Visualizzazione di 1-30 di 2808 risultati

Racconti brevi e straordinari

Secondo una leggenda, un dio dell’Indostan chiese a un altro dio di cedergli una delle sue 14.516 mo­gli. «Prenditi quella che trovi libera» fu la benevola risposta. Ma in tutti i 14.516 palazzi la moglie giace­va col suo signore, che «si era sdoppiato 14.516 vol­te» affinché ciascuna credesse di essere la favorita. La fonte di questo «racconto breve e straordinario», un libro apparso a Goa nel 1887, è in realtà il­lusoria. E grazie a Bioy Casares sappiamo come so­no andate le cose: «Domani compro il libro dove l’ho letta» gli aveva detto Borges riferendosi alla leggenda. E Bioy: «No, raccontiamola noi e attribuia­mola a un autore qualsiasi» – nella fattispecie, un gesuita portoghese. Così, con estro sfrenato e gio­coso, hanno lavorato i due appassionati antologisti: ritagliando brani da una sbalorditiva molteplicità di opere (dal taoista «Trattato del Vuoto Perfetto» a Max Ja­cob), ricorrendo ad amene falsificazioni, inventan­do spudorati lemmi bibliografici e apocrifi: come le «Memorie di un bibliotecario» di Francisco Acevedo, a­lias Borges, o la magnifica «Storia dei due re e dei due labirinti», sempre di Borges malgrado la depistante attribuzione. Senza peritarsi di manipolare le fonti: in un’iscrizione che evoca la verginità di Iside, un semplice «(finora)» aggiunge al referto di Plutar­co una maliziosa connotazione: «nessun mortale (finora) ha sollevato il mio velo». Ma l’obiettivo è uno solo: mostrare come un’antologia di vertigino­sa varietà possa racchiudere «l’essenziale di ciò che è narrazione» – vale a dire uno dei grandi piaceri che la letteratura può offrire.

La Saga Di Terramare

Contiene la saga completa nei volumi:
Il mago
Le tombe di Atuan
Il signore dei draghi
L’isola del drago
I venti di Terramare
Leggende di Terramare
Nel mondo incantato di Terramare, fatto di arcipelaghi e acque sconfinate, un giovane pastore possiede il dono di parlare agli animali e di piegarli alla sua volontà con misteriosi sortilegi. Non sa ancora di essere Ged, il grande mago destinato a sconfiggere le forze dell’oscurità che minacciano di sopraffare il suo mondo. Solo il duro e avventuroso apprendistato presso la Scuola per Maghi dell’isola di Roke lo renderà degno di diventare Signore dei Draghi e di sfidare le potenze del Male. Ma lungo il percorso, in un viaggio che lo spingerà oltre il regno della morte, incontrerà un nemico inaspettato: la propria ambizione e il desiderio di potere, che lo costringeranno a misurarsi con l’Ombra e minacceranno di annientare l’unico eroe in grado di riportare la magia in una terra che ne ha disperato bisogno.
Per la prima volta in Italia, un unico volume riconsegna all’immaginazione dei lettori i sei capitoli della saga considerata una delle pietre miliari del fantasy, al pari del Signore degli Anelli, e che ha conquistato milioni di appassionati.

La rovina dei re

Kihrin, l’apprendista di un bardo, è cresciuto ascoltando storie di gesta leggendarie. Costretto a rubare per sopravvivere alla povertà dei bassifondi di Quur, una sera fa irruzione nella casa sbagliata e viene marchiato da un demone: da quel momento in avanti la sua vita non sarà più la stessa. La difficile situazione di Kihrin lo porta al cospetto dei reali, che lo rivendicano come il figlio del loro principe perduto da tempo. Ma, lungi dal vivere il sogno di una vita di fasti e onori, Kihrin è in balìa delle spietate ambizioni della sua nuova famiglia, e quando cerca di fuggire dalla sua gabbia dorata non fa che peggiorare le cose. È ormai succube del ruolo di cui è stato investito e non c’è più scampo per lui, erede ritrovato di un regno ormai non più privo di corona come vuole l’antica profezia. Così ogni fazione – dèi, demoni, draghi e maghi – lo rivendica come propria pedina e tutte quelle vecchie storie che aveva ascoltato sin da piccolo, in cui l’eroe vince sempre, diventano improvvisamente depositarie delle più aspre menzogne. O forse no… Forse Kihrin non è l’eroe, e il suo destino non è di salvare l’impero. Forse il disegno che il fato ha per lui è quello di distruggerlo… La Rovina dei re è il primo libro della straordinaria serie di Jenn Lyons, Il Coro dei Draghi, il debutto fantasy più atteso dell’anno. Un’opera straordinaria, nella quale profezia e magia si intrecciano in un’incredibile epopea sulle sorti di un impero conteso da dèi e demoni.

Mondo maledetto

La perspicacia di un giocatore di professione, l’abile e astuto Jason Dinalt, viene messa a dura prova in un mondo ostile e crudele. Egli dovrà lottare di continuo, sempre all’erta per non essere sopraffatto, per trasformare condizioni paurose di esistenza in possibili sistemi di vita. Si batterà coraggiosamente per dimostrare l’esattezza della propria tesi, ottenendo la fiducia e la comprensione dove poco prima vi erano nei suoi riguardi soltanto odio e diffidenza.

