22929–22944 di 62912 risultati

La casa Russia

Mentre il mondo festeggia il terzo anniversario della perestrojka, da Mosca una giovane donna, Katja, trova il modo di far giungere a Londra un manoscritto esplosivo. Segreti militari che potrebbero cambiare il corso della storia, indirizzati a Barley Blair, uno scalcinato editore inglese pluridivorziato, gran bevitore, appassionato di jazz, sassofonista dilettante. Barley capisce di essersi cacciato suo malgrado in un delicatissimo intrigo dal quale può uscire solo scoprendo l’identità e le intenzioni dell’autore del manoscritto. Si trova così arruolato nei Servizi Segreti britannici, ma i tempi stanno cambiando e così pure gli eroi. In questo scenario a Barley non resta altro che ascoltare le voci del cuore: nonostante i matrimoni falliti, crede ancora nell’amore e negli ideali. E in Katja sembra aver trovato entrambi… Un thriller, una storia di spionaggio e passioni tra le più amate di le Carré; un romanzo che è anche un ritratto della Russia post-sovietica e degli oscuri personaggi che si muovevano tra i rottami della cortina di ferro.
**

La casa nell’albero

Sam Gribley, quindici anni, abitante a New York, lascia la città e decide di andare a vivere da solo fra le montagne. Superati alcuni iniziali insuccessi, il ragazzo diventa un eccezionale Robinson: si scava la casa in un vecchio abete, impara ad accendere il fuoco, a cacciare, a pescare, a farsi vestiti, mobili ed utensili, a conoscere piante, fiori e radici e a prepararsi strani e gustosi pranzi. Divenuto nel frattempo inseparabile amico di uno splendido falchetto, di una simpatica donnola e di un buffo procione, Sam trascorre fra i monti il volgere di un intero indimenticabile anno.

**JEAN GEORGE** , nella sua intensa attività di autrice di libri per ragazzi – prevalentemente sul mondo della natura e degli animali – si avvale quasi sempre della collaborazione del marito, con il quale realizza, come in questo volume, anche la parte illustrativa.

**OSCAR RAGAZZI** – I libri per vivere ogni genere di avventura. Avventure in paesi lontani e nelle periferie delle grandi città, western, spionaggio, fantascienza, viaggi marini e sottomarini, esplorazioni di terre sconosciute, ma anche della soffitta di casa.

Carezze Di Velluto

Ostricara nella taverna dei genitori sulle coste del Kent, astro nascente dello scintillante firmamento del varietà londinese, prostituta da strada e infine mantenuta di una capricciosa dama: nonostante la giovane età, in pochi anni Nancy si è ritrovata a interpretare così tanti ruoli da credere di dover ormai prendere posto nel buio della sala e limitarsi a fare da spettatore al magico teatro della vita. Ma proprio quando tutto sembra perduto, la sua innata passione la spinge a recitare il ruolo più impegnativo ed esaltante: essere finalmente se stessa, libera di amare ed essere riamata senza condizionamenti di sorta. In quello che ha rappresentato il suo esordio letterario, Sarah Waters regala al lettore un erotico e picaresco romanzo d’iniziazione alla vita – in tutte le sue molteplici, spesso dolorose, sfaccettature –, tanto più straordinario perché, inseguendo i rovesci di fortuna della sua eroina, riesce a pizzicare tutte le corde dei sentimenti, a far ridere e a commuovere, a suscitare entusiasmo e compassione. Ma come sempre, anche qui il talento narrativo dell’autrice raggiunge esiti d’eccezione nel ricostruire la Londra vittoriana, l’altra grande protagonista della storia, che in queste pagine rivive sapientemente in tutta la sua atmosfera, grazie ai suoi raffinati salotti, agli scintillanti music-hall, alle squallide strade di vita, ai luoghi di dibattito politico e impegno sociale.

