Visualizzazione di 1-30 di 627 risultati

Una Sposa Per Rory Lochmore

**L’eredità dei Lochmore**
*Scozia, 1293*
Partito con numerosi soldati verso i territori degli odiati McCrieff, Rory Lochmore si aspettava di condurre una battaglia, reclamare una terra usurpata e infine rendere saldo il proprio posto come guida futura del clan. Invece, giunto al castello dei nemici, del tutto inaspettatamente si ritrova sposato. E non con una donna qualsiasi, ma con la figlia del Tanist McCrieff! La loro unione potrebbe sanare l’annosa faida tra i due clan, eppure fidarsi comporta molti rischi. Infatti, circondato da nemici e immerso in una fitta rete di intrighi e menzogne, Rory ha poche speranze di ottenere ciò per cui ha accettato il matrimonio: potere e un futuro diverso per sé e per una moglie che conosce da poco, ma per cui nutre sentimenti sempre più profondi.

Un Cavaliere Alla Corte Del Re

*Londra, 1660*
Arlette Dryden non ha mai dimenticato il soldato dell’esercito reale che l’ha portata in salvo a Londra mentre infuriava la battaglia di Worcester. E nemmeno come il suo cuore si sia spezzato quando lui, mosso dal dovere, l’ha lasciata appena giunti a destinazione. Ora, quasi dieci anni dopo quell’addio, durante la parata che celebra il ritorno di Re Carlo II dal lungo esilio, gli occhi di Arlette incrociano quelli di un cavaliere… E in un istante la complicità e l’attrazione che hanno condiviso si riaccendono, portando l’uno tra le braccia dell’altra. Questa volta, però, a separarli non sono il senso del dovere e la guerra, ma i rispettivi fidanzamenti di convenienza.

Matrimonio All’improvviso

**Spose per convenienza** 2
*Londra, 1830*
Quando bussa alla porta di Owen Harrington, senza soldi e bisognosa di aiuto, Miss Phoebe Brannagh spera soltanto che il partito più desiderabile di Londra la riconosca. Ma l’uomo che si trova di fronte è ben diverso da quello che due anni prima le aveva fatto battere forte il cuore a Parigi: appare intristito, ferito nel corpo e nell’animo. Come se non bastasse, ha urgenza di contrarre un matrimonio di facciata e le propone quindi di diventare subito sua moglie. L’offerta, per nulla romantica, è però vantaggiosa, perché le permetterebbe di uscire dai guai in cui si trova e di realizzare il grande sogno di aprire un ristorante tutto suo, così Phoebe accetta. Ma presto, vivendo accanto a Owen mentre lentamente torna a sorridere alla vita, si rende conto che un nuovo, più dolce sogno sta sbocciando nel proprio cuore…

Lo Scandaloso Fidanzamento Di Lady Della

**Le figlie del duca** 4
*È possibile mettere a tacere uno scandalo creandone uno ancora più grande? Forse lo stratagemma non porterà al successo… ma di sicuro all’amore!*
*Londra, 1851*
Dopo dodici anni passati nella Marina Reale, Griffith Davies è costretto a lasciare quella vita di libertà per tornare nell’alta società londinese come erede del Duca di Northam. Tuttavia, anche se ora deve vivere sulla terraferma, non ha alcuna intenzione di sposare qualche sciocca debuttante. Per tenere a bada le possibili pretendenti ha quindi bisogno di inscenare un finto fidanzamento e la scelta ricade su Lady Della Howlett, una donna meravigliosa la cui reputazione, però, è stata distrutta anni addietro da un imperdonabile scandalo. Ma l’accordo svela presto inaspettati risvolti positivi.

Le Cronache di Camelot

N° 48 della Collana I Rinoceronti Questa saga presenta la storia di Re Artù sullo sfondo della caduta dell’Impero Romano d’Occidente in Britannia. A differenza dei racconti usuali – si pensi a La spada nella roccia – Whyte riscrive la leggenda evitando l’uso della magia per spiegare l’ascesa al potere di Artù, ponendo invece l’accento sulle condizioni storiche (con qualche licenza artistica) della Britannia, e sulla necessità di contrastare l’anarchia dopo che i Romani l’avevano abbandonata, lasciandola alla colonizzazione e invasione di varie popolazioni dell’Europa nordoccidentale, come sassoni, juti, franchi e angli. I volumi della saga: La Pietra del Cielo La Spada che Canta La Stirpe dell’aquila Il Sogno di Merlino Il Forte sul Fiume Il Segno di Excalibur Le Porte di Camelot La donna di Avalon La Fratellanza dell’Impero

