1905–1920 di 63547 risultati

È reale solo se ci credi

Matilde era soltanto una bambina quando conobbe Gabriele, durante le vacanze estive trascorse a Cala Liberotto, una località turistica situata in Sardegna. Le piaceva stuzzicarlo e non avrebbe mai immaginato che dietro quei loro giochi si nascondessero le basi per una grande storia d’amore. Adesso è ormai una diciassettenne e ha appena terminato la quarta superiore. Sono passati dieci anni da quando quel bambino tanto speciale le aveva rubato il cuore e, per una serie di coincidenze, i due si rincontrano nella stessa località marittima. Lei è sarda, lui pisano, così cominciano una relazione a distanza, nonostante le difficoltà. Il romanzo è ambientato fra i luoghi più caratteristici della Sardegna e delle altre regioni e città attraversate dai personaggi: la Sicilia, terra del padre, la stessa Pisa, Firenze e Lucca. Matilde, però, comincia ben presto ad avere dei problemi di salute che sembrano aggravarsi sempre di più. Il passato li ha uniti e il presente li ha fatti scoprire innamorati, ma il futuro che li attende non sembra del tutto roseo come si aspettavano.

È così che deve andare

Sognare di morire e utilizzare il sogno per mettere ordine nella propria vita, in modo da non lasciare niente di incompiuto: questo vuole fare Alice, una volta scoperto di non avere molto tempo davanti a sé a causa di un grave scompenso cardiaco. Anche Veronica sogna: giovane e bella studentessa universitaria, immagina il suo futuro ricco di gioie e soddisfazioni. Un fatto grave, quanto imprevedibile, cambierà le sorti delle due giovani donne, avvicinandole e legandole per sempre. “È così che deve andare” è un romanzo che indaga quel confine indefinito e indefinibile che separa la vita dalla morte. Una vicenda interiore dalla quale emergono inaspettate rinascite.

Dove sei?

Sono amici dall’infanzia e sono stati molto più che amici, ma a 19 anni Susan decide di entrare nei Corpi di Pace e di partire per l’Honduras. Da quel momento in poi i loro contatti saranno prevalentemente epistolari e una volta l’anno si incontreranno all’aeroporto di New York per fare il punto della loro vita. Susan farà subito strada all’interno dell’organizzazione e il suo coinvolgimento con le attività umanitarie sarà sempre maggiore. Lewis invece metterà su famiglia con Julie e avrà un bambino. Finché un giorno, molti anni dopo, qualcuno arriverà alla sua porta con una lettera e una bambina: la figlia di Susan.

La donna dello scandalo

Lady Catriona Hennessy, rispettabile nobildonna scozzese, sa che prima o poi dovrà sposarsi, ma lo farà solo con un uomo morigerato che le lasci gestire il suo maniero come ha sempre fatto. Sfortunatamente per lei la Signora, lo spirito che protegge la valle, ha altri progetti, e le invia in sogno il volto dell’uomo prescelto: nientemeno che Richard Cynster, meglio conosciuto come Scandal. Ma come può Catriona sposare un uomo autoritario, con la reputazione di un libertino, e per di più inglese? Benché affascinata dal suo sguardo e dal fisico conturbante, l’orgogliosa scozzese è fermamente decisa a non cedere alle sue promesse d’amore…

