17265–17280 di 82931 risultati

Il Mio Cuore Sedizioso

**IL LIBRO CHE RACCOGLIE VENT’ANNI DI LOTTE, DI IMPEGNO, DI SCRITTURA DELL’AUTRICE DI** * **IL DIO DELLE PICCOLE COSE** *
« *Arundhati Roy è fra gli intellettuali più determinati e originali del nostro tempo.* »
**Naomi Klein**
« *La polemica di Arundhati Roy è importante e necessaria… dobbiamo esserle grati per il suo coraggio e il suo talento* »
**Salma Rushdie**
« *Arundhati Roy è una scrittrice che non conosce la paura. E in questo libro – in cui si fa appello alla giustizia, alla testimonianza, a un’umanità autentica – si esprime al meglio.* »
**Junot Diaz**
« *Arundhati Roy si domanda se le nostre democrazie, ormai avvizzite, siano ‘l’ultimo stadio della razza umana’ e spiega perché questo rischio sia da prendere molto sul serio* »
**Noam Chomsky**
*Il mio cuore sedizioso* raccoglie vent’anni dell’opera di **Arundhati Roy** , un lungo periodo in cui la scrittrice ha scelto l’inchiesta, il saggio politico, la testimonianza personale, il resoconto narrativo, come mezzi per condurre le sue battaglie per la giustizia, i diritti e la libertà in un contesto che diventava sempre più ostile. Nell’insieme, il volume traccia una parabola che comincia dalla vittoria del **Booker Prize** con ***Il dio delle piccole cose*** per finire con l’ultimo romanzo, *Il ministero della suprema felicità* : un percorso di vita e di scrittura nel segno della compassione, della solidarietà e del coraggio.
Incisiva e diretta, la voce dell’autrice si è sempre levata in difesa della collettività, dei popoli e delle loro terre, a dispetto della logica distruttiva delle potenti corporazioni finanziarie, sociali, religiose, militari e politiche.
In costante dialogo con i temi e le ambientazioni dei suoi romanzi, dei quali hanno il fascino e la ricchezza espressiva, questi scritti documentano il viaggio di Arundhati Roy in India e nel mondo, a partire da *La fine delle illusioni* , che apre la raccolta, per arrivare a *Il mio cuore sedizioso* , che la conclude.
**
### Sinossi
**IL LIBRO CHE RACCOGLIE VENT’ANNI DI LOTTE, DI IMPEGNO, DI SCRITTURA DELL’AUTRICE DI** * **IL DIO DELLE PICCOLE COSE** *
« *Arundhati Roy è fra gli intellettuali più determinati e originali del nostro tempo.* »
**Naomi Klein**
« *La polemica di Arundhati Roy è importante e necessaria… dobbiamo esserle grati per il suo coraggio e il suo talento* »
**Salma Rushdie**
« *Arundhati Roy è una scrittrice che non conosce la paura. E in questo libro – in cui si fa appello alla giustizia, alla testimonianza, a un’umanità autentica – si esprime al meglio.* »
**Junot Diaz**
« *Arundhati Roy si domanda se le nostre democrazie, ormai avvizzite, siano ‘l’ultimo stadio della razza umana’ e spiega perché questo rischio sia da prendere molto sul serio* »
**Noam Chomsky**
*Il mio cuore sedizioso* raccoglie vent’anni dell’opera di **Arundhati Roy** , un lungo periodo in cui la scrittrice ha scelto l’inchiesta, il saggio politico, la testimonianza personale, il resoconto narrativo, come mezzi per condurre le sue battaglie per la giustizia, i diritti e la libertà in un contesto che diventava sempre più ostile. Nell’insieme, il volume traccia una parabola che comincia dalla vittoria del **Booker Prize** con ***Il dio delle piccole cose*** per finire con l’ultimo romanzo, *Il ministero della suprema felicità* : un percorso di vita e di scrittura nel segno della compassione, della solidarietà e del coraggio.
Incisiva e diretta, la voce dell’autrice si è sempre levata in difesa della collettività, dei popoli e delle loro terre, a dispetto della logica distruttiva delle potenti corporazioni finanziarie, sociali, religiose, militari e politiche.
In costante dialogo con i temi e le ambientazioni dei suoi romanzi, dei quali hanno il fascino e la ricchezza espressiva, questi scritti documentano il viaggio di Arundhati Roy in India e nel mondo, a partire da *La fine delle illusioni* , che apre la raccolta, per arrivare a *Il mio cuore sedizioso* , che la conclude.

