23873–23888 di 65579 risultati

Storia di un ragazzino elementale

 L’avvincente percorso di una creatura degli elementi, la sua fuga dalla strega, la sua ricerca di ciò che lo renderà potente, la sua missione.

Storia della filosofia: 1

Riscoprire e far rivivere «la ricerca che da quasi ventisei secoli gli uomini dell’occidente conducono intorno al proprio essere e al proprio destino». Con queste parole Nicola Abbagnano indicava il proposito di un’opera destinata a diventare un classico della storiografia filosofica e un manuale su cui si sono formate generazioni di studenti. La completezza, l’ampiezza dell’arco cronologico preso in considerazione, la chiarezza espositiva, la conoscenza e il riferimento diretto e accurato ai testi, il rispetto e l’attenzione per le più varie posizioni di pensiero espresse dai filosofi esaminati sono tra i maggiori pregi riconosciuti a questa celebre storia della filosofia che è tuttora tra le più apprezzate e diffuse non solo in Italia. Il testo è stato inoltre aggiornato e ampliato per la parte relativa alla filosofia contemporanea dall’allievo e continuatore delle opere di Abbagnano, Giovanni Fornero e, per l’ultimo volume, dallo stesso Fornero insieme a Franco Restaino e Dario Antiseri.
**

Una storia comune

“Guai a un mondo in cui le creature vanno dietro al proprio cuore” dice la madre del protagonista di questo romanzo, ed è chiaro che il matrimonio cui destina suo figlio non sarà esattamente un gesto di ossequio nei confronti di una passione soverchiante. D’altronde, a Szybusz, shetl galiziano votato al commercio e al culto della prosperità economica, sarebbe stupefacente il contrario. Poi però non si può pretendere che il marito si accenda di passione per la moglie, né che nelle sue passeggiate solitarie stia lontano dalla casa della donna di cui da sempre è innamorato. Né si può evitare che il primogenito nasca come avvolto da una pellicola di indifferenza.
**

Steal My Girl: Amore Bugiardo

L’amore tra i banchi di scuola è sempre una sorpresa. Arriva in silenzio, ti coglie in modo inaspettato, non ti fa dormire la notte. O ti perseguita e non ti dà pace.
È questo quello che succede a Fallon Lively, che dall’inizio del suo terzo anno di liceo deve fare i conti con il nuovo compagno di classe, Tom Knight.
Tanto bello quanto misterioso, sembra essere subito attratto da Fallon, a tal punto da non arrendersi nemmeno quando la ragazza si fidanza.
Ma quello che Tom sta cercando è qualcosa che non può competere con l’amore, almeno inizialmente. E il suo segreto, che è una lotta contro il tempo, deve rimanere tale fino alla fine, anche quando si sta per arrendere.
Un segreto sconvolgente che lascerà senza parole Fallon, intrecciato ai primi baci, le cotte adolescenziali, i litigi tra migliori amici che si vivono durante gli anni di liceo.

Lo stato di eccezione

Lo stato di eccezione, ossia quella sospensione dell’ordine giuridico che siamo abituati a considerare una misura provvisoria e straordinaria, sta oggi diventando sotto i nostri occhi un paradigma normale di governo, che determina in misura crescente la politica sia estera sia interna degli stati. Il libro di Agamben è il primo tentativo di fornirne una sommaria ricostruzione storica e, insieme, di analizzare le ragioni e il senso della sua evoluzione attuale, da Hitler a Guantanamo. Quando lo stato di eccezione tende a confondersi con la regola, le istituzioni e gli equilibri delle costituzioni democratiche non possono più funzionare e lo stesso confine fra democrazia e assolutismo sembra cancellarsi. Muovendosi nella terra di nessuno fra la politica e il diritto, fra l’ordine giuridico e la vita, dove i ricercatori non amano avventurarsi, Agamben smonta a una a una le teorizzazioni giuridiche dello stato di eccezione e getta una luce nuova sulla relazione nascosta che lega violenza e diritto.
**