Destinati alla guerra

Qual è la soglia oltre la quale un conflitto diventa inevitabile? Nello scenario politico-economico contemporaneo, Cina e Stati Uniti sembrano proiettati verso una guerra che nessuno dei due vuole. Il motivo è la trappola di Tucidide: quando una potenza emergente minaccia di spodestare quella dominante, il risultato più plausibile è la guerra. Questa è la dinamica che scandisce da sempre la storia. A proposito della guerra del Peloponneso, che devastò l’antica Grecia, lo storico Tucidide spiegò che furono l’ascesa di Atene e la paura che la sua scalata instillò in Sparta a rendere la guerra inevitabile. Da cinquecento anni a questa parte tali condizioni si sono ripresentate sedici volte. E in dodici casi hanno portato a una conclusione violenta. Nel diciassettesimo caso, l’irresistibile avanzata della Cina rischia di entrare in collisione con un’America inamovibile. Sia Xi Jinping che Donald Trump promettono di “far tornare grandi” i loro paesi. Ma a meno che la Cina non sia disposta a moderare le proprie ambizioni, o Washington non accetti di condividere il primato nel Pacifico, una guerra commerciale, un cyber-attacco o un incidente in mare potrebbero essere la scintilla che farà esplodere un altro grande conflitto. In Destinati alla guerra, il professore emerito di Harvard Graham Allison indaga le diverse sfaccettature della contesa tra Stati Uniti e Cina attraverso la lente della trappola di Tucidide. Allison mostra come in passato una prudente e ingegnosa arte di governo sia riuscita a evitare la guerra, e quali dolorosi passi siano oggi necessari per evitare il disastro. Attraverso una magistrale miscela di eventi storici e fatti odierni, il saggio di Allison non mira a predire il futuro, bensì a scongiurarlo. «In Destinati alla guerra, Allison dipana una delle sfide più emblematiche della nostra epoca: gestire la relazione critica tra Cina e Stati Uniti». Joe Biden, ex vicepresidente degli Stati Uniti «Destinati alla guerra individua una sfida fondamentale per l’ordine mondiale: quale impatto ha una potenza emergente su una dominante. Ho letto questo libro con grande interesse». Henry Kissinger, ex segretario di Stato degli Stati Uniti «Senza dubbio i politici cinesi leggeranno gli avvertimenti di Allison sulla trappola di Tucidide. Vorrei solo essere altrettanto sicuro dei politici americani. In ogni caso ogni cittadino ben informato dovrebbe acquistare una copia di questo libro». Niall Ferguson

Delitti a Cinecittà

Cinecittà, primavera del 1940. Mentre è impegnata a recitare nel film “La corona di ferro” del regista Alessandro Blasetti, la celebre diva dello schermo Luisa Ferida è vittima di un tentativo di omicidio da parte di un misterioso personaggio che la minaccia di morte tramite lettere anonime. Per sventare il pericolo, la Ferida e il suo compagno – il noto attore Osvaldo Valenti – si affidano all’investigatore privato Bruno Astolfi, un ex commissario di polizia radiato dal ruolo per il suo aperto antifascismo. Astolfi inizia così a indagare sul set dello spettacolare film di Blasetti, affollato di attori e figuranti. Durante le riprese di una scena, il detective riesce fortunosamente a salvare l’attrice dal suo sconosciuto persecutore, che le spara da un terrazzo uccidendo al suo posto una giovane comparsa. Da qui in poi si susseguono episodi convulsi che provocano altre vittime, tutte legate in qualche modo al passato della celebre coppia. Concentrandosi proprio su questo passato in parte oscuro, Astolfi da avvio alla sua serrata inchiesta che, tra un colpo di scena e l’altro, lo porterà a confrontarsi con alcuni miti del cinema italiano tra cui Vittorio De Sica, Totò, Alida Valli, Amedeo Nazzari, Renato Castellani e Cesare Zavattini.

Dalla misura delle stelle

I grandi classici della poesia di tutti i tempi con testo a fronte.
Traduzione e cura di Giusi Drago.
Ah, non essere separati
non esclusi, per minima parete,
dalla misura delle stelle.
Lo spazio in noi altro non è
che intensità di cielo,
solchi di uccelli, profondità
di venti del ritorno.