**IL LIBRO CHE RACCOGLIE VENT’ANNI DI LOTTE, DI IMPEGNO, DI SCRITTURA DELL’AUTRICE DI** * **IL DIO DELLE PICCOLE COSE** *
« *Arundhati Roy è fra gli intellettuali più determinati e originali del nostro tempo.* »
**Naomi Klein**
« *La polemica di Arundhati Roy è importante e necessaria… dobbiamo esserle grati per il suo coraggio e il suo talento* »
**Salma Rushdie**
« *Arundhati Roy è una scrittrice che non conosce la paura. E in questo libro – in cui si fa appello alla giustizia, alla testimonianza, a un’umanità autentica – si esprime al meglio.* »
**Junot Diaz**
« *Arundhati Roy si domanda se le nostre democrazie, ormai avvizzite, siano ‘l’ultimo stadio della razza umana’ e spiega perché questo rischio sia da prendere molto sul serio* »
**Noam Chomsky**
*Il mio cuore sedizioso* raccoglie vent’anni dell’opera di **Arundhati Roy** , un lungo periodo in cui la scrittrice ha scelto l’inchiesta, il saggio politico, la testimonianza personale, il resoconto narrativo, come mezzi per condurre le sue battaglie per la giustizia, i diritti e la libertà in un contesto che diventava sempre più ostile. Nell’insieme, il volume traccia una parabola che comincia dalla vittoria del **Booker Prize** con ***Il dio delle piccole cose*** per finire con l’ultimo romanzo, *Il ministero della suprema felicità* : un percorso di vita e di scrittura nel segno della compassione, della solidarietà e del coraggio.
Incisiva e diretta, la voce dell’autrice si è sempre levata in difesa della collettività, dei popoli e delle loro terre, a dispetto della logica distruttiva delle potenti corporazioni finanziarie, sociali, religiose, militari e politiche.
In costante dialogo con i temi e le ambientazioni dei suoi romanzi, dei quali hanno il fascino e la ricchezza espressiva, questi scritti documentano il viaggio di Arundhati Roy in India e nel mondo, a partire da *La fine delle illusioni* , che apre la raccolta, per arrivare a *Il mio cuore sedizioso* , che la conclude.
**
### Sinossi
**IL LIBRO CHE RACCOGLIE VENT’ANNI DI LOTTE, DI IMPEGNO, DI SCRITTURA DELL’AUTRICE DI** * **IL DIO DELLE PICCOLE COSE** *
« *Arundhati Roy è fra gli intellettuali più determinati e originali del nostro tempo.* »
**Naomi Klein**
« *La polemica di Arundhati Roy è importante e necessaria… dobbiamo esserle grati per il suo coraggio e il suo talento* »
**Salma Rushdie**
« *Arundhati Roy è una scrittrice che non conosce la paura. E in questo libro – in cui si fa appello alla giustizia, alla testimonianza, a un’umanità autentica – si esprime al meglio.* »
**Junot Diaz**
« *Arundhati Roy si domanda se le nostre democrazie, ormai avvizzite, siano ‘l’ultimo stadio della razza umana’ e spiega perché questo rischio sia da prendere molto sul serio* »
**Noam Chomsky**
*Il mio cuore sedizioso* raccoglie vent’anni dell’opera di **Arundhati Roy** , un lungo periodo in cui la scrittrice ha scelto l’inchiesta, il saggio politico, la testimonianza personale, il resoconto narrativo, come mezzi per condurre le sue battaglie per la giustizia, i diritti e la libertà in un contesto che diventava sempre più ostile. Nell’insieme, il volume traccia una parabola che comincia dalla vittoria del **Booker Prize** con ***Il dio delle piccole cose*** per finire con l’ultimo romanzo, *Il ministero della suprema felicità* : un percorso di vita e di scrittura nel segno della compassione, della solidarietà e del coraggio.
Incisiva e diretta, la voce dell’autrice si è sempre levata in difesa della collettività, dei popoli e delle loro terre, a dispetto della logica distruttiva delle potenti corporazioni finanziarie, sociali, religiose, militari e politiche.
In costante dialogo con i temi e le ambientazioni dei suoi romanzi, dei quali hanno il fascino e la ricchezza espressiva, questi scritti documentano il viaggio di Arundhati Roy in India e nel mondo, a partire da *La fine delle illusioni* , che apre la raccolta, per arrivare a *Il mio cuore sedizioso* , che la conclude.

Only registered users can download this free product.

