1–16 di 3287 risultati

Internet apocalypse

IL VIAGGIO DI UN UOMO IN UN MONDO SENZA INTERNET, UN’APOCALISSE CHE POTREBBE RIVELARSI NECESSARIA PER RICORDARE CHI SIAMO DAVVERO.Il World Wide Web è scomparso. Nessuno – nemmeno il Presidente degli Stati Uniti – è in grado di trovare un segnale Wi-Fi e accedere alla Rete. La gente va nel panico, l’economia si paralizza e il mondo scivola lentamente nel caos.L’apocalisse di Internet ha avuto inizio. Per Gladstone, disilluso impiegato newyorkese, è un duro colpo: niente più Facebook, niente più Twitter, niente più Youtube, niente più pornografia online… ma la vita va avanti, e i cittadini di New York trovano presto nuovi, bizzarri metodi per passare il tempo offline e senza social network. Girano comunque voci che, da qualche parte, tra i grattacieli della Grande Mela, si nasconda Internet… ma chi l’ha rubato, e per quale motivo?Armato solo del suo borsalino, della sua fiaschetta di whiskey e della sua ironia, Gladstone si imbarca in un’esilarante odissea in compagnia dell’immaturo blogger Tobey e della sensuale webcam girl Oz, per scoprire la verità e riportare il Web alla normalità.L’improbabile trio inizia così la ricerca dell’inafferrabile segnale Wi-Fi ritrovandosi alle prese con minacce terroristiche, covi di Anonymous, esclusivi club a luci rosse, incredibili profezie e zombie in astinenza da Web. Ci vorrebbe un Messia per restituire Internet all’umanità… ma sarà Gladstone all’altezza del compito?

Il ciclo degli eredi di Shannara

Dopo la distruzione della civiltà causata dalle Grandi Guerre, agli uomini e all’antico popolo degli Elfi si sono aggiunte, nel ripopolare la terra sotto la guida dei Druidi, nuove Razze come i Nani, gli Gnomi e i Troll, i quali, però, fin dall’inizio hanno cercato di imporre il loro dominio sugli altri popoli. Sotto la guida del Signore delle Menzogne – un malvagio Druido corrotto dal proprio potere magico – i Troll si sono mossi ripetutamente contro uomini ed Elfi, ma grazie alla famiglia Ohmsford e a talismani come la Spada di Shannara e le Pietre Magiche, sono sempre stati sconfitti. Ora, a parecchi secoli di distanza, due nuovi terribili pericoli minacciano la stabilità del mondo. Il primo è la Federazione dei popoli del Sud, che vuole imporre la sua dittatura su tutte le terre settentrionali, il secondo sono gli Ombrati, misteriose creature che vogliono servirsi della magia per distruggere gli Elfi.
Spetterà agli ultimi discendenti degli Ohmsford e alla giovane Wren, futura Regina degli Elfi, recuperare gli antichi talismani per poter scoprire la verità sugli Ombrati e sconfiggere i nuovi nemici. Tra creature fantastiche, gnomi e giganti, minacciosi incantesimi, viaggi avventurosi e lotte cruente, prosegue la mitica vicenda della Spada di Shannara.
Dopo il grande successo della raccolta “Il ciclo di Shannara” vengono riproposti ai lettori, per la prima volta in un unico volume, i quattro appassionanti romanzi del “Ciclo degli Eredi di Shannara”, che fin dalla loro prima uscita hanno consolidato il successo di una saga che tuttora appassiona milioni di lettori e confermato le straordinarie doti di narratore di Terry Brooks, uno dei più grandi maestri del fantasy mondiale.

La verità

Un misterioso individuo è prigioniero da dodici anni in una struttura sotterranea governativa, studiato e osservato in ogni dettaglio, isolato da tutto e da tutti. L’uomo è stato trovato su una strada ghiacciata del Montana, nel marzo del 2002, privo di sensi in una macchina incidentata contenente cinque chili di Uranio 235. Visti i documenti falsi e le impronte digitali sconosciute, non si ha nessuna certezza di chi sia o per chi lavori. In dodici anni nessuno è mai riuscito a svelare i suoi segreti, neanche sotto tortura. Finché improvvisamente il prigioniero chiede ai carcerieri carta e penna e riempie numerose pagine di una sequenza di date e posizioni astronomiche, basate sul calendario islamico. A quel punto la CIA cambia metodo e affida il prigioniero alle cure di un nuovo agente, che pian piano ricostruisce una storia incredibile. **

La verità delle bugie

In questo dramma dai contorni gialli, il protagonista si troverà a dover fare scelte difficili. Che risposte darà alle domande che il destino metterà sulla sua strada? E soprattutto: è sempre un bene che la verità prevalga in ogni situazione?