La saga della regina guerriera delle Highland

– **Sigarni la regina guerriera** , traduzione di Nicola Gianni
Sconfitto sul campo, il popolo delle Highland aveva perduto la sua libertà. Ma nelle vene di una ragazza di soli diciannove anni scorreva il sangue del più grande condottiero di tutti i tempi.
Colden Moor: ecco un nome che gli abitanti delle Highland non si sarebbero più dimenticati. Perdere quella battaglia aveva voluto dire perdere anche l’indipendenza e con
essa la libertà. Ora il popolo delle terre alte era costretto a piegare il capo e a soffrire sotto il tallone dell’invasore straniero.
Anche la dinastia di sovrani che legava direttamente il trono delle Highland ad alcuni dei più celebri eroi e gloriosi condottieri del passato era stata spazzata via. Di tutta quella gloriosa famiglia restava un’unica discendente: una ragazza di neppure vent’anni.
Ma il sangue dei leggendari capi di un tempo ruggiva nelle vene di Sigarni. Odiata dai conquistatori e anche da qualcuno del suo popolo, libera e fiera, cacciatrice, guerriera, amante, la giovane principessa non sembrava tuttavia in grado di offrire alla sua gente nessuna opportunità di riscatto: ma quando il sangue chiama gli eroi tornano persino dalla morte!
Gli invasori non lo sapevano ancora, ma già le prime profezie cominciavano a intrecciarsi intorno ai fuochi: la figlia di Manodiferro avrebbe risollevato gli stendardi caduti e guidato il suo popolo a un’epica riscossa.
– **La regina delle Highland** , traduzione di Luca Landoni
Caswallon era un ladro, un brigante, un uomo violento, poco amante della compagnia del prossimo, secondo qualcuno addirittura un misantropo.
Una cosa di certo Caswallon non era preparato a essere: un eroe. Lui soltanto, però, era consapevole della minaccia che gravava sulla gente delle Highland; lui soltanto sapeva
che un orrore indicibile incombeva sul popolo di High Druin.
Neppure Taliesen, l’ultimo Guardiano della Soglia, era in grado di dire quale scopo avesse condotto fino al loro mondo Sigarni, la intrigante e ambigua Signora del Falco. Forse la spiegazione stava solo nel caso. Forse Sigarni era caduta in una falla spazio-temporale ed era approdata nell’universo del clan per pura, fortuita coincidenza. Forse…
Ma intanto gli Aenir, un popolo di barbari crudeli e violenti, avevano portato la guerra, il sangue, il saccheggio, sino ai primi contrafforti delle montagne che facevano da bastione al popolo delle Highland. Presto su quel bastione avrebbe dovuto ergersi un muro di difensori.
E che ruolo avrebbe giocato allora la Signora venuta da un altro mondo?

La saga del vagabondo del re

Jack l’Emissario è in pericolo. Ha scoperto il segreto del “Mago dei Quattro, Mago di Fortuna”, e deve comunicarlo al Rè di Lost-withal… ma l’Ordine delle Cose esige che sia il Rè a convocarlo. Nell’attesa, Jack deve restare in vita, e a questo scopo si rifugia a Kemolo – il mondo che noi conosciamo come “Terra” – dove viene subito braccato dai segugi del mago, aiutati da un istinto magicamente infallibile.
Ma Jack non è solo. Accanto a lui si raduna a poco a poco un gruppo di riluttanti alleati: Geebo, un uomo al quale è stata cancellata la memoria… Herb Dierickx, l’autista del ricco e potente Gene Boman… Jere Lee, una donna che ha perduto tutto tranne la dignità… Money Campbell, la giovane amante del ragazzo miliardario. Lo scontro tra personaggi magici e uomini e donne di oggi inizia tra le strade di New York, per spostarsi poi sulle rive del Lago Nero, a Lostwithai; in gioco è il destino, e forse la stessa sopravvivenza, di tutti e quattro i Momenti della Creazione che costituiscono il complesso universo di Jack, il Vagabondo del Rè.
Indice:
L’emissario dei Mondi (Chronicles of the King’s Tramp Book 1: Walker of Worlds, 1990)
Lo Sterminatore dei Mondi (Chronicles of the King’s Tramp Book 2: The End-of-Everything Man, 1991)
Il Sopravvissuto dei Mondi (Il sopravvissuto dei mondi Tom DE HAVEN Chronicles of the King’s Tramp Book 3: The Last Human, 1992)
Copertina di Kevin Johnson

