22689–22704 di 81643 risultati

Le cronache del ghiaccio e del fuoco vol. 1

In una terra fuori dal mondo, dove le estati e gli inverni possono durare intere generazioni, sta per esplodere un immane conflitto. Ha inizio qui, nei Sette Regni, una delle più famose saghe del fantasy: “Le cronache del Ghiaccio e del Fuoco”. Nel Sud caldo e opulento, sul Trono di Spade siede Robert Baratheon, irruente e impulsivo sovrano. La lunga pace che ha accompagnato il suo regno sta per finire: forze minacciose vanno schierandosi in campo. Il re è costretto ad allearsi con il signore del Nord, Eddard Stark, per fronteggiare i nemici, sopra a tutti la famiglia più ricca dei Sette Regni, i Lannister, che coltiva ambizioni grandiose e ordisce macchinazioni segrete per impossessarsi del Trono di Spade. Accecati dalle passioni, mossi da odi nascosti e risentimenti mai sopiti, gli avversari si combattono senza capire che il vero nemico, la più autentica minaccia, è altrove. Dall’estremo Nord infatti premono tribù ostili, animali primordiali e soprattutto gli Estranei, esseri misteriosi che odiano la vita, il calore, il fuoco e l’estate e che attaccano i Guardiani della notte, custodi della Barriera, una muraglia ciclopica eretta per difendere i Sette Regni. Uno scontro dal quale potrebbe dipendere l’esistenza stessa di tutte le nobili casate.

In una terra fuori dal mondo, dove le estati e gli inverni possono durare intere generazioni, sta per esplodere un immane conflitto. Ha inizio qui, nei Sette Regni, una delle più famose saghe del fantasy: “Le cronache del Ghiaccio e del Fuoco”. Nel Sud caldo e opulento, sul Trono di Spade siede Robert Baratheon, irruente e impulsivo sovrano. La lunga pace che ha accompagnato il suo regno sta per finire: forze minacciose vanno schierandosi in campo. Il re è costretto ad allearsi con il signore del Nord, Eddard Stark, per fronteggiare i nemici, sopra a tutti la famiglia più ricca dei Sette Regni, i Lannister, che coltiva ambizioni grandiose e ordisce macchinazioni segrete per impossessarsi del Trono di Spade. Accecati dalle passioni, mossi da odi nascosti e risentimenti mai sopiti, gli avversari si combattono senza capire che il vero nemico, la più autentica minaccia, è altrove. Dall’estremo Nord infatti premono tribù ostili, animali primordiali e soprattutto gli Estranei, esseri misteriosi che odiano la vita, il calore, il fuoco e l’estate e che attaccano i Guardiani della notte, custodi della Barriera, una muraglia ciclopica eretta per difendere i Sette Regni. Uno scontro dal quale potrebbe dipendere l’esistenza stessa di tutte le nobili casate.

Only registered users can download this free product.

Croissant e biscotti

Un volume per tutti coloro che amano la prima colazione, pasto fondamentale per iniziare al meglio la giornata, e i sani ma golosi spuntini. Luca Montersino, creatore di dolci salutistici preparati con ingredienti di altissima qualità, insegna le nozioni di base (i cereali, la pasta frolla, lievitata, salata…) e mostra le ricette, da seguire passo dopo passo, per sfornare biscotti da inzuppo e croissant, preparare creme da spalmare, yogurt sfiziosi, bevande e cibi sicuri anche per chi soffre di intolleranze alimentari e ricreare le tipiche colazioni straniere. **

Un volume per tutti coloro che amano la prima colazione, pasto fondamentale per iniziare al meglio la giornata, e i sani ma golosi spuntini. Luca Montersino, creatore di dolci salutistici preparati con ingredienti di altissima qualità, insegna le nozioni di base (i cereali, la pasta frolla, lievitata, salata…) e mostra le ricette, da seguire passo dopo passo, per sfornare biscotti da inzuppo e croissant, preparare creme da spalmare, yogurt sfiziosi, bevande e cibi sicuri anche per chi soffre di intolleranze alimentari e ricreare le tipiche colazioni straniere. **

Only registered users can download this free product.

Così in terra

Davidù sale sul ring per la prima volta a nove anni. Cresciuto senza un padre – il Paladino, pugile fenomenale, morto poco prima della sua nascita – in una Palermo sporca, violenta e luminosa, sotto la protezione del gigantesco zio Umbertino e dell’enigmatico nonno Rosario, ci racconta cinquant’anni di storia, dalle bombe della seconda guerra mondiale a quelle di mafia del ’92, accompagnato da una schiera di personaggi memorabili: il compagno di giochi Gerruso, il Maestro di boxe Franco, il tenente D’Arpa, la saggia nonna Provvidenza, Nina dalla bocca di gelso e altri ancora. Le loro storie si intrecciano le une nelle pieghe delle altre, delineando con grazia e ferocia il ritratto di una famiglia, di una città e di un mondo perennemente in battaglia. **
### Recensione
Il primo romanzo del drammaturgo e attore Davide Enia è un libro composto da un insieme di storie che si alternano come le scene di un’opera teatrale.
Molti dei personaggi fanno la loro comparsa su un palcoscenico che ha la forma di una moderna arena: il ring di un incontro di pugilato. Tutti devono superare la propria linea d’ombra, il punto di non ritorno, come nei racconti di Tim O’Brien: il nonno Rosario sopravvissuto alla prigionia in Africa, lo zio Umbertino, pugile sconfitto e seduttore, il padre Francesco, morto poco prima di combattere per il titolo nazionale e infine il giovanissimo Davidù, figlio, nipote e pugile, soprannominato il “Poeta”, a cui viene lasciata un’eredità ingombrante e un vuoto da colmare: il riscatto di tutte le sconfitte subite sul ring e l’iniziazione più ardua, quella di narrare la storia.

In lui confluiscono i racconti di un’epopea familiare che si avvicendano in un intreccio di tempi ed epoche diverse, dando l’impressione di un eterno presente, dove le bombe lanciate sulla Palermo della seconda guerra mondiale lasciano il posto a quelle della strage di Capaci.
Sullo sfondo scorrono inesorabili gli anni e i pugili, le sconfitte e i lutti, gli amori e le amicizie, soprattutto quella autentica di Gerruso, inseparabile coetaneo di Davidù, narrati con le parole di una lingua sospesa tra italiano e dialetto, che unisce fra loro le differenti generazioni. Proprio come il pugilato, inequivocabile metafora della lotta per la sopravvivenza.
Ma sul ring e sulle pagine di un libro può passare tutta l’umanità: ogni pugile da sfidare è un mondo da leggere e i suoi colpi figure retoriche da decifrare. La boxe ha qui la stessa dignità di un codice linguistico con una sintassi e un lessico precisi, una grammatica del corpo e del movimento in cui scene di lotta si succedono a passi di danza.
La scrittura di Davide Enia ne diffonde l’eco: puntiforme, diretta, sincopata, simile a un alternarsi di pugni e respiri, un insieme di tenui bagliori, luci remote lasciate da stelle ormai scomparse, ma difficili da dimenticare, come certe pagine di questo romanzo.
O come l’immagine surreale di Arthur Cravan, pugile e poeta, su una barca al largo dell’oceano, e all’orizzonte il desiderio di una terra promessa, che purtroppo, a differenza di Davidù, egli non riuscirà mai a raggiungere.
Recensione di Silvia Mazzucchelli, *www.doppiozero.com
*
### Sinossi
Davidù sale sul ring per la prima volta a nove anni. Cresciuto senza un padre – il Paladino, pugile fenomenale, morto poco prima della sua nascita – in una Palermo sporca, violenta e luminosa, sotto la protezione del gigantesco zio Umbertino e dell’enigmatico nonno Rosario, ci racconta cinquant’anni di storia, dalle bombe della seconda guerra mondiale a quelle di mafia del ’92, accompagnato da una schiera di personaggi memorabili: il compagno di giochi Gerruso, il Maestro di boxe Franco, il tenente D’Arpa, la saggia nonna Provvidenza, Nina dalla bocca di gelso e altri ancora. Le loro storie si intrecciano le une nelle pieghe delle altre, delineando con grazia e ferocia il ritratto di una famiglia, di una città e di un mondo perennemente in battaglia.

