23457–23472 di 65579 risultati

Libera Chiesa, libero Stato?: Il Vaticano e l’Italia da Pio IX a Benedetto XVI

La complessa vicenda dei rapporti tra lo Stato italiano e la Chiesa cattolica, con Roma simbolo e sede delle massime istituzioni di entrambi – un unicum rispetto a ogni altro paese –, è lunga ormai quasi un secolo e mezzo. Dal dopo Cavour (la cui celebre «formula» ha nel titolo del volume una significativa variante) a Giolitti, da Mussolini a De Gasperi fino ai nostri giorni; da Pio IX a Pio XII, da Giovanni XXIII all’attuale pontefice, Sergio Romano legge questa pagina di storia con la consueta capacità di sintesi critica, tinta qua e là di garbata ironia.
Dal 1870 a oggi, non sempre il rapporto tra l’Italia e la Santa Sede è stato un modello di armoniosa collaborazione; spesso, prima e dopo il Concordato del 1929 (che chiuse ufficialmente sessant’anni di sdegnoso silenzio dei papi dopo la ferita di Porta Pia e la fine del potere temporale), si è trattato di una convivenza vissuta fra reciproche diffidenze e convenienze. Il non expedit di Pio IX, il patto Gentiloni, la nascita del Partito popolare, la contesa del fascismo con l’Azione cattolica, i referendum sul divorzio, l’aborto e la procreazione assistita: l’autore passa in rassegna incontri e scontri, corteggiamenti e compromessi che hanno caratterizzato il delicato confronto tra laicità e religione, in cui la delimitazione dei rispettivi ambiti è stata non di rado turbata o addirittura contraddetta da inopportune invasioni di campo.

La Lena

La Lena è una commedia di Ludovico Ariosto.
La storia è improntata su una fabula amorosa a lieto fine. La protagonista è una mezzana, Lena, donna cinica e arrivista, sposata con Pacifico, ma ha come amante il ricco e avaro Fazio, la cui figlia Licinia apprende l’arte del ricamo da Lena.
Il giovane Flavio, figlio del rivale di Fazio, ama la ragazza e dopo alcune peripezie e con l’aiuto di Lena i due riescono a coronare il loro sogno d’amore.
**
### Sinossi
La Lena è una commedia di Ludovico Ariosto.
La storia è improntata su una fabula amorosa a lieto fine. La protagonista è una mezzana, Lena, donna cinica e arrivista, sposata con Pacifico, ma ha come amante il ricco e avaro Fazio, la cui figlia Licinia apprende l’arte del ricamo da Lena.
Il giovane Flavio, figlio del rivale di Fazio, ama la ragazza e dopo alcune peripezie e con l’aiuto di Lena i due riescono a coronare il loro sogno d’amore.

Land & Overland 2 – Attacco Al Cielo

Ventitrè anni dopo lo sbarco su Sopramondo dei laceri fuggiaschi guidati da Toller Maraquine (come narrato in *Sfida al cielo* , Urania 1053), il ricordo del disperato esodo dal pianeta gemello infestato dal contagio degli insidiosi ptertha inizia finalmente ad affievolirsi. Il nuovo pianeta è stato colonizzato e la vita scorre pacifica, ma un giorno compaiono in cielo strane astronavi. Giungono da Mondo, dove i superstiti sono ora immuni al veleno degli ptertha e obbediscono a un nuovo signore i cui occhi ambiziosi si sono posati su Sopramondo. E’ l’inizio di una guerra sanguinosa, combattuta fra astronavi di legno e sotto la minaccia dell’antico contagio di cui sono portatori gli aggressori di Mondo… un conflitto destinato ad attirare l’attenzione di una razza aliena dai poteri incredibili.

