2321–2336 di 74503 risultati

Falso movimento

**PREMIO NOBEL PER LA LETTERATURA 2019**
« *La letteratura tedesca non è concepibile senza Peter Handke.* »
**Die Zeit**
Scritto nel 1974 nello stile scarno del «racconto per film», *Falso movimento* riprende il tema goethiano degli anni di pellegrinaggio e apprendistato di Wilhelm Meister e lo condensa nel viaggio dallo Schleswig-Holstein alle Alpi Bavaresi del giovane protagonista, Wilhelm. Durante il viaggio, Wilhelm conosce un vecchio suonatore ambulante e la sua piccola compagna di avventure, Mignon;un’attrice, Therese; Bernhard, svizzero e poeta. Nasce così una piccola comunità che dialoga, monologa, a volte semplicemente cammina in silenzio. E in un confronto scarno, essenziale, si precisa la vocazione del giovane protagonista: diventare scrittore.Per Wilhelm, però, ogni contatto con l’esterno è un ostacolo alla scrittura poiché questa, per non essere falsa, deve rigorosamente escludere ogni immagine che non provenga dall’intimo. Ed ecco animarsi il dibattito tra Wilhelm e i compagni di viaggio che gli rimproverano il suo programmatico distacco, interpretandolo come una fuga dalla realtà. In questo serrato confronto, Handke chiarisce la sua posizione; muoversi fuori da una rigorosa dialettica interno esterno significa fare un movimento falso, che non coglie l’essenza delle cose. Ecco perché dunque anche il viaggio che Wilhelm ha intrapreso attraverso la Germania è un falso movimento finché resta un viaggio all’esterno e non all’interno di se stessi. E infatti la vocazione di Wilhelm giungerà a realizzarsi nella quiete della Zugspitze, alla fine del viaggio e all’inizio della vita, il movimento vero e tanto atteso. Con una scrittura serrata e rigorosa il cosiddetto neoromanticismo di Peter Handke e della Germania degli anni Settanta mostra qui la sua affascinante doppia faccia: dura, poiché non scende a compromessi con l’esistente e, nel contempo, struggente poiché a quell’esistente, in fondo, aspira a sostituire un proprio intimo,ma forse puramente immaginato, reale.

Fabrizio De André in concerto

**A venti anni dalla scomparsa di “Faber”, il libro cult dei suoi concerti**
Questo volume è una rivelazione. Con passione, puntiglio, tenacia – passando per non poche difficoltà – gli autori hanno compiuto una rara indagine su Fabrizio De André in scena, partendo dalla sua proverbiale “paura del palcoscenico” per disegnare l’affresco esteso delle sue otto *tournées* e delle avventure buffe, strane, belle accadute in venti e più anni. Si parte dalla contestata esibizione alla Bussola del 1975 e dai primi concerti “militanti”, si passa alle scandalose nozze fra rock e canzone con la PFM e si approda a *Creuza de mä* e agli spettacoli sempre più sofisticati con la musica di *Le nuvole* e *Anime salve*. Fino all’ultima volta che Fabrizio scese da un palco, quel 24 agosto del 1998 a Saint-Vincent. Una ricerca basata sui resoconti “in diretta” dei media dell’epoca e sulle memorie dei musicisti che hanno accompagnato “Faber” in scena e dei molti che lo hanno incontrato, conosciuto, frequentato. Intervistati apposta per questo libro, offrono informazioni spesso inedite che rivelano sfaccettature sorprendenti dell’uomo e dell’artista. Un tesoro ricchissimo di date, scalette, storie, aneddoti, locandine, rari *memorabilia*. E soprattutto lui, Fabrizio, con i suoi lucidi ragionamenti sul fare musica, con i suoi slanci e le sue paure.

Extravergine: Vergini Si Nasce O Si Diventa?

