1–16 di 655 risultati

Tarzan e la città d’oro

Nel favoloso paese di Onthat sorgono le città gemelle di Cathne e Athne, l’una d’oro, l’altra d’avorio. Esse sono in guerra da generazioni, e si combattono servendosi di leoni e di elefanti addestrati. Questa è la scena di “Tarzan e la città d’oro” in cui il signore della giungla, prigioniero della feroce regina di Cathne, costretto ad esibirsi nei “giochi circensi” della città d’oro, mostra ancora una volta come si combatte con Numa e come si vince.

Nuova vita – La forza dell’erede – Seconda parte

Shayl’n Til Lech, principessa dei Lupi Grigi e sovrana delle Tigri Bianche, è finalmente tornata a casa, dove cerca di ricostruire una nuova vita con la famiglia e le persone che le sono più care e di mettere in ordine un mondo che non la soddisfa; è decisa infatti a tornare dagli Spiriti del Male e creare un esercito di Lupi e Tigri che possa dimostrare la pace tra le due Razze.Dietro questi progetti, però, si nascondono mille insidie, perché per alcuni la pace è un concetto ancora lontano; perché strane figure si nascondono nelle regioni di Nuova Terra; perché la sua giovane famiglia è stata divisa per troppo tempo; e perché Shay porta con sé un segreto che non vuole rivelare. Nonostante tutto, non ha alcuna intenzione di abbandonare il suo sogno di una nuova vita a cui hanno diritto i suoi regni, l’Africa, Dahal e lei stessa: in bilico tra il desiderio di una giustizia duratura e di una famiglia normale, per ricostruirle e sopravvivere, Shayl’n ha bisogno di tutta la forza del suo carattere, del suo sangue e del suo amore.

Omicidi sull’isola bella

“Omicidi sull’isola Bella” non è il solito giallo in cui la cosa più importante è scoprire l’identità dell’assassino, bensì la motivazione per cui compie i suoi delitti. Si tratta di un giallo al femminile in cui le indagini si intrecciano alle passioni e ai sentimenti delle donne protagoniste. .
**

Omicidi Sull’ Isola Bella

Quello che vi apprestate a leggere non e il solito giallo in cui la cosa piA’ importante e scoprire l’ identita dell’assassino, bensi la motivazione per cui compie i suoi delitti. Norma Sorriso una nota Criminal Profiler si ritrova ad indagare su un duplice e macabro omicidio avvenuto sulla famosa Isola Bella. Si tratta di un giallo al femminile in cui le indagini si intrecciano alle passioni e ai sentimenti delle donne protagoniste.
**

Zorro: l’inizio della leggenda

L’autrice di “La casa degli spiriti” e tanti altri successi internazionali rivisita la storia di Diego de la Vega, l’eroe mascherato che nell’America dell’Ottocento combatteva strenuamente per difendere la giustizia. Figlio del latifondista spagnolo Alejandro e di una bellissima india “guerrillera” ante litteram, Diego eredita dal padre il senso dell’onore e dalla madre la volontà di difendere gli oppressi. Pur essendo un tipico romanzo di cappa e spada ottocentesco, pieno di caste passioni, acerrimi duelli e continue peripezie, “Zorro” ha continui riferimenti alla politica attuale e, grazie a una lunga serie di elementi magici, sentimentali e femminili, è un romanzo tipicamente allendiano.

Yoko Ono. La donna che uccise i Beatles

Chi ha posto fine alla vita della band più famosa del mondo? Vita, vicende e misfatti di Yoko Ono: da giovane e speranzosa artista d’avanguardia a Dragon Lady spietata, passando per manifestazioni rumorose e dischi altrettanto inquietanti. Fra segreti custoditi gelosamente ed esibizioni clamorose, la donna che non sorride mai e che è diventata famosa per aver rubato John Lennon ai Beatles, si rivela nella completezza della sua storia. “Il mondo ideale di Yoko sembra una città del sole in cui si ride come idioti anche in mezzo all’alluvione”.
**

Unika. La Fiamma della Vita

La Valle di Sefira è un luogo incantato dove vivono gli angeli, creature a metà tra l’uomo e Dio con un’unica missione: aiutare la razza umana. A mettere in pericolo la stabilità della Valle – e quindi della Terra – c’è Ophidiel, un angelo rinnegato. L’equilibrio è garantito da due Entità Fondamentali: la Fiamma della Vita e la Chiave della Felicità. Per meglio proteggerle la potente angelo guerriero Unika, si è sdoppiata in due entità dentro cui ha nascosto ciascuna delle Entità. Quindici anni dopo, a Maple Town, sulla Terra, la vita di Jo, Zack ed Eve viene sconvolta quando incontrano il professor Craig Walden. L’uomo è convinto che uno dei tre sia – senza saperlo – un angelo. Tra Sefira e la Terra prende il via una grande saga.

