Visualizzazione di 1-16 di 1741 risultati

Una Mamma Silenziosa

**Vogliono sua figlia. E non si fermeranno mai…**
**Roz è giovane, incinta e senza soldi. Vorrebbe essere una buona madre, ma più ripensa alla propria infanzia, più si convince che la cosa migliore per la figlia sia vivere lontano dall’Irlanda e, soprattutto, da lei.**
Determinata a fare la cosa giusta, si iscrive così a un servizio di adozioni per persone ricche. Dopo pochi giorni le viene chiesto di andare a New York per incontrare una facoltosa coppia interessata ad adottare la sua bambina. Sheridan e Daniel sono molto benestanti e alla moda: tutto il contrario di Roz. Si preannuncia per la piccola un futuro luminoso. Non patirà mai la fame e avrà la possibilità di vivere una vita piena di opportunità. Ma dopo essersi trasferita nell’elegante appartamento che le è stato riservato, Roz comincia a sospettare che qualcosa di oscuro si nasconda dietro il loro scintillante benessere. Troppi misteri aleggiano tra le stanze dello sfarzoso appartamento… E con la data del parto che si avvicina, Roz inizia a temere che, nonostante le sue migliori intenzioni, potrebbe avere trascinato sé stessa e sua figlia in un vero incubo…
**Un’autrice da 5 milioni di copie
Bestseller internazionale
Al 1° posto del New York Times, USA Today e Washington Post**
«Un thriller adrenalinico, pieno di colpi di scena. Mi ha dato i brividi e ho adorato ogni minuto di questa lettura!»
**Robert Bryndza, autore del bestseller *La donna di ghiaccio ** *
«L’esempio perfetto di un thriller avvincente. Non riesci mai a capire quale sia la verità fino all’epilogo sorprendente. Un romanzo fantastico.»
**John Marrs, autore del bestseller* La coppia quasi perfetta***
«Geniale e deliziosamente inquietante. Iniziate a leggerlo solo quando siete certi di potergli dedicare un’intera giornata, perché non riuscirete a chiuderlo.»
**Sibel Hodge, autrice del bestseller *Guarda dietro di te ** *
«Oscuro, scioccante e terribilmente intrigante.»
**Mel Sherratt, autrice del bestseller* La ragazza della porta accanto***
**Caroline Mitchell**
È una detective della polizia che ha deciso di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura, diventando in breve tempo un’autrice bestseller di «USA Today». Lavorando a stretto contatto con le vittime di crimini violenti, ha sempre trovato di ispirazione la loro tenacia. Nata in Irlanda, vive nell’Essex con il marito e i tre figli. Con la Newton Compton ha pubblicato  *La vittima silenziosa* e *Una mamma silenziosa*. **

Una giornata nera

Una brutta costruzione di cemento in equilibrio su un precipizio appare tra le curve della strada costiera. Sarà un bar? Una trattoria per camionisti? È comunque il primo locale pubblico dopo chilometri di curve percorse sotto il peso di un’afa opprimente. L’uomo e la donna viaggiano da ore sotto il sole implacabile, e sono di pessimo umore per qualcosa che è successo la sera prima. Quella breve vacanza avrebbe dovuto riavvicinarli, ma niente sta andando per il verso giusto.
Hanno proprio bisogno di un caffè, così decidono di fermarsi. La breve pausa distensiva si prolunga però oltre ogni possibile previsione, caricandosi di una tensione crescente. L’oste, un personaggio sgradevole e untuoso, li stordisce di chiacchiere e continua a servirgli piatti che loro non hanno ordinato. All’arrivo del conto, esorbitante, l’irritazione dell’uomo raggiunge il culmine. È una catena di eventi che sarebbe possibile spezzare in qualsiasi momento, e che invece si dipana inesorabilmente fino all’attimo in cui tutto collassa, così che una giornata storta come ne possono capitare a chiunque si trasforma in un incubo senza ritorno.
Tra Friedrich Dürrenmatt e Patricia Highsmith, un thriller psicologico ad altissima tensione e di grande livello letterario. Con una magistrale abilità nel dosare la tensione drammatica e scandagliare le pieghe più riposte dell’animo dei suoi personaggi, Aldo Costa cesella un piccolo grande gioiello narrativo che avviluppa il lettore nelle spire di una suspense sottile e implacabile. **

