23425–23440 di 65579 risultati

N. P.

Sarao Takase, scrittore giapponese che ha vissuto a lungo in America, muore suicida lasciando due figli gemelli, il maschio Otohiko e la femmina Saki, e il manoscritto di un libro incompiuto dal titolo N.P. (che sta per ‘North Point’, il titolo di una vecchia canzone). Pubblicato con solo 97 dei 100 racconti previsti, il libro diventa un bestseller negli Stati Uniti. Una giovane giapponese, Kazami, viene in possesso del novantottesimo racconto, inedito, alla cui traduzione stava lavorando il suo amante, Shooji, anche lui morto suicida, e che narra la storia di una passione erotica tra padre e figlia. Kazami incontra i due gemelli e trova Otohiko coinvolto in una tormentata storia d’amore con Sui, che scoprirà essere non solo figlia illegittima dello scrittore suicida ma anche sua amante. Kazami viene risucchiata completamente nel loro mondo, il mondo di ‘N.P.’, per tutta un’estate, che è il tempo reale in cui si svolge la storia. Dopo alterne vicende, Kazami scopre anche l’esistenza del racconto n°99 in cui Takase rappresenta l’altra faccia della sua realtà, l’aspirazione verso la normalità e l’eterodossia. Ormai manca solo il racconto n°100. Ed è soltanto quando tutti i destini si sono compiuti e il cerchio si chiude che il libro apparirà scritto fino in fondo: N.P. di Banana Yoshimoto è il racconto n°100 che Takase non aveva fatto in tempo a scrivere…
**

I musulmani

Maomettani, mori, saraceni, turchi, islamici : storia, religione, riti, cultura di una realtà diversificata che ci sfida al confronto e al dialogo. La religione musulmana è profondamente radicata in una vastissima area che va dal Marocco all’Indonesia, dall’Africa all’Europa, e anche in Italia è diventata la seconda confessione per numero di fedeli. Ma chi sono oggi i musulmani? In che cosa consiste la «diversità»dell’islam rispetto alla tradizione cristiana? Si tratta di una ciivltà molto diversificata a seconda delle aree geografiche e questo libro ne ripercorre la storia, i prinicipi del credo, i precetti del culto, sino alle forme e alle correnti del pensiero religioso.

La Música del viento

Alberto, un periodista de Barcelona, tieneen sus manos un papel que estaba en una alfombra. Es un mensaje de Iqbal, un nino o nina indio, que pide ayuda. Alberto decide ir a buscarle y comienza una aventura que ya nunca olvidará….

Čítaj viac

Mostri del Cielo e della Terra

URANIA è lieta di offrire ai suoi lettori un concentrato di *aliens* e *creatures* , BEM e minacce assortite degne di figurare in un’ideale Enciclopedia Galattica sotto la voce “Orrori”. In questo volume incontrerete quanto di più pericoloso la galassia sia stata capace di inventare in fatto di obbrobri ed esseri nocivi; conoscerete le ragazze che i mostri amano rapire e i coraggiosi che hanno l’ardire di andarle a salvare; gli scienziati che giocano col fuoco e gli esperimenti che scatenano le più svariate calamità biologiche. Insomma, le cento sorprese che un bestiario del genere promette a tutti i lettori stanchi di *E.T.* (ossia Extraterrestri Teneri) e ansiosi di provare di nuovo un brivido cosmico. Perchè, almeno in questo numero, le Creature sono tutte rapaci, irresistibili e bellicose. Arrivano i mostri…
**INDICE**