A quasi trent’anni ci sono difetti che nessuno ti perdona, e uno di questi è la verginità. Dafne Amoroso lo sa benissimo, anche perché la sua esuberante amica Ginevra glielo ripete di continuo. C’entra la sua cronica timidezza? La mancanza del padre, che non ha mai conosciuto? O magari un’infanzia funestata da una madre ex attrice di film pornosoft, nudista e fricchettona, che fin dalla pubertà ha tentato a ogni costo di indurre la figlia a liberarsi da quel problemuccio? Trasferirsi a Milano dalla Puglia è stato inutile: a Dafne non succede niente, da nessuna parte. Tanto che quando prende l’aereo diretta in Azerbaijan, per un’improbabile settimana seminariale sul romanzo Regency, lei non pensa certo che la sua vita stia per cambiare. E invece.
L’incontro-scontro con un uomo misterioso all’aeroporto, un inseguimento in taxi, un camion pieno di capre e l’inevitabile incontro nel fienile sono solo l’inizio di un’avventura esotica che, incredibilmente, proseguirà a Milano. Qui infatti Dafne viene assunta nientemeno che da «Audrey», patinatissima rivista femminile in cui sembra destinata a passare da un equivoco a un altro ancora peggiore. E a scoprire che non è così facile lasciarsi alle spalle il fascinoso Mathias Gallo e la promessa che le ha fatto… L’esilarante romanzo di formazione di una ragazza moderna che avrebbe tanto voluto essere all’antica, ma imparerà che nulla può fermare chi ha deciso di cambiare **
### Sinossi
A quasi trent’anni ci sono difetti che nessuno ti perdona, e uno di questi è la verginità. Dafne Amoroso lo sa benissimo, anche perché la sua esuberante amica Ginevra glielo ripete di continuo. C’entra la sua cronica timidezza? La mancanza del padre, che non ha mai conosciuto? O magari un’infanzia funestata da una madre ex attrice di film pornosoft, nudista e fricchettona, che fin dalla pubertà ha tentato a ogni costo di indurre la figlia a liberarsi da quel problemuccio? Trasferirsi a Milano dalla Puglia è stato inutile: a Dafne non succede niente, da nessuna parte. Tanto che quando prende l’aereo diretta in Azerbaijan, per un’improbabile settimana seminariale sul romanzo Regency, lei non pensa certo che la sua vita stia per cambiare. E invece.
L’incontro-scontro con un uomo misterioso all’aeroporto, un inseguimento in taxi, un camion pieno di capre e l’inevitabile incontro nel fienile sono solo l’inizio di un’avventura esotica che, incredibilmente, proseguirà a Milano. Qui infatti Dafne viene assunta nientemeno che da «Audrey», patinatissima rivista femminile in cui sembra destinata a passare da un equivoco a un altro ancora peggiore. E a scoprire che non è così facile lasciarsi alle spalle il fascinoso Mathias Gallo e la promessa che le ha fatto… L’esilarante romanzo di formazione di una ragazza moderna che avrebbe tanto voluto essere all’antica, ma imparerà che nulla può fermare chi ha deciso di cambiare

Everest 1996. Cronaca di un salvataggio impossibile

Il 10 maggio 1996 due spedizioni raggiunsero faticosamente gli 8.848 metri della cima dell’Everest. Il ritorno fu drammatico e cinque persone persero la vita in una bufera di inaudita violenza. La tragedia avrebbe raggiunto dimensioni maggiori senza l’intervento della guida russa Anatolij Bukreev, che da solo nella tormenta, di notte, senza ossigeno, riuscì a portare in salvo tre persone. Un’azione di salvataggio senza precedenti, al di là delle possibilità fisiche e umane conosciute. Everest 1996 non è solo la cronaca puntuale, documentata e avvincente della salita, ma è anche l’esposizione del conflitto profondo tra due modi di intendere l’alpinismo d’alta quota, nello scontro di uomini e culture che parlano linguaggi diversi, messi drammaticamente alla prova sulla più alta vetta della terra. Everest 1996 è anche il tributo di verità che dobbiamo a uno dei più forti scalatori di ottomila dei nostri tempi. **

