24001–24016 di 65579 risultati

Ragazze di Parigi

A Parigi, l’imbrunire indugia e una dopo l’altra si accendono le finestre della città, la gente si attarda ai tavolini dei bistrot e le parigine vestono un’eleganza raffinata e pulita, ma con quel dettaglio eccentrico che cambia tutto. Fra metrò e café, si muovono anche le protagoniste di questi racconti: ragazze straniere che hanno imparato a camminare con frivola arroganza e a parlare con un accento quasi caricaturale, che hanno fatto i conti con le proprie origini e dato voce alla loro voglia d’indipendenza. Tre ragazze, tre vite che procedono al ritmo di una città che «sa di essere guardata e contraccambia con tutte le sue luci».
Novita Amadei, magistrale nell’indagare i moti dell’animo umano, offre al lettore tre indimenticabili ritratti femminili sullo sfondo di una Parigi romantica e ferocemente malinconica.
**
### Sinossi
A Parigi, l’imbrunire indugia e una dopo l’altra si accendono le finestre della città, la gente si attarda ai tavolini dei bistrot e le parigine vestono un’eleganza raffinata e pulita, ma con quel dettaglio eccentrico che cambia tutto. Fra metrò e café, si muovono anche le protagoniste di questi racconti: ragazze straniere che hanno imparato a camminare con frivola arroganza e a parlare con un accento quasi caricaturale, che hanno fatto i conti con le proprie origini e dato voce alla loro voglia d’indipendenza. Tre ragazze, tre vite che procedono al ritmo di una città che «sa di essere guardata e contraccambia con tutte le sue luci».
Novita Amadei, magistrale nell’indagare i moti dell’animo umano, offre al lettore tre indimenticabili ritratti femminili sullo sfondo di una Parigi romantica e ferocemente malinconica.

Una Ragazza Fuori Moda

Una ragazza fuori moda by Louisa May Alcott
Con la sua costante allegria, Polly, figlia del pastore di una piccola congregazione di campagna, arriva in città ospite della ricca famiglia dell’amica Fanny Shaw. E per gli Shaw la ragazzina è come un raggio di sole, che entra nella loro casa portando quel calore che per tanto tempo era mancato. A sei anni dalla prima visita, Polly, ormai una giovane donna, torna in città come insegnante di musica e riprende i contatti con Fanny. Grazie alla sua educazione e ai suoi profondi valori morali, sarà in grado di aiutare l’amica ad affrontare un grave rovescio economico, diventando per tutta la famiglia un importante punto di riferimento e, forse, anche qualcosa di più.

La ragazza dei fiordalisi

A volte il campo di battaglia più difficile è l’amore. Anche per i cavalieri più coraggiosi. Svezia, 1349. In un’epoca in cui niente è sicuro e l’onore di una donna è tutto, la giovane e bella Illiana, figlia di un ricco proprietario terriero molto vicino al re, viene rapita per errore poche ore prima del suo fidanzamento ufficiale. Un equivoco tragico quanto provvidenziale. La colpa, o il merito, è di un giovane soldato che – per esaudire il desiderio del suo signore Markus, leggendario cavaliere, di passare la notte in compagnia di una donna – gli ha portato la dolce Illiana. Ma, non appena Markus si trova di fronte a quella ragazza dalle forme delicate, si rende subito conto dell’enorme sbaglio del suo attendente e si offre di riaccompagnarla a casa. Affascinante e rude, dallo sguardo profondo e dal passato oscuro, Markus non gode però di ottima fama a corte. Per fortuna il cuore sa andare oltre alle apparenze. E proprio quel viaggio segnerà l’inizio di un amore, travolgente e inaspettato, fra intrighi, giochi di potere e vecchi rancori mai sopiti. Una grande e appassionata storia d’amore nella suggestiva cornice di una Svezia misteriosa e medioevale, tra cavalieri, castelli e antichi manieri.
**
### Sinossi
A volte il campo di battaglia più difficile è l’amore. Anche per i cavalieri più coraggiosi. Svezia, 1349. In un’epoca in cui niente è sicuro e l’onore di una donna è tutto, la giovane e bella Illiana, figlia di un ricco proprietario terriero molto vicino al re, viene rapita per errore poche ore prima del suo fidanzamento ufficiale. Un equivoco tragico quanto provvidenziale. La colpa, o il merito, è di un giovane soldato che – per esaudire il desiderio del suo signore Markus, leggendario cavaliere, di passare la notte in compagnia di una donna – gli ha portato la dolce Illiana. Ma, non appena Markus si trova di fronte a quella ragazza dalle forme delicate, si rende subito conto dell’enorme sbaglio del suo attendente e si offre di riaccompagnarla a casa. Affascinante e rude, dallo sguardo profondo e dal passato oscuro, Markus non gode però di ottima fama a corte. Per fortuna il cuore sa andare oltre alle apparenze. E proprio quel viaggio segnerà l’inizio di un amore, travolgente e inaspettato, fra intrighi, giochi di potere e vecchi rancori mai sopiti. Una grande e appassionata storia d’amore nella suggestiva cornice di una Svezia misteriosa e medioevale, tra cavalieri, castelli e antichi manieri.