Ultimo respiro

**Dall’autore del bestseller *La donna di ghiaccio*
Un grande thriller
Un’indagine della detective Erika Foster
Il corpo di una donna viene ritrovato in un cassonetto, con gli occhi spalancati e i vestiti ricoperti di sangue, e la detective Erika Foster è tra i primi a giungere sulla scena del crimine. Il problema è che questa volta il caso non è suo.**
Mentre tenta di assicurarsi un posto nella squadra investigativa, Erika non può fare a meno di notare che le caratteristiche del ritrovamento ricordano un omicidio irrisolto avvenuto quattro mesi prima. Il cadavere di un’altra donna, abbandonato in un luogo analogo, presentava una ferita identica: un’incisione fatale sull’arteria femorale. Nell’ombra c’è un assassino che adesca le sue vittime online, nascondendosi sotto una falsa identità. Le sue prede sono donne giovani e attraenti. Quando un’altra ragazza scompare, per Erika e la sua squadra ha inizio una corsa contro il tempo sulle tracce di un individuo terribilmente sadico. Ma come si può catturare un killer che non sembra nemmeno esistere?
**Dall’autore di *La donna di ghiaccio*
3 milioni di copie vendute
Pubblicato in 30 Paesi**
«Una nuova eroina detective tinge di rosa il thriller di Robert Bryndza. Si chiama Erika Foster, ed è una poliziotta tenace e testarda. Come Clarice Starling de *Il silenzio degli innocenti*. Risolvere il caso diventa per lei questione di vita, occasione di riscatto.»
**La Repubblica**
«La tosta detective Erika Foster è di nuovo al lavoro.»
**Il Corriere della Sera**
«Un autore che sa appassionare a ogni pagina.»
**Jeffery Deaver**
«La suspense vi risucchierà in questo thriller con protagonista Erika Foster, la detective della provincia londinese dal piglio deciso e dall’animo inquieto diventata famosa con il bestseller mondiale *La donna di ghiaccio*.»
**Il Venerdì di Repubblica**
**Robert Bryndza**
Si è conquistato una fama incredibile con il suo thriller d’esordio, *La donna di ghiaccio* , che in pochi mesi ha scalato le classifiche ed è in corso di traduzione in 30 Paesi. I romanzi che hanno come protagonista Erika Foster sono bestseller internazionali che contano quasi 3 milioni di copie vendute. La Newton Compton ha pubblicato *La donna di ghiaccio* , *La vittima perfetta* , *La ragazza nell’acqua* , *I cinque cadaveri* e *Ultimo respiro*. **

Uccidere ancora

**Dall’autrice del bestseller *L’ospite inatteso*
Un grande thriller
Una storia avvincente
Un finale da capogiro
Bestseller in Inghilterra, Stati Uniti, Australia e Canada
La nuova indagine della detective Lottie Parker**
**Quando in una fattoria viene ritrovato il corpo di una donna riverso in una pozza di sangue, la detective lottie parker viene inviata nella remota campagna irlandese per indagare.**
La scena del crimine racconta di un’aggressione brutale: ci sono vetri rotti, sedie fracassate e un cadavere martoriato. Cosa può avere scatenato una rabbia così feroce? Un impermeabile nero pare l’indizio decisivo per identificare il killer, ma una scoperta sconvolgente cambia tutte le carte in tavola: l’omicidio pare legato a un caso risalente a molti anni prima, che ruotava intorno al manicomio di St. Declan, l’ultima indagine del padre della detective Parker, prima che si togliesse la vita. Mentre Lottie si interroga sugli oscuri segreti del suo passato, una ragazza scompare, e nel frattempo una persona orrendamente mutilata viene abbandonata sugli scalini dell’ospedale. Ed è subito chiaro che se vuole impedire all’assassino di uccidere ancora, la detective Parker dovrà affrontare una volta per tutte i suoi demoni personali.
**Oltre 1 milione di copie vendute nel mondo in meno di un anno dal suo** **esordio**
**I romanzi della serie della detective Parker sono bestseller internazionali**
«Di sicuro aspetterò con impazienza i prossimi casi della detective Parker.»
**Angela Marsons**
«Patricia Gibney è uno dei più grandi successi editoriali dell’anno.»
**The Times**
«Straordinario, incalzante, potente.»
**Irish Independent**
**Patricia Gibney**
Proviene dal cuore dell’Irlanda. Ha tre figli e, dopo la perdita del marito, ha cominciato a scrivere a scopo terapeutico. La sua passione è diventata un’occupazione a tempo pieno quando ha deciso di affiliarsi all’Irish Writers Centre e ha cominciato a fare sul serio. Della serie incentrata sul personaggio di Lottie Parker, la Newton Compton ha già pubblicato *L’ospite inatteso* e *Le ragazze scomparse*. **

