22641–22656 di 62912 risultati

Identità sconosciuta

Cinque minuti: tanti sono bastati al direttore del personale della fabbrica dove James Penney ha lavorato per diciassette anni a licenziarlo. Diciassette anni di vita contro cinque minuti, e ora Penney è un uomo senza lavoro e senza speranza. Gli restano solo sei settimane di paga e la sua amata Firebird rossa. E allora l’unica soluzione che gli sembra possibile è dar fuoco alla casa e scappare sulle strade d’America con l’auto. Via dalla fabbrica che l’ha tradito, via dalla banca, dai debiti, da una vita senza soddisfazioni. Un gesto di protesta, l’unico in una vita di sopportazione e obbedienza. Quello con cui Penney però non ha fatto i conti è il caldo del deserto del Mojave, che in poco tempo spinge le fiamme a bruciare anche le case dei vicini. E ora Penney è ricercato dalla polizia per incendio doloso. Lui e la sua Firebird rossa, in fuga sulla California Highway Patrol. Ma la strada di Penney è destinata a incrociarsi con quella di un uomo pericoloso, un giovane capitano della polizia militare alto e muscoloso il cui nome è destinato a diventare leggenda: Jack Reacher. Un incontro che potrebbe essere la salvezza o la rovina di Penney…
**

Ichigo Ichie. L’arte di rendere ogni momento unico

Dopo aver portato in Europa il rivoluzionario Metodo Ikigai – bestseller tradotto in quarantadue lingue – Héctor García e Francesc Miralles hanno studiato e approfondito un altro antico concetto cardine della cultura giapponese. Ichigo-ichie è una parola legata al buddismo zen che affonda le sue radici nella cerimonia del tè, utilizzata per indicare un momento unico nella vita. Avere consapevolezza dell’Ichigo-ichie significa sapere che ogni esperienza che viviamo è un tesoro che non si ripeterà mai più nello stesso modo. Pertanto, se lo lasciamo trascorrere senza assaporarlo fino in fondo, l’occasione sarà perduta per sempre. È un concetto che può apparire banale ma di cui ci dimentichiamo facilmente, presi come siamo dagli impegni e dalle preoccupazioni della vita quotidiana. In un’epoca che celebra la velocità e il consumo, questo libro va controcorrente, ci esorta a sollevare il piede dall’acceleratore e a imparare a vivere concentrati nel presente, imparando ad ascoltare in primo luogo noi stessi, e poi gli altri. Per cercare la pace oltre i rumori di fondo che ci affaticano ogni giorno e rendere preziosa ogni coincidenza, apprendendo i segreti del carpe diem giapponese.

(source: Bol.com)

Ian

Un anno fa mi ha pregato di restare.
Un anno dopo sono io a supplicarla di non andare.
La mia ossessione. La mia rovina.
Ho provato a resistere, a tenerla lontana.
Ho provato a salvarmi.
Ma nessuno si salva, neanche un bastardo egoista come il sottoscritto.
Per me è sempre esistito solo lo sport e la mia famiglia, fratelli idioti compresi. Fino a quella sera, quella in cui ho preso la decisione peggiore della mia vita. E ne sto ancora pagando il prezzo.
Lo stiamo pagando entrambi.
Ma ora è arrivato il momento di rimediare, di rischiare tutto, di convincerla a lasciarmi entrare, perché lei non può essere che mia.
Sono Ian O’Connor e sto per accettare questa sfida: riuscire a trattenere l’unica donna che sarò mai in grado di amare.
E anche se conosco la fine di questo pessimo romanzo, non mi tirerò indietro. Stavolta andrò fino in fondo.
Perché io voglio solo lei.
E non ho intenzione di perdere.
Sono un O’Connor e gli O’Connor non perdono mai.
ROMANZO AUTOCONCLUSIVO

Hotel Silence

Jonas ha quarantanove anni e un talento speciale per riparare le cose. La sua vita, però, non è facile da sistemare: ha appena divorziato, la sua ex moglie gli ha rivelato che la loro amatissima figlia in realtà non è sua, e sua madre è smarrita nelle nebbie della demenza. Niente sembra avere piú senso: Jonas vuole farla finita, ma quando lascia l’Islanda (per attuare il suo progetto lontano da tutti) scoprirà che c’è sempre, sempre una seconda possibilità.

