21009–21024 di 62912 risultati

Dylan Dog n. 236: Vittime designate

Ian Benson è una persona modesta come tante… Non fa una vita particolarmente eccitante, lavora per la ditta del suocero, ha una moglie che lo sopporta e un giovane figlio che per lui è quasi un alieno. Il signor Benson, però, non è affatto tranquillo e sereno. È convinto che il fantasma di una donna lo stia perseguitando e per persuadere Dylan ad aiutarlo a liberarsene riesce addirittura a mostrargli una fotografia dello spettro… Perché l’affascinante ectoplasma ha preso di mira proprio quest’uomo qualunque?

Dylan Dog n. 235: Sonata macabra

La leggenda narra che, nel 1713, Giuseppe Tartini compose “Il trillo del diavolo” ispirato da uno strano sogno: il demonio in persona eseguiva per lui quella che sarebbe diventata la sua sonata più celebre. Oggi, quasi trecento anni più tardi, la stessa musica sembra poter scatenare la follia, toccare quelle corde dell’animo umano che spingono a commettere omicidi e atti violenti…

Dylan Dog n. 234: L’ultimo arcano

Da millenni, i Tarocchi sono considerati gli strumenti ideali per infrangere le barriere del tempo. Ogni carta è una chiave in grado di aprire la porta che ci separa dal futuro e di annunciarci se i nostri sogni, d’amore, di ricchezza, di felicità, hanno possibilità di avverarsi un domani. Dylan scoprirà che, a volte, i Tarocchi possono giocare strani scherzi: possono far sì che la porta si spalanchi sul peggiore degli Inferni e che le nostre speranze siano trasformate in orribili incubi.

Dylan Dog n. 230: L’inquilino misterioso

Rhonda Mitchell è una bella ragazza con un grosso problema: è convinta che il Diavolo abiti nel suo condominio. In effetti, sotto l’apparente tranquillità di quell’anonimo palazzo di periferia, si nasconde qualcosa di tenebroso. Rhonda stessa è stata testimone oculare di inspiegabili avvenimenti: bambole che si animano, elettrodomestici che impazziscono… Ora, dopo il fallito intervento dell’esorcista di quartiere, Rhonda, a nome di tutti gli altri condomini, va a chiedere aiuto all’unica persona in grado di chiarire il mistero: Dylan Dog.

Dylan Dog n. 229: Il cielo può attendere

Non è affatto facile il mestiere di angelo, stiamo parlando di un vero angelo, con ali, tunica e aureola, specie se ci si ritrova a vivere in un mondo malvagio come il nostro. Puo’ persino accadere di essere rapito e mutilato delle preziose ali. Insomma al di fuori del paradiso, è un vero inferno. E a chi puo’ rivolgersi un angelo per tornare a casa se non all’Indagatore dell’incubo?

Dylan Dog n. 228: Oltre quella porta

Nella sala d’aspetto di un ospedale, Dylan Dog sta affrontando la sua prova più dura. Questa volta non si tratta di liberare una casa infestata, né di neutralizzare una legione di zombi e nemmeno di esorcizzare un demone infuriato. Questa volta l’indagatore dell’incubo non puo’ fare altro che aspettare… Aspettare che la persona che giace sul lettino della sala operatoria, martoriata dai ferri di un chirurgo, vinca o perda la sua lotta per la sopravvivenza…

Dylan Dog n. 227: Istinto omicida

Joe Storm è il conduttore del più seguito talk-show televisivo di tutta l’Inghilterra. Quello che i telespettatori non sanno è che Storm ha un hobby segreto: vivisezionare chiunque riesca a risvegliare in lui una accecante sete di sangue. Dopo ventisei barbare “esecuzioni”, Storm viene scoperto, arrestato e condannato all’ergastolo, per poi morire misteriosamente nella cella in cui era rinchiuso. Ma quando un altro assassino inizia a mietere vittime seguendo lo stesso stile del serial killer scomparso, Dylan entra in azione per scoprire se Joe Storm sia davvero tornato dall’Aldilà…

Dylan Dog n. 226: 24 ore per non morire

Il miliardario Harold Barrett vuole vendicare la morte del figlio Thomas, gettato da un treno in corsa. E, secondo Barrett, soltanto due persone avevano un motivo per ucciderlo: Sean Cassidy, collega di lavoro di Thomas, e… Dylan Dog. Avvelenati a loro insaputa con un siero letale, di cui soltanto Barrett senior possiede l’antidoto, Dylan e Sean hanno un giorno di tempo per scoprire chi, fra loro, sia il vero colpevole. Una competizione che ha per posta la vita.