Land & Overland 1 – Sfida Al Cielo

In un universo molto simile al nostro ma percorso da sottili differenze, i pianeti gemelli di Mondo e Sopramondo sono separati solo da poche migliaia di chilometri, e gli abitanti di Mondo, in mancanza di metalli, hanno sviluppato una insolita tecnologia. Nel corso dei secoli l’esistenza dei vari regni su Mondo è risultata abbastanza stabile, ma ora la minaccia degli insidiosi ptertha si fa sempre più grave e il contagio del loro veleno si diffonde su tutto il pianeta. L’unica via di scampo sembra l’esodo verso Sopramondo, il corpo celeste abitabile ma apparentemente deserto che da millenni gravita sull’orizzonte del pianeta. La scienza aeronautica è ancora giovane e affidata a mezzi insicuri, ma l’alternativa è l’estinzione. E questo è solo l’inizio di un grande ciclo epico destinato ad ampliarsi nei prossimi mesi, con la trilogia firmata da un Bob Shaw deciso a compiere un grande ritorno.

Lacrime in collisione

Probabilmente, se vissuta insieme, la vita può fare meno paura…
Hope combatte ogni giorno contro uno stranissimo disturbo ossessivo-compulsivo, nel tentativo di mettere a tacere il dolore causato dalle delusioni passate.
Nate è un ex marine, ora istruttore di krav maga, con un ricordo ingombrante che logora la sua anima di giorno in giorno.
Eppure quando si incrociano per la prima volta, all’interno di un supermercato deserto, non possono più tornare indietro: Hope, in preda a un attacco di panico, viene soccorsa da un Nate apparso dal nulla.
Da allora, occhi negli occhi, non riescono più a fare a meno l’uno dell’altro.
Possono due anime perdute ricominciare a lottare insieme? Forse, anche quando tutto sembra perduto, c’è sempre speranza e possibilità di scelta?
E-MAIL AUTORE: [email protected]
**
### Sinossi
Probabilmente, se vissuta insieme, la vita può fare meno paura…
Hope combatte ogni giorno contro uno stranissimo disturbo ossessivo-compulsivo, nel tentativo di mettere a tacere il dolore causato dalle delusioni passate.
Nate è un ex marine, ora istruttore di krav maga, con un ricordo ingombrante che logora la sua anima di giorno in giorno.
Eppure quando si incrociano per la prima volta, all’interno di un supermercato deserto, non possono più tornare indietro: Hope, in preda a un attacco di panico, viene soccorsa da un Nate apparso dal nulla.
Da allora, occhi negli occhi, non riescono più a fare a meno l’uno dell’altro.
Possono due anime perdute ricominciare a lottare insieme? Forse, anche quando tutto sembra perduto, c’è sempre speranza e possibilità di scelta?
E-MAIL AUTORE: [email protected]
### L’autore
Sono una lettrice compulsiva. Il mio mondo è fatto di carta e inchiostro, credo nelle favole e spero sempre nel lieto fine. La scrittura mi permette di volare con la fantasia, mi bastano una penna e un foglio per ritrovarmi in un posto lontanissimo, magari con uno zaino in spalla, riscaldata dal sole caldo della California, pronta ad affrontare un’avventura on the road. Sono una sognatrice, ma dato che detesto che il sogno abbia fine, quando apro gli occhi scrivo, immagino, creo un mondo perfetto del quale potermi innamorare abbandonando per qualche attimo la realtà. Lacrime in collisione è il mio primo romanzo. Inoltre gestisco un canale YouTube in cui mi occupo di letteratura(https://www.youtube.com/user/philosophia2014) .

Jack and Jill (Italian-Language Edition)