Davidù sale sul ring per la prima volta a nove anni. Cresciuto senza un padre – il Paladino, pugile fenomenale, morto poco prima della sua nascita – in una Palermo sporca, violenta e luminosa, sotto la protezione del gigantesco zio Umbertino e dell’enigmatico nonno Rosario, ci racconta cinquant’anni di storia, dalle bombe della seconda guerra mondiale a quelle di mafia del ’92, accompagnato da una schiera di personaggi memorabili: il compagno di giochi Gerruso, il Maestro di boxe Franco, il tenente D’Arpa, la saggia nonna Provvidenza, Nina dalla bocca di gelso e altri ancora. Le loro storie si intrecciano le une nelle pieghe delle altre, delineando con grazia e ferocia il ritratto di una famiglia, di una città e di un mondo perennemente in battaglia. **
### Recensione
Il primo romanzo del drammaturgo e attore Davide Enia è un libro composto da un insieme di storie che si alternano come le scene di un’opera teatrale.
Molti dei personaggi fanno la loro comparsa su un palcoscenico che ha la forma di una moderna arena: il ring di un incontro di pugilato. Tutti devono superare la propria linea d’ombra, il punto di non ritorno, come nei racconti di Tim O’Brien: il nonno Rosario sopravvissuto alla prigionia in Africa, lo zio Umbertino, pugile sconfitto e seduttore, il padre Francesco, morto poco prima di combattere per il titolo nazionale e infine il giovanissimo Davidù, figlio, nipote e pugile, soprannominato il “Poeta”, a cui viene lasciata un’eredità ingombrante e un vuoto da colmare: il riscatto di tutte le sconfitte subite sul ring e l’iniziazione più ardua, quella di narrare la storia.

In lui confluiscono i racconti di un’epopea familiare che si avvicendano in un intreccio di tempi ed epoche diverse, dando l’impressione di un eterno presente, dove le bombe lanciate sulla Palermo della seconda guerra mondiale lasciano il posto a quelle della strage di Capaci.
Sullo sfondo scorrono inesorabili gli anni e i pugili, le sconfitte e i lutti, gli amori e le amicizie, soprattutto quella autentica di Gerruso, inseparabile coetaneo di Davidù, narrati con le parole di una lingua sospesa tra italiano e dialetto, che unisce fra loro le differenti generazioni. Proprio come il pugilato, inequivocabile metafora della lotta per la sopravvivenza.
Ma sul ring e sulle pagine di un libro può passare tutta l’umanità: ogni pugile da sfidare è un mondo da leggere e i suoi colpi figure retoriche da decifrare. La boxe ha qui la stessa dignità di un codice linguistico con una sintassi e un lessico precisi, una grammatica del corpo e del movimento in cui scene di lotta si succedono a passi di danza.
La scrittura di Davide Enia ne diffonde l’eco: puntiforme, diretta, sincopata, simile a un alternarsi di pugni e respiri, un insieme di tenui bagliori, luci remote lasciate da stelle ormai scomparse, ma difficili da dimenticare, come certe pagine di questo romanzo.
O come l’immagine surreale di Arthur Cravan, pugile e poeta, su una barca al largo dell’oceano, e all’orizzonte il desiderio di una terra promessa, che purtroppo, a differenza di Davidù, egli non riuscirà mai a raggiungere.
Recensione di Silvia Mazzucchelli, *www.doppiozero.com
*
### Sinossi
Davidù sale sul ring per la prima volta a nove anni. Cresciuto senza un padre – il Paladino, pugile fenomenale, morto poco prima della sua nascita – in una Palermo sporca, violenta e luminosa, sotto la protezione del gigantesco zio Umbertino e dell’enigmatico nonno Rosario, ci racconta cinquant’anni di storia, dalle bombe della seconda guerra mondiale a quelle di mafia del ’92, accompagnato da una schiera di personaggi memorabili: il compagno di giochi Gerruso, il Maestro di boxe Franco, il tenente D’Arpa, la saggia nonna Provvidenza, Nina dalla bocca di gelso e altri ancora. Le loro storie si intrecciano le une nelle pieghe delle altre, delineando con grazia e ferocia il ritratto di una famiglia, di una città e di un mondo perennemente in battaglia.

Only registered users can download this free product.

Il Corvo

**Lui è un assassino. Un mafioso.**
L’ultimo uomo al mondo con cui vorrei stare. Non perderò la testa solo perché è sexy, irlandese, e sfoggia un malizioso accento.
È una delle poche piste nella scomparsa della mia migliore amica, e non mi fido di lui.
Così, ho in mente alcune regole, quando si tratta di avere a che fare con Lachlan Crow.
1\. Rimanere lucida e non distrarmi.
2\. Fare ciò che è necessario e non dimenticare mai perché sono qui.
3\. Non innamorarmi mai, e sottolineo mai, di lui.
Quarta ed ultima regola?
Gettare via tutto il libro. Perché non si applicano regole, quando si ha a che fare con la mafia irlandese.
Doveva essere solo temporaneo, ma ora Lachlan crede di possedermi. Dice che non mi lascerà andare.
E io gli credo.
* * *
Questo è un romanzo standalone, che vede come protagonisti sexy mafiosi irlandesi. **
### Sinossi
**Lui è un assassino. Un mafioso.**
L’ultimo uomo al mondo con cui vorrei stare. Non perderò la testa solo perché è sexy, irlandese, e sfoggia un malizioso accento.
È una delle poche piste nella scomparsa della mia migliore amica, e non mi fido di lui.
Così, ho in mente alcune regole, quando si tratta di avere a che fare con Lachlan Crow.
1\. Rimanere lucida e non distrarmi.
2\. Fare ciò che è necessario e non dimenticare mai perché sono qui.
3\. Non innamorarmi mai, e sottolineo mai, di lui.
Quarta ed ultima regola?
Gettare via tutto il libro. Perché non si applicano regole, quando si ha a che fare con la mafia irlandese.
Doveva essere solo temporaneo, ma ora Lachlan crede di possedermi. Dice che non mi lascerà andare.
E io gli credo.
* * *
Questo è un romanzo standalone, che vede come protagonisti sexy mafiosi irlandesi.

**Lui è un assassino. Un mafioso.**
L’ultimo uomo al mondo con cui vorrei stare. Non perderò la testa solo perché è sexy, irlandese, e sfoggia un malizioso accento.
È una delle poche piste nella scomparsa della mia migliore amica, e non mi fido di lui.
Così, ho in mente alcune regole, quando si tratta di avere a che fare con Lachlan Crow.
1\. Rimanere lucida e non distrarmi.
2\. Fare ciò che è necessario e non dimenticare mai perché sono qui.
3\. Non innamorarmi mai, e sottolineo mai, di lui.
Quarta ed ultima regola?
Gettare via tutto il libro. Perché non si applicano regole, quando si ha a che fare con la mafia irlandese.
Doveva essere solo temporaneo, ma ora Lachlan crede di possedermi. Dice che non mi lascerà andare.
E io gli credo.
* * *
Questo è un romanzo standalone, che vede come protagonisti sexy mafiosi irlandesi. **
### Sinossi
**Lui è un assassino. Un mafioso.**
L’ultimo uomo al mondo con cui vorrei stare. Non perderò la testa solo perché è sexy, irlandese, e sfoggia un malizioso accento.
È una delle poche piste nella scomparsa della mia migliore amica, e non mi fido di lui.
Così, ho in mente alcune regole, quando si tratta di avere a che fare con Lachlan Crow.
1\. Rimanere lucida e non distrarmi.
2\. Fare ciò che è necessario e non dimenticare mai perché sono qui.
3\. Non innamorarmi mai, e sottolineo mai, di lui.
Quarta ed ultima regola?
Gettare via tutto il libro. Perché non si applicano regole, quando si ha a che fare con la mafia irlandese.
Doveva essere solo temporaneo, ma ora Lachlan crede di possedermi. Dice che non mi lascerà andare.
E io gli credo.
* * *
Questo è un romanzo standalone, che vede come protagonisti sexy mafiosi irlandesi.

