Visualizzazione di 1-30 di 4180 risultati

Le Sabbie Di Marte

Classico romanzo di “fanta-scienza”, per usare un neologismo abbastanza efficace, Le sabbie di Marte descrive il viaggio inaugurale dell’astronave “Ares” – prima nave di linea regolare fra i pianeti – e le lotte di un gruppo di pionieri del XXI secolo per colonizzare le rosse distese desertiche del pianeta Marte. E’ una lotta affascinante e paurosa su un mondo in agonia dove non esiste quasi più traccia di vegetazione e l’aria è così povera di ossigeno da essere praticamente irrespirabile. Ma la fine del romanzo darà al lettore la più straordinaria – e la meno impossibile – delle sorprese…Le sabbie di Marte è un autentico capolavoro della narrativa a sfondo scientifico e fantastico. Non per nulla il suo autore, Arthur C. Clarke, è un noto scienziato, membro della British Astronomical Association e presidente della Società Interplanetaria Britannica.
(source: MondoUrania.com)

Stella solitaria

Le Scogliere dello spazio sono una delle grandi invenzioni della fantascienza: costruite molto oltre l’orbita di Plutone, sono diventate un vero e proprio rifugio per dissidenti di ogni tipo. E mentre sulla Terra vige la spietata legge della Banca dei corpi, con micidiali collari esplosivi applicati a tutti i sospettati di tradimento, nello spazio profondo l’umanità libera si prepara a incontrare le intelligenze venute dal cosmo e a diventare parte di una vasta civiltà interstellare.
Copertina di Pierluigi Longo

Le Sabbie Di Marte

Classico romanzo di “fanta-scienza”, per usare un neologismo abbastanza efficace, Le sabbie di Marte descrive il viaggio inaugurale dell’astronave “Ares” – prima nave di linea regolare fra i pianeti – e le lotte di un gruppo di pionieri del XXI secolo per colonizzare le rosse distese desertiche del pianeta Marte. E’ una lotta affascinante e paurosa su un mondo in agonia dove non esiste quasi più traccia di vegetazione e l’aria è così povera di ossigeno da essere praticamente irrespirabile. Ma la fine del romanzo darà al lettore la più straordinaria – e la meno impossibile – delle sorprese…Le sabbie di Marte è un autentico capolavoro della narrativa a sfondo scientifico e fantastico. Non per nulla il suo autore, Arthur C. Clarke, è un noto scienziato, membro della British Astronomical Association e presidente della Società Interplanetaria Britannica.
(source: MondoUrania.com)

La Bugia Di Natale

Seth Grahame-Smith, dopo aver trasformato Ambramo Lincoln in un cacciatore di vampiri e Orgoglio e pregiudizio in una zombie-story, è pronto a tornare con un nuovo romanzo che racconterà la vera storia dei Re Magi! Seth Grahame-Smith ci conduce nel primo secolo dopo Cristo quando il mondo è dominato dall’imperatore Cesare Augusto ed Erode il Grande, un re fantoccio corrotto e assassino, spadroneggia in Galilea. Ma il loro potere è messo in pericolo dal cinico e feroce Balthazar, che ha giurato vendetta contro tutti i romani diventando il leggendario “Fantasma di Antiochia”, flagello dell’impero. Sfuggito all’ennesima condanna a morte, si ritrova davanti a una povera mangiatoia alle porte di Betlemme insieme a due improbabili compagni di viaggio.L’incontro con una giovane ragazza chiamata Maria, il suo devoto compagno Giuseppe e il loro figlio appena nato, cambierà per sempre il destino di Balthazar. E anche se il tempo delle grandi inondazioni e delle creature magiche è finito, la lotta fra il bene e il male continua.È l’inizio di un’avventura che li vedrà combattere contro eserciti nemici, scontrarsi con forze occulte, fronteggiare morti che si risvegliano e assistere a incredibili miracoli; nel tentativo di salvare un bambino davvero speciale e nella disperata speranza di ritrovare un pendente misteriosamente scomparso.“La Bugia di Natale: come fondere Game of Thrones con il Vangelo Secondo Luca” Entertainment Weekly Punti di Forza: La documentata decadenza del Regno di Erode il Grande e la violenza perpetuata in Giudea in quegli anni, fa da sfondo al cinismo ed allo scetticismo del personaggio principale, Balassare, il “fantasma di Antiochia”, figura controversa ed enigmatica. Sciami di locuste, epici combattimenti, sovrani ossessionati, vendetta, redenzione e molto altro sono gli elementi presenti in questo incredibile racconto d’azione. Dove finisce la Storia dei Vangeli (apocrifici e ufficiali) e dove iniza il racconto di Seth Grahame non vi sarà dato scoprilo. “Grahame- Smith riesce a tessere un artifizio così convincente da rendere assolutamente credibile il nuovo finale di una storia che tutti abbiamo sentito centinaia e centinaia di volte…” The Washington Post

