Visualizzazione di tutti i 7 risultati

Fabbriche, sistemi, organizzazioni

Questo libro esamina l’origine delle sfide tecnologiche e organizzative dell’industria in Europa e negli Stati Uniti e le tappe della sua formulazione teorica; la creazione della figura dell’ingegnere industriale fra Ottocento e Novecento; e l’elaborazione delle discipline tecnologiche e del linguaggio e dei concetti fondamentali (sistema, automazione, controllo, ottimizzazione, rete) dell’ingegneria industriale moderna. Diviso in tre parti organizzate cronologicamente, ogni capitolo è corredato da letture, indicazioni bibliografiche per l’approfondimento e schede illustrative di aspetti storici, biografici (relativi a alcuni grandi ingegneri, scienziati e filosofi), terminologici e matematico-tecnici. Il volume si rivolge a studenti universitari del corso di Storia dell’Ingegneria Industriale, nato dall’esigenza, sempre più diffusa nelle Facoltà di Ingegneria, di offrire insegnamenti di profilo umanistico. L’impostazione del libro è tale da poter essere utilizzato come testo anche in corsi sui temi quali Storia dell’Ingegneria, Storia della Tecnologia, Storia dell’Europa, oltre che nei corsi di Cultura generale e nelle attività formative inserite nei piani di studi delle Facoltà di Ingegneria. Stimolanti spunti di riflessione per gli studenti possono essere dati dallo studio dei problemi tecnici e organizzativi che presentano analogie con le situazioni odierne in contesti storici molto diversi, oppure dalla conoscenza del preciso contesto storico al quale corrispondono alcune delle concezioni di partenza dell’ingegneria industriale.

Innovatori

”Solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo, alla fine, lo cambiano davvero.” Questa frase rappresenta la perfetta sintesi del mondo dell’innovazione e di chi lo rappresenta. Spesso giovanissimi e impertinenti, in ogni campo del sapere, gli innovatori sono un perfetto mix di razionale lucidità e folle lungimiranza. Nel campo della scienza e della tecnologia queste caratteristiche assumono connotati estremi e generano personalità capaci davvero di cambiare il corso delle storia. Questo libro racconta la loro storia e prova a tracciare il profilo di questi straordinari personaggi, da James Watt a Thomas Alva Edison, da Guglielmo Marconi fino a Steve Jobs.
(source: Bol.com)

Elettronica For Dummies

Elettronica che argomento affascinante. Potrete progettare ogni genere di apparecchio se conoscete l’elettronica e il suo funzionamento. Ecco lo scopo di questo libro. Scoprire come funziona l’elettricità, come sfruttarla e come metterla all’opera, quali strumenti sono necessari per realizzare circuiti e come usarli in sicurezza: e il tutto senza troppi tecnicismi. Misteri risolti – scoprite come funziona il vostro iPod, telecomando o computer. Strumenti essenziali – predisponete il vostro laboratorio con tutti gli strumenti necessari. Schemi elettrici: imparate a comprendere gli schemi e a usarli per scoprire come funziona un progetto. Simboli: riconoscete tutti i simboli relativi a fonti di alimentazione, massa e componenti. Componenti: imparate a utilizzare resistenze, condensatori, diodi e transistor. Mettere insieme il tutto: i circuiti integrati hanno tantissimi utilizzi: scoprite come a sfruttarli al meglio. Come funziona: imparate ad applicare le regole che governano la corrente e la tensione.
**