La magia di Cara

Cal Cara Kerig è ancora una bambina quando sua madre viene uccisa per aver osato spingersi nel Pozzo delle Visioni, dove solo agli uomini è dato di accedere. Ma a prezzo della vita la madre di Cara ha avuto una visione agghiacciante del futuro che sta per abbattersi sul popolo di Gara han Gara, il cui nome significa Dolce Pressione sulla Terra. E tutto, a quanto pare, per colpa di Cara… Passano gli anni e l’intera famiglia di Cara viene annientata: suo padre e i fratelli soccombono agli invasori inumani che l’oracolo aveva sinistramente preannunciato. Sconvolta dall’ira, e per vendicare i suoi, Cara ricorre a un mezzo estremo: con l’aiuto della magia si trasforma in un guerriero maschio e decide di farsi giustizia da sè. Ma mille pericoli l’attendono: i soldati che si muovono come ragni, gli uomini d’argilla e altri ancora. Ma poi Cara scopre che per sconfiggere i nemici bisogna interrompere la spirale di violenza, non perpetuarla: che per cancellarli bisogna renderli immortali. Un enigma che verrà sciolto solo alla fine, da quello che viene già considerato uno dei migliori nuovi autori di fantasy.
(source: MondoUrania.com)

La Legione Degli Eroi

Agguati, duelli, amori violenti e tenere vendette che si consumano al lume delle torce fra un lampeggiare di spade e le grida laceranti dei feriti. Una storia che si svolge ai tempi cupi dell’Alto Medioevo, quando la legge veniva imposta sulla punta della spada e la negromanzia aveva un posto d’onore nell’immaginario collettivo. In questo contesto si batte come un leone l’eroe Bran Mak Morn, erede moderno e più smaliziato di quel Conan il barbaro cha ha dato l’avvio alla “heroic fantasy”. La legione delle ombre è uno dei romanzi più affascinanti di Karl Edward Wagner, abilissimo nel raccontare di scontri e maledizioni come nel far rivivere popoli primitivi e dimenticati dalla storia. A completare il volume, una ricca scelta di racconti antologizzati da uno dei maggiori esperti americani di Fantasy, Lin Carter, autore di racconti di puro terrore e di violento svolgimento. Storie sinistre che narrano di eroismi sovrumani e di personaggi che sembrano sorgere direttamente dagli annali del tempo. Accanto ai più celebrati maestri del passato eroico di questo genere letterario, come Clark Ashton Smith, troviamo specialisti moderni come Sprague De Camp, George R. R. Martin e C. J. Cherryh. che sanno far rivivere le sepolte leggende con un tocco modernamente ineguagliabile. Supplemento a Urania Fantasy n. 73
(source: MondoUrania.com)

La dimensione dell’incantesimo

Chi ha seguito le avventure di Max Quest e dei suoi amici in questa stessa collana è già preparato al clima di malie e di insidie che regna su Qanar, l’antico mondo della magia governato dai Signori delle dimensioni. In questo nuovo capitolo della trilogia – che si legge però come un romanzo a se stante ritroviamo tutti gli ingredienti che hanno reso popolare la saga di Ted White. Un mistero che non riguarda solo la nostra terra, ma il continuum delle dimensioni; un mondo difficile e selvaggio da affrontare; un simbolo che si erge minaccioso a offuscare le stelle, e in cui è forse personificata la quintessenza decimale; ma soprattutto l’ammirevole miscuglio di scienza e magia, di avventura e sortilegio che fanno dei “ciclo dei Signori” una delle saghe fantasy più gradevoli e appassionanti che ci sia dato leggere.
Copertina di Maren

Il treno degli dèi

È tempo di rivolte e rivoluzioni, conflitti e intrighi. New Crobuzon sta cadendo a pezzi. Da un lato la guerra contro l’arcana, oscura città-stato di Tesh, dall’altro i ribelli che si aggirano per le strade portando la metropoli sull’orlo della rovina. Nel mezzo dei disordini, una misteriosa figura mascherata incita a una nuova forma di ribellione, mentre tradimenti e violenze si manifestano in luoghi inconsueti. Per sfuggire al caos e alla repressione, un piccolo gruppo di rinnegati è fuggito dalla città e ha attraversato terre straniere, alla ricerca di una speranza perduta, di una leggenda immortale. Cosí, nelle tragiche ore in cui sangue e orrore dilagano a New Crobuzon, si diffonde una voce: sta giungendo il momento del Concilio di Ferro. Fondendo con crescente maturità e padronanza registro immaginifico e riflessione politica, Miéville aggiunge un nuovo, fondamentale capitolo al ciclo dedicato a New Crobuzon, confermandosi autore di punta della nuova letteratura fantastica di lingua inglese. **