La Donna Venuta Dai Ghiacci

Islanda, 1627. Il mare è increspato di onde lucenti e il vento trasporta l’odore dell’erba tagliata, quando un branco di uomini in abiti variopinti sbuca sul crinale di un colle brandendo le spade al sole. Pirati provenienti da terre barbaresche, gli uomini razziano la costa, uccidono decine di persone e ne catturano centinaia. Come prede di guerra, gli sventurati prigionieri vengono stipati nella lurida stiva di un galeone, senza poter vedere ciò che si lasciano dietro: le falesie coronate dall’erba verde di mezza estate e gli uccelli marini che guardano indifferenti da ogni anfratto. Tra gli ostaggi, ignari del destino che li attende, la giovane Ásta in procinto di partorire, suo marito, il pastore Ólafur, e i loro due bambini, Egill e Marta, cercano conforto stringendosi l’uno all’altro. Dopo un mese di viaggio, il bastimento arriva nel porto nordafricano di Algeri. Incespicando, Ásta e la sua famiglia salgono dalla stiva, intontiti e scossi dalla salva di cannoni che festeggia l’arrivo del carico di schiavi. Dinnanzi a loro si schiude una veduta sbalorditiva: una città dai tetti piatti, completamente bianca e punteggiata di cupole scolpite simili a bulbi. La meraviglia, tuttavia, è di breve durata. I prigionieri vengono condotti al mercato degli schiavi, dove i figli vengono separati dalle madri e i mariti dalle mogli. Anche Ásta dovrà fare i conti con due dolorose perdite: quella del marito e del figlio maggiore, e quella della libertà, poiché, acquistata dal trafficante di schiavi Cilleby, verrà rinchiusa in un harem. Per non abbandonarsi allo sconforto e sopravvivere non le resterà che aggrapparsi alle storie della sua infanzia, alle saghe e ai racconti popolari della sua patria, che le insegneranno ad aprirsi alla nuova vita, al nuovo mondo e, forse, anche a un nuovo amore. Ispirato a uno degli eventi più traumatici della storia d’Islanda, la scorreria turca dell’estate del 1627, La donna venuta dai ghiacci è un potente racconto sul potere salvifico delle storie e, al contempo, «un grande romanzo storico, capace di riportare in vita il passato» (The Scotsman). **

I Segreti Del Duca

**Gli sposi delle Highlands** 5
*Solo una donna dall’animo luminoso può trovare la strada per conquistare il cuore di un uomo ostaggio di segreti e oscure bugie.*
*Scozia, 1755*
Ribelle. Impudente. Zitella. La reputazione di Catriona Mackenzie la precede ovunque vada. E questo accade anche ora che si trova lontano da casa, in cerca di aiuti per Kishorn Abbey, l’asilo per donne maltrattate e senza dimora che gestisce e che la Corona inglese ha confiscato perché in passato ha ospitato dei giacobiti. Sulla sua strada Cat incontra il misterioso Hamlin Graham, Duca di Montrose, che grazie alla sua posizione e al suo denaro potrebbe darle un sostanzioso supporto, nonostante le voci che lo accusano di terribili crimini. Coraggiosa come sempre, lei affronterà con sfacciata determinazione i sospetti, i segreti che il duca nasconde… e infine la verità del proprio cuore.

Duchi E Imprevisti (I Romanzi Introvabili)

Jared Broderick, marchese di Middleton e unico erede del ducato di Redford, ha uno spirito indomito e non si rassegna all’idea che il padre gli imponga il matrimonio con lady Elizabeth, fanciulla dotata di un ingente patrimonio, ma priva di qualunque grazia. Dopo l’ennesimo battibecco con il duca, tuttavia, durante un ballo della Stagione, l’affascinante marchese incrocia lo sguardo e i sogni di Ava Fairchild, inizialmente ritrosa nonostante la segreta attrazione per lui. Finita per sbaglio nella sua carrozza, Ava cede alla sensualità di Jared e i baci sbocciano appassionati. Le circostanze successive, con la morte della madre di Ava, portano a un chiacchierato matrimonio di convenienza… ma quale destino attende il loro fortuito amore?