Jonas ha quarantanove anni e un talento speciale per riparare le cose. La sua vita, però, non è facile da sistemare: ha appena divorziato, la sua ex moglie gli ha rivelato che la loro amatissima figlia in realtà non è sua, e sua madre è smarrita nelle nebbie della demenza. Tutti i suoi punti di riferimento sono svaniti all’improvviso e Jonas non sa piú chi è. Nemmeno il ritrovamento dei suoi diari di gioventú, pieni di appunti su formazioni nuvolose, corpi celesti e corpi di ragazze, lo aiuta: quel giovane che era oggi gli appare come un estraneo, tutta la sua esistenza una menzogna. Comincia a pensare al suicidio, studiando attentamente tutti i possibili sistemi e tutte le variabili, da uomo pratico qual è. Non vuole però che sia sua figlia a trovare il suo corpo, e decide di andare a morire all’estero. La scelta ricade su un paese appena uscito da una terribile guerra civile e ancora disseminato di edifici distrutti e mine antiuomo. Jonas prende una stanza nel remoto Hotel Silence, dove sbarca con un solo cambio di vestiti e la sua irrinunciabile cassetta degli attrezzi. Ma l’incontro con le persone del posto e le loro ferite, in particolare con i due giovanissimi gestori dell’albergo, un fratello e una sorella sopravvissuti alla distruzione, e con il silenzioso bambino di lei, fa slittare il suo progetto giorno dopo giorno…Auður Ólafsdottir ha scritto il suo romanzo piú bello, il piú essenziale, tenero e ironico. Un libro che è un segno di pace, una stretta di mano laica che ci riavvicina a quanto di umano dentro di noi resiste agli orrori del mondo.

(source: Bol.com)

Hidden

Flight Decurion Seivers is stranded on a frozen moon, far from the Legion. *The Perception of Prejudice* is barely functioning and Percy is offline. Seivers’ future is measured in days.
Captain Lusimi searches for enemy survivors. By the order of the Protectors, the Sidexan Fleet is to avenge the Legion’s violation of Protected System Five. He will follow his orders, but protecting his warriors and crew is his highest priority.
The hunt is on.
Hidden is a novelette in the Two Democracies: Revolution series.