###
Jack and Jill (Italian-language Edition) by James Patterson, Silvia Accardi
In una notte di dicembre, in un lussuoso piedàterre di Washington, un senatore viene assassinato con fredda determinazione. Unico indizio: una macabra poesiola, firmata Jack & Jill, in cui si annuncia che quel delitto è soltanto il primo di una lunga serie, destinata a colpire personaggi influenti della capitale. Ma chi sono Jack & Jill? E qual è il loro piano? Nella stessa notte, vicino a una scuola elementare nella zona più popolare di Washington, viene rinvenuto il corpo di una bambina: l’assassino ha agito in preda a un furore cieco, delirante, quasi che la piccola fosse colpevole di qualcosa… ma di che cosa? Ci può essere un legame tra quei delitti, ugualmente efferati eppure così «distanti»? Questa la domanda che perseguita il detective Alex Cross, chiamato a risolvere il mistero di Jack & Jill, ma toccato anche dal secondo crimine, avvenuto a poca distanza da casa sua, nei pressi della scuola frequentata da suo fìglio Damon. Costretto a dividersi tra i corridoi del potere e le strade del suo quartiere, indignato perché le autorità sembrano occuparsi soltanto del crimine «importante», Alex Cross comincia faticosamente a radunare le tessere del puzzle. Ma l’assassino (o gli assassini?) colpisce ancora. E ancora. Ormai nessuno a Washington può ritenersi al sicuro: né i bambini né i politici, e neppure il presidente degli Stati Uniti e la first lady. Anzi, soprattutto questi ultimi, giacché i servizi segreti, in codice, li chiamano… Jack & Jill. Un thriller che non dà tregua, vibrante di suspense in ogni pagina, imprevedibile come la realtà e agghiacciante come un incubo.
James Patterson è autore della serie “***Alex Cross***”
1 – *Ricorda Maggie Rose*
2 – *Il collezionista*
3 – *Jack & Jill*
4 – *Gatto & topo*
5 – *Il gioco della Donnola*
6 – *Mastermind *
7 – *Ultima mossa*
8 – *Il caso Bluelady*
9 – *La tana del lupo*
10 – *Ultimo avvertimento*
11 – *Sulle tracce di Mary*
12 – *La memoria del killer*
13 – *Il regista degli inganni*
14 – *L’istinto del predatore*
15 – *Il segno del male*
16 – *Il ritorno del killer*
17 – *Uccidete Alex Cross*
18 – *Buone feste, Alex Cross*

L’isola dei cani

Bedford Crimm, governatore della Virginia, ha la pessima idea di varare una severissima legge sul limite di velocità. E a Tangier Island scoppia il caos. Gli abitanti dell’isoletta, ex covo di pirati, insorgono dichiarando lo stato di rivolta e chiedendo l’indipendenza dalla Virginia. Ma questi non sono gli unici guai per Crimm che, già alle prese con le presunte infedeltà della moglie e dei collaboratori, deve anche far fronte a un’impressionante serie di delitti e feroci aggressioni che insanguinano le strade. A sbrogliare la matassa viene chiamata Judy Hammer, capo della polizia di Richmond, già protagonista de Il nido dei calabroni, insieme a Andy Brazil, gestore di un sito Internet che si propone come sentinella morale della vita pubblica infestata dalla corruzione.
Fra racconti di pirati e antichi tesori, gare automobilistiche, morti e rapimenti, i due scopriranno ben presto come tutti abbiano qualcosa da nascondere…

Io mi svezzo da solo!

Il libro più venduto sullo svezzamento
Viene proposta in maniera pratica, discorsiva e sul filo dell’ironia una rivoluzionaria revisione del concetto di svezzamento basata sulla qualità della relazione affettiva e sulla libertà di scelte gastronomiche della famiglia, nei limiti ampi imposti dalle attuali conoscenze scientifiche.
In questa vera e propria ”rivoluzione copernicana”, come qualcuno l’ha definita, è il bambino ad essere al centro del sistema, non i genitori o il pediatra. Come nell’allattamento al seno, è lui che guida i genitori, e ciò significa: niente più conflitti durante i pasti; migliore alimentazione, risparmio di tempo e denaro; scomparsa dei disturbi alimentari.
”Testo davvero utile per un genitore. Dovrebbero leggerlo tutti i genitori. (Recensione)
L’AUTORE: Lucio Piermarini è nato a Terni nel 1947. Dopo aver lavorato come pediatra ospedaliero, per circa vent’anni si è occupato di formazione delle future mamme nell’ambito dei corsi di preparazione alla nascita presso il Consultorio Città Giardino di Terni. Tutti i giorni pedala per un’ora e ha una passione per la buona cucina umbra.
Nel 2009 ha pubblicato per Bonomi il libro ”Io mi svezzo da solo, dialoghi sullo svezzamento.”