I mostri in soffitta

Ritorniamo con piacere ad un filone che ha fatto molto per la nascita della fantascienza moderna: l’orrore. Questa antologia inaugura una nuova serie dedicata ai più grandi autori di horror/fantasy, e ci è sembrato più corretto iniziare la rassegna dedicando una breve panoramica agli autori solitamente ritenuti classici.
Henry James, il nome di maggior spicco dell’intera antologia, ci dimostra come sia possibile parlare di spettri con insolito gusto grottesco, mentre Mary Shelley, madrina di Frankenstein, illustra un disperato ritratto di immortalità; Joseph Sheridan Le Fanu, da buon irlandese, ci riconduce ad un’aura di maledizioni famigliari e di presenze sataniche, lasciando a Francis Marion Crawford il compito di trapiantare una morbosa storia di vampiri sulle rocciose coste della Calabria, visitate anche dai carabinieri. Nathaniel Hawthorne ritorna con un vero clabico dell’Ottocento americano, ironizzando su un quartetto di centenari ben deciso a recuperare la perduta giovinezza. Rudyard Kipling replica con un racconto agghiacciante nell’India dell’impero britannico. Robert W. Chambers conclude con un tenero apologo appena venato di orrore.
Questi erano i nostri incubi preferiti: reggono ancora a tanta distanza di tempo? Crediamo proprio di sì.

Crescent City – La Casa Di Terra E Sangue

Ventitré anni, mezza Fae e mezza umana, Bryce Quinlan ha una vita perfetta: di giorno lavora in una galleria d’arte e di notte passa da una festa all’altra, senza problemi e senza preoccupazioni. Quando però una brutale strage scuote profondamente Crescent City, la città in cui vive, e Bryce perde una persona a lei molto cara, il suo mondo crolla in mille pezzi lasciandola disperata, ferita e molto sola. Adesso non cerca più il divertimento, ma un oblio in grado di farle dimenticare i terribili fatti che hanno cambiato la sua vita per sempre. Due anni dopo l’imputato è finalmente dietro le sbarre ma, tutt’a un tratto, i crimini ricominciano e Bryce è decisa a fare tutto il possibile per vendicare quelle morti. Ad affiancarla nelle indagini arriva Hunt Athalar, un famoso angelo caduto, prigioniero degli arcangeli che lui stesso aveva tentato di detronizzare. Le sue grandi capacità e la sua forza incredibile sono utilizzate all’unico scopo di eliminare i nemici del suo capo. Quando però si scatena il caos in città, Hunt riceve una proposta irrinunciabile: aiutare Bryce a trovare l’assassino e riconquistare, in cambio, la sua libertà. Quando Bryce e Hunt cominciano a scavare in profondità nel ventre di Crescent City, scoprono un potere terrificante e oscuro che minaccia tutto e tutti, e vengono travolti da una passione irrefrenabile, che potrebbe renderli entrambi liberi, se solo lo volessero. Il dolore della perdita, il prezzo della libertà e il potere dell’amore sono i temi principali de *La casa di terra e sangue* , il primo imperdibile romanzo della nuova serie fantasy di Sarah J. Maas, che mescola egregiamente personaggi indimenticabili, romanticismo e una suspense che tiene il lettore incollato alla pagina fino alla fine. **

Pattuglia galattica : la saga dei Lensmen 2

In un luogo ignoto fra le galassie vi è la roccaforte di Boskone, il quartier generale di inafferrabili criminali e pirati interplanetari la cui insaziabile cupidigia e brama di potere minaccia il futuro dell’intera civiltà. Grazie a uno scienziato che controlla un’invidiabile supertecnologia, la flotta di Boskone è immensamente superiore ai potenti incrociatori della Pattuglia Galattica. E chi può sperare di penetrare nelle basi dei criminali, difese da giganteschi e insuperabili schermi mentali? E’ un’impresa impossibile per un uomo, ma non per un… Lensman: il suo nome e Kim Kinnison, eroe della Pattuglia Galattica, i cui fantastici poteri possono permettergli di infiltrarsi nelle fortezze boskoniane disseminate nello spazio e scoprire dove si trova la Grande Base del nemico, per poterla così distruggere per sempre! Continua fra mille avventure la Saga dei Lensmen, la più emozionante e celebrata space opera di tutti i tempi.