**LA PELLE DIPINTA**
The Painted Skin (1895) |
P’U SUNG LING
**IL MOSTRO E LA VERGINE**
The Monster and the Maiden (1971) |
ROGER ZELAZNY
**NON NOMINIAMO MAI ZIA NORA**
|
FREDERIK POHL
**SACRIFICABILE**
Expensable (1988) |
PHILIP K. DICK
**L’ORSACCHIOTTO DEL PROFESSORE**
The Professor’s Teddy Bear (1988) |
THEODORE STURGEON
**MORDONO**
They Bite (1943) |
ANTHONY BOUCHER
**DOPO LA CADUTA DI KING KONG**
After King Kong Fell (1973) |
PHILIP JOSE’ FARMER
**AL LARGO DI PHILLISPORT**
The Thing on Outer Shoal (1949) |
P. SHUYLER MILLER
**LA SIRENA**
The Fog Horn (1988) |
RAY BRADBURY
**IL DOTTOR ZOMBIE E I SUOI PICCOLI AMICI PELOSI**
Can You Feel Anything When I do This? (1988) |
ROBERT SHECKLEY
**PERDERE LA FACCIA**
Mujina (1988) |
LAFCADIO HEARN
**Y COME YETI**
Island of Fear (1963) |
WILLIAM SAMBROT
**IL SEGRETO DELL’UNIVERSO – Paradossi, serie convergenti…ma di cosa si tratta? Una visione ampia e illuminante di cosa è, e cosa non è, l’universo… – La scienza**
The Secret of the Universe (1990) |
ISAAC ASIMOV
**UNO SCONOSCIUTO ALLA PORTA**
Unnatural Strangers (1990) |
WAYNE WIGHTMAN

Il Mondo di Hercule Poirot

Un nipote scapestrato accusato di aver assassinato il ricchissimo zio, una sfortunata ereditiera pugnalata su un treno, un bambino minacciato da una mortale maledizione di famiglia… Hercule Poirot, l’infallibile investigatore belga, non è solo il protagonista di alcuni indimenticabili romanzi ma anche di diversi straordinari racconti brevi nei quali, in poche pagine, Agatha Christie è riuscita a condensare tutta la tensione e la suspense delle sue opere maggiori. Questo volume comprende nove tra le più belle storie realizzate dalla regina del brivido, nove intricatissimi casi, apparsi su varie riviste tra il 1923 e il 1926, nei quali il buffo ometto dalle preziose e attivissime piccole cellule grigie riesce ad assicurare alla giustizia alcuni tra i più perfidi e insospettabili criminali di tutta la sua carriera. Una antologia imprendibile per tutti gli appassionati del giallo e una affascinante gara di intelligenza nella quale Agatha Christie dimostra una volta per tutte che, nel mondo di Hercule Poirot, il delitto non paga.

Il mondo del ghiaccio e del fuoco

###
Se il passato è il prologo, allora l’opera primaria di George R.R. Martin necessita di una introduzione ugualmente formidabile. E alla fine, eccola: “Il Mondo del Ghiaccio e del Fuoco”. Questo volume illustrato da oltre centosettanta tavole originali a colori, è la storia completa dei Sette Regni, incentrata sulla vivida ricostruzione delle epiche battaglie, delle brutali rivalità e delle temerarie ribellioni che hanno condotto agli eventi narrati ne “Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco” e nella serie HBO “Game of Thrones”. In una collaborazione durata interi anni, George R.R. Martin ha coniugato il proprio lavoro con quello di Elio M. Garcìa Jr. e Linda Antonssen, fondatori del sito web westeros.org, forse le uniche due persone che di questo mondo fantastico hanno una conoscenza tanto approfondita quanto quella del suo stesso creatore. Racchiuse in questo testo si sovrappongono conoscenze accumulate, speculazioni accademiche e leggende popolari tramandate da maestri e septon, negromanti e cantastorie. È una cronaca che si dipana dal Tempo dell’Alba all’Età degli Eroi, dalla venuta dei primi uomini all’arrivo di Aegon il Conquistatore, dall’ascesa di Aegon stesso al Trono di Spade fino alla Ribellione di Robert e alla susseguente caduta di Aerys II Targaryen, il Re Folle, l’evento che ha messo in movimento le lotte “di oggi” tra Stark, Lannister, Baratheon e Targaryen.
**

I Mondi Del Mandala

Da secoli, ormai, gli uomini conoscono la grande energia che si irradia da un punto dell’universo e che può essere usata per i viaggi interstellari. Così è nata la civiltà del Mandala, con i suoi numerosi mondi colonizzati lungo i raggi che si dipanano dal misterioso oggetto situato al centro di questa cosmica figura. Ma la pace fra i mondi del Mandala non sembra destinata a durare in eterno. Tornando da una meritata vacanza, Lou Colleran si scontra con qualcosa di inatteso: a bordo della sua astronave compare senza troppi complimenti un mostro del Mesozoico deciso a distruggere l’intera nave con i suoi passeggeri, e questo è solo il preambolo di una situazione destinata a precipitare verso abissi senza fondo.