Cardinal – La Stagione Delle Mosche

*Chiunque abbia trascorso del tempo ad Algonquin Bay vi dirà che ci sono moltissime buone ragioni per vivere altrove.
C’è la distanza dalla civiltà, che per i canadesi significa Toronto.
C’è la graduale decadenza del centro cittadino.
Naturalmente ci sono gli inverni, lunghi e feroci.
*
*E poi, ci sono le mosche.*
La primavera ha fatto solo una fugace comparsa, ma è bastato quel breve accenno di disgelo perché ad Algonquin Bay arrivassero le mosche nere. Una sola di quelle bestiacce basterebbe a far impazzire una persona, e loro arrivano a sciami, ben attrezzate per pungere e succhiare il sangue a qualunque essere vivente. Soltanto un pazzo, o un ubriaco perso, uscirebbe senza protezione durante la stagione delle mosche ad Algonquin Bay. E invece, coperta di punture dalla testa ai piedi, piomba nella *World Tavern* una giovane donna, bellissima, con i capelli rossi fiammeggianti, e completamente priva di memoria. Soccorsa da Jerry Commanda, il poliziotto locale di origini indiane, la ragazza viene subito portata in ospedale. Dove presto i medici scoprono che i morsi delle mosche sono il minore dei suoi problemi. Qualcuno, infatti, le ha sparato alla testa, e il proiettile è rimasto nel cranio. Mentre i chirurghi tentano di salvarle la vita, John Cardinal e Lise Delorme indagano sulla sua identità. E ben presto si imbattono in un secondo raccapricciante crimine.
Se c’è un legame tra i due fatti di sangue, John Cardinal è l’unico che può trovarlo. L’unico che può interrompere la catena.
**
### Sinossi
*Chiunque abbia trascorso del tempo ad Algonquin Bay vi dirà che ci sono moltissime buone ragioni per vivere altrove.
C’è la distanza dalla civiltà, che per i canadesi significa Toronto.
C’è la graduale decadenza del centro cittadino.
Naturalmente ci sono gli inverni, lunghi e feroci.
*
*E poi, ci sono le mosche.*
La primavera ha fatto solo una fugace comparsa, ma è bastato quel breve accenno di disgelo perché ad Algonquin Bay arrivassero le mosche nere. Una sola di quelle bestiacce basterebbe a far impazzire una persona, e loro arrivano a sciami, ben attrezzate per pungere e succhiare il sangue a qualunque essere vivente. Soltanto un pazzo, o un ubriaco perso, uscirebbe senza protezione durante la stagione delle mosche ad Algonquin Bay. E invece, coperta di punture dalla testa ai piedi, piomba nella *World Tavern* una giovane donna, bellissima, con i capelli rossi fiammeggianti, e completamente priva di memoria. Soccorsa da Jerry Commanda, il poliziotto locale di origini indiane, la ragazza viene subito portata in ospedale. Dove presto i medici scoprono che i morsi delle mosche sono il minore dei suoi problemi. Qualcuno, infatti, le ha sparato alla testa, e il proiettile è rimasto nel cranio. Mentre i chirurghi tentano di salvarle la vita, John Cardinal e Lise Delorme indagano sulla sua identità. E ben presto si imbattono in un secondo raccapricciante crimine.
Se c’è un legame tra i due fatti di sangue, John Cardinal è l’unico che può trovarlo. L’unico che può interrompere la catena.

I capolavori di Jack Kerouac

Da “Sulla strada” a “Big Sur” a “I vagabondi del Dharma” questo volume riunisce i capolavori narrativi di Kerouac, che già li aveva concepiti non come unità a se stanti, ma come parti di una vera e propria “Recherche dell’epoca contemporanea”. Si tratta quindi di romanzi che si richiamano l’un l’altro, trame fitte di echi e di riprese, in uno stile che volutamente cerca le cadenze sincopate del jazz. Testi che hanno fatto la storia della letteratura contemporanea e che dipingono con straordinaria efficacia il clima di una stagione culturale irripetibile, rivelando appieno la straordinaria personalità artistica di uno degli scrittori che hanno segnato più in profondità il Novecento.

