21745–21760 di 62912 risultati

Il fantasma verde

Buongiorno ragazzi. Io sono Alfred Hitchcock. Il fatto che io ripeta sovente il mio nome non è sufficiente a dar fondamento alle accuse di megalomania che alcuni avversari mi rivolgono. Come potrete notare, infatti, io scrivo il mio nome normalmente, e non tutto a lettere maiuscole come senza dubbio meriterebbe. Ma tralasciamo: non sono qui per parlare di me stesso, anche se l’argomento sarebbe senz’altro affascinante. Devo piuttosto spendere le solite quattro parole su I Tre Investigatori, che questa volta sono alle prese con un fantasma verde. Il colore del fantasma dimostra senza necessità di commento il cattivo gusto che vige al giorno d’oggi anche nei confronti degli spiriti dei trapassati. Dello stesso mio parere sono anche Jupiter Jones, Pete Crenshaw e Bob Andrews, che dimostrano di non gradire per niente un fantasma di tale colore. E mi rimane il dubbio che non lo gradirebbero ugualmente nemmeno se fosse bianco come vuole la tradizione.

Il fantasma di Laika e altri racconti

Il perfetto manuale per classificare le razze aliene è quello che le suddivide a seconda del modo che hanno scelto per viaggiare nello spazio ( *Alfabeto vettoriale dei viaggi interstellari* di Yoon Ha Lee). C’è una storia che nessuno aveva ancora immaginato? L’amore fra due veggenti (è nel racconto di Charlie Jane Anders). Le invenzioni sono una bella cosa, ma alcune possono mettere a repentaglio la specie umana: Obediah Polkinghorn è l’uomo che le aiuta a scomparire (in cronaca, Neil Gaiman). Quando l’effetto serra sarà arrivato al culmine e la civiltà scomparsa, cosa resterà? Ma la civiltà, naturalmente, quella solo un po’ più catastrofica immaginata da Bruce Sterling in uno dei suoi racconti più toccanti. E per chi non si accontenta ancora, raccomandiamo un viaggio in Kazakhstan in compagnia del *Fantasma di Laika* , un thriller fantascientifico ad alto potenziale.
 
**INDICE**

**INTRODUZIONE** |
DAVID G. HARTWELL & KATRHYN CRAMER
**LA MIGLIOR FANTASCIENZA DELL’ANNO TERZO** *
* The Best Science Fiction of the Year Three (2011) |
KEN MACLEOD
**DOLLY**
Dolly (2011) |
ELIZABETH BEAR
**ASSOLUTAMENTE ALTROVE** *
* Altogether Elsewhere, Vast Herds of Reindeer (2011) |
KEN LIU
**VINCOLI** *
* Tethered (2011) |
MERCURIO D. RIVERA
**WAHALA** *
* Wahala (2011) |
NNEDI OKORAFOR
**IL FANTASMA DI LAIKA**
Laika’s Ghost (2011) |
KARL SCHROEDER
**RAGNAROK** *
* Ragnarok (2011) |
PAUL PARK
**SEI MESI, TRE GIORNI** *
* Six Months, Three Days (2011) |
CHARLIE JANE ANDERS
**OBEDIAH IL DISINVENTORE** *
* And Weep Like Alexander (2011) |
NEIL GAIMAN
**FUORI DAL MONDO** *
* The Middle of Somewhere (2011) |
JUDITH MOFFETT
**ATTI DI PIETA’** *
* Mercies (2011) |
GREGORY BENFORD
**L’EDUCAZIONE DI JUNIOR NUMERO 12**
The Education of Junior Number 12 (2011) |
MADELINE ASHBY
**IL NOSTRO CANDIDATO** *
* Our Candidate (2011) |
ROBERT REED
**ACQUA DENSA** *
* Thick Water (2011) |
KAREN HEULER
**L’ARTISTA DI GUERRA** *
* The War Artist (2011) |
TONY BALLANTYNE
**IL SIGNORE DELLA VOLIERA**
The Master of the Aviary (2011) |
BRUCE STERLING
**CASA DOLCE BIOCASA** *
* Home Sweet Bi’Ome (2011) |
PAT MACEWEN
**LA PIETRA DELLA SOLITUDINE** *
* For I Have Lain Me Down on the Stone of Loneliness and I’ll Not Be Back Again (2011) |
MICHAEL SWANWICK
**LA KI-ANNA** *
* The Ki-Anna (2011) |
GWYNETH JONES
**ELIOT SCRISSE** *
* Eliot Wrote (2011) |
NANCY KRESS
**LA COSA PIU’ SIMILE** *
* The Nearest Thing (2011) |
GENEVIEVE VALENTINE
**ALFABETO VETTORIALE DEI VIAGGI INTERSTELLARI**
A Vector Alphabet pf Interstellar Travel (2011) |
YON HA LEE
**IL GUFO DEI GHIACCI** *
* The Ice Owl (2011) |
CAROLYN IVES GILMAN
****

