1–16 di 848 risultati

Misterioso amante

Noah e Lauren sono da anni invischiati in una reciproca quanto inconfessata attrazione. Per il timore di rovinare l’amicizia che li lega, pur lavorando ogni giorno fianco a fianco, non riescono a rivelare i sentimenti che provano l’uno per l’altra. Lauren si strugge, ma non si ritiene all’altezza delle donne appariscenti e siliconate a cui lui è abituato. Noah vorrebbe farsi avanti, ma è convinto che lei lo consideri solo un amico. Così, stanco di aspettare, decide di agire trasformandosi in un focoso e misterioso amante: colui che la notte la sedurrà schiudendole impensabili orizzonti di piacere, ma sulla via che conduce dritta al cuore…

La donna dal kimono bianco

******* ** *Un romanzo così bello, intenso e vivo sul Giappone non si vedeva dai tempi di Memorie di una Geisha.* * **Giappone, 1957**. Il matrimonio combinato della diciassetten­ne Naoko Nakamura con il figlio del socio di suo padre garan­tirebbe alla ragazza una posizione sociale di prestigio. Naoko, però, si è innamorata dell’uomo sbagliato: è un marinaio americano, quello che in Giappone vie­ne definito un gaijin, uno straniero. Quando la ragazza scopre di essere incinta, la comprensione e l’affetto che sperava di trovare nei genitori si rivelano soltanto un’illusione. Ripudiata da chi dovrebbe starle vicino, Naoko sarà costretta a compiere scelte inimmaginabili, per qualunque donna ma soprattutto per una madre…
**Stati Uniti, oggi**. Tori Kovač è una giornalista. Men­tre si prende cura del padre, anziano e gravemente malato, trova una lettera che getta una luce sconvolgente sul passato della sua famiglia. Alla morte del padre, decisa a scoprire la verità, Tori intraprende un viaggio che la porta dall’altra parte del mondo, in un villaggio sulla costa giapponese. In quel luogo così remoto sarà costretta a fronteggiare i demoni del suo passato, ma anche a riscoprire le proprie radici…
**
### Sinossi
******* ** *Un romanzo così bello, intenso e vivo sul Giappone non si vedeva dai tempi di Memorie di una Geisha.* * **Giappone, 1957**. Il matrimonio combinato della diciassetten­ne Naoko Nakamura con il figlio del socio di suo padre garan­tirebbe alla ragazza una posizione sociale di prestigio. Naoko, però, si è innamorata dell’uomo sbagliato: è un marinaio americano, quello che in Giappone vie­ne definito un gaijin, uno straniero. Quando la ragazza scopre di essere incinta, la comprensione e l’affetto che sperava di trovare nei genitori si rivelano soltanto un’illusione. Ripudiata da chi dovrebbe starle vicino, Naoko sarà costretta a compiere scelte inimmaginabili, per qualunque donna ma soprattutto per una madre…
**Stati Uniti, oggi**. Tori Kovač è una giornalista. Men­tre si prende cura del padre, anziano e gravemente malato, trova una lettera che getta una luce sconvolgente sul passato della sua famiglia. Alla morte del padre, decisa a scoprire la verità, Tori intraprende un viaggio che la porta dall’altra parte del mondo, in un villaggio sulla costa giapponese. In quel luogo così remoto sarà costretta a fronteggiare i demoni del suo passato, ma anche a riscoprire le proprie radici…

L’oscura sposa

“La sposa nera” è Sayonara, giovane bellissima arrivata a Tora, città ai margini della giungla, con il preciso intento di dare piacere ai minatori della vicina compagnia petrolifera. Questa la sua missione. Nessuno conosce il passato della giovane, ma non c’è minatore che non abbia sentito parlare di lei, del suo sguardo enigmatico, del suo fisico acerbo, della sua arroganza e della sua fierezza. Il suo carisma la porta ben presto a diventare la regina di La Catinga, il bordello del quartiere. Fino a quando Sayonara non viola la regola principe di ogni prostituta: s’innamora di uno dei clienti. **