Il lupo e l’equilibrista

**La storia di un’amicizia singolare e senza tempo: quella tra un uomo desideroso di ritrovare sé stesso e il lupo che gli ha insegnato a guardare la realtà con occhi nuovi.**
Il sole inonda di luce il crinale della montagna esaltando la sua muta bellezza. Vette per molti inaccessibili, ma non per Chris, che è cresciuto scalando quelle pareti rocciose di cui conosce ogni angolo, ogni singola increspatura. Per lui la montagna è sinonimo di un equilibrio che nasce dall’accordo perfetto tra sé stesso e ciò che lo circonda. Un equilibrio che, da tempo, sente di aver perduto. Da quando sono venuti meno i suoi punti di riferimento e ha accettato un lavoro che lo costringe a tradire la sua vera natura. Eppure, qualcosa sta per cambiare. Perché Francesca, sua compagna da sempre, ha in serbo una sorpresa per lui: un lupo grigio che ha conosciuto la meschinità dell’uomo e deve ritrovare una dimensione di vita più autentica, proprio come Chris. Non appena incrocia lo sguardo del re dei boschi, nel recinto dietro casa, Chris si perde negli occhi color ambra dell’animale e si rende conto che Francesca ha ragione: forse, accomunati dallo stesso destino ancor prima di conoscersi, lui e il lupo potrebbero aiutarsi a vicenda e diventare uno la salvezza dell’altro. Così, un passo dopo l’altro, Chris insegna al lupo a fidarsi di nuovo della mano che gli offre il cibo e gli accarezza, non senza timore, il dorso peloso. A sua volta, il lupo, con movenze precise che derivano dalla legge del branco, guida il suo nuovo compagno alla riscoperta del mondo naturale, dei profumi, dei suoni e dei colori che cambiano al mutare delle stagioni. Ma c’è ancora una cosa che Chris e il lupo devono fare insieme: un viaggio lungo il sentiero che porta alla montagna. Solo salendo lassù, dove tutte le sensazioni si amplificano nel silenzio, potranno finalmente toccare il cielo da esperti equilibristi.
**Max Solinas** , scultore noto e apprezzato, firma un esordio personalissimo nel quale si respira la sua passione per le Dolomiti, che chiama casa ed esplora in compagnia della lupa Arja, sua preziosa guida da dieci anni.
**Una storia schietta e sincera che ci esorta a guardare la montagna con rispetto per farne una maestra di vita, perché essa rappresenta, prima di tutto, un modo di essere e di interpretare il nostro ruolo nel mondo.**

**La storia di un’amicizia singolare e senza tempo: quella tra un uomo desideroso di ritrovare sé stesso e il lupo che gli ha insegnato a guardare la realtà con occhi nuovi.**
Il sole inonda di luce il crinale della montagna esaltando la sua muta bellezza. Vette per molti inaccessibili, ma non per Chris, che è cresciuto scalando quelle pareti rocciose di cui conosce ogni angolo, ogni singola increspatura. Per lui la montagna è sinonimo di un equilibrio che nasce dall’accordo perfetto tra sé stesso e ciò che lo circonda. Un equilibrio che, da tempo, sente di aver perduto. Da quando sono venuti meno i suoi punti di riferimento e ha accettato un lavoro che lo costringe a tradire la sua vera natura. Eppure, qualcosa sta per cambiare. Perché Francesca, sua compagna da sempre, ha in serbo una sorpresa per lui: un lupo grigio che ha conosciuto la meschinità dell’uomo e deve ritrovare una dimensione di vita più autentica, proprio come Chris. Non appena incrocia lo sguardo del re dei boschi, nel recinto dietro casa, Chris si perde negli occhi color ambra dell’animale e si rende conto che Francesca ha ragione: forse, accomunati dallo stesso destino ancor prima di conoscersi, lui e il lupo potrebbero aiutarsi a vicenda e diventare uno la salvezza dell’altro. Così, un passo dopo l’altro, Chris insegna al lupo a fidarsi di nuovo della mano che gli offre il cibo e gli accarezza, non senza timore, il dorso peloso. A sua volta, il lupo, con movenze precise che derivano dalla legge del branco, guida il suo nuovo compagno alla riscoperta del mondo naturale, dei profumi, dei suoni e dei colori che cambiano al mutare delle stagioni. Ma c’è ancora una cosa che Chris e il lupo devono fare insieme: un viaggio lungo il sentiero che porta alla montagna. Solo salendo lassù, dove tutte le sensazioni si amplificano nel silenzio, potranno finalmente toccare il cielo da esperti equilibristi.
**Max Solinas** , scultore noto e apprezzato, firma un esordio personalissimo nel quale si respira la sua passione per le Dolomiti, che chiama casa ed esplora in compagnia della lupa Arja, sua preziosa guida da dieci anni.
**Una storia schietta e sincera che ci esorta a guardare la montagna con rispetto per farne una maestra di vita, perché essa rappresenta, prima di tutto, un modo di essere e di interpretare il nostro ruolo nel mondo.**

Only registered users can download this free product.