Dylan Dog n. 225: Insonnia

Qualcosa di terribile accade tra le mura della Qibex, una multinazionale farmaceutica che studia le malattie del sonno. Qualche anno fa, un ricercatore, che non dormiva da troppo tempo, ha commesso una strage; oggi, un altro scienziato sofferente di insonnia è perseguitato da tremende visioni. E anche Dylan, che cerca di far luce sui segreti della Qibex, non riesce più a chiudere occhio… Ma che cosa c’entra, in tutto questo, l’antica fiaba dell’Uomo dei Sogni, colui che fa cadere i granelli di sabbia incantata negli occhi dei bambini dormienti per portarli nel suo mondo onirico?

Dylan Dog n. 224: Sul filo dei ricordi

Dylan intraprende un’indagine che lo porta lungo il sentiero nebbioso della memoria. Eva Collins ha “vissuto la sua morte”, la ragazza rammenta perfettamente ogni particolare del momento in cui la mano di un killer senza volto si è accanita con violenza su di lei. Il fatto è reso ancora più strano dalla “malattia” di cui è affetta la ragazza: nella sua mente, infatti, non rimane traccia dei ricordi recenti, che vengono rimossi inspiegabilmente dopo poche ore. Eva affida a Dylan Dog un incarico paradossale: trovare chi l’ha uccisa. Per riuscirci, l’Indagatore dell’Incubo deve illuminare le numerose zone d’ombra del passato della sua nuova, inquietante cliente…

Dylan Dog n. 223: Le due vite di Dream

Dream, sogno: un nome poetico per una giovane ragazza, la cui esistenza scorre felice fino a quando un terribile incidente la porta in bilico fra la vita e la morte. È qui che ha inizio l’incubo di Dream, continuamente di passaggio tra l’esistenza e la non esistenza, un incubo che la fa vivere sospesa tra la dimensione reale e l’aldilà. Tocca a Dylan Dog aiutare Dream ad affrontare e risolvere questa delirante situazione…

Dylan Dog n. 222: La saggezza dei morti

Dylan deve trovare il modo di fermare una orribile “epidemia” di ritorni dall’Aldilà, che ha il suo epicentro a Lowhill, una tranquilla cittadina di provincia, dove i morti escono dalle tombe e vagano per le strade che percorrevano da vivi.

Dylan Dog n. 221: Il tocco del diavolo

Un sinistro personaggio si aggira per Londra plagiando persone infelici e spingendole a commettere i più atroci delitti. Scotland Yard dà la caccia a quest’uomo che si comporta come un diavolo incarnato. Ma i poliziotti ignorano che si tratta realmente di un demone scacciato dall’Inferno. Si chiama Ash e il compito di Dylan Dog è di esiliarlo in un luogo in cui non possa fare del male a nessuno.

Dylan Dog n. 220: Concorrenza sleale

Debbie Doyle, bella, ricca, intelligente ha deciso di rubare i clienti all’Indagatore dell’Incubo, a colpi di concorrenza sleale. Oltre ad avere aperto il suo ufficio proprio in Craven Road e ad avere come tariffa novanta sterline al giorno più le spese (dieci sterline in meno del salario richiesto da Dylan), Debbie si avvale per le sue indagini degli ultimi ritrovati tecnologici. Per la prima volta, il nostro eroe si trova a fare i conti con un nemico molto più pericoloso di zombi, vampiri, lupi mannari e mostrusità assortite. Una rivale agguerrita e senza pietà, decisa a espropriarlo del suo territorio di caccia: l’Incubo.

Dylan Dog n. 219: La decima vittima

Una serie di cruenti assassinii minaccia di far perdere il sonno all’ispettore Bloch. Un cadavere viene rinvenuto martoriato da chiodi, un altro divorato da un’orda di ratti; ma l’escalation degli orrori continua con il ritrovamento di altri corpi: decapitati, scuoiati, impiccati, bruciati vivi… Un libro si rivela l’elemento ricorrente di ogni omicidio. Un volume senza titolo, con il fregio di una spirale in copertina. Ogni vittima ha sfogliato le sue pagine… Il segreto di tutto si nasconde tra le righe di quel volume e Dylan deve scoprirlo al più presto, se vuole evitare che il suo più caro amico diventi “La decima vittima”…

Dylan Dog n. 218: L’incubo dipinto

In una chiesa sconsacrata dello sperduto paesino di Ffestiniog, è stato ritrovato un affresco, raffigurante “Il martirio di San Sebastiano”, realizzato da Hyeronimus Quail, un artista che si era guadagnato il soprannome di “pittore delle agonie” perchè dipingeva soltanto morenti, rappresentandone le sofferenze con inedito realismo. Molti, in paese, temono che Quail sia tornato in cerca di nuovi spunti pittorici… Così, il sindaco di Ffestiniog assume Dylan Dog per indagare sul caso, ma anche per dimostrare che le storie maledette che si sussurrano su Quail sono soltanto un cumulo di menzogne…