Hellfire

HELLFIRE
di Connie Furnari
Genere: Romantic Suspense Paranormal
Romanzo autoconclusivo in volume unico
Un amore che brucia più delle fiamme dell’Inferno.
Non esiste passione senza tormento, non esiste pace per un’anima maledetta che ama per la prima volta.
«È stato nell’attimo stesso in cui ti ho vista, che mi sono reso conto di essere sempre stato morto, Lilith. Mi hai fatto rinascere e non avrei mai creduto potesse essere così doloroso. L’unico modo che conosco per placare questa sofferenza è sprofondare in te, annegare nella tua oscurità. È la sola cosa che mi fa andare avanti. Sono dannatamente affamato di te…»
«Spero che tu non smetta mai di esserlo, Sam. O sarei io a morire.»
Los Angeles, la città degli angeli. Dove niente è mai come sembra. Sam ha sempre provato a domare il suo spirito ribelle, dissoluto e perverso, senza mai riuscirci, tenendosi lontano da Nate, impeccabile e incorrotto, il quale un tempo era il suo migliore amico, prima che tutto tra loro due cambiasse.
Quando ancora i loro nomi erano Samhael e Nathaniel.
Finché non arriva lei, la bellissima e malinconica Lilith, dai lunghi capelli scarlatti. La tentatrice che spezzerà ogni equilibrio e che scatenerà fra i due rivali una guerra senza precedenti, per averla.
Ma Lilith porta con sé un’ombra oscura, che la perseguita fin dalla nascita, a causa della quale è costretta a traslocare da Portland.
La passione sfrenata e il desiderio la stravolgeranno: il suo cuore si troverà a dover scegliere tra Sam e Nate, ignorando che da quella scelta dipenderà la distruzione di uno di loro, o di entrambi e di quello che rappresentano.
Per delle anime condannate a non amare, lei può essere la salvezza o la dannazione eterna. Il Fuoco Infernale.
Hellfire è un Romantic Suspense con una storia d’amore hot e incandescente, un Paranormal pieno d’azione e colpi di scena, una lotta di passioni fino all’ultima pagina, in una spirale di sensualità, sangue e morte.
Il romanzo è narrato con il punto di vista alternato dei due protagonisti Sam e Lilith, in una Los Angeles gotica e piovosa.
HELLFIRE (stralcio)
Le mie mani gli accarezzarono la schiena e lo sentii rabbrividire, i miei polpastrelli si avvicinarono alle sue cicatrici.
«Io non posso evitare di amarti, Sam. Per me è una necessità. È come respirare.»
Chiuse gli occhi, appena la mia bocca baciò le cicatrici sulle sue spalle, seguendo ogni centimetro di quelle profonde ferite. Le mie braccia gli circondarono il torace e si irrigidì.
Quando cercai di osare di più, di sfiorare il bordo dei suoi jeans, le sue mani afferrarono le mie, stringendole con forza disperata. «Non puoi salvarmi, Lilith.»
Compresi che aveva dischiuso le palpebre.
I miei baci divennero ancora più intensi, il mio abbraccio più profondo. «Sì, invece. L’ho già fatto.» Stavolta non ci saremmo fermati. Ci saremmo posseduti a vicenda. Sam apparteneva a me, dal primo momento in cui c’eravamo incontrati.
Si voltò, mi afferrò con forza i glutei, sollevandomi da terra. La sua bocca si impossessò della mia, con un bacio che mi travolse.
Altri romance dell’autrice su Amazon Kindle Unlimited:
STARCROSSED
https://www.amazon.it/dp/B07MCDQVD4
WINTER SNOW
https://www.amazon.it/dp/B07LB9RLV4
CHEER
https://www.amazon.it/dp/B07JKJ1NH3
SWEET WHISPERS
https://www.amazon.it/dp/B07HDWCDR6/
PECADOR vol. 1 – scritto con Aura Conte
https://www.amazon.it/Pecador-Flor-Cuba-Aura-Conte-ebook/dp/B06Y4978MY
PECADOR vol. 2 – scritto con Aura Conte
https://www.amazon.it/Pecador-Amor-Muerte-Aura-Conte-ebook/dp/B07BHJQBT2
REVOLVER – scritto con Aura Conte
https://www.amazon.it/dp/B07KTD6RYC
CINDERS (CENERENTOLA) – scritto con Aura Conte
https://www.amazon.it/Cinders-Aura-Conte-ebook/dp/B078RRQQBR
Pagina dell’autrice:
https://www.amazon.it/Connie-Furnari/e/B00MX4Q6JU