Sicario

La storia vera del killer più letale d’Europa Quanto vale la vita di un uomo? Tutto, niente. Julian Sinanaj lo sa bene, perché è stato un professionista della morte. Ma la sua parabola comincia molto prima. Nato in Albania sotto la dittatura di Enver Hoxha e cresciuto vicino al “mostro” metallurgico di Elbasan, dopo la caduta del regime è stato un clandestino in fuga tra le selve e i monti al confine con la Grecia, per poi approdare da straniero senza nome a Salonicco. Fin da bambino ha imparato sulla sua pelle che si smette di vivere da preda soltanto quando si diventa cacciatore. Nella periferia della città, è la mala georgiana a intravedere in lui il talento e la freddezza del sicario, e decide di coltivarli. L’apprendistato a cui lo sottopongono, un’autentica iniziazione all’arte della guerra, non tradisce le aspettative: Julian diviene l’esecutore perfetto. Ama l’ordine e detesta il caos, è ossessionato dal grande romanzo russo, domina le passioni, riesce a leggere la scena del crimine meglio degli sbirri, spara con entrambe le mani ed è un virtuoso dell’omicidio su commissione. Assoldato da diverse formazioni criminali, firma una serie di delitti i cui risvolti sono legati a filo doppio a intrighi e trame internazionali, terroristi e servizi segreti. In bilico tra thriller e true crime, avvalendosi di fonti confidenziali, Andrea Galli ricostruisce l’esistenza di un uomo programmato per uccidere e restituisce al lettore la storia vera di un’anima tragica costretta a terrorizzare per non soccombere al terrore.

Sangue innocente

Da combattente per l’onore dell’America a strumento per la sua distruzione. Kurt Kurtovic era un ranger dell’Esercito degli Stati Uniti. Nato in Kansas, nel cuore della Grande America, si è arruolato giovanissimo appena dopo il liceo, ed è stato addestrato a combattere e uccidere. Ora, dopo aver combattuto a Panama e nella Guerra del Golfo, una profonda crisi lo assale: combattere e uccidere per chi? Per quale Dio, per quale Patria?
Lasciato l’esercito, Kurtovic si reca in Bosnia, alla ricerca delle proprie origini familiari. Qui, finalmente, sembra trovare la sua fede, la sua vera causa. Avvicinato da un carismatico e ambiguo personaggio, viene portato a riconoscere quello che gli apparirà come l’autentico nemico: l’America. Kurt si lascia arruolare tra le fila del terrorismo islamico, che vede in lui il combattente perfetto: un biondo, americanissimo mujahiddin.
Una nuova guerra sta iniziando. Solo un americano può colpire il cuore dell’America…