La sposa ribelle

Kamila ha solo undici anni quando, con l’inganno, la sua famiglia la promette in sposa al cognato rimasto vedovo, di diciotto anni più vecchio. Sogna ancora di poter andare a scuola come gli altri bambini, anziché lavorare e occuparsi delle più umili faccende domestiche. Sogna il grande amore, come le protagoniste dei film romantici che vede di nascosto nei cinema di Beirut. E lo incontra davvero, l’unico amore della sua vita: Muhammad, un giovane colto e premuroso, che sembra proprio l’eroe di un film, le recita poesie e apprezza la sua curiosità e la sua esuberanza. Tuttavia, compiuti quattordici anni, il destino di Kamila si compie. Per quanto gridi e si dimeni, si strappi il vestito bianco e si cosparga il viso di fuliggine, non può sottrarsi a quel matrimonio da tempo combinato. Ma con la stessa ostinazione con cui si è sempre ribellata a chi la considerava una bestia da soma solo perché nata povera, ora non si piega alle tradizioni che la vogliono completamente sottomessa perché nata donna. Dando scandalo, continua a incontrare in segreto Muhammad. Finché, sfidando la famiglia e la morale, chiede e ottiene il divorzio. Una decisione straziante, che le costerà il distacco dalle figlie: uno strappo che tenterà per tutta la vita di ricucire. Il ritratto affascinante di una donna che con coraggio e tenacia ha ribaltato un destino di sottomissione. Il toccante atto d’amore di una figlia che, dando voce alla madre che l’ha abbandonata, si riconcilia con la sua memoria.
**

La sposa n.91

Il mondo non è mai stato così fantascientifico come ai tempi di Marco Polo, di Colombo, di Cortez. La gente sedeva sulla porta di casa, a Venezia o a Cadice, e aspettava che gli astronauti di allora – viaggiatori, avventurieri, navigatori – tornassero dai favolosi mondi al di là degli oceani a raccontare le loro peripezie, gli incontri strabilianti, i pericoli inauditi, i tesori vertiginosi. Oggi, le sorprese di quel genere sono finite: qualsiasi agenzia di viaggi può dirci esattamente che cosa troveremo nelle isole più remote, sulle montagne più inaccessibili. Solo la fantascienza sa ancora allargare gli orizzonti: questa antologia di “viaggi e scoperte” è dedicata a tutti i terrestri che si sentono un pò troppo stretti sul loro pianeta.
**INDICE**

**LA SPOSA N. 91**
Bride ninety-one (1967) |
ROBERT SILVERBERG
**SIRIO B IV**
Bordered in black (1966) |
LARRY NIVEN
**ETICHETTA**
Protocol (1963) |
KEITH LAUMER
**GLI DEI DEL BUIO E DELLA LUCE**
Gods of the dark and light (1966) |
BRUCE MCALLISTER
**I LAVORATORI DI DORADE**
A planet like heaven (1966) |
MURRAY LEINSTER
**CHI SE LO RICORDA**
We can remember it for you wholesale (1966) |
PHILIP K. DICK
**LA VOCE DELL’IGNOTO**
The voice in the void (1930) |
JOHN W. CAMPBELL jr.

La Sposa N. 91

Il mondo non è mai stato così fantascientifico come ai tempi di Marco Polo, di Colombo, di Cortez. La gente sedeva sulla porta di casa, a Venezia o a Cadice, e aspettava che gli astronauti di allora – viaggiatori, avventurieri, navigatori – tornassero dai favolosi mondi al di là degli oceani a raccontare le loro peripezie, gli incontri strabilianti, i pericoli inauditi, i tesori vertiginosi. Oggi, le sorprese di quel genere sono finite: qualsiasi agenzia di viaggi può dirci esattamente che cosa troveremo nelle isole più remote, sulle montagne più inaccessibili. Solo la fantascienza sa ancora allargare gli orizzonti: questa antologia di “viaggi e scoperte” è dedicata a tutti i terrestri che si sentono un pò troppo stretti sul loro pianeta.

INDICE
LA SPOSA N. 91
Bride ninety-one (1967) 
ROBERT SILVERBERG
SIRIO B IV
Bordered in black (1966) 
LARRY NIVEN
ETICHETTA
Protocol (1963) 
KEITH LAUMER
GLI DEI DEL BUIO E DELLA LUCE 
Gods of the dark and light (1966) 
BRUCE MCALLISTER
I LAVORATORI DI DORADE
A planet like heaven (1966) 
MURRAY LEINSTER
CHI SE LO RICORDA
We can remember it for you wholesale (1966) 
PHILIP K. DICK
LA VOCE DELL’IGNOTO
The voice in the void (1930) 
JOHN W. CAMPBELL jr.