Fantasex

**HARLAN ELLISON** e la vita notturna a **CISSALDA**
**LARRY NIVEN** e i problemi erotici di **SUPERMAN**
**PHILIP JOSE’ FARMER** e gli amori dell’ **UOMO DELLA GIUNGLA**
In questa imperdibile antologia dedicata al sesso nella fantascienza troverete inquietanti racconti di amori possibili e impossibili e alcune tra le storie più belle di:

**INDICE**

**IL SUO VISO PELOSO** *
*Her Furry Face (1983) |
LEIGH KENNEDY
**SPOSA DI GUERRA**
War Bride (1990) |
RICK WILBER
**VITA NOTTURNA A CISSALDA**
How’s the Night Life on Cissalda? (1977) |
HARLAN ELLISON
**L’INCUBO DI JAMESBURG**
The Jamesburg Incubus (1990) |
SCOTT BAKER
**UOMO D’ACCIAIO, DONNA DI KLEENEX**
Man of Steel, Woman of Kleenex (1971) |
LARRY NIVEN
**LA PRIMA VOLTA**
The First Time (1990) |
K. W. JETER
**IL RAGAZZO CORROTTO DELLA GIUNGLA**
The Jungle Rot Kid on the Nod (1968) |
PHILIP JOSE’ FARMER
**MARITI**
Husbands (1990) |
LISA TUTTLE
**QUANDO I PADRI SE NE VANNO**
When the fathers go (1982) |
BRUCE MCALLISTER
**GALLINE BALLERINE**
Dancing chikens (1984) |
EDWARD BRYANT
**SOCCORSO STRADALE**
Roadside Rescue (1985) |
PAT CADIGAN
**OMNISEXUAL**
Omnisexual (1990) |
GEOFF RYMAN
**TUTTE LE MIE ADORATE FIGLIE**
All my darling daughters (1985) |
CONNIE WILLIS
**RISVEGLIO**
Arousal (1990) |
RICHARD CHRISTIAN MATHESON
**SCAGLIE**
Scales (1990) |
LEWIS SHINER
**MI SVEGLIAI E MI TROVAI QUI, SUL FIANCO DEL GELIDO COLLE**
And I awoke and found mi here on the cold hill’s side (1971) |
JAMES TIPTREE Jr.
**DISEGNI**
Picture Planes (1990) |
MICHAELA ROESSNER
**L’AMORE E IL SESSO TRA GLI INVERTEBRATI**
Love and sex among the invertebrates (1990) |
PAT MURPHY
**AL NEW MOON HOTEL PER SALVARE IL MONDO**
Saving the world at the new moon hotel (1990) |
ROBERTA LANNES
**VIAGGIO IMBARAZZANTE**
Fantastic Cleavage |
P. KETTRIDGE Jr.

Fantasesso

Antologia retro come non se ne farebbero più, curatissima nella scelta dei brani (18 racconti completi e 14 passi da narrazioni più estese) e nella struttura (7 blocchi tematici e un epilogo: Delle novità tecniche introdotte dalla navigazione spaziale e dai viaggi nel tempo – Delle sorprese della cibernetica – Cinque ipotesi su altrettanti pianeti – Delle proiezioni di alcune frustrazioni femminili – Delle possibilità di certi sogni maschili – Erotismi e tabù di oggi in situazioni-limite di domani – Degli incubi della genetica – Le società future: amore idilliaco, tirannide sessuale… oppure?), raffinata anche nella disposizione in sequenza dei testi e nella scelta delle citazioni e degli aforismi in apertura di sezione. Si parla di sesso, amore, affettività, riproduzione, comportamenti sociali con uno slancio meravigliosamente sessantottino (il libro è del 1967) e le scene erotiche sono praticamente assenti. Un fantaviaggio divertentissimo, alla fine del quale appaiono evidenti i motivi del declino del genere ai nostri giorni: dopo almeno cento anni di speculazioni e di sogni non solo non abbiamo incontrato nessun extraterrestre e non abbiamo viaggiato nel tempo, ma una coppia omosessuale con figli è ancora un tabù, così come la fecondazione artificiale e le ricerche genetiche. Ma resta vero che “il meglio della fantascienza è uno specchio in cui vediamo il nostro mondo, il nostro futuro, noi stessi” e che “la fantascienza ci mostra a noi stessi estremizzati” (Frederick Pohl).

