2337–2352 di 72034 risultati

Fa le puzze?: La guida definitiva alla flatulenza animale

Se anche tu ti domandi se i serpenti scoreggiano, questo è il libro che fa per te!
I cani fanno le puzze. E anche i millepiedi. I dinosauri le facevano. Tu le fai, come tutti noi. I polpi no e i ragni forse. Gli uccelli non le fanno, ma potrebbero. Le aringhe le usano per comunicare  e i tassi per stordire le api. E gli unicorni?
Se la scienza ti interessa e la zoologia per te non ha confini, se ti poni domande curiose e non ti accontenti di risposte banali, questo è il libro che fa per te! Una guida scientifica – ed esilarante – su uno dei fenomeni più misteriosi del mondo animale, per esaurire tutte le curiosità intorno a una questione fondamentale e molto più complessa di quanto avresti mai potuto immaginare. **
### Sinossi
Se anche tu ti domandi se i serpenti scoreggiano, questo è il libro che fa per te!
I cani fanno le puzze. E anche i millepiedi. I dinosauri le facevano. Tu le fai, come tutti noi. I polpi no e i ragni forse. Gli uccelli non le fanno, ma potrebbero. Le aringhe le usano per comunicare  e i tassi per stordire le api. E gli unicorni?
Se la scienza ti interessa e la zoologia per te non ha confini, se ti poni domande curiose e non ti accontenti di risposte banali, questo è il libro che fa per te! Una guida scientifica – ed esilarante – su uno dei fenomeni più misteriosi del mondo animale, per esaurire tutte le curiosità intorno a una questione fondamentale e molto più complessa di quanto avresti mai potuto immaginare.

Esclusi

Ringil Eskiath, l’eroe dal volto deturpato che brandisce l’Amica dei Corvi forgiata dai Kiriath, è in fuga dal passato e da una famiglia che lo ha rinnegato, dai mercanti di schiavi di Trelayne che lo vogliono morto e, a quanto pare, anche dagli oscuri dèi che cospirano in modi sempre più misteriosi. Esiliato dalla sua dimora nel Nord, Ringil ha un solo luogo in cui vagare liberamente: Yhelteth, cuore dell’Impero del Sud, dove forse troverà asilo presso una vecchia compagna d’armi, la mezzosangue kiriath Archeth Indamaninarmal, alta consigliera dell’Imperatore Jhiral Khimran II. Ma anche Archeth ha i suoi guai, così come Egar Rovina del Drago, suo ospite e guardia del corpo, un tempo nomade della steppa. Ben lungi dall’ottenere il riposo tanto agognato, Ringil si ritroverà invece legato a discutibili giuramenti, inaffidabili quasi come quelli di un tempo. Le vecchie rivalità si ridestano, l’antico ordine è marcio fino alle radici e sul punto di crollare. Intanto, all’oscuro di tutti, qualcuno trama per dare alle fiamme Yhelteth…