Il principe di sangue nero

ANNO 1870. I VAMPIRI HANNO CONQUISTATO LA PARTE SETTENTRIONALE DEL PIANETA, SEMINANDO MORTE E DEVASTAZIONE
Le grandi e sfarzose capitali dell’era industriale sono diventate cimiteri. I pochi sopravvissuti hanno dovuto cercare rifugio ai Tropici, il cui clima torrido è nocivo alle grigie creature della notte. Così, dall’Egitto al Centro America, fino ai templi immersi nelle foreste della Malesia, sono sorte nuove civiltà del vapore e del ferro, fondate sull’arte e la tecnologia. Anno 2020. Quello che resta del glorioso impero britannico è ora il regno di Equatoria, la cui erede al trono è la principessa Adele, un’intrepida guerriera, ma anche una ragazza colta e raffinata, che trascorre intere giornate immersa nella lettura nei silenziosi saloni della mitica Biblioteca di Alessandria. La sua intraprendenza e il suo spirito indomito risveglieranno però la crudeltà di un efferato clan di vampiri decisi a scatenare una nuova guerra. In questa lotta all’ultimo sangue, Adele troverà al proprio fianco il principe Greyfriar, affascinante signore delle tenebre dal volto mascherato. E il misterioso protettore le rivelerà la vera natura del conflitto tra gli uomini e i non-morti, combattendo con lei una battaglia epocale per la vita e per l’amore.
Il Principe di sangue nero è il primo romanzo della trilogia Vampire Empire, un’appassionante saga epica in cui il bene e il male si insinuano nello scontro di civiltà tra umani e vampiri. Ma Vampire Empire è anche una grande storia d’amore e una magistrale combinazione di generi – fantasy, steampunk, romance, storico – che si è guadagnato il plauso della critica e del pubblico americani per avere portato una boccata d’aria fresca nel sovrappopolato mondo dei vampiri.

Il libro di Isle

Da moltissimi anni, ormai, nel continente-isola di Isle manca la mano salda di un re capace di fare rispettare le leggi degli uomini e degli dèi; scomparso Byve, l’ultimo Grande Monarca di Eburacon, l’intero paese è caduto preda di razzie e sorprusi, nonostante gli sforzi di alcuni giusti e valorosi signori. Pryce Dacaerin è uno di questi, ma neppure il suo prestigio basta a evitargli il rapimento della sua unica figlia, Ellid. A liberarla giunge tuttavia inaspettato l’ultimo principe elfico, Bevan Mano d’Argento, figlio di Byve. Bevan è tornato dai recessi della Terra interna per cercare l’aiuto degli uomini in una impresa quasi folle: recuperare Hau Ferddas, la grande spada magica degli Antichi, e distruggere d’odiato potere di Pel Blagden, il dio oscuro che ha provocato la caduta di Eburacon e che ora infesta Isle con le schiere spettrali. Un’impresa da cui certo pochi torneranno, ma che costituisce l’ultima speranza di un futuro di pace per Isle.
(source: MondoUrania.com)

Il guerriero stregone

Dall’infinito Mare Verde al Deserto Rosso, dalle rovine di un’età perduta ma non del tutto dimenticata emerge la figura di uno dei personaggi più interessanti creati da Gardner F. Fox negli anni Settanta: Kyrik, il guerriero dotato di poteri eccezionali e mai tradito dalla fedele Zannablu, la spada che non ha rivali. “I loro tempi non erano come i nostri e gli uomini erano in grado di esercitare magia e stregoneria, l’arte perduta che dava ai membri della loro società il potere di comandare la materia con la forza della mente. Kyrik visse in quel mondo. Era sia un guerriero che uno stregone nell’epoca che precedette la prima era glaciale, quando il cielo ospitava due lune. Questa è la sua storia o meglio l’inizio perchè c’è molto da raccontare di Kyrik e il suo mondo, degli uomini che combattè e delle donne che amò, dei misteri e dei prodigi delle terre in cui si avventurò in sella al suo stallone nero brandendo la spada Zannablu.”
(source: MondoUrania.com)

Il cuore di Myrial

Myrial è il nome del pianeta, ma è anche il nome del Dio che lo governa; un Dio che comunica col Gerarca del medievale reame di Callisiora tramite una macchina-oracolo. Callisiora è uno dei reami in cui la misteriosa e potente razza degli Antichi ha suddiviso il pianeta frazionandolo in ambienti separati da altissime pareti di energia: le Muraglie di Confine.
In ciascuno di questi ambienti vivono razze diverse che non possono comunicare tra loro e ignorano cosa ci sia al di là delle Muraglie. Regredite allo stato primitivo esse hanno dimenticato i lontani pianeti da cui gli Antichi le hanno prelevate. Ma nella valle di Gentival, dove ha sede la Lega, vivono i Maestri del Sapere reclutati fra tutte queste razze. Essi sono i solo a conoscere la realtà del pianeta e cercano sempre nuove informazioni sugli Antichi. I Maestri del Sapere sono telepati e ciò consente loro di attraversare le Muraglie e operare in segreto nei reami più diversi che ignorano l’esistenza e gli scopi della Lega. Ma un Maestro rinnegato che si è nascosto in Callisiora nelle vesti di Comandante di Spade, ha scoperto il modo di distruggere le Muraglie e mettere a contatto le diverse razze. Il Gerarca, assiste impotente agli sconvolgimenti che si verificano: non può mettersi in contatto e chiedere aiuto al Dio Myrial perché l’anello con cui attiva la macchina-oracolo è stato astutamente sostituito. Sarà l’umana Veldan e il drago di fuoco Kazairl, una straordinaria coppia di agenti segreti, a indagare sugli scopi finali del Maestro rinnegato.

Folle viaggio nella notte

Gustave Doré è un ragazzino di dodici anni che si trova inopinatamente al timone di una nave durante una tempesta. L’imbarcazione finisce dritta in mezzo a un tornado gemello siamese che la spazza via insieme all’intero equipaggio, di cui fa parte anche un nostromo di nome Dante. In una sola notte Gustave viaggia dalla terra alla luna, e poi attraverso l’intero universo e ritorno: perché ha scommesso con la Morte niente di meno che la propria vita e la propria anima. Sogno o realtà? Età di lettura: da 10 anni.

