anche a mano armata.
Pierre Lemaitre, maestro del noir e vincitore del Premio Goncourt 2013, trae spunto da un fatto di cronaca per scrivere un romanzo di scottante attualità in cui la realtà della disoccupazione diventa una storia di violenza, psicologica e fisica. Forte di un attentissimo scavo sociale, Lavoro a mano armata è una storia del nostro tempo, come nessuno l’ha mai raccontata.
«Pierre Lemaitre è un maestro».
Antonio D’Orrico, «Corriere della Sera»
«Grande narratore con un formidabile senso del ritmo e della suspense».
Fabio Gambaro, «D – la Repubblica»
«Lemaitre è soprattutto un autore contemporaneo, che sa architettare storie senza fronzoli».
Sergio Pent, «L’unità»
«L’abilità di Lemaitre è eccezionale».
«Panorama»

Laura di Rimini: Roman

Come nella migliore tradizione della commedia degli equivoci, tutto ha inizio con uno scambio di borse. C’e uno zainetto con dentro quattro chili di cocaina purissima sulle spalle di una brava ragazza che sta per sostenere un esame sulla scapigliatura milanese. Cosi Laura, studentessa al secondo anno di Lettere, poche ore dopo il suo ultimo esame prima delle vacanze, si trovera catapultata in un’avventura “nera” che chiede di essere attraversata con un altro genere di intelligenza. E via, per giorni e giorni, tra sparatorie, inseguimenti, fughe, in un imprevedibile intrecciarsi di coincidenze, casualita, appuntamenti mancati per un soffio: un percorso di formazione a ostacoli che sembra pensato da un demiurgo un po’ matto e molto allegro.

Il lato sinistro del cuore

Riordinando la mole enorme dei suoi racconti, Lucarelli è stato molto crudele. Verso se stesso, non verso i suoi lettori. Ha tolto tutto ciò in cui non si riconosceva piú, e ha “montato” il meglio, gli oltre cinquanta racconti selezionati, secondo un ritmo mentale, una esigenza musicale che alterna i sapori e i temi. Così, mentre il lettore si trova invitato a un ghiottissimo menu, che spazia dall’horror al comico al thriller, unica e del tutto inconfondibile è la voce che lo affascina in questo libro. Forse la voce più autentica di Carlo Lucarelli, in tutte le sue modulazioni. Una voce che invita alla complicità, che coinvolge in una sorta di ininterrotta “danse macabre”, di gioco esplicito sui temi della morte e della colpa, in una a volte selvaggia cavalcata diabolica, in una confusione di identità dove, alla fine, lo specchio sembra rimandarci l’immagine distorta, ma lucidissima, dei nostri desideri, e delle nostre illusioni.

Lampi nella nebbia

A Torino tutti parlano del funerale del cavalier Eugenio Balbiano, destinato a trasformarsi in uno degli eventi mondani della stagione. Con la morte di Balbiano, l’immensa fortuna che gli apparteneva ora è di Bianca, la nipote, che oltre al patrimonio eredita un misterioso, vastissimo appartamento pieno di ricordi. Forse un po’ scomodi. Quando è il momento di dare l’ultimo saluto al cavaliere, Bianca sparisce. Silvia Guarienti, l’amica di sempre, avverte strani presagi e tutti temono il peggio…