Eroi in Battaglia

**Un autore da 5 milioni di copie
Tre vecchi amici sono costretti a diventare nemici sullo sfondo della Seconda guerra mondiale**
1938\. Durante una perfetta estate nell’isola greca di Lefkas nasce l’amicizia tra tre ragazzi, del tutto ignari degli inquietanti presagi oscuri che si profilano all’orizzonte. Peter, in visita dalla Germania al seguito della spedizione archeologica organizzata da suo padre, è subito entrato in sintonia con due ragazzi del luogo, Andreas ed Eleni. Quando scoppia la guerra, però, le parti in conflitto spaccano il mondo e Peter deve ripartire per forza. Dicendosi addio, i tre si promettono che un giorno si incontreranno ancora. 1943. Le forze partigiane resistono all’invasione dei nazisti e Andreas ed Eleni si sono uniti a loro. Peter è tornato, ma adesso è un ufficiale dei servizi segreti e ogni informazione in suo possesso potrebbe mettere a repentaglio la vita dei suoi vecchi amici. Un’amicizia nata in tempo di pace, infatti, potrebbe trasformarsi in una disperata guerra che richiede ogni forma di sacrificio in nome del proprio Paese.
**Bestseller del Sunday Times
Tradotto in 10 Paesi**
**Con lo scoppio della Seconda guerra mondiale, tre vecchi amici sono costretti a schierarsi per il proprio paese e a diventare nemici**
«La storia appassionante di un’amicizia distrutta dalla guerra.»
**Sunday Times**
«La resistenza durante la Seconda Guerra Mondiale è raccontata in modo vivido. Un romanzo avvincente e commovente.»
**The Times**
«Simon Scarrow spopola.»
**Il Venerdì di Repubblica**
«Simon Scarrow è riuscito a costruirsi una discreta fama. Merito del modo in cui costruisce i suoi personaggi, ma anche del fatto che ha saputo cogliere e raccontare il fascino di certi momenti storici. Quelli in cui il corso degli eventi determina per sempre il futuro».
**Il Giornale**
**Simon Scarrow**
è nato in Nigeria. Dopo aver vissuto in molti Paesi si è stabilito in Inghilterra. Per anni si è diviso tra la scrittura, sua vera e irrinunciabile passione, e l’insegnamento. È un grande esperto di storia romana. Il centurione, il primo dei suoi romanzi storici pubblicato in Italia, è stato per mesi ai primi posti nelle classifiche inglesi. Scarrow è autore delle serie *Le aquile dell’impero* ( *Il centurione, Sotto l’aquila di Roma, Il gladiatore, La spada di Roma, Roma alla conquista del mondo, Roma o morte, Il pretoriano, La legione, L’aquila dell’impero, La battaglia finale, Il sangue dell’impero, La profezia dell’aquila, Sotto un unico impero, Per la gloria dell’impero, L’armata invincibile, La spada dell’impero* ), *Roma arena saga* ( *La conquista, La sfida, La spada del gladiatore, La rivincita, Il campione* ), *I conquistatori* ( *La battaglia della morte, Il sangue del nemico, Il richiamo della spada, L’erede al trono, Muori per Roma* ) e *Revolution saga* ( *La battaglia dei due regni, Il generale, A ferro e fuoco, L’ultimo campo di battaglia* ). Ha firmato anche i romanzi *I conquistatori* (con T.J. Andrews),  *L’ultimo testimone* (con Lee Francis) e *Eroi in battaglia*. Le sue opere hanno venduto oltre 5 milioni di copie nel mondo. **
### Sinossi
**Un autore da 5 milioni di copie
Tre vecchi amici sono costretti a diventare nemici sullo sfondo della Seconda guerra mondiale**
1938\. Durante una perfetta estate nell’isola greca di Lefkas nasce l’amicizia tra tre ragazzi, del tutto ignari degli inquietanti presagi oscuri che si profilano all’orizzonte. Peter, in visita dalla Germania al seguito della spedizione archeologica organizzata da suo padre, è subito entrato in sintonia con due ragazzi del luogo, Andreas ed Eleni. Quando scoppia la guerra, però, le parti in conflitto spaccano il mondo e Peter deve ripartire per forza. Dicendosi addio, i tre si promettono che un giorno si incontreranno ancora. 1943. Le forze partigiane resistono all’invasione dei nazisti e Andreas ed Eleni si sono uniti a loro. Peter è tornato, ma adesso è un ufficiale dei servizi segreti e ogni informazione in suo possesso potrebbe mettere a repentaglio la vita dei suoi vecchi amici. Un’amicizia nata in tempo di pace, infatti, potrebbe trasformarsi in una disperata guerra che richiede ogni forma di sacrificio in nome del proprio Paese.
**Bestseller del Sunday Times
Tradotto in 10 Paesi**
**Con lo scoppio della Seconda guerra mondiale, tre vecchi amici sono costretti a schierarsi per il proprio paese e a diventare nemici**
«La storia appassionante di un’amicizia distrutta dalla guerra.»
**Sunday Times**
«La resistenza durante la Seconda Guerra Mondiale è raccontata in modo vivido. Un romanzo avvincente e commovente.»
**The Times**
«Simon Scarrow spopola.»
**Il Venerdì di Repubblica**
«Simon Scarrow è riuscito a costruirsi una discreta fama. Merito del modo in cui costruisce i suoi personaggi, ma anche del fatto che ha saputo cogliere e raccontare il fascino di certi momenti storici. Quelli in cui il corso degli eventi determina per sempre il futuro».
**Il Giornale**
**Simon Scarrow**
è nato in Nigeria. Dopo aver vissuto in molti Paesi si è stabilito in Inghilterra. Per anni si è diviso tra la scrittura, sua vera e irrinunciabile passione, e l’insegnamento. È un grande esperto di storia romana. Il centurione, il primo dei suoi romanzi storici pubblicato in Italia, è stato per mesi ai primi posti nelle classifiche inglesi. Scarrow è autore delle serie *Le aquile dell’impero* ( *Il centurione, Sotto l’aquila di Roma, Il gladiatore, La spada di Roma, Roma alla conquista del mondo, Roma o morte, Il pretoriano, La legione, L’aquila dell’impero, La battaglia finale, Il sangue dell’impero, La profezia dell’aquila, Sotto un unico impero, Per la gloria dell’impero, L’armata invincibile, La spada dell’impero* ), *Roma arena saga* ( *La conquista, La sfida, La spada del gladiatore, La rivincita, Il campione* ), *I conquistatori* ( *La battaglia della morte, Il sangue del nemico, Il richiamo della spada, L’erede al trono, Muori per Roma* ) e *Revolution saga* ( *La battaglia dei due regni, Il generale, A ferro e fuoco, L’ultimo campo di battaglia* ). Ha firmato anche i romanzi *I conquistatori* (con T.J. Andrews),  *L’ultimo testimone* (con Lee Francis) e *Eroi in battaglia*. Le sue opere hanno venduto oltre 5 milioni di copie nel mondo.