Come Sfidare Una Duchessa

Dopo cinque lunghi anni intrappolata in campagna, la recentemente vedova Nina Granville, Duchessa di Exeter, è tornata in città per ricominciare di nuovo. Ma è proprio in città che anni fa aveva fatto un errore – una notte di piacere rubata – che, qualora fosse stata rivelata, avrebbe potuto minacciare tutto quello che le stava a cuore.
Byron ha sempre amato Nina da lontano – fino a quando durante una festa, il suo mondo è stato capovolto. Per la vergogna e il senso di colpa, Byron è dovuto fuggire da Londra e Nina ha dovuto sposare un uomo tanto vecchio da poter essere suo nonno. Ma ora, il bel Byron è tornato… ed è pronto a riprendersi ciò che gli appartiene.
Eppure, Nina gli ha tenuto nascosto un segreto, un segreto che minaccia la loro attrazione reciproca e la loro amicizia di lunga data. Il fratello di Byron è determinato a rivelare la verità, e Nina deve usare tutto il suo potere per fare in modo che quel segreto rimanga tale. Anche a costo di perdere l’amore…

Una Sposa Per Rory Lochmore

**L’eredità dei Lochmore**
*Scozia, 1293*
Partito con numerosi soldati verso i territori degli odiati McCrieff, Rory Lochmore si aspettava di condurre una battaglia, reclamare una terra usurpata e infine rendere saldo il proprio posto come guida futura del clan. Invece, giunto al castello dei nemici, del tutto inaspettatamente si ritrova sposato. E non con una donna qualsiasi, ma con la figlia del Tanist McCrieff! La loro unione potrebbe sanare l’annosa faida tra i due clan, eppure fidarsi comporta molti rischi. Infatti, circondato da nemici e immerso in una fitta rete di intrighi e menzogne, Rory ha poche speranze di ottenere ciò per cui ha accettato il matrimonio: potere e un futuro diverso per sé e per una moglie che conosce da poco, ma per cui nutre sentimenti sempre più profondi.

Un Cavaliere Alla Corte Del Re

*Londra, 1660*
Arlette Dryden non ha mai dimenticato il soldato dell’esercito reale che l’ha portata in salvo a Londra mentre infuriava la battaglia di Worcester. E nemmeno come il suo cuore si sia spezzato quando lui, mosso dal dovere, l’ha lasciata appena giunti a destinazione. Ora, quasi dieci anni dopo quell’addio, durante la parata che celebra il ritorno di Re Carlo II dal lungo esilio, gli occhi di Arlette incrociano quelli di un cavaliere… E in un istante la complicità e l’attrazione che hanno condiviso si riaccendono, portando l’uno tra le braccia dell’altra. Questa volta, però, a separarli non sono il senso del dovere e la guerra, ma i rispettivi fidanzamenti di convenienza.

Matrimonio All’improvviso

**Spose per convenienza** 2
*Londra, 1830*
Quando bussa alla porta di Owen Harrington, senza soldi e bisognosa di aiuto, Miss Phoebe Brannagh spera soltanto che il partito più desiderabile di Londra la riconosca. Ma l’uomo che si trova di fronte è ben diverso da quello che due anni prima le aveva fatto battere forte il cuore a Parigi: appare intristito, ferito nel corpo e nell’animo. Come se non bastasse, ha urgenza di contrarre un matrimonio di facciata e le propone quindi di diventare subito sua moglie. L’offerta, per nulla romantica, è però vantaggiosa, perché le permetterebbe di uscire dai guai in cui si trova e di realizzare il grande sogno di aprire un ristorante tutto suo, così Phoebe accetta. Ma presto, vivendo accanto a Owen mentre lentamente torna a sorridere alla vita, si rende conto che un nuovo, più dolce sogno sta sbocciando nel proprio cuore…

Lo Scandaloso Fidanzamento Di Lady Della

**Le figlie del duca** 4
*È possibile mettere a tacere uno scandalo creandone uno ancora più grande? Forse lo stratagemma non porterà al successo… ma di sicuro all’amore!*
*Londra, 1851*
Dopo dodici anni passati nella Marina Reale, Griffith Davies è costretto a lasciare quella vita di libertà per tornare nell’alta società londinese come erede del Duca di Northam. Tuttavia, anche se ora deve vivere sulla terraferma, non ha alcuna intenzione di sposare qualche sciocca debuttante. Per tenere a bada le possibili pretendenti ha quindi bisogno di inscenare un finto fidanzamento e la scelta ricade su Lady Della Howlett, una donna meravigliosa la cui reputazione, però, è stata distrutta anni addietro da un imperdonabile scandalo. Ma l’accordo svela presto inaspettati risvolti positivi.