La Vittima Sbagliata

**Dall’autrice del bestseller *Resti perfetti*
Un grande thriller
Una lunga scia di sangue svelerà il più terribile dei segreti
Una scia di sangue serpeggia tra le strade di Edimburgo.**
Nel bel mezzo di un festival rock, un volontario è stato accoltellato allo stomaco ed è morto dopo pochi minuti. Nella confusione, nessuno ha visto l’assassino, nessuno è stato in grado di tracciare un identikit. La settimana seguente il corpo di una maestra elementare è stato ritrovato in un cassonetto: la donna era stata strangolata con la sua sciarpa di lana. La polizia brancola nel buio. I detective Ava Turner e Luc Callanach non hanno indizi per collegare i crimini, né prove sufficienti a formulare le prime ipotesi, fino al momento in cui sui muri della città appaiono graffiti che fanno esplicito riferimento alle vittime degli omicidi. È il gesto sbruffone di un mitomane o è la firma del killer? Quando scoprono che i murales sono stati preparati prima degli omicidi e non dopo, per Ava e Luc ha inizio una corsa contro il tempo che si rivelerà molto più pericolosa di quanto avrebbero potuto immaginare. Perché l’assassino è pronto a colpire ancora…
**Una serie da mezzo milione di copie
Tradotta in 10 Paesi**
«Un thriller pieno di colpi di scena. La storia cattura man mano che la trama si infittisce.»
**Woman’s Way**
«Helen Fields ha un vero talento nel creare atmosfere cupe e vivide nella fantasia del lettore. I colpi di scena sono efficaci e i personaggi magistralmente costruiti. L’esordio con *Resti perfetti* è stato straordinario, ma *La vittima sbagliata* potrebbe addirittura superarlo.»
**Scotland Correspondent**
«Uno dei thriller psicologici più inquietanti che abbia mai letto.»
**Paul Finch**
**Helen Fields**
Ha studiato legge all’Università di East Anglia e alla Inns of Court School of Law di Londra. Dopo aver lavorato per anni in tribunale, specializzandosi in Diritto penale e di famiglia, ha deciso di fondare insieme al marito una casa di produzione cinematografica, nella quale lavora anche come sceneggiatrice. Vive a Los Angeles con la famiglia. La Newton Compton ha pubblicato il suo romanzo d’esordio, *Resti perfetti* , e *La vittima sbagliata*.

La scomparsa di Sabine Hardison

**Dall’autrice del bestseller *Il matrimonio delle bugie*
Un grande thriller
«Inquietudine costante.»
«Una storia piena di segreti oscuri.»
«Fa venire i brividi.»
Dopo aver pianificato la sua fuga per quasi un anno, Beth Murphy è fi­nalmente libera.**
Quello che potrebbe essere un mer­coledì qualunque per lei è un nuo­vo inizio.
Di sicuro, però, deve fare molta at­tenzione. Il minimo errore potrebbe mettere il marito sulle sue tracce. Beth ha cambiato città, nome e per­sino aspetto, ma il rischio di fare un passo falso è sempre in agguato…
A poche centinaia di chilometri di distanza, la scomparsa di Sabine Hardison sta facendo scalpore. Di ritorno da un viaggio di lavoro, suo marito Jeffrey ha trovato la casa de­serta. E ha immediatamente aller­tato la polizia. In casa non manca nulla e l’unico indizio a disposizio­ne di Marcus, il detective incaricato del caso, è una macchina abbando­nata lungo la strada.
Inizia così un’indagine difficilissi­ma. Marcus ha spesso l’impressio­ne che gli interrogativi lo allonta­nino dalla verità. Sabine è ancora viva? Jeffrey nasconde qualcosa? Ma, soprattutto, quali oscuri segre­ti si celano dietro l’apparente nor­malità del loro matrimonio?
**Un’autrice bestseller
Tradotta in 12 lingue
Alcune promesse sono fatte per essere infrante**
«Kimberly Belle è un’autrice eccezionale. Questo libro è pieno di segreti e colpi di scena, e conduce il lettore verso un finale imprevedibile.»
**Hank Phillippi Ryan, autrice del bestseller *La verità sul caso Ashlyn Bryant ** *
«Un thriller che ha tutto quello che serve: false piste, colpi di scena e un finale mozzafiato.»
* *Booklist**
«Ancora una volta Kimberly Belle dà prova del suo straordinario talento nel tenere la tensione alta fino alla fine.»
**Publishers Weekly **
«Niente è come sembra in questo thriller veloce, appassionante e geniale.»
** Kirkus Reviews**
**Kimberly Belle**
È un’autrice bestseller internaziona­le, tradotta in dodici lingue. Il suo romanzo *Il matrimonio delle bugie* è stato semifinalista ai Goodreads Choice Awards, per la categoria Mystery & Thriller. I suoi libri sono apparsi nelle classifiche di «USA To­day», «Wall Street Journal» e «Globe and Mail». La Newton Compton ha pubblicato anche *Una madre perfetta* e *La scomparsa di Sabine Hardison*. **