Dagli elettroni all’ Elettronica

Partiamo con una domanda che oserei definire “retorica”. Perché varrebbe la pena conoscere l’Elettronica? La risposta è semplice. Ciascuno di voi lettori già sa il perché nutra un certo interesse nei confronti dell’Elettronica. Altrimenti, non starebbe leggendo questa sinossi oppure non avrebbe già acquistato questo libro. Vi sono tante ragioni che rendono l’Elettronica allettante. Il primo fra tutti è che è assolutamente divertente. Infatti essa ha strettamente a che fare con la costruzione di aggeggi che emettono suoni, che diffondono luce, in maniera intermittente magari, e perché no, che si muovono attorno alle nostre case. Conoscere l’Elettronica significa entrare in possesso di abilità che ci consentano di lavorare con strumenti tramite i quali riusciremmo a controllare qualsivoglia tipo di aggeggio elettronico. E poi i prodotti elettronici circondano tutta quanta la nostra esistenza. E, ogni giorno che passa, diventano parte sempre crescente delle nostre vite. Alcune persone sono contente di essere meri utilizzatori di tali gadgets , widgets e compagnia bella. Molte altre invece vogliono scavare a fondo, conoscere il modo in cui questi oggetti realmente funzionano. Ovviamente, chi stia leggendo questa sinossi in questo momento ricade in tale secondo gruppo che è decisamente molto più cool del primo. La scienza dell’Elettronica ha fatto talmente tanti passi in avanti che oggigiorno ci è consentito di tenere un computer potentissimo soltanto nel palmo di una mano. E magari con tale computer saremo anche in grado di controllare l’intero impianto di illuminazione delle nostre case, comandare un robot che pulisca a fondo il nostro salotto o un sensore che faccia in modo che suoni un allarme se qualcuno cerca di rubare la nostra collezione di fumetti. Ma la parte più interessante è che è davvero possibile fare elettronica con pochi spiccioli. Infatti, mentre l’arte e la scienza dell’elettronica stanno avanzando rapidamente, il prezzo per costruire un circuito già in grado di fare qualcosa di incredibile sta crollando come un sasso giù da un precipizio. E allora perché privarci di questa possibilità? Incominciamo una volta per tutte a divertirci sul serio ed entriamo a far parte del fantastico mondo dell’Elettronica.
**
### Sinossi
Partiamo con una domanda che oserei definire “retorica”. Perché varrebbe la pena conoscere l’Elettronica? La risposta è semplice. Ciascuno di voi lettori già sa il perché nutra un certo interesse nei confronti dell’Elettronica. Altrimenti, non starebbe leggendo questa sinossi oppure non avrebbe già acquistato questo libro. Vi sono tante ragioni che rendono l’Elettronica allettante. Il primo fra tutti è che è assolutamente divertente. Infatti essa ha strettamente a che fare con la costruzione di aggeggi che emettono suoni, che diffondono luce, in maniera intermittente magari, e perché no, che si muovono attorno alle nostre case. Conoscere l’Elettronica significa entrare in possesso di abilità che ci consentano di lavorare con strumenti tramite i quali riusciremmo a controllare qualsivoglia tipo di aggeggio elettronico. E poi i prodotti elettronici circondano tutta quanta la nostra esistenza. E, ogni giorno che passa, diventano parte sempre crescente delle nostre vite. Alcune persone sono contente di essere meri utilizzatori di tali gadgets , widgets e compagnia bella. Molte altre invece vogliono scavare a fondo, conoscere il modo in cui questi oggetti realmente funzionano. Ovviamente, chi stia leggendo questa sinossi in questo momento ricade in tale secondo gruppo che è decisamente molto più cool del primo. La scienza dell’Elettronica ha fatto talmente tanti passi in avanti che oggigiorno ci è consentito di tenere un computer potentissimo soltanto nel palmo di una mano. E magari con tale computer saremo anche in grado di controllare l’intero impianto di illuminazione delle nostre case, comandare un robot che pulisca a fondo il nostro salotto o un sensore che faccia in modo che suoni un allarme se qualcuno cerca di rubare la nostra collezione di fumetti. Ma la parte più interessante è che è davvero possibile fare elettronica con pochi spiccioli. Infatti, mentre l’arte e la scienza dell’elettronica stanno avanzando rapidamente, il prezzo per costruire un circuito già in grado di fare qualcosa di incredibile sta crollando come un sasso giù da un precipizio. E allora perché privarci di questa possibilità? Incominciamo una volta per tutte a divertirci sul serio ed entriamo a far parte del fantastico mondo dell’Elettronica.

Il Libro completo per la combinazione dei Cibi – Come combinare gli alimenti per una salute ottimale

