2145–2160 di 72034 risultati

Ligeia

Il racconto narra di un uomo anziano e della sua ossessione per l’amore della sua vita: la bella e colta Ligeia, morta troppo presto. Quando si risposa, però, il ricordo dell’amata non scompare e, alla morte della seconda moglie, qualcosa di inspiegabile avviene…
Nota: gli e-book editi da E-text in collaborazione con Liber Liber sono tutti privi di DRM; si possono quindi leggere su qualsiasi lettore di e-book, si possono copiare su più dispositivi e, volendo, si possono anche modificare.
Questo e-book aiuta il sito di Liber Liber, una mediateca che rende disponibili gratuitamente migliaia di capolavori della letteratura e della musica.

Libro Dell’acqua

Limonov – nome d’arte che evoca il suono della parola russa “granata” – ha attraversato cinquant’anni di storia europea: dalla fuga dall’URSS negli anni Sessanta all’avvicinamento al KGB, dalla fondazione nel 1993 del Partito Nazional Bolscevico alla partecipazione alla guerra dei Balcani a fianco dei “fratelli serbi”. Incarcerato per tre anni per associazione a banda armata, nel 2002 raccoglie, in forma di inquietanti racconti autobiografici, ricordi sparsi tra il Mar Nero e Venezia, tra un bagno turco di Mosca e una spiaggia di Nizza. Ricordi legati dall’acqua che li trascina e li unisce in un unico fiume della memoria.

Libertine

Isolata nel suo cottage nella brughiera inglese e lontana dalla amata Londra, la contessa Elizabeth Beauchamp, giovane donna pudica e colta, è costretta suo malgrado a subire il fascino del conte William Hayward De Rowley, amico del padre, di passaggio poiché diretto nella capitale dopo una lunga permanenza a Brighton.
Mr. Rowley è un dandy affascinante, ma soprattutto un inguaribile seduttore. Ben presto, Elizabeth comprenderà di essere il suo prossimo trofeo di caccia.
La bellezza di William è troppo dirompente, per poter resistere. Elizabeth ne conosce bene il prezzo: la sua virtù. Ma ignora le misteriose mire del conte e il reale motivo della sua visita.
Intrigo e sensualità, in una storia d’amore e tormenti.
Le mani virili del conte le sfiorarono i fianchi e lei si ritrasse, ma fu inutile.
«Allontanatevi» Elizabeth gli rivelò i suoi turbamenti, «voi mi confondete…»
«Ne sono orgoglioso.»
Quelle braccia vigorose la strinsero, facendole provare il calore di quel torace, che anche sotto l’abbigliamento da gentiluomo borghese sembrava pulsare.
Le sue spalle ossute ed esili si ritrovarono a contatto con la cascata d’edera che ricopriva la parete.
«Io vi voglio» William le si avvicinò, non staccando le mani dai suoi fianchi.
Lei si concentrò su quella bocca, adesso davanti alla sua, sempre più pericolosa, e non fu più capace di contraddirlo, né di parlare.
Si arrese finalmente a quella passione violenta e improvvisa, che aveva sempre tenuto nascosta, fin da quando lo aveva incontrato, e che lui aveva sempre intuito.
L’aveva provocata, l’aveva respinta, l’aveva sfidata con malizia.
Solo per avere questo momento perverso. Per farle capire che lei poteva essere sua, in qualsiasi attimo lui avesse deciso.
La bocca di William si poggiò su quella di Elizabeth e quel bacio fu quanto di più liberatorio, sensuale e travolgente lei avesse mai provato.
Assaporò quel lungo bacio, godendo di quelle carezze lungo i suoi fianchi, di quelle mani che cercavano di raggiungere luoghi proibiti, che lei non aveva mai concesso a nessuno.
«Siete la donna adatta a me» il conte inspirò il profumo di rose che emanavano i capelli di Elizabeth. «L’ho capito appena vi ho vista. Per questo motivo non mi sono mai arreso… e non vi ho mai lasciata andare.»