Corruzione e anticorruzione: Dieci lezioni

Ogni volta che un politico o un funzionario prende una decisione che riguarda la costruzione di opere pubbliche e infrastrutture e rilascia un documento ufficiale, oppure sceglie un membro del consiglio di amministrazione di una società partecipata, esiste il rischio di corruzione.
Eppure negli ultimi decenni in Italia la lotta alla corruzione si è intensificata, dotandosi di strumenti capaci di analisi sempre più approfondite. Il fenomeno è stato compreso nella sua complessità. Non più come un semplice accordo privato, ma come un sistema tentacolare che coinvolge le imprese, la politica e le organizzazioni criminali.
Per questo Raffaele Cantone ed Enrico Carloni sanno che per combattere la corruzione il codice penale non basta. Le sanzioni non sono sufficienti se non sono accompagnate da un insieme di regole che impedisca preventivamente questi eventi delittuosi. In dieci lezioni capaci di rendere accessibili i linguaggi delle autorità amministrative, pur mantenendo la necessaria accuratezza, Cantone e Carloni spiegano in cosa consiste l’attività di contrasto alla corruzione e quali sono gli errori che dobbiamo correggere per non essere più vittime di un sistema spietato e pervasivo. **
### Sinossi
Ogni volta che un politico o un funzionario prende una decisione che riguarda la costruzione di opere pubbliche e infrastrutture e rilascia un documento ufficiale, oppure sceglie un membro del consiglio di amministrazione di una società partecipata, esiste il rischio di corruzione.
Eppure negli ultimi decenni in Italia la lotta alla corruzione si è intensificata, dotandosi di strumenti capaci di analisi sempre più approfondite. Il fenomeno è stato compreso nella sua complessità. Non più come un semplice accordo privato, ma come un sistema tentacolare che coinvolge le imprese, la politica e le organizzazioni criminali.
Per questo Raffaele Cantone ed Enrico Carloni sanno che per combattere la corruzione il codice penale non basta. Le sanzioni non sono sufficienti se non sono accompagnate da un insieme di regole che impedisca preventivamente questi eventi delittuosi. In dieci lezioni capaci di rendere accessibili i linguaggi delle autorità amministrative, pur mantenendo la necessaria accuratezza, Cantone e Carloni spiegano in cosa consiste l’attività di contrasto alla corruzione e quali sono gli errori che dobbiamo correggere per non essere più vittime di un sistema spietato e pervasivo.

Contrordine, compagni

La quarta rivoluzione industriale è già qui. L’innovazione tecnologica e la velocità sempre maggiore con cui si verifica il cambiamento comportano una trasformazione radicale del nostro mondo conosciuto. Robotica avanzata, Intelligenza artificiale, big data, blockchain sono solo alcuni dei fattori che, combinati e integrati tra loro, stanno incidendo sulla sfera del lavoro, sulla società nel suo complesso, sulla vita quotidiana di ognuno di noi.
Come reagire? Non certo, sostiene Marco Bentivogli, col catastrofismo dei tecnofobi, di chi predica che «le macchine» semplicemente cancelleranno occupazione e che l’innovazione debba essere fermata. Serve, al contrario, un cambio di paradigma, di prospettiva e di senso; è necessario «anticipare, pensare e progettare la trasformazione», fare in modo che il nuovo che nasce compensi e superi ciò che muore. È possibile, e dove si sono prese le giuste misure si è riusciti a portare crescita economica, benessere, e a far aumentare l’occupazione, migliorare la qualità del lavoro e la sostenibilità ambientale dei modelli produttivi.
L’industria 4.0, di cui questo libro offre una guida pratica, è un’occasione che un Paese come l’Italia non può e non deve lasciarsi sfuggire. Occorre ripartire, e subito, da un approccio competente e positivo all’innovazione tecnologica, da un rilancio dell’istruzione scolastica e della formazione in ambiente di lavoro; da nuovi corpi intermedi, come il sindacato «smart», che sappiano guidare e orientare il mutamento in corso.
Le forze politiche, in particolare quelle che si dichiarano progressiste, hanno il dovere di abbandonare il velleitarismo di chi vuole «fermare il progresso con le mani», di guarire dalla miopia e dall’afonia con cui partecipano al discorso pubblico, di parlare di futuro delle persone e non di paure. È l’unica strada percorribile per interrompere il degrado civile del Paese e sconfiggere le ricette populiste.