Gli amori del sabato sera

Due sguardi in un istante sovrappongono un destino Giulia è appena tornata da Londra, e lentamente cerca di rimettere in piedi la sua vita e dimenticare una relazione finita troppo male. Feste, discoteche, shopping: i primi passi per tornare a sorridere. Andrea fa il tatuatore. È schivo, bello e intrigante, e anche lui ha un passato da superare. Quelle di Giulia e Andrea sono due storie come tante, due cuori infranti, due vite che si sfiorano per le strade di una città. Cercano di riemergere dai loro dolori: escono con gli amici, vanno in discoteca, ascoltano all’infinito le canzoni del loro amore. Finché non accade l’incontro che il destino ha fissato. Due sguardi si incrociano e per Andrea e Giulia inizia un sottile gioco di seduzione, che schiude le porte a un timido e travolgente nuovo sentimento. In un susseguirsi di incontri e scontri, i due protagonisti, con i loro amici, Sara, Albi, Chiara e tanti altri, ci trasporteranno in un frenetico vortice dove l’ovvio lascia il passo al nuovo, in un racconto dolceamaro che incanta per la delicatezza delle emozioni. Stefania Balotelli vive a Brescia. Ama il cinema, l’arte e la lettura. Ha cominciato a scrivere da piccola, una passione che le ha trasmesso la madre. La sua camera è sommersa da vestiti e libri di ogni genere. Adora Londra ma il suo sogno è vivere in un Paese dove fa sempre caldo. Il verde è il suo colore preferito. Fabrizio Savelli vive a Brescia. Lavora come tatuatore. Dipinge e ama scrivere racconti e poesie che tiene nel cassetto. È cresciuto rincorrendo i miti di Gianni Rodari e J.J.Tolkien. Ma è sempre pronto a correre dietro a qualche ragazza e a volte a un pallone. Un giorno conosce Stefania e nasce questo libro.

Che ci fai nel mio letto?

Hannah, Alexi e Tara gestiscono un Bed and Breakfast. Un giorno per caso fanno una scommessa: passeranno l’estate in una seria caccia all’uomo e chi rimarrà a bocca asciutta si accollerà le pulizie! Hannah si sente svantaggiata perché è timida e poco avvezza alle questioni di cuore, almeno finché non incontra Zach. **
### Sinossi
Hannah, Alexi e Tara gestiscono un Bed and Breakfast. Un giorno per caso fanno una scommessa: passeranno l’estate in una seria caccia all’uomo e chi rimarrà a bocca asciutta si accollerà le pulizie! Hannah si sente svantaggiata perché è timida e poco avvezza alle questioni di cuore, almeno finché non incontra Zach.

Una vita senza fine

**Questo romanzo dissacrante è al tempo stesso l’impietoso ritratto di una generazione e un minuzioso reportage sulle ricerche che indagano i processi di invecchiamento. Perché, come diceva Woody Allen, “non ho paura della morte, ma quando arriverà preferirei non esserci”.**
Frédéric, due figlie e una brillante carriera di presentatore su YouTube, varca la soglia dei cinquant’anni e comincia a notare alcuni inquietanti segni di cedimento: ormai non si gira più a guardare le ragazze per strada per paura del torcicollo, gli occorrono almeno tre giorni per riprendersi da una notte alcolica, il nipotino dodicenne lo straccia a tennis. Il suo cervello sembra molto più giovane del corpo e il pensiero della morte comincia a farsi ossessivo. Così Frédéric si accosta alle più recenti scoperte scientifiche sul ringiovanimento cellulare, viaggiando da Parigi a Israele, tra grandi luminari, cibi antiossidanti e improbabili cure detox, alla disperata ricerca dell’immortalità. **
### Sinossi
**Questo romanzo dissacrante è al tempo stesso l’impietoso ritratto di una generazione e un minuzioso reportage sulle ricerche che indagano i processi di invecchiamento. Perché, come diceva Woody Allen, “non ho paura della morte, ma quando arriverà preferirei non esserci”.**
Frédéric, due figlie e una brillante carriera di presentatore su YouTube, varca la soglia dei cinquant’anni e comincia a notare alcuni inquietanti segni di cedimento: ormai non si gira più a guardare le ragazze per strada per paura del torcicollo, gli occorrono almeno tre giorni per riprendersi da una notte alcolica, il nipotino dodicenne lo straccia a tennis. Il suo cervello sembra molto più giovane del corpo e il pensiero della morte comincia a farsi ossessivo. Così Frédéric si accosta alle più recenti scoperte scientifiche sul ringiovanimento cellulare, viaggiando da Parigi a Israele, tra grandi luminari, cibi antiossidanti e improbabili cure detox, alla disperata ricerca dell’immortalità.