Qumran

Nel 1999 un uomo viene trovato crocefisso nella chiesa ortodossa di Gerusalemme. E’ un importante prelato, e la sua unica colpa è di essersi battuto perché venissero resi di pubblico dominio i testi contenuti negli antichissimi rotoli ritrovati a Qumran, nei pressi del Mar Morto, cinquant’anni prima. In contemporanea con il ritrovamento del cadavere, le autorità israeliane scoprono che uno dei preziosi manoscritti è stato rubato. L’incarico di ritrovare il manoscritto e, forse, di far luce sull’atroce assassinio viene affidato ad Ary, un giovane ebreo osservante del quartiere hassidico di Gerusalemme, e a suo padre, un celebre archeologo. La ricerca li porterà a perdersi nei labirinti di un’antica dottrina mistica.

Il quinto cilindro

Visitatori da un altro pianeta, capaci di influenzare la storia e gli eventi terrestri nel passato e nel presente, giungono sulla terra. Con “Il quinto cilindro”, Paolo Agaraff affronta l’argomento con il suo solito stile dissacrante. Tre vecchi e terribili pensionati, già protagonisti de “Le Rane di Ko Samui” (Pequod, 2003) e “I ciccioni esplosivi” (Montag, 2009), si trovano coinvolti in trame di respiro interplanetario, scaraventati in una realtà cristallizzata al tempo della nascita dell’impero romano. I tre pensionati rischieranno la vita, l’amicizia e la sanità mentale, barcamenandosi tra alieni chitinosi, montagne impervie, cupe leggende, riti oscuri, rivoluzioni giacobine e sanguinose controrivoluzioni, scrutati dall’instancabile appendice visiva della remota Sentinella. “Il quinto cilindro” è un pastiche fantastorico-lovecraftiano che deforma ed evidenzia gli aspetti più assurdi della realtà quotidiana, nella tradizione della fantascienza sociologica.
**

Quello che so sulle donne

Le donne sono un mistero. Il fatto che non le comprendiamo, l’idea che ci facciamo di loro, la convinzione di non poterle afferrare Tutto questo le rende speciali. Tutto questo ce le fa amare. Vi è mai capitato di pensare che: ”Io le donne non le capirò mai”? A William no. Lui sa che le donne vivono fortissimo, sa che si lasciano risuonare dentro ogni emozione e tengono le cose importanti sempre vicino al cuore. È psicologo, lui, e di donne ne ha salvate tante, strappate ai mostri della depressione e dell’anoressia. Poi è arrivata Sofia, una ”ragazza uragano”, di quelle che riescono a sconvolgerti la vita in un istante. Un incrocio di sguardi, ed ecco che tutto comincia: innamorarsi, perdersi, rincorrersi e ritrovarsi legati. Lui silenzioso e riflessivo, lei che balla a piedi nudi e canta a squarciagola: sembrano opposti, ma non lo sono. Perché Sofia è come la luna, che appare nel cielo per metà, tenendo sempre un lato nascosto. È lì, nel buio, che conserva le sue paure, le parole che non dice, le parti del corpo che odia, le notti di passione, di sesso e di oscurità Tutte le donne lo fanno, tutte nascondono una parte di sé. Ed è proprio quella la parte più donna di ogni donna, il volto segreto che gli uomini inseguono e desiderano. Grazie a Sofia, William metterà alla prova quello che sa – o crede di sapere – sull’amore. E scoprirà che un uragano può distruggerti, dominarti, farti impazzire. Ma quando lo incontri, è per sempre.