Missione su Jaimec

Lanciato, da solo, su Jaimec, pianeta ostile e denso di pericoli, James Mowry si trova nella scomoda posizione di unico combattente alle prese con una missione suicida: sfiancare il nemico con una serie di calcolate, durissime azioni di disturbo. Non solo: lo stato maggiore avversario deve credere di trovarsi di fronte non a un invasore isolato, ma a una forza d’attacco in piena regola, efficiente e mimetizzata. Comincia così l’odissea di James Mowry su Jaimec, una corsa contro il tempo e la morte che tiene il lettore con il fiato sospeso, trasportandolo in una galleria di sistuazioni tanto estreme quanto ingegnose. “Urania” è lieta di riproporre questo classico della fantascienza inglese a una nuova generazione di lettori, un una traduzione completamente rinnovata.

Missione Eagle: Avventure Di Dirk Pitt

###
Missione Eagle: Avventure di Dirk Pitt by Clive Cussler
Impegnato a difendere un suo progetto innovativo a sostegno dei Paesi dell’Est, il presidente degli Stati Uniti si trova improvvisamente alle prese con un disastro ecologico spaventoso: una micidiale sostanza sta fuoriuscendo dal relitto di una nave affondata nel golfo dell’Alaska e tutti coloro che ne entrano in contatto muoiono tra atroci sofferenze. La situazione precipita quando il presidente stessso, che si trova a bordo dello yacht Eagle, scompare nel nulla… Chi meglio di Dirk Pitt, e della NUMA, può entrare in azione per cercare di fronteggiare la terribile emergenza? Chi se non lui può cercare di stabilire le misteriose connessioni tra i due fatti? Chi altri può sventare quello spaventoso piano di distruzione?

Mille splendidi soli (Bestseller Vol. 200)

A quindici anni, Mariam non è mai stata a Herat. Dalla sua kolba di legno in cima alla collina, osserva i minareti in lontananza e attende con ansia l’arrivo del giovedì, il giorno in cui il padre le fa visita e le parla di poeti e giardini meravigliosi, di razzi che atterrano sulla luna e dei film che proietta nel suo cinema. Mariam vorrebbe avere le ali per raggiungere la casa di Herat, dove il padre non la porterà mai perché lei è una harami, una bastarda, e sarebbe un’umiliazione per le sue tre mogli e i dieci figli legittimi ospitarla sotto lo stesso tetto. Vorrebbe anche andare a scuola, ma sarebbe inutile, le dice sua madre, come lucidare una sputacchiera. L’unica cosa che deve imparare è la sopportazione.
Laila è nata a Kabul la notte della rivoluzione, nell’aprile del 1978. Aveva solo due anni quando i suoi fratelli si sono arruolati nella jihad. Per questo, il giorno del funerale, le è difficile piangere. Per Laila, il vero fratello è Tariq, il bambino dei vicini, che ha perso una gamba su una mina antiuomo ma sa difenderla dai dispetti dei coetanei; il compagno di giochi che le insegna le parolacce in pashto e ogni sera le dà la buonanotte con segnali luminosi dalla finestra.
Mariam e Laila non potrebbero essere più diverse, ma la guerra le farà incontrare in modo imprevedibile. Dall’intreccio di due destini, una storia indimenticabile che ripercorre la Storia di un paese in cerca di pace, dove l’amicizia e l’amore sembrano ancora l’unica salvezza.
**
### Sinossi
A quindici anni, Mariam non è mai stata a Herat. Dalla sua kolba di legno in cima alla collina, osserva i minareti in lontananza e attende con ansia l’arrivo del giovedì, il giorno in cui il padre le fa visita e le parla di poeti e giardini meravigliosi, di razzi che atterrano sulla luna e dei film che proietta nel suo cinema. Mariam vorrebbe avere le ali per raggiungere la casa di Herat, dove il padre non la porterà mai perché lei è una harami, una bastarda, e sarebbe un’umiliazione per le sue tre mogli e i dieci figli legittimi ospitarla sotto lo stesso tetto. Vorrebbe anche andare a scuola, ma sarebbe inutile, le dice sua madre, come lucidare una sputacchiera. L’unica cosa che deve imparare è la sopportazione.
Laila è nata a Kabul la notte della rivoluzione, nell’aprile del 1978. Aveva solo due anni quando i suoi fratelli si sono arruolati nella jihad. Per questo, il giorno del funerale, le è difficile piangere. Per Laila, il vero fratello è Tariq, il bambino dei vicini, che ha perso una gamba su una mina antiuomo ma sa difenderla dai dispetti dei coetanei; il compagno di giochi che le insegna le parolacce in pashto e ogni sera le dà la buonanotte con segnali luminosi dalla finestra.
Mariam e Laila non potrebbero essere più diverse, ma la guerra le farà incontrare in modo imprevedibile. Dall’intreccio di due destini, una storia indimenticabile che ripercorre la Storia di un paese in cerca di pace, dove l’amicizia e l’amore sembrano ancora l’unica salvezza.
### Dalla seconda/terza di copertina
Figlio di un diplomatico e di un’insegnante, è nato nel 1965 a Kabul e in seguito si è trasferito con la famiglia negli Stati Uniti, dove ha studiato medicina, esercitando per qualche anno la professione di medico. Ora è uno degli scrittori più letti e amati dell’ultimo decennio, autore di due romanzi bestseller, Il cacciatore di aquiloni e Mille splendidi soli, che hanno venduto 4 milioni di copi