La Ragazza Zero

Un tempo Bradford era un centro importante dell’industria tessile, poi è iniziato il suo rovinoso declino, che l’ha trasformata in un luogo di degrado: una città in subbuglio, con fiumi di droga, prostituzione, tensioni razziali e una povertà dilagante.
Harry Virdee è un detective della Squadra omicidi di origine indiana, un sikh che ha sposato una donna musulmana, causando una profonda e sofferta frattura con la sua famiglia d’origine. I numerosi omicidi, in quella che i giornalisti ormai chiamano “Gotham City“, non lo lasciano respirare.
Quando, la mattina di un’importante festività indiana, si reca sulla scena dell’ultimo delitto, non può immaginare che sta per ritrovarsi davanti al corpo dell’amata nipote Tara, figlia di suo fratello Ronnie, potente criminale a capo di un cartello che controlla il traffico di droga in città.
La scoperta lo distrugge. Come se non bastasse il suo capo gli comunica che è troppo coinvolto personalmente per seguire il caso, ma Harry non può lasciar correre. Deve scavare a fondo nella malavita di Bradford e scovare il mostro che ha ucciso il sangue del suo sangue.
Per prima cosa, però, deve dare a suo fratello Ronnie la terribile notizia. E niente e nessuno può predire come reagirà. Impulsivo e invischiato in giri loschi, c’è il rischio che Ron agisca prima di pensare.
La sua indagine segreta porta Harry a scavare in un pericoloso giro di illegalità e nella vita della nipote, una giovane grintosa e indipendente che se n’è andata di casa dopo aver scoperto la natura criminale dell’impero paterno, una ragazza in fuga dalla mentalità repressiva e sessista in cui era cresciuta e che tanto disprezzava.
Un thriller di grande attualità, una storia avvincente e brutale, con un protagonista tormentato e profondamente umano.
A.A. Dhand, ex farmacista, dopo il successo dei suoi libri si dedica ora interamente alla scrittura. Dai suoi romanzi, di cui Harry Virdee è il protagonista fisso, verrà tratta una serie televisiva prodotta dalla BBC. **

La congregazione

Frisco, Colorado. Un tranquillo paese delle Rocky Mountains, a tremila metri di quota e a un centinaio di miglia da Denver. È qui, in una vecchia casa appena ereditata, che Elizabeth si trasferisce per scontare la pena che il giudice le ha inflitto per guida in stato di ebbrezza: ventiquattro mesi con la cavigliera elettronica e il divieto di superare i confini del villaggio. Per Elizabeth, spogliarellista a fine carriera, donna ancora molto bella e sempre più disincantata, Frisco è forse l’ultima occasione per cambiare vita. La piccola comunità del paese è cordiale e accogliente, ma un giorno Elizabeth inizia a ricevere sgradevoli omaggi da un ignoto personaggio che sembra molto informato sul suo passato e soprattutto sembra conoscere molto bene ciò che lei ha impiegato una vita per tentare di dimenticare. Torna così a galla un incubo degli anni ’70, quando lei era solo una bambina, lo spettro di un massacro, a migliaia di chilometri da lì: la più grande strage di cittadini americani prima dell’11 settembre 2001. Sembra passata un’eternità, ma non è così ed Elizabeth se ne renderà conto quando capirà che qualcuno, dal passato, è tornato a cercarla con uno scopo preciso: finire il lavoro che la Storia aveva lasciato a metà. Elizabeth, antieroina sensuale e ironica che potrebbe essere uscita da un film dei fratelli Coen, è un personaggio di invenzione, ma gli eventi drammatici che si affollano nella sua memoria sono verità e rappresentano uno dei capitoli più bui e sconvolgenti della storia americana. Fedele al proprio modo di fare letteratura, Perissinotto parte, come in molti suoi romanzi, dalle realtà dimenticate, dalle rimozioni collettive, ma questa volta decide di dare al racconto del vero i ritmi implacabili del thriller e di scandirli con una scrittura fredda e precisa come la lama di un coltello. **