Le Cronache di Camelot

N° 48 della Collana I Rinoceronti Questa saga presenta la storia di Re Artù sullo sfondo della caduta dell’Impero Romano d’Occidente in Britannia. A differenza dei racconti usuali – si pensi a La spada nella roccia – Whyte riscrive la leggenda evitando l’uso della magia per spiegare l’ascesa al potere di Artù, ponendo invece l’accento sulle condizioni storiche (con qualche licenza artistica) della Britannia, e sulla necessità di contrastare l’anarchia dopo che i Romani l’avevano abbandonata, lasciandola alla colonizzazione e invasione di varie popolazioni dell’Europa nordoccidentale, come sassoni, juti, franchi e angli. I volumi della saga: La Pietra del Cielo La Spada che Canta La Stirpe dell’aquila Il Sogno di Merlino Il Forte sul Fiume Il Segno di Excalibur Le Porte di Camelot La donna di Avalon La Fratellanza dell’Impero

La Donna Venuta Dai Ghiacci

Islanda, 1627. Il mare è increspato di onde lucenti e il vento trasporta l’odore dell’erba tagliata, quando un branco di uomini in abiti variopinti sbuca sul crinale di un colle brandendo le spade al sole. Pirati provenienti da terre barbaresche, gli uomini razziano la costa, uccidono decine di persone e ne catturano centinaia. Come prede di guerra, gli sventurati prigionieri vengono stipati nella lurida stiva di un galeone, senza poter vedere ciò che si lasciano dietro: le falesie coronate dall’erba verde di mezza estate e gli uccelli marini che guardano indifferenti da ogni anfratto. Tra gli ostaggi, ignari del destino che li attende, la giovane Ásta in procinto di partorire, suo marito, il pastore Ólafur, e i loro due bambini, Egill e Marta, cercano conforto stringendosi l’uno all’altro. Dopo un mese di viaggio, il bastimento arriva nel porto nordafricano di Algeri. Incespicando, Ásta e la sua famiglia salgono dalla stiva, intontiti e scossi dalla salva di cannoni che festeggia l’arrivo del carico di schiavi. Dinnanzi a loro si schiude una veduta sbalorditiva: una città dai tetti piatti, completamente bianca e punteggiata di cupole scolpite simili a bulbi. La meraviglia, tuttavia, è di breve durata. I prigionieri vengono condotti al mercato degli schiavi, dove i figli vengono separati dalle madri e i mariti dalle mogli. Anche Ásta dovrà fare i conti con due dolorose perdite: quella del marito e del figlio maggiore, e quella della libertà, poiché, acquistata dal trafficante di schiavi Cilleby, verrà rinchiusa in un harem. Per non abbandonarsi allo sconforto e sopravvivere non le resterà che aggrapparsi alle storie della sua infanzia, alle saghe e ai racconti popolari della sua patria, che le insegneranno ad aprirsi alla nuova vita, al nuovo mondo e, forse, anche a un nuovo amore. Ispirato a uno degli eventi più traumatici della storia d’Islanda, la scorreria turca dell’estate del 1627, La donna venuta dai ghiacci è un potente racconto sul potere salvifico delle storie e, al contempo, «un grande romanzo storico, capace di riportare in vita il passato» (The Scotsman). **

I Segreti Del Duca

**Gli sposi delle Highlands** 5
*Solo una donna dall’animo luminoso può trovare la strada per conquistare il cuore di un uomo ostaggio di segreti e oscure bugie.*
*Scozia, 1755*
Ribelle. Impudente. Zitella. La reputazione di Catriona Mackenzie la precede ovunque vada. E questo accade anche ora che si trova lontano da casa, in cerca di aiuti per Kishorn Abbey, l’asilo per donne maltrattate e senza dimora che gestisce e che la Corona inglese ha confiscato perché in passato ha ospitato dei giacobiti. Sulla sua strada Cat incontra il misterioso Hamlin Graham, Duca di Montrose, che grazie alla sua posizione e al suo denaro potrebbe darle un sostanzioso supporto, nonostante le voci che lo accusano di terribili crimini. Coraggiosa come sempre, lei affronterà con sfacciata determinazione i sospetti, i segreti che il duca nasconde… e infine la verità del proprio cuore.