Era tuo padre

*”Quando a quindici anni ho scoperto chi era mio padre leggendo un giornale, ho pensato che dovevo fare una scelta. O sottolineare subito la mia appartenenza al suo mondo, oppure invece sottolineare che appartenevo a mia madre, a un mondo pulito, fatto di sacrifici. Un’eredità completamente diversa, ed è questa che ho scelto.”*
Così racconta di sé Alessandro Gallo. E la storia dei protagonisti del suo romanzo è allo stesso tempo uguale e diversa dalla sua.
È la storia di un padre, camorrista latitante ma con il potere ben saldo nelle mani, e dei suoi tre figli, anche loro chiamati a fare una scelta che li segnerà per tutta la vita: essere parte o meno dell’impero criminale del padre.
Giosuè e Alberto hanno le idee ben chiare: proseguire nella scalata verso il potere, difendere gli affari del clan, i loro beni, le loro aziende, il giro del gioco d’azzardo, ma soprattutto nascondere quanto più possibile la verità alla sorella Camilla.
Perché Camilla è combattuta, lacerata tra l’affetto per la famiglia e la voce prepotente dentro di sé che le grida di essere diversa, di pretendere una vita pulita e migliore. Sfinita dal peso di quel male che porta sulle spalle suo malgrado, Camilla non fa che cercare la forza di prendere definitivamente le distanze dagli uomini della sua famiglia. Una scelta che richiede tanto coraggio e che fa paura…

Enigmi E Giochi Matematici

Questa e le successive raccolte degli articoli che Martin Gardner pubblicò in ‘Scientific American’, nella rubrica da lui stesso curata, sono ormai diventate dei classici della matematica ricreativa. Tutte le variazioni matematiche qui presentate – alcune semplici, altre meravigliosamente complicate – hanno questo in comune: sono ugualmente affascinanti sia per il semplice appassionato che per l’esperto in materia. Il contenuto estremamente vario si estende dalle figure di carta alle capacità della memorizzazione matematica e alle speculazioni sul nastro di Möbius. Vi sono indovinelli ideati da alcuni dei più eminenti matematici odierni per puro divertimento o nel corso di serie ricerche. E vi sono ancora variazioni su giochi classici come l’antico gioco giapponese del go-moku. Ma questo libro offre molto più di un semplice divertimento. Ogni giochetto in esso contenuto, ogni paradosso, gioco di società o rompicapo è stato scelto per il suo interesse matematico ed è accompagnato da commenti che offrono all’autore il pretesto per illustrare alcuni affascinanti aspetti del pensiero matematico.

Elizabeth è scomparsa

“Elizabeth è scomparsa!” è scritto sui fogli che Maud si ritrova nelle tasche, appiccicati al frigo, vicino al telefono, e per di più scritti a mano con la sua grafia. Maud sta diventando un po’ smemorata e la sua presa sulla realtà a volte vacilla. Continua a comprare barattoli su barattoli di pesche sciroppate quando ne ha la dispensa piena, si dimentica di bere le tazze di tè che ha appena preparato, e scrive un sacco di appunti per ricordare a se stessa le cose. Non si dimentica però della sua amica Elizabeth, scomparsa e probabilmente in pericolo. Ma nessuno sembra darle retta, non sua figlia, non le infermiere che vengono a prendersi cura di lei, non i poliziotti, e nemmeno Peter, l’egoista figlio di Elizabeth. Maud è sospettosa, non ha la minima fiducia nelle loro rassicurazioni ed è determinata a scoprire cosa è successo. Ancora non sa che le sue smemorate ricerche stanno per condurla indietro di cinquant’anni, nell’Inghilterra dell’immediato dopoguerra, alla sua infanzia e a un mistero irrisolto che aleggia come un fantasma sulla sua famiglia: la scomparsa dell’adorata sorella maggiore Sukey. E se il mistero della scomparsa di Sukey contenesse la chiave per ritrovare Elizabeth? Emma Healey, con un talento impressionante in un’autrice esordiente, intreccia il potere ambiguo dei nostri ricordi con la forza dei sentimenti, in un puzzle misterioso dove i tasselli vengono mescolati di continuo fino all’ultima pagina. E anche se Maud è sempre sul punto di scordare un dettaglio essenziale e la verità sembra sfuggirle per un soffio, voi, statene certi, non vi dimenticherete di lei.