Oltre Lorbita Di Giove

Nel falso convincimento che per descrivere il futuro ci vogliono uno stile e un intreccio “futuristi” molti nuovi autori di fantascienza sfornano romanzi in cui dal principio alla fine non si capisce assolutamente niente. No, per descrivere il futuro ci vogliono uno stile e un intreccio originali ma tanto più comprensibili, chiari, accurati, quanto più il futuro è nebuloso e lontano. Noi perciò alle fumose narrazioni piene di profondi (ma oscuri) significati, in cui qualcuno (ma non si sa chi) fa qualcosa (ma non si sa che cosa) da qualche parte (ma non si sa dove), preferiremmo sempre un solido romanzo d’azione che cominci (e continui) come questo: “L’aspirante Blane fu degradato il 30 maggio 2190 alle 8 del mattino (ora di Washington) sul ponte di comando della nave da battaglia “Tyrant”, da 50 milioni di tonnellate, ferma al largo di Callisto…”.
(source: MondoUrania.com)

Le città volanti (Urania)

ED ESSI AVRANNO LE STELLE 2018 d.C., è il tempo della pace fredda, peggiore della Guerra Fredda: da Washington a Mosca i governi sono impegnati nella repressione totale. Ma in Occidente, alcuni individui lottano ancora per trovare una via d’uscita dalla trappola della storia umana.
UNA VITA PER LE STELLE La scienza è venuta in soccorso dell’umanità con i dispositivi antigravità, che permettono a intere città di staccarsi dalla Terra, e i farmaci per la longevità, che consentono ai loro abitanti di vivere per migliaia di anni. Ma cosa troveranno le città/astronavi nelle profondità dello spazio?
IL RITORNO DALL’INFINITO Quando le città lasciano la Terra, vanno verso un universo abitato da culture a ogni possibile stadio di sviluppo. New York sta viaggiando verso una nana gialla, ma neppure John Amalfi riesce ad abituarsi a quella vita… ed è il sindaco di New York da oltre cinquecento anni.
IL TRIONFO DEL TEMPO Gli scienziati di Nuova Terra hanno scoperto l’esistenza di un universo basato sull’anti-materia: una struttura chimica e fisica così antagonista al loro stesso universo che il minimo contatto significherebbe l’oblio istantaneo per entrambi i mondi. Ed entro tre anni i due universi sono condannati all’inevitabile, catastrofica collisione!

La Trilogia di Helliconia

Helliconia è un pianeta dalle caratteristiche assai simili alla Terra, ma collocato in un sistema binario. Insieme con altri tre pianeti descrive un’orbita attorno alla stella più vicina, Batalix, che ha un diametro pressappoco uguale al Sole con una luminosità di poco inferiore, con un periodo di rivoluzione di 480 giorni; questo sistema descrive a sua volta un’orbita attorno alla stella maggiore, Freyr, una supergigante bianca 6000 volte più luminosa del Sole. Il periodo di rivoluzione del sistema attorno a Freyr, il Grande Anno, è enormemente più lungo: 1825 anni di Helliconia, ovvero qualcosa come 2592 anni terrestri. Questo determina il succedersi di stagioni reali della durata di vari secoli, con una drastica accentuazione delle caratteristiche climatiche. Lo spettacolare quadro ambientale determina per le forme di vita di Helliconia una dinamica evolutiva di tipo ciclico: civiltà e forme sociali muoiono e rinascono in corrispondenza dei rivolgimenti stagionali, la cui durata è abbastanza lunga per permettere lo sviluppo di culture sofisticate ma, al tempo stesso, sufficiente a cancellare la memoria della loro esistenza. edlib