**
### Sinossi
HELLFIRE
di Connie Furnari
Genere: Romantic Suspense Paranormal
Romanzo autoconclusivo in volume unico
Un amore che brucia più delle fiamme dell’Inferno.
Non esiste passione senza tormento, non esiste pace per un’anima maledetta che ama per la prima volta.
«È stato nell’attimo stesso in cui ti ho vista, che mi sono reso conto di essere sempre stato morto, Lilith. Mi hai fatto rinascere e non avrei mai creduto potesse essere così doloroso. L’unico modo che conosco per placare questa sofferenza è sprofondare in te, annegare nella tua oscurità. È la sola cosa che mi fa andare avanti. Sono dannatamente affamato di te…»
«Spero che tu non smetta mai di esserlo, Sam. O sarei io a morire.»
Los Angeles, la città degli angeli. Dove niente è mai come sembra. Sam ha sempre provato a domare il suo spirito ribelle, dissoluto e perverso, senza mai riuscirci, tenendosi lontano da Nate, impeccabile e incorrotto, il quale un tempo era il suo migliore amico, prima che tutto tra loro due cambiasse.
Quando ancora i loro nomi erano Samhael e Nathaniel.
Finché non arriva lei, la bellissima e malinconica Lilith, dai lunghi capelli scarlatti. La tentatrice che spezzerà ogni equilibrio e che scatenerà fra i due rivali una guerra senza precedenti, per averla.
Ma Lilith porta con sé un’ombra oscura, che la perseguita fin dalla nascita, a causa della quale è costretta a traslocare da Portland.
La passione sfrenata e il desiderio la stravolgeranno: il suo cuore si troverà a dover scegliere tra Sam e Nate, ignorando che da quella scelta dipenderà la distruzione di uno di loro, o di entrambi e di quello che rappresentano.
Per delle anime condannate a non amare, lei può essere la salvezza o la dannazione eterna. Il Fuoco Infernale.
Hellfire è un Romantic Suspense con una storia d’amore hot e incandescente, un Paranormal pieno d’azione e colpi di scena, una lotta di passioni fino all’ultima pagina, in una spirale di sensualità, sangue e morte.
Il romanzo è narrato con il punto di vista alternato dei due protagonisti Sam e Lilith, in una Los Angeles gotica e piovosa.
HELLFIRE (stralcio)
Le mie mani gli accarezzarono la schiena e lo sentii rabbrividire, i miei polpastrelli si avvicinarono alle sue cicatrici.
«Io non posso evitare di amarti, Sam. Per me è una necessità. È come respirare.»
Chiuse gli occhi, appena la mia bocca baciò le cicatrici sulle sue spalle, seguendo ogni centimetro di quelle profonde ferite. Le mie braccia gli circondarono il torace e si irrigidì.
Quando cercai di osare di più, di sfiorare il bordo dei suoi jeans, le sue mani afferrarono le mie, stringendole con forza disperata. «Non puoi salvarmi, Lilith.»
Compresi che aveva dischiuso le palpebre.
I miei baci divennero ancora più intensi, il mio abbraccio più profondo. «Sì, invece. L’ho già fatto.» Stavolta non ci saremmo fermati. Ci saremmo posseduti a vicenda. Sam apparteneva a me, dal primo momento in cui c’eravamo incontrati.
Si voltò, mi afferrò con forza i glutei, sollevandomi da terra. La sua bocca si impossessò della mia, con un bacio che mi travolse.
Altri romance dell’autrice su Amazon Kindle Unlimited:
STARCROSSED
https://www.amazon.it/dp/B07MCDQVD4
WINTER SNOW
https://www.amazon.it/dp/B07LB9RLV4
CHEER
https://www.amazon.it/dp/B07JKJ1NH3
SWEET WHISPERS
https://www.amazon.it/dp/B07HDWCDR6/
PECADOR vol. 1 – scritto con Aura Conte
https://www.amazon.it/Pecador-Flor-Cuba-Aura-Conte-ebook/dp/B06Y4978MY
PECADOR vol. 2 – scritto con Aura Conte
https://www.amazon.it/Pecador-Amor-Muerte-Aura-Conte-ebook/dp/B07BHJQBT2
REVOLVER – scritto con Aura Conte
https://www.amazon.it/dp/B07KTD6RYC
CINDERS (CENERENTOLA) – scritto con Aura Conte
https://www.amazon.it/Cinders-Aura-Conte-ebook/dp/B078RRQQBR
Pagina dell’autrice:
https://www.amazon.it/Connie-Furnari/e/B00MX4Q6JU