Teoria estetica

Teoria estetica, che qui si presenta in una nuova traduzione attenta a restituirne le peculiarità stilistico-espressive, è l’ultima opera a cui ha lavorato Adorno. Rimasto allo stato di grande frammento per l’improvvisa morte dell’autore (1969), questo testo rappresenta l’estremo punto di approdo della riflessione adorniana, che si volge alla realtà dell’arte rimeditando esperienze che hanno segnato il Novecento (da Valéry a Beckett, da Schönberg a Celan, da Klee a Brecht), per tentare però di cogliere le dinamiche costitutive dell’opera d’arte in generale e documenta un pensiero all’atto del suo stesso istituirsi nel confronto con ciò che maggiormente sfugge alla discorsività razionale, appunto la dimensione concreta dell’arte. L’estetico viene inteso da Adorno come il luogo di massima negatività per la ragione, ma non nel senso di qualcosa da esiliare nell’irrazionale, bensí nel senso di ciò che, in quanto costitutivamente altro, muove dall’interno e sollecita il pensiero dialettico nell’epoca della piena affermatività. La presa di distanza da facili schemi ideologici che riducono la creazione artistica a veicolo di messaggi, la demistificazione dell’edonismo che impera nella concezione dell’esperienza estetica propria del senso comune borghese, la sottile analisi delle implicazioni sottese ai rapporti dialettici tra arte, natura e mito, e non da ultimo la lucida enucleazione delle difficoltà in cui è invischiata la stessa tradizione della filosofia moderna dell’arte, fanno di Teoria estetica di Adorno uno dei massimi testi del Novecento filosofico ed estetico, in grado di dialogare con l’orizzonte culturale dell’odierna contemporaneità.

(source: Bol.com)

Resistere al Biker

La studentessa ventunenne universitaria, Adriana Nikolas, non sa cosa fare con Raptor, il motociclista sexy che sembra ossessionato dal voler far sesso con lei. Figo o meno, fin dal primo incontro capisce che è pericoloso, sia dentro che fuori dal letto. Quello che vuole Raptor, Raptor lo avrà. Al momento vuole Adriana e farà tutto il necessario per rivendicarla come sua donna. Ma lei continua a resistergli, cosa a cui il Capitano di Viaggio dei Gold Vipers non è abituato. Arrogante, presuntuoso e testardo, Raptor accetta la sfida e si ritroverà ad avere più di quello che si aspettava. Nel frattempo, Schianto, il presidente dei Gold Vipers, cerca giustizia per lo stupro della figlia della sua Signora. Libro 1/2 Questa storia contiene un linguaggio volgare, situazioni di tipo sessuale e violenza. Non è adatatta ai lettori che abbiano meno di 18 anni. Per favore, non compratelo se qualcosa vi offende. È un’opera di fantasia e non si pone come vera rappresentazione dei club di motociclismo. È stata scritta per puro intrattenimento. Cassie Alexandra è lo pseudonimo dell’autrice di bestseller, K.L. Middelton.

Il mistero della casa stregata

Il cervello di Cam è come una macchina fotografica e ogni cosa gli resta ben impressa in mente. Non dimentica mai nulla. Un giorno, Cam gli zii e il suo amico Eric vanno in un parco dei divertimenti. Improvvisamente, la zia Katie si accorge che il suo portafogli è scomparso. Chi sarà il ladro? Cam comincia a ricordare…

Dovevo morire da vedova nera

Raissa non sa cosa fosse la vita prima che la paura tingesse le strade, i muri, l’aria. Non lo sanno le sue sorelle. Quasi nessuno ricorda cos’era la Cecenia prima che troppi anni di odio aggredissero come un cancro le tradizioni di un popolo. I soldati russi che opprimono, torturano, uccidono, radono al suolo città. I giovani ceceni che non conoscono che guerra, violenza, terrore. E vendetta. Raissa ha due sorelle, Hejda e Medina. Medina ha preso marito, Malik. Solo ieri si è sposata e oggi è qui di fronte ai soldati che cospargono di benzina suo marito, accendono un cerino e la costringono a guardare. Ieri era una sposa. Oggi è una vedova. Non basta. Non può bastare urlano i fratelli. Deve morire da vedova nera.