Duchi E Imprevisti (I Romanzi Introvabili)

Jared Broderick, marchese di Middleton e unico erede del ducato di Redford, ha uno spirito indomito e non si rassegna all’idea che il padre gli imponga il matrimonio con lady Elizabeth, fanciulla dotata di un ingente patrimonio, ma priva di qualunque grazia. Dopo l’ennesimo battibecco con il duca, tuttavia, durante un ballo della Stagione, l’affascinante marchese incrocia lo sguardo e i sogni di Ava Fairchild, inizialmente ritrosa nonostante la segreta attrazione per lui. Finita per sbaglio nella sua carrozza, Ava cede alla sensualità di Jared e i baci sbocciano appassionati. Le circostanze successive, con la morte della madre di Ava, portano a un chiacchierato matrimonio di convenienza… ma quale destino attende il loro fortuito amore?

Come Sfidare Una Duchessa

Dopo cinque lunghi anni intrappolata in campagna, la recentemente vedova Nina Granville, Duchessa di Exeter, è tornata in città per ricominciare di nuovo. Ma è proprio in città che anni fa aveva fatto un errore – una notte di piacere rubata – che, qualora fosse stata rivelata, avrebbe potuto minacciare tutto quello che le stava a cuore.
Byron ha sempre amato Nina da lontano – fino a quando durante una festa, il suo mondo è stato capovolto. Per la vergogna e il senso di colpa, Byron è dovuto fuggire da Londra e Nina ha dovuto sposare un uomo tanto vecchio da poter essere suo nonno. Ma ora, il bel Byron è tornato… ed è pronto a riprendersi ciò che gli appartiene.
Eppure, Nina gli ha tenuto nascosto un segreto, un segreto che minaccia la loro attrazione reciproca e la loro amicizia di lunga data. Il fratello di Byron è determinato a rivelare la verità, e Nina deve usare tutto il suo potere per fare in modo che quel segreto rimanga tale. Anche a costo di perdere l’amore…

Una Sposa Per Rory Lochmore

**L’eredità dei Lochmore**
*Scozia, 1293*
Partito con numerosi soldati verso i territori degli odiati McCrieff, Rory Lochmore si aspettava di condurre una battaglia, reclamare una terra usurpata e infine rendere saldo il proprio posto come guida futura del clan. Invece, giunto al castello dei nemici, del tutto inaspettatamente si ritrova sposato. E non con una donna qualsiasi, ma con la figlia del Tanist McCrieff! La loro unione potrebbe sanare l’annosa faida tra i due clan, eppure fidarsi comporta molti rischi. Infatti, circondato da nemici e immerso in una fitta rete di intrighi e menzogne, Rory ha poche speranze di ottenere ciò per cui ha accettato il matrimonio: potere e un futuro diverso per sé e per una moglie che conosce da poco, ma per cui nutre sentimenti sempre più profondi.

Un Cavaliere Alla Corte Del Re

*Londra, 1660*
Arlette Dryden non ha mai dimenticato il soldato dell’esercito reale che l’ha portata in salvo a Londra mentre infuriava la battaglia di Worcester. E nemmeno come il suo cuore si sia spezzato quando lui, mosso dal dovere, l’ha lasciata appena giunti a destinazione. Ora, quasi dieci anni dopo quell’addio, durante la parata che celebra il ritorno di Re Carlo II dal lungo esilio, gli occhi di Arlette incrociano quelli di un cavaliere… E in un istante la complicità e l’attrazione che hanno condiviso si riaccendono, portando l’uno tra le braccia dell’altra. Questa volta, però, a separarli non sono il senso del dovere e la guerra, ma i rispettivi fidanzamenti di convenienza.

Tra Le Braccia Di Una Spia

**Le spie della Regina** 3
*Edimburgo, 1567*
Le dame di corte sanno e sentono molto più di quanto diano a vedere. Per questo Emma Howard, da tempo al seguito di Maria Stuarda, Regina di Scozia, è ben consapevole dell’infelicità della coppia reale. Avendo alle spalle lei stessa un matrimonio doloroso, non può che sentirsi vicina all’amata regina, tuttavia di certo non desidera la morte del re e ancora meno assistere al suo assassinio! Divenuta una testimone scomoda, Emma teme per la propria incolumità e per quella della sovrana. Mentre il mondo sembra crollarle addosso, un premuroso sconosciuto si offre di proteggerla e di aiutarla a scoprire l’identità dei cospiratori. Ma lei non può certo immaginare che dietro il sorriso gioviale di Tristan, in grado di rubarle il cuore, si celi una delle più audaci spie d’Inghilterra.