Ethan

Romance suspense, narrativa.
Questo romanzo non è la classica storia d’amore. Qui si parla di lui, Ethan e del suo vivere sempre al limite.
Il sole illumina il mio cammino, ma non riesco a vederti. Ti aspetterò. Non importa per quanto tempo. Ti aspetterò sempre.
Ethan è un pilota di motociclismo, ha vinto cinque titoli mondiali e ha un futuro brillante che lo attende. L’inevitabile è sempre in agguato e un giorno, un imprevisto, un incidente grave in pista durante una gara importante, mette in discussione la sua intera esistenza.
Al risveglio, dopo essere stato sottoposto a un intervento chirurgico, Ethan rivolge il primo pensiero a una donna che crede di aver visto quando è giunto in ospedale. Le persone che gli sono vicine, però, non sanno di chi stia parlando per cui lo convincono che sia una fantasia nata a seguito del ricovero e dei farmaci che ha assunto nel periodo post operatorio.
L’immagine di quella donna diventa un’ossessione, vuole trovarla a tutti i costi, dimostrare che esiste, che aveva ragione, che non è stata un’allucinazione.
Joanna è una ragazza schiva verso il prossimo, ha una figlia e il suo unico scopo è proteggerla dal dolore e dalle sofferenze che ha vissuto quando era una bambina.
L’incontro con Ethan la destabilizza, sa bene chi lui sia ed è il motivo per cui decide di nascondersi, rimanere nell’ombra e sperare che il pilota non si ricordi del loro incontro.
Ethan perde le sue certezze, la sua stessa salute risente ancora dell’incidente subìto. L’unica convinzione che possiede è lei: non conosce il suo nome, ma sa che esiste.
Altre pubblicazioni:
\- E tu quando lo fai un figlio? Luglio 2016 Rizzoli Youfeel
\- Quell’amore portato dall’Africa, Rizzoli Youfeel
\- Blogger e autore, la mia verità sul mondo social
\- Sensazioni dell’anima
\- Ritrovarsi, la forza dell’amore
\- Ritrovarsi, passione inaspettata
– Patto con il vampiro
\- Il coraggio d’amare
\- Maya, angelo del mio cuore
\- Ha curato l’antologia benefica a favore dell’AIRC A Natale ti regalo l’amore
\- Parliamone Social, un ebook dove l’autrice parla della sua esperienza di blogger e presenta alcune uscite editoriali e diverse interviste agli autori.
\- Amore Tormentato, un romance drammatico suspense. Argomento, la violenza sulle donne. Giugno 2016
\- Sonia, il ritorno della strega
\- Christmas in love collection Romance (raccolta di tre racconti)
\- Io, lui e il Bebè. Sequel di “E tu quando lo fai un figlio”. Racconto self.
\- Meglio soli ma non troppo! Febbraio 2017 opera scritta a quattro mani con la collega e amica Tiziana Iaccarino.
\- Proibito amarti
\- Marito in Affitto
\- Maledetta
\- Social In Love febbraio 2018
\- L’ultima Notte self marzo 2018
\- Elena, la strega guerriera.
\- Happy Summer collection – due romanzi in un solo volume. Marito in affitto e Social In Love
\- Saga completa Strega che Splende. 3 volumi in un unico volume.
L’autrice è una bookblogger, legge e recensisce nei social e nel suo blog i libri che accompagnano le sue letture. Collabora con diverse redazioni online dal 2011. Ha un canale youtube, e uno su IGTV di Instagram, dedicati al mondo editoriale e alle guide sulla scrittura, cura la rubrica consigli librosi. Vive a Siracusa, ha una bambina, un compagno e un cane.
La trovate anche su instagram e facebook.
