25537–25552 di 63547 risultati

Orgoglio E Pregiudizio E Zombie

DA QUESTO ROMANZO IL FILM PPZ – PRIDE + PREJUDICE + ZOMBIESÈ cosa nota e universalmente riconosciuta che uno zombie in possesso di un cervello debba essere in cerca di altro cervello. Così inizia Orgoglio e pregiudizio e zombie, versione fedelmente aggiornata del celeberrimo (e amatissimo) capolavoro di Jane Austen, grazie a numerose scene «inedite» in cui, a farla da protagonisti, sono appunto gli zombie. Pubblicato da una piccola casa editrice americana, questo romanzo ha suscitato l’entusiasmo sia dei neofiti sia dei più fanatici ammiratori della Austen, scalando in breve tempo tutte le classifiche di vendita e imponendosi come il fenomeno editoriale dell’anno. E il motivo di un successo tanto clamoroso è semplice: al fascino di una storia d’amore senza tempo, si aggiunge il divertimento di una lotta senza esclusione di colpi contro l’orribile flagello che si è abbattuto sull’Inghilterra, arrivando fino al tranquillo villaggio di Meryton, dove l’indomita Elizabeth Bennet, insieme con le sue sorelle, è impegnata a contrastare orde di famelici morti viventi. Un ruolo che le calza a pennello, almeno finché non arriva il bello e scontroso Mr Darcy a distrarla… Pieno di romanticismo e avventura, di cuori infranti e cadaveri affamati, di argute schermaglie e duelli all’arma bianca, Orgoglio e pregiudizio e zombie trasforma una pietra miliare della letteratura mondiale in un libro che si ha, finalmente, davvero voglia di leggere. O che non si vede l’ora di rileggere.

Orgoglio e pregiudizio

I Bennet vivono con le cinque figlie a Longbourne, nello Hertfordshire. Charles Bingley, ricco scapolo, va ad abitare vicino a loro con le due sorelle e un amico, Fitzwilliam Darcy. Bingley e Jane, la maggiore delle Bennet, si innamorano; Darcy, attratto dalla seconda, Elisabeth, la offende con il suo comportamento altezzoso. L’avversione aumenta quando le sorelle riescono a separare Charles da Jane. Darcy chiede la mano di Elisabeth, non nascondendo però quanto la cosa costi al suo orgoglio. La ragazza, sdegnata, lo respinge. In un secondo tempo Elisabeth apprende che la sorella Lydia è fuggita con Wickhman. Con l’aiuto di Darcy i fuggiaschi vengono rintracciati e fatti sposare. Infine Darcy e Elisabeth, Bingley e Jane si fidanzano. Annotation Supplied by Informazioni Editoriali

L’orgoglio di Kat

Sinonimo di stile, fascino e ora anche scandalo, le sorelle Balfour, ultime eredi dell’antica dinastia, adesso hanno una bella lezione da imparare…
Kat Balfour, reginetta della vita mondana, viene mandata dal padre Oscar sullo yacht di Carlos Guerrero, affascinante milionario spagnolo, e solo quando le mettono in mano un grembiule capisce di non trovarsi lì per una rilassante crociera, ma per lavorare! Kat si scopre così intrappolata nel bel mezzo del Mar Mediterraneo, accanto a uno degli uomini più sexy che abbia mai incontrato, ed è costretta ad affrontare, per la prima volta nella sua vita, impegni e responsabilità. Carlos è turbato dalla bellezza della sua nuova cameriera di bordo, e anche se è costretto a farla lavorare sodo sono altre le mansioni che vorrebbe affidarle. Per farlo, scopre però di dover domare il suo carattere infuocato.
**
### Sinossi
Sinonimo di stile, fascino e ora anche scandalo, le sorelle Balfour, ultime eredi dell’antica dinastia, adesso hanno una bella lezione da imparare…
Kat Balfour, reginetta della vita mondana, viene mandata dal padre Oscar sullo yacht di Carlos Guerrero, affascinante milionario spagnolo, e solo quando le mettono in mano un grembiule capisce di non trovarsi lì per una rilassante crociera, ma per lavorare! Kat si scopre così intrappolata nel bel mezzo del Mar Mediterraneo, accanto a uno degli uomini più sexy che abbia mai incontrato, ed è costretta ad affrontare, per la prima volta nella sua vita, impegni e responsabilità. Carlos è turbato dalla bellezza della sua nuova cameriera di bordo, e anche se è costretto a farla lavorare sodo sono altre le mansioni che vorrebbe affidarle. Per farlo, scopre però di dover domare il suo carattere infuocato.