L’arte di vivere in difesa

Quando arriva al Westish College, sul lago Michigan, Henry Skrimshander è un ragazzo gracile e spaesato. Ma sul campo da baseball si trasforma e un istinto infallibile lo guida in gesti di una grazia assoluta. La sua è un’intensa storia di formazione sportiva e umana, che si intreccia ai destini di una variegata folla di personaggi: Mike Schwartz, il suo mentore e capitano dal cuore grande e dal futuro incerto, Owen Dunne, il compagno di stanza “gay e mulatto” di cui il rettore Guert Affenlight si scoprirà innamorato all’età di sessant’anni, preda di una marea di emozioni impazzite. E poi la figlia del rettore, l’irrequieta Pella, in fuga da un matrimonio fallito, che torna nella casa paterna in cerca di se stessa e di una seconda occasione. Un grande romanzo, una storia emblematica sull’amicizia, la giovinezza, le ambizioni mal riposte e la fragilità delle passioni e del talento. **
### Sinossi
Quando arriva al Westish College, sul lago Michigan, Henry Skrimshander è un ragazzo gracile e spaesato. Ma sul campo da baseball si trasforma e un istinto infallibile lo guida in gesti di una grazia assoluta. La sua è un’intensa storia di formazione sportiva e umana, che si intreccia ai destini di una variegata folla di personaggi: Mike Schwartz, il suo mentore e capitano dal cuore grande e dal futuro incerto, Owen Dunne, il compagno di stanza “gay e mulatto” di cui il rettore Guert Affenlight si scoprirà innamorato all’età di sessant’anni, preda di una marea di emozioni impazzite. E poi la figlia del rettore, l’irrequieta Pella, in fuga da un matrimonio fallito, che torna nella casa paterna in cerca di se stessa e di una seconda occasione. Un grande romanzo, una storia emblematica sull’amicizia, la giovinezza, le ambizioni mal riposte e la fragilità delle passioni e del talento.

