16529–16544 di 75864 risultati

Dylan Dog n. 137: La città perduta

Un’ombra, un ricordo, questo è tutto ciò che rimane di Bothridge. Una città intera è scomparsa nel nulla, o meglio… è cambiata. Le vie e le piazze, i vecchi pub, le persone… tutto ha un volto irriconoscibile. Dylan Dog si muove tra le nebbie della Cornovaglia alla ricerca di Annabelle Parker e di un passato che pare perduto per sempre. Ma c’è un altro mistero dentro il mistero di Bothridge…

Dylan Dog n. 136: Lassù qualcuno ci chiama

Una voce è venuta dal fondo dell’universo e ha colpito un radiotelescopio. Tendendo l’orecchio si può sentirla. Dice – chissà perché – di andare a Llangwntffrwd, un piccolo villaggio gallese dal nome impossibile. Laggiù è la chiave del messaggio. Intelligenze aliene? Parole da un passato remoto o divine forze cosmiche? Forse soltanto una piccola anima smarrita nel cosmo, che canta per tutti la sua canzone d’addio…

Dylan Dog n. 135: Scanner

Little Death, Piccola Morte, un nome che non lascia spazio a equivoci, pesa sul progetto del dottor Dagherov, un progetto di terrore. La piccola Pearl è fuggita dal laboratorio militare di Castletown, sgusciando tra le dita della morte. Ma ora è braccata. Ma perché vogliono ucciderla? Dentro di lei si nasconde una forza incontrollabile, un potere che sfida la natura stessa e conduce all’immortalità…

Dylan Dog n. 133: Ananga!

È davvero il potente Dio Giaguaro a infestare il corpo della bella Juma? Dalla foresta amazzonica giunge l’eco di riti perduti e di antiche maledizioni… Un demonio dalle lunghe zanne si è spinto fin nel cuore della città. Dylan chiede consiglio a Martyn Mystère, cerca risposte nelle avventure di Mister No, ma la carneficina continua. Nelle strade di Londra, ancora una volta risuona…l’urlo del giaguaro.

Dylan Dog n. 132: L’uomo che vende il tempo

Un minuto, un’ora, dieci anni… Quanto tempo ci rimane? Fate bene i vostri conti, perché il tempo è un bene prezioso, anzi “costoso”. Il ripugnante Mastro Hora, spacciatore dell’unica droga che prolunga la vita, lo sa bene. Dylan Dog deve correre alla massima velocità verso la soluzione del caso, perché anche per lui le lancette si avvicinano alla meta finale…

Dylan Dog n. 130: Il negromante

Cinque giovani artisti. Frustrati, disperati e pronti a tutto, pur di superare il vuoto creativo che hanno dentro. Alexius Armanagh aveva la soluzione per la loro angoscia. Ma, come spesso accade, era una soluzione con un prezzo da pagare. E ora – dopo più di quarant’anni – il mago è tornato per riscuotere.

Dylan Dog n. 129: Il ritorno di Killex

Lo sguardo fisso e penetrante, come vedesse oltre la carne e le ossa, alla ricerca dell’anima. È lo sguardo di Christopher Killex , risorto dalla morte per risplendere negli occhi un bambino. Ma qual è il suo scopo? Perché il terribile chirurgo assassino è entrato nel corpo del piccolo Chris? Forse non cerca vendetta, forse cerca di raccontare una verità che soltanto lui può conoscere…

Dylan Dog n. 128: Il richiamo della foresta

Edward Hobbes vuole realizzare un sogno: costruire la Torre Azzurra, imponente grattacielo simbolo del suo potere. La sua gloria si innalza sopra la miseria degli uomini e la morte della natura, sopra crimini sepolti dal silenzio. Jamais Nonplus è al fianco di Dylan per aiutarlo a decifrare le forze antiche che vogliono mutare quel sogno in un incubo. Spiriti ancestrali che risalgono alle origini stesse dell’umanità…

Dylan Dog n. 127: Il cuore di Johnny

Johnny Freak è morto, tanto tempo fa. Dietro di lui, è rimasta, però, l’ombra degli orrori che aveva subìto: i suoi genitori sono stati uccisi da una mano spietata e il fratellastro Dougal – il più terribile dei suoi aguzzini – è scomparso nel nulla. Chi sta realizzando questa vendetta? È davvero lo spettro di quel vecchio amico? Dylan non può crederlo, perché sa che l’odio non ha mai trovato spazio nel cuore di Johnny.