Heliopolis

Heliopolis è una città lontana, proiettata in un futuro che la tecnica domina in modo onnipervasivo. Teatro delle passioni umane in cui confluiscono frammenti del nostro tempo, la città è scossa da uno scontro di potere ai vertici del regime. Tradizioni venerabili e antiche comunità sono spazzate via dalle infallibili armi dell’esercito, ma l’apparato tecnologico, che miete le sue vittime in nome del progresso, sa anche preservare la memoria del passato, grazie a potenti apparecchiature che archiviano l’intero scibile umano. Il comandante Lucius, protagonista del romanzo, si dibatte nelle contraddizioni di un’utopia malata, oscillando tra il culto della disciplina e l’attrazione per Budur, donna sfuggente e altera, immagine dell’amore salvifico. Romanzo visionario, sinistra prefigurazione e insieme una delle prove narrative più alte dello scrittore tedesco, Heliopplis fu pubblicato da Jünger nel 1949.
**

Hampton’s sons

Quarto RACCONTINO di Hampton’s sons.
Tara Beenson ha sempre saputo com’era il suo fidanzato. Rick Colin Sherman è un burlone, incosciente e attaccabrighe. L’ha sempre amato così, finché lui non supera il limite, dimenticandosi ciò che per lei è più importante di tutto. Le incomprensioni finiscono per allontanarli perché non si parlano chiaramente, finché una proposta di football per Rick, non crea un vero e proprio divario tra i due. Come può reggere il loro amore, con un problema così grande, se lui non ricorda nemmeno cosa deve fare lei in quel periodo, perché troppo preso da se stesso?
La coppia entra in crisi, Rick sta perdendo Tara, qualcosa dovrà fare. Certo, quando capirà il perché lei è arrabbiata con lui…
Bentornati a Hampton.
**
### Sinossi
Quarto RACCONTINO di Hampton’s sons.
Tara Beenson ha sempre saputo com’era il suo fidanzato. Rick Colin Sherman è un burlone, incosciente e attaccabrighe. L’ha sempre amato così, finché lui non supera il limite, dimenticandosi ciò che per lei è più importante di tutto. Le incomprensioni finiscono per allontanarli perché non si parlano chiaramente, finché una proposta di football per Rick, non crea un vero e proprio divario tra i due. Come può reggere il loro amore, con un problema così grande, se lui non ricorda nemmeno cosa deve fare lei in quel periodo, perché troppo preso da se stesso?
La coppia entra in crisi, Rick sta perdendo Tara, qualcosa dovrà fare. Certo, quando capirà il perché lei è arrabbiata con lui…
Bentornati a Hampton.

Hammerstein o Dell’ostinazione: Una storia tedesca (Supercoralli)