La Bambina Senza Il Sorriso

Chiaretta ha nove anni e non ha il sorriso. Lei ride, in realtà, ma non si vede. A causa di un disturbo che ha dalla nascita, quando il cervello lancia lo stimolo la sua bocca rimane immobile, come di gesso. Uno, però, che quando lei ride se ne accorge c’è: il padre, Carmine. Solo lui. Una mattina di marzo, mentre i due passeggiano nei Quartieri Spagnoli di Napoli, la bambina all’improvviso lo perde di vista. L’uomo scompare. Nessuno se ne preoccupa, dato che negli ultimi anni Carmine è andato via già altre volte, per poi tornare a casa. Ma Chiaretta sì, e cercando di avere sue notizie finisce per suonare alla porta di Tony Perduto, giornalista precario che vive da solo in quella zona della città partenopea. Tony le apre diffidente e l’ascolta, per poi venire risucchiato al centro di un mistero su cui costruisce, un poco alla volta – contro tutti e anche contro voglia -, un’indagine minuziosa, guidata solo dalla sua curiosità e animata dalle mille voci dei vicoli di Napoli. Si compone così, pezzo dopo pezzo, un giallo pieno di suspense e ironia, una storia corale di padri e figli che scorre – come il Sebeto, fiume perduto nel sottosuolo di Napoli – al di sotto delle vite ufficiali, per ricomporsi, a sorpresa, nelle ombre, nelle pieghe più nascoste, in quella verità che, come il sorriso della bambina, in fondo c’è. Anche se la vede solo chi sa guardare. **

L’Ultima Storia

È piena estate e a Camino Island sta per abbattersi un uragano di proporzioni allarmanti. Il governatore della Florida ordina a tutti gli abitanti l’immediata evacuazione dell’isola. La maggior parte fugge sulla terraferma, ma Bruce Cable, noto libraio e collezionista di libri antichi, nonché animatore della vita culturale dell’isola, decide di rimanere sul posto. Come previsto, l’uragano devasta ogni cosa, abbattendo alberi e danneggiando gravemente abitazioni, alberghi e negozi, e purtroppo ci sono delle vittime. Tra queste Nelson Kerr, un noto scrittore di thriller amico di Bruce. Ma la furia della tempesta non sembra essere stata la causa della sua morte. I numerosi colpi alla testa farebbero pensare a ben altro. Chi può aver voluto Nelson morto? La polizia locale non è solita occuparsi di omicidi, meno che mai in un momento di emergenza come questo, e Bruce inizia la sua personale indagine. E se la morte dell’amico fosse legata in qualche modo ai suoi romanzi, e soprattutto all’ultimo romanzo, ancora inedito e custodito nel suo computer? Quello che Bruce scoprirà è molto più sconvolgente dei colpi di scena delle storie di Nelson Kerr. *L’ultima storia* segna l’avvincente ritorno di John Grisham al mystery, dopo il felice esordio de *Il caso Fitzgerald* , che ancora una volta trascina il lettore in una nuova e appassionante avventura. **

L’Enigma De L’habitació 622

**Torna el «petit príncep de la novel·la negra, el nen consentit de la indústria literària» (GQ), ara també com a protagonista: el nou thriller de Joël Dicker és la seva novel·la més personal.**
**Més de 8.000.000 de lectors són**
**#AddictesaDicker**
**Guanyador del Premi Goncourt des Lycéens, del Gran Premi de Novel·la de l’Acadèmia Francesa, del Premi Lire, del Premi Qué Leer i del Premi San Clemente.**
Una nit de desembre, un cadàver reposa al terra de l’habitació 622 del Palace de Verbier, un hotel de luxe situat als Alps suïssos. La investigació policial no es tancarà mai i el pas del temps farà que moltes persones oblidin el que va passar. Alguns anys després, a principis de l’estiu, l’escriptor Joël Dicker arriba a l’hotel per passar-hi les vacances i recuperar-se d’una ruptura sentimental. Poc s’imagina que acabarà investigant l’antic crim que amaga l’habitació del costat de la seva. I no ho farà tot sol: la Scarlett, la bella hoste aspirant a novel·lista de l’habitació contigua, l’acompanyarà en aquesta recerca mentre, al seu torn, intentarà descobrir la clau per escriure un bon llibre.
¿Què va passar a l’habitació 622 del Palace de Verbier? És la gran pregunta d’aquest thriller diabòlic, construït amb la precisió d’un rellotge suís. Joël Dicker ens porta per fi al seu país natal per narrar-nos una investigació policial en què es barregen un triangle amorós, jocs de poder, traïcions i rancúnies en una Suïssa no tan tranquil·la com semblava, on la veritat és molt diferent de tot el que hagueu pogut imaginar.
**La crítica ha dit…**
«Una veu napoleònica que no escriu, sinó que boxeja.»
Laura Fernández, El Cultural d’ *El Mundo*
«El seu secret: l’elaboració de trames que creen addicció i que s’allunyen del best-seller convencional. […] Un creador hàbil d’ambients i d’intrigues vertiginosos, amb constants girs i en què no hi ha ni un sol minut per al descans.»
Beatriz Martínez, *El Periódico de Catalunya*
«Compte: estigueu preparats, que l’efecte Dicker també us pot atrapar a vosaltres, lectors poc amants dels best-seller, i ho farà per sempre.»
Susana Santaolalla, *El Ojo Crítico*
«Un fenomen planetari.»
*Babelia*
«L’irritant jove prodigi.»
*The New York Times*
«Un talent innat per explicar històries.»
Daniel Fopiani, *Zenda*
«El petit príncep de la novel·la negra […]. El nen consentit de la indústria literària, el tipus amb bona presència que estava destinat a revolucionar el thriller contemporani.»
Jesús Merino López, *GQ*