Educazione americana

Educazione americana racconta la vera storia di una squadra clandestina della CIA, al servizio del governo degli Stati Uniti per condizionare le democrazie in Europa: sono sbirri in borghese dalla doppia e tripla vita, fanatici del crimine o semplici mercenari in cerca di emozioni. Hanno ucciso, finanziato partiti, favorito stragi. Se un solo istante delle loro vite avesse imboccato una strada
diversa, il mondo come lo conosciamo non sarebbe esistito. Dalla Francia a Israele, dal Belgio all’Italia.
L’elenco delle loro operazioni attraversa trent’anni di delitti. Interferiscono nella rivoluzione giudiziaria che con l’inchiesta Mani pulite ha cambiato la storia del nostro paese, ma non impediscono i successivi attentati della mafia. Rubano codici di comunicazione della Russia di Putin, con un’operazione internazionale in cui un agente americano viene ucciso a Roma, e il suo corpo abbandonato nel Tevere. A Bruxelles partecipano all’omicidio di Gerald Bull, il progettista canadese del Super Cannone di Saddam Hussein. A Parigi buttano nella Senna un giovane passante, Brahim Bouarram. La loro attività comprende il furto di segreti bancari in Svizzera, il sequestro di imam islamisti, tra cui Abu Omar a Milano, le trattative per il rilascio degli ostaggi rapiti nel deserto del Sahara. E, ai giorni nostri, il traffico di informazioni finanziarie e industriali, sottratte quotidianamente
dai computer di ignari ministri, manager e imprenditori. In un romanzo mozzafiato in cui tutto è reale,
Fabrizio Gatti ricostruisce la storia segreta che i documenti non possono raccontare.

È la mia storia

Una sera d’inverno, mentre la neve cade sulla città, un editore celebre e stimato legge le bozze di un romanzo che sta per mandare in stampa. Si tratta di un libro di enorme potenziale, opera di un autore già noto e amato dai lettori, che potrebbe aprirgli le porte del mercato internazionale. Quando una vecchia amica compare nel suo ufficio per rivelargli che il libro è basato su un episodio autentico, del quale è stata vittima durante un soggiorno in Africa come delegata delle Nazioni Unite, l’editore si trova di fronte a un dilemma. Deve pubblicare il libro e affrontare le conseguenze personali e politiche che si presenteranno? O deve rinunciare, annullando il lancio di un probabile bestseller internazionale? È questo il punto di partenza concreto e visivamente nitido di È la mia storia, il nuovo romanzo di Janne Teller. Non c’è bisogno d’altro perché anche il lettore si trovi davanti a un groviglio di dubbi e idee provocatorie sulla morale, la responsabilità, la libertà d’espressione.

Dreamless

Secondo libro della serie di Josephine Angelini aperta da Starcrossed.Si può rinnegare il Vero Amore? Non ci sono più sogni per Helen, ogni volta che si addormenta è costretta a raggiungere l’aldilà. È la prescelta, colei che dovrà discendere agli Inferi e superare prove indicibili per trovare le Furie, liberarle dalla loro ira e rompere il ciclo di faide tra le Case. In più ogni mattina, quando si risveglia ferita e provata, non trova tregua: deve allenarsi duramente per controllare i suoi poteri e, come se non bastasse, andare a scuola. Sempre più spossata e sofferente, non ha nessuna spalla su cui piangere. Perfino Lucas, diventato freddo e ostile, la respinge. Ma è proprio quando ogni speranza sembra perduta, durante una delle sue estenuanti discese agli Inferi, che Helen si imbatte in Orion, un semi-dio bello come il sole, capace di far tremare la terra oltre che il suo cuore. Divisa fra l’attrazione per il nuovo pretendente e l’amore impossibile per il cugino, Helen si trova a sfidare i suoi limiti e le sue paure. È in gioco il destino dell’umanità intera. Ancora più intrigante di Starcrossed, Dreamless è un romanzo intenso, dark, sexy e pieno di azione.

