1–16 di 2290 risultati

Un colpo di fortuna

Jackson Brodie, ex poliziotto ed ex investigatore privato, è in vacanza a Edimburgo. Si sta svolgendo l’annuale Festival teatrale, c’è molta gente, molti attori e Julia, fidanzata di Brodie, recita in una pièce d’avanguardia. All’improvviso, dopo un banale tamponamento fra una massiccia Honda Civic blu e una piccola Peugeot a noleggio, scoppia una lite tra i due conducenti. Un uomo, grande e grosso, chili e chili di muscoli da sollevatore di pesi, scende dalla macchina brandendo una mazza da baseball e aizzando il suo massiccio Rottweiler contro il tipo della Peugeot, un uomo che nasconde una misteriosa identità dietro il grigiore di un nome preso a prestito. Lo scontro è violento e l’uomo della Peugeot, ferito, viene portato in ospedale. Questa coincidenza iniziale, un episodio apparentemente banale e privo di senso, segnerà in modo indelebile la vita di tutti i presenti e accomunerà i loro destini. Il destino di un killer misterioso e spietato e quello di un giallista di successo che nasconde un doloroso segreto, di una ricca casalinga delusa e di una bella spia russa, di un potente impresario edile colpito da malore e di un attore comico in declino, di una poliziotta madre di un adolescente cleptomane e di Jackson Brodie. Come in un gioco di colorate matrioske, tutte le storie si intrecciano ed entrano l’una nell’altra con quell’esatta precisione, e insieme ricca casualità, che spesso sono ingredienti fondamentali di una buona indagine come della vita stessa. **

L’Uomo Che Sedusse La Gioconda

**Uno dei più bei romanzi storici sul Rinascimento. Un romanzo storico di spessore, uno di quelli che, tra una miriade di racconti-stampo, di sequel o di remake banali, fa pensare che in giro ci sia ancora purezza, sentimento immacolato non corrotto e contaminato di quanto la letteratura abbia già prodotto.**
*Un ricercatore precario del CNR di Pisa, esperto di crittografia e blockchain, rinviene per caso in un archivio di un’abazia toscana uno strano file cifrato contenente una storia incredibile, straordinaria, inedita… dalla quale non riesce più a distaccarsi:*
In una fredda notte in cui la Storia faceva le prove generali di Rinascimento, mentre i signori d’Italia s’annientavano a vicenda per l’effimero controllo dei labili confini dei propri Stati, un giovane diplomatico pontificio dal passato misterioso preferiva di gran lunga cimentarsi nell’arte della seduzione più che in quella bellica. Chi era costui?
Non era un principe, un condottiero, un prelato, non aveva alcun titolo ufficiale… eppure parlare con lui equivaleva a conferire direttamente con il Santo Padre, si muoveva con disinvoltura nel complesso scacchiere politico di quel periodo ma non lasciava mai tracce, scriveva ogni giorno la Storia ma non compariva mai in nessuna delle sue pagine … era dappertutto eppure era come se non esistesse.
Da una signoria all’altra, da un regno ad una repubblica, tra strategie ed inganni, tra avventure e complotti, Tristano portava a termine con successo le sue missioni… fino a quando il destino non gli commissionò l’impresa più importante: scoprire chi fosse davvero.
Per farlo dovette decifrare una lettera della sua vera madre, tenuta per 42 anni nascosta dalla casta dei potenti del tempo.
Per farlo dovette attraversare indenne quell’incredibile interstizio temporale dalla straordinaria e senza precedenti concentrazione di personaggi (statisti, condottieri, artisti, letterati, ingegneri, scienziati, navigatori, cortigiani, ecc…) che hanno significativamente, drasticamente ed irreversibilmente cambiato il corso della Storia.
Per farlo dovette sedurre colei che, immortalata indecifrabilmente da Leonardo, con il suo sguardo ha sedotto il mondo.
**
### Sinossi
**Uno dei più bei romanzi storici sul Rinascimento. Un romanzo storico di spessore, uno di quelli che, tra una miriade di racconti-stampo, di sequel o di remake banali, fa pensare che in giro ci sia ancora purezza, sentimento immacolato non corrotto e contaminato di quanto la letteratura abbia già prodotto.**
*Un ricercatore precario del CNR di Pisa, esperto di crittografia e blockchain, rinviene per caso in un archivio di un’abazia toscana uno strano file cifrato contenente una storia incredibile, straordinaria, inedita… dalla quale non riesce più a distaccarsi:*
In una fredda notte in cui la Storia faceva le prove generali di Rinascimento, mentre i signori d’Italia s’annientavano a vicenda per l’effimero controllo dei labili confini dei propri Stati, un giovane diplomatico pontificio dal passato misterioso preferiva di gran lunga cimentarsi nell’arte della seduzione più che in quella bellica. Chi era costui?
Non era un principe, un condottiero, un prelato, non aveva alcun titolo ufficiale… eppure parlare con lui equivaleva a conferire direttamente con il Santo Padre, si muoveva con disinvoltura nel complesso scacchiere politico di quel periodo ma non lasciava mai tracce, scriveva ogni giorno la Storia ma non compariva mai in nessuna delle sue pagine … era dappertutto eppure era come se non esistesse.
Da una signoria all’altra, da un regno ad una repubblica, tra strategie ed inganni, tra avventure e complotti, Tristano portava a termine con successo le sue missioni… fino a quando il destino non gli commissionò l’impresa più importante: scoprire chi fosse davvero.
Per farlo dovette decifrare una lettera della sua vera madre, tenuta per 42 anni nascosta dalla casta dei potenti del tempo.
Per farlo dovette attraversare indenne quell’incredibile interstizio temporale dalla straordinaria e senza precedenti concentrazione di personaggi (statisti, condottieri, artisti, letterati, ingegneri, scienziati, navigatori, cortigiani, ecc…) che hanno significativamente, drasticamente ed irreversibilmente cambiato il corso della Storia.
Per farlo dovette sedurre colei che, immortalata indecifrabilmente da Leonardo, con il suo sguardo ha sedotto il mondo.