**
### Sinossi
Romance suspense, narrativa.
Questo romanzo non è la classica storia d’amore. Qui si parla di lui, Ethan e del suo vivere sempre al limite.
Il sole illumina il mio cammino, ma non riesco a vederti. Ti aspetterò. Non importa per quanto tempo. Ti aspetterò sempre.
Ethan è un pilota di motociclismo, ha vinto cinque titoli mondiali e ha un futuro brillante che lo attende. L’inevitabile è sempre in agguato e un giorno, un imprevisto, un incidente grave in pista durante una gara importante, mette in discussione la sua intera esistenza.
Al risveglio, dopo essere stato sottoposto a un intervento chirurgico, Ethan rivolge il primo pensiero a una donna che crede di aver visto quando è giunto in ospedale. Le persone che gli sono vicine, però, non sanno di chi stia parlando per cui lo convincono che sia una fantasia nata a seguito del ricovero e dei farmaci che ha assunto nel periodo post operatorio.
L’immagine di quella donna diventa un’ossessione, vuole trovarla a tutti i costi, dimostrare che esiste, che aveva ragione, che non è stata un’allucinazione.
Joanna è una ragazza schiva verso il prossimo, ha una figlia e il suo unico scopo è proteggerla dal dolore e dalle sofferenze che ha vissuto quando era una bambina.
L’incontro con Ethan la destabilizza, sa bene chi lui sia ed è il motivo per cui decide di nascondersi, rimanere nell’ombra e sperare che il pilota non si ricordi del loro incontro.
Ethan perde le sue certezze, la sua stessa salute risente ancora dell’incidente subìto. L’unica convinzione che possiede è lei: non conosce il suo nome, ma sa che esiste.
Altre pubblicazioni:
\- E tu quando lo fai un figlio? Luglio 2016 Rizzoli Youfeel
\- Quell’amore portato dall’Africa, Rizzoli Youfeel
\- Blogger e autore, la mia verità sul mondo social
\- Sensazioni dell’anima
\- Ritrovarsi, la forza dell’amore
\- Ritrovarsi, passione inaspettata
– Patto con il vampiro
\- Il coraggio d’amare
\- Maya, angelo del mio cuore
\- Ha curato l’antologia benefica a favore dell’AIRC A Natale ti regalo l’amore
\- Parliamone Social, un ebook dove l’autrice parla della sua esperienza di blogger e presenta alcune uscite editoriali e diverse interviste agli autori.
\- Amore Tormentato, un romance drammatico suspense. Argomento, la violenza sulle donne. Giugno 2016
\- Sonia, il ritorno della strega
\- Christmas in love collection Romance (raccolta di tre racconti)
\- Io, lui e il Bebè. Sequel di “E tu quando lo fai un figlio”. Racconto self.
\- Meglio soli ma non troppo! Febbraio 2017 opera scritta a quattro mani con la collega e amica Tiziana Iaccarino.
\- Proibito amarti
\- Marito in Affitto
\- Maledetta
\- Social In Love febbraio 2018
\- L’ultima Notte self marzo 2018
\- Elena, la strega guerriera.
\- Happy Summer collection – due romanzi in un solo volume. Marito in affitto e Social In Love
\- Saga completa Strega che Splende. 3 volumi in un unico volume.
L’autrice è una bookblogger, legge e recensisce nei social e nel suo blog i libri che accompagnano le sue letture. Collabora con diverse redazioni online dal 2011. Ha un canale youtube, e uno su IGTV di Instagram, dedicati al mondo editoriale e alle guide sulla scrittura, cura la rubrica consigli librosi. Vive a Siracusa, ha una bambina, un compagno e un cane.
La trovate anche su instagram e facebook.