Don Chisciotte Della Mancia

Don Chisciotte della Mancia, un testo unico e senza tempo, fonde mirabilmente in un variopinto caleidoscopio fantasia, avventura, storia. Il protagonista, l’hidalgo spagnolo Alonso Quijano, affetto da una sfrenata passione per i racconti e le gesta cavalleresche sfociata infine in pazzia, coinvolge il povero contadino Sancho Panza, divenuto il suo fido scudiero, e il cavallo Ronzinante, in imprese tanto assurde quanto prive di scopo. Lontano ormai dalla realtà scambia, infatti, burattini con demoni, armenti con eserciti di nemici e, in una delle pagine più famose della letteratura mondiale, mulini a vento con temibili giganti dalle pale-braccia roteanti. Se fin dal prologo appare chiaro l’intento dell’autore di “abbattere l’autorità e il favore che hanno nel pubblico di tutto il mondo i libri di cavalleria”, è altresì evidente come sotto tale scopo si nasconda la volontà di ridicolizzare la nobiltà dell’epoca non tralasciato una dura critica nei confronti della borghesia. La contrapposizione tra la pazzia dell’hidalgo (nei confronti della quale Cervantes nutre una malcelata simpatia) e la sterile saggezza contadina di Sancho Panza accompagna il lettore lungo l’intero arco della narrazione. Diviso in due parti, pubblicate inizialmente in due momenti differenti, il Don Chisciotte è tuttora riconosciuto come il primo romanzo moderno.
Miguel de Cervantes Saavedra nasce nel 1547 ad Alcalà de Henares. Nel 1564 lo troviamo nella vivace Siviglia, all’epoca porta di accesso con il Nuovo mondo. Quindi è la volta dell’Italia rinascimentale (Firenze, Venezia, Roma). Nel 1572, arruolatosi nella compagnia del capitano Diego de Urbina, partecipa alla battaglia navale di Lepanto contro i turchi durante la quale perde per sempre l’uso della mano sinistra. Dopo un doloroso periodo di prigionia trascorso ad Algeri, nel 1580 fa finalmente ritorno in Spagna. Tra le opere, oltre alle numerose commedie, ricordiamo qui i tre romanzi La Galatea, Don Chisciotte, Persile e Sigismonda. Muore a Madrid il 23 aprile 1616.

Dolce amore selvaggio

Una donna bella e sfrontata. Il fuoco dell'avventura e della passione. Dall'Ovest dei pionieri ai salotti di Parigi, dalla seducente New Orleans al Nuovo Messico Nelle grandi pianure del selvaggio Ovest devastate dalla guerra civile, la vita dorata di Virginia, la sfrontata e bella figlia del senatore Brandon, viene sconvolta dall'incontro con Steve, killer professionista. Dalle piste dei pionieri minacciate da indiani e fuorilegge agli scintillanti saloni di Parigi, entrambi inseguiranno il loro sogno di un amore impossibile.

Dieci minuti per uccidere

**Dall’autore di *Non sono un assassino*
Un thriller magistrale
600 secondi ad alta tensione. Questo è il tempo che ti resta da vivere**
Antonio De Santis è seduto su una poltrona, il cane ai suoi piedi, il buio ad avvolgerlo e le note di una musica jazz a fargli compagnia, quando un colpo d’arma da fuoco squarcia la notte. E lo colpisce a tradimento. Ma chi è stato? Chi ha potuto, senza farsi sentire, introdursi nella sua villa di Trani e portare a segno un delitto così efferato? Dieci minuti. Seicento secondi. Ecco quanto resta da vivere all’imprenditore. Un tempo minimo eppure lunghissimo. Sarà sufficiente per mettere insieme i tasselli che ha ignorato fino a quel momento? A ripensare la cena coi suoi familiari che si è appena conclusa? A comprendere finalmente il significato di un fatale viaggio in Francia, ben quindici anni prima? E quindi a scoprire chi è il suo assassino, che ora lo guarda, protetto dall’ombra?
**Un delitto inspiegabile
Un thriller a orologeria con continui colpi di scena
Hanno scritto di *Non sono un assassino: ***
«Un racconto giallo e insieme una riflessione sul mistero del processo.»
**La Stampa **
«Un intrigante legal thriller.»
**Libero **
«La trama è ben congegnata e la soluzione finale non è mai scontata perché tutti i protagonisti del processo mentono…»
**Il Corriere del Mezzogiorno **
«Un thriller all’americana dove si respira l’atmosfera di cult movie d’ambientazione giudiziaria come Il verdetto di Sidney Lumet.»
**Il Centro**
**Francesco Caringella**
Barese d’origine e romano d’adozione, ha indossato le divise di ufficiale della Marina militare e di commissario di polizia, poi la toga di magistrato penale, prima di diventare Consigliere di Stato e ora Presidente di Sezione del Consiglio di Stato. È giudice del Collegio di garanzia della giustizia sportiva e Presidente della Commissione di Garanzia dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. *Dieci minuti per uccidere* è il suo secondo romanzo pubblicato per la Newton Compton dopo *Non sono un assassino* , che ha riscosso notevole successo di pubblico e critica, vincendo anche il Premio Roma e il Premio Lomellina in giallo.