Le ore

Solo la letteratura può restituire un senso alle nostre vite confuse e sghembe. Anzi, la letteratura è il solo specchio dentro cui la vita, riflettendosi, giunge per un momento a dire se stessa. È l’idea centrale di questo romanzo misteriosamente bello. Tre donne lo abitano. La prima è una donna famosa, una scrittrice famosa: Virginia Woolf, ritratta a un passo dal suicidio, nel 1941, e poi, a ritroso nel tempo, mentre gioca col dèmone della sua scrittura. Le altre due sono donne che abitano luoghi e tempi diversi. Clarissa Vaughan, un editor newyorkese di oggi, colta nel giorno in cui darà una festa per Richard, l’amico amatissimo, forse l’unico vero amore, che adesso sta morendo di AIDS. E Laura Brown, una casalinga californiana dell’immediato dopoguerra, bella e inquieta, desiderosa di fuggire via per un giorno, un giorno soltanto, via dalla noia di un matrimonio ordinario, così ordinario. Che cosa lega il destino di queste tre donne? All’apparenza, poco. Virginia è alle prese con la creazione della sua “Signora Dalloway”. E signora Dalloway è il nomignolo che Richard ha inventato per Clarissa. Ed è ancora quel romanzo che Laura porta con sé nella sua fuga breve dal mondo. Ma dietro a questo tema narrativo, quasi la spia di qualcos’altro, un secondo e più nascosto motivo attraversa e annoda il destino delle tre protagoniste. Cunningham fa pensare a un ventriloquo: usa la voce di Virginia Woolf come fosse la sua. Però stranamente è lì dentro che sentiamo risuonare un’eco. È un’eco inconsueta ma pure familiare: la voce di un vero scrittore. Mario Fortunato PREMIO PULITZER 1999 PREMIO GRINZANE CAVOUR 2000 NARRATIVA STRANIERA

Ore 10 Porta Nuova. Le indagini del commissario Martini

Nel tranquillo Borgo San Salvano, attorno all’elegante pianta ottagonale di Largo Saluzzo punteggiata dalle insegne delle botteghe, la quiete è incrinata dalle ignobili lettere firmate “La voce della verità”. Un bambino minacciato, un cadavere su un treno merci, un dongiovanni imprudente… Il commissario Andrea Martini è un avversario pericoloso per il misterioso assassino. Paziente e ostinato, aiutato da alcuni colpi di fortuna, tra un indizio colto in un bar e un’ombra intravista alla stazione di Porta Nuova, tra un interrogatorio apparentemente svagato e un dialogo serrato. Martini giunge infine alla verità.

L’ordine libertario

Sono passati cento anni esatti dalla sua nascita e Albert Camus è uno degli scrittori più letti e più amati del mondo. I romanzi Lo straniero, La peste, La caduta, i saggi filosofici Il mito di Sisifo e L’uomo in rivolta, che coniugano al massimo grado il senso dell’assurdità del vivere e il continuo risorgere della speranza e dell’impegno, vengono continuamente ristampati in tutte le lingue e appassionano nuove generazioni. Michel Onfray, tra i più noti filosofi viventi, gli ha dedicato questa imponente ‘biografia filosofica’, un caso editoriale enorme in Francia, che testimonia finalmente la grande radicalità e originalità del suo pensiero. Nato ad Algeri, Camus apprese la filosofia nello stesso tempo in cui scopriva un mondo al quale rimase fedele tutta la vita: il mondo dei poveri, degli umiliati, delle vittime. Il mondo di suo padre, contadino morto in guerra, e quello di sua madre, donna delle pulizie incolta ma modello di virtù che Onfray definisce ‘mediterranee’: coraggio, senso dell’onore, modestia, dignità. La vita filosofica di Albert Camus, che fu edonista, libertario, anarchico, anticolonialista e visceralmente ostile a ogni totalitarismo, illustra pienamente lo svolgersi di questa ‘morale solare’ e offre a tutti noi non solo pagine di grande lucidità e passione, come quella che Onfray nutre, e fa nutrire, per Albert Camus, ma anche un praticabile modello di vita e di pensiero. ‘Io stimo tanto più un filosofo quanto più egli è in grado di dare un esempio’ è l’epigrafe nietzschiana di questo libro: e Camus è per Onfray, e certamente diverrà per molti lettori, il migliore esempio.
(source: Bol.com)