Il Cielo Nei Tuoi Occhi

Phoenix, Arizona.
Taylor, giovane studentessa, è una ragazza timida e dolce che in silenzio porta dentro di sé il dolore della perdita della madre. Anche Jamie sa cosa significa perdere un genitore e proprio questa sofferenza l’ha portato lontano da casa per qualche anno, ma quando arriverà il momento di tornare sarà pronto a trovarsi di fronte due grandi occhi azzurri in cui perdersi?
Peccato che la bella Taylor sia la figlia del nuovo compagno e convivente di sua madre… e peccato che Jamie sia così brillante e divertente ma troppo grande per lei…
Ma soprattutto cosa può succedere quando due anime diverse ma allo stesso tempo così simili nel profondo si troveranno a convivere sotto lo stesso tetto come “fratelli” legati da un’ intensa connessione?
Una storia d’amore, di famiglia e di errori del passato che, come fantasmi, tornano a bussare alla nostra porta quando meno ce lo aspettiamo.

Christmas Love: I Racconti Di Natale

“Renato. I suoi occhi grigi e vellutati, appena annebbiati, i capelli scomposti. Aveva uno sguardo contrito, ben diverso da quello spavaldo che gli conosceva.«Sono… sono venuto per parlarti».«Mi dispiace. Non abbiamo niente da dirci».«Per favore, Lidia… almeno per Natale, cerca di non odiarmi».Natale. Di nuovo Natale! Ma perché la gente continuava a battere su quel maledetto chiodo? Lei lo odiava, il Natale.Alzò gli occhi, lo fissò con tutta la rabbia di cui era capace. Adesso aveva la possibilità, finalmente, di dirgli quel che pensava di lui…”È quasi Natale. Lidia, straziata per il recente lutto – sua sorella Valentina è morta sette mesi prima – spera solo che queste feste passino in fretta. Non sa che Renato, che era in auto con Valentina al momento dell’incidente, sta per tornare in città. Vuole parlare con lei: sa che lo ritiene responsabile per ciò che è accaduto. In passato, prima che diventasse il fidanzato di Valentina, c’è stata una storia tormentata tra loro. È anche per questo, dunque, che Lidia lo odia? Renato riuscirà a guarire il suo cuore colmo di rabbia e tristezza?

I Cacciatori Di Ossa

La rivolta di Sette Città è stata soffocata. Rimane un’ultima forza ribelle, barricata nella città di Y’Gathan sotto il comando fanatico di Leoman delle Fruste. La prospettiva di stringere d’assedio quest’antica fortezza riempie d’inquietudine il Quattordicesimo Esercito, già provato dalle battaglie. Perché qui è stato ucciso il più grande campione dell’impero, qui il sangue Malazan è sgorgato a fiotti. È un luogo di cattivi presagi, che emana l’odore della morte. Tuttavia, questo è soltanto un corollario. Agenti di un conflitto molto più vasto hanno compiuto la prima mossa. Il Dio Storpio ha conquistato un posto nel pantheon: uno scisma si profila all’orizzonte. È tempo per gli dei di schierarsi. Ma, quale che sia la loro decisione, le regole sono cambiate, in modo irreversibile, terrificante… e il primo sangue sarà sparso nel mondo dei mortali…

Blood in the Snow

è un duology molto erotico e appassionato, con personaggi forti e coinvolgenti e una trama piena di grandi emozioni.
Prenota 1
Ana Flor sogna di trovare il suo principe incantato e di vivere “sempre felici e contenti”. Di fronte alla foto di João Pedro Valente, si innamora all’istante. “Rivolge il suo mondo a testa in giù, rinunciando a tutto per lui, senza immaginare che, in realtà, João Pedro Valente sia lontano dall’essere un principe incantato.”