Il mondo di Herovit

Herovit è uno scrittore di fantascienza che non riesce a finire il suo ultimo romanzo sulla Squadra galattica di esplorazione. Come conseguenza, deve soldi al suo agente. Come corollario, la moglie minaccia di cacciarlo di casa. Il soccorso arriva (o così sembra) dal mondo misterioso della Squadra galattica, nella persona del suo asso Kirk Poland. Il comandante Kirk si materializza nella realtà e offre a Herovit la soluzione di tutti i problemi. Perché non fidarsi di lui? Perché non cedere alla tentazione di diventare Kirk? Forse perché il prezzo da pagare è la libertà, la cessione definitiva dei diritti sulla propria mente.
(source: MondoUrania.com)

Gli dei odiano il Kansas

Sui campi del Kansas, uno stato tranquillo, rurale, cadono in una notte d’estate nove meteoriti di piccole dimensioni. I contadini corrono a cercare i frammenti con l’idea di venderli agli scienziati dell’università, ai “professori” che s’interessano di queste cose. Da qui comincia una eccezionale catena di avvenimenti che portano tutta la Terra sull’orlo della catastrofe, del completo annichilimento, per opera di una razza che ci ha superati di millenni nel campo tecnologico, mentre in tutti gli altri campi è rimasta allo stadio della più cieca e feroce barbarie.
Copertina di: Karel Thole

Fantasma a bordo

La missione di Kirk e Spock sul mortale pianeta Delta Gamma Quattro si rivela assai più pericolosa del previsto e solo per un autentico miracolo cosmico i due grandi protagonisti delle avventure dell’Enterprise riescono a sopravvivere alle mortali minacce del pianeta, tra cui forse la più insidiosa è quella dei mervigliosi fiori azzurri che distruggono la mente e lo spirito. Tutto sembra tornato alla normalità, eppure McCoy, quando i due ritornano a bordo, avverte che qualcosa è cambiato, qualcosa di indefinibile… Poi, quando sulla potente astronave salgono i diplomatici della Federazione per una missione della massima importanza, ecco che questi ultimi cominciano lentamente a morire…

Cittadino della galassia

Forse la capitale dei Nove Mondi è il centro dell’universo abitato, ma certo vi si svolge il principale mercato di schiavi. Il ragazzo sparuto che si chiama Thorby nessuno lo vuole; solo il mendicante Baslim si fa avanti e lo compera. Comincia da questo momento la formidabile avventura di Thorby. Giungerà attraverso stadi successivi di liberazione, e conquistando se stesso, fino al centro dell’Egemonia, dove lo attende la più sconvolgente delle scoperte. Questa civiltà futura, che abbraccia tutta una galassia, ha più pianeti abitati di quanti un uomo possa sperare di visitare, più di quanti la legge possa sperare di tenere sotto controllo. E, del resto, chi tiene sotto controllo la legge? Chi era Baslim, il mendicante che annotava gli arrivi delle astronavi e che consegnava messaggi cifrati agli spaziali? E chi è Thorby, il ragazzo cui è affidato un messaggio che egli non può comprendere? Schiavo o erede di una gigantesca fortuna? Innocente o responsabile?

Ancillary Justice (Urania Jumbo)

ANCILLARY JUSTICE Su un lontanissimo pianeta coperto di ghiaccio, Breq sta per recuperare l’oggetto di cui è in cerca da tempo – un prezioso manufatto costruito dall’inconoscibile e temutissima specie aliena Presger -, quando si imbatte in un corpo semiassiderato nella neve: è Seivarden Vendaai, una persona che Breq credeva morta da mille anni. Perché Breq non è ciò che sembra: diciannove anni, tre mesi e una settimana prima di quel giorno era la *Justice of Toren* , una gigantesca astronave da trasporto truppe. Come tutte le navi dell’impero Radchaai, la *Justice* è un’intelligenza artificiale che controlla ancelle umane, ma ora che è stata distrutta della sua coscienza pensante è rimasto solo un frammento: Breq.

Adamo ed Eva dell’Inferno

All’inizio vi fu l’invasione aliena: partì dalla periferia di New York e gli unici esseri umani sopravvissuti furono Della, una normale casalinga quarantenne, e il Poeta, un uomo senza memoria del proprio passato. Della, mentre è tenuta prigioniera per uno scopo che non riesce a comprendere, riflette sulla propria vita e avverte tutto il senso di avere sprecato la propria esistenza, anestetizzandola, sposando un uomo che non l’ha mai resa felice e poi tradendolo, perdendo se stessa giorno dopo giorno. Eppure gli alieni la stanno mantenendo in vita per una missione da cui dipenderà forse il futuro stesso dell’universo. Intanto James, suo marito, è in ospedale e dentro il suo cervello si fa spazio sempre più velocemente una massa tumorale che presto lo annichilirà. Anche il Poeta è prigioniero degli alieni, e anche per lui essi hanno previsto un compito importante, ma ora lui non può fare altro che scrivere poemi e aspettare. Altrove, su un Sole che non è il nostro, il Figlio di Dio sta morendo e la sua agonia è fatta oggetto di viaggi turistici organizzati…