La miglior vendetta

Sinossi

Riunita nel maniero scozzese di Westerbrae, una compagnia teatrale londinese si appresta a leggere una nuova commedia. Ma, prima ancora che la serata si sia conclusa, la bellissima autrice viene trovata assassinata nel suo letto. In tutta fretta, dato che la stampa deve essere tenuta all’oscuro del delitto, vengono convocati l’ispettore Thomas Lynley di Scotland Yard e il sergente Barbara Havers, per i quali non è difficile capire che si tratta di un caso complesso e delicato, anche perché vi sono coinvolti il più grande produttore teatrale inglese, due star del teatro e la donna amata da Lynley.

Michael Kane il guerriero di Marte

Il professor Michael Kane, dell’Istituto Ricerche Speciali, sta lavorando a un progetto segreto: il primo trasmettitore di materia. Ma un conto è spostare di pochi metri corpi e oggetti, un altro è sperimentare l’invenzione su di sé. E infatti Kane non si ritrova, come previsto, nell’ala opposta dell’edificio, bensì… su un altro pianeta. E lo sbigottimento è totale quando scopre di essere giunto su Marte, ma *non* il vecchio pianeta rosso, arido e deserto delle conquiste spaziali o delle titaniche imprese di *terraforming.* No, qui il nome di Marte è Vashu, il luogo di una civiltà strana, romantica, diversa da quelle conosciute. È un Marte antichissimo, com’era milioni di anni fa, dove nacquero gli stessi terrestri, poi approdati sulla Terra quando il pianeta cominciò ad agonizzare. Vashu è un mondo all’apogeo del suo splendore, dove un uomo può essere veramente tale e farsi valere per le sue doti di fermezza e di coraggio. È un luogo di avventure inesauribili, di favolose città con cupole e guglie che s’innalzano nel cielo, di imperi sinistri e spietati. E in una terra simile dove la vita è una continua sfida, anche un giovane fisico venuto dalla Terra con l’hobby della scherma può diventare un magnifico spadaccino e un indomito guerriero, soprattutto se l’eroina è la stupenda Shizala, principessa di Varnal, la Città delle Nebbie Verdi.
Solo Michael Moorcock, geniale e irriverente, ha saputo rivaleggiare con Edgar Rice Burroughs e le sue inimitabili creazioni. Con le avventure marziane di Micheal Kane, la fantascienza eroica rivive in tutto il suo splendore, con gusto, ironia e azione.