Come Si Scrive Un Racconto

SAGGIO (55 pagine) – SCRITTURA CREATIVA – Il manuale perfetto per chi scrive il suo primo racconto, ma anche per chi ne ha scritti già tanti (e si vuole migliorare).
Molti scrittori esordienti iniziano la loro carriera con un racconto convinti che sia più semplice rispetto a un romanzo, ma la realtà è molto diversa e a sostenerlo sono proprio i grandi autori, quelli che mettono giù seicento pagine senza fiatare, ma tremano quando gli viene chiesto di scrivere seimila battute. In questo manuale Vincenzo Vizzini sfrutta la sua lunga esperienza nel campo dei racconti acquisita come vicedirettore della “Writers Magazine Italia” e responsabile del Premio WMI.
Vincenzo Vizzini è nato a Noto nel 1958 e vive a Marina di Ragusa. Vicedirettore della “Writers Magazine Italia”, collabora con il quotidiano “Ondaiblea” e con il mensile online “Operaincerta”. Per Delos Digital cura la collana “Delos Crime”. Tiene il corso di scrittura creativa Lettera 32, giunto alla sesta edizione. Collabora come editor e valutatore per diverse case editrici. Ha pubblicato racconti di vario genere tra cui “Slide” e “La vedova Licitra”, entrambi usciti sui Gialli Mondadori, “Superstiti” nella raccolta “Il magazzino dei Mondi 2” e, per le serie “365 racconti per un anno”, di Delos Books, oltre a svariati articoli di tecnica sulla “Writers Magazine Italia”. È responsabile del Premio WMI, giunto alla trentanovesima edizione. **
### Sinossi
SAGGIO (55 pagine) – SCRITTURA CREATIVA – Il manuale perfetto per chi scrive il suo primo racconto, ma anche per chi ne ha scritti già tanti (e si vuole migliorare).
Molti scrittori esordienti iniziano la loro carriera con un racconto convinti che sia più semplice rispetto a un romanzo, ma la realtà è molto diversa e a sostenerlo sono proprio i grandi autori, quelli che mettono giù seicento pagine senza fiatare, ma tremano quando gli viene chiesto di scrivere seimila battute. In questo manuale Vincenzo Vizzini sfrutta la sua lunga esperienza nel campo dei racconti acquisita come vicedirettore della “Writers Magazine Italia” e responsabile del Premio WMI.
Vincenzo Vizzini è nato a Noto nel 1958 e vive a Marina di Ragusa. Vicedirettore della “Writers Magazine Italia”, collabora con il quotidiano “Ondaiblea” e con il mensile online “Operaincerta”. Per Delos Digital cura la collana “Delos Crime”. Tiene il corso di scrittura creativa Lettera 32, giunto alla sesta edizione. Collabora come editor e valutatore per diverse case editrici. Ha pubblicato racconti di vario genere tra cui “Slide” e “La vedova Licitra”, entrambi usciti sui Gialli Mondadori, “Superstiti” nella raccolta “Il magazzino dei Mondi 2” e, per le serie “365 racconti per un anno”, di Delos Books, oltre a svariati articoli di tecnica sulla “Writers Magazine Italia”. È responsabile del Premio WMI, giunto alla trentanovesima edizione.
### Dalla seconda/terza di copertina
Vincenzo Vizzini è nato a Noto nel 1958 e vive a Marina di Ragusa. Vicedirettore della Writers Magazine Italia, collabora con il quotidiano Ondaiblea e con il mensile online Operaincerta. Per Delos Digital cura la collana Delos Crime. Tiene il corso di scrittura creativa Lettera 32, giunto alla sesta edizione. Collabora come editor e valutatore per diverse case editrici. Ha pubblicato racconti di vario genere tra cui Slide e La vedova Licitra, entrambi usciti sui Gialli Mondadori, Superstiti nella raccolta Il magazzino dei Mondi 2 e, per le serie 365 racconti per un anno di Delos Books, oltre a svariati articoli di tecnica sulla Writers Magazine Italia. È responsabile del Premio WMI, giunto alla trentanovesima edizione.

Attentato

Epiphane Otos è di una bruttezza straziante e associa alla sua deformità una totale assenza di principi morali. Solo una cosa fatalmente lo attrae: l’angelica bellezza femminile. L’incontro con l’affascinante Ethel sembra far breccia nell’animo di Epiphane. Ma quando la ragazza s’innamora di un artista sciocco e privo di scrupoli, il dramma di questo moderno Quasimodo esplode in tutta la sua violenza.Umorismo spietato e finale inatteso per una moderna favola sull’amore impossibile che ci racconta anche di una società attenta solo alle apparenze.