Pattuglia galattica : la saga dei Lensmen 2

In un luogo ignoto fra le galassie vi è la roccaforte di Boskone, il quartier generale di inafferrabili criminali e pirati interplanetari la cui insaziabile cupidigia e brama di potere minaccia il futuro dell’intera civiltà. Grazie a uno scienziato che controlla un’invidiabile supertecnologia, la flotta di Boskone è immensamente superiore ai potenti incrociatori della Pattuglia Galattica. E chi può sperare di penetrare nelle basi dei criminali, difese da giganteschi e insuperabili schermi mentali? E’ un’impresa impossibile per un uomo, ma non per un… Lensman: il suo nome e Kim Kinnison, eroe della Pattuglia Galattica, i cui fantastici poteri possono permettergli di infiltrarsi nelle fortezze boskoniane disseminate nello spazio e scoprire dove si trova la Grande Base del nemico, per poterla così distruggere per sempre! Continua fra mille avventure la Saga dei Lensmen, la più emozionante e celebrata space opera di tutti i tempi.

Oltre Lorbita Di Giove

Nel falso convincimento che per descrivere il futuro ci vogliono uno stile e un intreccio “futuristi” molti nuovi autori di fantascienza sfornano romanzi in cui dal principio alla fine non si capisce assolutamente niente. No, per descrivere il futuro ci vogliono uno stile e un intreccio originali ma tanto più comprensibili, chiari, accurati, quanto più il futuro è nebuloso e lontano. Noi perciò alle fumose narrazioni piene di profondi (ma oscuri) significati, in cui qualcuno (ma non si sa chi) fa qualcosa (ma non si sa che cosa) da qualche parte (ma non si sa dove), preferiremmo sempre un solido romanzo d’azione che cominci (e continui) come questo: “L’aspirante Blane fu degradato il 30 maggio 2190 alle 8 del mattino (ora di Washington) sul ponte di comando della nave da battaglia “Tyrant”, da 50 milioni di tonnellate, ferma al largo di Callisto…”.
(source: MondoUrania.com)

Le città volanti (Urania)

ED ESSI AVRANNO LE STELLE 2018 d.C., è il tempo della pace fredda, peggiore della Guerra Fredda: da Washington a Mosca i governi sono impegnati nella repressione totale. Ma in Occidente, alcuni individui lottano ancora per trovare una via d’uscita dalla trappola della storia umana.
UNA VITA PER LE STELLE La scienza è venuta in soccorso dell’umanità con i dispositivi antigravità, che permettono a intere città di staccarsi dalla Terra, e i farmaci per la longevità, che consentono ai loro abitanti di vivere per migliaia di anni. Ma cosa troveranno le città/astronavi nelle profondità dello spazio?
IL RITORNO DALL’INFINITO Quando le città lasciano la Terra, vanno verso un universo abitato da culture a ogni possibile stadio di sviluppo. New York sta viaggiando verso una nana gialla, ma neppure John Amalfi riesce ad abituarsi a quella vita… ed è il sindaco di New York da oltre cinquecento anni.
IL TRIONFO DEL TEMPO Gli scienziati di Nuova Terra hanno scoperto l’esistenza di un universo basato sull’anti-materia: una struttura chimica e fisica così antagonista al loro stesso universo che il minimo contatto significherebbe l’oblio istantaneo per entrambi i mondi. Ed entro tre anni i due universi sono condannati all’inevitabile, catastrofica collisione!