Nel segno di Roma

**«Uno dei migliori autori di romanzi storici.»
Daily Express
Un grande romanzo storico
Nel furore della guerra civile, chi diventerà un vero eroe?
68 d.C. il regno sanguinoso dell’imperatore Nerone sta giungendo alla sua fine quando Gaio Valerio Verre viene inviato in missione a Roma.**
Con la morte di Nerone, infatti, la città tira un sospiro di sollievo e l’attesa del successore in arrivo dalla Spagna, Servio Sulpicio Galba, si fa febbrile. Ma le speranze di tutti sono destinate a rimanere deluse. Il principato di Galba infatti finisce appena un mese dopo il suo arrivo, in una carneficina, e l’anno che segue, conosciuto come l’Anno dei Quattro Imperatori, è un periodo di guerra civile che mette Roma in ginocchio. Morto Galba, Valerio viene incaricato da Otone, il nuovo imperatore, di raggiungere Vitellio, comandante delle armate a nord. La legione è in marcia verso Roma e solo Valerio può persuadere Vitellio a fermarsi prima dell’inevitabile conflitto. Dovrà affrontare ogni sorta di pericolo, attraversare territori divisi tra fazioni, per compiere la sua missione e fermare il bagno di sangue annunciato. E il nemico più implacabile che abbia mai affrontato è pronto a colpire.
**Un autore tradotto in 12 Paesi
Una scrittura monumentale**
«L’antica Roma è un bestseller.»
**la Repubblica**
«Non c’è nessuna certezza, ogni amicizia può nascondere insidie, ogni alleanza può rivelarsi fatale. E tutto questo in una rievocazione storica quanto mai riuscita.»
**Historia**
**Douglas Jackson**
È un ex giornalista e nutre da sempre una grande passione per la storia romana. Vive in Scozia, con la moglie e tre figli. È autore, tra gli altri, dei romanzi *Il segreto dell’imperatore* , *Morte all’imperatore!* , *L’eroe di Roma* , *Combatti per Roma* , *La vendetta di Roma* e *Nel segno di Roma* , pubblicati dalla Newton Compton. I suoi libri sono tradotti in 12 Paesi.

La zia Irene e l’anarchico Tresca

«Si accostò al quadro e gli comparvero geometrie, strutture interne, frecce, cerchi, nomi, legami, doppi legami. […] «“È un quadro di un artista newyorkese, Mark Lombardi. L’unico artista al mondo ad aver avuto l’idea di dipingere il denaro nella sua essenza, la sua velocità, la sua ferocia. Si era dedicato a dipingere il denaro caldo, il grande riciclaggio, l’opacità della finanza, la verità finanziaria”».
Così come il quadro di Lombardi fa con il denaro, questo insolito romanzo di Enrico Deaglio si dedica al mosaico dei rapporti politici, d’affari, criminali che combinano tanti pezzi della storia d’Italia con l’America e soprattutto con la migrazione italiana. Non si tratta soltanto dei segreti dell’invasione alleata o della sovranità limitata ai tempi della guerra fredda: la tesi è proprio che una parte importante dei tanti misteri che hanno orientato il cammino del nostro Paese trova lì le radici, le ragioni, le spiegazioni.
Vicende intrecciate, ritratti di personaggi incredibili, circostanze rivelatrici, con al centro la storia più sconosciuta. Quella di Carlo Tresca, l’anarchico libertario, sindacalista ed alfiere del buon nome italiano Oltreoceano, ucciso l’11 gennaio 1943 da una complessa cospirazione volta a cancellare un popolarissimo protagonista che avrebbe potuto incidere nel dopoguerra italiano. Ma sono tutte vicende, personaggi, circostanze sempre occultati dalla congiura del silenzio. Ragion per cui, Deaglio riveste di pretesto letterario la coincidenza evidente (le coincidenze – diceva Leonardo Sciascia – non esistono), dove «la realtà ufficiale» tace e nasconde.
Siamo negli anni Venti del Duemila – questa la cornice narrativa che è la premonizione del futuro prossimo, nostro e non solo –, grazie all’eredità di una zia, comunista e funzionario dei servizi segreti, Marcello Eucaliptus viene in possesso di una valigia di segreti documenti. La consegna è fatta in un locale sul Tevere. Qui risiedono gli ultimi baluardi opposti alla bancarotta totale verso cui la nazione rotola. Sono gli anziani esponenti dello spionaggio italiano d’antan: gentiluomini e gentildonne navigati, persone colte e intelligenti che si battono per evitare che venga travolto l’ultimo progetto politico ragionevole per l’Italia. In questa prospettiva convincono Marcello a un’impresa proibitiva incardinata appunto sulla verità nascosta del vecchio caso dell’anarchico assassinato.
La zia Irene e l’anarchico Tresca è un romanzo coraggioso nello stile e sorprendente nel contenuto, che mescola il paradosso e l’ironia con la storia vera.