Una donna ideale

**La perfezione non esiste.
Le amiche stronze, sì.
E se la tua vita fosse da un’altra parte?
Sposata con l’uomo perfetto, madre impeccabile di tre figli, Pauline è convinta che la sua vita sia quanto di meglio si possa realizzare.**
Ma il marito evidentemente non sembra pensarla allo stesso modo. E così, quando scopre che lui la tradisce con la sua migliore amica, Pauline si sente al tempo stesso vuota e ferita, spenta e furiosa, ma si rende conto che non servirebbe a nulla buttarsi dalla finestra del primo piano… E non può neanche sfogare tutto il suo rancore contro la donna che le ha rubato il marito, visto che ha avuto il cattivo gusto di morire! Divisa tra dolore, voglia di vendicarsi e desiderio di una nuova vita, si ritrova a cercare l’amore online. Consigliata dalla amata-odiata madre, una severissima psichiatra, decide di agire e affrontare la causa del suo problema, cercando di “eliminare” il marito dal cuore e dalla mente. Pian piano riesce a ricomporre il mosaico della sua vita, trova un lavoro e dei nuovi amici fin quando, un giorno, il marito scompare…
**È difficile rimanere in equilibrio quando il terreno ti frana sotto i piedi
Un romanzo coinvolgente e originale che dà spazio alle emozioni e all’umorismo**
**Emmanuelle Urien**
è nata negli anni Settanta ad Anjou e ha studiato Lingue, Lettere e Finanza internazionale prima di stabilirsi a Tolosa e iniziare a scrivere. Traduttrice da tre lingue, ha esordito nella narrativa nel 2009 con *Tu devrais voir quelqu’un* (Gallimard, 2009). Musicista e cantante, sta portando a termine un album dal titolo *Glossolalies* , insieme ad altri progetti artistici.

Tutto ciò che sappiamo dell’amore

Lake ha vissuto l’anno peggiore del la sua vita: la morte del padre, i litigi con la madre, un trasloco in una nuova città e la fatica di reinventarsi una vita. Finché non conosce Will, il vicino di casa. Anche lui è stato costretto dalla vita a crescere in fretta.
L’intesa tra di loro è immediata, ma il primo giorno di lezione Lake scopre che il loro è un amore impossibile: Will ha solo qualche anno più di lei, ma è uno dei suoi professori.
Eppure quello che c’è tra di loro, a partire da un primo bacio scambiato quando ancora non sapevano di doversi evitare, sembra irresistibile. E così Lake e Will – costretti a restare lontani – si parlano attraverso la poesia, anzi, le poesie, in pubblico ma in segreto, servendosi di uno slam (una gara di versi) per dirsi tutto ciò che devono e vogliono dirsi. Alla fine, è qualcosa di molto semplice ed essenziale: come ha scritto la famosa poetessa Emily Dickinson, tutto ciò che sappiamo dell’amore è che l’amore è tutto. E spesso è l’unica forza che può tenerci a galla quando ogni cosa intorno a noi sembra mandarci a fondo.

Tutte le famiglie sono psicotiche

Tutte le famiglie sono un po’ psicotiche. Ma i Drummond, perfetto concentrato delle nevrosi dei nostri tempi, lo sono molto più di altre. Janet, la mamma, è sieropositiva per colpa del figlio Wade. Che, come se non bastasse, ha trasmesso la malattia anche alla nuova moglie-trofeo di suo padre, il burbero Ted. Bryan, il fratello depresso, ha tentato il suicidio un paio di volte per poi fidanzarsi con una pseudo-no-global dal nome incomprensibile, Shw. L’improbabile gruppo si riunisce dopo anni per assistere al viaggio nello spazio dell’astronauta di famiglia, Sarah. L’incontro sarà il detonatore di una serie di eventi imprevedibili sotto il cielo della Florida, tra Disney World e Cape Canaveral, all’inseguimento di una busta misteriosa, alle prese con un losco uomo d’affari dal cuore tenero e in fuga da una bizzarra coppia di trafficanti di neonati. Tutte le famiglie sono psicotiche è una storia esplosiva, ricca di dialoghi brillanti, colpi di scena e situazioni paradossali. Divertente come i *Tenenbaum* , emozionante come *Little Miss Sunshine* , questo libro ci racconta i vizi, le follie e i sogni di una famiglia disfunzionale impossibile da dimenticare.