Only registered users can download this free product.

Una corsa contro il tempo

Jack Devlin rischia la pena capitale e, poiché non può permettersi un difensore, tocca a Eve, avvocato d’ufficio della procura di Denver, occuparsi del suo caso. Un caso come un altro, almeno in apparenza. Un uomo celebre, ricco, arrivato, che ha ucciso la bella moglie in un accesso di gelosia. Eve Marchand, da sempre contraria alla pena di morte, accetta l’incarico, anche se a malincuore. Poi le prove un po’ troppo convincenti la insospettiscono, la personalità chiusa del suo cliente la incuriosisce e il caso Devlin diventa per lei non solo una sorta di sfida ma anche una missione… **
### Sinossi
Jack Devlin rischia la pena capitale e, poiché non può permettersi un difensore, tocca a Eve, avvocato d’ufficio della procura di Denver, occuparsi del suo caso. Un caso come un altro, almeno in apparenza. Un uomo celebre, ricco, arrivato, che ha ucciso la bella moglie in un accesso di gelosia. Eve Marchand, da sempre contraria alla pena di morte, accetta l’incarico, anche se a malincuore. Poi le prove un po’ troppo convincenti la insospettiscono, la personalità chiusa del suo cliente la incuriosisce e il caso Devlin diventa per lei non solo una sorta di sfida ma anche una missione…

Jack Devlin rischia la pena capitale e, poiché non può permettersi un difensore, tocca a Eve, avvocato d’ufficio della procura di Denver, occuparsi del suo caso. Un caso come un altro, almeno in apparenza. Un uomo celebre, ricco, arrivato, che ha ucciso la bella moglie in un accesso di gelosia. Eve Marchand, da sempre contraria alla pena di morte, accetta l’incarico, anche se a malincuore. Poi le prove un po’ troppo convincenti la insospettiscono, la personalità chiusa del suo cliente la incuriosisce e il caso Devlin diventa per lei non solo una sorta di sfida ma anche una missione… **
### Sinossi
Jack Devlin rischia la pena capitale e, poiché non può permettersi un difensore, tocca a Eve, avvocato d’ufficio della procura di Denver, occuparsi del suo caso. Un caso come un altro, almeno in apparenza. Un uomo celebre, ricco, arrivato, che ha ucciso la bella moglie in un accesso di gelosia. Eve Marchand, da sempre contraria alla pena di morte, accetta l’incarico, anche se a malincuore. Poi le prove un po’ troppo convincenti la insospettiscono, la personalità chiusa del suo cliente la incuriosisce e il caso Devlin diventa per lei non solo una sorta di sfida ma anche una missione…

Only registered users can download this free product.

La Corona di York

Lui era la mia unica speranza. Easton Bay: **un uomo spietato, bello e sensibile tanto quanto crudele.** Ogni suo tocco mi fa venire i brividi lungo la schiena. **Lo bramo.** Mi ha salvato una volta, ma lo farà ancora? È un mistero. Un enigma. Un’incertezza. **Dentro di lui risiede l’oscurità.** Mi spaventa. **Eppure mi avvicino a lui con ogni respiro.** Sono dipendente da lui, è la mia droga.Cosa succede quando non ne ho abbastanza? **RECENSIONI A CHARLOTTE BYRD** “Decadente, delizioso e pericolosamente coinvolgente!” – Recensione Amazon ★★★★★“Stuzzicante e magistralmente intrecciato, nessun lettore può resistere alla sua attrazione. UN MUST!” Bobbi Koe, recensione Amazon ★★★★★“Accattivante” – Crystal Jones, recensione Amazon ★★★★★”Eccitante, intenso, sensuale” – Rock, recensione Amazon ★★★★★“Sexy, misterioso, che trasuda passione…” – Mrs. K, recensione Amazon ★★★★★“Charlotte Byrd è una scrittrice brillante. Ho letto molto, e ho riso e pianto. Ha scritto un libro bilanciato con personaggi brillanti. Ben fatto!” – Recensione Amazon ★★★★★“Veloce, oscuro, coinvolgente e avvincente” – Recensione Amazon ★★★★★“Hot, avvolgente, e una trama fantastica.” – Christine Reese ★★★★★“Mio Dio… Charlotte mi ha reso un fan per tutta la vita.” – JJ, recensione Amazon ★★★★★”La tensione e la chimica sono al massimo livello d’allarme.” – Sharon, recensione Amazon ★★★★★“Spinto, sexy, intrigante viaggio di Ellie e del signor Aiden Black. – Robin Langelier ★★★★★“Wow. Semplicemente wow. Charlotte Byrd mi lascia senza parole… Mi ha sicuramente tenuta sul bordo della sedia. Una volta iniziato, non lo riporrete più.” – Recensione Amazon ★★★★★“Sexy, appassionante e accattivante!” – Charmaine, recensione Amazon ★★★★★“Intrighi, desiderio e grandi personaggi… cosa chiedere di più?!” – Dragonfly Lady ★★★★★“Un libro fantastico. Estremamente coinvolgente, accattivante e un’interessante lettura sexy. Non riuscirei a smettere di leggerlo.” – Kim F, recensione Amazon ★★★★★“Semplicemente la storia migliore. Tutto quello che mi piace leggere, e molto di più. Una storia così bella che la rileggerei ancora e ancora. Da custodire con cura!!” – Wendy Ballard ★★★★★“Ha la quantità perfetta di colpi di scena. Ho subito stabilito un legame con l’eroina e, naturalmente, con Mr. Black. YUM. È sexy, è sfacciato, è appassionante. È tutto.” – Khardine Gray, autrice di romanzi bestseller ★★★★★ **

Lui era la mia unica speranza. Easton Bay: **un uomo spietato, bello e sensibile tanto quanto crudele.** Ogni suo tocco mi fa venire i brividi lungo la schiena. **Lo bramo.** Mi ha salvato una volta, ma lo farà ancora? È un mistero. Un enigma. Un’incertezza. **Dentro di lui risiede l’oscurità.** Mi spaventa. **Eppure mi avvicino a lui con ogni respiro.** Sono dipendente da lui, è la mia droga.Cosa succede quando non ne ho abbastanza? **RECENSIONI A CHARLOTTE BYRD** “Decadente, delizioso e pericolosamente coinvolgente!” – Recensione Amazon ★★★★★“Stuzzicante e magistralmente intrecciato, nessun lettore può resistere alla sua attrazione. UN MUST!” Bobbi Koe, recensione Amazon ★★★★★“Accattivante” – Crystal Jones, recensione Amazon ★★★★★”Eccitante, intenso, sensuale” – Rock, recensione Amazon ★★★★★“Sexy, misterioso, che trasuda passione…” – Mrs. K, recensione Amazon ★★★★★“Charlotte Byrd è una scrittrice brillante. Ho letto molto, e ho riso e pianto. Ha scritto un libro bilanciato con personaggi brillanti. Ben fatto!” – Recensione Amazon ★★★★★“Veloce, oscuro, coinvolgente e avvincente” – Recensione Amazon ★★★★★“Hot, avvolgente, e una trama fantastica.” – Christine Reese ★★★★★“Mio Dio… Charlotte mi ha reso un fan per tutta la vita.” – JJ, recensione Amazon ★★★★★”La tensione e la chimica sono al massimo livello d’allarme.” – Sharon, recensione Amazon ★★★★★“Spinto, sexy, intrigante viaggio di Ellie e del signor Aiden Black. – Robin Langelier ★★★★★“Wow. Semplicemente wow. Charlotte Byrd mi lascia senza parole… Mi ha sicuramente tenuta sul bordo della sedia. Una volta iniziato, non lo riporrete più.” – Recensione Amazon ★★★★★“Sexy, appassionante e accattivante!” – Charmaine, recensione Amazon ★★★★★“Intrighi, desiderio e grandi personaggi… cosa chiedere di più?!” – Dragonfly Lady ★★★★★“Un libro fantastico. Estremamente coinvolgente, accattivante e un’interessante lettura sexy. Non riuscirei a smettere di leggerlo.” – Kim F, recensione Amazon ★★★★★“Semplicemente la storia migliore. Tutto quello che mi piace leggere, e molto di più. Una storia così bella che la rileggerei ancora e ancora. Da custodire con cura!!” – Wendy Ballard ★★★★★“Ha la quantità perfetta di colpi di scena. Ho subito stabilito un legame con l’eroina e, naturalmente, con Mr. Black. YUM. È sexy, è sfacciato, è appassionante. È tutto.” – Khardine Gray, autrice di romanzi bestseller ★★★★★ **