Il giuramento dell’highlander

Aulay Buchanan ha deciso di passare qualche giorno a pescare per rilassarsi e stare solo durante l’anniversario della battaglia in cui lui è rimasto ferito e ha perso il suo amato fratello gemello. Certo non avrebbe mai immaginato di veder spuntare dal mare una donna bellissima dai lunghi capelli neri legata all’albero di una nave che, dopo aver mormorato alcune terribili parole, sviene tra le sue braccia. E ancora più incredibile è che la giovane, riavutasi dal suo stato di incoscienza ma priva di memoria, si convinca al risveglio di essere sua moglie… **
### Sinossi
Aulay Buchanan ha deciso di passare qualche giorno a pescare per rilassarsi e stare solo durante l’anniversario della battaglia in cui lui è rimasto ferito e ha perso il suo amato fratello gemello. Certo non avrebbe mai immaginato di veder spuntare dal mare una donna bellissima dai lunghi capelli neri legata all’albero di una nave che, dopo aver mormorato alcune terribili parole, sviene tra le sue braccia. E ancora più incredibile è che la giovane, riavutasi dal suo stato di incoscienza ma priva di memoria, si convinca al risveglio di essere sua moglie…

Aulay Buchanan ha deciso di passare qualche giorno a pescare per rilassarsi e stare solo durante l’anniversario della battaglia in cui lui è rimasto ferito e ha perso il suo amato fratello gemello. Certo non avrebbe mai immaginato di veder spuntare dal mare una donna bellissima dai lunghi capelli neri legata all’albero di una nave che, dopo aver mormorato alcune terribili parole, sviene tra le sue braccia. E ancora più incredibile è che la giovane, riavutasi dal suo stato di incoscienza ma priva di memoria, si convinca al risveglio di essere sua moglie… **
### Sinossi
Aulay Buchanan ha deciso di passare qualche giorno a pescare per rilassarsi e stare solo durante l’anniversario della battaglia in cui lui è rimasto ferito e ha perso il suo amato fratello gemello. Certo non avrebbe mai immaginato di veder spuntare dal mare una donna bellissima dai lunghi capelli neri legata all’albero di una nave che, dopo aver mormorato alcune terribili parole, sviene tra le sue braccia. E ancora più incredibile è che la giovane, riavutasi dal suo stato di incoscienza ma priva di memoria, si convinca al risveglio di essere sua moglie…

Only registered users can download this free product.

IL GIGANTE ANNEGATO

Si sa che l'attributo "inquietante" viene concesso con molta generosità, e molto spesso a sproposito, agli scrittori di fantascienza; ma nel caso di J. G. Ballard sarebbe difficile trovarne uno più calzante e meritato. Urania, che lo segue dal primo romanzo, (Il vento dal nulla, 1962), è lieta di presentare questa antologia in cui lo stesso autore ha riordinato dodici suoi tipici racconti. Cinque di questi sono già apparsi in Urania dal 1963 al 1968, altri sono inediti ma in tutti Ballard si riafferma come il grande scrittore, il magico caposcuola che ha aperto alla fantascienza inglese le strade più inusitate e ambigue dell'innaturale, del difforme, dell'allucinato.

Si sa che l'attributo "inquietante" viene concesso con molta generosità, e molto spesso a sproposito, agli scrittori di fantascienza; ma nel caso di J. G. Ballard sarebbe difficile trovarne uno più calzante e meritato. Urania, che lo segue dal primo romanzo, (Il vento dal nulla, 1962), è lieta di presentare questa antologia in cui lo stesso autore ha riordinato dodici suoi tipici racconti. Cinque di questi sono già apparsi in Urania dal 1963 al 1968, altri sono inediti ma in tutti Ballard si riafferma come il grande scrittore, il magico caposcuola che ha aperto alla fantascienza inglese le strade più inusitate e ambigue dell'innaturale, del difforme, dell'allucinato.

Only registered users can download this free product.

Il giardiniere spagnolo

Harrington Brande ama, di un amore ossessivo, il suo unico figlio Nichols. Per tetro e diffidente orgoglio, finirà per perdere quest’ultimo bene. Glielo ruberà, opponendosi alla sua tormentata figura di padre non paterno, un personaggio solare: un favoloso giardiniere capace di dischiudere al ragazzo intimorito, minacciato da ogni inibizione, il mondo della spontaneità, della salute fisica e morale. Sullo sfondo degli smaglianti cieli di Spagna un mondo da vivere da difendere appassionatamente sino alla morte.