I Bambini Di Asperger

Cinque anni fa Edith Sheffer, da genitore costretto a scontrarsi con la realtà di una diagnosi di autismo, per documentarsi lesse tutto il possibile, ma, da storica, scelse di non accontentarsi e volle ripercorrere le vicissitudini personali e professionali dello psichiatra infantile Hans Asperger nella Vienna a cavallo tra gli anni trenta e quaranta. La verità emersa dai suoi studi si rivelò profondamente inquietante, tanto da spingerla a farla conoscere al mondo. Asperger non appoggiò mai apertamente il nazismo: dopo la guerra affermò di aver rischiato in prima persona per salvare i disabili dallo sterminio e fu dipinto come una sorta di Oskar Schindler della psichiatria. Ma la ricostruzione di Sheffer racconta una storia ben diversa: Asperger fu infatti profondamente influenzato dalla medicina nazista e arrivò a disporre per molti bambini il trasferimento allo Spiegelgrund, l’ospedale psichiatrico infantile divenuto sotto il Terzo Reich un «centro dell’orrore». Mentre svela il terribile scenario dietro la vicenda di Asperger, Sheffer fa riflettere su come le diagnosi subiscano una decisiva influenza dalle forze sociali e politiche in campo, e quanto queste manipolazioni possano essere difficili da percepire e ancor di più da combattere.

L’assassinio del Commendatore. Libro secondo

Nella casa in mezzo al bosco che fu l’abitazione e l’atelier di Amada Masahiko, il grande artista autore del misterioso quadro *L’assassinio del Commendatore* , vive ormai da qualche mese il giovane pittore protagonista di questa storia. La dimora è sperduta, ma non del tutto isolata: nel primo volume, *Idee che affiorano* , avevamo conosciuto Menshiki, un vicino ricchissimo e sfuggente mosso da motivazioni solo a lui note. O la piccola Akikawa Marie, studentessa del corso di disegno tenuto dal protagonista, che per una volta sembra abbassare le difese e stringere un legame profondo col suo professore. Per non parlare del Commendatore stesso… Con *Metafore che si trasformano* si conclude l’ *Assassinio del Commendatore*. Come un mago al culmine del suo potere incantatorio, Murakami Haruki dà vita a un intero universo (a più di uno, a dire il vero…) popolato di personaggi, storie e enigmi che hanno la potenza indimenticabile dei sogni piú vividi. Ma non è solo il gusto per il racconto a muoverlo: una volta giunto al termine di questo viaggio visionario, il lettore si scopre trasformato come i personaggi di cui ha letto le avventure, esposto, quasi senza averne avuto consapevolezza, al cuore pulsante della grande letteratura. *L’assassinio del Commendatore* , a quel punto, inizia a svelare i suoi mille volti: una riflessione, molto realistica (e attuale), sulle ferite della storia, sulla colpa e la responsabilità. Una terapia per sopravvivere ai traumi. Una guida pratica per orientarsi nel mondo delle metafore. Ma anche un racconto fantastico sui mostri che ci divorano dall’interno, sulle paure che ci sbranano nella notte dell’anima; e su come, quei mostri, possiamo vincerli: prendendoci cura di chi arriverà dopo di noi.

Animali per esperti

**Con sguardo tanto amorevole quanto implacabile Eva Menasse ci pone di fronte a uno specchio fatto di prosa limpida e raffinata, intrecciando situazioni improbabili, misteri e piccole tragicommedie quotidiane.**
Api e farfalle che trovano nutrimento nei posti più insoliti, anche nelle lacrime dei coccodrilli, pecore che perdono la lana, bruchi che si scavano la tomba da soli e opossum a cui viene praticata la rianimazione bocca a bocca. Fatti documentati che l’autrice ha raccolto nel tempo e utilizzato poi come grimaldello per studiare la specie più anomala di tutte, quella umana.
Ogni racconto ne offre una sfaccettatura diversa: la donna in vacanza in un resort turco con la famiglia allargata che si chiede dove stia andando la sua vita, o un uomo anziano che cerca di difendere il rapporto con la moglie malata dalle ingerenze delle figlie, salvo poi dimostrarsi più un carnefice che una vittima.