Fantasma: La spada della verità: 10

Il giorno in cui si risvegliò ricordando appena il proprio nome e null’altro, Kahlan diventò una donna molto pericolosa. E per tutti gli altri, in quel giorno il mondo cominciava a finire. Richard, alla disperata ricerca della sua amata, della quale solo lui sembra serbare il ricordo, sa che se Kahlan non ritroverà al più presto la propria vera identità diverrà un inconsapevole strumento di distruzione. Ma a lei viene detto che, qualora dovesse conoscere la verità su sé stessa, diverrebbe preda del male, nel corpo e nell’anima. Se vuole sopravvivere in una triste realtà di tradimenti e inganni, dove la vita vale e dura poco, Kahlan dovrà capire di essere una figura centrale nel mondo devastato dalla guerra che le vortica intorno. **

Assassin’s Creed – Heresy

Il professor Simon Hathaway appartiene al gotha della setta dei Templari, ed è uno dei membri di quella cerchia ristretta e riservatissima che si è data da sempre il nome di Inner Sanctum. Ora, grazie al suo straordinario lavoro e alla fiducia che è stato capace di conquistarsi, Simon è diventato il nuovo capo della divisione di Ricerca Storica dell’Abstergo, la società che ha inventato Animus, lo strumento rivoluzionario che permette di ricostruire i ricordi ancestrali sulla base del DNA. Da bravo scienziato, Simon ha una mente logica e analitica, e non si lascia coinvolgere da questioni personali. Ma, da bravo scienziato, è anche un uomo la cui curiosità non conosce limiti. Sa che Animus gli permette di rivivere nei panni dei suoi antenati ed è affascinato specialmente dal pensiero di poter conoscere la storia per esperienza diretta attraverso il suo avo Gabriel Laxart. Il giovane che combatté al fianco della leggendaria Giovanna d’Arco. Quando entra nella nuova versione di Animus per realizzare il suo progetto, Simon non sa che sta per fare delle scoperte sconvolgenti: sul conflitto secolare tra Assassini e Templari. Su quel che è disposto a fare Gabriel per la donna che ama e per la quale nutre una profonda venerazione. E soprattutto sulla verità più pericolosa di tutte: chi è l’eretico… e chi ha la vera fede. Dalla scrittrice bestseller del New York Times Christie Golden, già autrice del romanzo del film Assassin’s Creed, arriva una storia completamente nuova e originale per le migliaia di fan del videogame Ubisoft più venduto al mondo. **

La saga della regina guerriera delle Highland

– **Sigarni la regina guerriera** , traduzione di Nicola Gianni
Sconfitto sul campo, il popolo delle Highland aveva perduto la sua libertà. Ma nelle vene di una ragazza di soli diciannove anni scorreva il sangue del più grande condottiero di tutti i tempi.
Colden Moor: ecco un nome che gli abitanti delle Highland non si sarebbero più dimenticati. Perdere quella battaglia aveva voluto dire perdere anche l’indipendenza e con
essa la libertà. Ora il popolo delle terre alte era costretto a piegare il capo e a soffrire sotto il tallone dell’invasore straniero.
Anche la dinastia di sovrani che legava direttamente il trono delle Highland ad alcuni dei più celebri eroi e gloriosi condottieri del passato era stata spazzata via. Di tutta quella gloriosa famiglia restava un’unica discendente: una ragazza di neppure vent’anni.
Ma il sangue dei leggendari capi di un tempo ruggiva nelle vene di Sigarni. Odiata dai conquistatori e anche da qualcuno del suo popolo, libera e fiera, cacciatrice, guerriera, amante, la giovane principessa non sembrava tuttavia in grado di offrire alla sua gente nessuna opportunità di riscatto: ma quando il sangue chiama gli eroi tornano persino dalla morte!
Gli invasori non lo sapevano ancora, ma già le prime profezie cominciavano a intrecciarsi intorno ai fuochi: la figlia di Manodiferro avrebbe risollevato gli stendardi caduti e guidato il suo popolo a un’epica riscossa.
– **La regina delle Highland** , traduzione di Luca Landoni
Caswallon era un ladro, un brigante, un uomo violento, poco amante della compagnia del prossimo, secondo qualcuno addirittura un misantropo.
Una cosa di certo Caswallon non era preparato a essere: un eroe. Lui soltanto, però, era consapevole della minaccia che gravava sulla gente delle Highland; lui soltanto sapeva
che un orrore indicibile incombeva sul popolo di High Druin.
Neppure Taliesen, l’ultimo Guardiano della Soglia, era in grado di dire quale scopo avesse condotto fino al loro mondo Sigarni, la intrigante e ambigua Signora del Falco. Forse la spiegazione stava solo nel caso. Forse Sigarni era caduta in una falla spazio-temporale ed era approdata nell’universo del clan per pura, fortuita coincidenza. Forse…
Ma intanto gli Aenir, un popolo di barbari crudeli e violenti, avevano portato la guerra, il sangue, il saccheggio, sino ai primi contrafforti delle montagne che facevano da bastione al popolo delle Highland. Presto su quel bastione avrebbe dovuto ergersi un muro di difensori.
E che ruolo avrebbe giocato allora la Signora venuta da un altro mondo?