La sera del 3 febbraio 1933, a Berlino ebbe luogo una cena a suo modo storica: Adolf Hitler incontrò per la prima volta come neo-cancelliere i maggiori esponenti della Reichswehr. Fra questi, discendente di un’antica famiglia aristocratica, il generale Kurt von Hammerstein-Equord, che durante la Repubblica di Weimar aveva fatto una brillante carriera sino a diventare capo di stato maggiore dell’esercito tedesco. Un uomo di destra, che considerava Hitler un confusionario non particolarmente pericoloso. Nel corso della cena, tuttavia, il Führer espose senza mezzi termini i suoi veri obiettivi: instaurazione di una dittatura all’interno del paese, ricerca di «spazio vitale» a oriente. E specificò persino quando avrebbe avuto inizio la guerra. Il discorso di Hitler fece radicalmente cambiare opinione a Hammerstein che un anno dopo rassegnò le dimissioni: da quel momento in poi divenne – pur fra prudenze, contraddizioni e nella piú assoluta segretezza – il punto di riferimento della resistenza anti-hitleriana che condusse al fallito attentato del 20 luglio 1944. Il generale però a quel punto era già morto da un anno: durante il funerale, accanto alla bara venne deposta l’enorme corona inviata da Hitler: il nastro, che recava il suo nome, era stato però «dimenticato» in metropolitana dai familiari.
**
### Sinossi
La sera del 3 febbraio 1933, a Berlino ebbe luogo una cena a suo modo storica: Adolf Hitler incontrò per la prima volta come neo-cancelliere i maggiori esponenti della Reichswehr. Fra questi, discendente di un’antica famiglia aristocratica, il generale Kurt von Hammerstein-Equord, che durante la Repubblica di Weimar aveva fatto una brillante carriera sino a diventare capo di stato maggiore dell’esercito tedesco. Un uomo di destra, che considerava Hitler un confusionario non particolarmente pericoloso. Nel corso della cena, tuttavia, il Führer espose senza mezzi termini i suoi veri obiettivi: instaurazione di una dittatura all’interno del paese, ricerca di «spazio vitale» a oriente. E specificò persino quando avrebbe avuto inizio la guerra. Il discorso di Hitler fece radicalmente cambiare opinione a Hammerstein che un anno dopo rassegnò le dimissioni: da quel momento in poi divenne – pur fra prudenze, contraddizioni e nella piú assoluta segretezza – il punto di riferimento della resistenza anti-hitleriana che condusse al fallito attentato del 20 luglio 1944. Il generale però a quel punto era già morto da un anno: durante il funerale, accanto alla bara venne deposta l’enorme corona inviata da Hitler: il nastro, che recava il suo nome, era stato però «dimenticato» in metropolitana dai familiari.

Il gusto di uccidere

Il Cuoco d’Oro: l’evento al quale chiunque abbia, o aspiri ad avere, un ruolo nel prestigioso mondo della gastronomia svedese non può non partecipare, una serata che riserva sempre grandi sorprese. Solveig Berg, la più spregiudicata giornalista d’inchiesta di Stoccolma, sempre alla ricerca dello scoop, si è assicurata l’ingresso allo Stockholm Grotesque, il noto ristorante che ospita il premio. Tutti sembrano puntare su Florian Leblanc o su Jon Ragnarsson – due chef stellati un tempo soci, ora rivali. Ma proprio al momento dell’annuncio del vincitore le luci si spengono improvvisamente e un colpo di pistola sovrasta il brusio della sala, uccidendo Vanja Stridh, il capo di Solveig. Le indagini sull’accaduto iniziano rapidamente, ma Solveig capisce subito che la polizia sta imboccando una pista sbagliata, soprattutto a causa di quello che Vanja le ha bisbigliato prima di morire. Tra le sale e le cucine dei ristoranti di lusso della città, la giornalista si troverà così ad affrontare nuovi intrighi, una mente criminale imprevedibile… e le ombre del suo stesso passato. Una sua vecchia conoscenza, Lennie Lee, ex fotografo di moda che ha visto la sua rivista scandalistica disfarsi e chiudere i battenti durante la sua permanenza in carcere, è finalmente tornato a Stoccolma dopo tre anni. Ha perso tutto, ma è pronto a rifarsi investendo questa volta nella ristorazione, e spende i suoi ultimi risparmi per acquistare un food truck. Le strade di Lennie e Solveig sembrano destinate a incrociarsi di nuovo…
**
### Sinossi
Il Cuoco d’Oro: l’evento al quale chiunque abbia, o aspiri ad avere, un ruolo nel prestigioso mondo della gastronomia svedese non può non partecipare, una serata che riserva sempre grandi sorprese. Solveig Berg, la più spregiudicata giornalista d’inchiesta di Stoccolma, sempre alla ricerca dello scoop, si è assicurata l’ingresso allo Stockholm Grotesque, il noto ristorante che ospita il premio. Tutti sembrano puntare su Florian Leblanc o su Jon Ragnarsson – due chef stellati un tempo soci, ora rivali. Ma proprio al momento dell’annuncio del vincitore le luci si spengono improvvisamente e un colpo di pistola sovrasta il brusio della sala, uccidendo Vanja Stridh, il capo di Solveig. Le indagini sull’accaduto iniziano rapidamente, ma Solveig capisce subito che la polizia sta imboccando una pista sbagliata, soprattutto a causa di quello che Vanja le ha bisbigliato prima di morire. Tra le sale e le cucine dei ristoranti di lusso della città, la giornalista si troverà così ad affrontare nuovi intrighi, una mente criminale imprevedibile… e le ombre del suo stesso passato. Una sua vecchia conoscenza, Lennie Lee, ex fotografo di moda che ha visto la sua rivista scandalistica disfarsi e chiudere i battenti durante la sua permanenza in carcere, è finalmente tornato a Stoccolma dopo tre anni. Ha perso tutto, ma è pronto a rifarsi investendo questa volta nella ristorazione, e spende i suoi ultimi risparmi per acquistare un food truck. Le strade di Lennie e Solveig sembrano destinate a incrociarsi di nuovo…