Only registered users can download this free product.

Il Corano e la sua interpretazione

Non sono molti i libri seri sull’Islam che si possono trovare in libreria. Per questo al lettore non avvertito occorre segnalare con forza questo di Massimo Campanini: è un’ottima introduzione non solo al testo sacro dei musulmani, ma anche alla religione islamica stessa. Fabrizio Vecoli, “L’Indice”
Il Corano è il libro sacro dell’Islam, anzi nella cultura islamica è, per antonomasia, ‘il Libro’. Testo religioso, spirituale e pratico a un tempo, Logos di Dio, inimitabile per suo stesso assunto, libro dai molti nomi e dai molteplici modi di lettura, ‘mare profondo’ che non può essere esaurito: accostarsi a esso rappresenta per noi occidentali un’impresa irta di difficoltà.
In queste pagine, un percorso di conoscenza e comprensione del Corano: le vicende della composizione, la struttura, i temi portanti e, soprattutto, l’interpretazione, indispensabile chiave d’accesso al messaggio divino. **
### Sinossi
Non sono molti i libri seri sull’Islam che si possono trovare in libreria. Per questo al lettore non avvertito occorre segnalare con forza questo di Massimo Campanini: è un’ottima introduzione non solo al testo sacro dei musulmani, ma anche alla religione islamica stessa. Fabrizio Vecoli, “L’Indice”
Il Corano è il libro sacro dell’Islam, anzi nella cultura islamica è, per antonomasia, ‘il Libro’. Testo religioso, spirituale e pratico a un tempo, Logos di Dio, inimitabile per suo stesso assunto, libro dai molti nomi e dai molteplici modi di lettura, ‘mare profondo’ che non può essere esaurito: accostarsi a esso rappresenta per noi occidentali un’impresa irta di difficoltà.
In queste pagine, un percorso di conoscenza e comprensione del Corano: le vicende della composizione, la struttura, i temi portanti e, soprattutto, l’interpretazione, indispensabile chiave d’accesso al messaggio divino.

Non sono molti i libri seri sull’Islam che si possono trovare in libreria. Per questo al lettore non avvertito occorre segnalare con forza questo di Massimo Campanini: è un’ottima introduzione non solo al testo sacro dei musulmani, ma anche alla religione islamica stessa. Fabrizio Vecoli, “L’Indice”
Il Corano è il libro sacro dell’Islam, anzi nella cultura islamica è, per antonomasia, ‘il Libro’. Testo religioso, spirituale e pratico a un tempo, Logos di Dio, inimitabile per suo stesso assunto, libro dai molti nomi e dai molteplici modi di lettura, ‘mare profondo’ che non può essere esaurito: accostarsi a esso rappresenta per noi occidentali un’impresa irta di difficoltà.
In queste pagine, un percorso di conoscenza e comprensione del Corano: le vicende della composizione, la struttura, i temi portanti e, soprattutto, l’interpretazione, indispensabile chiave d’accesso al messaggio divino. **
### Sinossi
Non sono molti i libri seri sull’Islam che si possono trovare in libreria. Per questo al lettore non avvertito occorre segnalare con forza questo di Massimo Campanini: è un’ottima introduzione non solo al testo sacro dei musulmani, ma anche alla religione islamica stessa. Fabrizio Vecoli, “L’Indice”
Il Corano è il libro sacro dell’Islam, anzi nella cultura islamica è, per antonomasia, ‘il Libro’. Testo religioso, spirituale e pratico a un tempo, Logos di Dio, inimitabile per suo stesso assunto, libro dai molti nomi e dai molteplici modi di lettura, ‘mare profondo’ che non può essere esaurito: accostarsi a esso rappresenta per noi occidentali un’impresa irta di difficoltà.
In queste pagine, un percorso di conoscenza e comprensione del Corano: le vicende della composizione, la struttura, i temi portanti e, soprattutto, l’interpretazione, indispensabile chiave d’accesso al messaggio divino.

Only registered users can download this free product.

Coppiebartali

Abbiamo l’Italia di Coppiebartali come abbiamo quella di Vivaverdi. Conserviamo con nostalgia l’Italia di Pepponeedoncamillo, quel certo clima politico che scodellava tra mille travagli la nostra Repubblica. E poi l’Italia di Battistiebaglioni, Gimondiemerckx e Bearzotepertini.
Fausto Coppi e Gino Bartali, quei due immensi campioni, rivali sulla pista ma amici nella vita, molto più di quanto la leggenda riporti, hanno incarnato lo spirito di un Paese e di un’epoca, e la loro storia li restituisce con l’immediatezza di un film. Tutti abbiamo un papà, un nonno, uno zio che ci ha raccontato l’Italia di Coppiebartali.
Due atleti in cui tutto il Paese si è immedesimato fino a farne simboli tanto dei successi quanto dei traguardi mancati. Anche Massimo e Sara Doris hanno un papà di questa risma, che squaderna loro da sempre le sue memorie più care. Ennio ha però una particolarità tutta sua. Raccontando la sua Italia di Coppi e di Bartali, fornisce anche un’impareggiabile documentazione in prima persona su un prototipo assoluto della nostra identità nazionale: l’italiano che affronta una guerra, cammina tra i ruderi, non perde l’entusiasmo, si volta le maniche, riparte da capo. L’italiano che ce la fa.
Ennio Doris è uno dei pezzi più pregiati di questa raccolta, perché la sua storia riassume in sé molte storie. È la parabola di un uomo partito dall’estrema provincia veneta che arriva ai vertici nazionali. Un uomo che si è fatto da solo, tutto d’un pezzo: conosciamo benissimo il genere, perché è molto italiano. Ed è il frutto migliore del Paese di Coppiebartali.

Abbiamo l’Italia di Coppiebartali come abbiamo quella di Vivaverdi. Conserviamo con nostalgia l’Italia di Pepponeedoncamillo, quel certo clima politico che scodellava tra mille travagli la nostra Repubblica. E poi l’Italia di Battistiebaglioni, Gimondiemerckx e Bearzotepertini.
Fausto Coppi e Gino Bartali, quei due immensi campioni, rivali sulla pista ma amici nella vita, molto più di quanto la leggenda riporti, hanno incarnato lo spirito di un Paese e di un’epoca, e la loro storia li restituisce con l’immediatezza di un film. Tutti abbiamo un papà, un nonno, uno zio che ci ha raccontato l’Italia di Coppiebartali.
Due atleti in cui tutto il Paese si è immedesimato fino a farne simboli tanto dei successi quanto dei traguardi mancati. Anche Massimo e Sara Doris hanno un papà di questa risma, che squaderna loro da sempre le sue memorie più care. Ennio ha però una particolarità tutta sua. Raccontando la sua Italia di Coppi e di Bartali, fornisce anche un’impareggiabile documentazione in prima persona su un prototipo assoluto della nostra identità nazionale: l’italiano che affronta una guerra, cammina tra i ruderi, non perde l’entusiasmo, si volta le maniche, riparte da capo. L’italiano che ce la fa.
Ennio Doris è uno dei pezzi più pregiati di questa raccolta, perché la sua storia riassume in sé molte storie. È la parabola di un uomo partito dall’estrema provincia veneta che arriva ai vertici nazionali. Un uomo che si è fatto da solo, tutto d’un pezzo: conosciamo benissimo il genere, perché è molto italiano. Ed è il frutto migliore del Paese di Coppiebartali.