Le famiglie più malvagie della storia

I delitti più celebri e i crimini più atroci commessi da famiglie, clan e dinastie’Gli autori tracciano il loro oscuro labirinto narrando con oggettività vicende inquietanti. Il terrore diventa un affare di famiglia.’Laura Laurenzi, ‘la Repubblica’Madri e padri, figli e figlie, fratelli e sorelle uniti da un doppio legame di sangue: genetico e criminale. Dalla dinastia giulio-claudia ai Borgia, dai Romanov ai Kim, dagli Hussein ai clan mafiosi, la storia di ieri e di oggi è disseminata di vicende oscure che hanno come protagonisti personaggi disumani, guidati da una lucida follia o pronti a tutto per conservare il proprio potere. Sfilano così, in sequenza, gli eccidi di massa dei fratelli Pizarro, gli omicidi seriali, le efferate imprese delle bande di Jesse James, dei fratelli Dalton e dei Savi, “quelli della Uno bianca”. E poi le sanguinose azioni delle famiglie mafiose, come i Gambino, i Riina, i Messina Denaro, i Barbaro…E ancora la spregiudicata gestione del potere di tiranni che la storia ha condannato a finire nella polvere, come Ceausescu e Gheddafi. Per finire con i protagonisti della cronaca nera: Rosa Bazzi e Olindo Romano, gli assassini di Erba; Michele Misseri e sua figlia Sabrina, implicati nel giallo di Avetrana, culminato con il ritrovamento del cadavere della quindicenne Sarah Scazzi, vittima forse dello zio e della cugina. Due presunti carnefici per un solo cognome.’Una carrellata di fatti oscuri e crudeli, operati da famiglie che hanno utilizzato ogni genere di sopraffazione per difendere il proprio nome e potere.’Panorama.it Tra le famiglie malvagie:La dinastia giulio-claudia. Roma val bene sangue e omicidiI Borgia. Delitti e castighi di una dinastia mancataI Tudor. Matrimoni e funerali, tra vergini e sanguinariI fratelli Dalton. Al di là del bene e del maleI Romanov. Demoni e dèiGli Hussein. Una famiglia-statoIl clan bin Laden. L’internazionale del terroreI Riina. I capi dei capiOlindo e Rosa. I mostri di ErbaAndrea Accorsi(Legnano, 1968), giornalista professionista e ricercatore, lavora come capo servizio cronaca in un quotidiano nazionale. Studioso di storia del giornalismo e di criminologia, ha scritto una decina di libri e saggi, tra cui ricordiamo Bande criminali e – insieme a Daniela Ferro – Milano criminale, Il grande libro dei misteri di Milano risolti e irrisolti, 101 personaggi che hanno fatto grande Milano, Le famiglie più malvagie della storia.Daniela Ferro(Milano, 1977), giornalista pubblicista e docente, per Newton Compton ha pubblicato Le grandi donne di Milano. Insieme ad Andrea Accorsi ha scritto Milano criminale, Il grande libro dei misteri di Milano risolti e irrisolti, 101 personaggi che hanno fatto grande Milano e Le famiglie più malvagie della storia.
(source: Bol.com)