Ordine e disordine

Scegliere tra il Bene e il Male, o tra l’Amore e l’Odio, è fin troppo facile; si sa già chi dovrebbe vincere. Ordine e Disordine invece sono forze contrapposte, ma meno irriducibili, più inclini al compromesso, e ognuna delle due ha i suoi pregi e i suoi difetti. Da che parte schierarsi? La risposta verrà dal cuore, ma prima di scegliere forse è meglio pensarci un po’…
(source: Bol.com)

L’ordine del sole nero

Un monastero in Nepal. Lisa Cummings, una giovane dottoressa americana, assiste impotente a un’improvvisa, violentissima ondata di follia che si scatena tra i monaci. E scopre di essere diventata l’obiettivo primario di uno spietato killer, deciso a non far trapelare all’esterno la notizia di quegli avvenimenti sconcertanti. L’unico alleato di Lisa è un singolare pellegrino, Painter Crowe, direttore della Sigma Force, un gruppo altamente selezionato di scienziati e militari cui vengono affidate imprese “impossibili”. Ma la pazzia sta ormai per impadronirsi anche della mente di Crowe… Una libreria di Copenhagen. Che cosa c’è dietro l’incendio che ha mandato in fumo centinaia di volumi, causando anche una vittima? C’è anzitutto un altro libro, la Bibbia appartenuta a Charles Darwin, il padre dell’evoluzionismo. Ma c’è anche un segreto – un segreto orribile – che affonda le sue radici nella Germania nazista. E per Grayson Pearce, membro di punta della Sigma Force, c’è una sfida tanto affascinante quanto letale… Vertici di un triangolo di complotti e misteri, Grayson, Painter e Lisa sono gli unici in grado di far luce su una minaccia che coinvolge il mondo intero. E che bisogna fermare a ogni costo.
**

L’ordine dei 15

Alla notizia del ritrovamento del cadavere, il detective Van Helden aveva cercato di immaginarselo. Gli era persino venuto da ridere: un corpo privo di vita con la testa infilata nell’argine della diga. Mutilato dell’indice destro. Gioco pericoloso? Macabro rituale? Di certo uno shock per il vicino paese di Petten, nell’Olanda del nord. Nella stessa zona, pochi mesi prima, era stato rinvenuto un teschio risalente al Seicento: un cranio relativamente ben conservato, come se, anche in quel caso, dell’uomo fosse stata sotterrata soltanto la testa. Non c’era traccia di altre ossa intorno; poco lontano, solo un anello con un sigillo, che portava ancora i contorni di uno stemma di famiglia. Rob van Helden è uno dei migliori agenti investigativi sulla piazza, ma anche uno dei più difficili con cui lavorare: ingombrante come la sua stazza, non particolarmente amato dai colleghi. Con lui collabora Nicole Hessels, detta Nick, aspirante detective nonostante l’opposizione della famiglia, grande zelo e spirito di osservazione superiore alla media. Tutti gli indizi portano proprio a un delitto avvenuto nel XVII secolo e a un misterioso patto, stretto all’epoca tra alcuni ricchi mercanti per assicurarsi il controllo della maggiore risorsa del paese: l’acqua. A distanza di quattrocento anni, la storia sembra ripetersi e l’Ordine dei 15 – la società segreta sorta da quell’oscuro accordo – è ancora disposta a tutto pur di non perdere denaro, prestigio e potere.
**

L’orchestra del Titanic

La strada di Anna Pavesi continua a essere costellata di enigmi da sciogliere. Psicologa di mestiere e detective suo malgrado, la donna sempre fuori posto è ormai una professionista del mistero. Un altro caso da risolvere le viene incontro, e questa volta ha gli occhi disperati di una madre impotente, Rina Melzi. Sua figlia, ospite di un villaggio-vacanze tunisino con il fidanzato, si è messa nei guai. Mentre fuori la fabbrica del divertimento funzionava a pieno ritmo, qualcosa è sfuggito al suo controllo. E ora, inchiodata a un letto d’ospedale sotto sedativi, ricorda solo il corpo senza vita di quell’animatore. In Anna è riposta ogni speranza di far affiorare il movente dell’omicidio dalla fragile confusione della ragazza. Dove i metodi d’indagine della polizia si rivelano inefficaci possono invece i ferri del mestiere di psicologa, l’approccio caldo e personale di Anna al dolore della gente. Con in valigia qualche bikini e le insicurezze di sempre, la dottoressa Pavesi approda in una Djerba da canicola estiva. Nel mondo artefatto del villaggio-vacanze Calypso Anna dovrà indagare con discrezione; attorno a lei la stessa atmosfera di irreale serenità nella quale l’orchestra del Titanic continuò a suonare fino all’ultimo istante prima del naufragio. Per gli altri ignari turisti, infatti, lo spettacolo non può che continuare.
**