(source: Bol.com)

Invicta Legio (La saga di Scipione l’Africano Vol. 2)

Lui si chiama Publio Cornelio Scipione, ma i posteri lo conosceranno con un solo nome: l’Africano. A lui – in un momento terribile per la Repubblica – il compito di rimettere la Storia sulla retta via e proteggere Roma dalla minaccia più grande: quella di Cartagine.
Ma i nemici si annidano anche a Roma, dove il senatore Quinto Fabio Massimo, con un colpo da maestro, obbliga Scipione ad accettare una missione apparentemente senza speranza: condurre le legioni V e VI, le cosiddette “legioni maledette” stanziate in Sicilia, in una campagna contro Asdrubale Barca, fratello di Annibale. Così Quinto Fabio Massimo pianifica, in realtà, di disfarsi dell’Africano. Ma il giovane Scipione ha più di una freccia al suo arco, e una disfatta apparentemente certa si trasformerà nell’inizio di un trionfo senza pari.
Da un autore da un milione di copie solo in Spagna, una saga straordinaria, che fa rivivere con maestria le gesta dei grandi di Roma, consegnandoci un romanzo epico e di grande respiro, come la Storia stessa.
**
### Sinossi
Lui si chiama Publio Cornelio Scipione, ma i posteri lo conosceranno con un solo nome: l’Africano. A lui – in un momento terribile per la Repubblica – il compito di rimettere la Storia sulla retta via e proteggere Roma dalla minaccia più grande: quella di Cartagine.
Ma i nemici si annidano anche a Roma, dove il senatore Quinto Fabio Massimo, con un colpo da maestro, obbliga Scipione ad accettare una missione apparentemente senza speranza: condurre le legioni V e VI, le cosiddette “legioni maledette” stanziate in Sicilia, in una campagna contro Asdrubale Barca, fratello di Annibale. Così Quinto Fabio Massimo pianifica, in realtà, di disfarsi dell’Africano. Ma il giovane Scipione ha più di una freccia al suo arco, e una disfatta apparentemente certa si trasformerà nell’inizio di un trionfo senza pari.
Da un autore da un milione di copie solo in Spagna, una saga straordinaria, che fa rivivere con maestria le gesta dei grandi di Roma, consegnandoci un romanzo epico e di grande respiro, come la Storia stessa.
### Dalla seconda/terza di copertina
Autore numero uno di romanzi storici in Spagna, è nato a Valencia nel 1967. Dopo L’Ispanico, grandissimo successo in Spagna e in Italia, con questo romanzo torna a raccontarci le gesta di Traiano. Piemme ha pubblicato in Italia anche L’Africano e Invicta Legio, i primi due volumi di una trilogia su Scipione.

L’invasione

Con L’invasione torna uno dei più grandi autori horror americani, Robert McCammon, di cui non a caso il Los Angeles Times ha tessuto le lodi come l’erede di Stephen King e Peter Straub.
Ma questa volta l’autore di Tenebre non si cimenta con una visione del futuro e nemmeno con una classica rappresentazione del male. Siamo in una comunità per molti versi arretrata e sonnolenta, in un luogo in cui sembra non debba accadere mai nulla; e invece, poco a poco, si scatena con una violenza incredibile l’invasione di un essere che non appartiene a nessuna mitologia, a nessuna saga folkloristica, per il semplice fatto che è reale, tremendamente reale, ed è venuto dallo spazio. Un essere che si nasconde da qualche parte nei dintorni della città e che bisogna assolutamente stanare per evitare che tutta la comunità cada sotto la sua influenza. Questo infatti è il potere dell’invasore: non solo dare la morte, non solo minacciare la distruzione fisica del paese, ma impadronirsi dei suoi abitanti per fargli commettere in suo nome i crimini più orrendi. Un romanzo magistrale, sospeso sull’abisso dello spazio e del tempo.

L’ incognita dei Grendel

TAU CETI IV È il pianeta, da poco colonizzato, su cui gli uomini vivono come in un antico sogno feudale. Ma è anche il regno dei Grendel, mostri che “Sembrano usciti da un incubo mitologico. La convivenza è appesa a un filo, finché un giorno i Grendel commettono un atto di furiosa, cieca brutalità. Cadmann Weyland, il militare della missione, sa di dover rispondere alla provocazione. Ma come? Una grande storia ambientata su un pianeta di acque e rettili.