Harrington Brande ama, di un amore ossessivo, il suo unico figlio Nichols. Per tetro e diffidente orgoglio, finirà per perdere quest’ultimo bene. Glielo ruberà, opponendosi alla sua tormentata figura di padre non paterno, un personaggio solare: un favoloso giardiniere capace di dischiudere al ragazzo intimorito, minacciato da ogni inibizione, il mondo della spontaneità, della salute fisica e morale. Sullo sfondo degli smaglianti cieli di Spagna un mondo da vivere da difendere appassionatamente sino alla morte.

Only registered users can download this free product.

Il fuoco nero

Durante una crociera di addestramento il ponte di comando dell'Enterprise viene devastato da una violenta esplosione che lascia Kirk gravemente ferito. L'unico a sospettare un sabotaggio è Spock che, in aperta sfida alle decisioni del Comando di Flotta, avvia delle indagini che lo portano ad un'improbabile alleanza con Romulani e Klingon e alla scoperta della minaccia costituita dai bellicosi Tomariiani. Al suo ritorno Spock viene però condannato per tradimento e rinchiuso in un carcere federale di massima sicurezza da cui riesce a fuggire con l'aiuto di un pirata romulano… e Kirk si viene così a trovare di fronte ad una delle situazioni più difficili della sua carriera, mentre in gioco ci sono la pace e la libertà dell'intera galassia.

Durante una crociera di addestramento il ponte di comando dell'Enterprise viene devastato da una violenta esplosione che lascia Kirk gravemente ferito. L'unico a sospettare un sabotaggio è Spock che, in aperta sfida alle decisioni del Comando di Flotta, avvia delle indagini che lo portano ad un'improbabile alleanza con Romulani e Klingon e alla scoperta della minaccia costituita dai bellicosi Tomariiani. Al suo ritorno Spock viene però condannato per tradimento e rinchiuso in un carcere federale di massima sicurezza da cui riesce a fuggire con l'aiuto di un pirata romulano… e Kirk si viene così a trovare di fronte ad una delle situazioni più difficili della sua carriera, mentre in gioco ci sono la pace e la libertà dell'intera galassia.

Only registered users can download this free product.

Il faraone assassino

Amelia Peabody e suo marito Radcliffe non sono fatti per la tranquilla vita borghese. Adesso che hanno un figlio William, detto Ramses sono costretti ad adattarsi alle regole della società vittoriana, ma Amelia preferirebbe di gran lunga essere braccata per il deserto da una banda di dervisci, piuttosto che servire tè e pasticcini. Così, quando alcuni misteriosi delitti rischiano di compromettere i lavori in un promettente sito archeologico, Amelia e Radcliffe prendono l’occasione al volo: lasciano il piccolo Ramses alla cognata e partono per l’Egitto. Il loro scopo è aiutare una vecchia amica di Radcliffe, Lady Baskerville; suo marito, Sir Henry Baskerville, è stato infatti trovato morto in circostanze inquietanti: sul suo viso è come stampata una smorfia di puro terrore e sulla sua fronte, tracciato col sangue, c’è un disegno raffigurante l’ureo, il serpente sacro simbolo del divino faraone…

Amelia Peabody e suo marito Radcliffe non sono fatti per la tranquilla vita borghese. Adesso che hanno un figlio William, detto Ramses sono costretti ad adattarsi alle regole della società vittoriana, ma Amelia preferirebbe di gran lunga essere braccata per il deserto da una banda di dervisci, piuttosto che servire tè e pasticcini. Così, quando alcuni misteriosi delitti rischiano di compromettere i lavori in un promettente sito archeologico, Amelia e Radcliffe prendono l’occasione al volo: lasciano il piccolo Ramses alla cognata e partono per l’Egitto. Il loro scopo è aiutare una vecchia amica di Radcliffe, Lady Baskerville; suo marito, Sir Henry Baskerville, è stato infatti trovato morto in circostanze inquietanti: sul suo viso è come stampata una smorfia di puro terrore e sulla sua fronte, tracciato col sangue, c’è un disegno raffigurante l’ureo, il serpente sacro simbolo del divino faraone…

Only registered users can download this free product.