La Rinascita Dell’highlander

Scozia, 1746 – Indegno. Colin MacLean non può pensare altro di se stesso. Non dopo che il padre glielo ha ripetuto per tutta la vita, non dopo aver visto i fratelli morire davanti ai suoi occhi nella battaglia di Culloden senza riuscire a salvarli, non dopo essersi lasciato catturare dagli inglesi proprio ora che non è rimasto nessun altro a guidare il clan. Tuttavia, quando ormai l’incontro con il boia è imminente, una fuga rocambolesca con il silenzioso compagno di cella gli restituisce la libertà e la possibilità di fare ammenda assumendosi finalmente le sue responsabilità. Una scoperta sorprendente, però, stravolge i suoi piani: il compagno di prigionia che ha imparato ad apprezzare, coraggioso e sempre pronto a guardargli le spalle, è in realtà una donna. E pure bellissima. Diviso tra l’attrazione per lei e il dovere nei confronti del clan, Colin saprà diventare un uomo degno del rispetto di entrambi?

La Città Dei Prodigi

Catalogna, 1887. Quando dalle terre cupe e selvagge dell’entroterra il giovane Onofre Bouvila arriva nella capitale, è poco più che un bambino affamato. Una creatura insignificante che Barcellona – per metà malsano borgo di mare e per metà laboratorio a cielo aperto di una incipiente, tumultuosa modernità – sembra destinata a inghiottire senza neppure accorgersene. Ma dietro alla fame e alla paura comuni ai tanti che giungono qui alla ricerca di un futuro qualunque, negli occhi di Onofre arde qualcosa di diverso. La determinazione di chi non contempla il fallimento; l’opportunismo come vocazione; l’istinto del rischio e della violenza. In capo a pochi anni, da generica comparsa Onofre diventa protagonista del proprio destino e di quello di Barcellona, come lui lanciata verso un futuro dai connotati sempre più ambigui. Magistrale affresco di un’epoca e dei suoi contrasti, *La città dei prodigi* è il trascinante e irriverente ritratto di una città dalla bellezza e dalla personalità singolari. E, ancor più, un omaggio alla commedia umana in tutta la sua gloriosa, brulicante e irresistibile tragicità. «Eduardo Mendoza ha cambiato il corso della letteratura spagnola.» Bruno Arpaia, *Il Venerdì di Repubblica*