La Trilogia di Helliconia

Helliconia è un pianeta dalle caratteristiche assai simili alla Terra, ma collocato in un sistema binario. Insieme con altri tre pianeti descrive un’orbita attorno alla stella più vicina, Batalix, che ha un diametro pressappoco uguale al Sole con una luminosità di poco inferiore, con un periodo di rivoluzione di 480 giorni; questo sistema descrive a sua volta un’orbita attorno alla stella maggiore, Freyr, una supergigante bianca 6000 volte più luminosa del Sole. Il periodo di rivoluzione del sistema attorno a Freyr, il Grande Anno, è enormemente più lungo: 1825 anni di Helliconia, ovvero qualcosa come 2592 anni terrestri. Questo determina il succedersi di stagioni reali della durata di vari secoli, con una drastica accentuazione delle caratteristiche climatiche. Lo spettacolare quadro ambientale determina per le forme di vita di Helliconia una dinamica evolutiva di tipo ciclico: civiltà e forme sociali muoiono e rinascono in corrispondenza dei rivolgimenti stagionali, la cui durata è abbastanza lunga per permettere lo sviluppo di culture sofisticate ma, al tempo stesso, sufficiente a cancellare la memoria della loro esistenza. edlib

Il mondo di Herovit

Herovit è uno scrittore di fantascienza che non riesce a finire il suo ultimo romanzo sulla Squadra galattica di esplorazione. Come conseguenza, deve soldi al suo agente. Come corollario, la moglie minaccia di cacciarlo di casa. Il soccorso arriva (o così sembra) dal mondo misterioso della Squadra galattica, nella persona del suo asso Kirk Poland. Il comandante Kirk si materializza nella realtà e offre a Herovit la soluzione di tutti i problemi. Perché non fidarsi di lui? Perché non cedere alla tentazione di diventare Kirk? Forse perché il prezzo da pagare è la libertà, la cessione definitiva dei diritti sulla propria mente.
(source: MondoUrania.com)

Gli dei odiano il Kansas

Sui campi del Kansas, uno stato tranquillo, rurale, cadono in una notte d’estate nove meteoriti di piccole dimensioni. I contadini corrono a cercare i frammenti con l’idea di venderli agli scienziati dell’università, ai “professori” che s’interessano di queste cose. Da qui comincia una eccezionale catena di avvenimenti che portano tutta la Terra sull’orlo della catastrofe, del completo annichilimento, per opera di una razza che ci ha superati di millenni nel campo tecnologico, mentre in tutti gli altri campi è rimasta allo stadio della più cieca e feroce barbarie.
Copertina di: Karel Thole

Fantasma a bordo

La missione di Kirk e Spock sul mortale pianeta Delta Gamma Quattro si rivela assai più pericolosa del previsto e solo per un autentico miracolo cosmico i due grandi protagonisti delle avventure dell’Enterprise riescono a sopravvivere alle mortali minacce del pianeta, tra cui forse la più insidiosa è quella dei mervigliosi fiori azzurri che distruggono la mente e lo spirito. Tutto sembra tornato alla normalità, eppure McCoy, quando i due ritornano a bordo, avverte che qualcosa è cambiato, qualcosa di indefinibile… Poi, quando sulla potente astronave salgono i diplomatici della Federazione per una missione della massima importanza, ecco che questi ultimi cominciano lentamente a morire…

Cittadino della galassia

Forse la capitale dei Nove Mondi è il centro dell’universo abitato, ma certo vi si svolge il principale mercato di schiavi. Il ragazzo sparuto che si chiama Thorby nessuno lo vuole; solo il mendicante Baslim si fa avanti e lo compera. Comincia da questo momento la formidabile avventura di Thorby. Giungerà attraverso stadi successivi di liberazione, e conquistando se stesso, fino al centro dell’Egemonia, dove lo attende la più sconvolgente delle scoperte. Questa civiltà futura, che abbraccia tutta una galassia, ha più pianeti abitati di quanti un uomo possa sperare di visitare, più di quanti la legge possa sperare di tenere sotto controllo. E, del resto, chi tiene sotto controllo la legge? Chi era Baslim, il mendicante che annotava gli arrivi delle astronavi e che consegnava messaggi cifrati agli spaziali? E chi è Thorby, il ragazzo cui è affidato un messaggio che egli non può comprendere? Schiavo o erede di una gigantesca fortuna? Innocente o responsabile?

Ancillary Justice (Urania Jumbo)

ANCILLARY JUSTICE Su un lontanissimo pianeta coperto di ghiaccio, Breq sta per recuperare l’oggetto di cui è in cerca da tempo – un prezioso manufatto costruito dall’inconoscibile e temutissima specie aliena Presger -, quando si imbatte in un corpo semiassiderato nella neve: è Seivarden Vendaai, una persona che Breq credeva morta da mille anni. Perché Breq non è ciò che sembra: diciannove anni, tre mesi e una settimana prima di quel giorno era la *Justice of Toren* , una gigantesca astronave da trasporto truppe. Come tutte le navi dell’impero Radchaai, la *Justice* è un’intelligenza artificiale che controlla ancelle umane, ma ora che è stata distrutta della sua coscienza pensante è rimasto solo un frammento: Breq.