Il Dittatore

Chi l’avrebbe mai detto? Matteo Salvini ci sembrava un politico di terza o quarta fila. Per di più cresciuto in una parrocchia da poco, la Lega Nord di Umberto Bossi. Il suo padrino appariva destinato a una misera fine. Un incidente cardiaco l’aveva portato sull’orlo della morte. Salvato per un pelo, non sapeva più parlare come un tempo. Tutti lo consideravano il più anziano handicappato di Montecitorio. Che futuro poteva avere quel milanesone massiccio, senza arte né parte, che non aveva neppure saputo prendere una laurea in Storia, una delle più facili, diventando un fuoricorso professionale? Ma la politica, almeno quella italiana, è un congegno magico che riserva mille sorprese. E così, anno dopo anno, il Sal-vini ha scalato il sesto grado del potere pubblico. E adesso, nella primavera del 2019, è diventato il primo dei nostri padroni politici. Nelle elezioni europee di maggio ha conquistato il 34 per cento dei voti. E ha subito iniziato a governare, pur non avendo il titolo costituzionale per farlo. Ma da semplice ministro dell’Interno ha cominciato a vendicarsi su quanti l’avevano osteggiato o si erano rifiutati di inchinarsi. Non sono pochi quelli che l’hanno aiutato. Per prima la sinistra italiana, con un Partito democratico che continua a suicidarsi. Poi i direttori di tanti media stampati e televisivi che non hanno saputo sottrarsi all’antica abitudine di sottomettersi al potere. Eppure questi signori avrebbero dovuto intuire che l’ascesa di Salvini non si fermerà se non quando lui sarà diventato il padrone assoluto del nostro Paese. Il titolo di questo nuovo libro è secco e duro come un colpo di fucile: il Dittatore. Ecco che cosa è diventato il capitano leghista. Le sue prime scelte lo confermano. Vorremmo sbagliarci. Ma siamo appena all’inizio di una storiaccia che durerà anni.

Chi l’avrebbe mai detto? Matteo Salvini ci sembrava un politico di terza o quarta fila. Per di più cresciuto in una parrocchia da poco, la Lega Nord di Umberto Bossi. Il suo padrino appariva destinato a una misera fine. Un incidente cardiaco l’aveva portato sull’orlo della morte. Salvato per un pelo, non sapeva più parlare come un tempo. Tutti lo consideravano il più anziano handicappato di Montecitorio. Che futuro poteva avere quel milanesone massiccio, senza arte né parte, che non aveva neppure saputo prendere una laurea in Storia, una delle più facili, diventando un fuoricorso professionale? Ma la politica, almeno quella italiana, è un congegno magico che riserva mille sorprese. E così, anno dopo anno, il Sal-vini ha scalato il sesto grado del potere pubblico. E adesso, nella primavera del 2019, è diventato il primo dei nostri padroni politici. Nelle elezioni europee di maggio ha conquistato il 34 per cento dei voti. E ha subito iniziato a governare, pur non avendo il titolo costituzionale per farlo. Ma da semplice ministro dell’Interno ha cominciato a vendicarsi su quanti l’avevano osteggiato o si erano rifiutati di inchinarsi. Non sono pochi quelli che l’hanno aiutato. Per prima la sinistra italiana, con un Partito democratico che continua a suicidarsi. Poi i direttori di tanti media stampati e televisivi che non hanno saputo sottrarsi all’antica abitudine di sottomettersi al potere. Eppure questi signori avrebbero dovuto intuire che l’ascesa di Salvini non si fermerà se non quando lui sarà diventato il padrone assoluto del nostro Paese. Il titolo di questo nuovo libro è secco e duro come un colpo di fucile: il Dittatore. Ecco che cosa è diventato il capitano leghista. Le sue prime scelte lo confermano. Vorremmo sbagliarci. Ma siamo appena all’inizio di una storiaccia che durerà anni.

Only registered users can download this free product.

Il denaro «Sterco del demonio». Storia di un’affascinante scommessa sul nulla

Invenzione affascinante, da non confondersi con la moneta con cui si incarna, il denaro si affacciò timidamente nella vita dell’uomo, finendo via via per soggiogarla completamente. Da utile strumento si è trasformato in fine, da servo è divenuto padrone. Quanto più il denaro si smaterializza, diventando oggi quasi invisibile, tanto più ci cattura, rappresentando per noi l’assoluto e l’infinito. Una storia del denaro, presentato come una metafora della società contemporanea, che tanto promette ma non ci rende felici. **

Invenzione affascinante, da non confondersi con la moneta con cui si incarna, il denaro si affacciò timidamente nella vita dell’uomo, finendo via via per soggiogarla completamente. Da utile strumento si è trasformato in fine, da servo è divenuto padrone. Quanto più il denaro si smaterializza, diventando oggi quasi invisibile, tanto più ci cattura, rappresentando per noi l’assoluto e l’infinito. Una storia del denaro, presentato come una metafora della società contemporanea, che tanto promette ma non ci rende felici. **

Only registered users can download this free product.