Only registered users can download this free product.

La congiura dei fratelli Shakespeare

***Due fratelli avvolti dal mistero e dalla leggenda. Un’epoca tanto pericolosa quanto affascinante. Sullo sfondo della nascita del teatro moderno, la nuova, attesa opera del re del romanzo storico.***

Nel cuore dell’Inghilterra elisabettiana, Richard Shakespeare sogna una carriera brillante all’interno del mondo teatrale londinese, mondo dominato da suo fratello maggiore, William. Ma Richard è un attore squattrinato, che sopravvive solamente grazie al suo bel viso, alla lingua tagliente e a piccoli furti. A poco a poco allontanatosi dal fratello, la cui fama cresce sempre di più, Richard è fortemente tentato di abbandonare la fedeltà alla famiglia. Così quando un manoscritto dal valore inestimabile sparisce, i sospetti ricadono su di lui. Costretto in un doppio gioco ad alto rischio che minaccia di rovinare non solo la sua carriera e l’eventuale ricchezza futura, ma anche quella dei suoi colleghi, Richard deve affidarsi a tutto ciò che ha imparato sugli spalti dei teatri più frequentati e nei vicoli meno battuti della città. Per evitare il patibolo, dovrà ricorrere a tutta la sua astuzia…
**
### Sinossi
***Due fratelli avvolti dal mistero e dalla leggenda. Un’epoca tanto pericolosa quanto affascinante. Sullo sfondo della nascita del teatro moderno, la nuova, attesa opera del re del romanzo storico.***

Nel cuore dell’Inghilterra elisabettiana, Richard Shakespeare sogna una carriera brillante all’interno del mondo teatrale londinese, mondo dominato da suo fratello maggiore, William. Ma Richard è un attore squattrinato, che sopravvive solamente grazie al suo bel viso, alla lingua tagliente e a piccoli furti. A poco a poco allontanatosi dal fratello, la cui fama cresce sempre di più, Richard è fortemente tentato di abbandonare la fedeltà alla famiglia. Così quando un manoscritto dal valore inestimabile sparisce, i sospetti ricadono su di lui. Costretto in un doppio gioco ad alto rischio che minaccia di rovinare non solo la sua carriera e l’eventuale ricchezza futura, ma anche quella dei suoi colleghi, Richard deve affidarsi a tutto ciò che ha imparato sugli spalti dei teatri più frequentati e nei vicoli meno battuti della città. Per evitare il patibolo, dovrà ricorrere a tutta la sua astuzia…

***Due fratelli avvolti dal mistero e dalla leggenda. Un’epoca tanto pericolosa quanto affascinante. Sullo sfondo della nascita del teatro moderno, la nuova, attesa opera del re del romanzo storico.***

Nel cuore dell’Inghilterra elisabettiana, Richard Shakespeare sogna una carriera brillante all’interno del mondo teatrale londinese, mondo dominato da suo fratello maggiore, William. Ma Richard è un attore squattrinato, che sopravvive solamente grazie al suo bel viso, alla lingua tagliente e a piccoli furti. A poco a poco allontanatosi dal fratello, la cui fama cresce sempre di più, Richard è fortemente tentato di abbandonare la fedeltà alla famiglia. Così quando un manoscritto dal valore inestimabile sparisce, i sospetti ricadono su di lui. Costretto in un doppio gioco ad alto rischio che minaccia di rovinare non solo la sua carriera e l’eventuale ricchezza futura, ma anche quella dei suoi colleghi, Richard deve affidarsi a tutto ciò che ha imparato sugli spalti dei teatri più frequentati e nei vicoli meno battuti della città. Per evitare il patibolo, dovrà ricorrere a tutta la sua astuzia…
**
### Sinossi
***Due fratelli avvolti dal mistero e dalla leggenda. Un’epoca tanto pericolosa quanto affascinante. Sullo sfondo della nascita del teatro moderno, la nuova, attesa opera del re del romanzo storico.***

Nel cuore dell’Inghilterra elisabettiana, Richard Shakespeare sogna una carriera brillante all’interno del mondo teatrale londinese, mondo dominato da suo fratello maggiore, William. Ma Richard è un attore squattrinato, che sopravvive solamente grazie al suo bel viso, alla lingua tagliente e a piccoli furti. A poco a poco allontanatosi dal fratello, la cui fama cresce sempre di più, Richard è fortemente tentato di abbandonare la fedeltà alla famiglia. Così quando un manoscritto dal valore inestimabile sparisce, i sospetti ricadono su di lui. Costretto in un doppio gioco ad alto rischio che minaccia di rovinare non solo la sua carriera e l’eventuale ricchezza futura, ma anche quella dei suoi colleghi, Richard deve affidarsi a tutto ciò che ha imparato sugli spalti dei teatri più frequentati e nei vicoli meno battuti della città. Per evitare il patibolo, dovrà ricorrere a tutta la sua astuzia…

Only registered users can download this free product.

Confessioni

Con le Confessioni, scritte quando era già vescovo di Ippona, Agostino volle compiere in primo luogo un atto di umiltà, mettendo a nudo le debolezze, le cadute e i vizi dei suoi trascorsi di peccatore, affinché il gregge dei fedeli non eccedesse in ammirazione per la sua persona, ma ne attribuisse tutte le virtù e i meriti attuali all’azione salvifica della Grazia divina. Le Confessioni, tuttavia, vanno molto al di là dello scopo contingente che Agostino si proponeva, e quest’opera sublime travalica il tempo in cui fu scritta per proporsi oggi come il fondamento della spiritualità occidentale. Titolo originale: Confessionum libri XIII.

Con le Confessioni, scritte quando era già vescovo di Ippona, Agostino volle compiere in primo luogo un atto di umiltà, mettendo a nudo le debolezze, le cadute e i vizi dei suoi trascorsi di peccatore, affinché il gregge dei fedeli non eccedesse in ammirazione per la sua persona, ma ne attribuisse tutte le virtù e i meriti attuali all’azione salvifica della Grazia divina. Le Confessioni, tuttavia, vanno molto al di là dello scopo contingente che Agostino si proponeva, e quest’opera sublime travalica il tempo in cui fu scritta per proporsi oggi come il fondamento della spiritualità occidentale. Titolo originale: Confessionum libri XIII.

Only registered users can download this free product.

Come sigillo sul tuo cuore

L’irruzione violenta di una squadra di polizia in un piccolo appartamento alla periferia di Stoccolma causa la morte di un giovane profugo sudafricano. Rientrato in servizio dopo una lunga assenza, è Dag Lundmark a guidare la retata, ed è lui a fare fuoco. Ma era davvero necessario uccidere? Tocca a Paul Hjelm e Kerstin Holm interrogare il collega e fare luce sulla vicenda, un compito tutt’altro che semplice per Kerstin, considerando che, in un tempo lontano che le ripiomba addosso senza preavviso, lei e Dag erano stati una coppia. L’anello che porta ancora al dito è rimasto a sigillo di un legame tormentato che inutilmente ha cercato di cancellare. Il mondo dell’immigrazione clandestina è il punto di partenza per un’indagine che, passando per un misterioso pluriomicida, porta alla ricerca non proprio convenzionale condotta da una ditta farmaceutica all’avanguardia e procede senza tregua sulle tracce di qualcuno che, in una sorta di crociata dai toni biblici, insegue un’oscura idea di giustizia. In un thriller psicologico di grande tensione, Arne Dahl continua la sua personale indagine sui lati oscuri della società contemporanea con i suoi complessi interrogativi morali: nel mondo globalizzato, l’elite di poliziotti che compone il Gruppo A deve confrontarsi con crimini che sempre più spesso nascono dall’incapacità di sostenere trasformazioni troppo radicali e repentine e, ancor più, da un profondo senso d’inadeguatezza.