L’orafo

1925: Giovanni, orafo di un paesino dell’Italia meridionale, vive insieme alla moglie Margherita e alle sue quattro figlie. Quando Valentino, giovane nipote ambizioso e istintivo, lo convince a partire per il Perù in cerca di fortuna, Giovanni cede all’illusione della facile ricchezza. L’epico viaggio in nave, verso l’America “sbagliata”, è la drammatica premessa a una rocambolesca serie di eventi. Fra Perù e Italia, ci si trova a seguire la progressiva scomparsa, anno dopo anno, di Giovanni, e la nascita di Juan e del suo amore per Gracia. E, ignare fino all’ultimo, Margherita e le figlie, tra eventi oscuri e inquietanti premonizioni, si troveranno sole. Finché Juan, anni dopo, non scriverà una lettera…

L’oracolo

Atene, 1973: mentre scoppia la rivoluzione studentesca di Piazza del Politecnico, un eminente archeologo muore misteriosamente dopo aver trovato il vaso d’oro del mitico indovino Tiresia. Dieci anni più tardi la Grecia è sconvolta dal susseguirsi di misteriosi quanto efferati omicidi. Riti annunciati da oscure profezie che sembrano giunte a compiersi. Che cosa lega quei fatti ai moti studenteschi del ’73? E come interpretare il segreto del vaso di Tiresia? Lo scopriremo solo alla fine di questo romanzo imprevedibile in cui, tra passato leggendario e crudo presente, si riannodano i fili di una millenaria avventura.
**

L’oracolo di Mallory

Primo libro scritto da Carol O’Connell e primo volume in cui appare il suo personaggio, Kathy Mallory, bambina perduta che vive di espedienti sulla strada, racconta e adottata da un sergente di polizia. Quindi anni dopo Mallory, diventata anch’essa agente di polizia, dovrà indagare sull’omicidio del padre adottivo, e ben presto si renderà conto che suo padre non è stata la prima vittima dell’assassino, ed altri sono ancora in pericolo, perché molto probabilmente l’assassino è uno di loro, lì alla centrale… un poliziott

Ora zero

Europa, ai nostri giorni. Il Comitato, un’organizzazione formata da rappresentanti della politica e della finanza, mira a gettare l’Europa nel caos per stringere legami con le lobby più estremiste degli USA. Caspar Dragan, signore della guerra serbo, è a capo di una vasta organizzazione in grado di mettere a segno attacchi devastanti. Bruno Genovese è il vice capo della Divisione Sicurezza Europea, destinata a difendere il Vecchio Continente dai pericoli che lo minacciano. Linda Casillas è responsabile dell’Unità Incarichi Speciali, una squadra “fuori dai ranghi” concepita per risolvere situazioni estreme. Questi i personaggi di una lotta senza quartiere che, nel breve volgere di sette giorni, sconvolgerà l’Europa.

L’ora incerta fra il cane e il lupo

Marzo 1985: nei campi ancora innevati alla periferia sud di Milano, sotto l’antico campanile dell’abbazia di Chiaravalle, viene trovato il cadavere sfigurato di una giovane donna. Inizia così la nuova inchiesta del commissario Melis, un’inchiesta che porterà passo dopo passo lui e i suoi uomini nel mondo del giornalismo e della più o meno alta finanza. E dei suoi legami più o meno occulti. Ma se, una volta appurata l’identità della vittima, le domande fondamentali sono quelle classiche – chi e perché – altri, più sottili e inquietanti interrogativi tormentano Melis, sullo sfondo di una Milano che reca ancora ben visibili le tracce della grande nevicata che in gennaio bloccò per giorni le attività cittadine. E questi dubbi chiamano in causa gli affetti, le ambizioni e il potere di una società che sembra irrimediabilmente votata al degrado: per scoprire, alla fine, che soltanto nei semi delle carte i cuori sono più forti dei denari.
**

L’ora di Wulfgar. I sentieri della tenebra. Forgotten Realms

In seguito all’incontro con un vecchio amico avvenuto per le strade di Luskan, il barbaro Wulfgar intraprende un lungo cammino irto di insidiosi pericoli e inattesi ostacoli che lo condurrà alla redenzione. Il suo viaggio sembrerà aver fine sulle cime ventose della Spina dorsale del mondo, ma la costante perseveranza che lo anima lo premierà e Wulfgar potrà finalmente riconquistare la vita che credeva di avere perduto per sempre.
**