Cosmo Argento n° 255

Mercanti d’aura. Logiche dell’arte contemporanea

Negli anni Trenta Walter Benjamin suggerì che la riproducibilità tecnica nel cinema e nella fotografia dissolvesse l’aura, cioè l’unicità in qualche modo sacrale dell’opera d’arte. La serialità avrebbe allargato la fruizione dell’arte, democratizzandola. Ma la produzione artistica, soprattutto nel secondo dopoguerra, ha preso altre strade. Più che verso la dispersione dell’aura si è mossa piuttosto verso la sua ri-generazione. Jackson Pollock ha stabilito il sopravvento del gesto artistico sul prodotto, con il che l’aura si estendeva all’artista. Andy Warhol ha operato in modo esattamente contrario all’ipotesi di Benjamin: la riproduzione serializzata (le fotografie di Marilyn Monroe o di Mao) diventava essa stessa fonte di aura. La definizione dell’arte si sposta quindi dal “che cosa” al “come”, cioè alle modalità di produzione dell’aura a partire da qualsiasi materiale o situazione, come aveva già compreso Duchamp con il celebre orinatoio. Un oggetto, un’immagine fissa o in movimento, un’installazione, una performance, il corpo dell’artista (Hermann Nitzsch) o, al limite, un’operazione chirurgica (Orlan) sono arte se inseriti in una cornice di significazione. L’essenza dell’arte contemporanea può essere compresa solo all’interno del circuito di “definitori” (critici, promotori, organizzatori), esecutori (artisti), luoghi di esibizione (musei, mostre, rassegne) e fruitori (pubblico, amatori, collezionisti). In una parola, all’interno del mercato.
**

Mendicanti e Superuomini

La terra è caduta sotto il dominio degli Insonni, i mutanti che non hanno bisogno di riposo. Ma sotto la pressione di turbe umane sempre più inquiete e ribelli – i Mendicanti – i superuomini sono costretti a rifugiarsi nello spazio. Un secolo di incognite si apre di fronte a coloro che vegliano, e la sopravvivenza stessa della Terra è minacciata. Chi la salverà?

Memoria Del Male, Tentazione Del Bene

Quale eredità ci ha lasciato il XX secolo? Da un lato ha mostrato gli aspetti peggiori dell’uomo; ha visto imporsi la democrazia, che pure non è immune da quella «tentazione del bene» che può spingerla a intraprendere «guerre umanitarie». Dall’altro ci ha fatto conoscere alcuni individui dal drammatico destino e dall’implacabile lucidità che hanno illuminato questa epoca oscura con la loro testimonianza: Vasilij Grossman, Margarete Buber-Neuman, David Rousset, Primo Levi, Romain Gary o Germaine Tillion hanno dimostrato che è possibile resistere al male senza considerarsi una incarnazione del bene e hanno restituito la speranza nel «legno storto dell’umanità». Memoria del male, tentazione del bene, descrive gli aspetti più bui e quelli più luminosi del nostro passato prossimo e ci insegna a usare nella maniera migliore la storia e la memoria.
**
### Sinossi
Quale eredità ci ha lasciato il XX secolo? Da un lato ha mostrato gli aspetti peggiori dell’uomo; ha visto imporsi la democrazia, che pure non è immune da quella «tentazione del bene» che può spingerla a intraprendere «guerre umanitarie». Dall’altro ci ha fatto conoscere alcuni individui dal drammatico destino e dall’implacabile lucidità che hanno illuminato questa epoca oscura con la loro testimonianza: Vasilij Grossman, Margarete Buber-Neuman, David Rousset, Primo Levi, Romain Gary o Germaine Tillion hanno dimostrato che è possibile resistere al male senza considerarsi una incarnazione del bene e hanno restituito la speranza nel «legno storto dell’umanità». Memoria del male, tentazione del bene, descrive gli aspetti più bui e quelli più luminosi del nostro passato prossimo e ci insegna a usare nella maniera migliore la storia e la memoria.