Era una gioia appiccare il fuoco. I racconti di Fahrenheit 451

Fahrenheit 451 di tutta la fantascienza del Ventesimo secolo, è divenuto parte dell’immaginario del nostro tempo. In questo libro rivive quel romanzo, sedici racconti che i dono temi e sentimenti di Fahrenheit 451, comprese le due versioni preparatorie “Molto dopo mezzanotte” e “Il pompiere”. “Era una gioia appiccare il fuoco” ricostruisce così, attraverso il mosaico dei racconti, la vita di un’idea poetica, di una concezione letteraria profondamente radicata nella nostra cultura, quella della persecuzione e distruzione della fantasia da parte del potere. Al centro di tutto è il libro, che assurge a emblema della libertà di pensiero e di scelta. Un oggetto che diventa mito fecondo, capace insieme di preservare la memoria dell’oro e di presagire la catastrofe. Tra i sedici testi qui raccolti, numerosi classici: Torre di fuoco, I maghi folli di Marte, Maschere pazze, Il sorriso, Lo spazzino e altrettanti racconti inediti: Il reincarnato, La biblioteca, Il Falò e Prima dell’alba.

Enigmi e giochi matematici, Vol. 5

Ecco la quinta raccolta degli enigmi e giochi matematici di Martin Gardner, il prestigioso collaboratore di *Scientific American*.
I lettori della sua rubrica e dei suoi quattro volumi già apparsi in questa collana hanno motivo di rallegrarsi. I 23 capitoli di questa ultima pubblicazione si basano su altrettanti articoli apparsi su Scientific American, ma che non erano stati pubblicati prima d’ora in volume. L’autore ha ampliato e aggiornato il materiale aggiungendo riferimenti alle fonti, molti interventi dei lettori e tutte le soluzioni dei problemi. Il lettore ricaverà da questo libro molte ore di divertimento, di stimolo intellettuale e di piacevole istruzione matematica attraverso i giochi, i paradossi e le curiosità della teoria combinatoria, di quella dei grafi, dei sistemi di numerazione non decimali, della matematica dell’infinito e di numerosi altri argomenti trattati tutti col consueto stile agile e frizzante.

Elton John. La biografia

Quasi 400 milioni di dischi venduti, cinque Grammy Awards e un Grammy Legend, una serie di canzoni indimenticabili che hanno letteralmente costruito l’immaginario della musica pop dalla fine degli anni Sessanta a oggi: Your Song, Tiny Dancer, Rocket Man, Candle in the Wind, Goodbye Yellow Brick Road, solo per citarne alcune. A poco più di 70 anni, Sir Elton John è una vera e propria leggenda vivente del rock, capace di lasciare il proprio graffio non solo nella storia della musica ma anche in quella del costume e delle battaglie per i diritti LGBT, grazie anche all’intensa attività della sua fondazione. E mentre il suo monumentale tour di addio alle scene tocca i quattro angoli del mondo e arriva al cinema l’attesissimo biopic Rocket Man, David Buckley attinge a testimonianze e interviste a Elton e ai suoi maggiori collaboratori per raccontare la sua storia, dal primo pianoforte a oggi, tra genialità ed eccessi, trasgressioni e gloria, tra dolorose cadute e spettacolari resurrezioni. **

Elogio Del Diritto

Dike, la Giustizia, figlia degli Dei, sarà forse costretta, alla fine del suo destino, a coincidere con Nomos, il diritto posto dalla volontà umana uscita da una guerra vittoriosa? La Giustizia apparirebbe allora come un fatto, indisgiungibile dal fatto del potere e delle sue leggi. Oppure Dike, la Giustizia, fa segno, indica qualcosa che trascende i fatti, e che tuttavia deve coi fatti del potere e delle leggi implicarsi? Ecco l’interrogazione eterna della nostra civiltà. Per comprendere come oggi questi concetti e rapporti si dispongano, è necessario tornare al punto in cui si sono determinati per la prima volta, ripercorrerne la genealogia. È quello che fanno Massimo Cacciari e Natalino Irti ripensando un classico saggio del grande filologo Werner Jaeger, apparso all’indomani della seconda Guerra mondiale.

Elefanti

Ortensia, spettrale e nerovestita, e Anemone, raggiante e coloratissima: due gemelle talmente diverse da rappresentare gli opposti archetipi della femminilità. Introversione contro estroversione, profondità contro superficie, tanti problemi contro nessun problema. Ma con tutte le loro differenze, Ortensia e Anemone sono accomunate da un’esilarante capacità di raccontarsi, da una gustosissima rappresentazione-confessione della propria femminilità. E non solo. Si scoprirà che i ruoli si possono benissimo invertire: che la donna nera e la donna variopinta non sono due entità distinte, due estranee sorelle, ma le due facce della luna. Annotation Supplied by Informazioni Editoriali