INDICE DEI CONTENUTI Prefazione Introduzione 1 Classificazione dei generi alimentari 2 Digestione degli alimenti 3 Combinazioni giuste e combinazioni sbagliate 3.1 Le combinazioni tra acidi e amidi 3.2 Le combinazioni tra proteine e amidi 3.3 Le combinazioni tra proteine e proteine 3.4 Le combinazioni tra acidi e proteine 3.5 La combinazione tra grassi e proteine 3.6 Le combinazioni tra zuccheri e proteine 3.7 Le combinazioni tra zuccheri ed amidi 3.8 Mangiando meloni 3.9 Il latte va consumato da solo 3.10 I dessert 4 Digestione normale 5 Come combinare le proteine … per la cena 6 Come combinare gli amidi … per il pranzo 7 Come mangiare la frutta … per la colazione 8 Un’insalata al giorno 9 Schema alimentare per una settimana 9.1 Menù per la primavera e per l’estate 9.2 Menù per l’autunno e l’inverno 10 Come curare l’indigestione APPENDICE Alimentazione di cibi crudi Le proteine Ghiottoneria e iperalimentazione Mangiate solo due pasti al giorno Regole alimentari Masticare il cibo Dimenticate il sale Acqua pura Non bevete durante i pasti Cosa aspettarvi dal miglioramento della dieta
**
### Sinossi
INDICE DEI CONTENUTI Prefazione Introduzione 1 Classificazione dei generi alimentari 2 Digestione degli alimenti 3 Combinazioni giuste e combinazioni sbagliate 3.1 Le combinazioni tra acidi e amidi 3.2 Le combinazioni tra proteine e amidi 3.3 Le combinazioni tra proteine e proteine 3.4 Le combinazioni tra acidi e proteine 3.5 La combinazione tra grassi e proteine 3.6 Le combinazioni tra zuccheri e proteine 3.7 Le combinazioni tra zuccheri ed amidi 3.8 Mangiando meloni 3.9 Il latte va consumato da solo 3.10 I dessert 4 Digestione normale 5 Come combinare le proteine … per la cena 6 Come combinare gli amidi … per il pranzo 7 Come mangiare la frutta … per la colazione 8 Un’insalata al giorno 9 Schema alimentare per una settimana 9.1 Menù per la primavera e per l’estate 9.2 Menù per l’autunno e l’inverno 10 Come curare l’indigestione APPENDICE Alimentazione di cibi crudi Le proteine Ghiottoneria e iperalimentazione Mangiate solo due pasti al giorno Regole alimentari Masticare il cibo Dimenticate il sale Acqua pura Non bevete durante i pasti Cosa aspettarvi dal miglioramento della dieta

Il digiuno per la salute

Se la vostra fede nella della Medicina Moderna comincia a vacillare, se la relazione con il vostro medico non è così ”sacra” come di solito, e avete capito che il vostro medico crede che ”si può migliorare la vita con la chimica” e se avete compreso il suo scarso background nel campo della nutrizione, allora questo libro è per tutti voi. Se avete una qualsiasi condizione fisica con la quale il vostro medico vi ha raccomandato di ”imparare a conviverci” oppure se vi ha ammonito che ”non si può più fare nulla”, allora questo è il libro per tutti voi. Non fate presente anticipatamente al vostro medico che state digiunando. Questo termine, come la parola ”vegetariano”, sconvolge i dottori e li rende nervosi; se voi fate domande al medico, potrà sfidarvi con: ”Quale scuola di medicina avete frequentato?”. E non ditegli che dopo il digiuno la vostra salute è migliorata, a meno che non vogliate sentirvi dire un’altra frase fatta che tutti i medici usano quando i loro pazienti migliorano senza seguire i loro consigli: ”Siete stato fortunato!”. Dopotutto, la Medicina Moderna preferirebbe far morire i pazienti usando i suoi metodi, piuttosto che rimetterli in salute impiegando metodi che i medici definiscono da ”ciarlatani”. Così, se volete provare una strada nuova, una strada per migliorare oppure per stare bene, io vi prescriverò massicce dosi de ”Il digiuno per la salute” di Jean A. Oswald e Herbert M.Shelton.
(source: Bol.com)

Per un pugno di idee

Di che cosa parliamo quando parliamo di innovazione? Massimiano Bucchi ci racconta come dietro questa parola abusata vi siano percorsi concreti, tortuosi e molto affascinanti. Dalla forchetta al kalashnikov, questo libro intreccia le storie delle intuizioni che hanno cambiato le nostre vite, dimostrando la loro natura di processi non lineari e collettivi, che non possono essere ricondotti all’intuizione di un genio isolato ma che nascono da contributi spesso inaspettati. Storie di innovazioni concettuali, come la sequenza qwerty sulle tastiere che tutti usiamo quotidianamente; di innovazioni nello sport, dal contropiede italiano al salto alla Fosbury; o nell’universo culturale, dal Monopoli allo spaghetti western. Storie di percorsi innovativi sorprendenti, come quello che portò un fisico a inventare il primo videogioco della storia o un regista a introdurre il “conto alla rovescia” che tutti oggi identifichiamo con l’esplorazione spaziale. Dalla cultura alla tecnica, dallo sport al cinema e alla tavola, il racconto curioso e istruttivo di piccole svolte diventate grandi cambiamenti.

(source: Bol.com)