Dylan Dog n. 126: La morte rossa

La peste cammina tra gli uomini, e gli uomini cadono nella polvere. Secoli fa, il pittore Jacopo da Verona ne ha dipinto l’immagine, ne ha colto l’essenza, e ora il suo quadro è portatore di un contagio mortale. Dylan Dog dà la caccia al più terribile degli incubi, lungo le strade e i canali di Venezia. Una caccia disperata, perché la preda è invisibile…

Dylan Dog n. 125: Tre per zero

Il battito d’ali di una farfalla può causare un uragano, questo tutti lo sanno. Ma come nascono le crisi economiche? Per una scintilla, per un caso, per un capriccio del destino che cresce fino a diventare un mostro. Per fermarlo, Dylan Dog deve acchiapparlo per la coda, tornando indietro nel tempo e riavvolgendo il nastro degli eventi in una girandola di assurdità…

Dylan Dog n. 124: Il picco della strega

Tre ragazze scomparse nel nulla, e, all’improvviso, Darkness diventa il centro dell’universo. Un paese dimenticato tra i boschi della Cornovaglia ha trovato la sua sinistra gloria grazie a Witch Peak, una guglia di roccia circondata da forze maligne. Intorno al Picco della Strega, si consumano omicidi, fantasie perverse, inganni e sparizioni. Ma la verità si perde nelle crepe della pietra, come il mormorio del vento…

Dylan Dog n. 123: Phoenix

Il ricordo o il sogno, o forse soltanto l’allucinazione di una morte improvvisa. Phoenix è tormentata da un’immagine che non sa spiegare. Chi è Lullaby? Cosa lega due donne così lontane? Forse un caso di reincarnazione? Dylan cammina nel buio: due vite potrebbero essersi intrecciate per caso, come pedine scambiate da una mano distratta… sulla scacchiera della morte.

Dylan Dog n. 122: Il confine

Fate un passo attraverso la porta della vita. Oltre la soglia, troverete Magus, il custode del confine, sospeso a un passo dalla morte. La sua dannazione è la curiosità: vuole sapere di che materia son fatte le due facce dell’esistenza e per questo trattiene le anime dei viaggiatori nel suo limbo personale. Ma chi è Magus? Dylan Dog deve strappare la sua maschera, per scoprire forse… il volto dell’eternità.

Dylan Dog n. 121: Finché morte non vi separi

Nascosto in una piega del tempo c’è un anniversario che Dylan non dimentica mai. Un incontro di tanti anni fa, in terra d’Irlanda. Su un’isola infiammata dall’odio, l’Indagatore trovò un amore infinito, spezzato dall’orrore di una guerra senza fine. La bella Lillie se n’è andata, con la sua chioma rossa e i suoi sogni malinconici, con la sua rabbiosa voglia di libertà, con il suo coraggio, con la sua follia… Ma il suo ricordo rimane per sempre lì, nascosto in una piega del tempo.

Dylan Dog n. 120: Abyss

Un ribollire di oceani neri e profondi, come la notte o il sogno della morte… Qualcosa risale attraverso acque gelide e anni di oblio, la mano bianca di un annegato che afferra la caviglia dei nuotatori. C’è una voce laggiù, la voce e il pianto di una bambina, che risuona nel relitto di una grande nave. Ha una storia di dolore da raccontare e una rabbia infinita che le brucia negli occhi.