Il vento è cambiato

“Eccoci di nuovo qui! Siamo alla dodicesima antologia dei miei racconti pubblicata finora, e questa volta non ho molto da premettere. Giusto una cosa o due. Dopo “L’orlo della fondazione” è venuta a cadere l’accusa secondo cui io scriverei ormai ‘troppi libri di divulgazione e troppo pochi di fantascienza’; ma ci tengo ugualmente a far notare che dei diciassette racconti, quasi tutti lunghi, raccolti nel presente volume, soltanto un paio sono anteriori al 1976…”
(dalla “Premessa” di Asimov)
Indice:
Persuasione (Belief, 1953)
Thespis Fair (Exchange?, 1979)
Per gli uccelli (For the Birds, 1980)
Trovati (Found!, 1978)
Buon gusto (Good taste, 1976)
Al principio (How It Happened, 1978)
Le idee sono dure a morire (Ideas Die Hard, 1957)
Punto di accensione (Ignition Point!, 1981)
Pets (It is Coming, 1978)
L’ultima risposta (The Last Answer, 1980)
L’ultima navetta (The Last Shuttle, 1981)
Una questione di memoria (Lest We Remember, 1982)
Niente per niente (Nothing for Nothing, 1979)
Microdemone A (One Night of Song, 1982)
Microdemone B (The Smile that Loses, 1982)
Sabotatore terrestre (To Tell at a Glance, 1976)
Il vento è cambiato (The Winds of Change, 1982)
Copertina di Giuseppe Festino

Tutti i racconti. Vol. 3: 1969-1992

James G. Ballard è considerato da molti tra i maggiori scrittori inglesi. Con diciassette romanzi pubblicati nell’arco di quarant’anni, da *Il mondo sommerso* del 1962 a *Millennium People* , ha imposto nel panorama letterario contemporaneo una visione e una voce originali e dissacratori influenzando generazioni di scrittori e ispirando profondamente altre forme narrative quali il cinema e i fumetti. Nel corso di tutta la sua vita Ballard ha scritto racconti che sono diventati veri e propri classici della letteratura dell’immaginario, imponendosi come vero e proprio maestro della short-story contemporanea. Raccolti in antologie leggendarie quali “La mostra delle atrocità”, “Vermilion Sands”, “La zona del disastro”, “Febbre di guerra”, molti di essi anticipano di anni tematiche successivamente sviluppate nei romanzi della maturità, e vi si possono scorgere alcune delle riflessioni piú ardite e dirompenti dello scrittore inglese. Il terzo volume dei racconti di Ballard, pubblicati per la prima volta in tre volumi e in ordine cronologico, chiude un’opera che espone in modo definitivo l’inarrivabile creatività di uno degli scrittori piú rappresentativi del Ventesimo secolo, e del futuro prossimo venturo.

Storia d’amore vera e supertriste

Benvenuti nel futuro prossimo. Benvenuti negli Stati (non troppo) Uniti, cinesizzati e militarizzati, sull’orlo del collasso economico e culturale. Il trentanovenne Lenny Abramov, figlio di immigrati ebrei russi, è decisamente un uomo di un altro secolo: mentre l’analfabetismo dilaga e si comunica ormai attraverso schermi digitali detti apparati, lui ancora si ostina a leggere quegli oggetti curiosi e maleodoranti di carta stampata che tiene nel suo Muro dei Libri. Intanto cerca di fare carriera nei Servizi Post-Umani vendendo a una clientela selezionata “proroghe vita a tempo indeterminato” e a dispetto del colesterolo alto (ereditato dai genitori, insieme alla bruttezza) sogna di non morire mai, perché “la vita eterna è l’unica vita che conta”. E crede nell’amore. Almeno da quando, alla fine di un anno sabbatico trascorso a Roma, ha conosciuto la giovanissima ed enigmatica Eunice Park, figlia di un podologo coreano, che dopo una notte di bagordi e passione gli insegna a lavarsi i denti correttamente e lo chiama con affetto “faccia da sfigato”. Rientrato a New York, mentre il lavoro e il conto in banca gli danno più di una preoccupazione, Lenny si aggrappa al pensiero di Eunice e non resiste alla tentazione di tenere diligentemente un diario, forse l’ultimo sulla faccia della Terra, per raccontare la loro storia, che sfiderà il declino dell’impero mercificato, come se l’amore ancora potesse salvare il mondo.