La fabbrica dei flagelli

Il Diluvio Universale, le Sette Piaghe d’Egitto, le epidemie di peste e colera che decimarono nei secoli passati la popolazione terrestre, avevano se non altro il pregio di cadere, per così dire, dall’alto. In pochi decenni, tutto questo è drammaticamente cambiato: gli Dei, il Fato, la Natura sono usciti di scena, e oggi è l’Uomo stesso che si scava la fossa da sé, che fabbrica i flagelli di cui è vittima. “Quanto maggiori i progressi della nostra tecnologia, tanto maggiore la nostra vulnerabilità.” Questo tema – proposto da Arthur Clarke – è stato assegnato dalla Meredith Press a tre “scolari” d’eccezione come Silverberg, Zelazny e Blish, che l’hanno trattato secondo il proprio estro, ciascuno senza sapere come lo stessero svolgendo gli altri due. Ne è uscita una impressionante antologia di fantascienza “ecologica”, che abbiamo il dovere, oltre che il piacere, di offrire ai nostri lettori e compagni di specie.
INDICE
QUANDO IL PASSATO SE NE ANDO’ How it was when the Past Went Away (1969) ROBERT SILVERBERG
PROGETTO RUMOKO The Eve of Rumoko (1969) ROGER ZELAZNY
TUTTI MORIAMO NUDI We all dies naked (1969) JAMES BLISH

La fabbrica dei cattivi

È una storia vera o pura fiction? La vicenda è così sconcertante ed emotivamente coinvolgente che si legge senza prendere fiato. Una sosta in un centro commerciale per comprare una maglietta pulita e asciutta dopo l’ennesimo acquazzone – perché d’estate in Florida piove in continuazione. Intanto la figlia più piccola, Giulia, si è appena addormentata ed è un peccato svegliarla: l’auto è parcheggiata proprio davanti alla vetrina del negozio, è questione di un attimo, non può succedere nulla. E invece di colpo tutto precipita perché, senza saperlo, Alex e Mara hanno contravvenuto a una legge dello Stato. Il detective Strate prende le cose talmente sul serio da alterare prove e testimonianze. Si scatena il finimondo. Un’assistente sociale porta via i loro due bambini. I genitori, dopo l’arresto, sono condotti alla prigione della contea: rischiano una pesante condanna per abbandono di minore e la conseguente perdita della potestà genitoriale. Cosa succede quando un “buono”, un padre e un marito affettuoso, un professionista responsabile e, soprattutto, un uomo innocente, sperimenta l’impotenza di fronte a un meccanismo repressivo incomprensibile? Accettare di esserne ingranaggio? Oppure reagire e analizzarlo con i propri strumenti? Così, ora dopo ora, il travolgente racconto di Alex si trasforma nella personale esperienza di come, in una perversione giuridica compiuta in nome della giustizia, la società abbia bisogno di una “fabbrica dei cattivi”.

(source: Bol.com)

L’evoluzione in dieci parole

«Non sappiamo accettare qualcosa che non sia né buono né cattivo, né crudele né pietoso, ma semplicemente insensibile, indifferente a ogni sofferenza e privo di qua-lunque finalità» (Dawkins) Quella che viene qui presentata non è un’opera omogenea, bensì una raccolta di dieci articoli di divulgazione scientifica scritti, in epoche a volte molto lontane, da dieci grandi scienziati-ricercatori; dieci voci che Bluebook ha voluto innalzare contro il rumoroso silenzio che circonda l’evoluzione.

Every Child Is My Child: Storie vere e magiche di piccola, grande felicità

«*Due sono le cose che ti rendono ‘genitore’: fare un figlio e mandarlo a scuola. La prima richiede molte energie; per la seconda basta un libro: questo.*»
**MICHELA MURGIA**
33 protagonisti del mondo dello spettacolo italiano hanno deciso di tornare bambini per raccontare storie fatte di immaginazione e di ricordi della propria infanzia, incentrate sul tema della felicità e della spensieratezza. Lo hanno fatto per raccogliere fondi da devolvere attraverso *#everychildismychild* per costruire la Plaster School, al confine con la Siria. Perché ogni bambino ha diritto a essere felice, perché solo con la felicità, il gioco e la fantasia si può sconfiggere la brutalità della guerra.
Altrettanti artisti e illustratori di fama internazionale hanno realizzato una tavola a colori per ciascuna storia.
**Un libro destinato ai bambini e ai ragazzi ma anche ai loro genitori e nonni, un dono pieno di gioia per tutta la famiglia.**
* * *
Gli artisti che hanno partecipato a questo libro:
Niccolò Agliardi, Luca Argentero, Claudio Bisio, Marco Bonini, Andrea Bosca, Lorena Cacciatore, Paolo Calabresi, Giorgia Cardaci, Alessandro Cattelan, Martina Colombari, Lodovica Comello, ‪Paola Cortellesi, ‪Simone Cristicchi, Valentina D’Agostino, ‪Fedez, Donatella Finocchiaro, Diane Fleri, Anna Foglietta, Giorgia, Lino Guanciale, J-Ax, La Pina, Edoardo Leo, Vinicio Marchioni, Paola Minaccioni, Gabriella Pession, Lillo Petrolo, ‪Violante Placido, Vittoria Puccini, ‪Saturnino, ‪Daniele Silvestri, Sofia Viscardi, Luca Zingaretti.