(source: Bol.com)

Quello che so sulle donne

Le donne sono un mistero. Il fatto che non le comprendiamo, l’idea che ci facciamo di loro, la convinzione di non poterle afferrare Tutto questo le rende speciali. Tutto questo ce le fa amare. Vi è mai capitato di pensare che: ”Io le donne non le capirò mai”? A William no. Lui sa che le donne vivono fortissimo, sa che si lasciano risuonare dentro ogni emozione e tengono le cose importanti sempre vicino al cuore. È psicologo, lui, e di donne ne ha salvate tante, strappate ai mostri della depressione e dell’anoressia. Poi è arrivata Sofia, una ”ragazza uragano”, di quelle che riescono a sconvolgerti la vita in un istante. Un incrocio di sguardi, ed ecco che tutto comincia: innamorarsi, perdersi, rincorrersi e ritrovarsi legati. Lui silenzioso e riflessivo, lei che balla a piedi nudi e canta a squarciagola: sembrano opposti, ma non lo sono. Perché Sofia è come la luna, che appare nel cielo per metà, tenendo sempre un lato nascosto. È lì, nel buio, che conserva le sue paure, le parole che non dice, le parti del corpo che odia, le notti di passione, di sesso e di oscurità Tutte le donne lo fanno, tutte nascondono una parte di sé. Ed è proprio quella la parte più donna di ogni donna, il volto segreto che gli uomini inseguono e desiderano. Grazie a Sofia, William metterà alla prova quello che sa – o crede di sapere – sull’amore. E scoprirà che un uragano può distruggerti, dominarti, farti impazzire. Ma quando lo incontri, è per sempre.

(source: Bol.com)

Quello che resta

Nell’immaginario collettivo, la storia d’amore tra Fitzwilliam Darcy ed Elizabeth Bennet ha scatenato, fino ad oggi, più di 60 sequel scritti da autori e autrici che della Austen sono, prima di tutti, grandi estimatori. L’americana Pamela Aidan, ha provato addirittura a dilatare *Orgoglio e pregiudizio* nella *Trilogia di Fitzwilliam Darcy, gentiluomo*, dove narra le vicende di *Orgoglio e pregiudizio* (con numerosi dettagli in più), dal punto di vista del protagonista maschile. Nel primo, *Per orgoglio e per amore*, Darcy, l’indiscusso protagonista della storia, è, suo malgrado, attratto da Elizabeth Bennet. In *Tra dovere e desiderio* Darcy cerca di dimenticare Elizabeth e parte per Oxford in cerca di una moglie degna del suo rango. Nel presente volume che è quello conclusivo, la vicenda vedrà Darcy ed Elizabeth finalmente l’uno di fronte all’altro.

Quello che non sai di me (Italian Edition)

Atlanta, giorni nostri. Evie Clarke è un’investigatrice privata in cerca di giustizia. È giunta l’ora di scoprire la verità, per farlo è disposta a correre qualsiasi rischio. Dopo quasi vent’anni torna nella sua città natale, lì dove tutto ha avuto inizio. Per affrontare il suo passato oscuro, avrà bisogno di una persona: il medico legale Julian Thompson. Julian conduce una vita tranquilla, nonostante i dolori della sua infanzia. Non immagina che l’arrivo della donna sconvolgerà la sua esistenza. Le loro vite si intrecceranno. In che modo? Quale sarà il ruolo di Julian? Ed Evie, quali segreti nasconde?