La saga del vagabondo del re

Jack l’Emissario è in pericolo. Ha scoperto il segreto del “Mago dei Quattro, Mago di Fortuna”, e deve comunicarlo al Rè di Lost-withal… ma l’Ordine delle Cose esige che sia il Rè a convocarlo. Nell’attesa, Jack deve restare in vita, e a questo scopo si rifugia a Kemolo – il mondo che noi conosciamo come “Terra” – dove viene subito braccato dai segugi del mago, aiutati da un istinto magicamente infallibile.
Ma Jack non è solo. Accanto a lui si raduna a poco a poco un gruppo di riluttanti alleati: Geebo, un uomo al quale è stata cancellata la memoria… Herb Dierickx, l’autista del ricco e potente Gene Boman… Jere Lee, una donna che ha perduto tutto tranne la dignità… Money Campbell, la giovane amante del ragazzo miliardario. Lo scontro tra personaggi magici e uomini e donne di oggi inizia tra le strade di New York, per spostarsi poi sulle rive del Lago Nero, a Lostwithai; in gioco è il destino, e forse la stessa sopravvivenza, di tutti e quattro i Momenti della Creazione che costituiscono il complesso universo di Jack, il Vagabondo del Rè.
Indice:
L’emissario dei Mondi (Chronicles of the King’s Tramp Book 1: Walker of Worlds, 1990)
Lo Sterminatore dei Mondi (Chronicles of the King’s Tramp Book 2: The End-of-Everything Man, 1991)
Il Sopravvissuto dei Mondi (Il sopravvissuto dei mondi Tom DE HAVEN Chronicles of the King’s Tramp Book 3: The Last Human, 1992)
Copertina di Kevin Johnson

La magia di Cara

Cal Cara Kerig è ancora una bambina quando sua madre viene uccisa per aver osato spingersi nel Pozzo delle Visioni, dove solo agli uomini è dato di accedere. Ma a prezzo della vita la madre di Cara ha avuto una visione agghiacciante del futuro che sta per abbattersi sul popolo di Gara han Gara, il cui nome significa Dolce Pressione sulla Terra. E tutto, a quanto pare, per colpa di Cara… Passano gli anni e l’intera famiglia di Cara viene annientata: suo padre e i fratelli soccombono agli invasori inumani che l’oracolo aveva sinistramente preannunciato. Sconvolta dall’ira, e per vendicare i suoi, Cara ricorre a un mezzo estremo: con l’aiuto della magia si trasforma in un guerriero maschio e decide di farsi giustizia da sè. Ma mille pericoli l’attendono: i soldati che si muovono come ragni, gli uomini d’argilla e altri ancora. Ma poi Cara scopre che per sconfiggere i nemici bisogna interrompere la spirale di violenza, non perpetuarla: che per cancellarli bisogna renderli immortali. Un enigma che verrà sciolto solo alla fine, da quello che viene già considerato uno dei migliori nuovi autori di fantasy.
(source: MondoUrania.com)

La Legione Degli Eroi

Agguati, duelli, amori violenti e tenere vendette che si consumano al lume delle torce fra un lampeggiare di spade e le grida laceranti dei feriti. Una storia che si svolge ai tempi cupi dell’Alto Medioevo, quando la legge veniva imposta sulla punta della spada e la negromanzia aveva un posto d’onore nell’immaginario collettivo. In questo contesto si batte come un leone l’eroe Bran Mak Morn, erede moderno e più smaliziato di quel Conan il barbaro cha ha dato l’avvio alla “heroic fantasy”. La legione delle ombre è uno dei romanzi più affascinanti di Karl Edward Wagner, abilissimo nel raccontare di scontri e maledizioni come nel far rivivere popoli primitivi e dimenticati dalla storia. A completare il volume, una ricca scelta di racconti antologizzati da uno dei maggiori esperti americani di Fantasy, Lin Carter, autore di racconti di puro terrore e di violento svolgimento. Storie sinistre che narrano di eroismi sovrumani e di personaggi che sembrano sorgere direttamente dagli annali del tempo. Accanto ai più celebrati maestri del passato eroico di questo genere letterario, come Clark Ashton Smith, troviamo specialisti moderni come Sprague De Camp, George R. R. Martin e C. J. Cherryh. che sanno far rivivere le sepolte leggende con un tocco modernamente ineguagliabile. Supplemento a Urania Fantasy n. 73
(source: MondoUrania.com)

La dimensione dell’incantesimo

Chi ha seguito le avventure di Max Quest e dei suoi amici in questa stessa collana è già preparato al clima di malie e di insidie che regna su Qanar, l’antico mondo della magia governato dai Signori delle dimensioni. In questo nuovo capitolo della trilogia – che si legge però come un romanzo a se stante ritroviamo tutti gli ingredienti che hanno reso popolare la saga di Ted White. Un mistero che non riguarda solo la nostra terra, ma il continuum delle dimensioni; un mondo difficile e selvaggio da affrontare; un simbolo che si erge minaccioso a offuscare le stelle, e in cui è forse personificata la quintessenza decimale; ma soprattutto l’ammirevole miscuglio di scienza e magia, di avventura e sortilegio che fanno dei “ciclo dei Signori” una delle saghe fantasy più gradevoli e appassionanti che ci sia dato leggere.
Copertina di Maren