Lezioni di felicità

«All’improvviso ogni cosa si fa spaventosamente semplice. Mi curerò con la filosofia, come gli antichi. Questi libri che non sfioravo da anni, non solo devo tornare a leggerli: devo lasciare che mi insegnino qualcosa, che mi educhino. Ho bisogno di una scuola, e di scuole, la filosofia greca ne ha prodotte a bizzeffe. Comincerà così, ora che ne ho più bisogno, ora che avrei cose ben piú urgenti di cui occuparmi, la mia ricerca della felicità».
Che cosa succederebbe se di punto in bianco decidessimo di conoscere noi stessi al modo degli antichi Greci? E se per farlo ci scegliessimo per maestri Pitagora e Parmenide, Epitteto e Pirrone, Epicuro e Diogene? Potremmo scoprire che le scuole dell’antichità non hanno mai chiuso davvero – non finché penseremo alla felicità come a un destino da conquistarci. Attraverso la cronaca di sei settimane «filosofiche», ciascuna vissuta nel rispetto dei precetti di una diversa scuola, Ilaria Gaspari ci guida in un insolito esperimento esistenziale, a tratti serissimo, a tratti esilarante. Scopriremo così che piegandosi alle regole astruse del pitagorismo si può correggere la pigrizia patologica, mentre i paradossi di Zenone mettono a nudo certe strane contraddizioni nel modo in cui siamo abituati a considerare il ritmo della vita. E se essere epicurei non è così piacevole come sembra, il cinismo può regalare gioie inaspettate. Un esercizio di filosofia pratica che ci insegnerà a sentirci padroni dell’attimo che fugge.

Lettura E Comprensione Della Lingua Inglese-Livello Intermedio – Libro 1 (Italian Edition)

**Lettura e Comprensione della Lingua Inglese-Livello Intermedio – Libro 1
Si tratta del primo eBook della serie di bestseller ‘Lettura e Comprensione della Lingua Inglese-Livello Intermedio’. Ogni libro contiene quindici articoli interessanti su una varietà di argomenti quali: la storia, la religione, il mondo naturale, la scienza, i viaggi, il cibo e altro ancora.
E’ perfetto per gli studenti di inglese che vogliono migliorare la loro comprensione della lettura e vi aiuterà con le prove d’esame.
L’eBook comprende:
● 15 affascinanti articoli brevi.
● Glossari che includono le parole chiave, spiegate e tradotte in italiano.
● Domande su ogni testo (con link cliccabili per le risposte).
● Collegamenti video per ogni articolo (se il vostro dispositivo lo permette).
Questo libro ha articoli sui seguenti argomenti: Il drago di Komodo, vampiri, La civiltà Maya, Clonazione, cucina inglese, chirurgia estetica, Stoccolma, Papua Nuova Guinea, Cleopatra e altri.
Se volete migliorare la vostra comprensione della lettura e godervi i testi che leggete, scaricate questo libro ora!
Altri utilissimi eBook per aiutarvi a migliorare il vostro inglese, li potete trovare su [www.ebooksforenglish.it](http://www.ebooksforenglish.it) ***** *

Lettura E Comprensione Della Lingua Inglese – Livello Intermedio – Libro 2 (Italian Edition)

**Lettura e Comprensione della Lingua Inglese-Livello Intermedio – Libro 2
Si tratta del secondo eBook della serie di bestseller ‘Lettura e Comprensione della Lingua Inglese – Livello Intermedio’.
Ogni eBook contiene quindici articoli interessanti su una varietà di argomenti quali: la storia, la religione, il mondo naturale, la scienza, i viaggi, il cibo e altro ancora.
E’ perfetto per gli studenti di inglese che vogliono migliorare la loro comprensione della lettura e vi aiuterà con le prove d’esame.
L’eBook comprende:
● 15 affascinanti articoli brevi.
● Glossari che includono le parole chiave, spiegate e tradotte in italiano.
● Domande su ogni testo (con link cliccabili per le risposte).
● Collegamenti video per ogni articolo (se il vostro dispositivo lo permette).
Questo libro ha articoli sui seguenti argomenti: Machu Picchu, Popoli sconosciuti, Wicca, zombie, vegetarianismo, Isola di Pasqua, Reality TV, ,Antichi Egizi, il DNA, il buddismo e altri.
Se volete migliorare la vostra comprensione della lettura e godervi i testi che leggete, scaricate questo eBook ora!
Altri utilissimi eBook per aiutarvi a migliorare il vostro inglese, li potete trovare su [www.ebooksforenglish.it](http://www.ebooksforenglish.it) ***** *

Leggere

La vita e l’opera di Lafcadio Hearn hanno affascinato generazioni di lettori. L’inclinazione per l’inconsueto e l’eccentrico, la curiosità, la capacità di calarsi in una cultura tanto lontana dalla sua – quella giapponese – e riemergerne come vi fosse appartenuto da sempre lo hanno reso una figura unica di intellettuale, dagli interessi troppo vasti per poter essere incasellato in una qualsivoglia corrente artistica. In questa raccolta sono proposte per la prima volta in traduzione italiana le sue lezioni sulla letteratura e sulla scrittura: più che una serie di dettami teorici, un prontuario pratico per ogni lettore e scrittore, annotazioni preziose scaturite dalla sua lunga esperienza di uomo di lettere.