Capitalismo immateriale

L’economia immateriale è qui per restare. L’innovazione tecnologica ha ormai superato il suo punto di non ritorno e sta disegnando intorno a noi un mondo che è rapidamente cambiato. La Rivoluzione Digitale – ormai è chiaro – si configura di una potenza paragonabile a quella industriale del primo Ottocento o a quella agricola di 10000 anni fa: un drastico e radicale punto di rottura nella vita di ciascun essere umano.
Siamo pronti a gestire le conseguenze di questo immane scossone? Secondo Stefano Quintarelli, che si è occupato di questi temi fin dagli albori di Internet, non molto. Larga parte dell’opinione pubblica vive spaesata in un mondo che non riesce più a decifrare e di cui non conosce i meccanismi profondi. Ma se sono gli uomini a dover prendere in mano il proprio destino, è bene che tutti noi impariamo a capire il nostro nuovo ambiente digitale, che già ora (e sempre più in futuro) è diventato la nostra casa. Questo libro è lo strumento adatto per capire cosa sta succedendo. Lo spostamento di interesse che il capitalismo ha mostrato dall’economia materiale – nella quale si producevano beni tangibili – all’economia immateriale – nella quale si instaurano intermediazioni, che hanno regole differenti – porta con sé cambiamenti epocali nella nostra vita quotidiana, che la politica (e dunque i cittadini) deve imparare a gestire e governare, se ha a cuore il bene comune. È una sfida colossale, che si sta sviluppando a ritmi frenetici.
Nell’economia immateriale produrre, riprodurre, archiviare e spedire informazioni non costa nulla. Questo ha cambiato le regole del gioco al punto tale che le più grandi compagnie di intermediazione (nomi conosciuti come Facebook, Google, Amazon, Apple, Airbnb, Uber, ma anche molti altri, meno noti al grande pubblico) hanno fatturati che spesso superano quelli di una nazione, con margini da capogiro. Naturalmente osteggiano ogni trasformazione dannosa per i loro profitti. È una situazione inedita, che ha conseguenze pervasive nella vita di tutti, dalle relazioni sociali, alla salute, alla sicurezza e in particolare sulle prospettive future del lavoro. Tornare indietro, come farebbero i luddisti, è semplicemente impossibile; andare avanti senza governare il cambiamento è estremamente pericoloso. Non resta che capire cosa sta succedendo e agire per volgere a nostro vantaggio questa nuova sfida.

(source: Bol.com)

La capanna nella vigna. Gli anni dell’occupazione, 1945-1948

Lasciare “tracce di luce sul gioco delle onde dei giorni vissuti”, più come un “piacere che come un dovere”. Sono le parole con cui, all’inizio di un nuovo anno, Ernst Jiinger rinnova il proposito di tenere il diario, distillando in un’immagine il senso di questo libro. Bassa Sassonia, 11 aprile 1945-2 dicembre 1948: è il tempo della desolazione, in cui si piangono i propri cari o ci si consuma nell’incertezza della loro sorte. In balia degli umori degli occupanti, con la fame, il peso degli orrori che filtrano dai racconti dei prigionieri liberati dai campi di concentramento e dei nuovi profughi dell’Est che affollano le strade, si soffre l’umiliazione dell’isolamento e dell’unanime condanna internazionale, e si sperimenta una dolorosa fragilità. La resa incondizionata, la catena di esecuzioni e suicidi dei potenti della stagione appena conclusa la capitolazione giapponese e le bombe su Hiroshima e Nagasaki; come pure il ripristino della corrente elettrica, la prima lettera ricevuta, la fioritura del giardino, il miracolo di un fossile che ci ricorda la vitalità e l’unità dell’universo al di là del tempo e dello spazio: ogni cosa viene puntualmente annotata. La resurrezione cui pian piano si assiste passa per le piccole cose, per una quotidianità di lavoro, letture, abitudini e affetti ritrovati o onorati nel ricordo (come il figlio Ernstel, caduto sul fronte italiano nel 1944); ma anche per un primo tentativo di valutazione di quanto è accaduto.
**