Il treno degli dèi

È tempo di rivolte e rivoluzioni, conflitti e intrighi. New Crobuzon sta cadendo a pezzi. Da un lato la guerra contro l’arcana, oscura città-stato di Tesh, dall’altro i ribelli che si aggirano per le strade portando la metropoli sull’orlo della rovina. Nel mezzo dei disordini, una misteriosa figura mascherata incita a una nuova forma di ribellione, mentre tradimenti e violenze si manifestano in luoghi inconsueti. Per sfuggire al caos e alla repressione, un piccolo gruppo di rinnegati è fuggito dalla città e ha attraversato terre straniere, alla ricerca di una speranza perduta, di una leggenda immortale. Cosí, nelle tragiche ore in cui sangue e orrore dilagano a New Crobuzon, si diffonde una voce: sta giungendo il momento del Concilio di Ferro. Fondendo con crescente maturità e padronanza registro immaginifico e riflessione politica, Miéville aggiunge un nuovo, fondamentale capitolo al ciclo dedicato a New Crobuzon, confermandosi autore di punta della nuova letteratura fantastica di lingua inglese. **

Il principe di sangue nero

ANNO 1870. I VAMPIRI HANNO CONQUISTATO LA PARTE SETTENTRIONALE DEL PIANETA, SEMINANDO MORTE E DEVASTAZIONE
Le grandi e sfarzose capitali dell’era industriale sono diventate cimiteri. I pochi sopravvissuti hanno dovuto cercare rifugio ai Tropici, il cui clima torrido è nocivo alle grigie creature della notte. Così, dall’Egitto al Centro America, fino ai templi immersi nelle foreste della Malesia, sono sorte nuove civiltà del vapore e del ferro, fondate sull’arte e la tecnologia. Anno 2020. Quello che resta del glorioso impero britannico è ora il regno di Equatoria, la cui erede al trono è la principessa Adele, un’intrepida guerriera, ma anche una ragazza colta e raffinata, che trascorre intere giornate immersa nella lettura nei silenziosi saloni della mitica Biblioteca di Alessandria. La sua intraprendenza e il suo spirito indomito risveglieranno però la crudeltà di un efferato clan di vampiri decisi a scatenare una nuova guerra. In questa lotta all’ultimo sangue, Adele troverà al proprio fianco il principe Greyfriar, affascinante signore delle tenebre dal volto mascherato. E il misterioso protettore le rivelerà la vera natura del conflitto tra gli uomini e i non-morti, combattendo con lei una battaglia epocale per la vita e per l’amore.
Il Principe di sangue nero è il primo romanzo della trilogia Vampire Empire, un’appassionante saga epica in cui il bene e il male si insinuano nello scontro di civiltà tra umani e vampiri. Ma Vampire Empire è anche una grande storia d’amore e una magistrale combinazione di generi – fantasy, steampunk, romance, storico – che si è guadagnato il plauso della critica e del pubblico americani per avere portato una boccata d’aria fresca nel sovrappopolato mondo dei vampiri.

Il libro di Isle

Da moltissimi anni, ormai, nel continente-isola di Isle manca la mano salda di un re capace di fare rispettare le leggi degli uomini e degli dèi; scomparso Byve, l’ultimo Grande Monarca di Eburacon, l’intero paese è caduto preda di razzie e sorprusi, nonostante gli sforzi di alcuni giusti e valorosi signori. Pryce Dacaerin è uno di questi, ma neppure il suo prestigio basta a evitargli il rapimento della sua unica figlia, Ellid. A liberarla giunge tuttavia inaspettato l’ultimo principe elfico, Bevan Mano d’Argento, figlio di Byve. Bevan è tornato dai recessi della Terra interna per cercare l’aiuto degli uomini in una impresa quasi folle: recuperare Hau Ferddas, la grande spada magica degli Antichi, e distruggere d’odiato potere di Pel Blagden, il dio oscuro che ha provocato la caduta di Eburacon e che ora infesta Isle con le schiere spettrali. Un’impresa da cui certo pochi torneranno, ma che costituisce l’ultima speranza di un futuro di pace per Isle.
(source: MondoUrania.com)

Il guerriero stregone

Dall’infinito Mare Verde al Deserto Rosso, dalle rovine di un’età perduta ma non del tutto dimenticata emerge la figura di uno dei personaggi più interessanti creati da Gardner F. Fox negli anni Settanta: Kyrik, il guerriero dotato di poteri eccezionali e mai tradito dalla fedele Zannablu, la spada che non ha rivali. “I loro tempi non erano come i nostri e gli uomini erano in grado di esercitare magia e stregoneria, l’arte perduta che dava ai membri della loro società il potere di comandare la materia con la forza della mente. Kyrik visse in quel mondo. Era sia un guerriero che uno stregone nell’epoca che precedette la prima era glaciale, quando il cielo ospitava due lune. Questa è la sua storia o meglio l’inizio perchè c’è molto da raccontare di Kyrik e il suo mondo, degli uomini che combattè e delle donne che amò, dei misteri e dei prodigi delle terre in cui si avventurò in sella al suo stallone nero brandendo la spada Zannablu.”
(source: MondoUrania.com)