Édith Piaf e la canzone dell’amore

**Dall’autrice bestseller di *Mademoiselle Coco* , un nuovo indimenticabile ritratto di una delle figure femminili più audaci e talentuose di tutti i tempi.**
Parigi, 1944. Nella capitale appena liberata dall’occupazione tedesca, le strade, i bistrot e i teatri sono animati da un’irrefrenabile voglia di vivere e dimenticare gli orrori della guerra. Con la sua sfrontatezza e il suo straordinario talento, Édith Piaf è ormai una cantante affermata, ma non dimentica gli anni passati a cantare per strada con il padre, un artista girovago prepotente e violento, da cui è fuggita giovanissima per cercare fortuna a Parigi. Qui ha incontrato l’affascinante Raymond Asso, autore di testi musicali, che sedotto dalla vitalità di questa ragazzina ribelle e sboccata, decide di strapparla alla strada e alle cattive compagnie per guidarla verso il successo. Pur non avendo alcuna intenzione di lasciare la moglie, Raymond si prende a cuore il destino dell’amante, insegnandole a parlare e vestire in modo raffinato, e riuscendo a procurarle un ingaggio al prestigioso teatro ABC. Divenuta una celebrità, Édith non si aspetta certo di dover affrontare una nuova minaccia, che potrebbe distruggere per sempre la sua carriera: l’accusa infamante di aver collaborato con i nazisti, e il rischio di non potersi mai più esibire. Mentre cerca disperatamente di dimostrare la sua innocenza, il destino mette sulla sua strada un giovane cantante alle prime armi, Yves Montand, che finirà per travolgerla con la sua passione e i suoi sogni. Sarà lui a ispirarle la canzone che la trasformerà in una leggenda, *La vie en rose* , ma Édith sa bene che ogni grande amore porta con sé una lunga scia di lacrime…

Eden E Tyler 10 Anni Dopo DIMILY

Una storia d’amore che dà dipendenza
Eden e Tyler si sono incontrati a sedici anni, scontrati, odiati e poi amati. Da quel momento hanno combattuto contro tutto e tutti, compreso loro stessi, per riuscire a stare insieme. E, finalmente insieme, li abbiamo lasciati alla fine del terzo libro della trilogia, dopo aver superato ogni tipo di avversità, felici del loro inizio. Ma cosa è successo da allora? In occasione dell’ottavo anniversario di **DIMILY** , un nuovo capitolo inedito continua la storia di Eden e Tyler dieci anni dopo. Scarica lo speciale contenuto extra gratuito, una sorpresa per tutti i lettori stregati da Estelle Maskame, la regina scozzese dei romanzi young adult.