Stai qui con me

La danza era tutta la sua vita. Ma quando un infortunio al ginocchio ha messo fine alle sue ambizioni, Teresa Hamilton ha dovuto reinventarsi un futuro e adesso è una studentessa universitaria come tante altre. Almeno così può stare vicino a suo fratello Cameron e a Jase, il migliore amico di Cam e… il suo sogno proibito. Peccato che lui la veda ancora come una bambina. Se solo Teresa riuscisse a fargli cambiare idea… Jase Winstead non ha tempo per una relazione. Schiacciato dal peso di un segreto che custodisce ormai da troppi anni, non può permettersi di trascinare una ragazza nel vortice tumultuoso della sua esistenza. Soprattutto se la ragazza in questione è la sorella di Cam, da sempre iperprotettivo nei confronti di Teresa. Eppure, ogni volta che Jase è con lei, tutti i suoi problemi svaniscono all’istante ed è come se il muro eretto intorno al proprio cuore si sgretolasse a poco a poco. E infatti, quando una tragedia devastante si abbatte sul campus, rischiando di travolgere anche Teresa, Jase non esita un secondo ad intervenire pur di proteggerla. Ma l’amore che li lega sarà abbastanza forte da superare ogni ostacolo, o entrambi finiranno col perdere tutto ciò che hanno di più caro?

Persa in Te

**Un’ardente e sensuale commedia romantica dell’autrice di best-seller internazionali, Christina Ross.**
Dopo anni di gavetta a New York, sto per fare il colpo della mia carriera… Quando nella mia vita arriva lui e sconvolge tutto.
**”Lui” sarebbe Hunter Steele, bello da impazzire e conduttore di un noto reality dal titolo *Teenager Tremende*.**
Io mi chiamo Julia Jacobs e proprio nel giorno della mia promozione a sub-agente della talent agency CAA metto sotto contratto Pepper Winters, figlia di un miliardario e con un incredibile seguito sui social, che vuole partecipare alla prossima stagione del velenosissimo reality di Hunter.
**A. Qualunque. Costo.**
Il problema è che, durante l’incontro tra Pepper, me e Hunter per decidere come inserirla nello spettacolo, io non riesco a togliergli gli occhi di dosso. È alto, bruno, bello e ha una cosa nei jeans che sembra un maledetto serpente.
**In altre parole, non è proprio il tipo di uomo dal quale devo farmi distrarre in questo momento. Dopo tutto, ho una scadenza entro la quale devo dimostrare alla CAA le mie capacità. Se ci riesco? Diventerò agente associato. Ma in caso negativo? Avrò perso il lavoro.**
Con Hunter che ci prova con me, come diavolo posso riuscire a concentrarmi sul lavoro? All’inizio, faccio del mio meglio per resistergli, ma dalla fine della mia relazione precedente sono ormai passati quattro anni, e comincio ad abbassare la guardia. Dovrei dare una possibilità a Hunter? O dovrei lasciarlo perdere quando vengo a sapere del suo passato da playboy…?
**Sono rimasta scottata una volta. Non voglio rischiare di nuovo. Per quanto io voglia credere a Hunter, quando mi dice che ha ormai superato il periodo in cui si era guadagnato la reputazione di aver portato a letto più donne di quante se ne possano contare, mi chiedo se posso fidarmi di lui.**
E se mi lascio andare, tra lui e me funzionerà…?
**Grazie al talento di Christina Ross per le situazioni romantiche, di humor e spirito, e i personaggi che amate e non dimenticherete più, *Persa in te* lascerà i lettori con il fiato sospeso fino all’ultima pagina.**