Di rabbia e morte

Irina Radovich, transfuga del Kosovo. Irina Radovich, brava e onesta badante. Irina Radovich, psicopatica sterminatrice di un’intera famiglia vicino a Genova. Eppure Erica Franzoni, commissario capo della Mobile, continua ad avere dubbi. Perché la strage potrebbe venire da lontano e dal passato, dalla terribile guerra che ha incendiato il Kosovo. Potrebbe anche essere legata alla morte violenta e oscura di tre agenti di polizia, un’indagine che è tuttora il tormento umano e investigativo del vicequestore Maffina. E nel gioco brutale tra poliziotti corrotti e contractor dal grilletto facile l’esito può essere uno solo: un nuovo, feroce mezzogiorno di fuoco.

Devozione Mia Assoluta: Full Moon

Tornata a casa dopo il periodo di prigionia, Eliza è finalmente al sicuro, ma la sua vita sembra danneggiata per sempre. Rifiuta gli affetti, autocommiserandosi, ed è convinta di essere destinata alla solitudine. Aiden, dal canto suo, è riuscito a salvare la sua donna, solo per scoprire di essere stato tradito e averla persa per sempre. La vendetta sarà la soluzione per arginare il suo dolore? Basterà a risolvere le sue pene? Ed Eliza, riuscirà a riscoprire se stessa, riconquistando il suo posto nel mondo? Scopritelo in questo ultimo volume della serie Full Moon. **

Delle cose nascoste sin dalla fondazione del mondo

«Perché la credenza nel sacro? Perché ovunque riti e divieti, perché non vi è stato un ordine sociale, prima del nostro, che non appaia dominato da un’entità soprannaturale?». Girard, già con il suo memorabile saggio del 1972, La violenza e il sacro, aveva posto alcune di quelle domande ultime che l’antropologia ormai tende sempre più a celare in opaco involucro. Ma con questo libro, che apparve nel 1978 provocando subito grande clamore, egli si è spinto sino alle cose ultime, quelle che, secondo la parola del Vangelo di Matteo, «sono nascoste sin dalla fondazione del mondo». E queste cose, come la «lettera rubata» di Poe, sono così nascoste proprio perché stanno dinanzi ai nostri occhi: nella Bibbia e nel Vangelo. Dopo aver indagato a lungo i testi dell’antichità classica e i più disparati materiali etnologici, Girard ha riconosciuto che il testo più difficile da leggere, per il sovrapporsi di innumerevoli letture precedenti, era appunto quello delle Scritture: l’eccessiva familiarità si svela essere innanzitutto il modo che il mondo ha scelto per difendersi da alcune verità tremende, quali in esse si annunciano. Rovesciando ancora una volta le prospettive, Girard legge i Vangeli non più come una storia sacrificale, ma come la storia che dice la verità nascosta del sacrificio, che svela la costituzione del «meccanismo vittimario», del capro espiatorio, del linciaggio fondatore. Questa rivelazione sarebbe allora il più possente gesto antisacrificale di ogni tempo – e tutta la storia occidentale nascerebbe dal ripercuotersi nei secoli di quel gesto. Con ammirevole passione intellettuale, Girard vuole tornare a mostrare che la radice unica della cultura sta proprio nel religioso, e che quell’ambigua parola è la pietra che l’Occidente tenta, da secoli, di gettare via.
Delle cose nascoste sin dalla fondazione del mondo è apparso per la prima volta nel 1978.