L’irruzione violenta di una squadra di polizia in un piccolo appartamento alla periferia di Stoccolma causa la morte di un giovane profugo sudafricano. Rientrato in servizio dopo una lunga assenza, è Dag Lundmark a guidare la retata, ed è lui a fare fuoco. Ma era davvero necessario uccidere? Tocca a Paul Hjelm e Kerstin Holm interrogare il collega e fare luce sulla vicenda, un compito tutt’altro che semplice per Kerstin, considerando che, in un tempo lontano che le ripiomba addosso senza preavviso, lei e Dag erano stati una coppia. L’anello che porta ancora al dito è rimasto a sigillo di un legame tormentato che inutilmente ha cercato di cancellare. Il mondo dell’immigrazione clandestina è il punto di partenza per un’indagine che, passando per un misterioso pluriomicida, porta alla ricerca non proprio convenzionale condotta da una ditta farmaceutica all’avanguardia e procede senza tregua sulle tracce di qualcuno che, in una sorta di crociata dai toni biblici, insegue un’oscura idea di giustizia. In un thriller psicologico di grande tensione, Arne Dahl continua la sua personale indagine sui lati oscuri della società contemporanea con i suoi complessi interrogativi morali: nel mondo globalizzato, l’elite di poliziotti che compone il Gruppo A deve confrontarsi con crimini che sempre più spesso nascono dall’incapacità di sostenere trasformazioni troppo radicali e repentine e, ancor più, da un profondo senso d’inadeguatezza.

Only registered users can download this free product.

Come sfasciare un paese in sette mosse

**Ece Temelkuran è una delle voci politiche europee più influenti del momento.** « *Visionario, terribilmente familiare. Una lettura fondamentale per chiunque abiti sul pianeta Terra.* »
**Andrew Sean Green, premio Pulitzer** Turca, vive in esilio dopo aver visto il suo paese sgretolarsi sotto l’onda d’urto del regime sanguinario di Erdoğan. Da questa sua traumatica esperienza ha deciso di partire per denunciare in che modo una nazione possa, in breve tempo, scivolare nel baratro della dittatura.  I passaggi salienti che hanno condotto la Turchia al suo deprecabile e sanguinoso stato attuale sono ben riconoscibili in tutto il mondo e sono una costante della politica contemporanea in moltissime nazioni, compresa la nostra. Le «mosse» per sfasciare un paese sono le stesse ovunque. 1\. Crea un movimento (si badi bene, non un «partito», ma un «movimento», al limite una «lega»); 2\. Disgrega la logica, spargi il terrore nella comunicazione; 3\. Abolisci la vergogna: essere immorali è «figo» nel mondo della post-verità; 4\. Smantella i meccanismi giudiziari e politici; 5\. Progetta i tuoi cittadini e le tue cittadine ideali; 6\. Lascia che ridano dell’orrore; 7\. Costruisci il tuo paese.
Dove siamo arrivati in Italia? Forse al punto 4? Siamo già al 5? A che punto è la Gran Bretagna della Brexit e di Nigel Farage? E la Russia di Putin? L’Ungheria di Orbán? Gli Stati Uniti di Trump? Perché una cosa si comprende amaramente bene, leggendo queste pagine appassionate: il percorso è sempre lo stesso, inizia senza allarmare, ma poi procede sempre, inesorabile, verso il punto nel quale ci si accorge che ormai la democrazia è svanita. I populisti, in crescita in tutto il mondo, fanno più o meno gli stessi discorsi ovunque. Li fanno a nome delle «persone perbene», del «popolo», sottintendendo così che chi non li appoggia non fa davvero parte del popolo, quindi è un «nemico interno». *Come sfasciare un paese in sette mosse* è un appassionato appello al mondo: fate attenzione – ci dice Temelkuran – il populismo e il nazionalismo non marciano trionfalmente verso il governo, ci strisciano dentro di nascosto. Bisogna essere vigili più che mai o ce li ritroveremo in casa senza accorgercene fino al punto d’arrivo finale: la dittatura.

**Ece Temelkuran è una delle voci politiche europee più influenti del momento.** « *Visionario, terribilmente familiare. Una lettura fondamentale per chiunque abiti sul pianeta Terra.* »
**Andrew Sean Green, premio Pulitzer** Turca, vive in esilio dopo aver visto il suo paese sgretolarsi sotto l’onda d’urto del regime sanguinario di Erdoğan. Da questa sua traumatica esperienza ha deciso di partire per denunciare in che modo una nazione possa, in breve tempo, scivolare nel baratro della dittatura.  I passaggi salienti che hanno condotto la Turchia al suo deprecabile e sanguinoso stato attuale sono ben riconoscibili in tutto il mondo e sono una costante della politica contemporanea in moltissime nazioni, compresa la nostra. Le «mosse» per sfasciare un paese sono le stesse ovunque. 1\. Crea un movimento (si badi bene, non un «partito», ma un «movimento», al limite una «lega»); 2\. Disgrega la logica, spargi il terrore nella comunicazione; 3\. Abolisci la vergogna: essere immorali è «figo» nel mondo della post-verità; 4\. Smantella i meccanismi giudiziari e politici; 5\. Progetta i tuoi cittadini e le tue cittadine ideali; 6\. Lascia che ridano dell’orrore; 7\. Costruisci il tuo paese.
Dove siamo arrivati in Italia? Forse al punto 4? Siamo già al 5? A che punto è la Gran Bretagna della Brexit e di Nigel Farage? E la Russia di Putin? L’Ungheria di Orbán? Gli Stati Uniti di Trump? Perché una cosa si comprende amaramente bene, leggendo queste pagine appassionate: il percorso è sempre lo stesso, inizia senza allarmare, ma poi procede sempre, inesorabile, verso il punto nel quale ci si accorge che ormai la democrazia è svanita. I populisti, in crescita in tutto il mondo, fanno più o meno gli stessi discorsi ovunque. Li fanno a nome delle «persone perbene», del «popolo», sottintendendo così che chi non li appoggia non fa davvero parte del popolo, quindi è un «nemico interno». *Come sfasciare un paese in sette mosse* è un appassionato appello al mondo: fate attenzione – ci dice Temelkuran – il populismo e il nazionalismo non marciano trionfalmente verso il governo, ci strisciano dentro di nascosto. Bisogna essere vigili più che mai o ce li ritroveremo in casa senza accorgercene fino al punto d’arrivo finale: la dittatura.

Only registered users can download this free product.

