21729–21744 di 63547 risultati

Viaggiare in giallo

“Senza movente, senza indiziati, senza una logica apparente”. Questo commento dell’ispettrice Petra Delicado, nel racconto di Alicia Giménez-Bartlett, potrebbe funzionare da presentazione generale di questa antologia. Il delitto di viaggio è un classico della letteratura poliziesca, che ha sempre sfidato l’inventiva degli scrittori. Senza un luogo stabile e ripetute abitudini, fuori da strade e case conosciute, lontano da vicini invadenti, l’investigatore deve sfoderare tutta la sua astratta capacità razionale e la più pura intuizione per trovare il filo della matassa. Però, la novità è che oggi viaggiano tutti, il viaggio è di massa e quotidiano, non ci sono solo Orient Express e giri alle Piramidi in cui annidare degli eleganti misteri. Gli enigmi dell’indagine sono complicati, movimentati, resi anche più ironici, dall’estrema varietà capricciosa delle nostre offerte turistiche. E questa raccolta ne copre le più diverse tipologie. Ci sono crociere a prezzo stracciato, come quella in cui sono implicati i vecchietti del BarLume di Marco Malvaldi. Pullman di studenti pendolari in cui ritrovare cadaveri a pezzi, com’è il caso raccontato da Alicia Giménez-Bartlett. Gite in una Brianza sorprendentemente appartata, dove si avventurano i detective per caso di Alessandro Robecchi. Per seguire l’ultimo mistero della Casa di Ringhiera, Francesco Recami destina il piccolo Enrico al più avventuroso dei viaggi. Gaetano Savatteri trasferisce il suo “disoccupato di successo” da San Vito Lo Capo alla Praga d’oro, dentro un intrigo internazionale post Cary Grant. L’inspiegabile rapina da camera chiusa nel Frecciarossa su cui sale il Rocco Schiavone di Antonio Manzini, forse è quello che più si avvicina al classico. Così il viaggio, in questa nuova antologia di racconti, non è più la cornice che adorna di esotismo gli intrecci ma diventa la nuova situazione in cui impegnare i detective contemporanei creati da alcune delle più apprezzate penne del poliziesco.
**

La via della felicità. A cura di Olivier Sedeyn

Il tema di questo libro è il corretto metodo per ottenere la perfezione umana, che nella concezione di al-Fārābī si identifica con la felicità e con la filosofia. Per lui – primo dei grandi filosofi musulmani e primo a riportare alla luce il pensiero greco nel mondo profondamente mutato delle religioni monoteiste – il raggiungimento della felicità è indissolubilmente legato a un ordine politico, a quello che Platone ha definito «regime virtuoso». Al-Fārābī accoglie la visione gerarchica della filosofia platonica e l’ideale di un «governante supremo» che deve essere principe, imam e filosofo. Ma, nella ferrea logica che lo porta a disegnare la struttura di una società perfetta e quindi felice, si scontra con la difficoltà di conciliare l’indipendenza della ricerca filosofica con la religione rivelata, «la felicità terrena in questa vita e la felicità suprema in quella a venire». Prima parte di una trilogia che prosegue con La filosofia di Platone e La filosofia di Aristotele e che era nota col titolo Le due filosofie, questo trattato è anche un mezzo per comprendere meglio la filosofia della Grecia classica e il modo in cui questa ha influenzato, nel corso dei secoli, la nostra civiltà.

La via della felicità

Il tema di questo libro è il corretto metodo per ottenere la perfezione umana, che nella concezione di al-Farabı si identifica con la felicità e con lafilosofia. Per lui – primo dei grandi filosofi musulmani e primo a riportare alla luce il pensiero greco nel mondo profondamente mutato delle religioni monoteiste – il raggiungimento della felicità è indissolubilmente legato a un ordine politico, a quello che Platone hadefinito «regime virtuoso». Al-Farabı accoglie la visione gerarchica della filosofia platonica e l’ideale di un «governante supremo» che deve essere principe, imam e filosofo. Ma, nella ferrea logica che lo porta a disegnare la struttura di una società perfetta e quindi felice, si scontra con la difficoltà di conciliare l’indipendenza della ricerca filosofica con la religione rivelata, «la felicità terrena in questa vita e la felicità suprema in quella a venire». Prima parte di una trilogia che prosegue con La filosofia di Platone e La filosofia di Aristotele e che era nota col titolo Le due filosofie, questo trattato è anche un mezzo per comprendere meglio la filosofia della Grecia classica e il modo in cui questa ha influenzato, nel corso dei secoli, la nostra civiltà.