La castellana

Germania, XV secolo. Su un’altura al centro di Rheinsobern, la città adagiata alle pendici della Selva Nera, sorge il castello di Sobernburg, la dimora di Michel e Marie Adler. Sono lontani i tempi in cui, privata della dignità e dell’innocenza da un uomo senza scrupoli, Marie viveva da meretrice ambulante vendendosi per pochi centesimi nelle sagre di paese. Ora è sposata con l’uomo che ha sempre amato: Michel Adler, il figlio di un mescitore di birra di Costanza che, dopo aver dimostrato il proprio valore al conte palatino, è stato ricompensato per i servigi resi con la nomina a balivo del distretto di Rheinsobern. La vita dei due sposi scorre tranquilla, fino al giorno in cui, su ordine del conte palatino, riuniti gli uomini più valenti di Rheinsobern, Michel parte per la Boemia, dove infuria una guerra sanguinosa tra l’imperatore Sigismondo e gli eretici hussiti. Marie rimane sola ad amministrare il castello di Sobernburg, e dopo poco si scopre incinta. L’attesa del lieto evento è però offuscato dall’arrivo improvviso di ospiti inattesi: Manfred von Banzenburg e la consorte Kunigunde. I due recano la più triste delle novelle: Michel Adler è morto sul campo di battaglia e Manfred von Banzenburg è stato nominato nuovo castellano e balivo del duca palatino a Rheinsobern. Prima di cadere per mano degli hussiti, Michel è stato nominato cavaliere del Sacro Romano Impero Germanico in segno di gratitudine per i servigi resi. Marie deve, dunque, trovarsi in fretta un nuovo marito che la protegga e riscatti il feudo che il sovrano ha destinato a Michel. Intimamente convinta che Michel sia ancora vivo e niente affatto intenzionata a sposare un altro uomo, a Marie non resta che fuggire da Sobernburg e mettersi sulle tracce del marito scomparso, nella speranza di riuscire, così, a salvare la sua famiglia. Con una prosa scorrevole e un’impeccabile cura dei dettagli storici, Iny Lorentz tratteggia un magnifico affresco della Germania del XV secolo, una storia di intrighi e passione con al centro un’indomita e indimenticabile eroina. «Una storia accattivante che non mancherà di tenere i lettori affascinati fino all’ultimo». The Historical Novel Society

L’Indomita (I Romanzi Passione)

Vissuta da sempre all’ombra della sua famiglia, lady Nerissa è stufa di sentirsi una bambola di porcellana. Ora però suo fratello Lucien de Montforte, il potente duca di Blackheath, ha deciso che è giunto anche per lei il tempo di sposarsi. Ma quando Nerissa accompagna il fratello scienziato Andrew a Londra, s’imbatte in Ruaidri O’Devir, capitano irlandese della Marina americana che ha il compito di rapire Andrew e ottenere da lui la formula segreta del potente esplosivo che ha inventato. La bellezza dirompente di Nerissa, tuttavia, stravolge i suoi piani…

L’erede segreto del duca

Inghilterra, 1810 – Anni prima, nel magico deserto egiziano, all’ombra delle maestose Piramidi, Ellen Tatham si era innamorata follemente di Max Colnebrooke e aveva scambiato con lui promesse d’amore eterno. Ma poi, convinta che di lui non ci si potesse fidare, è fuggita lontana nella sua tenuta a nord di Londra. Adesso, dopo tre anni, Max è tornato in Inghilterra come Duca di Rossenhall. E quando rincontra per caso Ellen a un ballo, le scintille tra loro riattizzano un incendio che infuoca entrambi e che a malapena riescono a contenere. Ma Ellen ha un segreto di cui Max è all’oscuro e che presto lo metterà davanti a una scelta: o imparare a conoscere Jamie, il suo inatteso erede, o dimenticare per sempre la ribelle duchessa e suo figlio.

L’Arte Del Peccato

**Peccati in società** 1
*Inghilterra, 1829.*
L’artista americano Jeremy Keane, famigerato libertino, ha deciso di attraversare l’Europa in cerca della modella adatta al provocatorio capolavoro che intende dipingere. Quando a un matrimonio londinese incontra Lady Yvette Barlow, capisce che le proprie ricerche sono finite ed è più determinato che mai a catturare sulla tela lo spirito ribelle e la straordinaria sensualità della bellissima ereditiera. Yvette, che non è estranea agli scandali, accetta di posare per lui solo in cambio del suo aiuto: dovrà accompagnarla a visitare tutti i bordelli della capitale. Lo scopo della giovane è quello di rintracciare una donna scomparsa e risolvere così un intricato mistero di famiglia in cui si è trovata coinvolta, ma la collaborazione tra loro finisce per portarli a intense sessioni di arte erotica, ben lontane dall’obiettivo iniziale di entrambi.

Condannato all’amore

Scozia XIII secolo Nel cuore della Scozia di molti secoli fa, un uomo dallo spirito feroce e ribelle ha un unico scopo nella vita: la vendetta. Contro il clan dei Munro, nemici da sempre. E la compie, nel modo più crudele, rapendo la figlia ultimogenita Meredith. Non si aspetta, però, che la vittima predestinata sia così dolce e bella e che all’odio covato da così tanto tempo si mescoli la passione. Ma la ragazza nasconde un segreto terribile, che non vorrebbe rivelare per nulla al mondo…