La Sposa Bambina

La storia vera che ispirato il film La sposa bambina

Nojoud viene dallo Yemen. Nojoud ha solo dieci anni. Nojoud non è che una bambina. Una bambina divorziata. Perché anche se ha un lieto fine, questa non è una favola. È la storia di una battaglia, invece. La storia di una bambina che, in un paese in cui le donne sono spesso schiave inermi, ha saputo combattere con il cuore e il coraggio di una leonessa. È stata costretta a sposare un uomo che non aveva mai visto. Un uomo di trent’anni. Lei non ne aveva che otto. È stata picchiata. È stata obbligata a rinnegare la sua infanzia. Nojoud aveva paura. Nojoud voleva giocare. Voleva andare a scuola. Nojoud non è che una bambina. Ha pianto così tanto, ma nessuno la ascoltava. Ha supplicato suo padre, sua madre, sua zia. ‘Non possiamo fare niente. Se vuoi, vai in tribunale da sola’ le hanno risposto. Così, una mattina, Nojoud è scappata dalla sua casa-prigione. Si è incamminata da sola verso il tribunale di Sana’a. Si è ribellata alla legge degli uomini. Ha chiesto il divorzio. In un paese in cui oltre la metà delle spose sono bambine tra gli otto e i dieci anni, Nojoud ha trovato il coraggio di dire no.
Un racconto indimenticabile. Una storia di dolore e liberazione che ha il volto, la voce, la forza indomabile di una bambina.

(source: Bol.com)

Lo splendore dei discorsi

In questo noir atipico, romanzo-monologo a orologeria, Giuseppe Aloe, con scrittura raffinata e potente, dà voce a un personaggio inedito che lascia turbati
Schadenfreude, pulsione verso il male, desiderio ossessivo di nuocere, volontà di catastrofi altrui. Com’è che uno conserva per anni questi impulsi così lontani dalla propria natura? Dove li nasconde? E poi qual è la propria natura? Come si fa a conoscerla sul serio? Bisognerebbe fare dei corsi di conoscenza della propria natura, alla fine dei quali tutto dovrebbe essere chiaro. Il sottoscritto eccetera eccetera è composto da questi elementi originari che commistandosi danno come risultato che eccetera eccetera. Invece siamo nelle mani dei nostri segreti. Che, a pensarci bene, sono segreti soprattutto per noi.
Che cosa ha da perdere un uomo che ha già perso tutto? Probabilmente niente. Questo pensa l’ingegnere dopo la tragedia che lo ha colpito. Quand’era ragazzo aveva una mira micidiale. Direzionava la fionda su un passero e quello stramazzava a terra. E la conserva ancora quella mira. Viene così assoldato da una potente organizzazione criminale. Inizia la sua carriera di sicario. È guidato da un senso di disgusto, di indifferenza e insieme da un’energia giovane e strana. Lo fa per mettere a tacere i discorsi di fuori, e i sussurri di dentro. Fino a quando non gli viene ordinato di uccidere un’inerme vecchietta, la signora Moran, personaggio da delitto forse senza castigo. Sarà lei a rivelare un’imprevista, angosciosa prospettiva sulle cose, a fargli comprendere l’altro senso delle parole. Lei; e un adolescente incontrato per caso che somiglia a Kafka da giovane: “con la faccia a triangolo, i capelli tirati dietro, le grandi orecchie a sventola, gli occhi grigi. Alto e scuro”. Inquietante come un fantasma. In questo noir atipico, romanzo-monologo a orologeria, Giuseppe Aloe, con scrittura raffinata e potente, dà voce a un personaggio inedito che lascia turbati. Per il senso contemplativo e oscuro del mondo, per lo splendore-terrore dei suoi discorsi.

Uno splendido isolamento

In una grande casa isolata, immersa nella campagna irlandese, vive Josie, un’anziana signora che ha alle spalle un matrimonio infelice con un ubriacone violento. Adesso che è vecchia e malata si trova a dover affrontare di nuovo la solitudine con un uomo brutale. Si tratta di McGreevy, soprannominato “La bestia”, un membro dell’Ira ricercato dalla polizia e dall’esercito, che le piomba in casa all’improvviso in cerca di rifugio. Tra le pareti al contempo protettive e opprimenti della casa si instaura ben presto un legame fra i due diversissimi personaggi.

Spirito libero

Rosemary Altea racconta le sue nuove esperienze di illuminazione attraverso le quali, con l'ausilio del suo spirito guida, entra in contatto con l'aldilà e i defunti e riesce ad esercitare le sue facoltà di chiaroveggente e guaritrice.

Rosemary accompagna il lettore alla conoscenza delle realtà grazie alle quali è possibile, nella quotidianità della vita terrena, avvicinarsi gradualmente alla consolazione e alla pacificazione interiore fino a raggiungere un'esaltante dimensione spirituale.