L’assassino scrive 800A

Il commissario Saverio Mineo odia molte cose: per esempio i guanti, la forfora, i piedi brutti, la fretta, i pigiami a righe, il suo assistente Milito e sua moglie. Ma la cosa che odia di più sono i delitti, perché lo costringono a fingere di lavorare, mentre lui vorrebbe starsene in pace a leggere «La Gazzetta dello Sport», nel suo ufficio o al limite su una panchina vista mare.
In fondo, perché dovrebbe succedere qualcosa nei tranquilli paesini di Cinisi e Terrasini? E invece sembra che il destino abbia deciso di accanirsi e ogni giorno ne capita una: esecuzioni sommarie, cadaveri ritrovati ai piedi di una scogliera, effrazioni misteriose, persino un arresto che ha dell’incredibile… A ogni nuova segnalazione, la prima reazione di Mineo è: speriamo di sbrigarcela in fretta.
La seconda: non potrebbero occuparsene i carabinieri? Ma poi trascinato controvoglia sulla scena del crimine, assieme al fido ispettore La Placa e al fatuo medico legale dottor Costanza, quasi sempre Mineo finisce per risolvere il caso grazie al suo super-udito e alla sua distrazione. Già, perché lui arriva alla folgorazione decisiva solo soprappensiero, per associazione di idee.
Con questo brillante giallo d’esordio, Francesco Bozzi combina gli ingredienti del romanzo di genere in una miscela inebriante di umorismo e suspense. Il suo commissario siciliano irrompe sulla scena con una forza che smentisce la sua stessa indolenza, rivelando dietro le sembianze dell’antieroe scontroso il fascino dei personaggi capaci di raccontare la condizione umana e la nostra realtà. **

L’assassino ci vede benissimo

Capelli sale e pepe e una lingua affilata, il talento autodistruttivo di un ex poliziotto cacciato per corruzione, un terrore ancestrale per i legami. È ancora lui, Contrera. Ed è in gran forma. Nonostante l’ex moglie, rimasta incinta dopo un’ultima notte di passione. Nonostante la nuova travolgente compagna, che è ancora all’oscuro di tutto. Nonostante la figlia adolescente che galoppa su una strada non proprio raccomandabile – d’altronde, chi è lui per giudicare?
Ma non c’è tempo per mettere in ordine i tasselli di questo girotondo femminile, perché una sera di novembre due uomini vengono freddati in un locale del quartiere multietnico torinese Barriera di Milano. E guarda caso Contrera si trova sul luogo del delitto – stavolta ha rischiato grosso.
Il principale sospettato è Eddie, un metro e novanta, nero come la notte in una miniera di carbone, grande amico di tante disavventure. Non resta che cercare di incastrare il vero colpevole prima che le cose si mettano troppo male per lui. Anche perché Sergione, il peggiore razzista sulla faccia di Barriera, ha radunato la Ronda, un manipolo di residenti e forze dell’ordine in incognito, esasperati dalla piega violenta presa dal quartiere e decisi a riportare l’ordine, non prima di averne lavato le strade col sangue.
Ambientato nell’arco di ventiquattro ore, il terzo capitolo della serie di Contrera è una miscela esplosiva di humour, ritmo e intelligenza investigativa. In una parola, irresistibile.