Il Corvo e la Rosa

Nella smagliante cornice della Guerra delle Due Rose, in un XV secolo sconvolto dalle contese dinastiche che in Inghilterra videro il casato della Rosa Bianca di York opporsi a quello della Rosa Rossa di Lancaster, si svolge la vicenda della bellissima Roseanna, nelle cui vene scorre sangue reale.
I capelli come seta nera, gli occhi verdi col fuoco dell’opale nelle iridi, Roseanna è la figlia naturale di Edoardo IV di York e di Lady Joanna, moglie di Lord Castlemaine, dal quale ha avuto un altro figlio, Jeffrey, che nutre rancore nei confronti della splendida sorellastra.
Promessa dal re al barone di Ravenspur, grande guerriero ed eminente nobiluomo, Roseanna s’incapriccia invece di Bryan, un compagno d’armi di Jeffrey, ospite al castello, e decide di fuggire per raggiungere il padre Edoardo e convincerlo a scioglierla dall’impegno di matrimonio col barone.
Ma il destino la getta proprio tra le braccia del tenebroso, affascinante barone che ha come emblema un corvo nero che subito esige il mantenimento della promessa.
Sposata contro la sua volontà, Roseanna affila tutte le sue spine; ma il barone si dimostra alla sua altezza per temperamento, sentimento e passione.
Quando finalmente Roseanna si abbandonerà all’amore, il vento impetuoso della Storia, con i suoi intrighi, i suoi complotti, le sue battaglie e le sue alterne vicende minaccerà di strapparle l’uomo della sua vita…

Nella smagliante cornice della Guerra delle Due Rose, in un XV secolo sconvolto dalle contese dinastiche che in Inghilterra videro il casato della Rosa Bianca di York opporsi a quello della Rosa Rossa di Lancaster, si svolge la vicenda della bellissima Roseanna, nelle cui vene scorre sangue reale.
I capelli come seta nera, gli occhi verdi col fuoco dell’opale nelle iridi, Roseanna è la figlia naturale di Edoardo IV di York e di Lady Joanna, moglie di Lord Castlemaine, dal quale ha avuto un altro figlio, Jeffrey, che nutre rancore nei confronti della splendida sorellastra.
Promessa dal re al barone di Ravenspur, grande guerriero ed eminente nobiluomo, Roseanna s’incapriccia invece di Bryan, un compagno d’armi di Jeffrey, ospite al castello, e decide di fuggire per raggiungere il padre Edoardo e convincerlo a scioglierla dall’impegno di matrimonio col barone.
Ma il destino la getta proprio tra le braccia del tenebroso, affascinante barone che ha come emblema un corvo nero che subito esige il mantenimento della promessa.
Sposata contro la sua volontà, Roseanna affila tutte le sue spine; ma il barone si dimostra alla sua altezza per temperamento, sentimento e passione.
Quando finalmente Roseanna si abbandonerà all’amore, il vento impetuoso della Storia, con i suoi intrighi, i suoi complotti, le sue battaglie e le sue alterne vicende minaccerà di strapparle l’uomo della sua vita…

Only registered users can download this free product.

Il compagno dell’anima: i Greci e il sogno

“Chi è sveglio partecipa al mondo comune, chi sogna si rifugia in uno suo proprio”, diceva Eraclito. Ogni uomo sperimenta l’alternanza di pensiero cosciente e di immagini incontrollabili che il sogno fa emergere da un apparente nulla, e questo lo pone davanti alla consapevolezza di muoversi tra due universi paralleli organizzati con categorie diverse ma presenti nella mente di ciascuno. Varia tuttavia il senso che ogni civiltà attribuisce all’onirico. Non è un caso che nell'”Interpretazione dei sogni” Freud abbia costruito la base della sua dottrina partendo da un antico sogno, quello raccontato da Sofocle nell’Edipo re. Alle origini della cultura occidentale, infatti, i greci svilupparono una vera e propria cultura del sogno. Per loro la vita notturna non era marginale e poco significativa, ma un messaggio capace di proiettarsi sulla vita cosciente; ai sogni si chiedevano indicazioni su scelte da compiere, oracoli, persino miracolose guarigioni. Questo libro parla delle differenti funzioni dei sogni nella civiltà greca, sino alla tarda antichità: dai sogni di Omero a quelli che progressivamente vennero studiati da filosofi, scienziati, poeti. Con Platone il sogno diventa ormai quello che sarà in seguito: l’inseparabile compagno dell’anima che lo genera, il prodotto della sua parte più segreta. **