Quello che il cielo non ha

“Si vedono ora per la prima volta, due completi sconosciuti, incapaci di togliersi gli occhi di dosso. È questo l’istante in cui la vita di lui si biforca: da una parte chi era prima di conoscerla, dall’altra chi diventa dopo.”
Laura è una creatura speciale, una giovane donna che vive separata dal resto del mondo, nella natura incontaminata del Gougane Barra, nel sudovest dell’Irlanda, lì dove le montagne incontrano fitti boschi che si aprono su laghi cristallini. In questo luogo eccezionale, nel totale isolamento, Laura è cresciuta imparando a imitare, con la sua voce perfetta e purissima, i suoni che la circondano. È un giorno come tanti quando la sua vita subisce uno scossone irreparabile, allorché Solomon, abile fonico, la vede. Un incontro che muterà fatalmente entrambi, segnando l’entrata di Laura in un universo a lei finora sconosciuto. Ma la cosiddetta società normale, con i suoi ritmi e il suo passo accelerato e convulso, sarà pronta ad accogliere questa donna e la sua unicità? Saprà, la città, riconoscere e proteggere la sua grazia? Intimista e commovente, con questa storia d’amore Cecelia Ahern ci accompagna alla scoperta della parte più vera e indomabile di ciascuno, in quel nucleo al contempo quieto e ribelle e, troppo spesso, soffocato dal rumore del mondo.
**
### Sinossi
“Si vedono ora per la prima volta, due completi sconosciuti, incapaci di togliersi gli occhi di dosso. È questo l’istante in cui la vita di lui si biforca: da una parte chi era prima di conoscerla, dall’altra chi diventa dopo.”
Laura è una creatura speciale, una giovane donna che vive separata dal resto del mondo, nella natura incontaminata del Gougane Barra, nel sudovest dell’Irlanda, lì dove le montagne incontrano fitti boschi che si aprono su laghi cristallini. In questo luogo eccezionale, nel totale isolamento, Laura è cresciuta imparando a imitare, con la sua voce perfetta e purissima, i suoni che la circondano. È un giorno come tanti quando la sua vita subisce uno scossone irreparabile, allorché Solomon, abile fonico, la vede. Un incontro che muterà fatalmente entrambi, segnando l’entrata di Laura in un universo a lei finora sconosciuto. Ma la cosiddetta società normale, con i suoi ritmi e il suo passo accelerato e convulso, sarà pronta ad accogliere questa donna e la sua unicità? Saprà, la città, riconoscere e proteggere la sua grazia? Intimista e commovente, con questa storia d’amore Cecelia Ahern ci accompagna alla scoperta della parte più vera e indomabile di ciascuno, in quel nucleo al contempo quieto e ribelle e, troppo spesso, soffocato dal rumore del mondo.

Quella cosa intorno al collo

Una ragazza che, grazie all’aiuto di una sconosciuta, scampa a un’esplosione di odio religioso. Un’altra che, costretta al matrimonio, scopre cosa significa nella realtà essere la moglie di un medico in America. Un professore universitario che, incontrando un collega creduto morto da decenni, ripercorre la propria vita segnata dalla guerra per l’indipendenza del Biafra. Nelle dodici potenti storie di questa raccolta, Chimamanda Ngozi Adichie illumina senza sentimentalismi ma con matura compassione intime e crude verità di due mondi a lei ben noti, la Nigeria e gli Stati Uniti.
In questi racconti Chimamanda Ngozi Adichie delinea lucidamente e senza reticenze patriottiche gli aspetti piú problematici della società nigeriana, attraversata da scontri religiosi, omicidi politici, corruzione, brutalità nelle carceri e maschilismo. Tra senso di smarrimento e piú concreti problemi di soldi e di documenti, risulta però altrettanto chiaro che neppure l’emigrazione assicura una vita felice, nello specifico in quell’America che, seppure tanto vagheggiata, vista da vicino è ben diversa dal paradiso di ordinate villette unifamiliari dipinto in certi film. Gli affetti, i sapori e le usanze di casa continuano infatti a tormentare le protagoniste dei racconti di Adichie, che siano arrivate negli Stati Uniti quasi per caso, sposando un uomo ricco che poi le ha parcheggiate nell’agio di una terra straniera con figli e domestica, oppure dopo aver atteso per anni il ricongiungimento con il compagno. A dare il titolo alla raccolta è la storia di Akunna, una ragazza che vince la Green Card e che, dopo essersi scontrata con la dura filosofia del ‘dare per avere ‘, ha quello che nell’opinione di molti sarebbe un incredibile colpo di fortuna. Ma liberarsi di ‘quella cosa intorno al collo’, un soffocante senso di solitudine e non appartenenza, è tutt’altra cosa. Particolarmente toccanti sono i racconti L’ambasciata americana e Domani è troppo lontano. Nel primo la protagonista, che all’improvviso si è ritrovata in un incubo, attende in fila sotto un sole cocente l’apertura dei cancelli dell’ambasciata americana, dove si appresta a fare domanda di asilo politico. Insensibile alla folla, riesce a pensare solo al figlio e alla macchia, rossa come olio di palma fresco, che ha visto allargarsi sul suo petto. Nel secondo, invece, sullo sfondo di un afoso e lussureggiante giardino pieno di ricordi, una ragazza è costretta dalla morte della nonna a rivivere la tragica sera dell’infanzia in cui ha perso l’amato fratello maggiore.
(source: Bol.com)