Guidami al tuo cuore

La Serenissima, 1699.
Cassandra Quintavalle ha da poco debuttato in società, anche se non era esattamente il suo sogno nel cassetto. I suoi genitori sembrano intenti a trovarle un marito, ma lei non ne vuol sapere. L’unica cosa che l’appassiona vivamente sono l’amore per i libri, la passione per la scrittura e uno spiccato senso di indipendenza.
Leonardo Valier è un futuro conte, appena rientrato a Venezia, dopo aver valorosamente combattuto la guerra in Morea. Il suo unico obiettivo è quello di godersi la vita e i piaceri carnali, spassandosela con donne sposate.
Entrambi rifuggono l’amore, ma Galeotto fu il loro luogo d’incontro.
Il fascino che Leonardo nutre per Cassandra è fulmineo, e in parte dovuto al suo carattere ribelle. Cassandra, invece, lo crede un mascalzone e non vuole più avere niente a che fare con lui.
Pian piano, però, quei sentimenti dapprima sepolti cominciano a fare capolino in maniera evidente. Il gioco sembra ormai fatto. Ma come reagirà Cassandra quando scoprirà che il matrimonio era già stato deciso a sua insaputa, e che Leonardo l’aveva attratta in un tenero, dolce inganno?

(source: Bol.com)

Guida allo studio per pigri

Lo abbiamo imparato tutti ai tempi della scuola o dell’università: da una parte ci sono i secchioni, che si danno un sacco da fare e sanno sempre tutto; dall’altra i “pigri”, che dedicano poco tempo allo studio e si riducono sempre all’ultimo, eppure riescono a superare tutte le prove. Nel mezzo quelli che, pur con tutti gli sforzi del caso o, al contrario, rinunciando a impegnarsi a priori, hanno risultati mediocri, quando non disastrosi. Ma che metodo utilizzano questi “minimalisti dello studio” per riuscire a ottenere buoni risultati con un impegno ridotto all’osso? Qual è l’atteggiamento mentale che permette loro di raggiungere in modo mirato un determinato obiettivo? Quali i trucchi di cui si avvalgono per non spendere gran parte del loro tempo sui libri? Queste strategie ce le illustra Iris Komarek, in modo che tutti possano trarne vantaggio. Che siate studenti o professionisti alle prese con lo studio per piacere o necessità, sarà facile individuare il vostro stile di apprendimento e, in base a questo, sviluppare una personale strategia per raggiungere il massimo investendo il minimo.

(source: Bol.com)

Guida Allo Studio Della Storia Greca

Questo libro si affianca alle altre analoghe guide storiche la cui comune griglia di base (Concetto, periodizzazione, problemi – Le grandi questioni – Le Fonti – Come lavora lo storico) è stata pensata ed elaborata in funzione della nuova didattica universitaria. Oggi che il vecchio corso monografico è morto per sempre, l’ambizione di questa Guida allo studio della storia greca è quella di offrire –non senza originalità– allo studente spunti per una riflessione sulla disciplina e al docente argomenti di discussione e di ulteriore approfondimento.