Il Canzoniere

Il Canzoniere ( titolo originale Rerum vulgarium fragmenta) è una delle opere più famose di tutta la storia letteraria italiana ed europea, la modernità del Petrarca è presente nel ritmo lento e malinconico dei suoi passi, come una musica che a tratti sciolga la passione in una infinita tristezza.
La voce del narratore recita le più belle poesie di Petrarca, tratte dal Canzoniere dove l’autore, prende in esame i suoi sentimenti, analizza il suo amore non corrisposto per Laura ( chiunque sia stata questa donna) ed esplora le sue crisi più profonde e irrisolte.
Dettaglio brani: 01) Voi ch’ascoltate – 02) Era il giorno – 03) Movesi il vecchierel – 04) Solo et pensoso – 05) Benedetto sia ‘l giorno – 06) Padre del ciel – 07) Erano i capei d’oro – 08) Chiare fresche et dolci acque – 09) Italia mia – 10) Di pensier in pensier – 11) O cameretta – 12) Oimé il bel viso – 13) La vita fugge – 14) Zephiro torna – 15) Né per sereno – 16) I’vo piangendo.
Questo Audio-eBook è nel formato EPUB 3 che ha funzioni molto importanti per la didattica, soprattutto l’evidenziazione del testo scritto che viene contemporaneamente ascoltato, migliorando così l’apprendimento linguistico, emotivo ed empatico attraverso la Lettura+Ascolto di libri e audiolibri.
Per fruire al meglio di questo Audio-eBook da leggere e ascoltare in sincronia leggi la pagina d’aiuto a questo link:
https://help.streetlib.com/hc/it/articles/211787685-Come-leggere-gli-audio-ebook

Il Cantante Nella Notte

«Savičević narra con una lingua espressamente poetica che irradia immagini straordinarie»*Berliner Zeitung*
«Olja Savičević si conferma non solo una scrittrice di prosa dallo stile estremante raffinato, ma dimostra un grande talento nel maneggiare e combinare differenti influssi poetici e generi letterari» *Portal Novosti*
Una sceneggiatrice di soap opera di successo, Naranča Peović, sfreccia a bordo di una cabriolet dorata attraverso la Dalmazia, alla ricerca del suo primo amore: Slavuj Mitrović, un eccentrico artista.
Da Spalato alla Bosnia più remota, passando per le indimenticate Zagabria e Lubiana, Naranča compie un viaggio a ritroso nella memoria. Proprio mentre i suoi ricordi e le sue abilità vengono progressivamente meno a causa di un incidente stradale, la donna fissa sul nastro di un registratore il racconto della sua vita e del rapporto con Slavuj, così da mettere al sicuro la propria identità e la propria storia: la storia di una giovane che, grazie al talento per la scrittura, è diventata ricca e celebre, ma ha perso il suo amore più grande.
*Il cantante nella notte* è un romanzo *on the road*, un’intensa narrazione d’amore, con una trama da giallo che procede per quadri e lettere scritte dalla penna di un artista visionario.
Una ‘romanza’ che canta l’amore ai tempi del capitalismo e dell’oblio, e la memoria soggettiva che relativizza la realtà.
Un romanzo di ricerca, in cui la scrittura di Olja Savičević emerge potente, poetica, densa e compressa come l’universo prima del Big Bang, ricca di citazioni e prestiti da autori classici e contemporanei, pronta a essere citata a sua volta sui muri delle nostre città:«L’amore è l’unico vero spettacolo offerto, se non vi piace la guerra».

Cammina Con Me

Quando Eli Block entra nel soggiorno dei suoi genitori e vede seduto sul divano il ragazzo per cui aveva una cotta da ragazzino, dà il via a una spudorata campagna per sedurre il giovane rabbino. Sfortunatamente, Seth Cohen si ricorda a malapena di Eli e rifiuta categoricamente le sue avances.

Quando una tenue amicizia si trasforma poi in un forte legame, Eli deve trovare il modo per passare sopra all’amore che prova pur di tenere il suo migliore amico nella propria vita. Non è una cosa facile da fare quando la stessa persona riveste entrambi i ruoli.