Il Guaritore

In una Helsinki flagellata dalla pioggia battente e dalle continue inondazioni, una giornalista sparisce nel nulla. Stava indagando su una serie di omicidi rivendicati da un misterioso personaggio che si fa chiamare il Guaritore. Sulle tracce di Johanna, si metterà Tapani, il marito. Un uomo che fa il poeta, ma che si trasforma in segugio per ritrovare l’unica cosa che conta, in un mondo sconvolto dal cambiamento climatico.
«Nell’odore di casa c’è tutto: il caffè del mattino, il profumo spruzzato in fretta e furia, il sapone all’olio di pino usato per lavare i tappeti la scorsa estate, le lunghe feste natalizie, la poltrona acquistata insieme e ogni singola notte trascorsa con chi si ama. Sono tutti presenti nello stesso odore e si compongono nella mente, per quanto spesso si siano spalancate le finestre. Un odore talmente familiare che fui sul punto di annunciare che ero a casa. Ma a chi avrei potuto dire anche solo una parola?»

Bugie Di Sangue

Una collega affidabile. Un’amica affettuosa. Una madre e una moglie piena di premure. Neve Connolly è tutte queste cose. Un giorno, in un elegante appartamento a Covent Garden, Neve trova un uomo, il suo amante, morto. E non chiama la polizia. Come tutti, Neve commette degli errori. Alcuni sono impercettibili, fatti senza pensarci troppo. Altri sono enormi. Altri ancora sono deliberati. Neve è un essere umano, dopo tutto. Non così perfetto come tutti dicono. Ma gli errori hanno conseguenze. E quando uno di questi si rivela davvero grave, la catena degli sbagli si trasforma in una spirale inarrestabile, fuori controllo, che inchioda Neve alle sue bugie. E mette in pericolo non solo lei, ma le persone che le sono più care. Suo marito. I suoi amici. Sua figlia Mabel, già così fragile, così provata dalla vita. Anche se volesse, Neve non può più tornare indietro. La verità è adesso più pericolosa di una menzogna. Una bugiarda. Un’adultera. Una minaccia. Neve Connolly è tutte queste cose. Ma potrebbe essere anche un’assassina? Un giallo ad alta tensione da una firma internazionale del thriller psicologico, con milioni di copie vendute, che ancora una volta conquista i suoi lettori con un perfetto gioco di prestigio di duplicità e suspense.