Legata a te

Quando si hanno soldi e potere si ha davvero il mondo ai propri piedi. Puoi avere tutto, basta chiederlo, o meglio… pagarlo, perché tutto ha un prezzo. Questo è il bello di essere ricco. Sono un bastardo. Bello. Ricco. Potente. Non ho un cuore, non ho un’anima. Un vero bastardo dentro. Sono cresciuto così, con una visione della vita ben precisa.
***Questo è quello che pensa Adrian, fino a quando incontra Sofia

Le vite de’ più eccellenti architetti, pittori, et scultori italiani, da Cimabue insino a’ tempi nostri. Nell’edizione per i tipi di Lorenzo Torrentino, Firenze 1550

La prima delle due edizioni delle “Vite” – quella che qui si presenta – era comparsa a Firenze nel 1550: una stesura del libro più tesa e intensa rispetto alla successiva nella quale Vasari sicuramente integra e aggiunge, ma al tempo stesso spegne molto di quanto brucia. Come scrive Previtali nella presentazione, Vasari, “lungi dal trincerarsi dietro una neutrale obiettività, rivendica il diritto di giudicare dal proprio punto di vista”. Un punto di vista certo poi rimesso in discussione ma che di fatto rappresenta una testimonianza fondamentale dello sguardo del Rinascimento su se stesso. **

Le verità nascoste

L’eroico ingresso a Fiume del poeta guerriero D’Annunzio è stato usato come mito fondativo dei Fasci di combattimento, eppure molti dei legionari che parteciparono all’impresa non aderirono mai al fascismo. Questo è uno dei trenta episodi di manipolazione della storia che Paolo Mieli smaschera invitando il lettore a diffidare di fonti inattendibili e versioni adulterate. In alcuni casi si tratta di falsi d’autore, come il diario di Galeazzo Ciano corretto ad arte dallo stesso genero del Duce. Altre volte sono invece tentativi, più o meno consapevoli e strumentali, di imporre slittamenti interpretativi e di senso a pagine salienti del nostro passato. Troppo di frequente si riscontra invece un uso politico della – presunta – verità raggiunta. Ecco il filo rosso che collega i saggi qui raccolti: le verità nascoste sono quelle – indicibili, negate e capovolte – che Mieli indaga con il rigore dello storico e l’acume dell’osservatore vigile e inflessibile. Un’analisi che dall’Italia del Novecento, con le sue più ingombranti e fondamentali figure (Mussolini, De Gasperi, Togliatti), attraversa alcuni temi ancora oggi di grande attualità come l’antisemitismo e il populismo. Fino a gettare nuova luce su personaggi dello scenario internazionale quali Churchill, Stalin, Mao e su passaggi poco conosciuti o spesso misconosciuti della storia antica e moderna, dalla rivolta di Spartaco alla “congiura” di Tommaso Campanella. Un tracciato, quello indicato in Le verità nascoste, che suggerisce, nelle parole del suo autore, che “in campo storico le verità definitive, al di là di quelle fattuali e comprovate (ma talvolta neanche quelle), non esistano”.