Adamo ed Eva dell’Inferno

All’inizio vi fu l’invasione aliena: partì dalla periferia di New York e gli unici esseri umani sopravvissuti furono Della, una normale casalinga quarantenne, e il Poeta, un uomo senza memoria del proprio passato. Della, mentre è tenuta prigioniera per uno scopo che non riesce a comprendere, riflette sulla propria vita e avverte tutto il senso di avere sprecato la propria esistenza, anestetizzandola, sposando un uomo che non l’ha mai resa felice e poi tradendolo, perdendo se stessa giorno dopo giorno. Eppure gli alieni la stanno mantenendo in vita per una missione da cui dipenderà forse il futuro stesso dell’universo. Intanto James, suo marito, è in ospedale e dentro il suo cervello si fa spazio sempre più velocemente una massa tumorale che presto lo annichilirà. Anche il Poeta è prigioniero degli alieni, e anche per lui essi hanno previsto un compito importante, ma ora lui non può fare altro che scrivere poemi e aspettare. Altrove, su un Sole che non è il nostro, il Figlio di Dio sta morendo e la sua agonia è fatta oggetto di viaggi turistici organizzati…

Ancillary Justice (Urania Jumbo)

ANCILLARY JUSTICE Su un lontanissimo pianeta coperto di ghiaccio, Breq sta per recuperare l’oggetto di cui è in cerca da tempo – un prezioso manufatto costruito dall’inconoscibile e temutissima specie aliena Presger -, quando si imbatte in un corpo semiassiderato nella neve: è Seivarden Vendaai, una persona che Breq credeva morta da mille anni. Perché Breq non è ciò che sembra: diciannove anni, tre mesi e una settimana prima di quel giorno era la *Justice of Toren* , una gigantesca astronave da trasporto truppe. Come tutte le navi dell’impero Radchaai, la *Justice* è un’intelligenza artificiale che controlla ancelle umane, ma ora che è stata distrutta della sua coscienza pensante è rimasto solo un frammento: Breq.

Adamo ed Eva dell’Inferno

All’inizio vi fu l’invasione aliena: partì dalla periferia di New York e gli unici esseri umani sopravvissuti furono Della, una normale casalinga quarantenne, e il Poeta, un uomo senza memoria del proprio passato. Della, mentre è tenuta prigioniera per uno scopo che non riesce a comprendere, riflette sulla propria vita e avverte tutto il senso di avere sprecato la propria esistenza, anestetizzandola, sposando un uomo che non l’ha mai resa felice e poi tradendolo, perdendo se stessa giorno dopo giorno. Eppure gli alieni la stanno mantenendo in vita per una missione da cui dipenderà forse il futuro stesso dell’universo. Intanto James, suo marito, è in ospedale e dentro il suo cervello si fa spazio sempre più velocemente una massa tumorale che presto lo annichilirà. Anche il Poeta è prigioniero degli alieni, e anche per lui essi hanno previsto un compito importante, ma ora lui non può fare altro che scrivere poemi e aspettare. Altrove, su un Sole che non è il nostro, il Figlio di Dio sta morendo e la sua agonia è fatta oggetto di viaggi turistici organizzati…

Ancillary Justice (Urania Jumbo)

ANCILLARY JUSTICE Su un lontanissimo pianeta coperto di ghiaccio, Breq sta per recuperare l’oggetto di cui è in cerca da tempo – un prezioso manufatto costruito dall’inconoscibile e temutissima specie aliena Presger -, quando si imbatte in un corpo semiassiderato nella neve: è Seivarden Vendaai, una persona che Breq credeva morta da mille anni. Perché Breq non è ciò che sembra: diciannove anni, tre mesi e una settimana prima di quel giorno era la *Justice of Toren* , una gigantesca astronave da trasporto truppe. Come tutte le navi dell’impero Radchaai, la *Justice* è un’intelligenza artificiale che controlla ancelle umane, ma ora che è stata distrutta della sua coscienza pensante è rimasto solo un frammento: Breq.