Per un colpo di sole

> Ci sono un sacco di motivi per cui le donne preferiscono un colorista a un altro. Alcune possono sceglierti perché il tuo cane è della stessa razza del loro, oppure perché apprezzano il tuo look. Certe, poi, vanno solo dagli uomini perché vogliono sentirsi addosso delle mani maschili. Poi ci sono le cosiddette “banderuole editoriali”, che si rivolgono solo a chi è stato citato nell’ultimo numero di *Elle* o *Allure*. Ma qualsiasi sia il motivo che le ha portate da te la prima volta, se non sei brava a fare la tinta ci mettono un attimo a piantarti in asso.
> Il che significa niente errori. Mai. Sono concessi più errori a un chirurgo durante un’operazione al cervello che a un colorista. Non fraintendetemi. Non sto dicendo che quello che faccio io si trovi allo stesso livello della neurochirurgia. Detto tra noi, sono solo capelli. Ma un certo tipo di donne ci tiene ai propri capelli. E molto.
Benvenuti a New York e benvenuti nel salone di bellezza di Jean-Luc, il posto più chic e costoso per farsi una tinta (perfetta) e intanto spettegolare sulle e colle vicine di poltrona: attrici e modelle, miliardarie e donne in carriera. In questo ambiente frivolo e modaiolo, zeppo di donne(e di uomini) disposte a tutto per una manciata di colpi di sole si muove Georgia, un’abilissima colorista specializzata nel biondo. Non sarà facile, per una ragazza di provincia come lei, misurarsi con colleghi perfidi, un capo ambiziosissimo e, soprattutto, con una clientela ricca, incontentabile e viziata. Quando poi ci si mette anche l’amore, la situazione si complica… Un romanzo frizzante e romantico, ambientato in uno dei luoghi più amati dalle donne.

Nel profondo

Gretel lavora come lessicografa: aggiorna le voci del dizionario, ragionando quotidianamente sul linguaggio, attività che ben si addice alla sua natura riflessiva e solitaria. Ha imparato che non sempre esistono vocaboli precisi per indicare ogni cosa, almeno non nel linguaggio di tutti; ma quando era piccola, e viveva su una chiatta lungo il fiume, lei e sua madre parlavano una lingua soltanto loro, fatta di parole ed espressioni inventate, e allora anche i concetti più astratti trovavano il proprio termine di riferimento, come il Bonak, definizione di tutto quello che più ci fa paura. Adesso sono passati sedici anni, esattamente la metà della vita di Gretel, da quando sua madre l’ha abbandonata, e le parole di quel codice stanno lentamente scolorendo, perdendosi nei fondali della memoria. Ma una telefonata inattesa arriverà a riportarle a galla, insieme ai ricordi di quegli anni selvaggi passati sul canale, dello strano ragazzo che trascorse un mese con loro durante quel fatidico ultimo anno, di quella figura materna adorata e terribile con la quale è arrivato il momento di fare i conti. I personaggi, i luoghi, la memoria, il linguaggio: ogni cosa è fluida e mutevole, come le acque torbide del canale che fanno da ambientazione a questa storia magnetica. Attraverso una scrittura dalla precisione quasi inquietante, che le è valsa una candidatura al Man Booker Prize a soli ventisette anni, Daisy Johnson si serve di riferimenti culturali che vanno dal mito classico al folklore nord-europeo e costruisce un racconto di rara suggestione, in cui risalire le correnti del passato è l’unico modo per costruire la geografia del presente. *Nel profondo* è un romanzo già in grado di emanare la propria mitologia.
**« *Nel profondo* è una forza della natura».
«The New York Times Book Review»**
**«Daisy Johnson è il nuovo mostro della narrativa».
Lauren Groff**
**«Intriso di mitologia e di favole, *Nel profondo* è strano, selvaggio, sconvolgente. Immergetevi anche solo per un istante, e ne riemergerete senza fiato».
Celeste Ng**
**«Incantevole».
«The New Yorker»**
**«Un romanzo profondamente coinvolgente e perturbante che trasporta il lettore in un mondo straordinariamente sinistro».
«Sunday Times»**