Le Promesse Della Terra

Sigrid e Nix sono promessi sposi dalla nascita e la giovane coppia più bella e invidiata di Svartis. Ma poco prima delle nozze succede l’imprevisto: uno spiacevole incidente, di cui Nix è parzialmente responsabile, priva Sigrid della vista. Niente è più come prima e le strade dei due innamorati sembrano separarsi per sempre, finché il destino li fa incontrare di nuovo nell’oscura e violenta cittadina di Skeld. Sigrid si è lasciata rapire dagli uomini di Morten il Carnefice fingendosi la figlia del conte di Svartis. Nix, sotto mentite spoglie, proprio lì è diventato un guerriero. Tra bugie e insidie, mentre uno spietato sovrano gioca con le loro vite, la passione tra i due si riaccende così come l’amore che li ha sempre uniti… **
### Sinossi
Sigrid e Nix sono promessi sposi dalla nascita e la giovane coppia più bella e invidiata di Svartis. Ma poco prima delle nozze succede l’imprevisto: uno spiacevole incidente, di cui Nix è parzialmente responsabile, priva Sigrid della vista. Niente è più come prima e le strade dei due innamorati sembrano separarsi per sempre, finché il destino li fa incontrare di nuovo nell’oscura e violenta cittadina di Skeld. Sigrid si è lasciata rapire dagli uomini di Morten il Carnefice fingendosi la figlia del conte di Svartis. Nix, sotto mentite spoglie, proprio lì è diventato un guerriero. Tra bugie e insidie, mentre uno spietato sovrano gioca con le loro vite, la passione tra i due si riaccende così come l’amore che li ha sempre uniti…

Le metamorfosi delle destre radicali nel XXI secolo

Che cosa vuol dire fascismo all’inizio del XXI secolo? Quando usiamo,
oggi, questa parola la riempiamo degli stessi contenuti con cui si connotava tra gli anni ’20 e ’30 del Novecento? Enzo Traverso misura la natura e i molti
volti – e con essi le parole e gli immaginari – che alimentano il linguaggio delle destre, soprattutto guardando alla Francia.
La Francia, per Traverso, è lo scenario (soprattutto nelle emozioni) in cui misurare il senso della crisi di questo nostro tempo. Uno scenario in cui la
parola fascismo è molto abusata perché diventa uno strumento che le destre rovesciano sulle sinistre; un concetto che le destre e molti a sinistra propongono per leggere le pulsioni e i movimenti dei diversi mondi della propria immigrazione, soprattutto quella proveniente dai Paesi arabi; ma anche una parola, osserva Traverso, che potrebbe prendere la forma di un programma politico fondato sulla espulsione dei non integrati.
Oltre la semplice condanna e oltre l’uso indiscriminato di tale concetto, è bene capire e distinguere le realtà circoscritte e ogni volta diverse che il fascismo, nella sua dimensione trans-storica e trans-nazionale, porta con sé.

Le cinque vite di Giorgio Scerbanenco

Comincia a Milano in un grande armadio a muro, nell’appartamento di via Plinio 6, il pellegrinaggio di Alberto Scerbanenko nei faldoni della corrispondenza, nelle pile di dattiloscritti e nei mucchi di copie di romanzi pubblicati e qualche volta inediti del padre. Una ricerca labirintica delle ragioni delle parole con cui, su un pezzo di carta scritto tra il 1937 e il 1938, Giorgio Scerbanenco profetizzò la propria morte.
Quello di suo figlio è un viaggio struggente e avventuroso attraverso la memoria, la storia e le trame uniche inventate da un padre di cui scopriamo non una, ma cinque vite. Vite ambientate a Kiev, a Roma, a Milano e poi in esilio in Svizzera dal 1943 sino alla fine della guerra. Per guadagnarsi da vivere, Giorgio Scerbanenco ha fatto molti mestieri, è entrato nel mondo dell’editoria, ha collaborato con importanti quotidiani e ha diretto i periodici femminili “Bella” e “Novella”. I suoi romanzi l’hanno rivelato come uno dei più grandi narratori di genere, con le sue storie di traffici oscuri e di morti ammazzati, di vicende umane dure e disperate che hanno ispirato il miglior cinema italiano, da *Milano calibro 9* a *I ragazzi del massacro*.
In questo libro Alberto ritrova l’uomo, l’esule o forse la spia. Il padre.
Una vita straordinaria e frammentata, ricostruita da un figlio alla ricerca del segreto dell’inventore di Arthur Jelling e Duca Lamberti.

Latinoamericana. I diari della motocicletta

Dicembre 1951. Due giovani studenti di medicina argentini, Ernesto Guevara de la Serna e Alberto Granado, partono in sella a una sgangherata motocicletta, pomposamente battezzata “Poderosa”, per attraversare l’America Latina. In quei sette mesi di avventure e incontri, destinati a forgiarli per sempre, toccheranno mille luoghi, dalle rovine di Machu Picchu al lebbrosario di San Pablo. Durante il viaggio Ernesto raccoglie appunti e, una volta rientrato, li riordina in un diario che è ormai un mito, l’opera più celebre del Che, un libro di culto letto e amato da almeno tre generazioni. Queste pagine svelano lo sguardo fresco ma già critico e intelligente dell’uomo destinato a diventare, di lì a poco, il comandante Che Guevara; contengono i mille volti dell’America, la miseria degli Indios e la folgorante bellezza del paesaggio; raccontano il desiderio di conoscere, esplorare, capire, emozionarsi come solo a vent’anni si può, mentre la moto perde pezzi per strada e due ragazzi si trasformano in uomini. Come scrisse Guevara riflettendo su quell’esperienza, “quel vagare senza meta per la nostra ‘Maiuscola America’ mi ha cambiato più di quanto credessi”. Prefazione di Aleida Guevara March.