La via del sentiero. Un’antologia per camminatori

Un excursus letterario che rivela come “mettersi in cammino” lasciandosi alle spalle la civiltà industrializzata sia sempre stato un tema centrale nella poetica di scrittori e saggisti di grande calibro. Al semplice esercizio fisico si associano di continuo riflessioni intellettuali sulla condizione umana e sui suoi mutamenti nel corso del tempo. Il paesaggio offre spunti letterari e conduce il pensiero verso strade poco battute, la bellezza della natura (o il suo decadimento ad opera dell’uomo) genera associazioni, influenze originali e profonde. Camminando si rinnova l’entusiasmo verso la scrittura, il bisogno di trascrivere sulla carta le esperienze e le suggestioni che queste hanno provocato. Ad ogni passo si scoprono dettagli nuovi, si impara qualcosa sul mondo e su se stessi e ogni pellegrinaggio diventa fonte di ispirazione profonda per una nuova prosa e per una nuova etica. Leggendo queste pagine ritroviamo lo spirito dei camminatori di un tempo e le loro osservazioni sono un monito e una esortazione per noi, camminatori di oggi.

La vergine dello scandalo

Inghilterra, 1816 – Nota in società come la Vergine dello scandalo, sotto l’atteggiamento frivolo e disinibito Lady Laura Campion nasconde in realtà il dolore di aver perso la figlia avuta dal suo unico amore, Piers, morto in battaglia prima di poterla sposare. Ma il giorno in cui scopre che la bambina in realtà è viva e sotto la tutela del potente Avery Falconer, Conte di Wykeham, nasce in lei una nuova speranza. Così, decisa a riprendersi la piccola Alice, Laura si insinua nelle loro vite sotto falsa identità, non aspettandosi certo l’attrazione irresistibile che sin dal primo incontro vibra tra lei e il formidabile conte. E quando quel sentimento si trasforma in qualcosa di più profondo, il castello di bugie che ha costruito minaccia di crollarle addosso. Come potrà convincere Avery a perdonarla e a dimenticare il suo scandaloso passato?
**
### Sinossi
Inghilterra, 1816 – Nota in società come la Vergine dello scandalo, sotto l’atteggiamento frivolo e disinibito Lady Laura Campion nasconde in realtà il dolore di aver perso la figlia avuta dal suo unico amore, Piers, morto in battaglia prima di poterla sposare. Ma il giorno in cui scopre che la bambina in realtà è viva e sotto la tutela del potente Avery Falconer, Conte di Wykeham, nasce in lei una nuova speranza. Così, decisa a riprendersi la piccola Alice, Laura si insinua nelle loro vite sotto falsa identità, non aspettandosi certo l’attrazione irresistibile che sin dal primo incontro vibra tra lei e il formidabile conte. E quando quel sentimento si trasforma in qualcosa di più profondo, il castello di bugie che ha costruito minaccia di crollarle addosso. Come potrà convincere Avery a perdonarla e a dimenticare il suo scandaloso passato?

Verdi tribù del Nord

Verdi tribù del Nord: La Lega vista da un antropologo by Marco Aime
«Un linguaggio nuovo e allo stesso tempo antico, come tutto ciò che viene dalla Lega che, muovendosi liberamente e senza disagio alcuno nell’ambiguità, presenta come novità idee vecchie, e finge di legarsi al passato, per introdurre proposte nuove». L’antropologia spiega la politica della Lega, popolare e populista, convinta che esistano un territorio, una tradizione, delle radici da difendere, e il consenso che ha raccolto in tutto il paese, spostando il fulcro dal demos all’ethnos, dal popolo all’etnia.