Guerre civili: Una storia attraverso le idee

Che cos’è una guerra civile? Tutti noi pensiamo di saperlo, quando ce ne troviamo una di fronte. In realtà, le idee a proposito di cosa essa sia, e cosa non sia, hanno una storia lunga e dibattuta. Quando si parla di guerre le parole stesse vengono brandite come armi, e nessuna forma di guerra è più controversa, anche sul piano linguistico, della guerra civile. In questo campo infatti ogni definizione comporta un atto eminentemente politico: l’applicazione dell’espressione «guerra civile» a un conflitto spesso dipende dal fatto di essere un governante o un ribelle, il vincitore o il vinto, un nativo o uno straniero. L’uso stesso del termine «civile», dunque, fa parte del conflitto: può determinarne l’esito, a seconda che altre nazioni scelgano di intervenire o decidano di starne fuori. In questo libro originalissimo, David Armitage, uno dei più eminenti storici americani, ripercorre la forma meno compresa e più controversa di violenza umana organizzata dall’antica Roma fino ai giorni nostri, passando per il Rinascimento, le rivoluzioni settecentesche, la guerra civile americana e i drammatici conflitti che hanno scandito il Novecento. Dai Balcani al Ruanda, dall’Afghanistan all’Iraq, fino al recente drammatico caso della Siria, il conflitto civile sembra essere oggi più che mai tornato alla ribalta del nostro tempo. E all’interno dell’Occidente perfino la lotta politica «sembra sempre più una guerra civile condotta con altri mezzi». La prospettiva unitaria con cui questo libro guarda al fenomeno, indagandone le origini e le dinamiche nel lungo periodo, si rivela indispensabile, se si vuole provare a fare i conti con quello che appare un problema tragicamente attuale.
**
### Sinossi
Che cos’è una guerra civile? Tutti noi pensiamo di saperlo, quando ce ne troviamo una di fronte. In realtà, le idee a proposito di cosa essa sia, e cosa non sia, hanno una storia lunga e dibattuta. Quando si parla di guerre le parole stesse vengono brandite come armi, e nessuna forma di guerra è più controversa, anche sul piano linguistico, della guerra civile. In questo campo infatti ogni definizione comporta un atto eminentemente politico: l’applicazione dell’espressione «guerra civile» a un conflitto spesso dipende dal fatto di essere un governante o un ribelle, il vincitore o il vinto, un nativo o uno straniero. L’uso stesso del termine «civile», dunque, fa parte del conflitto: può determinarne l’esito, a seconda che altre nazioni scelgano di intervenire o decidano di starne fuori. In questo libro originalissimo, David Armitage, uno dei più eminenti storici americani, ripercorre la forma meno compresa e più controversa di violenza umana organizzata dall’antica Roma fino ai giorni nostri, passando per il Rinascimento, le rivoluzioni settecentesche, la guerra civile americana e i drammatici conflitti che hanno scandito il Novecento. Dai Balcani al Ruanda, dall’Afghanistan all’Iraq, fino al recente drammatico caso della Siria, il conflitto civile sembra essere oggi più che mai tornato alla ribalta del nostro tempo. E all’interno dell’Occidente perfino la lotta politica «sembra sempre più una guerra civile condotta con altri mezzi». La prospettiva unitaria con cui questo libro guarda al fenomeno, indagandone le origini e le dinamiche nel lungo periodo, si rivela indispensabile, se si vuole provare a fare i conti con quello che appare un problema tragicamente attuale.

Della Guerra

Tre sono le forze in gioco: il cieco istinto dell’odio, la libera scelta dell’anima e la pura e semplice ragione. Un soldato non deve essere il mero strumento dell’autorità, ma proprio in nome della ragione e del sentimento ha il diritto di ribellarsi agli ordini. Con La guerra del Peloponneso di Tucidide, il trattato di Clausewitz è un classico della letteratura sull’arte della guerra. Un’analisi logica, razionale ed emotiva dell’aggressività umana quando si fa vero e proprio strumento politico.