Cristina Amodeo, Peppo Bianchessi, Camilla Falsini, Giulia Orecchia, Anna Laura Cantone, Giuseppe Orlando, Linda Toigo, Simona Mulazzani, Spider, Serena Riglietti, Paola Rollo, Zosia Dzierzawska, Paolo Bacilieri, Allegra Agliardi, Costanza Favero, Ivan Canu, Sonia Maria Luce Possentini, Debora Guidi, Silvia Idili, Alice Beniero, Fabian Negrin, Gaia Stella, Daniela Tieni, Desideria Guicciardini, Julia Binfield, Michele Ferri, Claudio Prati, Silver, Elenia Beretta, Teresa Sdralevich, Guido Scarabottolo, Arianna Vairo, Olimpia Zagnoli
**
### Sinossi
«*Due sono le cose che ti rendono ‘genitore’: fare un figlio e mandarlo a scuola. La prima richiede molte energie; per la seconda basta un libro: questo.*»
**MICHELA MURGIA**
33 protagonisti del mondo dello spettacolo italiano hanno deciso di tornare bambini per raccontare storie fatte di immaginazione e di ricordi della propria infanzia, incentrate sul tema della felicità e della spensieratezza. Lo hanno fatto per raccogliere fondi da devolvere attraverso *#everychildismychild* per costruire la Plaster School, al confine con la Siria. Perché ogni bambino ha diritto a essere felice, perché solo con la felicità, il gioco e la fantasia si può sconfiggere la brutalità della guerra.
Altrettanti artisti e illustratori di fama internazionale hanno realizzato una tavola a colori per ciascuna storia.
**Un libro destinato ai bambini e ai ragazzi ma anche ai loro genitori e nonni, un dono pieno di gioia per tutta la famiglia.**
* * *
Gli artisti che hanno partecipato a questo libro:
Niccolò Agliardi, Luca Argentero, Claudio Bisio, Marco Bonini, Andrea Bosca, Lorena Cacciatore, Paolo Calabresi, Giorgia Cardaci, Alessandro Cattelan, Martina Colombari, Lodovica Comello, ‪Paola Cortellesi, ‪Simone Cristicchi, Valentina D’Agostino, ‪Fedez, Donatella Finocchiaro, Diane Fleri, Anna Foglietta, Giorgia, Lino Guanciale, J-Ax, La Pina, Edoardo Leo, Vinicio Marchioni, Paola Minaccioni, Gabriella Pession, Lillo Petrolo, ‪Violante Placido, Vittoria Puccini, ‪Saturnino, ‪Daniele Silvestri, Sofia Viscardi, Luca Zingaretti.

Cristina Amodeo, Peppo Bianchessi, Camilla Falsini, Giulia Orecchia, Anna Laura Cantone, Giuseppe Orlando, Linda Toigo, Simona Mulazzani, Spider, Serena Riglietti, Paola Rollo, Zosia Dzierzawska, Paolo Bacilieri, Allegra Agliardi, Costanza Favero, Ivan Canu, Sonia Maria Luce Possentini, Debora Guidi, Silvia Idili, Alice Beniero, Fabian Negrin, Gaia Stella, Daniela Tieni, Desideria Guicciardini, Julia Binfield, Michele Ferri, Claudio Prati, Silver, Elenia Beretta, Teresa Sdralevich, Guido Scarabottolo, Arianna Vairo, Olimpia Zagnoli