Vassilissa

Pubblicato in Russia nel 1923, è la storia di una militante operaia, della sua grande voglia di amare, del suo rapporto col compagno-marito, del travagliato itinerario alla ricerca della sua liberazione, attraverso cui si profila lo scontro tra una vecchia concezione dell’amore e le esigenze sociali della «donna nuova». Vassilissa, oltre che un romanzo di stimolante lettura costituisce un documento storico-letterario di estremo interesse: espressione della cultura «femminista» e «bolscevica» della Kollontaj, nella sua carica liberatrice come nei suoi limiti e nelle sue contraddizioni, sullo sfondo di una Russia in crisi, fiaccata dalla guerra civile e in cui si profila la costituzione della nuova classe dei burocrati e degli uomini della Nep.

Variazioni su un tema originale

Cinque variazioni sul tema dell’amore, cinque momenti che ricostruiscono strato dopo strato la fluida, fluttuante natura erotica di Paul attraverso la precisione lirica e a tratti cruda della sua stessa voce.È un Paul che ricorda, quello che troviamo nel capitolo di apertura: un giovane adulto che torna sull’isola italiana delle sue vacanze scolastiche non solo per occuparsi della casa di famiglia distrutta dal fuoco, ma per ripercorrere i luoghi di un incendio tutto interiore, quello del primo, divorante turbamento dei sensi cui allora non sapeva dare un nome e cui ora forse nemmeno vuole darlo. Di Nanni, oggetto del desiderio, in paese nessuno sa più nulla, ma l’agonia di quella passione ormai lontana ha lasciato il segno e troverà echi nelle passioni della sua vita di adulto, nell’amore per Maud, per Manfred, per Chloe, per una giovane scrittrice… Ogni volta Paul cadrà nelle trappole del desiderio e se ne creerà di nuove, si abbandonerà alla violenza del rimpianto per poi riprendere a inseguire il «vino della vita», a inseguire se stesso.

La valle dell’orso

Profezie e leggende avevano preannunciato il ritorno di Shardik, un orso gigantesco e devastatore. …E Shardik riappare. Terrore e tremore sconvolgono il primitivo popolo degli Ortelga, che vede nella belva un messagero d’indecifrabili disegni e castighi divini. Una saga avventurosa di antichissime e mitiche genti che non dimentica la condizione umana reale e attuale, i drammi e le speranze degli uomini d’oggi.

Vaaaa bene! Il libro del Marco Ranzani di Cantù

Oltre alle avventure che milioni di spettatori ascoltano durante Ciao Belli e Zelig Circus, il libro racconta particolari assolutamente inediti del mondo del Ranzani: da un’accurata storia delle origini di Cantù (che deve il suo nome all’esigenza di fare rima con Re Artù, leggendario personaggio che in realtà si chiamava Arturo Ranzani e già con le lance e le alabarde faceva i divani e le tavole rotonde), ai fioretti di San Fiorenzo Cattaneo, il santo che parlava ai mobili, alle ricette del Cucchiaio di platino perché d’argento è da barboni, ai suoi giochi di società preferiti (“Chi vuol essere Marco Ranzani”, la “Gara di Bonifici”), alle donne della sua vita, alla classifica dei mobili Ranzani stilata dal loro creatore, ai miti dell’isola di Mantegazza.
**

Uxoria

###
Uxoria di Leon Battista Alberti
**
### Sinossi
Uxoria di Leon Battista Alberti

L’uomo venuto troppo presto e altri

INDICE
L’UOMO VENUTO TROPPO PRESTO The man who came early (1957) POUL ANDERSON
SUPERLOGICO Worm in the woodwork (1961) E. C. TUBB
LE CARTE IN REGOLA Final clearance (1957) RACHEL MADDUX
NOVIZIA Novice (1962) V. R. SCHMITZ

L’uomo modulare (The Next Wave)

I lettori che non si sono lasciati sfuggire L’anello di Caronte – il poderoso romanzo che la nostra Casa editrice ha pubblicato recentemente con l’etichetta Interno Giallo conoscono bene doti e qualità di Roger MacBride Allen, un giovane autore americano degno di essere scoperto oggi dal più vasto pubblico di URANIA. In L’uomo modulare l’ipotesi di fondo è tra le più affascinanti che la fantascienza abbia immaginato negli ultimi anni: il trasferimento della` coscienza umana in macchine sofisticatissime, prodotto di una civiltà cibernetica così avanzata da far impallidire ogni artificiosa distinzione tra esseri umani e robot Un romanzo ricco, complesso e ” scientifico ” per un autore che è già una scoperta.
Copertina: Oscar CHICHONI