Come La Pioggia (Floreale)

Elena ha 25 anni e una laurea quasi raggiunta. Dopo essere stata abbandonata da Davide, il ragazzo amato per cinque anni, si ritrova ad attraversare uno dei momenti più difficili della sua vita. Quella separazione infatti la getta nello sconforto più totale e le fa perdere ogni tipo di fiducia nei confronti dell’amore, convincendola che sarebbe stato meglio farne a meno. Quando è ormai decisa a voltare pagina e a concentrarsi solo sullo studio e su se stessa, fa la fortuita conoscenza di Amedeo Corsini. L’uomo, un musicista di fama internazionale in crisi creativa da oltre un anno, si è rifugiato nella casa d’infanzia per ritrovare se stesso e soprattutto la sua musica. Dopo un incontro burrascoso, tra i due nasce un forte legame che con il tempo si trasforma in amore. La vita però mescola di nuovo le carte in tavola facendo riavvicinare Elena a Davide. Come la pioggia, accarezzami l’anima è un romanzo d’amore, di crescita, cambiamento, perdita e della forza di ricominciare da capo. È un romanzo che ti resterà nel cuore. Altri libri della Collana Floreale:
“Felice perché ho te” di Hazel Pearce
“Profumo di zucchero e vaniglia” di Elena Ungini
“L’inverno nei suoi occhi” di Marta Arvati
“Twins in love” di Therry Romano
“Fidati di me” di Jessica Verzeletti
“A shared dream” di Ilaria Militello

Elena ha 25 anni e una laurea quasi raggiunta. Dopo essere stata abbandonata da Davide, il ragazzo amato per cinque anni, si ritrova ad attraversare uno dei momenti più difficili della sua vita. Quella separazione infatti la getta nello sconforto più totale e le fa perdere ogni tipo di fiducia nei confronti dell’amore, convincendola che sarebbe stato meglio farne a meno. Quando è ormai decisa a voltare pagina e a concentrarsi solo sullo studio e su se stessa, fa la fortuita conoscenza di Amedeo Corsini. L’uomo, un musicista di fama internazionale in crisi creativa da oltre un anno, si è rifugiato nella casa d’infanzia per ritrovare se stesso e soprattutto la sua musica. Dopo un incontro burrascoso, tra i due nasce un forte legame che con il tempo si trasforma in amore. La vita però mescola di nuovo le carte in tavola facendo riavvicinare Elena a Davide. Come la pioggia, accarezzami l’anima è un romanzo d’amore, di crescita, cambiamento, perdita e della forza di ricominciare da capo. È un romanzo che ti resterà nel cuore. Altri libri della Collana Floreale:
“Felice perché ho te” di Hazel Pearce
“Profumo di zucchero e vaniglia” di Elena Ungini
“L’inverno nei suoi occhi” di Marta Arvati
“Twins in love” di Therry Romano
“Fidati di me” di Jessica Verzeletti
“A shared dream” di Ilaria Militello

Only registered users can download this free product.

Come i Wanderers vinsero la coppa d’Inghilterra

Scandita dalle cronache pubblicate sul giornale locale, questa è la storia di come una squadretta di dilettanti di un piccolo villaggio dell’entroterra inglese riesce, partita dopo partita, ad aggiudicarsi la prestigiosa Coppa d’Inghilterra. Forte delle teorie calcistiche di Mr Kossuth – un professore profugo dall’Ungheria che, avendo fatto uno studio scientifico del gioco, è convinto di aver trovato i “sette postulati” indispensabili per il successo –, della generosità di Mr Fangfoss – un magnate locale con due mogli e un odio viscerale per tutti gli aspetti della vita moderna, che volentieri foraggia il club di cui è presidente – e dell’apporto decisivo di un ex giocatore professionista caduto in depressione che esce dal suo stato catalettico e ritrova tutta la grinta perduta, questo pugno di calciatori improvvisati gioca contro squadre di ben altra levatura e, senza perdersi d’animo e in maniera del tutto inaspettata, riesce a mietere vittorie tra lo sbalordimento generale. E intorno a loro l’intera comunità si mobilita in una gara di solidarietà che dal campo si proietta nella vita di tutti i giorni, sostenendo coralmente un’impresa che viene considerata di importanza capitale per il buon nome di tutti.
Dall’autore di Un mese in campagna, un ironico affresco del calcio com’era, fatto di amicizia, impegno e vera passione; una coinvolgente satira della società moderna, uno spaccato ironico e amaro sulla vita di provincia che sta lentamente e silenziosamente perdendosi per sempre.
«Come i Wanderers vinsero la coppa d’Inghilterra è un capolavoro».
Antonio D’Orrico
«È semplicemente il miglior libro di narrativa sul calcio. Non solo il più divertente romanzo mai scritto su questo argomento, ma uno dei grandi classici della letteratura inglese del dopoguerra».
D.J. Taylor, «The London Magazine» **
### Sinossi
Scandita dalle cronache pubblicate sul giornale locale, questa è la storia di come una squadretta di dilettanti di un piccolo villaggio dell’entroterra inglese riesce, partita dopo partita, ad aggiudicarsi la prestigiosa Coppa d’Inghilterra. Forte delle teorie calcistiche di Mr Kossuth – un professore profugo dall’Ungheria che, avendo fatto uno studio scientifico del gioco, è convinto di aver trovato i “sette postulati” indispensabili per il successo –, della generosità di Mr Fangfoss – un magnate locale con due mogli e un odio viscerale per tutti gli aspetti della vita moderna, che volentieri foraggia il club di cui è presidente – e dell’apporto decisivo di un ex giocatore professionista caduto in depressione che esce dal suo stato catalettico e ritrova tutta la grinta perduta, questo pugno di calciatori improvvisati gioca contro squadre di ben altra levatura e, senza perdersi d’animo e in maniera del tutto inaspettata, riesce a mietere vittorie tra lo sbalordimento generale. E intorno a loro l’intera comunità si mobilita in una gara di solidarietà che dal campo si proietta nella vita di tutti i giorni, sostenendo coralmente un’impresa che viene considerata di importanza capitale per il buon nome di tutti.
Dall’autore di Un mese in campagna, un ironico affresco del calcio com’era, fatto di amicizia, impegno e vera passione; una coinvolgente satira della società moderna, uno spaccato ironico e amaro sulla vita di provincia che sta lentamente e silenziosamente perdendosi per sempre.
«Come i Wanderers vinsero la coppa d’Inghilterra è un capolavoro».
Antonio D’Orrico
«È semplicemente il miglior libro di narrativa sul calcio. Non solo il più divertente romanzo mai scritto su questo argomento, ma uno dei grandi classici della letteratura inglese del dopoguerra».
D.J. Taylor, «The London Magazine»