Cuori Elettrici

Più di dieci anni fa, William Gibson, pubblicava romanzi come Neuromante e racconti come Johnny Mnemonic; e nasceva il movimento cyberpunk, considerato oggi una delle tendenze più vitali della narrativa anglo-americana. Questa antologia mette a disposizione dei lettori vecchi e nuovi gli autori cyberpunk più importanti, e ci permette di leggerli sia come narratori affascinanti, sia come interpreti profetici di un’epoca di velocissime mutazioni, intuite con sorprendente precisione. Ed è facile accorgersi, alla fine della lettura, che il panorama disegnato dall’antologia è anche una mappa delle ossessioni, dei conflitti, dei punti di crisi della nostra psiche. Compreso il sesso e i sentimenti. Se la satira sulla ‘chernobyl neutrale’ di Sterling è degna di uno Swift, degni di Lovecraft, o del marchese de Sade, sono gli incubi di Tim Ferret; mentre Calder ci regala una parodia stralunata del mondo della moda, Pat Cadigan racconta l’epopea dei Bimbi Belli contro i discografici del futuro, e lo scatenato Di Filippo le fa eco nel suo Vita di strada. Tra il malinconico assassino di Kadrey, al servizio delle truppe di occupazione americane in Europa, la magistrale narrazione a incastro di Effinger, che ci porta in un ghetto arabo del futuro, e i paradossi dello scienziato Rudy Rucker, nulla sfugge alla dinamite cyberpunk. E che ne dite di un padre che per stupidità distrugge l’universo? Racconti di William Gibson, Tom Maddox, Richard Kadrey, Tim Ferret, Pat Cadigan, Paul De Filippo, Richard Calder, Bruce Strling, Michael Swanwick, Rudy Rucker, George Alec Effinger.

Il Collegio Delle Ragazze Perdute

Ofelia studia in un prestigioso collegio femminile. È figlia di genitori famosi e, come le altre studentesse ricche, fa parte del gruppo delle **Ninfee**. Nel collegio c’è anche il gruppo delle **Perdute**, composto da ragazze talentuose ma provenienti da famiglie povere e disagiate.
Le Ninfee disprezzano le Perdute e seguono un’assurda **regola**: rivolgono loro la parola solo per umiliarle.
Ofelia non si è mai ribellata a questa regola, ma nutre una grande ammirazione per una Perduta, Alexandra Nanskij, detta il Ghepardo Bianco, una pittrice che si veste da uomo. Infrangendo la regola, Ofelia si avvicinerà a Nanskij. La loro amicizia si tramuterà in un **segreto amore**. Da quel momento le vite delle due ragazze si avvieranno verso una strada tanto straordinaria quanto **pericolosa**…
*Disse così, poi lasciò cadere la bottiglia sulla sabbia e mi prese il viso tra le mani. La sua bocca mi coinvolse in un bacio che fu come lo scoppio di mille vetri. Spiazzante, pericoloso… da non sapere più dove mettere a riparo il cuore. Non mi curavo più di niente, in quel momento. Volevo solo camminare in mezzo a quei vetri, romperne altri ancora. Nessun altro nome, nessun’altra immagine intercettò la mia eccitazione: solo lei, solo Nanskij…*