Inchiesta sul cristianesimo: come si costruisce una religione

Che cosa è accaduto dopo la morte di Gesù e com’è nata la religione che da lui ha preso il nome? Fino a che punto gli storici, esaminando fatti e testi e prescindendo da ogni considerazione di fede, possono ricostruire gli avvenimenti che hanno trasformato quel profeta umiliato, ucciso su un patibolo romano, nel fondatore di una delle più grandi religioni? Gesù non ha mai detto di voler fondare una Chiesa che portasse il suo nome, né di dover morire per sanare con il suo sangue il peccato di Adamo ed Eva, ristabilendo l’alleanza tra Dio e gli uomini. Non ha mai detto di essere nato da una vergine che lo aveva concepito per intervento di un dio. Da dove viene allora tutto il complesso apparato di norme, cariche, vestimenti, liturgie, formule, che caratterizza la Chiesa che a lui si richiama? Corrado Augias si confronta e dialoga sulla storia del cristianesimo delle origini con lo studioso Remo Cacitti. Una complessa avventura umana che ha il suo punto di svolta nella figura dell’imperatore Costantino, il primo a trasformare il cristianesimo in uno strumento di potere, opera che sarà poi completata, al termine del IV secolo, da un altro imperatore, Teodosio, che lo renderà religione imperiale. Grazie a questa documentata ricostruzione si giunge a comprendere perché la fede cristiana, che inizialmente era soltanto una corrente minoritaria del giudaismo, sia riuscita a sopravvivere per oltre venti secoli e a imporsi come una delle religioni più diffuse sull’intero pianeta.
**

In un incubo di follia

###
Colin e Alex stanno attraversando gli Stati Uniti in automobile e per gioco immaginano che il furgone dietro di loro sia guidato da un agente dell’FBI. Ma il loro innocente divertimento si tramuta in una sottile inquietudine. L’inseguitore misterioso sembra farsi più aggressivo nella sua caccia implacabile…
**

Guerra tra le Metropoli

“George Weston passò gli ultimi istanti della sua vita ad aspettare il suo turno davanti a un chiosco che vendeva panini caldi con salsiccia, in un’affollata strada di Chicago. Aveva appena ordinato i panini – due, senza mostarda – quando un grido lo fece voltare… La folla si stava già disperdendo… Una sirena aveva cominciato a suonare… Weston finalmente guardò in su, giusto in tempo per veder discendere l’accecante bagliore… Che assurdità, pensò (perchè aveva un certo senso dell’ironia), che assurdità finire così, disintegrato, avendo in mano due panini caldi con salsiccia.” Queste righe con cui, fulmineamente, si apre il romanzo, potrebbero far pensare a *L’anno* *del diagramma* di Heinlein, a *Lot* di Ward Moore, a *H su Los Angeles* di Williams, o a un altro dei tanti attacchi atomici cui gli USA sono stati sottoposti nella storia della fantascienza. Solo che qui l’attacco non viene dall’URSS, né da Cuba, né da un altro posto così. L’attacco viene da New York.

Guerra de’ topi e delle rane

Poemetto satirico zooepico di otto canti in ottave, presentato come continuazione del poema pseudo-omerico Batracomiomachia (“Guerra dei topi e delle rane”), che Leopardi tradusse in tre redazioni diverse (1815, 1821-22, 1826). Iniziato intorno al 1831, il poeta vi lavorò fino alla morte; fu pubblicato postumo nel 1842. Sotto le vesti degli animali si nascondono i contendenti dei moti risorgimentali: i topi sono i liberali, le rane i reazionari, i granchi gli austriaci. L’opera fu definita da Gioberti “un libro terribile” che, mentre condanna gli oppressori, smaschera con amara ironia le ingenuità e le ipocrisie dei patrioti (in particolare degli spiritualisti cattolici), in una generale prospettiva anticonsolatoria.
Testo di riferimento: *Tutte le opere* di G. Leopardi, a cura di F. Flora, I, Milano, Mondadori, 1958.