“Chi è sveglio partecipa al mondo comune, chi sogna si rifugia in uno suo proprio”, diceva Eraclito. Ogni uomo sperimenta l’alternanza di pensiero cosciente e di immagini incontrollabili che il sogno fa emergere da un apparente nulla, e questo lo pone davanti alla consapevolezza di muoversi tra due universi paralleli organizzati con categorie diverse ma presenti nella mente di ciascuno. Varia tuttavia il senso che ogni civiltà attribuisce all’onirico. Non è un caso che nell'”Interpretazione dei sogni” Freud abbia costruito la base della sua dottrina partendo da un antico sogno, quello raccontato da Sofocle nell’Edipo re. Alle origini della cultura occidentale, infatti, i greci svilupparono una vera e propria cultura del sogno. Per loro la vita notturna non era marginale e poco significativa, ma un messaggio capace di proiettarsi sulla vita cosciente; ai sogni si chiedevano indicazioni su scelte da compiere, oracoli, persino miracolose guarigioni. Questo libro parla delle differenti funzioni dei sogni nella civiltà greca, sino alla tarda antichità: dai sogni di Omero a quelli che progressivamente vennero studiati da filosofi, scienziati, poeti. Con Platone il sogno diventa ormai quello che sarà in seguito: l’inseparabile compagno dell’anima che lo genera, il prodotto della sua parte più segreta. **

Only registered users can download this free product.

Il codice Baphomet

Questo romanzo inizia nel 1118 a Gerusalemme, quando alcuni monaci del neonato Ordine dei Poveri Cavalieri di Cristo e del Tempio di Salomone (più tardi noti come Templari) fanno una scoperta inquietante nelle viscere del Monte del Tempio.
Questo romanzo inizia nel marzo 1945 a Berlino, quando un gruppo scelto di otto uomini s’inoltra nella capitale nazista devastata dai bombardamenti per recuperare un prezioso manufatto.
Questo romanzo inizia al giorno d’oggi, a Napoli, dove l’antiquario Martin Rua conduce la sua solita vita tranquilla, fino a quando una giovane donna dell’est, comparsa misteriosamente, lo trascina in una drammatica vicenda dai risvolti esoterici.
Chi è veramente Anna Nikitovna Glys e che cosa lega suo nonno al nonno di Martin? Cosa è custodito nel cuore di Roma e quale ombra nera minaccia il Summit per i Diritti Umani organizzato da Papa Giacomo I?
Ma soprattutto, che cosa si nasconde dietro la parola Baphomet?
In un crescendo di colpi di scena, azione e ricerca esoterica, Il Codice Baphomet coinvolge il lettore in una corsa contro il tempo che lo porterà da Gerusalemme a Berlino e Napoli, fino alla Città Eterna.

Questo romanzo inizia nel 1118 a Gerusalemme, quando alcuni monaci del neonato Ordine dei Poveri Cavalieri di Cristo e del Tempio di Salomone (più tardi noti come Templari) fanno una scoperta inquietante nelle viscere del Monte del Tempio.
Questo romanzo inizia nel marzo 1945 a Berlino, quando un gruppo scelto di otto uomini s’inoltra nella capitale nazista devastata dai bombardamenti per recuperare un prezioso manufatto.
Questo romanzo inizia al giorno d’oggi, a Napoli, dove l’antiquario Martin Rua conduce la sua solita vita tranquilla, fino a quando una giovane donna dell’est, comparsa misteriosamente, lo trascina in una drammatica vicenda dai risvolti esoterici.
Chi è veramente Anna Nikitovna Glys e che cosa lega suo nonno al nonno di Martin? Cosa è custodito nel cuore di Roma e quale ombra nera minaccia il Summit per i Diritti Umani organizzato da Papa Giacomo I?
Ma soprattutto, che cosa si nasconde dietro la parola Baphomet?
In un crescendo di colpi di scena, azione e ricerca esoterica, Il Codice Baphomet coinvolge il lettore in una corsa contro il tempo che lo porterà da Gerusalemme a Berlino e Napoli, fino alla Città Eterna.

Only registered users can download this free product.

Il caso del sarcofago scomparso

Amelia e il marito sono impegnati negli scavi presso le “piramidi” di Mazghuna, nei dintorni dei Cairo, proprio quando avviene un misterioso omicidio, Amelia, suo malgrado, rimane coinvolta nelle indagini ma deve stare attenta perché gli scavi che stanno effettuando rischiano di trasformarsi in una tomba per entrambi.

Amelia e il marito sono impegnati negli scavi presso le “piramidi” di Mazghuna, nei dintorni dei Cairo, proprio quando avviene un misterioso omicidio, Amelia, suo malgrado, rimane coinvolta nelle indagini ma deve stare attenta perché gli scavi che stanno effettuando rischiano di trasformarsi in una tomba per entrambi.

Only registered users can download this free product.