I quattro libri delle piccole donne: Piccole donne-Piccole donne crescono-Piccoli uomini-I ragazzi di Jo

La storia di una famiglia sullo sfondo dell’America scossa dalla guerra di Secessione. Le quattro sorelle March – la giudiziosa Meg, l’impertinente Jo, la dolce Beth, la vanitosa Amy – si preparano alla vita vivendo sogni e speranze dell’adolescenza. Le piccole donne crescono e gli svaghi infantili vengono via via sostituiti dai legami del cuore e dai primi dolori che il destino riserva loro. E a questo punto che la storia di Jo balza in primo piano. Impulsiva, irrequieta e geniale la secondogenita incarna lo spirito progressista della Alcott educatrice: fonda la casa-scuola di Plumfield, aperta a studenti di età ed estrazione sociale diversa, protesa a un’educazione che stimoli la libertà, l’amore per la natura, la solidarietà, e dove i giovani ospiti diventano “piccoli uomini”. Ormai adulti, i ragazzi di Jo ritorneranno dalle strade del mondo su cui si erano dispersi alla loro mai dimenticata scuola di vita.

I quattro libri delle Piccole donne

I quattro libri delle Piccole donne by Louisa May Alcott
Le quattro sorelle March – la giudiziosa Meg, l’impertinente Jo, la dolce Beth, la vanitosa Amy – si preparano alla vita vivendo sogni e speranze dell’adolescenza. Le piccole donne crescono e gli svaghi infantili vengono via via sostituiti dai legami del cuore e dai primi dolori che il destino riserva loro. È a questo punto che la storia di Jo balza in primo piano. Impulsiva, irrequieta e geniale la secondogenita incarna lo spirito progressista della Alcott educatrice: fonda la casa-scuola di Plumfield, aperta a studenti di età ed estrazione sociale diversa, protesa a un’educazione che stimoli la libertà, l’amore per la natura, la solidarietà, e dove i giovani ospiti diventano «piccoli uomini». Ormai adulti, i ragazzi di Jo ritorneranno dalle strade del mondo su cui si erano dispersi alla loro mai dimenticata scuola di vita.

Quando sei con me

Michael e Aubrey sono quello che resta di una famiglia modello. I loro genitori sono conosciuti nella città in cui vivono e non possono più accettare gli affari loschi in cui quel ragazzo è andato a infilarsi per l’ennesima volta e per questo lo cacciano di casa. Sua sorella Aubrey lo adora in tutto e per tutto e non lo abbandonerebbe mai, anche a costo di andare contro la sua morale. Insieme sono più forti e decidono di andare via, ma la situazione si fa ulteriormente difficile. Micheal viene catturato da quei criminali e Aubrey è costretta a diventare adulta molto velocemente: deve affrontarli in prima persona e negoziare, tutto per salvarlo. L’unico modo per riprendersi suo fratello è quello di iniziare una collaborazione con questi personaggi loschi e partecipare ai loro affari. Allo stesso tempo Aubrey deve rifarsi una vita che possa sembrare normale agli occhi di tutti e come prima cosa prova a cercarsi un lavoro. Un po’ intimorita entra nel Dixie’s uno dei pochi bar della zona di Helena. È preoccupata e si aspetta tutto tranne che trovare in fondo al bancone degli occhi profondi che la imbarazzano e la sconvolgono allo stesso tempo: appartengono ad Adam McKinley. È un fulmine a ciel sereno per entrambi e questo si capisce immediatamente. Aubrey inizia subito il suo lavoro al Dixie’s e tra di loro nasce una bellissima storia d’amore. Ma cosa succederà quando Adam scoprirà i legami di Aubrey con l’organizzazione criminale?

(source: Bol.com)

Quando le radici

Uscito nel 1977, Quando le radici è il primo e forse più innovativo romanzo di Aldani. E’ la storia di Arno, l’uomo che incarna il futuro ma anche la memoria d’Italia, e che pensa di lasciare Roma per tornare dove ha le sue radici: oltre la riva del Po. Ma in un paese irriconoscibile, tra voragini nella terra e mostri della strada, il viaggio presenta molte insidie e Arno sente che la sua vita sta per spezzarsi. Solo alla fine dell’odissea saprà di essere diventato un altro uomo.
La riproposta di un classico nell’anno della scomparsa del suo grande autore.
Copertina di Franco Brambilla