La Vita Gioca Con Me

“Tuvia era mio nonno. Vera è mia nonna. Rafael, Rafi, mio padre, e Nina… Nina non c’è. Nina non è qui. È sempre stato questo il suo contributo particolare alla famiglia”, annota Ghili nel suo quaderno.
Ma per la festa dei novant’anni di Vera, Nina è tornata; ha preso tre aerei che dall’Artico l’hanno portata al kibbutz, tra l’euforia di sua madre, la rabbia di sua figlia Ghili, e la venerazione immutata di Rafi, l’uomo che ancora, nonostante tutto, quando la vede perde ogni difesa. E questa volta sembra che Nina non abbia intenzione di fuggire via; ha una cosa urgente da comunicare. E una da sapere. Vuole che sua madre le racconti finalmente cosa è successo in Iugoslavia, nella “prima parte” della sua vita, quando, giovane ebrea croata, si è caparbiamente innamorata di MiloŠ, figlio di contadini serbi senza terra. E di quando MiloŠ è stato sbattuto in prigione con l’accusa di essere una spia stalinista. Vuole sapere perché Vera è stata deportata nel campo di rieducazione sull’isola di Goli Otok, abbandonandola all’età di sei anni e mezzo.
Di più, Nina suggerisce di partire alla volta del luogo dell’orrore che ha risucchiato Vera per tre anni e che ha segnato il suo destino e poi quello della giovane Ghili.
Il viaggio di Vera, Nina, Ghili e Rafi a Goli Otok finisce per trasformarsi in una drammatica resa dei conti e rompe il silenzio, risvegliando sentimenti ed emozioni con la violenza della tempesta che si abbatte sulle scogliere dell’isola. Un viaggio catartico affidato alle riprese di una videocamera, dove memoria e oblio si confondono in un’unica testimonianza imperfetta.
Con *La vita gioca con me* David Grossman ci ricorda che scegliere significa escludere e vivere è un continuo, maldestro tentativo di ricomporre.
Un romanzo di intensità straordinaria, dove ogni pagina è grande letteratura.

La vita a rate

**NULLA È GRATIS, ANZI IL PREZZO CHE STIAMO PAGANDO È TROPPO ALTO PER POTERLO RISCATTARE DA SOLI.** *Gianluigi Paragone, con il suo solito stile provocatorio, ci impone una riflessione sul più grande inganno della modernità: soldi in prestito in cambio dei diritti* La casa e la macchina, sicuramente. E il televisore o il frigorifero? E le vacanze? Anche quelli li stai pagando a rate? Nella frenesia dei tempi moderni nessuno più si domanda o si rende conto di quanti prestiti, piccoli o grandi, stiamo cumulando. Forse anche il telefonino lo abbiamo preso a rate cedendo all’offerta della compagnia telefonica. Già, la nostra vita sta diventando sempre più una vita a rate, una vita in prestito. Ma l’affare chi lo sta facendo? Ci sono famiglie che hanno impegnato più di quello avrebbero potuto: persino le cure sanitarie si cominciano a pagare a rate. Perché? È tutto casuale, segno appunto dei tempi moderni – come piace dire a qualcuno – oppure è una tentazione in atto da decenni, attraverso una sapiente operazione di marketing, per sostituire i tuoi diritti (il lavoro, la giusta retribuzione, la privacy…) con loro concessioni? Il mondo della finanza, con i suoi prodotti sempre più sofisticati ci sta spingendo a un progressivo indebitamento per poi accusarci proprio di non potercelo mantenere. E allora, quando non ce la fai più, ecco il patatrac: sei disposto ad accettare qualsiasi umiliazione dei tuoi diritti pur di non saltare. Vale per le famiglie, per le imprese, per i commercianti. E persino per lo Stato.