Il corretto e professionale Seth resta scioccato dall’impudenza di Eli, dalla sua aperta sessualità e dal modo in cui sfida le norme sociali. Ma si sente anche attratto da quell’uomo allegro, divertente e solare. Mentre il tempo passa e la loro amicizia si approfondisce, Seth guarda Eli maturare e diventare un uomo che ammira e rispetta. Quando Seth finalmente scopre di desiderare ciò che Eli gli ha così facilmente offerto, deve decidere se deviare dalla sua strada sicura per costruire un futuro con lui.
(source: Bol.com)

Cambio di paradigma

Per uscire da una crisi serve un cambio di paradigma. Bisogna cambiare regole e prospettive, adeguare il proprio sguardo a un modo nuovo di interpretare la realtà. E prima che si stabilisca un nuovo paradigma, una nuova normalità, esiste un momento in cui tutte le possibilità sono aperte. Mauro Magatti è uno dei più importanti sociologi contemporanei, sempre più presente nel dibattito pubblico, e dimostra che ci troviamo esattamente in quel momento. Il 2008 ha segnato l’inizio di una crisi economica che si è rivelata anche politica e culturale e ha portato alla fine di un’epoca. Fino ad allora il neoliberismo era stato il modello al quale avevamo affidato le nostre prospettive di crescita economica e di benessere. Ora quel modello è saturo, perché non più capace di rispondere alle esigenze di un mercato globale sempre più selvaggio e sregolato, né alla degenerazione della politica, sempre più populista e nazionalista. Ma questa, spiega Magatti, è una grande occasione. Perché se le vecchie regole non sono più valide, questo è il momento in cui possiamo inventarne di nuove. L’importante è avere chiara una direzione. E la direzione è quella della rinuncia alla cieca economia del consumo, per giungere a uno scambio sostenibile. “Solo la combinazione tra sostenibilità e logica contributiva può permettere di ricostruire su basi nuove il rapporto tra economia e società che il neoliberismo ha col tempo mandato in frantumi. E così rispondere alla domanda sulla natura della prossima crescita economica, nel quadro di una nuova stagione della democrazia.”
(source: Bol.com)

La caduta dei templari

Nessuno lo avrebbe mai più dimenticato, quel venerdì. Venerdì 13 ottobre 1307, a Parigi. Il giorno del tradimento e dell’infamia, il giorno della fine dei Templari. Certo non lo avrebbe mai dimenticato Sir William Sinclair, discendente di messer Stefano Saint-Clair, che due secoli prima, a Gerusalemme, aveva fondato l’Ordine insieme ad altri monaci. Sir William sedeva nel consiglio dei Templari, era il custode del misterioso tesoro che era rimasto sepolto per secoli sotto le macerie del Tempio di Salomone e che aveva fatto la fortuna dell’Ordine. Per questo, il giorno in cui Filippo il Bello, re di Francia, e papa Clemente V scatenano la caccia ai Templari, Sir William non può far altro che fuggire. Con lui, pochi fedeli sopravvissuti e una donna, Lady Jessica Randolph baronessa di St. Valery. Sarà proprio lei a far comprendere a Sir William che è giunto il momento di lasciarsi alle spalle la fedeltà e i voti fatti a una Chiesa che lo ha tradito e ha messo in pericolo la sua vita. Il suo destino è quello di raggiungere la terra di cui parla la tradizione templare, al di là del Grande Mare d’Occidente, l’unico luogo in cui potrà custodire il tesoro dell’Ordine e trovare finalmente la pace.
(source: Bol.com)