Il cuore di Myrial

Myrial è il nome del pianeta, ma è anche il nome del Dio che lo governa; un Dio che comunica col Gerarca del medievale reame di Callisiora tramite una macchina-oracolo. Callisiora è uno dei reami in cui la misteriosa e potente razza degli Antichi ha suddiviso il pianeta frazionandolo in ambienti separati da altissime pareti di energia: le Muraglie di Confine.
In ciascuno di questi ambienti vivono razze diverse che non possono comunicare tra loro e ignorano cosa ci sia al di là delle Muraglie. Regredite allo stato primitivo esse hanno dimenticato i lontani pianeti da cui gli Antichi le hanno prelevate. Ma nella valle di Gentival, dove ha sede la Lega, vivono i Maestri del Sapere reclutati fra tutte queste razze. Essi sono i solo a conoscere la realtà del pianeta e cercano sempre nuove informazioni sugli Antichi. I Maestri del Sapere sono telepati e ciò consente loro di attraversare le Muraglie e operare in segreto nei reami più diversi che ignorano l’esistenza e gli scopi della Lega. Ma un Maestro rinnegato che si è nascosto in Callisiora nelle vesti di Comandante di Spade, ha scoperto il modo di distruggere le Muraglie e mettere a contatto le diverse razze. Il Gerarca, assiste impotente agli sconvolgimenti che si verificano: non può mettersi in contatto e chiedere aiuto al Dio Myrial perché l’anello con cui attiva la macchina-oracolo è stato astutamente sostituito. Sarà l’umana Veldan e il drago di fuoco Kazairl, una straordinaria coppia di agenti segreti, a indagare sugli scopi finali del Maestro rinnegato.

Folle viaggio nella notte

Gustave Doré è un ragazzino di dodici anni che si trova inopinatamente al timone di una nave durante una tempesta. L’imbarcazione finisce dritta in mezzo a un tornado gemello siamese che la spazza via insieme all’intero equipaggio, di cui fa parte anche un nostromo di nome Dante. In una sola notte Gustave viaggia dalla terra alla luna, e poi attraverso l’intero universo e ritorno: perché ha scommesso con la Morte niente di meno che la propria vita e la propria anima. Sogno o realtà? Età di lettura: da 10 anni.

Fantasma: La spada della verità: 10

Il giorno in cui si risvegliò ricordando appena il proprio nome e null’altro, Kahlan diventò una donna molto pericolosa. E per tutti gli altri, in quel giorno il mondo cominciava a finire. Richard, alla disperata ricerca della sua amata, della quale solo lui sembra serbare il ricordo, sa che se Kahlan non ritroverà al più presto la propria vera identità diverrà un inconsapevole strumento di distruzione. Ma a lei viene detto che, qualora dovesse conoscere la verità su sé stessa, diverrebbe preda del male, nel corpo e nell’anima. Se vuole sopravvivere in una triste realtà di tradimenti e inganni, dove la vita vale e dura poco, Kahlan dovrà capire di essere una figura centrale nel mondo devastato dalla guerra che le vortica intorno. **

Assassin’s Creed – Heresy

Il professor Simon Hathaway appartiene al gotha della setta dei Templari, ed è uno dei membri di quella cerchia ristretta e riservatissima che si è data da sempre il nome di Inner Sanctum. Ora, grazie al suo straordinario lavoro e alla fiducia che è stato capace di conquistarsi, Simon è diventato il nuovo capo della divisione di Ricerca Storica dell’Abstergo, la società che ha inventato Animus, lo strumento rivoluzionario che permette di ricostruire i ricordi ancestrali sulla base del DNA. Da bravo scienziato, Simon ha una mente logica e analitica, e non si lascia coinvolgere da questioni personali. Ma, da bravo scienziato, è anche un uomo la cui curiosità non conosce limiti. Sa che Animus gli permette di rivivere nei panni dei suoi antenati ed è affascinato specialmente dal pensiero di poter conoscere la storia per esperienza diretta attraverso il suo avo Gabriel Laxart. Il giovane che combatté al fianco della leggendaria Giovanna d’Arco. Quando entra nella nuova versione di Animus per realizzare il suo progetto, Simon non sa che sta per fare delle scoperte sconvolgenti: sul conflitto secolare tra Assassini e Templari. Su quel che è disposto a fare Gabriel per la donna che ama e per la quale nutre una profonda venerazione. E soprattutto sulla verità più pericolosa di tutte: chi è l’eretico… e chi ha la vera fede. Dalla scrittrice bestseller del New York Times Christie Golden, già autrice del romanzo del film Assassin’s Creed, arriva una storia completamente nuova e originale per le migliaia di fan del videogame Ubisoft più venduto al mondo. **