Cold Zero – Parte Seconda

ROMANZO BREVE HORROR – Non esiste nessun luogo in cui nascondersi dalle orde cannibaliche che stanno facendo scempio delle società umane. Nemmeno là, sull’ultima montagna della terra…Dopo “Cold Zero – Parte prima”, esordio della nuova saga spin-off di The Tube, ecco la seconda parte di una delle più crude e agghiaccianti storie di sopravvivenza che siano mai state scritte! In questo episodio è Korvin ad avere il primo contatto con gli infetti che stanno cannibalizzando il mondo, riuscendo a sopravvivere a un terminale quanto impari combattimento corpo-a-corpo grazie al temerario intervento di Red-Eye. Ma per la squadra di Ecom-Con 334, la discesa agli inferi è appena iniziata. Da un lato è cruciale recuperare dal baratro il corpo orribilmente dilaniato di Biltmore, predecessore di Korvin. Dall’altro è inevitabile fare i conti con lo scenario più agghiacciante di tutti: la condizione “Cold Zero”, il collasso totale e globale di tutte le forme di telecomunicazione. Televisione, radio, telefoni, radar, computer. Tenebre impenetrabili, silenzio assoluto. Il mondo intero è ormai un unico, immane sepolcro. Tranne che per l’orda decisa a trasformare anche 334 in un sepolcro. Un’unica risposta, cruenta e feroce, per fermare la cancrena che avanza: cauterizzazione. Sergio “Alan” D. Altieri, classe 1952, servizio militare assolto, ingegnere meccanico, fin da “Città Oscura” (1981), suo romanzo d’esordio, è considerato l’inventore del “thriller apocalittico” Italian-style. Narratore, sceneggiatore, traduttore, editor, Altieri ha al suo attivo oltre venti romanzi e decine di racconti e articoli. Tra i suoi libri, la monumentale “Trilogia di Magdeburg”, la “Pentalogia di Los Angeles” e la serie “Sniper.” Tra le sue traduzioni, “Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco”, l’epopea fantasy di George R.R. Martin diventata un cult mondiale. Per saperne di più su Alan D. Altieri e sul suo lavoro si possono consultare la voce su Wikipedia e la pagina su Facebook. Con “Nomads: Cold Zero”, in esclusiva assoluta per Delos Digital, Alan D. Altieri dà inizio a una nuova, esplosiva saga ambientata nel mondo di “The Tube” creato da Franco Forte.

The Gap

Quando Jane si trasferisce nel New Jersey, la nuova scuola le sembra una meraviglia: fa subito amicizia con le due ragazze più in vista dell’istituto, Kate e Langley, entrambe ricchissime e bellissime. Il trio diventa inseparabile e il loro tempo trascorre senza preoccupazioni tra la scelta di un abito e i commenti sui ragazzi. Una notte, però, Jane viene scaraventata da un’auto in corsa e finisce priva di sensi in un cespuglio di rose. Quando si risveglia in ospedale, non ricorda nulla di quanto è accaduto e il suo corpo è completamente paralizzato; inoltre riceve strani regali da un ammiratore che rimane nell’ombra e una serie di telefonate minacciose. Tutte le persone che le stanno attorno sono convinte che Jane abbia delle allucinazioni causate dai medicinali, ma un po’ alla volta lei riesce a mettere insieme i pezzi e a ricostruire la sera dell’incidente. Quello che scoprirà sarà lontano da ogni possibile verità e la trascinerà in un incubo che sembra non avere fine…

(source: Bol.com)

Spiral

Ariel Levy, detto Digger, ha sempre difeso la sua privacy anche dagli altri membri del Team: non è una scelta, è qualcosa che deve fare.La sua famiglia è stata smembrata, due volte, e ora Digger teme che anche quella sorella che, da bambina, teneva il suo cuore tra le mani, possa essere in pericolo. David G. Langdon rientra alla base dopo gli eventi che hanno sconvolto la vita della sua Alex. Il Team è ancora alla ricerca dell’Olandese, sospettato di essere il responsabile dell’attentato in cui anche GD ha rischiato la vita. L’uomo finora senza volto si è macchiato di un nuovo delitto, ma continua a scivolare tra le maglie della rete che il Team cerca invano di stringere attorno a lui, rimanendo nell’ombra. I misteri attorno al Team si infittiscono. Per avere risposte, GD dovrà ancora una volta cercare nel passato, nel suo passato, e trovare nel presente alleati preziosi: una donna sopravvissuta a stento ai suoi due uomini, un soldato in cerca di un modo per curare una ferita forse insanabile. Il mondo del Team è pericoloso, ma può risolvere, può sanare.

(source: Bol.com)