La ruota a tre punte

When Mankind made it to the stars, it wasn’t the glory of the nation that drove them ever further. It was Trade.
The ships of the combines and the smaller traders searching the alien worlds for goods that could provide that edge that would see those traders earn undreamt of profits
This collection focuses on the early career of David Falkayn, who would become one of those Merchant Adventurers, from apprenticeship to his first Merchant Adventure.
Contents:
The Three-Cornered Wheel (1963)
A Sun Invisible (1966)
The Trouble Twisters (also known as Trader Team) (1965)

Respiro

***L’universo ha avuto origine da un immenso respiro trattenuto. Perché non si sa, ma quale che ne sia stato il motivo, mi fa davvero piacere sia andata così, se sono vivo lo devo infatti a quel fenomeno. Tutti i miei desideri e le mie riflessioni non sono altro che vortici d’aria generati dalla successiva e graduale espirazione dell’universo. E finché questa grande espirazione non avrà termine, i miei pensieri continueranno a vivere.*** Nel racconto che dà il nome alla raccolta, il protagonista è uno scienziato che fa una scoperta impossibile sulla propria esistenza. E chiude proprio con un’esortazione che contiene la poetica dell’autore: «Anche se quando mi leggerai, esploratore, io sarò morto da tempo, mi congedo adesso rivolgendoti un invito: contempla la meraviglia che è l’esistenza e rallegrati di poterlo fare. Mi sento in diritto di dirtelo. Mentre scrivo queste parole, infatti, io sto facendo lo stesso.» In questo uso della fantascienza come contenitore dei sentimenti e dei pensieri umani, Chiang è degno erede di Philip K. Dick. Nelle altre otto storie che compongono la raccolta ci sono sempre personaggi fuori dall’ordinario, che sperimentano la vita in dimensioni diverse dalla nostra. Come nel *Mercante e il portale dell’alchimista* , il racconto che apre la raccolta, in cui un varco temporale costringe un venditore di stoffe nell’antica Baghdad a fare i conti con i propri errori e gli offre il modo di rimediare. Come in tutte le sue opere, Chiang sfiora la fantascienza immaginando mondi diversi, intelligenze artificiali, forse viaggi nel tempo (sicuramente nella memoria), e in realtà mette sul tavolo temi umanissimi: il valore della vita, l’ineluttabilità, la paura e il dolore della morte, la necessità della memoria, la ricchezza salvifica del sapere, e volere, comunicare.

La regola dei due

“Sempre due: né più, né meno. Uno racchiude il potere, l’altro lo brama.” Ora Darth Bane è pronto a mettere in atto la sua Regola, e crede di aver trovato l’elemento chiave che completerà il suo trionfo: un allievo da addestrare al Lato Oscuro. Benché giovane, Zannah possiede un legame istintivo col Lato Oscuro in grado di rivaleggiare col suo. Con la sua guida, diventerà fondamentale nella missione di distruzione dei Jedi e di dominio della galassia. Qualcuno però è determinato a fermare Darth Bane: Johun Othone, padawan del Maestro Jedi Lord Hoth, morto per mano di Bane nell’ultima grande Guerra dei Sith. Anche se gli altri Jedi lo scherniscono, la sua convinzione che vi siano dei Sith sopravvissuti è incrollabile. Mentre John continua a cercare caparbiamente l’uomo che ha ucciso il suo maestro, Zannah, trovatasi improvvisamente di fronte una figura del suo passato, inizia a mettere in dubbio la sua fedeltà al Lato Oscuro; Darth Bane, da parte sua, viene condotto da visioni indotte dalla Forza fino a una luna dove acquisirà nuovi e incredibili poteri e conoscenze – che lo cambieranno in un modo che non avrebbe mai potuto immaginare…

L’orbita spezzata

Nell’anno 2014 gli Stati Uniti sono una miscela esplosiva a livello razziale, una società corrotta e paranoica, devastata dal consumismo e sull’orlo di una crisi d’isteria collettiva. Ma c’è ancora chi cerca di vederci chiaro, fra cui Matthew Flamen, un giornalista d’assalto impegnato a denunciare le magagne del potere… per esempio, la misteriosa clinica per malattie mentali dov’è ricoverato Harry Madson, un militare negro di leva che ha l’aspetto di un subnormale. Infatti Madison non è quello che tutti vorrebbero far credere: la sua mente è infinitamente superiore a quella di qualsiasi essere umano e fisicamente è pressoché invulnerabile… Anche in questo caso, tutto sembra convergere in uno stesso punto: i Gottschalk, il più grade cartello industriale nel campo degli armamenti, una lobby invincibile che controlla in realtà tutto il potere, economico e politico. I Gottschalk hanno concentrato le proprie risorse in un nuovo, enorme centro informatico le cui applicazioni vanno letteralmente al di là della comprensione umana, e la cui capacità di controllare il futuro sembra infallibile…
Dopo Il gregge alza la testa e Tutti a Zanzibar, L’orbita spezzata è il terzo irrinunciabile tassello di un mosaico narrativo compatto. Un’esperienza narrativa unica che ha entusiasmato Philip K. Dick e tutti coloro che sanno riconoscere le vere potenzialità della fantascienza.
Copertina di Peter Jones