È facile essere felici se sai come farlo

**Cura e traduzione di Antonangelo Liori
«Non si può vivere felici senza saggezza, onestà e giustizia, né vivere saggiamente, onestamente e con giustizia senza vivere felici; chi non possiede tutto ciò non può vivere felice».**
In queste pagine sono state sapientemente raccolte, oltre alla celebre lettera a Meneceo sulla felicità, le massime e i pensieri di uno dei più raffinati filosofi dell’antichità. Le sue parole compongono un teorema morale di sorprendente modernità, un vero e proprio breviario di saggezza. Nonostante siano passati più di duemila anni, Epicuro parla ancora con la stessa forza all’uomo del nostro tempo: insegna a non avere timori e pregiudizi, a non temere il male e la morte, a non sorprendersi mai e a vivere seguendo soltanto gli insegnamenti dettati dalla propria coscienza.
**Epicuro**
nacque a Samo nel 341 a.C. Dopo aver studiato con il platonico Pamfilo e poi con il democriteo Nausifane, fondò a trentadue anni la scuola filosofica che da lui prende il nome, con sede prima a Mitilene e a Lampsaco, e poi ad Atene, città nella quale morì nel 271/270 a.C. Ci restano le sue epistole a Meneceo, Erodoto e Pitocle, le *Massime capitali* , numerosi frammenti di lettere e opere (tra cui quelli *Sulla natura delle cose* ), nonché le sentenze morali raccolte nello *Gnomologio vaticano epicureo*. La sua visione del mondo divenne poesia nel *De rerum natura* , l’opera di uno tra i più grandi poeti latini, Lucrezio, seguace della dottrina epicurea. **
### Sinossi
**Cura e traduzione di Antonangelo Liori
«Non si può vivere felici senza saggezza, onestà e giustizia, né vivere saggiamente, onestamente e con giustizia senza vivere felici; chi non possiede tutto ciò non può vivere felice».**
In queste pagine sono state sapientemente raccolte, oltre alla celebre lettera a Meneceo sulla felicità, le massime e i pensieri di uno dei più raffinati filosofi dell’antichità. Le sue parole compongono un teorema morale di sorprendente modernità, un vero e proprio breviario di saggezza. Nonostante siano passati più di duemila anni, Epicuro parla ancora con la stessa forza all’uomo del nostro tempo: insegna a non avere timori e pregiudizi, a non temere il male e la morte, a non sorprendersi mai e a vivere seguendo soltanto gli insegnamenti dettati dalla propria coscienza.
**Epicuro**
nacque a Samo nel 341 a.C. Dopo aver studiato con il platonico Pamfilo e poi con il democriteo Nausifane, fondò a trentadue anni la scuola filosofica che da lui prende il nome, con sede prima a Mitilene e a Lampsaco, e poi ad Atene, città nella quale morì nel 271/270 a.C. Ci restano le sue epistole a Meneceo, Erodoto e Pitocle, le *Massime capitali* , numerosi frammenti di lettere e opere (tra cui quelli *Sulla natura delle cose* ), nonché le sentenze morali raccolte nello *Gnomologio vaticano epicureo*. La sua visione del mondo divenne poesia nel *De rerum natura* , l’opera di uno tra i più grandi poeti latini, Lucrezio, seguace della dottrina epicurea.

È così lieve il tuo bacio sulla fronte

Il 29 luglio 1983 la mafia fa esplodere un’autobomba in via Pipitone Federico a Palermo: muoiono il giudice Rocco Chinnici, gli uomini della sua scorta e il portiere dello stabile dove il magistrato viveva insieme alla moglie e ai figli.
Rocco Chinnici era da tempo nel mirino. Innovatore e precursore dei tempi, aveva intuito che, per contrastare efficacemente il fenomeno mafioso, era necessario riunire differenti filoni di indagine, comporre tutte le informazioni e le conoscenze che ne derivavano.
Per farlo, riunì sotto la sua guida un gruppo di giudici istruttori: Paolo Borsellino, Giovanni Falcone e Giuseppe Di Lello. L’anno dopo la sua morte, questo gruppo prenderà il nome di «pool antimafia».
La storia ci tramanda come e perché Rocco Chinnici sia stato ucciso. Ci tramanda un eroe. A lui però non sarebbe piaciuto essere chiamato così. Era prima di tutto un uomo, un padre, cui è toccata in sorte una vita straordinaria, o forse un destino, che lui ha scelto di assecondare fino alle estreme conseguenze.
Dopo decenni di silenzio, Caterina Chinnici, la figlia primogenita – a sua volta giudice, a sua volta impegnata nella lotta alla mafia, a sua volta sotto scorta – sceglie di raccontare la loro vita «di prima», serena nonostante le difficoltà, e la loro vita «dopo». Sceglie di raccontare come lei, i suoi fratelli e la madre abbiano imparato nuovamente a vivere e siano riusciti a decidere di perdonare: l’unico modo per sentirsi degni del messaggio altissimo di un padre e un marito molto amato.
«Ci siamo protetti per trent’anni dietro uno scudo di riservatezza, ma mi sono detta che forse era il momento di raccontarlo, questo giudice, dandogli sulla carta la forma che ha per me e che riconosco come sua: con tanto di manone e voce tonante, con la delicatezza struggente che usava con tutti noi e la forza incrollabile che ci ha tenuto in piedi anche dopo la sua morte».