Eva Luna racconta

Una bimba solitaria si innamora dell’amante della madre e, nelle torride sieste della pensione in cui vive, inventa misteriose cerimonie che conducono entrambi sull’orlo di un profondo abisso. Da un sotterraneo abbandonato viene liberata una vecchia rimasta prigioniera per mezzo secolo, vittima di un caudillo geloso. Quando si ritrova all’aperto, nuda, i lunghi capelli bianchi che sfiorano terra, gli occhi ciechi per il buio di decenni, non ricorda neppure il proprio nome. Nel fragore di una battaglia, tra le fiamme e gli spari, un uomo violenta una ragazza e ne uccide il padre. Vivrà perseguito dal rimorso fino a tornare sul luogo del delitto, dove la donna lo aspetta per vendicarsi. Sono alcuni straordinari personaggi di questi racconti, narrati da Eva Luna, accanto ai quali incontriamo Rolf Carlé, il fotografo segnato dagli orrori della guerra, Riad Halibì, l’arabo dal cuore compassionevole, la Maestra Ines, il Benefattore e altri che i lettori di Eva Lunagià conoscono. Un sottile filo narrativo unisce queste storie d’amore e di violenza, dal tono sempre contenuto, quasi dimesso, in contrasto con la ricchezza delle immagini, l’esuberanza degli scenari e la stravaganza delle passioni che determinano i destini di una stralunata umanità.

Eva Luna

Sullo sfondo di un paese oppresso dalla dittatura, un’indimenticabile figura di donna nata dalla grande tradizione del romanzo picaresco spagnolo, in un libro che è insieme storia d’amore, quadro d’ambiente e romanzo d’avventura.
**

Eterna

Londra, 1888. Annabel Lovelace è cresciuta nel cimitero di Highgate, e non conosce nulla al di fuori delle sue alte mura. Abbandonata a soli quattro anni dalla madre, ha come unico affetto la cara zia Heather. Senza di lei non potrebbe affrontare il terribile zio Tom, custode del cimitero. A sei anni, dopo aver sofferto di cuore sin dal primo anno di vita, il medico di famiglia le prescrive una medicina che dovrà accompagnarla per sempre… Sei gocce di digitale purpurea per mantenerla in vita, sei gocce rosse come il sangue che la strapperanno alla morte. Insieme alle preziose gocce, arriverà per Annabel una sorpresa sconvolgente, che marcherà la sua esistenza fino alla fine dei suoi giorni: è in grado di comunicare con l’aldilà, di dare voce a coloro che l’hanno persa per sempre. Ed è in questa sensazione di incredulità che Annabel sentirà che il suo cuore malato riuscirà a riempirsi di vero amore se solo potesse capire chi è quell’uomo che perseguita i suoi sogni.
**

L’età breve

Romanzo di formazione pubblicato per la prima volta nel 1946, L’età breve, prima e più compiuta tappa della trilogia delle Memorie del mondo sommerso, segna il passaggio di Corrado Alvaro da scrittore “regionale” a scrittore di ben più ampia rilevanza. Nella vicenda di Rinaldo Diacono, ragazzo calabrese espulso dal collegio per aver scritto deliranti storie d’amore a una giovanissima e ripreso in famiglia a condizione di tener nascosta l’infamante interruzione degli studi, Alvaro mette in luce il falso moralismo, la mistificazione, il culto dell’apparenza di certa società meridionale. Diario del difficile passaggio dall’adolescenza all’età adulta e di una sofferta scoperta della sessualità, questo romanzo coglie il momento di transizione di una società contadina che sogna di rompere il proprio isolamento e tenta la strada del riscatto sociale attraverso la cultura.
**
### Sinossi
Romanzo di formazione pubblicato per la prima volta nel 1946, L’età breve, prima e più compiuta tappa della trilogia delle Memorie del mondo sommerso, segna il passaggio di Corrado Alvaro da scrittore “regionale” a scrittore di ben più ampia rilevanza. Nella vicenda di Rinaldo Diacono, ragazzo calabrese espulso dal collegio per aver scritto deliranti storie d’amore a una giovanissima e ripreso in famiglia a condizione di tener nascosta l’infamante interruzione degli studi, Alvaro mette in luce il falso moralismo, la mistificazione, il culto dell’apparenza di certa società meridionale. Diario del difficile passaggio dall’adolescenza all’età adulta e di una sofferta scoperta della sessualità, questo romanzo coglie il momento di transizione di una società contadina che sogna di rompere il proprio isolamento e tenta la strada del riscatto sociale attraverso la cultura.