Bersaglio, L’oblio

L’ispettore Soneri , buongustaio e amante dei sigari toscani, viene chiamato a risolvere un difficile caso di omicidio . Un delitto misterioso , per molti versi anomalo , tra la nebbia e lo sfondo di una città della provincia padana ricca di buoni piatti . A questa corre parallela un’altra vicenda di misteriosi e altrettanto anomali delitti, maturati nell’ambiente dello spaccio di droga, di cui è protagonista un altro poliziotto, Bondan, che ha alle spalle qualche compromissione con il traffico di eroina della città e non esita a eliminare tutti coloro che sono a conoscenza dei suoi scomodi trascorsi . Un intrigante “giallo” , ritmato da una suspense che mai concede sosta al lettore , se non in rarissimi momenti di garbata ironia . Due filoni tematici all’apparenza estranei, ma che, a poco a poco creeranno una fittissima maglia di indizi , controindizi, indagini, falsi sospetti… **
### Sinossi
L’ispettore Soneri , buongustaio e amante dei sigari toscani, viene chiamato a risolvere un difficile caso di omicidio . Un delitto misterioso , per molti versi anomalo , tra la nebbia e lo sfondo di una città della provincia padana ricca di buoni piatti . A questa corre parallela un’altra vicenda di misteriosi e altrettanto anomali delitti, maturati nell’ambiente dello spaccio di droga, di cui è protagonista un altro poliziotto, Bondan, che ha alle spalle qualche compromissione con il traffico di eroina della città e non esita a eliminare tutti coloro che sono a conoscenza dei suoi scomodi trascorsi . Un intrigante “giallo” , ritmato da una suspense che mai concede sosta al lettore , se non in rarissimi momenti di garbata ironia . Due filoni tematici all’apparenza estranei, ma che, a poco a poco creeranno una fittissima maglia di indizi , controindizi, indagini, falsi sospetti…

Un imperatore per la legione. La saga della legione perduta: 2

Mavrikios Gavras, l’imperatore intorno al quale si erano unite tutte le forze di Videssos nel supremo sforzo di battere gli invasori che ne minacciano il futuro stesso, è morto. Le sue armate, sconfitte e disperse, fuggono davanti alle orde selvagge scatenate del mago Avshar. Il vile tradimento di Ortaias Sphrantzes ha messo in ginocchio la forza militare dell’Impero, eppure ora grazie alla complicità dei burocrati, il maggior responsabile della rovina di Videssos ne usurpa il trono, sostenuto anche da una stregoneria che appare impossibile da battere. Eppure Thorisin Gavras, fratello del defunto imperatore, è ancora vivo e ben determinato a sconfiggere il vile Ortaias e a riprendersi il trono… **

La danzatrice del Gai-Moulin

Due giovani e patetici viveurs indebitati fino al collo si nascondono una sera nella cantina di un losco night-club di Liegi con l'intenzione di attendere l'ora di chiusura e di svuotare la cassa. Ma un cadavere, intravisto nell'oscurità alla luce fioca di un fiammifero, viene a turbare i loro piani: è il facoltoso greco cui poco prima rivolgeva le sue sapienti e professionali attenzioni Adèle, l'entraineuse del Gai-Moulin. E' una notte degli inganni, dove nessuno è ciò che sembra. Ma provvederà Maigret, ancora una volta, a capire di che si tratta.

La danzatrice del Gai-Moulin (titolo originale francese La danseuse du Gai-Moulin, pubblicato in traduzione italiana anche coi titoli Maigret e la ballerina, Maigret e la ballerina del Gai-Moulin e La ballerina del Gai-Moulin) è un romanzo poliziesco di Georges Simenon con protagonista il commissario Maigret.
È il decimo romanzo dedicato al personaggio del celebre commissario.

L’osteria dei due soldi

Alla vigilia dell'esecuzione Jean Lenoir, un famoso capobanda di Belleville ha voglia di confidarsi indicando a Maigret una "balera da due soldi" dove avrebbe trovato un uomo colpevole di un vecchio assassinio. Dopo un mese dall'esecuzione Maigret incontra per caso un uomo che parla della "balera da due soldi". Al commissario non resta che seguirlo. Sulla Senna, vicino a Morsang, trova questa balera e una festosa compagnia di benestanti parigini che ogni fine settimana si ritrova sul fiume per fare baldoria. Ma troverà anche un nuovo delitto e un'atmosfera angosciosa e assurda, in cui si cammina senza meta, "senza sforzo, senza gioia, senza tristezza, brancolando in una coltre di nebbia".
(fonte: hoepli)

L'osteria dei due soldi (titolo originale francese La guinguette à deux sous, pubblicato in traduzione italiana anche coi titoli Maigret e l'osteria dei due soldi e La balera da due soldi) è un romanzo poliziesco di Georges Simenon con protagonista il commissario Maigret.
È l'undicesimo romanzo dedicato al personaggio del celebre commissario.