Un cadavere a Deptford

Christopher Marlowe venne assassinato il 30 maggio 1593, in una locanda di Deptford. Ateo, bestemmiatore, omosessuale, ubriacone e spia, amante delle risse da taverna, l’autore di capolavori come Edoardo II e Doctor Faustus, L’ebreo di Malta e Tamerlano, sembrava destinato a una morte violenta, che resta però avvolta nelle nebbie della storia. Per svelare il mistero, Anthony Burgess ha dato voce a un anonimo attore, compagno di varie avventure teatrali, erotiche e politiche dello scrittore elisabettiano. Questo testimone indiscreto ci racconta la folgorante parabola di un eroe seducente e scomodo, geniale e maledetto: scapestrato studente a Oxford, spia a Reims, coinvolto nella lotta senza esclusione di colpi tra protestanti e cattolici, protagonista di amori, sbronze e scazzottate in una Londra febbrile e sorprendente, senza dimenticare il confronto con il coetaneo Shakespeare…

Caccia al drago

A te è toccato il compito di eliminare il terribile Drago di Ottone, il mostro infernale che semina il terrore nelle pacifiche contrade di Avalon.

Buono da mangiare

Perché alcuni mangiano cani, gatti e dingo, mentre altri evitano la carne di mucca, maiale o cavallo? Perché alcuni odiano il latte e i suoi derivati, mentre altri considerano cibo prelibato lombrichi e cavallette? Perché le abitudini alimentari dei popoli cambiano nel tempo e sono così diverse?
Dalla preistoria ai giorni nostri, dai riti sacrificali all’hamburger del fast-food: appassionante come la trama avventurosa di un romanzo, la ricerca dell’antropologo americano conduce il lettore a continue scoperte, avvicinandolo a gusti e disgusti noti e ignoti, ciascuno specchio di storie affascinanti e di realtà all’apparenza inspiegabili.

Una Bugia Per Farti Innamorare

**Può, una semplice bugia, trasformarsi nella più bella storia d’amore?**
Sutton è a un passo dalla laurea, quando sua sorella Chloe s’iscrive alla stessa università, portando scompiglio nella sua vita già divisa tra l’impegno come femminista e attivista per i diritti civili e il suo segretissimo blog che usa per portare a galla scandali legati agli studenti del campus. Come se non bastasse, Chloe perde subito la testa per Adrian Chase, promessa olimpica del nuoto e oggetto del desiderio di tutte le ragazze, facendo subito preoccupare il padre che chiederà aiuto alla figlia maggiore. Prima che se ne renda conto, Sutton si ritroverà così a fingere di essere innamorata di Adrian, fino ad arrivare a sedurlo pur di tenerlo alla larga dal fragile cuore della sorella.
Peccato che Adrian non è chi lei pensa che sia…

**Victory Storm**
È nata ad Aosta nel 1983. Ha fatto l’insegnante, l’Interior Designer e infine ha cambiato vita. È diventata vegana ed è ritornata a inseguire il suo sogno: la scrittura. È appassionata di libri, manga, serie TV e Feng Shui. *Ogni tuo desiderio è un ordine, bastardo* è stato pubblicato come ebook scalando le classifiche degli store online.
**
### Sinossi
**Può, una semplice bugia, trasformarsi nella più bella storia d’amore?**
Sutton è a un passo dalla laurea, quando sua sorella Chloe s’iscrive alla stessa università, portando scompiglio nella sua vita già divisa tra l’impegno come femminista e attivista per i diritti civili e il suo segretissimo blog che usa per portare a galla scandali legati agli studenti del campus. Come se non bastasse, Chloe perde subito la testa per Adrian Chase, promessa olimpica del nuoto e oggetto del desiderio di tutte le ragazze, facendo subito preoccupare il padre che chiederà aiuto alla figlia maggiore. Prima che se ne renda conto, Sutton si ritroverà così a fingere di essere innamorata di Adrian, fino ad arrivare a sedurlo pur di tenerlo alla larga dal fragile cuore della sorella.
Peccato che Adrian non è chi lei pensa che sia…

**Victory Storm**
È nata ad Aosta nel 1983. Ha fatto l’insegnante, l’Interior Designer e infine ha cambiato vita. È diventata vegana ed è ritornata a inseguire il suo sogno: la scrittura. È appassionata di libri, manga, serie TV e Feng Shui. *Ogni tuo desiderio è un ordine, bastardo* è stato pubblicato come ebook scalando le classifiche degli store online.