Un omicidio alla fine del mondo

**Il male non scompare 
solo perché sta 
per scomparire il mondo.** Il detective Hank Palace è un poliziotto ostinato. Il più ostinato di tutti, a quanto pare. Anche adesso che la Terra è in rotta di collisione con un asteroide che, tempo sei mesi, la distruggerà completamente, Hank non rinuncia a fare il suo dovere. Così, davanti a quello che a prima vista sembra l’ennesimo caso di suicidio a Concord, nel New Hampshire – perché ognuno, di fronte alla fine del mondo, reagisce a modo suo -, il detective decide che vale la pena saperne di più. E ben presto scoprirà che sì, c’è ancora gente che ha voglia di ammazzare anche in un mondo in cui tutto sembra finito. Un mondo in cui i mercati finanziari sono da tempo crollati, la maggior parte delle persone non va neanche più a lavorare, gli ospedali hanno smesso di funzionare, non si comprano né vendono case, non si celebrano più matrimoni. Molti passano le loro giornate a pregare qualunque dio gli venga in mente. Altri si dedicano al sesso, che in fondo non è mai troppo. E il Dipartimento di Polizia di Concord può contare su un solo uomo: perché per Hank Palace vale ancora la pena di compiere il proprio dovere. Con un grandioso senso della suspense, Ben Winters crea un mondo assolutamente credibile, in cui tutti sono di fronte alla domanda straziante: *cosa faremmo se i nostri giorni su questo pianeta fossero davvero contati?* Giocando con la detection classica, Winters confeziona uno scenario perfetto e originalissimo per una serie crime meravigliosamente riuscita, bestseller in America e in corso di pubblicazione in tutto il mondo.

Oltre il cielo

Seconda edizione con una postfazione inedita dell’autore ed alcune nuove fotografie di navi ed esseri da lui incontrati. La storia vera dell’abduction dell’autore da parte di esseri provenienti dal pianeta Clarion, appartenente ad una galassia a 150 mila anni luce dalla Terra. È il suo travaglio fisico e spirituale, narrato con chiarezza di linguaggio e profondità di contenuti che lo ha condotto prima ai limiti della follia e poi alla luminosa consapevolezza del significato dell’esistenza umana. L’autore viene condotto nelle astronavi di questi viaggiatori intergalattici e reso partecipe dei misteri del tempo e dello spazio. La responsabilità per le rivelazioni che questi stranieri gli comunicano e le esperienze vissute non ne scalfiscono la profonda umanità e umiltà. Il libro è corredato di numerose foto scattate dall’autore nel corso dei suoi incontri ravvicinati.

Odissea su venere

Naufragato su Venere, Carson Napier, si era trovato protagonista di mille avventure. Salvare la propria vita e quella della principessa Duare non era sempre stato facile. Ora, dopo essere tornata nel regno di Vepaja, Duare deve subire un’ingiusta condanna e Carson accorre in suo aiuto escogitando un piano davvero rocambolesco.

Nemesis

Per Raccoon City, dove la Umbrella Corporation ha scatenato i suoi primi, sconvolgenti esperimenti illegali, nuovi incubi sono in agguato. Solo una combattente delle squadre speciali S.T.A.R.S. può affrontarli: Jill Valentine. Ma per quanto Jill e i suoi compagni siano addestrati e affiatati, il mostruoso virus mutante di Birkin si propaga in città a una velocità superiore a ogni previsione. Nonostante l’orrenda minaccia, la missione di Jill è chiara: evitare che le prove a carico della Umbrella Corporation siano distrutte dai suoi accoliti. La Umbrella, dal canto suo, ha un asso nella manica. una nuova versione di Tyrant, la macchina assassina più letale della storia.

IL KILLER DELLE STELLE

A volte, in una galassia turbolenta c’è bisogno di uomini del tutto speciali. Ecco perchè hanno deciso di “resuscitare” Jefferson Nighthawk, che da anni si trova in animazione sospesa sperando che venga scoperta una cura per il suo male. Ed ecco perchè hanno deciso di clonarlo nella persona di un killer noto in molti mondi con il nome di Fabbricante di Vedove. Il nuovo Jefferson viene spedito sulle tracce di un famigerato assassino con l’ordine di ucciderlo, ma la missione (pur avendo a disposizione tutte le risorse del Fabbricante di Vedove) non è facile: quello che a Jefferson manca, dopo tanti anni di non-vita, è l’esperienza della caccia. Per fortuna il premio in palio non è da poco: Melisande, la bellissima compagna dell’essere che dovrà eliminare.
Urania n. 1449 del 22-09-2002
*The Widowmaker* , 1996