L’affare Saint-Fiacre

«La contessa di Saint-Fiacre teneva ancora la faccia tra le mani. Era rigida, immobile, come la maggior parte delle altre vecchie. «“Ite missa est… La messa è finita…”. «Solo allora Maigret capì quanto era stato angosciato. Quasi non se n’era reso conto. Senza volerlo sospirò di sollievo […]. «Ancora tre persone… Due… Qualcuno spostò una sedia… Rimaneva solo la contessa, e Maigret ebbe un fremito d’impazienza… «Il sacrestano, che aveva concluso il suo compito, gettò uno sguardo alla signora di Saint-Fiacre, e un’espressione dubbiosa gli si dipinse sul volto. In quel medesimo istante il commissario avanzò. «Giunti accanto a lei, rimasero entrambi stupiti di quell’immobilità e cercarono di vedere il volto che le mani giunte continuavano a nascondere. «Turbato, Maigret le sfiorò una spalla. Il corpo vacillò, come se fino a quel momento fosse stato sorretto da un filo, poi rotolò a terra e rimase inerte. «La contessa di Saint-Fiacre era morta».

L'affare Saint-Fiacre (titolo originale francese L'affaire Saint-Fiacre, pubblicato in traduzione italiana anche coi titoli Maigret e il caso Saint-Fiacre e Il caso Saint-Fiacre) è un romanzo poliziesco di Georges Simenon con protagonista il commissario Maigret.
È il tredicesimo romanzo dedicato al personaggio del celebre commissario.

Il volto nell’ombra

Il losco Laker è arrivato a Londra dal Sudafrica per prendersi la sua rivincita. Dare una lezione a quello sfruttatore del vecchio Malpas è l’unico pensiero che, insieme ai fumi dell’alcol, gli circola nella mente. Grave imprudenza, perché l’uomo dal volto inquietante che siede al buio di fronte a lui non è tipo da lasciarsi cogliere di sorpresa, e non basta una pistola in pugno per spuntarla contro la pura malvagità. L’incauto Laker, che a breve galleggerà cadavere sulle acque del Tamigi, avrà davanti l’eternità per pentirsene. Il capitano di polizia Richard Shannon, invece, disporrà di meno tempo per risolvere il caso. Compito reso ancora più arduo da una vicenda che si intreccia con il furto della collana di una regina e la scomparsa di una ragazza, fra passaggi segreti e traffici di diamanti. E, su tutto, le sinistre apparizioni di una maschera mostruosa. **
### Sinossi
Il losco Laker è arrivato a Londra dal Sudafrica per prendersi la sua rivincita. Dare una lezione a quello sfruttatore del vecchio Malpas è l’unico pensiero che, insieme ai fumi dell’alcol, gli circola nella mente. Grave imprudenza, perché l’uomo dal volto inquietante che siede al buio di fronte a lui non è tipo da lasciarsi cogliere di sorpresa, e non basta una pistola in pugno per spuntarla contro la pura malvagità. L’incauto Laker, che a breve galleggerà cadavere sulle acque del Tamigi, avrà davanti l’eternità per pentirsene. Il capitano di polizia Richard Shannon, invece, disporrà di meno tempo per risolvere il caso. Compito reso ancora più arduo da una vicenda che si intreccia con il furto della collana di una regina e la scomparsa di una ragazza, fra passaggi segreti e traffici di diamanti. E, su tutto, le sinistre apparizioni di una maschera mostruosa.

Il signor omicidi

Carey Thorpe è un critico cinematografico a cui piacciono molto, forse troppo, le donne, e i casi polizieschi che risolve perii sergente Fred Staples. Ma quando, durante una violenta discussione, la bella Laura Penney batte la testa e muore sul colpo, l’ultima cosa a cui Thorpe pensa è confessare. Esce di soppiatto e spera di farla franca. Non sa però che il marito geloso di Laura la faceva sorvegliare da un investigatore. Per sfuggire alla giustizia, Thorpe dovrà sviare i sospetti di tutti, inclusi quelli dell’amico Staples.

Il nemico sconosciuto

Uscito una sera dalla casa dell’amante, Senzanome viene sequestrato da uno sconosciuto incappucciato, trasportato in una baita di montagna, legato a una catena e infine abbandonato con viveri sufficienti per circa tre mesi. Solo, in quella gelida casa sperduta chissà dove, Senzanome non può far altro che frugare disperatamente nella memoria. Chi è il suo rapitore? Chi può odiarlo così tanto? Forse la risposta sta in uno dei tanti giornali e settimanali che lo sconosciuto gli ha lasciato come unica compagnia. O forse anche la data del sequestro ha qualche significato… Il silenzio e la solitudine si trasformano presto in un incubo e Senzanome dovrà sforzarsi di mantenere la lucidità per non impazzire. Un solo pensiero lo aiuta… la certezza che in un modo o nell’altro ne uscirà vivo perché lo sconosciuto carceriere non può aver pensato a tutto. Forse qualche piccolo insignificante dettaglio può essergli sfuggito. E infatti…