Scandita dalle cronache pubblicate sul giornale locale, questa è la storia di come una squadretta di dilettanti di un piccolo villaggio dell’entroterra inglese riesce, partita dopo partita, ad aggiudicarsi la prestigiosa Coppa d’Inghilterra. Forte delle teorie calcistiche di Mr Kossuth – un professore profugo dall’Ungheria che, avendo fatto uno studio scientifico del gioco, è convinto di aver trovato i “sette postulati” indispensabili per il successo –, della generosità di Mr Fangfoss – un magnate locale con due mogli e un odio viscerale per tutti gli aspetti della vita moderna, che volentieri foraggia il club di cui è presidente – e dell’apporto decisivo di un ex giocatore professionista caduto in depressione che esce dal suo stato catalettico e ritrova tutta la grinta perduta, questo pugno di calciatori improvvisati gioca contro squadre di ben altra levatura e, senza perdersi d’animo e in maniera del tutto inaspettata, riesce a mietere vittorie tra lo sbalordimento generale. E intorno a loro l’intera comunità si mobilita in una gara di solidarietà che dal campo si proietta nella vita di tutti i giorni, sostenendo coralmente un’impresa che viene considerata di importanza capitale per il buon nome di tutti.
Dall’autore di Un mese in campagna, un ironico affresco del calcio com’era, fatto di amicizia, impegno e vera passione; una coinvolgente satira della società moderna, uno spaccato ironico e amaro sulla vita di provincia che sta lentamente e silenziosamente perdendosi per sempre.
«Come i Wanderers vinsero la coppa d’Inghilterra è un capolavoro».
Antonio D’Orrico
«È semplicemente il miglior libro di narrativa sul calcio. Non solo il più divertente romanzo mai scritto su questo argomento, ma uno dei grandi classici della letteratura inglese del dopoguerra».
D.J. Taylor, «The London Magazine» **
### Sinossi
Scandita dalle cronache pubblicate sul giornale locale, questa è la storia di come una squadretta di dilettanti di un piccolo villaggio dell’entroterra inglese riesce, partita dopo partita, ad aggiudicarsi la prestigiosa Coppa d’Inghilterra. Forte delle teorie calcistiche di Mr Kossuth – un professore profugo dall’Ungheria che, avendo fatto uno studio scientifico del gioco, è convinto di aver trovato i “sette postulati” indispensabili per il successo –, della generosità di Mr Fangfoss – un magnate locale con due mogli e un odio viscerale per tutti gli aspetti della vita moderna, che volentieri foraggia il club di cui è presidente – e dell’apporto decisivo di un ex giocatore professionista caduto in depressione che esce dal suo stato catalettico e ritrova tutta la grinta perduta, questo pugno di calciatori improvvisati gioca contro squadre di ben altra levatura e, senza perdersi d’animo e in maniera del tutto inaspettata, riesce a mietere vittorie tra lo sbalordimento generale. E intorno a loro l’intera comunità si mobilita in una gara di solidarietà che dal campo si proietta nella vita di tutti i giorni, sostenendo coralmente un’impresa che viene considerata di importanza capitale per il buon nome di tutti.
Dall’autore di Un mese in campagna, un ironico affresco del calcio com’era, fatto di amicizia, impegno e vera passione; una coinvolgente satira della società moderna, uno spaccato ironico e amaro sulla vita di provincia che sta lentamente e silenziosamente perdendosi per sempre.
«Come i Wanderers vinsero la coppa d’Inghilterra è un capolavoro».
Antonio D’Orrico
«È semplicemente il miglior libro di narrativa sul calcio. Non solo il più divertente romanzo mai scritto su questo argomento, ma uno dei grandi classici della letteratura inglese del dopoguerra».
D.J. Taylor, «The London Magazine»

Only registered users can download this free product.

Come diventai monaca

Come diventai monaca è un piccolo grande libro che ci fa tornare bambini e custodisce in poche pagine il tesoro più prezioso dell’infanzia: l’immaginazione. Un romanzo sorprendente, fra i più apprezzati e conosciuti di César Aira, sempre in bilico fra realtà e fantasia, tragico e comico, ombre scure e colori vivaci. Madre, padre e figlia si sono appena trasferiti in città. Il padre prende per mano la bambina e la porta a mangiare il gelato, una delizia mai provata prima. Fra tutti i gusti e colori, la bambina, emozionata, sceglie la fragola. Il gelato però è disgustoso. Il padre insiste, sempre più arrabbiato, ma alla fine lo assaggia anche lui: effettivamente, è avariato. I due tornano sul luogo del misfatto e, preso da un raptus, il padre uccide il gelataio affogandolo nel gelato alla fragola. Dopo un periodo in ospedale a causa dell’intossicazione, la bambina comincia la scuola in ritardo rispetto ai compagni. Non sa leggere né scrivere e trova rifugio nella sua prodigiosa fantasia, popolata di radio che prendono vita, nane che fanno miracoli, dentiere rubate per il carnevale, cieli che si tingono di rosa. Mescolando il ricordo all’immaginazione crea mondi sensibili e delicati, poetici e meravigliosi. A partire dalla narrazione di sé: una narrazione tutta sua. Finché, così come è cominciato, il racconto si chiude col gelato alla fragola, protagonista di un’atroce vendetta. «Una volta che cominci a leggere Aira, non vuoi più smettere». Roberto Bolaño «Come diventai monaca è la mia autobiografia parziale, perché copre solo un anno, dai sei ai sette: inizia quando assaggio il gelato per la prima volta e finisce quando la vedova del gelataio mi assassina». César Aira

Come diventai monaca è un piccolo grande libro che ci fa tornare bambini e custodisce in poche pagine il tesoro più prezioso dell’infanzia: l’immaginazione. Un romanzo sorprendente, fra i più apprezzati e conosciuti di César Aira, sempre in bilico fra realtà e fantasia, tragico e comico, ombre scure e colori vivaci. Madre, padre e figlia si sono appena trasferiti in città. Il padre prende per mano la bambina e la porta a mangiare il gelato, una delizia mai provata prima. Fra tutti i gusti e colori, la bambina, emozionata, sceglie la fragola. Il gelato però è disgustoso. Il padre insiste, sempre più arrabbiato, ma alla fine lo assaggia anche lui: effettivamente, è avariato. I due tornano sul luogo del misfatto e, preso da un raptus, il padre uccide il gelataio affogandolo nel gelato alla fragola. Dopo un periodo in ospedale a causa dell’intossicazione, la bambina comincia la scuola in ritardo rispetto ai compagni. Non sa leggere né scrivere e trova rifugio nella sua prodigiosa fantasia, popolata di radio che prendono vita, nane che fanno miracoli, dentiere rubate per il carnevale, cieli che si tingono di rosa. Mescolando il ricordo all’immaginazione crea mondi sensibili e delicati, poetici e meravigliosi. A partire dalla narrazione di sé: una narrazione tutta sua. Finché, così come è cominciato, il racconto si chiude col gelato alla fragola, protagonista di un’atroce vendetta. «Una volta che cominci a leggere Aira, non vuoi più smettere». Roberto Bolaño «Come diventai monaca è la mia autobiografia parziale, perché copre solo un anno, dai sei ai sette: inizia quando assaggio il gelato per la prima volta e finisce quando la vedova del gelataio mi assassina». César Aira

Only registered users can download this free product.

Come capire E=mc2

È la formula più famosa di tutti i tempi. Ma quanti di noi sanno che cosa significa, esattamente? E perché è ancora importante per noi cent’anni dopo la sua esposizione?
Il fisico di fama mondiale Christophe Galfard considera il significato reale dietro all’iconica sequenza di simboli di cui è composta la più nota equazione di Einstein.
Nello stile accessibile ed evocativo che lo contraddistingue, Galfard dispiega in un racconto appassionato l’impatto di questa teoria sulla nostra visione della realtà, portandoci a una nuova comprensione della natura dello spazio e del tempo.
**
### Sinossi
È la formula più famosa di tutti i tempi. Ma quanti di noi sanno che cosa significa, esattamente? E perché è ancora importante per noi cent’anni dopo la sua esposizione?
Il fisico di fama mondiale Christophe Galfard considera il significato reale dietro all’iconica sequenza di simboli di cui è composta la più nota equazione di Einstein.
Nello stile accessibile ed evocativo che lo contraddistingue, Galfard dispiega in un racconto appassionato l’impatto di questa teoria sulla nostra visione della realtà, portandoci a una nuova comprensione della natura dello spazio e del tempo.

È la formula più famosa di tutti i tempi. Ma quanti di noi sanno che cosa significa, esattamente? E perché è ancora importante per noi cent’anni dopo la sua esposizione?
Il fisico di fama mondiale Christophe Galfard considera il significato reale dietro all’iconica sequenza di simboli di cui è composta la più nota equazione di Einstein.
Nello stile accessibile ed evocativo che lo contraddistingue, Galfard dispiega in un racconto appassionato l’impatto di questa teoria sulla nostra visione della realtà, portandoci a una nuova comprensione della natura dello spazio e del tempo.
**
### Sinossi
È la formula più famosa di tutti i tempi. Ma quanti di noi sanno che cosa significa, esattamente? E perché è ancora importante per noi cent’anni dopo la sua esposizione?
Il fisico di fama mondiale Christophe Galfard considera il significato reale dietro all’iconica sequenza di simboli di cui è composta la più nota equazione di Einstein.
Nello stile accessibile ed evocativo che lo contraddistingue, Galfard dispiega in un racconto appassionato l’impatto di questa teoria sulla nostra visione della realtà, portandoci a una nuova comprensione della natura dello spazio e del tempo.

Only registered users can download this free product.